Novità in Libreria – Ottobre 2013

0

Con l’autunno arriva anche il Premio Nobel per la letteratura, che non ha bisogno di presentazioni,  quest’anno apre le porte al mondo della musica e sono già cominciate le prime indiscrezioni sui candidati, si parla di una candidatura, più volte ventilata ma mai coronata a Bob Dylan, e di Roberto Vecchioni, cantautore di casa nostra, ex docente d’italiano in un liceo milanese, poi anche un altro famoso cantautore, Leonard Cohen, canadese, avvezzo a comporre poesie prima ancora di mettere i versi in musica.

Segnalo anche la Festa del Racconto dal 2-6 ottobre, da otto anni  riunisce nei centri storici delle città di Carpi, Campogalliano, Novi e Soliera il meglio della narrativa, teatro, cinema, arte e danza italiane e non solo. Tra le grandi novità di quest’anno, spicca in particolare “Odissea–Isole del coraggio”, la Maratona di lettura  scandita da letture sul tema del Coraggio, declinato nelle sue molteplici accezioni quali quello di rischiare, crescere, amare, lottare, resistere e ricominciare.

Il Festival Tuttestorie di Letteratura per Ragazzi, dal 3-9 ottobre a Cagliari, l’ottava edizione di quest’anno esplorerà il tema della CASA: pensieri e riflessioni dei bambini e ragazzi percorreranno l’isola e verranno spremute fuori dai muri, scelte, trascritte, stampate ed esposte, come annunci immobiliari della vita, dall’Ufficio Poetico Edile.

La settima edizione della Fiera delle parole che si svolgerà dal 8-13 ottobre a Padova, un’occasione di incontro con la letteratura, il giornalismo, la poesia, l’arte, la musica e con il pensiero filosofico contemporaneo.

A fine mese e precisamente dal 17-27 ottobre a Chivasso, Castagneto Po, San Benigno Canavese, San Sebastiano da Po, Volpiano (TO), ci sarà I luoghi delle parole, un festival per riflettere su come un incontro, una parola, una nota, un’immagine possono dare una svolta alle nostre vite. Il tema dell’edizione di quest’anno è: Le parole che (ci) cambiano, parole che sono cambiate in questi dieci anni, parole che ci cambiano o che ci hanno cambiato.

Dal 28 ottobre al 1 novembre di svolge La sesta edizione della Fiera del libro Calabrese: I volti della speranza.
I volti della speranza in Calabria sono tutte quelle realtà positive che, nonostante tutto, esistono in Calabria e continuano a sorgere: con il loro “esserci” dimostrano che “insieme” anche in Calabria è possibile uno sviluppo globale e solidale di tutto l’uomo e di tutti gli uomini antropologicamente significativo e ben riuscito.

Possiamo con certezza affermare che sarà un mese pieno di eventi, sicuramente ne mancano tanti altri, se volete segnalarli basta farlo, prevedo che sara anche un mese carico di novità editoriali.
Auguro a tutti un ottobre pieno di cose belle.

Ricordo che questo post non è statico, ma dinamico, cioè verrà aggiornato in base alle informazioni acquisite giorno per giorno ed i libri saranno inseriti in ordine cronologico d’uscita, ho aggiunto a fine pagina l’elenco dei libri usciti in ordine alfabetico. Si accettano sempre consigli e suggerimenti per migliorare questa rubrica.

Istruzioni per cinquantenni innamorate, romanzo di Pascal Morin edito da Einaudi, genere narrativa, data d’uscita 01/10/13.
Catherine Tournant insegna in un liceo della periferia di Parigi. E suo dovere, pensa, cercare di colmare i divari tra i ragazzi insegnando loro la letteratura francese ma soprattutto impegnandosi in prima persona, dimostrando di essere per loro un punto di riferimento. Ma le malelingue allignano ovunque. Cosi, quando dopo aver invitato a un tè una studentessa di origini polacche a cui è morta la mamma, a scuola si sparge la voce che Catherine ci prova con le ragazze. E trent’anni di carriera sembra vadano in fumo per uno stupido pettegolezzo. Delusa, umiliata, Catherine decide di prendersi una pausa. E di dar fondo a tutta la sua ironia. E in quella manciata di settimane di lontananza dalla scuola, comincia a guardare il mondo in maniera diversa. Accetta persino l’invito a cena di un uomo il cui profilo aveva consultato su un sito di appuntamenti, senza avere mai il coraggio di fare la prima mossa.

Livelli di vita, opera di Julian Barnes edita da Einaudi. A un certo livello la vita è aria, genere narrativa, data d’uscita 01/10/03.
I tre leggendari pionieri ottocenteschi che rivivono nel “Peccato dell’alta quota”, la prima parte di questo memoir, sono accomunati dalla passione per il volo, allora ai suoi albori, dall’impulso un po’ sacrilego a sganciarsi dal regno che ci è deputato e conquistare lo spazio degli dei. Più giù, a livello terra, le turbolenze sono quelle dell’amore. A quello infelice di Fred Burnaby, viaggiatore e colonnello della cavalleria inglese, per la “divina” attrice francese Sarah Bernhardt, e a quello invincibile del vignettista, aeronauta e inventore della fotografia aerea Félix Tournachon, alias Nadar, per sua moglie, è dedicata la seconda sezione del libro, “La vita a quota zero”. Ma per alcuni la vita ha in serbo cadute vertiginose. Nell’ultima sezione del libro, “La perdita della profondità”, Julian Barnes racconta i cinque anni successivi alla morte della moglie, l’agente letteraria Pat Kavanagh, scomparsa improvvisamente nel 2008. Barnes s’immerge negli abissi del lutto e del ricordo per riprendersi ciò che è suo. E il libro nel suo complesso è soprattutto e continuativamente questo: un baluardo, coinvolgente ed emozionante, ma mai retorico, di memoria, intesa come la sola vita degna di essere vissuta dopo la rottura del legame più importante. Perché è solo nel ricordo che la dissoluzione risulta impossibile a dispetto del tempo, dei livelli e della fine.

Il sonnambulo, romanzo di Sebastian Fitzek edito da Einaudi, genere giallo e thriller, data d’uscita 01/10/13.
Leon vive in un elegante appartamento con la giovane moglie Natalie, in un condominio progettato da un famoso architetto. Nonostante tutto sembri procedere per il meglio, l’uomo comincia a notare qualche dettaglio sospetto e un giorno la moglie scompare nel nulla. Leon è tormentato dall’idea di aver commesso qualcosa di irrimediabile e che siano tornati a manifestarsi i sintomi della grave forma di sonnambulismo che aveva funestato la sua adolescenza. Già allora, infatti, in quel durissimo periodo innescato dalla morte di entrambi i genitori, aveva avuto episodi violenti che lo avevano costretto per anni a seguire una cura psichiatrica. Terrorizzato da sé stesso, decide di piazzare una telecamera nella stanza da letto e monitorare i propri comportamenti. E cosí scopre la vita notturna della quale era totalmente inconsapevole…

Che ragazza!, romanzo di Cathleen Schine edito da Mondadori, genere narrativa, data d’uscita 01/10/13.
Sullo sfondo dei mitici anni Sessanta, con il movimento per i diritti civili, la guerra in Vietnam, il pacifismo e Woodstock, in un momento storico di grande fermento, Cathleen Schine costruisce con eleganza, sensibilità e humour un romanzo “vintage” delizioso, divertente, ma anche pervaso da una vena di malinconia. Che ragazza! è la storia d’amore tra un fratello e una sorella che riescono a costruire in modo non convenzionale la loro famiglia. Lady è imprevedibile e anticonformista. Incurante del grande patrimonio che possiede, conduce una vita bohémienne al Greenwich Village di New York. È il 1964 e lei ha ventiquattro anni. Vive alla giornata, senza pensare al domani, fino al momento in cui il suo adorabile fratellastro Fin, rimasto orfano e solo al mondo a undici anni, si trasferisce a casa sua. Lady, naturalmente, non ha idea di cosa significhi crescere un ragazzino che non ha quasi mai visto e soprattutto è troppo distratta da tre pretendenti che a turno la sfiniscono di attenzioni per rubarle il cuore. Ma lei non intende sposarsi e vuole rimanere libera come l’aria, libera di viaggiare per il mondo e magari di tornare a Capri, il luogo dove si è sentita più a casa. Dal canto suo, Fin si ritrova catapultato in un ambiente lontano anni luce dalla quieta e bella fattoria dove è cresciuto, alle prese con una sorella che non conosce, bellissima, irresistibile, ma soprattutto inquieta e impulsiva. E mentre cerca affannosamente di adattarsi a un mondo di adulti strampalati, capisce che per il bene di entrambi non sarà Lady a occuparsi di lui, ma lui a dover crescere in fretta pe potersi prendere cura di lei…

La scelta di Giulia, romanzo di Brunella Schisa edito da Mondadori, genere narrativa, data d’uscita 01/10/13.
Rievocando sul filo dell’emozione le vicende di una grande famiglia borghese napoletana, Brunella Schisa dà vita a un racconto luminoso, a un affresco di intensa umanità che abbraccia anni importanti della storia italiana e celebra uomini e donne capaci di vivere le passioni senza risparmio. Un romanzo in cui le guerre, l’epopea coloniale, lo spirito imprenditoriale e i rovinosi fallimenti di una nazione si intrecciano al filo dorato con cui l’autrice tesse la storia avvincente dell’estate in cui una ragazza diventa donna È un’abbagliante mattina di luglio quando Emma, neolaureata in Lettere, riceve una telefonata inattesa: l’anziana prozia Carolina, che lei a malapena conosce, la invita a casa sua perché, dice, ha un regalo per lei. La curiosità di Emma si tramuta in stupore quando – tra le mura solenni del palazzo di via dei Mille, a Napoli, teatro di tutte le vicende della sua famiglia – la zia le affida un astuccio che contiene un anello: una meravigliosa corniola ovale con una figura incisa sostenuta da una catena liberty d’oro rosso. Un oggetto prezioso, appartenuto in origine a Giulia, la mitica bisnonna capostipite della famiglia. L’anello, la cui pietra somiglia a un cuore pulsante, sembra lanciare un richiamo al quale la nuova proprietaria non riesce a sottrarsi: abbandonato ogni progetto di vacanza estiva, Emma si dedica alla ricostruzione di una storia famigliare che si rivela coinvolgente oltre ogni sua previsione. Dalle carte rese fragili dal tempo emergono parole piene di passione, le foto ingiallite mostrano volti fieri e misteriosi, la voce di zia Carolina narra di amori e tradimenti, di guerre, speranze e sconfitte – ma a tratti si indurisce in una reticenza impenetrabile. Le vite degli uomini bellissimi e infedeli e delle donne volitive della famiglia Cortesi offrono a Emma chiavi preziose per capire se stessa; ed è sempre più chiaro che all’anello è legato un segreto bruciante… Forse solo lei – ancora alla ricerca della propria strada, alle prese con un sentimento confuso nei confronti di un uomo inaccessibile – può trovare la forza per scoprire la verità nascosta nel passato, per capire che l’amore richiede coraggio e una forma invisibile, profonda, di fedeltà.

Il padre infedele, romanzo di Antonio Scurati edito da Bompiani, genere narrativa, data d’uscita 01/10/13.
“Forse non mi piacciono gli uomini.” Il giorno in cui tua moglie, all’improvviso, scoppia a piangere in cucina, è una piccola apocalisse. Uno di quei giorni in cui la tua vita va in frantumi ma giunge, anche, per un attimo, a dire se stessa. E allora Glauco Revelli, chef di un ristorante blasonato, maschio di quaranta anni, padre di una figlia di tre, va alla ricerca della propria verità di uomo. Dall’ingresso nell’età adulta, l’innamoramento, la costruzione di una famiglia, la nascita e l’accudimento di una figlia, fino al disamore della moglie (che gli si nega dal momento del parto) e al ritorno feroce degli insaziabili demoni del sesso, tutto è passato in rassegna dal suo sguardo implacabile e commosso. Con Il padre infedele Antonio Scurati scrive il suo libro più personale, infiammato dal tono accorato della confessione e, al tempo stesso, il romanzo dell’educazione sentimentale di una generazione.

Il Paese che amo, romanzo di Simone Sarasso edito da Marsilio, genere giallo e mistery, data d’uscita 02/10/13.
Dai fasti della Milano da Bere degli anni 80 allo scandalo Tangentopoli, il ritratto spietato e crudele di un Paese senza eroi. Dopo Confine di Stato e Settanta, il terzo e conclusivo volume della Trilogia sporca dell’Italia. Ljuba Marekovna è soltanto una ragazza cresciuta nei bassifondi di Cracovia, ma è destinata a diventare la Regina della tv privata, una spia senza cuore al soldo del partito comunista e molto altro ancora. Tito Cobra è il primo presidente del consiglio socialista della storia e ha il suo bel da fare a tenere in riga lo Stivale. Andrea Sterling, l’Uomo Nero dei servizi segreti, rischia di smarrire il proprio posto nel mondo dopo il crollo del Muro di Berlino. Salvo Riccadonna detto Dracula, il fiore all’occhiello di Cosa Nostra, è pronto per la mattanza che farà crollare la Cupola. Domenico Incatenato, giudice inflessibile e padre amorevole, si prepara a dar fuoco alla miccia che farà deflagrare il sistema dei partiti e raderà al suolo la prima repubblica. Sul palcoscenico d’un Italia corrotta e malandata sventola un tricolore fatto a pezzi, mentre i protagonisti lottano all’ultimo sangue tra le ultime propaggini della Guerra Fredda e l’alba del mondo nuovo. Sullo sfondo, gli anni rampanti dello yuppismo e del malaffare di Stato, delle bombe di mafia e delle mazzette: un Paese sull’orlo del precipizio, con le mani imbrattate di sangue e le tasche piene di soldi sporchi. L’Italia, il Paese che amo.

Il giardino degli oleandri, romanzo di Rosa Ventrella edito da Newton Compton, genere narrativa, data d’uscita 03/10/13.
Una saga familiare con il volto di quattro donne coraggiose e uniche. C’è un oleandro in fiore nel giardino di una casa a Carbonara, in Puglia. Lo ha piantato Agostino, quando si è trasferito lì con sua moglie Anita, per tutti “la Margiala”. Donna di rara e profonda bellezza, la Margiala ha il potere di lenire i dolori dei neonati, è aiuto prezioso durante i parti e all’occorrenza è in grado di togliere il malocchio. Ha tre figlie: Rosetta, Cornelia e Diamante, la più piccola. La prima è bella e selvaggia come lei. La seconda ha i capelli color miele e gli occhi chiari del padre. Diamante invece è paffuta e la sua testa è sempre arruffata: da quei ricci indomiti – le ripete la madre – deriva il suo spirito ribelle. Con occhio severo, che quasi mai indulge alla tenerezza, la Margiala assiste negli anni alla morte del marito, al sopraggiungere della guerra e alla crescita delle figlie, con i loro amori infelici, le passioni brucianti, le delusioni amare. La presenza rassicurante della Margiala, avvolta nel suo silenzio impenetrabile, veglia comunque su di loro, anche di fronte al destino più imprevedibile…

Touched. La carezza del destino, romanzo di Elisa S. Amore edito da Nord, genere fantasy, horror e gotico, data d’uscita 03/10/13.
Uno sguardo, e Gemma Bloom capisce di essere perduta. Non ha idea di chi sia quel ragazzo, ma da quando l’ha incontrato non fa che pensare a lui, al suo sorriso enigmatico e ai suoi occhi impetuosi come il mare in tempesta. E anche Evan è rimasto stregato da lei e dalla forza del legame che si è subito creato tra loro. Potrebbe essere l’inizio di una storia d’amore perfetta, eppure Gemma è divorata dai dubbi. C’è qualcosa di oscuro in Evan, qualcosa che la spaventa. Forse perché, a volte, Gemma è l’unica a notare la presenza di Evan, mentre per tutti gli altri sembra invisibile? O perché alcune persone sono state trovate morte poco dopo essere state viste con lui? Una sola cosa è certa: in fondo al cuore, Gemma sa che la sua vita dipende da Evan. E in effetti è così… anche se non nel modo in cui lei s’immagina. Il destino di Gemma, infatti, è segnato: il suo tempo sta per scadere. E la missione di Evan è accompagnarla nel regno dei morti. Questa volta però è diverso. Questa volta Evan si trova di fronte a una scelta dolorosa: obbedire agli ordini e uccidere la donna di cui è perdutamente innamorato, o sfidare le leggi del cielo e degli inferi per salvarla? Diventato un fenomeno editoriale prima ancora della sua pubblicazione, La carezza del destino unisce passioni dirompenti e segreti inconfessabili, decisioni impossibili ed emozioni profonde, dando vita a una storia d’amore intensa come i sentimenti che legano Evan e Gemma e ineluttabile come il destino che incombe su di loro…

Giungla, romanzo di Clive Cussler e Jack Du Brul edito da Longanesi, genere avventura, data d’uscita 03/10/13.
La giungla può assumere molte forme: ci sono le enormi e malsane foreste pluviali del Myanmar e le intricate e altrettanto malsane bugie dell’oscuro mondo delle operazioni segrete. E c’è la giungla della mente contorta di un pazzo spietato che non si ferma davanti a nulla pur di realizzare il suo folle piano di morte. In questa nuova avventura al cardiopalma Juan Cabrillo e il suo equipaggio devono affrontarle tutte… Dopo i metodi a dir poco non convenzionali usati nella loro ultima missione, il presidente americano ha messo sulla lista nera la Corporation di Cabrillo, e proibito al veterano della CIA Langston Overholt, ex capo di Cabrillo, di tornare a servirsene. Il lavoro non manca comunque: un finanziere svizzero li recluta per ritrovare la figlia Soleil, appassionata di imprese estreme, scomparsa nella giungla birmana. Un’operazione di routine, se non fosse che nulla è come appare… Chi è in realtà il loro misterioso committente? E cerca davvero la figlia o piuttosto qualcos’altro? Qualcosa di prezioso e terribile, che ha a che fare con una scoperta fatta da Marco Polo durante il suo leggendario viaggio e censurata nella versione finale del Milione… La furia di Cabrillo per essere stato ingannato e aver trascinato i propri uomini in una trappola non è nulla di fronte alla minaccia che incombe sul cuore stesso dell’America; il comandante dell’Oregon dovrà combattere fino allo stremo, ancora una volta, per salvare il mondo… Forse.

