Pasta di caffè o Tablit

0

La pasta di caffè o Tablit  è un’ottima base per insaporire gelato, semifreddo, creme, bavaresi, budini, gli impasti per dolci al posto degli aromi artificiali, per il ripieno per cioccolatini e tutti quei composti dove non è possibile utilizzare solo il caffè solubile, perchè non si scioglierebbe, o il caffè espresso che altererebbe la ricetta.

100 gr di nocciole
100 gr di zucchero
2 cucchiaini di caffè solubile
3 cucchiai d’acqua

Tostare le nocciole e spellarle.
Mettere in un pentolino antiaderente lo zucchero con tre cucchiai di acqua ed il caffè solubile, cuocere a fuoco basso fino a farlo caramellare.
Unire le nocciole e cuocere per un minuto.
Mettere a freddare il composto su un foglio di carta da forno.
Rompere il composto e tritare fino ad ottenere una crema.

Si conserva in un barattolo di vetro per circa 1 mese.
Questa è la ricetta di Luca Montersino

Ricetta per il tablit o pasta caffè:

300 g di zucchero
300 g di acqua
150 g di polvere di caffè

Caramellare a secco lo zucchero, aggiungendolo alla casseruola poco per volta aspettando che il precedente si sia sciolto.
Fate bollire l’acqua e versatevi il caffè in polvere.
Versate l’acqua con il caffè sullo zucchero caramellato e fatelo cuocere per qualche minuto.
Lasciate il composto a riposare per circa 30 minuti, quindi filtratelo.

Dal sito www.cookaround.com

Ricetta per la pasta di caffè:

100g caffè solubile (anche decaffeinato)
80g acqua bollente
20g destrosio

In una ciotola mettere il caffè, aggiungere l’acqua bollente e amalgamare bene.
Inserire il destrosio e mescolare.
Rovesciare la crema in un contenitore a chiusura ermetica, far raffreddare e conservare in frigo per parecchio tempo.

Dal sito www.lapasticceriaitaliana.it


Condividi articolo

Autore

Ketty

Appassionata di tutto e di niente, cerca quotidianamente di combattere la sindrome da "Nessuna ne fa e cento ne pensa". Non essendo ancora riuscita a scoprire cosa farà da grande, non le resta che provare ... un giorno scoprirà il suo talento!

Scrivi un commento