Classifica dei libri più venduti – 27 Aprile 2015

0

397102-1680x1050I film e le fiction televisive tratti dai romanzi sono la nuova tendenza della cinematografia internazionale, in Italia il fenomeno è in crescita ed ecco la nascita di Bookciak, la prima piattaforma web dedicata all’incontro tra mondo dell’audiovisivo e mondo dell’editoria. Un progetto relalizzato dal Ministero per i Beni e le attività culturali (MiBAC) col sostegno di Anica, Apt, Anac e Solinas e propone i titoli della narrativa italiana più adatti ad essere trasformati in film, fiction o documentari.
Il portale catalogherà tutte le novità editoriali di autore italiano, ma darà anche spazio ai titoli di catalogo che ancora non sono stati “scoperti”. Mentre un motore di ricerca, organizzato per dettagliate voci tematiche, permetterà ai produttori di navigare agevolmente tra le infinite storie dell’archivio.

Torna per il quarto anno il Premio Bookciak, Azione! L’obiettivo è realizzare dei video, di massimo tre minuti, ispirati ai romanzi della banca dati di www.bookciak.it per esprimere gli aspetti emotivi e visionari del testo.
Per partecipare è necessario iscriversi entro e non oltre il 30 giugno 2015 ed i video dovranno essere consegnati entro e non oltre il 15 luglio 2015 su supporto dvd dati.
I video vincitori saranno proiettati nell’ambito delle Giornate degli Autori 2015 al Festival di Venezia.

La classifica dei libri più venduti di questa settimana ci regala molte novità, scopriamole insieme:

1.
Il sangue dell'OlimpoAl primo posto questa settimana troviamo una novità, un fantasy per ragazzi, Il sangue dell’Olimpo. Eroi dell’Olimpo. Vol.5, scritto da Rick Riordan.
L’equipaggio della Argo II, la nave volante guidata dai semidei greci e romani, sfreccia verso nuove eroiche imprese, ma non è ancora riuscito a sconfiggere la minaccia più temibile: la divina Gea e il suo pernicioso esercito di giganti. Ad Atene la festa della Speranza è alle porte, e la perfida dea della Terra ha intenzione di celebrarla in gran stile: sacrificando due semidei per tornare in vita, Percy Jackson e la sua ciurma devono fermarla, ma hanno visioni sempre più frequenti di una terribile battaglia che minerà la pace tra il Campo Mezzosangue e il Campo Giove, mettendo a rischio la riuscita dell’impresa. Mentre una legione romana guidata da Ottaviano vuole portare ad Atene la statua di Athena Parthenos per usarla come arma segreta, i semidei tentano di condurla a New York, dove potrebbe fermare la guerra tra i due Campi, Riusciranno a evitare il disastro e a sconfiggere Gea una volta per tutte?

2.
Momenti di trascurabile infelicitàResta invariata la seconda posizione con Momenti di trascurabile infelicità di Francesco Piccolo, dopo “Momenti di trascurabile felicità”, torna a raccontare l’allegria degli istanti di cui è fatta la vita, ma questa volta prova a prenderli dalla parte sbagliata.
Setacciando le giornate fino a scoprire come ogni contrattempo, anche il più seccante, nasconda qualcosa di impagabile: una scintilla folgorante di divertimento e di vitalità. Che si tratti di condividere l’ombrello con qualcuno, strappandoselo di mano per gentilezza fino a ritrovarsi entrambi bagnati fradici. O di ammettere che non ci ricordiamo più niente di quello che abbiamo imparato a scuola, che le recite dei bambini sono una noia mortale, e che non amiamo i nostri figli nello stesso modo, semplicemente perché sono diversi. Per non parlare dell’obbligo morale di farsi la doccia appena si arriva ospiti da un amico, che se ne abbia voglia o meno – in fondo soltanto per rassicurare l’altro sul fatto che ci si lava. Oppure delle persone troppo cortesi che ti tengono aperto il portone, costringendoti ad affrettare il passo. Ciascuno sperimenta ogni giorno mille forme trascurabili (e non irrilevanti) di infelicità. Ma sorge il dubbio che sia “come i bastoncini dello shangai: se tirassi via la cosa che meno mi piace della persona che amo, se ne verrebbe via anche quella che mi piace di più”.