Voltati e sorridi, romanzo di Jonathan Tropper edito da Garzanti, genere narrativa, data d’uscita 03/10/13.
Traduzione dall’inglese di Duccio Viani. Vivere in un residence per uomini divorziati e depressi non è quello che Drew Silver si aspettava dalla vita. Nell’edificio grigio, con stanze dall’arredamento tutto uguale, aleggia una patetica solidarietà maschile. Drew passa le sue giornate tra le anonime – ma ben pagate – donazioni alla banca del seme e le innumerevoli bevute di birra con gli amici. Per un uomo di quarantaquattro anni, ex musicista in una rock band di successo, questo presente ha il sapore amaro del fallimento. Soprattutto perché Drew sa quello che ha perso. Prima di tutto la moglie Denise che sta per risposarsi con un uomo che è il suo opposto: affidabile, realizzato, felice. Poi c’è Casey, la figlia diciottenne che non l’ha mai perdonato per aver rovinato la loro famiglia. Con il passare degli anni, per lei suo padre è diventato un estraneo. Drew ha collezionato tanti errori. Uno dopo l’altro. Eppure, forse, adesso tutto può cambiare. Forse Drew ha un’ultima possibilità per rimediare agli sbagli del passato ed essere felice. Perché Casey si trova in grosse difficoltà e c’è solo una persona in grado di aiutarla: suo padre. Perché lui, proprio quell’uomo che l’ha delusa mille volte, ora è l’unico che non la giudica. L’unico che la guarda con occhi pieni di amore, nonostante tutto. Ma Drew non ha molto tempo. Ogni cosa può precipitare di nuovo o forse no… Drew deve scegliere. Deve ritrovare la fiducia e prendere una decisione dettata dal suo cuore. Voltati e sorridi ha consacrato Tropper nell’Olimpo dei grandi scrittori americani. I suoi libri, tradotti in più di venti paesi, hanno affascinato i produttori cinematografici. Dopo Portami a casa, anche Voltati e sorridi presto diventerà un film per la Paramount Pictures. Lo stile di Tropper è inconfondibile. Con una penna pungente e profonda racconta una storia indimenticabile che insegna che c’è sempre un’ultima possibilità, bisogna solo decidere se coglierla.

Portami via, scritto da Byrne Tanya, editore Newton Compton, genere thriller, data d’uscita 03/10/13.
Adamma, figlia di un diplomatico nigeriano, ha 16 anni quando la sua famiglia lascia New York e si trasferisce in Inghilterra, nel Wiltshire. La nuova scuola di Adamma sarà il prestigioso Crofton College, frequentato dai ragazzi delle famiglie facoltose della zona, tra i quali la bellissima e spregiudicata Scarlet. Adamma e Scarlet fanno subito amicizia e diventano inseparabili, almeno fino all’arrivo a scuola di un nuovo ragazzo, l’affascinante Dominic. Entrambe si innamorano di lui e presto tra le due amiche cala un muro di diffidenza e gelosia… Ma un giorno Scarlet improvvisamente scompare e nessuno ha idea di cosa possa esserle accaduto. Adamma è l’unica a sapere che la sua amica nascondeva un inquietante segreto, e sa anche che la verità è destinata a sconvolgere per sempre la sua vita…

Sara. Le vendicatrici, romanzo di Massimo Carlotto e Marco Videtta edito da Einaudi, genere giallo e mistery, data d’uscita 08/10/13.
Il personaggio più misterioso del ciclo torna per la resa dei conti, decisa a scoprire e punire coloro che le hanno negato l’adolescenza e hanno rovinato la sua giovane vita. La sua vendetta sarà fredda e chirurgica, perfetta. Almeno fino alla sorprendente rivelazione finale, che cambierà la prospettiva dell’intera vicenda. La vendetta è un’arte che talvolta può rivelarsi ingannevole.

Sei come sei, romanzo di Melania G. Mazzucco edito da Einaudi, genere narrativa, data d’uscita 08/10/13.
Christian insegna letteratura latina cristiana, è ricco e appassionato di cronologia. Giose è stato una meteora della musica punk-rock anni Ottanta, non si è mai preoccupato dei soldi e cucina in modo splendido. Christian è razionale, prudente e talvolta distaccato; Giose è istintivo, esuberante, affettuoso fino all’eccesso. Si amano. Per avere un figlio sono andati fino in Armenia: li è nata Eva. La loro è una famiglia felice, che però si spezza con la morte improvvisa di Christian. Giose non è ritenuto un tutore adeguato e la bambina viene affidata a uno zio. Tre anni dopo Eva è una ragazzina di seconda media, fiera e orgogliosa. Durante un litigio nella metropolitana di Milano spinge un compagno di classe sotto il treno in arrivo. Convinta di averlo ucciso, fugge e raggiunge Giose in un casolare sugli Appennini: con lui risalirà la penisola per affrontare le conseguenze del suo gesto. Durante il viaggio scoprirà molto su se stessa e sui suoi genitori, e conoscerà la storia meravigliosa cui deve la vita.

Io sono Malala, opera di Malala Yousafzai edita da Garzanti, genere autobiografico, data d’uscita 08/10/13.
Valle dello Swat, Pakistan, 9 ottobre 2012, ore dodici. La scuola è finita, e Malala insieme alle sue compagne è sul vecchio bus che la riporta a casa. All’improvviso un uomo sale a bordo e spara tre proiettili, colpendola in pieno volto e lasciandola in fin di vita. Malala ha appena quindici anni, ma per i talebani è colpevole di aver gridato al mondo sin da piccola il suo desiderio di leggere e studiare. Per questo deve morire. Ma Malala non muore: la sua guarigione miracolosa sarà l’inizio di un viaggio straordinario dalla remota valle in cui è nata fino all’assemblea generale delle Nazioni Unite. Oggi Malala è il simbolo universale delle donne che combattono per il diritto alla cultura e al sapere, ed è stata la più giovane candidata di sempre al Premio Nobel per la Pace. Questo libro è la storia vera e avvincente come un romanzo della sua vita coraggiosa, un inno alla tolleranza e al diritto all’educazione di tutti i bambini, il racconto appassionato di una voce capace di cambiare il mondo.

Non tutti gli uomini vengono per nuocere, romanzo di Federica Bosco edito da Mondadori, genere narrativa rosa, data d’uscita 08/10/13.
Avete presente quei momenti della vita in cui qualcosa inizia a non funzionare, e in un attimo sembra trascinarsi dietro tutto il resto? Ecco, prendete Cristina: per una diabolica serie di coincidenze nel giro di ventiquattr’ore perde il lavoro, la casa e il fidanzato. E se pure non c’è dubbio che certi fidanzati sia meglio perderli che trovarli, scovarne uno decente dopo i trent’anni sembra un’impresa più disperata che cercare un lavoro. Così Cristina si ritrova a vivere con il fratello e i genitori – che da quarant’anni si amano pazzamente e si chiamano fra loro “Cip” e “Ciccetta” -, a dover fare “l’inviata imbranata” in una trasmissione televisiva in diretta nazionale… e, come se non bastasse, a scoprire che il giovane medico del pronto soccorso che sin dal primo incontro l’ha folgorata è una meta irraggiungibile. Nemmeno i consigli di Carlotta, l’amica maestra di yoga e dispensatrice di amorevole saggezza, riescono a impedire che Cristina perda definitivamente il baricentro, infilandosi in una serie di situazioni sempre più complicate. Ma la realtà non è mai come sembra, e la vita le riserva ancora molte, moltissime sorprese… Perché spesso è necessario andare a sbattere contro il muro delle proprie ambizioni, perdersi nella selva delle proprie paure, fermarsi a riprendere fiato, per scoprire che la felicità è nascosta dove non la andremmo mai a cercare. Solo abbandonando ogni certezza si impara a cavalcare l’onda, anziché farsene travolgere… e solo smettendo di cercare finalmente troveremo. Una galleria di personaggi nella quale ognuno riconoscerà un pezzo della propria vita – da Supplì, gatto obeso e traditore, a pretendenti assillanti e noiosi al punto che indurrebbero al suicidio “anche il pupazzo Carletto dei Sofficini Findus” -; un affilato e appassionato ritratto del mondo di oggi; e, soprattutto, una protagonista capace di farci entrare dentro ai suoi sogni. Reduce da una straordinaria serie di successi editoriali, Federica Bosco ci regala un nuovo romanzo colmo di un’autenticità, di uno humour, di un’energia strepitosamente contagiosi.

Una piccola impresa meridionale, romanzo di Rocco Papaleo edito da Mondadori, genere narrativa, data d’uscita 08/10/13.
Costantino era un prete, ma si è spretato per amore. Dopo vent’anni da sacerdote passati su al Nord, torna nella sua terra di origine: “Il mio paese è un paese d’acqua ferma. Adagiato sulla sponda di un grande stagno, ne ha copiato l’indole. Ci respiri una pigrizia, non tanto della gente, quanto dei muri e delle case, basse e larghe, dagli intonaci esausti”. Ad aspettarlo però c’è un altro scandalo: sua sorella ha lasciato il marito e se n’è andata con un amante misterioso. Figurarsi le chiacchiere, figurarsi la madre. Costantino sceglie di isolarsi in un faro abbandonato e scalcinato “al riparo da occhi indiscreti che potrebbero scrutarmi dentro la disgrazia”. Se non che, in questo posto fuori dal mondo e dal tempo, iniziano a rifugiarsi alcune anime sgangherate a cui la vita non calza più bene addosso: all’ex prete si aggiunge una ex prostituta, il cognato cornuto, una domestica che nasconde un segreto… Fra risate, emozioni e colpi di scena, ognuno di loro farà virtù della propria imperfezione, facendola diventare una risorsa, e tutti insieme si butteranno in un’impresa epica e romantica: ristrutturare il faro. In questo suo primo romanzo, che ha ispirato il film omonimo, Rocco Papaleo rivela una capacità sorprendente di rendere anche sulla pagina scritta il ritmo e le atmosfere che hanno fatto amare il suo “Basilicata coast to coast”. E ci regala una favola divertente e poetica, che parla di Sud (geografico ed esistenziale) e di riscatto.

Il sogno dell’Incubo, romanzo di Marta Palazzesi edito da Giunti, genere fantasy, horror e gotico per ragazzi, data d’uscita 09/10/13.
Come vivere sapendo che nell’attimo in cui la persona che ami morirà, proverai il suo stesso dolore? Questa è una delle tante domande che Thea Anderson, giovane cacciatrice di demoni Azura dal carattere focoso, non riesce a smettere di porsi. E gli incubi che tormentano le sue notti, da dove vengono? Chi li insinua nella sua mente? E perché molte persone a lei care si comportano in modo inspiegabile nell’ultimo periodo? Per trovare le sue risposte, Thea sarà costretta a varcare i confini del Palazzo. In un rocambolesco viaggio insieme a chi credeva ormai perduto, scoprirà un antico segreto, lotterà contro creature leggendarie e danzerà ancora con la Morte. Ma sarà il suo cuore il nemico più crudele.

Per Isabel. Un mandala, opera di Antonio Tabucchi edita da Feltrinelli, genere narrativa, data d’uscita 09/10/13.
Al centro una donna, una donna inquieta e imprevedibile, di cui tutti sanno o sembrano sapere una verità diversa. Come in un mandala, l’autore procede per centri concentrici, di voce in voce, verso la ricerca di una possibile verità, l’ultima verità. E tuttavia, sia pur davanti all’esplicita menzione del termine “verità”, non siamo all’interno di una ricerca religiosa o scientifica. Qui si gioca una grande festa della parola e della ricerca letteraria: il monologo lascia il posto al delirio, il delirio alla lucidità del gioco e alla tensione lirica. Come in una pista da circo avanzano figure e volti che fanno ampiamente parte della personale mitologia di Antonio Tabucchi. La sorpresa è che ci troviamo di fronte a un personaggio-calamita che si fa innanzi e sparisce.

Una sera a Parigi, romanzo di Nicolas Barreau edito da Feltrinelli, genere narrativa, data d’uscita 09/10/13.
In una piccola strada di Parigi, percorrendo rue Bonaparte fino a scorgere la Senna e girando due volte l’angolo, si trova un luogo incantato: il Cinéma Paradis. È questo il regno di Alain Bonnard, l’appassionato e nostalgico proprietario del locale. Ed è qui che ogni mercoledì, al secondo spettacolo, va in scena Les amours au Paradis, una rassegna dei migliori film d’amore del passato. In quelle sere il Cinéma Paradis è avvolto da una magia particolare: regala sogni, come recita il poster appeso in biglietteria, sopra alla cassa antiquata. La piccola folla di habitué si abbandona volentieri sulle vecchie poltroncine di velluto per farsi rapire dal fascino del grande schermo. Ma da quando al secondo spettacolo partecipa anche una certa ragazza, è Alain a sognare più di tutti. Cappotto rosso, sorriso timido, siede sempre nella stessa fila, la numero diciassette. Poi, non appena in sala si riaccendono le luci, si allontana solitaria nella notte parigina. Chi è? E qual è la sua storia? Finalmente Alain trova il coraggio di invitarla a cena. È una serata perfetta e in più, poco dopo, accade un altro fatto eccezionale: un famoso regista americano annuncia di voler girare il suo prossimo film proprio dentro al Paradis, con protagonista la bellissima e inavvicinabile Solène Avril. Non solo Alain potrà conoscere una vera star, ma all’improvviso il minuscolo cinema, in perenne lotta per la sopravvivenza, registra ogni sera il tutto esaurito. Alain è fuori di sé dalla gioia. C’è solo una cosa che lo preoccupa: proprio quando va tutto a gonfie vele, la misteriosa ragazza con il cappotto rosso sembra scomparsa dalla faccia della terra. Che sia solo una coincidenza?

Le lacrime del lago Tai, romanzo di Qiu Xiaolong edito da Marsilio, genere giallo e mistery, data d’uscita 09/10/13.
Il settimo caso dell’ispettore capo Chen Cao, della polizia di Shanghai, oltre 2 milioni di copie nel mondo. L’ispettore capo Chen Cao è finalmente in vacanza, ospitato in una residenza di lusso sulle rive dell’idilliaco Lago Tai. Il cellulare spento, per una settimana vuole solo godersi la natura, passeggiare e dedicarsi al buon cibo. Ma l’incanto che avvolge il paesaggio è un’illusione: le acque del lago, da sempre rinomate per la loro purezza, sono devastate da alghe tossiche e fetide. L’economia intorno fiorisce, e le fabbriche scaricano da decenni veleni senza curarsi delle conseguenze. Quando il direttore di una delle più importanti industrie chimiche della zona viene assassinato, i sospetti convergono su Shanshan, energica donna a capo di un movimento ambientalista. A Qiu non resta che prendere in mano le indagini e avventurarsi nel labirinto di un vero e proprio scandalo ecologico.

La mano, romanzo di Henning Mankell edito da Marsilio, genere giallo e mistery, data d’uscita 09/10/13.
Una grande sorpresa per i suoi milioni di fan nel mondo, ancora in lutto per la conclusione della sua celebre serie poliziesca: il commissario Wallander torna in una breve e avvincente indagine inedita. Kurt Wallander potrebbe finalmente realizzare uno dei suoi vecchi sogni e trasferirsi in una casa di campagna, fuori Ystad. Un giro di ricognizione del giardino lo porta però a fare una macabra scoperta: dal terreno spunta lo scheletro di una mano umana. A chi apparteneva? Da quanto tempo quel corpo è sepolto in quel giardino? Nei poderi lì intorno, non c’è nessuno in grado di fornire una spiegazione. Con l’aiuto dei suoi colleghi e di Linda, la figlia da poco entrata in polizia, Wallander deve scavare indietro nel tempo e cercare di ricostruire la storia di una morte oscura. Una tragedia dove innocenza e colpevolezza non sono nettamente distinte.

