Torta di rose: Un bouquet per la mamma

0

Per la festa della mamma e mi è venuta in mente questa torta che si adatta bene a questa ricorrenza, è una torta lievitata e la sua forma ricorda proprio un bouquet di rose.

Questo dolce è tipico della cucina mantovana e fu creato alla fine del XV secolo in occasione delle nozze tra Francesco II di Gonzaga e Isabella D’Este e da quel momento entrò a far parte della tradizione gastronomica mantovana.
La torta tradizionale prevede la crema al burro, ma si può farcire con crema pasticciera, con della marmellata, oppure si può arricchire con uvetta o gocce di cioccolato.

Su internet ci sono molte ricette per realizzarla, ma è la prima volta che la faccio quindi mi affido alla ricetta del maestro Montersino.

Auguri mamma!

Ricetta per la Torta di rose:

Per una teglia da 26 cm oppure per 2 da 18-22cm (se vi resta qualche rondellina potete fare qualche monoporzione)

Per la pasta Brioche:
500 g di farina manitoba
80 g di latte intero fresco
15 g di lievito di birra
180 g di uova (Circa 3)
70 g di zucchero semolato
15 g di miele
8 g di rhum
190 g di burro ammorbidito
8 g di sale
2 g di scorza di limone
1/2 baccello di vaniglia Bourbon

Per la crema al burro:
100 g di burro
100 g di zucchero a velo
5 g di rhum
1/2 baccello di vaniglia Bourbon

Impastate nella planetaria col gancio la farina, il latte, il lievito di birra, le uova, il miele e lo zucchero semolato.
Quando l’impasto è ben liscio, incorporate poco alla volta il burro in pomata e, quando anche quest’ultimo si è assorbito, completate con il rhum, il sale e gli aromi (limone e vaniglia).
Lasciate raffreddare bene in frigorifero coprendo l’impasto con la pellicola per circa 3 ore.

Nel frattempo preparate la crema di burro, con uno sbattitore elettrico montare il burro ammorbidito con lo zucchero a velo, il rhum e la vaniglia fino a ottenere una crema bianca.

Togliete l’impasto dal frigorifero e stendetelo ricavando un quadrato di 50cm per lato e dello spessore di 2,5 mm.
Spalmate sopra la crema di burro tenendovi lontano dal bordo di circa 2cm ed arrotolatelo per ottenere un cilindro.
Fate raffreddare nuovamente, se volete accelerare in po’ i tempi avvolgetelo in carta da forno e lasciatelo riposare in freezer per venti minuti.

Foderate con carta forno o spennellate di burro la tortiera, tagliate il cilindro in rondelle rondelle di circa 3 cm di spessore, disponetele all’interno della teglia distanziandole fra di loro, perché durante la lievitazione cresceranno notevolmente.
Lasciatele lievitare fino al raddoppio del loro volume.
Infornate a 180°C per 20-25 minuti.
Sfornate, lasciate raffreddare bene, togliete dallo stampo e spolverizzate con lo zucchero a velo.

 


Condividi articolo

Autore

Ketty

Appassionata di tutto e di niente, cerca quotidianamente di combattere la sindrome da "Nessuna ne fa e cento ne pensa". Non essendo ancora riuscita a scoprire cosa farà da grande, non le resta che provare ... un giorno scoprirà il suo talento!

Scrivi un commento