3.
Sette brevi lezioni di fisicaScende in terza posizione, ma continua il trionfo di Sette brevi lezioni di fisica di Carlo Rovelli che spiega alcune importanti leggi che regolano il funzionamento dell’universo, con un linguaggio finalmente non riservato agli addetti ai lavori.
Ci sono frontiere della conoscenza dove brucia il nostro desiderio di sapere: sono nelle profondità più minute del tessuto dello spazio, nelle origini del cosmo, nella natura del tempo, nella destinazione dei buchi neri. Qui, a contatto con l’oceano di quanto non sappiamo, bellezza e mistero ci lasciano senza fiato. Queste ‘lezioni’ delineano una rapida panoramica della rivoluzione avvenuta nella fisica del XX secolo e della ricerca in corso, discorrendo, con ammirevole trasparenza, della teoria della relatività generale di Einstein, della meccanica quantistica, dell’architettura del cosmo, delle particelle elementari, della gravità quantistica, della probabilità e del calore dei buchi neri, della natura del tempo e di altro ancora.

4.
Il magico potere del riordinoSale di un gradino, al quarto posto, Il magico potere del riordino. Il metodo giapponese che trasforma i vostri spazi e la vostra vita di Marie Kondo resta in classifica.
Il disordine fa male e non solo per ovvie questioni igieniche. Fa male al nostro spirito, non aiuta la mente a pensare e ci abbrutisce. Basandosi sulla filosofia Zen, l’autrice giapponese Marie Kondo, dimostra come il semplice atto del mettere a posto una stanza, scateni energie positive notevoli, capaci di farci vivere meglio.

5.
Sangue e nevePrecipita in quinta posizione il thriller Sangue e neve di Jo Nesbø.
Olav è quello che molti definirebbero un imbranato. Cerca di farsi strada nel mondo della malavita come protettore di prostitute, ma non ci riesce perché si affeziona, vorrebbe provare a esigere i crediti dei malavitosi, ma non riesce a tenere i conti, insomma, l’unica cosa che riesce a fare è uccidere. Ma quando Daniel Hoffmann, il boss della droga, gli chiede di uccidergli la moglie e lui se ne innamora, capisce che potrebbe aver commesso l’ultimo errore della sua vita.

6.
La sposa giovaneIn discesa anche La Sposa giovane di Alessandro Baricco, oggi al quarto posto.
Una famiglia benestante degli inizi del ‘900, si ritrova a accogliere la giovane promessa sposa del loro figlio maschio, assente per lavoro. In attesa del suo ritorno, la ragazza avrà modo di conoscere meglio quelle persone, e soprattutto di fare i conti col mistero che aleggia in quella casa: pare che lì la notte porti, con sé, qualcosa di strano e terribile.

7.
Il paese dei coppoloniAl settimo posto troviamo la seconda novità di questa settimana, Il paese dei coppoloni, scritto da Vinicio Capossela.
“Da dove venite? A chi appartenete? Cosa andate cercando?” Così si chiede al viandante-narratore nelle terre dei padri. Il viandante procede con il passo dell’iniziato, lo sguardo affilato, la memoria popolata di storie. E le storie gli vengono incontro nelle vesti di figure, ciascuna portatrice di destino, che hanno il compito di ispirati accompagnatori. Luoghi e personaggi suonano, con i loro “stortinomi”, immobili e mitici, immersi in un paesaggio umano e geografico che mescola il noto e l’ignoto. Scatozza “domatore di camion”, Mandarino “pascitore di uomini”, la Totara, Cazzariegghio, Pacchi Pacchi, Testadiuccello, Camoia, la Marescialla: ciascuno ragguaglia il viandante, ciascuno lo mette in guardia, ciascuno sembra custode di una verità che tanto più ci riguarda, quanto più è fuori dalla Storia. Il viandante deve misurarsi, insieme al lettore, con un patrimonio di saggezza che sembra aver abbandonato tutti quanti si muovono per sentieri e strade, sotto la luna, nella luce del meriggio, accompagnati dall’abbaiare dei cani. E poi ci sono la musica e i musicanti. La musica da sposalizio, da canto a sonetto, la musica per uccidere il porco, la musica da ballo per cadere “sponzati come baccalà”, la musica da serenata, il lamento funebre, la musica rurale, da resa dei conti.