Chiara d’Assisi. Elogio della disobbedienza, opera di Dacia Maraini edita da Rizzoli, data d’uscita 09/10/13.
Ha appena dodici anni, Chiara, quando ad Assisi Francesco il “matto” si spoglia delle sue vesti e resta nudo davanti al vescovo e alla città tutta. Lei è bella, di famiglia nobilissima e destinata a un matrimonio importante, ma da quel giorno la sua vita non sarà più la stessa, accesa dal fuoco della chiamata. Ha deciso, Chiara: seguirà quel trentenne scandaloso e la sua compagnia, e come lui si ritirerà dal mondo. Il libro sfugge alle maglie della biografia per farsi incontro e poi scontro tra due grandi donne, lontane nel tempo ma legate indissolubilmente dal coraggio di esprimere le proprie inquietudini e le proprie idee. Ieri come oggi, in un mondo dominato dalle leggi degli uomini.

Le ossa dei perduti, romanzo di Kathy Reichs edito da Rizzoli, genere giallo, data d’uscita 09/10/13.
La polizia di Charlotte trova il corpo senza vita di un’adolescente abbandonato sul ciglio di una strada di periferia. Il cadavere mostra segni di violenza ed è stato travolto da un’auto in corsa. Tutto lascia pensare che si tratti di una delle tante immigrate clandestine finite nel giro della prostituzione. Temperance Brennan però non ne è convinta. Soprattutto dopo che nella borsetta rosa acceso della vittima la polizia trova la carta d’identità di un importante uomo d’affari morto mesi prima in un incendio. Chi era la ragazza con la borsina rosa a forma di gatto e un fermaglio da bambina, rosa anche quello, tra i capelli? Da dove veniva? Tempe si accanisce per saperne di più e per restituire una tardiva giustizia a quella che sente essere la vittima di un complotto di vaste dimensioni. Ma deve accantonare il caso per andare in Afghanistan a indagare su una morte sospetta che vede implicato un militare americano: e tra le montagne e i soldati c’è anche sua figlia Katy, arruolatasi d’impulso dopo la morte del fidanzato…

Bridget Jones. Un amore di ragazzo, romanzo di Helen Fielding edito da Rizzoli, genere narrativa rosa, data d’uscita 10/10/13.
L’avevamo lasciata felice e innamorata fra le braccia del suo Darcy, lontana dal rischio di morire zitella ed essere divorata dagli ormai mitici pastori alsaziani. Ma dopo tredici anni, Bridget Jones è di nuovo sola. E madre di due figli. Il fumo, l’alcol e i chili di troppo sono i nemici di sempre; in compenso ha imparato a essere un pò più dura e a lottare per farsi largo nella vita. Ma chi è il padre dei suoi figli? Che fine ha fatto Mark Darcy? E il pessimo Daniel Cleaver?
Che cosa fai se la festa per i sessant’anni della tua migliore amica e il trentesimo compleanno del tuo ragazzo cadono lo stesso giorno? E giusto mentire sull’età quando sei a caccia di appuntamenti on-line? E moralmente accettabile farsi fare la piega quando entrambi i tuoi figli hanno i pidocchi? Ma il Dalai Lama twitta personalmente o delega tutto al suo assistente? La tecnologia è ormai diventata il quinto elemento? O ti stai confondendo col legno? Fare sesso con uno dopo sei settimane di SMS è l’equivalente moderno di sposarsi dopo due incontri e sei mesi di corrispondenza all’epoca di Jane Austen? Con in testa questi ed altri, perfino più gravi dilemmi, Bridget Jones inciampa tra un ostacolo e l’altro della sua nuova vita da mamma single. E intanto twitta, messaggia e butta giù elenchi di cose da fare per risvegliare la sua sessualità assopita, a dispetto di quella che alcuni, con espressione odiosa e sorpassata, si ostinano a chiamare mezza età.

Come un fiore ribelle, romanzo di Jamie Ford edito da Garzanti, genere romanzo storico, data d’uscita 10/10/13.
Traduzione dall’inglese di Alba Mantovani. Dopo il bestseller mondiale Il gusto proibito dello zenzero, un successo senza paragoni che ha emozionato i lettori di tutto il mondo dominando per settimane le classifiche italiane, Jamie Ford torna con il nuovo attesissimo romanzo, Come un fiore ribelle. Un libro potente e ancora più intenso che conferma Ford come uno dei più grandi scrittori di questi anni. Un inno all’amore nonostante tutto. Nonostante le difficoltà e la violenza. Nonostante la solitudine e l’abbandono. Un sentimento dalla forza indissolubile. Un amore capace di sconfiggere anche l’odio più profondo. Seattle. È l’alba e il piccolo William si stropiccia i grandi occhi neri. Ancora avvolto nelle coperte, riesce quasi a sentire quelle canzoni sussurrate alle sue orecchie in una lingua antica. Ma è da cinque anni che non ascolta la voce di sua madre. Da quando è entrato nell’orfanotrofio e la disciplina ha preso il posto delle carezze. E l’odio è diventato la regola. Perché William è diverso da tutti gli altri, William è cinese. Eppure oggi è un giorno speciale. È la data fissata per il compleanno di tutti i bambini dell’istituto e finalmente William trova il coraggio di fare la domanda più difficile. Vuole sapere cosa è successo a sua madre. Le parole sono vaghe, ma lasciano intuire una risposta che trafigge il suo cuore come una lama: è morta. William non ci crede. Non vuole arrendersi a questa verità. Lui sa che è ancora viva. E c’è solo una persona con cui confidarsi: Charlotte, una cascata di capelli rossi e la pelle delicata come un fiore. Le sere passate con lei ad ascoltare la radio, a mangiare caramelle alla menta piperita o abbracciati, di nascosto, per paura di un temporale, sono i pochi momenti di felicità per William. Charlotte è l’unica a credergli e insieme decidono di fuggire dall’orfanotrofio per cercare sua madre. Ma ad aspettarli c’è un mondo pericoloso e oscuro. Il mondo violento delle strade di Seattle nei primi anni Trenta. Il mondo proibito dei locali, delle scintillanti insegne dei teatri e dei club. Proprio qui, William incontra uno sguardo che non ha mai dimenticato. Quello di una giovane cantante cinese. Deve scoprire chi è e cosa nasconde. Nessun ostacolo è troppo grande da superare. Ci sono domande che per anni sono rimaste soffocate. E adesso la speranza forse può tornare a crescere. La speranza di essere amati e finalmente al sicuro.

L’amore ai tempi della neve, scritto da Simon Sebag Montefiore, editore Corbaccio, genere narrativa, data d’uscita 10/10/13.
Se i vostri figli fossero costretti a testimoniare contro di voi, quali terribili segreti potrebbero rivelare?
Basato su una storia vera, un romanzo epico e commovente di intrighi, passioni, tradimenti e lealtà, ambientato nel cuore nero della Russia degli anni Quaranta
Mosca 1945: mentre Stalin si appresta a festeggiare la vittoria sui nazisti insieme ai suoi più stretti collaboratori, poco distante risuonano due spari. Un ragazzo e una ragazza vengono trovati morti su un ponte. Ma i giovani non sono persone qualsiasi, bensì appartengono a due delle famiglie più influenti e più vicine a Stalin e frequentano entrambi il collegio più esclusivo, dove studia tutta la nuova élite politica e intellettuale dell’Unione Sovietica. Si tratta di un omicidio? Di un doppio suicidio? Di una cospirazione contro lo Stato? Le indagini si svolgono sotto il diretto controllo di Stalin, che fa interrogare i compagni di scuola costringendoli a testimoniare contro i loro amici, i loro fratelli e i loro stessi genitori, in una terribile caccia alle streghe che porta alla luce amori illeciti e segreti famigliari e in cui il più piccolo sbaglio può significare una condanna a morte… Emozionante, avvincente, storicamente dettagliato, L’amore ai tempi della neve trasporta il lettore in un mondo e in un’epoca di grandi passioni, amori e tradimenti.

Il seminatore, romanzo di Riccardo Perissich edito da Longanesi, genere giallo e thriller, data d’uscita 10/10/13.
Quando entra nella sinagoga più importante di Parigi, il ragazzo ha soltanto diciassette anni. È una vittima, ma anche un carnefice: la bomba sotto le sue vesti esplode, provocando una strage. È solo il primo di una serie di attentati di matrice religiosa che costringono Anne Dumont, colonnello dei servizi segreti francesi, a un’indagine serrata, una corsa contro il tempo prima che la falce si abbatta nuovamente, spargendo altro sangue. Anne Dumont però non sa che questi attentati sono parte di un piano ancora più ambizioso e allo stesso tempo devastante. A tramare nell’ombra, una figura che si fa chiamare Il Seminatore e che si avvale di armi sofisticate, non soltanto fisiche. Dispone infatti di un sistema di infiltrazione informatica capace di gettare l’intero mondo occidentale nel caos. Qual è il suo scopo? Dove si nasconde? La Dumont scoprirà che il nemico muove le sue trame dal cuore stesso del Vaticano. E quando, a Roma, Giulio Valente, ex colonnello dell’intelligence, riceve l’inaspettata visita della collega dei servizi segreti francesi, sua vecchia amica, capisce di dover tornare in azione. Perché anche la Casa Bianca sta dando la caccia al Seminatore…

Il 49esimo Stato, romanzo di Stefano Amato edito da Feltrinelli, genere narrativa, data d’uscita 10/10/13.
E se la Sicilia, nel 1948, fosse stata annessa agli Stati Uniti d’America come 49esimo Stato dell’Unione? In questo stralunato romanzo di formazione si narrano le vicende tragicomiche di un gruppo di ventenni alle prese, negli anni settanta, con la musica punk, la contestazione e la cultura americana, le prime cotte, la scoperta del sesso e della politica. Con l’appoggio della mafia, la Sicilia viene annessa nel secondo dopoguerra agli Stati Uniti, diventando un avamposto strategico con cui gli americani controllano la minaccia comunista nel resto della Penisola e in Europa. Il romanzo narra le vicende tragicomiche di un gruppo di giovani di quegli stralunati anni settanta, Jeff, Harry, George e Lucky, che sognano di sfondare nella scena musicale punk internazionale grazie alla collocazione geopolitica dell’isola. Nel 1978 ricorre il trentennale dell’annessione della Sicilia: le celebrazioni prevedono un concerto dei Ramones, e i ragazzi sentono di dover trasformare le loro velleità in qualcosa di concreto per essere selezionati come gruppo di apertura. Quella di Amato, tuttavia, non è solo una storia di giovinezza scapigliata e irriverente; la sua Sicilia e il suo mondo immaginari offrono una lucida rappresentazione dell’egemonia culturale e politica degli Stati Uniti nei confronti dei paesi subalterni e, allo stesso tempo, mantiene viva l’attenzione verso i drammi dell’Italia nell’anno del rapimento di Aldo Moro e della strategia del terrore. Insieme alla data dell’audizione per il concerto, si avvicina il momento in cui la dimensione storico-politica farà breccia nella vita dei quattro giovani: l’equilibrio tra la nostalgia di un tempo in cui tutto sembrava possibile e la consapevolezza data dal senno del poi esplode irrimediabilmente e lascia il lettore in preda a un’amarezza che è, tutto sommato, quella del suo presente e della condizione giovanile in generale, assediata com’è dalla necessità di affermarsi in un mondo adulto avvertito come corrotto e vendicativo e insieme di mantenere intatti i propri ideali di forza e di ribellione.

La ragazza dallo scialle rosso, romanzo di Linn Ullmann edito da Guanda, genere giallo, data d’uscita 10/10/13.
La sera del suo settantacinquesimo compleanno, Jenny Brodal riprende a bere dopo decenni di sobrietà. Sua figlia Siri, in un disperato tentativo di ricucire i rapporti con lei – da sempre funestati dalla morte del fratellino di quattro anni – le ha organizzato una festa nel giardino della grande casa di famiglia, in un paesino costiero norvegese, festa a cui Jenny rifiuta di presenziare. Ma i problemi famigliari di Siri vanno ben al di là del doloroso legame con la madre. Suo marito Jon, romanziere in crisi d’ispirazione, finge di scrivere il libro conclusivo di una trilogia, mentre in realtà occupa il tempo intrecciando squallide relazioni con altre donne. La loro figlia maggiore è ribelle e violenta, si fa espellere da scuola. Ma il vero dramma sopraggiunge quando la baby-sitter assunta per occuparsi della minore durante l’estate scompare misteriosamente proprio la sera della festa. A questo punto il romanzo acquista la suspense di un thriller psicologico: con la scomparsa della ragazza dallo scialle rosso il malessere che sempre più insidia la vita famigliare di Siri e Jon esplode definitivamente.

Il sezionatore, scritto da Raabe Marc, editore Newton Compton, genere giallo e thriller, data d’uscita 10/10/13.
Un ragazzino di undici anni, immobile in cima alla scala che conduce a una cantina: è scalzo e impaurito, ma curioso. È notte, e la casa in cui vive è piena di rumori. Ma là sotto forse c’è un segreto che non gli permette di dormire tranquillo. Dopo lunghissimi minuti di terrore decide di prendere il coraggio e muoversi, mette allora il piede sul primo gradino e comincia a scendere le scale. Le conseguenze di questa decisione, però, saranno terribili. Trent’anni dopo quel bambino è cresciuto. Ha rimosso ciò che accadde quella notte. Dimenticato del tutto quel giorno che scese in cantina. Finché la sua fidanzata non finisce nelle mani di uno psicopatico e allora, per salvarla, sarà costretto a ricordare…

La ricetta proibita, scritto da Jonathan Grimwood, editore Newton Compton, genere romanzo storico, data d’uscita 10/10/13.
Nella Francia del diciottesimo secolo, Jean-Marie d’Aumout racconta la sua storia di orfano, cadetto, aristocratico, gastronomo e proprietario del primo zoo di Francia. Dalla povertà estrema, al corteggiamento della sorella della sua migliore amica fino alla fama, d’Aumout ci narra della sua amicizia con il rivoluzionario americano Ben Franklin, della corrispondenza con Voltaire e de Sade e del suo ruolo nella caduta della Repubblica di Corsica, dove lui si era recato alla ricerca di un formaggio raro. Mentre la Francia comincia a cedere sotto i colpi della rivoluzione, Jean-Marie cerca rifugio in alchimie gastronomiche e ricette complicatissime, desideroso e allo stesso tempo spaventato dall’imminente distruzione e dalla rinascita della società che, lui spera, verrà subito dopo. Un uomo alla ricerca del sapore perfetto, tra la morte del Re Sole e la Rivoluzione Francese, l’ascesa dell’Illuminismo e la caduta dell’Ancien Régime.

Mogli infedeli, scritto da Anna Lou Weatherley, editore Newton Compton, genere narrativa rosa, data d’uscita 10/10/13.
L’affascinante Tom Black, giocatore d’azzardo e donnaiolo impenitente, nella sua lunga carriera ha accumulato molti debiti, molte donne e molti nemici. Ora che ha perso tutto al gioco, compresa l’arroganza e la spensieratezza di un tempo, sembra essere rimasto solo al mondo e le eleganti feste a base di champagne e splendide donne sono solo un ricordo lontano. Tuttavia alcune delle sue vecchie fiamme non si sono affatto dimenticate di lui, e saranno proprio loro a cambiare radicalmente la situazione: la bellissima ballerina Ellie Scott capirà di non averlo mai dimenticato, e la spregiudicata arrampicatrice sociale Loretta Fiorentino gli offrirà benessere e ricchezza in cambio di una stravagante storia d’amore. Presto a loro si aggiungerà anche la scrittrice di successo Victoria Mayfield, alla ricerca di qualcosa di proibito. Tutte e tre cadranno vittime del fascino irresistibile di Tom Black, conosceranno i brividi della passione e i sensi di colpa del tradimento. Ma alla fine tutte e tre si ritroveranno con parecchi motivi per odiarlo ed escogiteranno perciò una vendetta molto, molto speciale…

La dinastia della famiglia Dracula, scitto da Prouty Royce, editore Newton Compton, genere thriller e gotico, data d’uscita 10/10/13.
Quando Joseph Barkeley, esperto di libri rari, viene incaricato di autenticare il manoscritto originale del Dracula di Bram Stoker, non può immaginare neppure lentamente che il suo misterioso cliente sia un discendente della più antica dinastia della Transilvania. Concluso l’acquisto, Joseph ha il compito di recarsi al celebre castello di Bran, in Romania, e consegnare personalmente il manoscritto al suo acquirente. Giunto a destinazione, però, viene fatto prigioniero dal proprietario del castello, il figlio di Vlad Dracul, principe di Valacchia. Per riottenere la libertà dovrà decifrare alcuni messaggi criptati contenuti nel prezioso manoscritto, che porterebbero alla risoluzione di un antico enigma. E presto Joseph scoprirà che la scelta non è caduta casualmente su di lui. Orfano di origini rumene, Barkeley è legato da sempre, indissolubilmente, alla leggendaria famiglia Dracula…

L’amore ha la febbre alta, scritto da Slash Coleman, editore Newton Compton, genere narrativa, data d’uscita 10/10/13.
E cresciuto a Richmond, Virginia, tra gli anni Settanta e Ottanta, e la sua giovinezza è costellata di strane ossessioni: per l’attore Evel Knievel, per la rock band dei Kiss e per una fantomatica ragazza, l’inafferrabile, irraggiungibile amore della sua vita. Slash ci racconta che sua madre, sopravvissuta all’Olocausto, gli fece solennemente giurare che non avrebbe mai rivelato a nessuno di essere ebreo; ci fa conoscere suo nonno, che si vantava di aver ballato al Moulin Rouge, e suo padre, un geniale scultore troppo spesso ubriaco; e poi ci racconta il suo avventuroso viaggio in lungo e in largo per gli Stati Uniti, alla ricerca di un amore predestinato ma impossibile. Un libro comico, irriverente e allo stesso tempo toccante: il ritratto di un’America che non c’è più e di un artista appassionato che, come un moderno giovane Holden, non ha paura di proclamare ad alta voce le sue stranezze e le sue follie.

