Aviation cocktail. Storia e varianti

0

L’Aviation cocktail è un grande classico con una storia affascinante, è elegante, floreale, deciso, ma dolce ed insieme al suo colore blu cielo lo rende un tesoro dimenticato che vi conquisterà.

Le sue origini risalgono ai primi anni del ‘900 e precisamente nel 1911 durante la prima guerra mondiale. Un barman del circolo ufficiali dell’aviazione, in un campo volo dietro la prima linea, lo miscelò in onore dei piloti inglesi. Venne usato spesso come cocktail commemorativo o una sorta di rituale con il quale i piloti brindavano al loro ritorno.

Nel 1916 a New York, al bar del Wallick Hotel, il capo bartender Hugo Ensslin scrisse uno degli ultimi libri sui cocktail “Recipes for Mixed Drinks” pubblicato prima dell’inizio del Proibizionismo americano e trascrisse questa ricetta dedicandola ai pionieri dell’aviazione col nome di Aviation cocktail.

Nel 1930, in pieno Proibizionismo, in tempi di gangster e atmosfere noir non tutti gli alcolici riuscivano a circolare clandestinamente negli Stati Uniti e il liquore alla violetta era introvabile, in questo periodo venne pubblicato il Savoy Cocktail Book di Harry Craddock con la ricetta senza Crème de Violette.

Negli anni ‘60 era ancora irreperibile l’ingrediente base del Aviation cocktail ed i barman rinunciarono definitivamente al caratteristico colore blu del drink.

Dobbiano arrivare al 2007 per riabilitare questo meraviglioso cocktail, grazie a Haus Alpenz che ha iniziato a importare la Rothman & Winter Crème de Violette, prodotta dalla regina Carlotta e dai fiori viola delle Alpi, introducendolo sul mercato statunitense, oggi altri marchi di crema di violette sono apparsi sul mercato.

Ringrazio Ema Sacchi, informatico e barman per passione, per la realizzazione di questo speciale sull’Aviation cocktail. Potete seguirlo e trovare le sue alcooliche creazioni sulla pagina facebook Ema’s Speakeasy

Ricetta per l’Aviation cocktail:

1 1/2 oz (45 ml) di Gin
1/2 oz (15 ml) di Maraschino
1/2 oz (15 ml) di Succo di Limone
1/4 oz (7 ml) di Crème de Violette (o 15 ml dipende dal proprio gusto)
decorare con una ciliegia maraschino o Scorza di limone a spirale

Mettete tutti gli ingredienti in uno shaker con 3 cubetti di ghiaccio. Agitate bene e poi filtrate in una coppa da cocktail fredda. Decorate con una ciliegia sotto spirito o con una spirale di scorza di limone.

(Se non trovate la Crème de Violette potete sostituire con la stessa quantità di Maraschino)

L’Aviation Blue Moon è una variante di questo cocktail, nel quale il maraschino viene sostituito dalla creme de violette.

2 oz (60 ml) di Gin
3/4 oz (22 ml) di Succo di Lime
3/4 oz (22 ml) di Crème de Violette

L’Aviation Moonlight è un’altra variante di questo cocktail, dove il maraschino viene sostituito dal Cointreau.

1 1/2 oz (45 ml) di Gin
1/2 oz (15 ml) di Cointreau
1/2 oz (15 ml) di Succo di Lime
1/4 oz (7 ml) di Crème de Violette (o 15 ml dipende dal proprio gusto)

Il Water Lily è un’interpretazione moderna ispirata all’Aviation che usa il Triple Sec, un liquore incolore aromatizzato all’arancia.

3/4 oz (22 ml) di Gin
3/4 oz (22 ml) di Triple Sec
3/4 oz (22 ml) di Crème de Violette
3/4 oz (22 ml) di Succo di Limone
Decorare con scorza d’arancia a spirale


Condividi articolo

Autore

Ketty

Appassionata di tutto e di niente, cerca quotidianamente di combattere la sindrome da "Nessuna ne fa e cento ne pensa". Non essendo ancora riuscita a scoprire cosa farà da grande, non le resta che provare ... un giorno scoprirà il suo talento!

Scrivi un commento