8.
I misteri della montagnaPerde qualche posizione I misteri della montagna di Mauro Corona.
Non tutti hanno la capacità immediata di comprendere fino in fondo i segreti della montagna. Vedono le cime come blocchi turriti, pilastri di roccia scabri e senza valore, ammassi di pietre inutili sorti qua e là per capriccio del tempo. Basta, però, alzare lo sguardo ed essere sovrastati dall’imponenza del mare verticale, con i suoi milioni di granelli di sabbia, per sentire nascere lo stupore. Lo stupore che genera domande. Le domande che generano misteri: chi ci sarà lassù? Vi abita qualcuno? E, se esiste, come sarà fatto? Nei boschi, tra le rocce, dentro l’alba, sotto le foglie, sulle vette ancora inesplorate. Lì dormono i segreti della montagna. E Mauro Corona ci accompagna ancora una volta a scoprirli, tendendoci la mano, aiutandoci a salire. Ci esorta a giocare con il rimbalzo dell’eco, che vuole sempre l’ultima parola, ad ascoltare la voce del vento, che non sapremo mai da dove nasce. Ci conduce lungo i ruscelli a spiare le ninfe dai lunghi capelli d’acqua, ci indica il sentiero per raggiungere il grande abete bianco – adagiando l’orecchio al tronco, sentiremo il suo cuore battere. La montagna è viva, ha cinque sensi protesi a conoscere il mondo. E come tutti gli esseri speciali ha anche un senso in più: la percezione. Grazie a lei, può scoprire in anticipo le barbare intenzioni dei politici che vogliono ferirla, strizzarla, spremerla fino a distruggerla, pur di incassare moneta sonante.

9.
Raccontami di un giorno perfettoAncora una novità che occupa la nona posizione, Raccontami di un giorno perfetto di Jennifer Niven.
È una gelida mattina d’inverno quella in cui Theodore Finch decide di salire sul tetto della scuola solo per capire che cosa si prova aguardare di sotto. L’ultima cosa che si aspetta però è di trovarequalcun altro lassù, in bilico sul cornicione. Men che meno VioletMarkey, una delle ragazze più popolari del liceo. Eppure Finch eViolet si somigliano più di quanto possano immaginare. Sono dueanimi fragili: lui lotta da anni con la depressione, lei ha visto morirela sorella in un terribile incidente d’auto. È in quel preciso istanteche i due ragazzi iniziano a provare la vertigine che li legherà neimesi successivi. Una vertigine che per lei potrebbe essere un nuovo inizio, e per lui l’inizio della fine… Un romanzo straordinariamente toccante. Una storia che spezza il cuore in tutti i modi possibili.

10.
Masha e Orso. Una piccola pesteSi riconferma in decima posizione il libro per bambini molto piccoli, Masha e Orso. Una piccola peste, uno dei tanti libri gioco tratti dal cartone animato russo in onda su Rai YoYo, concorrente di Peppa Pig.
Masha, la protagonista è una specie di piccola peste, vivace, curiosa, combinaguai e ribelle.
Nella storia la bambina incontra un grosso orso da cui riesce a sfuggire. Ma in realtà è il grande Orso che sarebbe ben contento di poter sfuggire ogni tanto alla piccola Masha, che ogni giorno con la sua intraprendenza, trascina Orso suo malgrado in incredibili avventure rischiando spesso di farlo finire nei guai.


Autore

Ketty

Appassionata di tutto e di niente, cerca quotidianamente di combattere la sindrome da "Nessuna ne fa e cento ne pensa". Non essendo ancora riuscita a scoprire cosa farà da grande, non le resta che provare ... un giorno scoprirà il suo talento!

Scrivi un commento

Pin It on Pinterest