Confesso che sono stata uccisa, scritto da Paul Conroy, editore Newton Compton, genere biografico, data d’uscita 10/10/13.
Marie Colvin era la reporter di guerra più famosa al mondo, sempre in prima linea e pronta a tutto pur di far bene il suo lavoro. La ferita all’occhio sinistro e la perdita della vista, a causa della quale portava una benda nera, se l’era procurata proprio così, sul campo. Quando il “Sunday Times” la manda in Siria senza visto, insieme al fotograto Paul Conroy, Marie capisce che si tratta di un viaggio molto pericoloso: lei e Paul dovranno infatti infiltrarsi tra i ribelli della città di Homs, nel cuore del conflitto, per raccontare al mondo intero gli orrori di una guerra senza quartiere. Si ritrovano all’inferno: edifici in fiamme, artiglieria pesante, centinaia di civili morti. Un missile centra la zona dove i due sono nascosti e nell’attacco Paul viene ferito, mentre Marie resta uccisa. In questo libro, Conroy ci racconta non solo la drammatica vicenda umana di Marie Colvin – una donna straordinaria, mossa dall’implacabile desiderio di testimoniare in prima persona atrocità e ingiustizie, e insignita di prestigiosi premi per la sua attività giornalistica, dal riconoscimento come Miglior Giornalista Inviato dell’Anno al Premio Anna Politkovskaya – ma anche la storia di una profonda amicizia, nata proprio sulle basi di una missione in comune: far sapere a tutti che cos’è davvero una guerra.

Il concerto, romanzo di Alain Claude Sulzer edito da Sellerio, genere narrativa, data d’uscita 10/10/13.
È settembre a Berlino, e alla Philharmonie si attende il concerto di un pianista celeberrimo, Marek Olsberg. Terrà un’esibizione da solista, eseguendo partiture di Domenico Scarlatti e Samuel Barber, Beethoven e Schumann. Nelle ore che precedono l’inizio, ignoti gli uni agli altri, diversi personaggi si accingono a partecipare alla serata. Vediamo il pianista e la sua assistente, accanto da oltre dieci anni. Lui non ama il contatto con il pubblico e la stampa, lei si occupa di ogni aspetto pratico della sua vita. Man mano arrivano gli spettatori, e si riuniscono nel foyer: qui si incontrano due amiche, chiacchierano e si confidano le proprie esistenze, i rapporti con gli uomini, l’insicurezza dei desideri. Un agente pubblicitario di ritorno da New York si ricorda di avere due biglietti riservati e cerca compagnia. Giungono Sophie e Klara, zia nubile e nipote scontrosa; Lorenz, trentotto anni, ex studente di matematica, ex giocatore di scacchi, temperamento labile e velleitario, che si appresta a lavorare come cameriere per il ricevimento in onore del pianista. Si notano l’agente teatrale che segue l’artista in Europa, e la signora la cui filantropia ha permesso l’organizzazione del concerto. Inizialmente distanti e disgiunti, i personaggi si raccolgono nella folla ed entrano nella grande sala pentagonale. Prendono posto, il podio è al centro. Scende il silenzio. L’evento, assolutamente inatteso, accade nel mezzo dell’esecuzione, durante l’ultimo tempo della So na ta opera 106 di Beethoven. Il pubblico, come stordito da uno scarto imprevisto che incrina la certezza delle abitudini, non può che lasciare l’auditorium e tornare a disperdersi nelle strade berlinesi. E noi li seguiamo uno a uno, perché la notte non è finita, e la scelta e il gesto del pianista gli sono entrati dentro, per plasmare e cambiare il loro futuro. Sulzer racconta con dettaglio e realismo, con ironia e suspense. Dipinge una città europea e i suoi cittadini, specchio di altre metropoli e di altre esistenze, e delinea da grande autore romanzesco un ritratto severo ed emozionante di quelle tracce a volte luminose, a volte flebili, che la vita di ognuno fa balenare e svanire dietro di sé.

L’ombra, romanzo di Roger Hobbs edito da Einaudi, giallo, data d’uscita 15/10/13.
Quando una rapina a mano armata a un casinò di Atlantic City finisce in un bagno di sangue, con uno dei rapinatori ferito e in fuga, all’uomo che ha organizzato il colpo non rimane che rivolgersi a Jack Delton. Pochi sanno che lui è esistito, e ancora meno immaginano che è ancora vivo. Perché Jack è quello che nel gergo si definisce un'”ombra”: un uomo senza identità, che ripulisce le scene dei crimini senza lasciare la minima traccia di sé. Un mestiere da autentici professionisti, spesso rischioso. Ma mai come questa volta. Perché questa volta c’è di mezzo I’FBI, e soprattutto perché c’è chi vuole approfittare dell’occasione per regolare conti antichi, e far davvero sparire l’ombra, una volta per tutte.

L’importanza dei luoghi comuni, romanzo di Marcello Fois edito da Einaudi, genere giallo, data d’uscita 15/10/13.
Esiste un punto, «certo difficile da trovare, ma che vale la pena cercare», in cui convergono le ipotesi piú inconciliabili. È lí che – secondo quella che la fisica teorica chiama «teoria generale del Tutto» – risiederebbe la spiegazione dell’universo. Per Alessandra e Marinella, gemelle di quarantotto anni cui cui la vita ha riservato strade molto diverse, quel luogo è la casa del padre che le ha abbandonate quando ne avevano otto. Ora che è morto si ritrovano entrambe lí, tra quelle pareti che lasciano filtrare ricordi e rancori, e che a tratti sembrano contenere un mondo ben piú vasto. Per le sorelle quella vicinanza forzata si rivelerà una tortura con il sorriso sulle labbra, una resa dei conti dagli esiti davvero imprevedibili. Due ritratti di donne memorabili che, nel corso della lotta senza quartiere che è il cuore della storia, trascineranno il lettore giú, sempre piú giú, fino al buco nero in cui, forse, si trova la spiegazione di tutto. Un racconto intimo, estremo, comico e tragico, perché sempre – proprio sempre – attento alla vita. E per seguirla in tutti i suoi rivoli, alterna parti al presente, di pura azione, e parti al passato, che sono la nicchia che sa scavarsi il pensiero a modo suo. In quella nicchia una specie di coro greco umanissimo e infragilito commenta la storia, entra nella testa dei personaggi usando le parole di chi sa tutto e non sa niente: la voce traballa, è fallibile, emozionata, compromessa, e per questo tanto piú capace di restituire la complessità delle vicende umane e la contradditorietà degli individui.

Il libro delle mie vite, opera di Aleksandar Hemon edita da Einaudi, genere narrativa e autobiografico, data d’uscita 15/10/13.
Nell’arco di undici anni, Aleksandar Hemon ha composto un’autobiografia in quindici stazioni che hanno la lucidità del saggio, la pienezza del romanzo di formazione e la tagliente intelligenza di una lingua che canta il nostro tempo come nessun’altra. «Ho smesso da un pezzo di anelare a una vita normale. Ora mi va bene qualunque vita che mi consenta di scegliere e agire». Ma per scelte e azioni che solcano universi una vita sola non basta. Ne occorre una per lo skyline notturno del centro di Chicago e una per la mappatura sgomenta di una Sarajevo mutilata dalla guerra. Una per il gioco degli scacchi contrari, dove lo scopo è perdere. Una per il più assoluto dei dolori.

Millennio di Fuoco. Seija, romanzo di Cecilia Randall edito da Mondadori, genere fantasy, data d’uscita 15/10/13.
Dopo aver incantato i lettori con Hyperversum e Gens Arcana, torna con una nuova saga fantasy: Millennio di fuoco, Ricco di riferimenti letterari e cinematografici, da Dracula a Star Wars a Il Signore degli Anelli.
Il primo volume della saga, Seija, unisce l’avventura all’emozione, il racconto di una guerra millenaria alla storia di un amore maledetto ma capace di attraversare gli oceani del tempo. Baviera 1999 d.C. Mille anni sono trascorsi da quando il demoniaco popolo vaivar è apparso in Europa, muovendo dalle lande desolate oltre il Volga per reclamare il possesso delle terre abitate dagli umani e cambiare la Storia per sempre. Da allora una guerra infinita strazia il continente ormai condannato a un eterno medioevo, in cui i regni nati dalle ceneri dell’antico Sacro Impero sopravvivono a fatica tra alleanze precarie, rovesciamenti di fronte ed epidemie. I vaivar avanzano con armate di creature innaturali e spaventose, i manvar: la loro marcia procede inesorabile e sono giunti ormai nel cuore della Baviera. Ed è qui che troviamo Seija, giovane coraggiosa e tenace, l’erede di un’antica stirpe di guerrieri pagani, cacciati dalle terre di Kaleva proprio in seguito all’invasione dei vaivar. Adesso il suo popolo, decimato e nomade, sopravvive offrendo ai cristiani la propria abilità militare in cambio di cibo e di un luogo sicuro in cui piantare le tende. Seija è pronta alla lotta contro l’esercito vaivar comandato dal più grande nemico degli umani: Raivo, il Traditore dalla Mano Insanguinata, stratega temibile, condottiero spietato e unico uomo a essersi venduto anima e corpo ad Ananta, l’immortale regina dei vaivar, per farsi trasformare in un demone plurisecolare e sterminare quella che una volta era la sua specie. Ma quando Seija è costretta ad affrontare il Traditore nel pieno della battaglia, il fantasma di un antico segreto cambia per sempre il suo destino. Perché il condottiero nemico prima esita e poi scatena contro di lei una caccia senza quartiere? Perché ne è così ossessionato da trascurare persino gli obiettivi militari, pur di catturarla? Cosa è accaduto davvero tre secoli fa alla Torre della Strage, il maniero del Traditore, nel giorno in cui Raivo ha rinunciato alla sua umanità?

Ologramma per il re, romanzo di Dave Eggers edito da Mondadori, genere narrativa, data d’uscita 15/10/13.
Ologramma per il re mette in scena una strepitosa allegoria delle frustrazioni della middle class, di migliaia di lavoratori occidentali che vedono sfuggire il proprio lavoro verso le frontiere dei nuovi stati emergenti, mentre crolla il sogno americano e le persone reali si perdono nel mondo virtuale. Dave Eggers torna al romanzo, ed è subito una lettura imprescindibile. C’è un uomo, Alan Clay. È americano, divorziato, ha una figlia da mantenere, un’ex moglie che vive in California, che non intende contribuire in alcun modo alle spese e non fa che ripetergli di comportarsi da uomo. Ma che uomo è Alan Clay? Ha cinquantaquattro anni ed è senza lavoro. Per l’America aziendale è un soggetto inutilizzabile, bizzarro quanto un aeroplano fatto con il fango. La crisi dei mercati e della sua vita privata l’ha lasciato stremato, tendenzialmente ubriaco, con un conto cronicamente in rosso, ma ora non ha scelta: se vuole pagare le tasse del college di sua figlia, deve trovarsi presto un lavoro, e ben pagato. La sua unica chance si chiama re Abdullah, il miliardario sovrano dell’Economic City, un’immensa oasi in mezzo al nulla destinata a diventare la città del futuro. Il compito di Alan è difficilissimo. Deve convincere re Abdullah ad acquistare la sua mirabolante invenzione. Un ologramma in grado di far apparire chiunque in 3D, direttamente nella tenda del sovrano. Ma cosa succede se il re tarda ad arrivare? Se i funzionari rimbalzano Alan da un ufficio all’altro? L’esilio rischia di diventare interminabile. E mentre cerca disperatamente di evitare l’ennesimo fiasco della sua vita con la bella dottoressa Zahra Hakem, Alan scopre però che lì in mezzo al deserto una cosa la può fare: scrivere a sua figlia e provare a spiegarle che un genitore non è altro che un essere umano come gli altri, che fa degli errori e ha un ruolo piccolo nel mondo e nella storia, ma può pur sempre essere qualcosa di importante nella vita di qualcun altro.

Felici i felici, romanzo di Yasmina Reza edito da Adelphi, genere narrativa, data d’uscita 16/10/13.
«Felici gli amati e gli amanti e coloro che possono fare a meno dell’amore. Felici i felici»: questa «beatitudine» di Borges, da cui Yasmina Reza ha tratto il titolo del suo romanzo, ci dà subito una chiave per penetrare nel fitto intreccio delle vite che lo popolano. Se infatti uno dei personaggi, una donna, afferma: «Le coppie mi disgustano, mi disgusta la loro ipocrisia, la loro presunzione, la loro vieta connivenza», un altro dichiara al suo analista: «Quando sono a casa ho sempre paura che arrivi qualcuno e veda quanto sono solo». Perché la felicità – nell’amore o nell’assenza di amore, all’interno di una coppia o fuori di ogni legame – è un’attitudine: e si direbbe che, di tutti coloro che a turno consegnano al lettore confessioni a volte patetiche, a volte brucianti, a volte crudelmente comiche, quasi nessuno la possieda. I ventuno monologhi che qui si susseguono, in un sottile gioco di echi, di risonanze, di contrappunti – tra amori inaciditi e rancori mai sopiti, illusioni spezzate e fughe nel delirio –, formano un ordito i cui fili (tenui o pesanti come catene) collegano tra loro molteplici destini, tutti segnati dall’impervia difficoltà dell’incontro con l’altro. Con una scrittura di chirurgica precisione, in dialoghi che schioccano come frustate, e dove sempre lampeggia il genio della donna di teatro, in un avvicendarsi di scene nel corso delle quali, infrangendo la superficie smaltata delle buone maniere, esplode la violenza, e in una costante oscillazione fra il registro drammatico e quello grottesco, Yasmina Reza conduce la ronde dei suoi personaggi – mogli inquiete e mariti traditi, amanti insoddisfatte e fedifraghi cinici, giovani fuori di testa e vecchi abitati dalla morte – senza mai allontanarsi dalla ferrea lucidità e dal realismo intransigente di chi cerca di dire la nudità di ciò che è.

Il cerchio dei morti, romanzo di Harry Bingham edito da Giunti, genere giallo e thriller, data d’uscita 16/10/13.
È un pomeriggio autunnale stranamente assolato a Cardiff, quando l’agente Fiona Griffiths riceve una telefonata che promette molte seccature ma ben poca azione: un’impresa di traslochi ha scoperto dei “rifiuti illegali” nella villetta di un’anziana signora. Normale routine, insomma. Ma lo spettacolo che si presenta agli occhi di Fiona è a dir poco agghiacciante: in un congelatore, tra barattoli di marmellata e tranci di agnello, compare la gamba di una donna, al piede un’elegante scarpa col tacco. E gli orrori non sono finiti. Gli altri resti della vittima vengono rinvenuti nei luoghi più strani: un capanno degli attrezzi, un garage, il bagagliaio di un’auto. Le analisi della Scientifica rivelano che appartengono al corpo di una studentessa scomparsa anni prima, ma a complicare le indagini si aggiunge la scoperta di un altro cadavere fatto a pezzi nei dintorni del lago: stavolta però si tratta di un uomo dalla pelle scura. Non può certo essere una coincidenza, e Fiona fa ricorso al suo particolare talento: che cosa vogliono dirle quei corpi straziati? Chi erano realmente le due vittime e che cosa le collega? E mentre il mistero si infittisce, il passato oscuro di Fiona riemerge gettando un’ombra sulla sua vita…

Tempo di guerra, romanzo di Giuliano Zincone edito da Rizzoli, genere narrativa, data d’uscita 16/10/13.
Sergio Zumbo è un bambino romano, ha un padre giornalista e liberale, una madre debole di salute e una sorellina, Stella. Nonostante non s’impegni granché, a scuola è il più bravo della classe, e viene preso di mira dai compagni (anche perché “monarchico, bartalista e milanista”). Non va meglio nel suo quartiere, frequentato da quelli che i genitori definiscono “ragazzacci di strada”. Ma a Sergio piace andare a scuola, giocare con i ragazzi più grandi di lui, e poco importa se ogni tanto le prende. Tra vacanze estive a Capri e Forte dei Marmi, partite a pallone e ping pong, cotte e racconti familiari, seguiamo gli anni che caratterizzano l’infanzia del protagonista. E ogni frammento, sommato agli altri, va a formare un ritratto della vita della famiglia di Sergio, sullo sfondo di un’Italia che si appresta a ripartire.

Il custode del museo delle cere, opera di Raffaele Nigro edita da Rizzoli, genere narrativa, data d’uscita 16/10/13.
In una Bari che profuma di fine estate, Andrea cerca di sopravvivere all’ultimo anno di liceo e ai tira e molla con la fidanzata, progettando la fuga verso un Nord che gli sembra carico di promesse. Finché il nonno, un intellettuale angosciato dal fallimento del Socialismo, gli propone un’insolita visita al museo delle cere. E lo fa con un’insistenza tale che è quasi impossibile contraddirlo. Perciò Andrea lo segue a Villa Carafa, l’antico e polveroso edificio che ospita il museo. Senza sapere che stanno per iniziare un viaggio dantesco destinato a cambiare per sempre le loro vite, e a destare nel giovane la passione politica. Perché all’improvviso la cera delle statue si farà carne e sangue, e i personaggi, bloccati in un eterno presente, prenderanno vita, ansiosi di strappare al corso inesorabile del tempo qualche istante ancora. Attraverso le loro voci straordinarie – quelle di Federico II, Leonardo Sciascia, Carmelo Bene, Cassiodoro e molti altri – nonno e nipote cammineranno per le strade della Ravenna bizantina, della Puglia infestata dai briganti, della Turchia infiammata dai conflitti della modernità, del Sacro romano impero devastato dalle invasioni barbariche. Sulle tracce di un passato che non accetta di essere dimenticato. Con uno sguardo insieme appassionato e lieve, Raffaele Nigro ci restituisce intatto in questo romanzo l’affresco dei grandi ideali e conflitti che hanno attraversato la Storia del nostro Paese – e non solo – raccontandoci l’incontro e lo scontro tra due generazioni apparentemente lontane ma necessarie l’una all’altra. Per ricordarci che i sogni e le paure del passato hanno lo stesso respiro e gli stessi colori di quelli del presente.

Wool, romanzo di Hugh Howey edito da Fabbri, genere fantascienza, data d’uscita 16/10/13.
Cosa faresti se il mondo fuori fosse letale e l’aria che respiri potesse uccidere? Se vivessi in un luogo dove ogni nascita richiede una morte e le tue scelte possono salvare vite o distruggerle? Questo è il mondo di Wool. In un futuro apocalittico, in un paesaggio devastato e tossico, una comunità sopravvive rinchiusa in un gigantesco silo sotterraneo. Lì, uomini e donne vivono prigionieri in una società piena di regole che dovrebbero servire a proteggerli. Il rispetto delle leggi è affidato allo sceriffo Holston, un uomo lucido e malinconico che vive nel ricordo della moglie scomparsa. Dopo anni di servizio integerrimo, un giorno, a sorpresa, rompe inaspettatamente il più grande di tutti tabù e chiede di uscire, di andare fuori, incontro alla morte. La sua fatidica decisione scatena una serie di terribili eventi. A sostituirlo è nominato un candidato improbabile, un tecnico specializzato del reparto macchine: Juliette. Ora che il silo è affidato a lei, imparerà presto a sue spese quanto il suo mondo è malato. Juliette è abituata ad aggiustare le cose e vuole vederci chiaro: com’è nato il silo? E chi ha interesse a mantenervi l’ordine, tanto da arrivare a uccidere? Forse il silo è in procinto di affrontare ciò che la storia ha lasciato solo intendere e che i suoi abitanti non hanno mai avuto il coraggio di sussurrare. Rivolta.

Contratto di passione, romanzo di Jennifer Probst edito da Corbaccio, genere narrativa rosa, data d’uscita 17/10/13.
La conclusione di una trilogia ad alta tensione erotica. Carolina Conte è innamorata fin da quando era piccola del migliore amico del fratello Michael, Max Gray. Ma benché adesso sia cresciuta, si sia laureata e lavori nell’azienda di Michael di cui Max è CEO, la sua famiglia continua a trattarla come il brutto anatroccolo di casa e Max sembra notarla appena. Finché, complice una conferenza con cena a seguire, Carolina e Max trascorrono insieme una notte di passione cui segue, per imposizione della famiglia, un matrimonio riparatore. Max si sente in trappola, Carolina è furiosa, il matrimonio inizia con una guerra… combattuta in camera da letto senza esclusione di colpi.

L’uomo della sabbia, romanzo di Lars Kepler edito da Longanesi, genere giallo, mistery e noir, data d’uscita 17/10/13.
Il ragazzo che cammina su un alto ponte ferroviario a sud di Stoccolma è in evidente stato confusionale, e ripete ossessivamente un nome, l’Uomo della sabbia, l’Uomo della sabbia… Ma la sorpresa più grande arriva dopo il ricovero in ospedale. Quel ragazzo infatti è stato dichiarato morto da sette anni. Perché è l’ultima vittima di Jurek Walter, l’efferato serial killer catturato dal commissario Joona Linna e condannato alla cura psichiatrica coatta e all’isolamento totale. Ma dov’è stato il ragazzo in questi sette lunghi anni? E la sorellina che è stata rapita con lui è forse ancora viva? Il caso va riaperto, e in fretta, e qualcuno deve introdursi nell’unità di sicurezza e conquistare la fiducia del serial killer prima che sia troppo tardi…

La banda Sacco, romanzo di Andrea Camilleri edito da Sellerio, genere giallo e mistery, data d’uscita 17/10/13.
Di questa storia, un caso politico oltre che giudiziario, Andrea Camilleri ha consultato tutte le carte, documenti ufficiali, scritti familiari, atti del processo. E ha raccontato, «attraverso questo “western di cose nostre”, per usare un titolo di Sciascia, come la mafia non solo ammazzi, ma sia anche in grado di condizionare e di stravolgere irreparabilmente la vita delle persone». Raffadali, provincia di Agrigento, anni Venti del Novecento. I fratelli Sacco sono passati dalla miseria nera a una vita dignitosa di contadini con quattro salme di terra. Sono uomini liberi, di idee socialiste, hanno il senso dello Stato, si sono fatti da sé seguendo l’esempio del padre Luigi che li ha allevati nella cultura del lavoro e del rispetto degli altri e che ha costruito la sua fortuna con l’arte di innestare i pistacchi. La vita cambia quando una mattina il capofamiglia riceve una lettera anonima, poi un’altra, poi subisce un tentativo di furto. Luigi Sacco non ha esitazioni e denunzia le richieste estortive ai carabinieri, che però si trovano disorientati: nessuno in paese ha mai osato denunziare la mafia, tutti preferiscono accettare e tacere. Da quel momento i Sacco dovranno difendersi. Dalla mafia e dalle forze dell’ordine, dai paesani complici, dai traditori, dai maggiorenti del paese tra tentativi di omicidio, accuse false, testimonianze bugiarde. Osteggiati dai carabinieri che li privano del porto d’armi e non li difendono, i fratelli Sacco diventano latitanti. Fronteggiano la mafia mostrando un coraggio e una coscienza civile straordinari per quegli anni, liberando di fatto Raffadali dall’oppressione mafiosa. Poi arriva Mori, il fascismo vuole battere Cosa Nostra, a qualsiasi costo e con qualsiasi mezzo. Ma perché dare la caccia ai Sacco che non solo non sono stati mai mafiosi, ma anzi ne sono vittime e proprio alla mafia hanno dichiarato guerra? Ecco allora che per giustificare la gigantesca, spietata caccia all’uomo che Mori scatena, i fratelli Sacco devono diventare una vera e propria banda: madre, sorelle, cognati, cugini, amici, ex sindaci socialisti, tutti vengono arrestati. Poi tocca ai fratelli che circondati da duecento carabinieri vengono feriti, arrestati, torturati. «La giustizia otterrà quello che vuole ottenere»; ai Sacco vengono addebitati quattro omicidi. Condannati all’ergastolo Vanni, Salvatore e Alfonso, girano tutte le carceri, e in alcune fanno degli incontri straordinari: Umberto Terracini e Antonio Gramsci, fra i tanti. Caduto il fascismo i Sacco non ottengono la revisione del processo e passeranno ancora decenni prima che, su sollecitazione di Umberto Terracini, i fratelli Sacco ottengano la grazia. Siamo nel 1962.

Il mio disastro sei tu, romanzo di Jamie McGuire edito da Garzanti, genere narrativa, data d’uscita 17/10/13.
A solo una settimana dall’uscita, Il mio disastro sei tu è volato in vetta alla classifica del «New York Times». Dopo il successo strepitoso di Uno splendido disastro, Jamie McGuire torna alla Eastern University e all’amore tormentato e strappasospiri di Abby e Travis. «Un giorno ti innamorerai, Travis. E quando succederà, combatti per il tuo amore. Non smettere di lottare. Mai.» Travis Maddox è solo un bambino quando sua madre, ormai con un filo di voce, gli lascia queste ultime parole. Parole che Travis conserva come un tesoro prezioso. Adesso Travis ha vent’anni e non conosce l’amore. Conosce le donne e sa che in molte sarebbero disposte a tutto per un suo bacio. Eppure nessuna di loro ha mai conquistato il suo cuore. Provare dei sentimenti significa diventare vulnerabili. E Travis ha scelto di essere un guerriero. Finché un giorno i suoi occhi scuri non incontrano quelli grigi di Abby Abernathy. E l’armatura di ghiaccio che si è scolpito intorno al cuore si scioglie come neve al sole. Abby è diversa da tutte le ragazze con cui è sempre uscito. Cardigan abbottonato, occhi bassi, taciturna. E soprattutto apparentemente per niente interessata a lui. Ma Travis riesce a vedere dietro il suo sorriso e la sua aria innocente quello che nessuno sembra notare. Un’ombra, un segreto che Abby non riesce a rivelare a nessuno, ma che pesa come un macigno. Solo lui può aiutarla a liberarsene, solo lui possiede le armi per proteggerla. L’ultima battaglia di Travis Maddox sta per cominciare e la posta in palio è troppo importante per potervi rinunciare. Solo combattendo insieme Abby e Travis potranno dare una casa al loro cuore sempre in fuga…

La vita sognata di Ernesto G., romanzo di Jean-Michel Guenassia edito da Salani, genere narrativa, data d’uscita 17/10/13.
Dal 1910 al 2010, dalla Cecoslovacchia al Nordafrica passando per la Francia: cento anni cruciali raccolti nella vita di Joseph Kaplan, medico ebreo praghese, schivo, innamorato del tango argentino. Kaplan lavora a Praga e a Parigi, viene mandato in esilio ad Algeri, è testimone di persecuzioni ed epidemie, cambi di regime e rivoluzioni culturali; li affronta con un’integrità commovente a cui tutti si affezionano – i suoi amici Pavel e Tereza, sua moglie Christine, sua figlia Helena – perché, nei tormenti della Storia, quell’integrità è ciò a cui aggrapparsi. È anche l’unica cosa contro cui scagliarsi – come fa Christine, donna titanica e contraddittoria, coraggiosa e pavida, che si ribella a lui come a tutta un’epoca. Joseph si ritrova ad affrontare dolori e tragedie, eroico suo malgado, determinato anche nelle prove più atroci. Un incontro sarà fondamentale per lui e per Helena: quello con un certo Ernesto G., combattente ferito, al crepuscolo della sua epopea rivoluzionaria. C’è tutta la potenza narrativa del Club degli incorreggibili ottimisti in questo romanzo: Jean-Michel Guenassia profonde il suo incomparabile talento nel racconto di un mondo intero attraverso la vita di un uomo; nella descrizione di personaggi memorabili, di eventi epocali e della nostalgia che tutto abbraccia ma che non diventa mai disperazione.

La morte delle api, scritto da Lisa O’Donnell, editore Newton Compton, genere narrativa, data d’uscita 17/10/13.
La quindicenne Marnie e la sorellina Nelly, una violinista prodigio, hanno appena seppellito i genitori. Ora sono sole al mondo, ma nessuno, a parte loro, sa cosa sia successo, e le due ragazzine sono determinate a mantenere il segreto. Almeno fino al momento in cui Marnie avrà sedici anni e sarà considerata dalla legge un’adulta a tutti gli effetti, in grado di badare a se stessa e alla sorella. Certo, la vita nei sobborghi di Glasgow non è facile, ma le due sorelle possono contare l’una sull’altra e sentono che le cose non potranno mai essere peggio di com’erano. Inoltre nessuno sembra far caso alla loro situazione, eccetto Lennie, l’anziano vicino della porta accanto: lui ha notato che le ragazzine sono sole e hanno bisogno del suo aiuto. O forse è lui ad aver bisogno di loro? Con tatto e gentilezza, Lennie entra nella vita di Marnie e Nelly, deciso a prendersi cura di loro: le nutre, le veste, le protegge e fa sentir loro, per la prima volta, il calore di una famiglia. Ben presto, però, gli amici, gli insegnanti e le autorità cominciano a porre domande sempre più insistenti su quello strano legame. Così, mentre tutti vengono trascinati in un incontrollabile vortice di bugie, emergono oscuri segreti rimasti nascosti troppo a lungo, che rischiano di travolgere le due sorelle e rovinare per sempre la loro vita…

L’ultima parola, romanzo di Hanif Kureishi edito da Bompiani, genere narrativa, data d’uscita 18/10/13.
Hanif Kureishi torna, in anteprima mondiale, con una commedia sentimentale agrodolce, dove mette a nudo, come solo lui sa fare, i sentimenti umani, i vizi (molti) e le virtù (poche) di una bella famiglia. Mamoon è un noto scrittore nato in India, ma che ha costruito la sua carriera in Inghilterra. Ha ormai settant’anni e la sua reputazione si sta affievolendo, le vendite calano e la sua nuova moglie ha gusti molto costosi. Harry è un giovane scrittore che accetta di scrivere la biografia di Mamoon per rivitalizzare sia la figura del vecchio leone sia il conto in banca. Harry ammira molto il lavoro di Mamoon e vuole svelare la verità sulla vita di questo artista. Ma l’editore che ha commissionato la biografia cerca molto più di questo, cerca lo scandalo, magari a sfondo sessuale, qualcosa che possa solleticare la curiosità dei media. E persino lo stesso Mamoon sta cercando di capire la verità su se stesso e la vita che ha condotto. Vecchia e nuova generazione si trovano così a confronto, e sul piatto della bilancia non ci sono solo la fragilità dell’età opposta all’irrequietezza giovanile: ci sono passioni, desideri, lealtà e tradimenti. Ma chi avrà l’ultima parola?

Di Ilde ce n’è una sola, romanzo di Andrea Vitali edito da Garzanti, genere narrativa, data d’uscita 21/10/13.
In luglio a Bellano fa un caldo della malora. L’aria è densa di umidità e il cielo una cappa di afa. Eppure l’acqua che scorre rombando tra le rocce dell’Orrido è capace di tagliare in due il respiro, perché è fredda gelata, certo, ma anche perché nelle viscere della roccia il fiume cattura da sempre i segreti, le passioni, gli imbrogli, le bugie e le verità che poi vorrebbe correre a disperdere nel lago, sempre che qualcuno non ne trovi prima gli indizi. Come per esempio una carta d’identità finita nell’acqua chissà come e chissà perché. Brutta faccenda. Questione da sbrigare negli uffici del comune o c’è sotto qualcosa che compete invece ai carabinieri? Alla fine, a sbrogliare la matassa ci pensa Oscar, operaio generico, capace cioè di fare tutto ma niente di preciso, che da sei mesi è in cassa integrazione e snocciola le giornate sul divano con addosso le scarpe da lavoro, con la punta grossa. In quel luglio del 1970, offuscato dal caldo e dalle ombre tetre della crisi economica, armato della sua curiosità ottusa Oscar fa luce sui movimenti un po’ sospetti di Ilde, la giovane moglie dal caratterino per niente facile, che forse sta solo cercando il modo di tirare la fine del mese come può. In Di Ilde ce n’è una sola, Andrea Vitali torna ai fatidici anni Settanta, alle ristrettezze che seguono il boom economico, alle fatiche di far quadrare il bilancio di casa, all’irridente spavalderia di chi invece ce l’ha fatta e crede di aver domato il mondo e l’avvenire. Con l’umorismo spesso salace della sua scrittura, Vitali ci regala un’altra pagina del suo interminabile romanzo lacustre, specchio di vite semplici e reali in cui può riconoscersi ognuno di noi.

Il bordo vertiginoso delle cose, romanzo di Gianrico Carofiglio edito da Rizzoli, genere narrativa, data d’uscita 21/10/13.
Mentre sorseggia il cappuccino come ogni mattina, seduto in un bar nel centro di Firenze, Enrico Vallesi legge una notizia sul giornale: in un conflitto a fuoco con i carabinieri, è rimasto ucciso un rapinatore, da poco uscito di galera. Il nome della vittima riporta Enrico alla fine degli anni Settanta, al primo giorno di liceo, quando in una classe di quindicenni aveva fatto la sua comparsa Salvatore. più volte bocciato, turbolento, il compagno che gli aveva insegnato come difendersi dalla violenza della strada e superare a testa alta quel territorio straniero che è l’adolescenza. Ai ricordi di Enrico si alterna il racconto del suo ritorno nella città dalla quale era partito, quando non aveva ancora conosciuto gioie e delusioni del matrimonio e del suo mestiere di scrittore. Un ritorno a casa in cerca di risposte ai propri tormenti, per scoprire quello che tanti anni prima si era lasciato alle spalle, ma anche per capire cosa è diventata nel frattempo la sua vita.

Nel cuore dell’anatomista, romanzo di Daniele Derossi edito da Bompiani, genere giallo e thriller, abiemtazione storica, data d’uscita 21/10/13.
Giovanni Croilio è l’unico figlio maschio di una famiglia di farmacisti del Cinquecento: durante gli studi di Medicina a Padova diventa assistente di uno dei più grandi anatomisti del tempo, Corvinus. Il maestro introduce l’allievo alle sue abitudini non del tutto ortodosse, tra dissezioni di cadaveri in nome della scienza e vivisezioni per chiarire il mistero della circolazione sanguigna. Alle dipendenze di Corvinus, si compie anche l’educazione sentimentale di Giovanni, che presso il bordello gestito dalla moglie dello scienziato si innamora della bella Aurora. Dopo la laurea il giovane segue Corvinus in guerra per approfondire sul campo le loro conoscenze: ormai schiavo della sua sete di conoscenza, l’anatomista si abbandona a pratiche orrende, uccidendo i moribondi per cogliere l’ultimo battito del cuore e operando senza bisogno per verificare il funzionamento dei polmoni. Alla fine della guerra, Aurora non ha aspettato Giovanni e si è sposata con un ungherese, così il giovane scienziato torna a casa per esercitare come medico di paese: ma ormai i metodi di Corvinus fanno parte di lui a tal punto, che sarà molto difficile nascondere la verità ai compaesani.

La strada verso casa, romanzo di Fabio Volo edito da Mondadori, genere narrativa, data d’uscita 22/10/13.
Il nuovo romanzo di Fabio Volo racconta la storia di due fratelli che gli eventi costringono ad avvicinarsi, a capirsi di nuovo. E di un inconfessabile segreto di famiglia che li segue come un fantasma. Racconta una grande e tormentata storia d’amore che attraversa gli anni, e come tutte le grandi storie d’amore ha a che fare con le cose splendide e con quelle terribili della vita. Racconta il dolore che piega in due e la felicità che fa cantare inventandosi le parole. Ci fa ridere, commuovere, emozionare. Marco non ha mai scelto, perché ha paura che una scelta escluda tutte le altre. Non ha mai dato retta a nessuno, solo a se stesso. Sembra dire a tutti: amatemi pure, ma tenetevi lontani. Andrea, suo fratello maggiore, ha deciso da subito come doveva essere la sua vita, ha sempre fatto le cose come andavano fatte. È sposato con Daniela, una donna sobria ed elegante. Insieme avrebbero potuto essere perfetti. Marco invece ha molte donne, e Isabella. Lei è stata la sua prima fidanzata. Con lei ha passato quelle notti di magia in cui la bellezza dilata il tempo e la felicità strappa le promesse. Ma neanche con lei è mai riuscito a decidersi, a capire che la libertà non è per forza mancanza di responsabilità. E così continua a vivere in folle, senza mai mettere una marcia, fare una scelta. Se non che a volte la vita che hai sempre tenuto sotto controllo inizia a cadere a pezzi.

Prima che tu mi tradisca, romanzo di Antonella Lattanzi edito da Einaudi, genere narrativa, data d’uscita 22/10/13.
Non c’è nulla che non si possa perdonare a una sorella, soprattutto se all’improvviso scompare, nulla tranne averci rubato la scena nel momento più importante della nostra adolescenza. Giovanni Cipriani era appena nato quando è sopravvissuto per miracolo al bombardamento di Bari del ’43, ma quel disastro sembra avere lasciato in eredità alle sue figlie una specie di infezione che le ha danneggiate per sempre, votandole al tradimento. Diversissime, segnate da segreti che le rendono al tempo stesso complici e rivali, Angela e Michela si muovono tra una Bari che dietro l’apparente rinascita brucia come il suo Petruzzelli e una Roma sfibrata, divenuta temporaneo rifugio. La loro vita di ragazze – poi donne – è condizionata dall’attrito fra la bellezza di Angela e la timidezza aggressiva di Michela. Un conflitto che non si scioglie nemmeno quando la prima svanisce e l’altra assapora la possibilità di diventare padrona del campo. In un balletto atroce e divertentissimo di bugie, accuse e finzioni, Prima che tu mi tradisca mette in scena tutto l’amore e lo squallore che si annida nelle relazioni di una famiglia in cui si conosce un solo modo per stare insieme, farsi del male.

Ma come tu resisti, vita, opera di Mariapia Veladiano edita da Einaudi, genere narrativa e saggistica, data d’uscita 22/10/13.
Mariapia Veladiano crede nelle parole che fanno la differenza. Le sceglie per noi, e ce le affida. Parole che ci accompagnano amiche. Chiamate a rendere nuovo ogni mattino che viene. «Ma come si fa a non prendere e stringere mani fino a sentir male, guardare fino a far lacrimare gli occhi, come si fa a vivere cosí, sapendo. Sapendo che possiamo celebrare finalmente insieme la diaspora dal nostro egoismo, fare una cosa sola, o anche due, e cosí scendere dal calvario di una vita che intanto ci inchioda a esser soli, sordi, ciechi e scontenti. L’ottimismo è voler resistere al male, comunque».

La lista nera, romanzo di Frederick Forsyth edito da Mondadori, genere giallo e spionaggio, data d’uscita 22/10/13.
Con La lista nera Frederick Forsyth si riconferma un maestro del genere firmando un thriller che non lascia scampo, in cui attualità e fiction si mescolano grazie a un eccellente lavoro di documentazione che svela i retroscena dei servizi segreti britannici, americani, pachistani e israeliani. Tutto ha inizio con una lista di nomi. Non sono nomi qualunque, ma quelli di pericolosi terroristi che minacciano la sicurezza internazionale tanto da dover essere eliminati uno a uno. Solo sette persone nelle segrete stanze di Washington conoscono l¿esistenza della “lista nera”, tra queste il presidente degli Stati Uniti. La minaccia è reale, ma deve rimanere top secret o si scatenerà il panico. Il primo di questi nomi è anche il più temibile: “il Predicatore”, un fondamentalista islamico senza scrupoli che ha come unico scopo la distruzione degli infedeli. Incita all’odio attraverso messaggi che diffonde tramite il web e riesce a raccogliere attorno a sé una folla di proseliti che scatenano una serie incontrollabile di eventi mortali. Gli omicidi si moltiplicano, non solo negli Stati Uniti ma anche sul territorio inglese, dove cadono altre vittime. Troppe. Solo un uomo può compiere quella che sembra una missione impossibile: l’ex marine Kit Carson, soprannominato “il Segugio”, che viene prontamente incaricato di trovare e uccidere il responsabile di quell’inferno. Kit, però, non sa che faccia abbia il suo nemico, dove si nasconda e quale sia il suo vero nome. Sarà un giovane ed espertissimo hacker a rintracciare per lui le postazioni del Predicatore e dei suoi complici utilizzando solo la tecnologia. Si scatena così una guerra tra due schieramenti, totalmente diversi tra loro ma con un obiettivo comune: la distruzione dell’avversario.

La via del pavone, romanzo di Alessandro Schwed edito da Mondadori, genera narrativa, data d’uscita 22/10/13.
Paradossale ed esilarante come le celebri pagine firmate con lo pseudonimo di Jiga Melik, questo romanzo di Alessandro Schwed è un piccolo gioiello, che si colloca nel solco della migliore narrativa umoristica e insieme racconta turbamenti, precarietà, emozioni più che mai vicine a noi. Giulio Campennì è un architetto piuttosto strano. Non ama uscire di casa e osserva il mondo con un binocolo. La sua vita emotiva, d’altro canto, non è semplice nemmeno in casa, dove Giulio vive con Ionta, sua moglie: una giovane donna tanto incantevole quanto umorale, e – soprattutto – dotata di una madre insopportabile, che ha pensato bene di rimanere vedova per poter gravare ulteriormente sulla vita della figlia e del genero. Nonostante il lutto recente, la signora Nelly decide di non rinunciare alle vacanze con la figlia. E la mattina della partenza si presenta a casa Campennì con il suo amatissimo animale domestico: un pavone. Non ha dubbi che Giulio, che resterà a Roma a lavorare, le farà il piacere di prendersene cura, trattandolo come fosse un figlio, nutrendolo con il suo maleolente becchime e facendogli tanti complimenti in modo che non soffra e dispieghi la sua ruota. Come al solito, Giulio non ha la presenza di spirito per opporsi al dispotismo della suocera, discendente di una stirpe di matriarche ebree poco abituate a venire contraddette. Ma Ionta e la signora Nelly non fanno in tempo ad andarsene che – orrore! – il pavone in un balzo è già scappato sopra i tetti… Comincia così per Giulio un rocambolesco inseguimento lungo le vie della capitale; ma dopo una folle corsa dietro a un tram, una spericolata avventura in motorino con un figurante centurione romano, l¿incontro ravvicinato con la polizia e varie altre peripezie, Giulio si deve rassegnare: del pavone non c’è traccia. C’è solo una voce misteriosa che pedina Campennì. In compenso, quando torna a casa, più morto che vivo, trova ad attenderlo Riccardo, il figlio nato “per sbaglio” da un amore di gioventù e di cui la suocera, per volere della moglie, ignora l’esistenza. Sarà proprio il figlio a unirsi a Giulio nella ricerca del pavone: che li condurrà tutti, suocera compresa, dove mai avrebbero immaginato.

Ora sei mia, romanzo di Hans Koppel edito da Piemme, genere giallo e thriller, data d’uscita 22/10/13.
È stata una follia: così Anna vorrebbe liquidare quell’unica avventura di una sera. Non sa ancora che quelle parole si avvicinano alla realtà più di quanto s’immagini. Fino ad allora, diversamente dalle colleghe, non si era mai sognata di approfittare dei weekend di lavoro fuori città per lanciarsi nel gioco della seduzione. Nessuna di loro, Anna per prima, si sarebbe neppure aspettata che Erik, l’uomo più sexy di quella serata, fosse attratto proprio da lei. Né che Anna – la moglie e madre integerrima, la sola a non aver mai tradito il marito – avrebbe passato la notte con quello sconosciuto avvicinato al bancone di un bar. Il mattino dopo, la donna non ha intenzione di pentirsi per aver ceduto al desiderio. Ma nemmeno di mettere a repentaglio il suo matrimonio per un ragazzo di quindici anni più giovane. Resterà un segreto. E resterà un bel ricordo: il miglior sesso della sua vita. Eppure, quando Erik torna a cercarla, lei non sa dire di no. Ben presto però l’amante inizia a perseguitarla: le telefona a ogni ora del giorno e della notte, la segue fin sotto casa, reagisce con violenza alla decisione di Anna di troncare una volta per tutte. Fino a ricattarla con video compromettenti e minacciare la sua famiglia. Dopo averla conquistata con il lato più gentile e affascinante di sé, Erik rivela pian piano una doppia faccia: imprevedibile e ossessiva. E Anna, che credeva di poter dettare le regole del gioco, si ritrova preda di una mente disposta a tutto pur di possedere l’oggetto del suo desiderio. Anche a prenderne la vita.

Il principe perduto, scritto da Jennifer A. Nielsen, editore Feltrinelli, genere fantasy per ragazzi, data d’uscita 23/10/13.
Tra false identità, la competizione per il trono (e per la vita), la promessa di risvolti romantici e l’ambientazione fantasy, un romanzo in cui prevalgono l’avventura, l’azione e i dialoghi, con personaggi perfettamente caratterizzati e un ritmo narrativo che trascina il lettore fino all’ultima pagina, senza perdere un colpo. Sage, scaltrissimo orfano di strada, viene reclutato insieme ad altri due ragazzi da Conner, un nobile che vuole formarli a immagine e somiglianza del principe Jaron, rapito dai pirati e presumibilmente morto da tempo. La famiglia reale è stata assassinata e, prima che qualche reggente possa avanzare la pretesa del trono, Conner è deciso a presentarsi a corte con un sosia del principe perduto. Ha solo due settimane per far diventare i tre ragazzi colti, educati e abili con la spada come un principe. Poi ne sceglierà uno. Gli altri due saranno solo scomodi testimoni.

Come essere una brava moglie, scritto da Emma Chapman, editore Feltrinelli, genere giallo, data d’uscita 23/10/13.
Marta ed Hector sono sposati da tanto tempo, talmente tanto che Marta fatica a ricordare la sua vita prima di quell’evento. Lui si è sempre preso cura di lei, e lei ha sempre fatto il possibile per essere una brava moglie. Ma quando Hector le rivela un segreto, la loro ordinata vita domestica comincia ad andare a rotoli. Nell’ombra c’è una ragazzina bionda che soltanto Marta è in grado di vedere. E questa ragazzina sta cercando di dirle qualcosa.

Il club delle cattive ragazze, scritto da Sophie Hart, editore Feltrinelli, genere narrativa, data d’uscita 23/10/13.
Torte di mele, brownies al cioccolato, muffin e tisane profumate… È questo il regno di Estelle, l’intraprendente proprietaria del Café Crumb. Ma gestire una piccola pasticceria non è facile: come allargare il giro di affari, spingendo nuovi clienti a varcare la soglia del delizioso caffè dalle tovaglie bianche e rosse? Rattristata dalla chiusura della libreria accanto al suo locale, Estelle, fervida lettrice, ha un’idea: perché non provare a risollevare le sorti del Café con un book club, affiancando ai dolci qualche buona lettura? La partenza non è delle migliori. Gli iscritti al club, oltre a Estelle, sono solo quattro: Gracie, giovane bibliotecaria femminista e fissata con la moda vintage; Rebecca, un’insegnante trentenne sposata da poco più di un anno; la neopensionata Sue, ansiosa di fuggire da casa e da un marito in pantofole, e il timidissimo Reggie, presente solo per fare ricerche per la propria tesi. Un piccolo gruppo fin troppo eterogeneo, con gusti che non potrebbero essere più diversi tra loro. Il primo libro preso in esame non scatena alcun dibattito. Estelle decide allora di giocare il tutto per tutto aggiungendo un pizzico di pepe agli incontri. La lettura successiva verterà sul bestseller del momento: una piccante storia d’amore e sesso, condita da sculacciate e frustini. Il successo è sfrenato, tanto che il book club decide di focalizzarsi solo sulla letteratura erotica. Libro dopo libro, spaziando dai classici ai casi editoriali più recenti e peccaminosi, Gracie, Rebecca, Sue, Reggie ed Estelle lasceranno da parte inibizioni e paure, dando un salutare scossone alle loro vite. Perché, come direbbe Mae West, che senso ha resistere a una tentazione, se tanto poi ce n’è subito un’altra?

I guardiani della storia, romanzo di Elisabetta Cametti edito da Giunti, genere giello e thriller, data d’uscita 23/10/13.
Avidità, coraggio, passione, terrore: Elisabetta Cametti ha scritto un thriller magistrale, ipnotico, con un ritmo e una tensione davvero rari. È bionda, combattiva, porta spesso tacchi alti, dorme quattro ore per notte e adora gli animali, soprattutto il suo bellissimo gatto nero, l’unico a dividere con lei l’appartamento londinese. È Katherine Sinclaire, direttore generale della 9Sense Publishing, una delle più potenti case editrici mondiali. Ancora per poco però, perché quell’impero sta per crollare. Convocata d’urgenza da Bruce Aron, l’amministratore delegato, Katherine si trova di fronte a una scena raccapricciante: Bruce si è sparato un colpo in testa. E prima di morire le ha lasciato una chiavetta usb con scritto “Fighter”, il nome con cui amava chiamarla. È il primo di una serie di indizi sempre più inquietanti che da Londra condurranno Katherine al lago di Bolsena, in uno dei siti archeologici più misteriosi della storia. Accompagnata dall’enigmatico Jethro Blake, Katherine si ritroverà nelle viscere della Terra, al centro di un cerimoniale oscuro appartenuto a una delle civiltà più affascinanti mai esistite: gli etruschi. Ma che cosa lega la 9Sense Publishing a quel sito inesplorato? Qual era il segreto di Bruce? E quale terribile sacrificio sta per essere compiuto?

Sotto una coperta di stelle, romanzo di Marjorie Morningstar edito da Giunti, genere narrativa, data d’uscita 23/10/13.
Romanzo di culto in America per generazioni, Marjorie Morningstar è una storia emozionante sull’ambizione, la ribellione e il grande amore. Diciannove anni, una cascata di ricci castani, grandi occhi azzurri e un sogno ambizioso: quello di non essere più una studentessa come tante nella New York degli anni ’30, ma di diventare l’attrice più acclamata di Broadway. Mentre i genitori, che vivono in un lussuoso grattacielo con vista su Central Park, desiderano che la figlia si inserisca nei salotti più raffinati della città e sposi un buon partito, Marjorie disdegna i bei ragazzi facoltosi che la corteggiano, si iscrive a un corso di teatro e inizia a frequentare l’ambiente bohémien che dovrebbe portarla al successo. È così che incontra il carismatico Noel Airman, drammaturgo e compositore di scarsa fortuna, ma tanto affascinante quanto inaffidabile e sfuggente. Guidata dalla passione per Noel, Marjorie intraprenderà una strada tortuosa e incerta, che da New York la condurrà su una nave per Parigi, nel tentativo di ritrovare l’uomo che ama sopra ogni cosa e di dar vita finalmente ai suoi sogni…

Tienimi con te. The Secret Trilogy, romanzo di Jessica Sorensen edito da Newton Compton, genere narrativa rosa, data d’uscita 24/10/13.
Ella e Micha hanno affrontato il dolore, la perdita, la disperazione. E hanno finalmente conosciuto l’amore. Quando erano insieme tutto sembrava possibile, ma ora a dividerli ci sono centinaia di chilometri. Ella è tornata a scuola, alla vita “normale” che ha saputo costruirsi, e cerca di non pensare ai segreti dolorosi del passato e alla struggente nostalgia per Micha. Lui le manca da morire, ma Ella sa che, se lo ama davvero, deve dargli la possibilità di seguire i propri sogni. Micha trascorre le giornate in viaggio con la sua band, ma stare lontano da Ella è più difficile di quanto immaginasse. Il suo cuore e il suo corpo vorrebbero starle accanto, sempre. Micha però sa che non sarebbe giusto chiederle di lasciare il college.. I pochi momenti che i due ragazzi riescono a passare insieme sono intensi e carichi di passione. Ma non sono sufficienti a saziare il bisogno che hanno l’uno dell’altra. E come se non bastasse, un nuovo dramma minaccia di sconvolgere il loro già fragile mondo, dividendoli per sempre…

Il calice della vita, romanzo di Glenn Cooper edito da Nord, giallo e thriller, data d’uscita 24/10/13.
Inghilterra, XV secolo. Il Graal. Per secoli, regnanti e uomini di fede, studiosi e avventurieri hanno cercato la sacra coppa da cui ha bevuto Cristo durante l’Ultima Cena. Invano. Rinchiuso in una fredda e umida cella, Thomas Malory ha perso ogni speranza: anche lui ha fallito. Ormai gli resta una sola cosa da fare: nascondere nel suo racconto sulle gesta di re Artù e dei cavalieri della Tavola Rotonda la chiave per accedere a un grande segreto… Inghilterra, oggi. Arthur Malory è sconvolto. Nel giro di due giorni, ha visto il suo migliore amico, Andrew, morire per mano di uno spietato assassino, quindi è sfuggito per miracolo all’incendio che ha distrutto la sua casa. E tutto è iniziato con la telefonata con cui Andrew gli aveva annunciato di aver latto una scoperta sensazionale riguardo alla loro grande passione: il Graal. Da quel momento, Arthur è diventato il bersaglio di uomini potenti e senza volto, determinati a completare una missione iniziata in Palestina nel 33 d.C. La sua unica possibilità di salvezza è trovare il Graal prima di loro e, per farlo, deve rintracciare e seguire una catena di indizi lasciati dal suo illustre antenato, Thomas Malory. Ma il mistero più grande che Arthur dovrà affrontare sarà la natura del potere del Graal. Un potere che risale all’origine stessa dell’universo, un potere che va oltre la Chiesa, oltre la resurrezione di Cristo, oltre la vita…

Neve a primavera, scritto da Sarah Jio, editore Nord, genere narrativa, data d’uscita 24/10/13.
È tutto bianco. Il cielo, i tetti, le strade. Claire Aldridge è come ipnotizzata davanti a quello scenario. Mai si sarebbe aspettata una tempesta di neve a primavera, un evento rarissimo anche in una città fredda come Seattle. L’ultima volta che si è verificato, infatti, è stato nel lontano 1933, e proprio in quello stesso giorno di maggio. È una coincidenza troppo singolare per non stuzzicare l’interesse giornalistico di Claire, che comincia subito a fare delle ricerche. Ed è così che s’imbatte in un vecchio rapporto di polizia, in cui una donna di nome Vera Ray denuncia la scomparsa del figlio Daniel. Una denuncia che, per Claire, diventa una sfida: riuscirà a scoprire cos’è successo al piccolo Daniel e a ritrovarlo, dopo tutti questi anni? Percorrendo un sentiero tracciato nel labirinto del tempo, Claire inizia quindi a ricostruire, tassello dopo tassello, una storia drammatica eppure struggente. La storia di Vera, una giovane madre che, nella Seattle messa in ginocchio dalla grande depressione, è stata costretta a lasciare solo il suo bambino per andare al lavoro; una donna povera ma orgogliosa, che ha sempre affrontato la vita con coraggio e che non si è mai arresa, nemmeno quando gli ostacoli sembravano insormontabili. La storia di un uomo ricco e generoso che, a dispetto delle tradizioni e delle convenzioni sociali, ha sempre seguito la voce del cuore e che non ha mai saputo di essere diventato padre. La storia di un amore profondo e impossibile, di una famiglia pronta a tutto per evitare uno scandalo, di un segreto che nessuno avrebbe mai dovuto svelare… Dopo il clamoroso successo del Diario di velluto cremisi, Sarah Jio torna con un grande romanzo in cui s’intrecciano amori, tradimenti e misteri, dando vita a un racconto intenso e romantico, delicato e toccante.

La battaglia della vendetta. La saga degli invincibili, romanzo di Andrea Frediani edito da Newton Compton, genere romanzo storico, data d’uscita 24/10/13.
È giovane, Ottaviano, ma già console. Eppure il suo ruolo non gli è sufficiente per portare a termine la vendetta contro gli assassini di Giulio Cesare, l’amato padre adottivo. La sua sete di giustizia non può essere placata nelle aule di un tribunale. Si trova degli alleati potenti: Marco Antonio e Lepido, con cui forma il triumvirato. Comincia a seminare un clima di terrore per le strade di Roma. Ma non è ancora abbastanza e così alimenta il clima di tensione che potrà sciogliersi solo su un campo di battaglia. Il momento non si fa attendere troppo: eccoli lì schierati, i due eserciti, con quattro grandi condottieri pronti a scontrarsi a viso aperto in Macedonia, lontano dall’Urbe e dalla sua corruzione. Bruto e Cassio da una parte, Ottaviano e Marco Antonio dall’altra. È la battaglia di Filippi, una delle più famose della storia romana. Qui si compirà finalmente la vendetta sugli assassini di Cesare?

Il libro dell’amore proibito, romanzo di Mario Desiati edito da Mondadori, genere narrativa, data d’uscita 29/10/13.
Scritto per frammenti affilati e abbacinanti come gli spigoli d’ombra che si stagliano nel sole del Sud, rapsodico ed emozionante come la memoria di una stagione perduta, Il libro dell’amore proibito è un romanzo sul desiderio, sugli amori impossibili e la cieca, folle fedeltà a un sentimento che non ha barriere. «L’amore per crescere ha bisogno di muri, proprio come l’edera.» Nonna Comasia ha insegnato questo a Francesco, detto Veleno, e lui lo ricorda ogni giorno. Timido e solitario, fino ai quattordici anni è vissuto immaginando vite eroiche e ammirando i coetanei più intraprendenti. Il suo universo quotidiano, nel paese pugliese dove vive, è quello della scuola, con regole e muri che sembrano fatti per essere invalicabili, non certo per nascondere gioie proibite. Fino all’incontro con Donatella Telesca, professoressa di Educazione tecnica. Lei ha il doppio degli anni di Veleno, eppure veste in modo più simile a lui e ai suoi amici Mimmo e Nappi che alle altre insegnanti. Ha la pelle candida, ma nasconde un’ombra che agisce come una calamita sui suoi giovani allievi: somiglia forse a quella che abita ogni adolescenza, presto dimenticata negli anni in cui si cresce e si impara a adeguarsi alle leggi del mondo. La Telesca siede tra i banchi, ascolta i ragazzi, li guarda come nessuno ha mai fatto prima. Nasce un’attrazione irresistibile, destinata a essere scoperta nel clamore dello scandalo. Un’attrazione imperdonabile, interrotta con la massima violenza. Per ristabilire l’ordine ognuno deve essere rimesso nella casella che gli spetta: Nappi, Mimmo e Veleno, ragazzi plagiati da raddrizzare e “reinserire”; Donatella, la plagiatrice da punire. Veleno scopre allora una solitudine più profonda, l’isolamento di chi supera la linea d’ombra dei sentimenti leciti, e contro la famiglia, contro la norma che gli impedisce di amare, costruisce il suo onore, il futuro, la sua legge che non umilia né separa. Veleno saprà aspettare, costruirà tutto intorno al silenzio dell’attesa, e con gli occhi rinnovati dal desiderio si accorgerà di essere circondato da amori che sono tali proprio perché proibiti – l’amore eterno di Comasia per il nonno disperso in guerra, quello impossibile tra Walter, paralizzato dopo un incidente, e la bellissima Azzurra, la carnale devozione dei paesani al culto dell’Addolorata…

Nevicava sangue, romanzo di Eraldo Baldini edito da Einaudi, genere narrativa, data d’uscita 29/10/13.
Una storia arriva dal lontano Ottocento, dal sangue e dalla neve della Campagna di Russia, per parlarci di ciò che è necessario. Con l’epopea fuori dal tempo di un uomo qualunque, Eraldo Baldini ci regala il racconto nitido e magnetico della difficile conquista della libertà, ieri come oggi. Nel freddo implacabile di una terra da occupare, razziare, distruggere, dove la leggendaria strega Baba Jaga diventa lo spettro di ogni crudeltà, la Campagna napoleonica di Russia è per Francesco una discesa agli inferi, un incubo a cui cerca di sfuggire insieme a Berto, il cavallo da tiro che ha in custodia. Un impietoso viaggio nel luogo in cui ogni umanità è annientata: dal gelo, dalla fame, da un primordiale istinto di sopravvivenza. Con il nitore di una lingua asciutta e lirica nello stesso tempo, Eraldo Baldini scrive un romanzo dove a fare paura, questa volta, è il mistero stesso dell’esistenza: la lotta ostinata contro la morte che, proprio mentre spoglia di ogni dignità, accende un sentimento di rivalsa.

Il desiderio di essere come tutti, romanzo di Francesco Piccolo edito da Einaudi, genere narrativa, data d’uscita 29/10/13.
I funerali di Berlinguer e la scoperta del piacere di perdere, il rapimento Moro e il tradimento del padre, il coraggio intellettuale di Parise e il primo amore che muore il giorno di San Valentino, il discorso con cui Bertinotti cancellò il governo Prodi e la resa definitiva al gene della superficialità, la vita quotidiana durante i vent’anni di Berlusconi al potere, una frase di Craxi e un racconto di Carver… Se è vero che ci mettiamo una vita intera a diventare noi stessi, quando guardiamo all’indietro la strada è ben segnalata, una scia di intuizioni, attimi, folgorazioni e sbagli: il filo dei nostri giorni. Francesco Piccolo ha scritto un libro anomalo e portentoso, che è insieme il romanzo della sinistra italiana e un racconto di formazione individuale e collettiva: sarà impossibile non rispecchiarsi in queste pagine (per affinità o per opposizione), rileggendo parole e cose, rivelazioni e scacchi della nostra storia personale, e ricordando a ogni pagina che tutto ci riguarda. «Un’epoca – quella in cui si vive – non si respinge, si può soltanto accoglierla».

Il sacrificio. I regni di Nashira, romanzo di Licia Troisi edito da Mondadori, genere fantasy per ragazzi, data d’uscita 29/10/13.
La fine di Nashira è vicina, e sulle sue terre riarse Talariti e Femtiti, razze da sempre nemiche, continuano a combattere una guerra sanguinaria, ignari del destino che presto li annienterà. Talitha e Saiph appartengono a due popoli diversi, ma lottano per una missione comune: salvare Nashira e scoprire le origini di Verba, la creatura millenaria sopravvissuta a due catastrofi. La risposta è custodita nelle profondità della terra, il luogo inviolato in cui secondo la religione dimorano gli dei, il mondo segreto in cui viveva l’antichissimo popolo da cui Verba discende. Ma una terribile profezia grava su Saiph, e lo spingerà a prendere una decisione irrevocabile. Talitha, braccata dai ribelli e dai soldati talariti, sarà di nuovo costretta a scegliere: lottare per Nashira o seguire Saiph? La sua vita è a un bivio, mentre i due astri che da sempre hanno segnato il fato di Nashira si preparano a riversare sul pianeta un’apocalisse di fuoco.

Via XX Settembre, scritto da Simonetta Agnello Hornby, editore Feltrinelli, genere narrativa, data d’uscita 30/10/13.
Via XX Settembre si trova poco lontano dal teatro Politeama, nel cuore di Palermo: è qui che nel 1958, lasciata Agrigento, viene a vivere la famiglia Agnello. Simonetta ha tredici anni, sta per entrare al ginnasio – il trasferimento è stato deciso per offrire a lei e alla sorella Chiara una vita più stimolante: le scuole migliori, i concerti, le serate al cinema, la casa dei cugini amatissimi a pochi passi. A Palermo si instaura un nuovo equilibrio familiare – il padre è spesso assente per seguire la campagna, ritmi e abitudini sono dettati con ferrea dolcezza dalla madre. A ribadire la continuità col passato, il piccolo mondo fatto di zii, cugini, persone di casa, amici, parenti: un microcosmo indagato con occhio attento, cercando – dietro sguardi, gesti e mezze frasi – anche il non detto. Sullo sfondo, ma in realtà protagonista, una città in cui alle ferite della guerra si stanno aggiungendo quelle, persino più devastanti, della speculazione edilizia. Fastosa e miserabile, Palermo seduce Simonetta: la stordisce di bellezza e di profumi, la ingolosisce con le fisionomie impassibili dei pupi di zucchero e l’oro croccante delle panelle. Nondimeno si insinua la percezione di un degrado sempre più evidente. La città le si rivela mentre lei si rivela a se stessa, attraverso un mondo muliebre vivissimo, compatto, solidale, attraverso l’amore per i libri, attraverso i primi barlumi di una coscienza civica e politica. Imboccata via XX Settembre, la formazione si consuma dentro un taglio prospettico che va oltre Palermo e la Sicilia: l’incombere del distacco che porta Simonetta in Inghilterra lascia intravedere una nuova maturità, una nuova esistenza. Fatto di memoria, dentro la memoria, questo romanzo organizza la materia autobiografica all’interno di un disegno che è innanzitutto il processo di un’educazione sentimentale, di un’appassionata storia di famiglia che muove i fantasmi del cuore e li consegna alla parola, alla struggente immortalità del racconto.

La festa dell’insignificanza, romanzo di Milan Kundera edito da Adelphi, genere narrativa, data d’uscita 30/10/13.
L’attesa nuova opera di Milan Kundera, in anteprima mondiale dal 30 ottobre nelle librerie italiane da Adelphi. Gettare una luce sui problemi più seri e al tempo stesso non pronunciare una sola frase seria, essere affascinato dalla realtà del mondo contemporaneo e al tempo stesso evitare ogni realismo – ecco La festa dell’insignificanza. Chi conosce i libri di Kundera sa che il desiderio di incorporare in un romanzo una goccia di «non serietà» non è cosa nuova per lui. Nell’Immortalità Goethe e Hemingway se ne vanno a spasso per diversi capitoli, chiacchierano, si divertono. Nella Lentezza, Vera, la moglie dell’autore, gli dice: «Mi hai detto tante volte che un giorno avresti scritto un romanzo in cui non ci sarebbe stata una sola parola seria … Ti avverto però: sta’ attento». Ora, anziché fare attenzione, Kundera ha finalmente realizzato il suo vecchio sogno estetico – e La festa dell’insignificanza può essere considerato una sintesi di tutta la sua opera. Una strana sintesi. Uno strano epilogo. Uno strano riso, ispirato dalla nostra epoca che è comica perché ha perduto ogni senso dell’umorismo.

Storia di chi fugge e di chi resta, romanzo di Elena Ferrante pubblicato da Edizioni E/O, genere narrativa, data d’uscita 30/10/13.
L’amica geniale volume terzo. Elena e Lila, le due amiche la cui storia i lettori hanno imparato a conoscere attraverso L’amica geniale e Storia del nuovo cognome, sono diventate donne. Lo sono diventate molto presto: Lila si è sposata a sedici anni, ha un figlio piccolo, ha lasciato il marito e l’agiatezza, lavora come operaia in condizioni durissime; Elena è andata via dal rione, ha studiato alla Normale di Pisa e ha pubblicato un romanzo di successo che le ha aperto le porte di un mondo benestante e colto. Ambedue hanno provato a forzare le barriere che le volevano chiuse in un destino di miseria, ignoranza e sottomissione. Ora navigano, con i ritmi travolgenti a cui Elena Ferrante ci ha abituati, nel grande mare aperto degli anni Settanta, uno scenario di speranze e incertezze, di tensioni e sfide fino ad allora impensabili, sempre unite da un legame fortissimo, ambivalente, a volte sotterraneo a volte riemergente in esplosioni violente o in incontri che aprono prospettive inattese.

Moscerine, opera di Anna Marchesini edita da Rizzoli, genere narrativa e racconti, data d’uscita 30/10/13.
Qui dentro ci sono nove racconti a forte carica umoristica in cui la narrazione esalta aspetti microscopici talvolta invisibili dell’esistenza, insospettabili trame, elementi irrilevanti eppure capaci di ribaltarne il racconto. In quasi tutte queste storie esiste un imprevisto trascurabile, un tarlo, un insetto che si insinua sornione nella trama, si intrufola, si accomoda, si incista, si nutre al buio, fa la tana, corrode, si ingrassa, prolif ica, crepa e def lagra sino a provocare il ribaltamento della trama e costringere la storia a riscrivere il f inale. Mentre ci disponiamo ad osservare il disegno che incessantemente la vita traccia sulla tela dei personaggi, nel momento in cui giriamo il quadro scopriamo che un qualche diavolo di inaccessibile vizio, una sequela di accenti di cui non ci siamo accorti, uno scivolone, una carezza involontaria, una luce accesa nella casa di fronte, hanno mutato del tutto la scena. E così a cucire le trame dei destini della vita ma anche della morte è un f ilo invisibile di fulminee irrilevanze, moscerine appunto in grado di travolgere gli eventi e di precipitare i personaggi da situazioni sentimentali in disgrazie irresistibilmente comiche o così indicibilmente tragiche da sf iorare la farsa. Non può darsi che all’origine della Terra sia stata la lenta e irriducibile ascesa di un pidocchio al trono e che il Big Bang sia stato scatenato nell’attimo in cui il pidocchio poggiò il suo puntiforme deretano sull’intoccabile velluto che ahinoi! mascherava il caos?

La fabbrica dei cattivi, romanzo di Diego Agostini edito da Giunti, genere giallo, data d’uscita 30/10/13.
Una sosta in un centro commerciale per comprare una maglietta pulita e asciutta dopo l’ennesimo acquazzone – perché d’estate in Florida piove in continuazione. Intanto la figlia più piccola, Giulia, si è appena addormentata: è scatenata e iperattiva e i suoi sonni così profondi le servono per ricaricare le energie che brucia ed esaurisce da sveglia, così, come suggerisce il pediatra, è meglio lasciare che si svegli da sola. L’auto è parcheggiata proprio davanti alla vetrina del negozio, è questione di un attimo, non può succedere nulla. E invece di colpo tutto precipita perché, senza saperlo, Alex e Mara hanno contravvenuto a una legge dello Stato. Il detective Strate prende le cose talmente sul serio da alterare prove e testimonianze. Si scatena il finimondo. Un’assistente sociale porta via i loro due bambini. I genitori, dopo l’arresto, sono condotti alla prigione della contea: rischiano una pesante condanna per abbandono di minore e la conseguente perdita della potestà genitoriale. Cosa succede quando un “buono”, un padre e un marito affettuoso, un professionista responsabile e, soprattutto, un uomo innocente, sperimenta l’impotenza di fronte a un meccanismo repressivo incomprensibile? Accettare di esserne ingranaggio? Oppure reagire e analizzarlo con i propri strumenti? Così, ora dopo ora, il travolgente racconto di Alex si trasforma nella personale esperienza di come, in una perversione giuridica compiuta in nome della giustizia, la società abbia bisogno di una “fabbrica dei cattivi”. Diego Agostini, al suo esordio narrativo, racconta una storia così coinvolgente da lasciare nel cuore di ogni lettore una domanda: “Cosa avrei fatto se fosse accaduto a me?”. Perché quello che succede ad Alex potrebbe accadere a ciascuno di noi.

L’uomo del sole, romanzo di Jeffery Deaver edito da Rizzoli, genere giallo, data d’uscita 30/10/13.
Jennie era una studentessa modello, serena, tranquilla, diligente: su questo tutti concordano quando viene ritrovata morta in un letto di fiori infangati vicino a uno stagno. Mentre si diffonde l’idea che il colpevole sia un serial killer che colpisce con la luna piena, il detective Bill Corde non ci mette molto a scoprire che la verità porta altrove: Jennie aveva avuto relazioni con parecchi studenti e alcuni insegnanti, e sembra che siano in molti a volerlo nascondere. Ben presto l’indagine di Corde si intreccia con i tormenti della sua vita privata: qualcuno lascia affettuosi biglietti firmati “l’uomo del sole” a sua figlia di nove anni, Sarah, che ha gravi problemi di apprendimento e vive in un mondo tutto suo. Lo stesso qualcuno che minaccia sia lui sia la moglie. E se l’uomo del sole fosse il killer di Jennie? E se invece la pista giusta fosse un’altra, quella che colloca sul luogo del delitto il figlio adolescente di Corde? Un caso intricato che vede in gioco il destino di un’intera famiglia.

Teardrop, romanzo di Lauren Kate edito da Rizzoli, genere gotica e fantasy per ragazzi, data d’uscita 30/10/13.
Primo volume della serie paranormal romance young adult omonima.
Il mondo di Eureka affonda all’improvviso quando un’onda anomala le porta via sua madre Diana. Il loro rapporto era speciale e ora che Diana non c’è più, Eureka vorrebbe solo scomparire per dimenticare. Fare breccia nel guscio in cui si chiude è sempre più difficile per chi le sta intorno. Proprio quando il dolore sembra diventare insopportabile, Eureka si accorge di non essere sola. Ander compare all’improvviso nella sua vita, ma è come se si conoscessero da sempre. Eureka sente che Ander profuma di oceano, un oceano nel quale vorrebbe perdersi, e i suoi occhi sono così azzurri e profondi da darle le vertigini. Ma non è facile fidarsi di lui: dopo il suo arrivo strane coincidenze portano a galla vecchie storie fantastiche e terribili, antiche leggende di mondi sommersi. Quando queste fiabe irrompono nella realtà mettendo in pericolo lei e i suoi cari, Eureka capisce di essere parte di un disegno più grande in cui le sue lacrime hanno un potere immenso ma ancora sconosciuto.

Il mio cuore cattivo, scritto da Wulf Dorn, editore Corbaccio, genere psicothriller, data d’uscita 31/10/13.
C’è un vuoto nella memoria di Dorothea. Quella sera voleva uscire a tutti i costi ma i suoi l’avevano costretta a fare la babysitter al fratello minore mentre loro erano a teatro. Ricorda che lui non ne voleva sapere di dormire e urlava come un pazzo. Ricorda una telefonata che l’aveva sconvolta, ricorda di aver perso la testa, e poi più niente. Più niente fino agli occhi sbarrati del fratellino, senza più vita. C’è un abisso in quel vuoto di memoria, un abisso che parole come «arresto cardiaco» non riescono a colmare. Perché la verità è che lei non sa cosa ha fatto in quel vuoto. Ma sa che sarebbe stata capace di tutto… Solo adesso, dopo mesi di ospedale psichiatrico, di terapie, di psicologi, ha raggiunto faticosamente un equilibrio precario. Ha cambiato casa, scuola, città: si aggrappa alla speranza di una vita normale. Ma una notte vede in giardino un ragazzo terrorizzato che le chiede aiuto e poi scompare senza lasciare traccia. E quando, dopo qualche giorno, Dorothea scopre l’identità del ragazzo e viene a sapere che in realtà lui si sarebbe suicidato prima del loro incontro, le sembra di impazzire di nuovo. I fantasmi del passato si uniscono a quelli del presente precipitandola in un incubo atroce in cui non capisce di chi si può fidare, e in cui la sua peggiore nemica potrebbe rivelarsi propri lei stessa… Incalzante, avvincente, il nuovo psicothriller di Wulf Dorn spiazza il lettore lasciandolo con il fiato sospeso fino all’ultima pagina.

Le chiavi del potere, scritto da Steve Berry, editore Nord, genere giallo, data d’uscita 31/10/13.
La fine è vicina, ormai lo ha capito. Con le ultime forze rimaste, Enrico VIII caccia tutti dalla sua stanza e chiama accanto a sé Caterina Parr, la sua sesta moglie. Prima di abbandonarsi alla morte, deve confidarle l’oscuro segreto che lo perseguita da anni, e da cui dipende il potere dei Tudor… Londra, 1547. Non gli resta molto da vivere, ormai lo ha capito. Perciò Enrico VIII caccia dalla stanza tutti i medici di corte e chiama accanto a sé Caterina Parr, la sua sesta e ultima moglie. Solo a lei può confidare l’oscuro segreto dei Tudor… Londra, oggi. Sembra un incarico semplice: di ritorno a Copenhagen col figlio Gary, Cotton Malone deve fare scalo in Inghilterra per consegnare alle autorità Ian Dunne, un ragazzino inglese scappato in America. E invece quella formalità si trasforma subito in un incubo: non appena atterrano all’aeroporto di Heathrow, i tre vengono coinvolti in una sparatoria. Approfittando della confusione, Ian fugge, mentre Gary viene portato via a forza da un gruppo di uomini. Eppure non era lui il vero obiettivo dei rapitori, che infatti propongono uno scambio: la vita di Gary per Ian Dunne. Ma perché tanto interesse per un ladruncolo qualunque? Pronto a tutto pur di scoprire la verità e salvare il figlio, Cotton si mette sulle tracce di Ian e, ben presto, si renderà conto che quel ladruncolo in realtà è la chiave per scoprire un segreto antichissimo, un segreto che affonda le radici all’epoca della dinastia Tudor e che potrebbe cambiare per sempre gli equilibri geopolitici del mondo…

Nessuno conosce il mio nome, romanzo di Anna Grue edito da Marsilio.
Dan Sommerdahl vive nella tranquilla cittadina di Christianssund, affacciata su un fiordo pittoresco, con un delizioso porticciolo, un quartiere di ville eleganti e un’orribile zona pedonale. È un quarantenne di successo in temporanea crisi esistenziale. Brillante pubblicitario, l’ultimo avanzamento della carriera gli ha provocato una depressione dalla quale stenta a riprendersi, nonostante una famiglia affettuosa e un cane molto amato. Ma quando l’amico di sempre Flemming Torp, ispettore di polizia, lo coinvolge nell’inchiesta per l’omicidio di una giovane donna avvenuto nella sua stessa agenzia, Dan sembra ritrovare l’energia. La conoscenza delle abitudini e delle relazioni tra i colleghi e il suo senso dell’osservazione si riveleranno doti preziose nella sua nuova carriera di detective. E la cittadina danese, in apparenza tranquilla, si rivelerà in realtà teatro di commerci assai sporchi, per di più sotto la copertura di pseudo aiuti umanitari.

Elenco in ordine alfabetico dei libri usciti a Ottobre 2013:

Bridget Jones. Un amore di ragazzo, romanzo di Helen Fielding edito da Rizzoli, genere narrativa rosa, data d’uscita 10/10/13.
Che ragazza!, romanzo di Cathleen Schine edito da Mondadori, genere narrativa, data d’uscita 01/10/13.
Chiara d’Assisi. Elogio della disobbedienza, opera di Dacia Maraini edita da Rizzoli, data d’uscita 09/10/13.
Come essere una brava moglie, scritto da Emma Chapman, editore Feltrinelli, genere giallo, data d’uscita 23/10/13.
Come un fiore ribelle, romanzo di Jamie Ford edito da Garzanti, genere romanzo storico, data d’uscita 10/10/13.
Confesso che sono stata uccisa, scritto da Paul Conroy, editore Newton Compton, genere biografico, data d’uscita 10/10/13.
Contratto di passione, romanzo di Jennifer Probst edito da Corbaccio, genere narrativa rosa, data d’uscita 17/10/13.
Di Ilde ce n’è una sola, romanzo di Andrea Vitali edito da Garzanti, genere narrativa, data d’uscita 21/10/13.
Felici i felici, romanzo di Yasmina Reza edito da Adelphi, genere narrativa, data d’uscita 16/10/13.
Giungla, romanzo di Clive Cussler e Jack Du Brul edito da Longanesi, genere avventura, data d’uscita 03/10/13.
I guardiani della storia, romanzo di Elisabetta Cametti edito da Giunti, genere giello e thriller, data d’uscita 23/10/13.
Il 49esimo Stato, romanzo di Stefano Amato edito da Feltrinelli, genere narrativa, data d’uscita 10/10/13.
Il bordo vertiginoso delle cose, romanzo di Gianrico Carofiglio edito da Rizzoli, genere narrativa, data d’uscita 21/10/13.
Il calice della vita, romanzo di Glenn Cooper edito da Nord, giallo e thriller, data d’uscita 24/10/13.
Il cerchio dei morti, romanzo di Harry Bingham edito da Giunti, genere giallo e thriller, data d’uscita 16/10/13.
Il club delle cattive ragazze, scritto da Sophie Hart, editore Feltrinelli, genere narrativa, data d’uscita 23/10/13.
Il concerto, romanzo di Alain Claude Sulzer edito da Sellerio, genere narrativa, data d’uscita 10/10/13.
Il custode del museo delle cere, opera di Raffaele Nigro edita da Rizzoli, genere narrativa, data d’uscita 16/10/13.
Il desiderio di essere come tutti, romanzo di Francesco Piccolo edito da Einaudi, genere narrativa, data d’uscita 29/10/13.
Il giardino degli oleandri, romanzo di Rosa Ventrella edito da Newton Compton, genere narrativa, data d’uscita 03/10/13.
Il libro dell’amore proibito, romanzo di Mario Desiati edito da Mondadori, genere narrativa, data d’uscita 29/10/13.
Il libro delle mie vite, opera di Aleksandar Hemon edita da Einaudi, genere narrativa e autobiografico, data d’uscita 15/10/13.
Il mio cuore cattivo, scritto da Wulf Dorn, editore Corbaccio, genere psicothriller, data d’uscita 31/10/13.
Il mio disastro sei tu, romanzo di Jamie McGuire edito da Garzanti, genere narrativa, data d’uscita 17/10/13.
Il padre infedele, romanzo di Antonio Scurati edito da Bompiani, genere narrativa, data d’uscita 01/10/13.
Il Paese che amo, romanzo di Simone Sarasso edito da Marsilio, genere giallo e mistery, data d’uscita 02/10/13.
Il principe perduto, scritto da Jennifer A. Nielsen, editore Feltrinelli, genere fantasy per ragazzi, data d’uscita 23/10/13.
Il sacrificio. I regni di Nashira, romanzo di Licia Troisi edito da Mondadori, genere fantasy per ragazzi, data d’uscita 29/10/13.
Il seminatore, romanzo di Riccardo Perissich edito da Longanesi, genere giallo e thriller, data d’uscita 10/10/13.
Il sezionatore, scritto da Raabe Marc, editore Newton Compton, genere giallo e thriller, data d’uscita 10/10/13.
Il sogno dell’Incubo, romanzo di Marta Palazzesi edito da Giunti, genere fantasy, horror e gotico per ragazzi, data d’uscita 09/10/13.
Il sonnambulo, romanzo di Sebastian Fitzek edito da Einaudi, genere giallo e thriller, data d’uscita 01/10/13.
Io sono Malala, opera di Malala Yousafzai edita da Garzanti, genere autobiografico, data d’uscita 08/10/13.
Istruzioni per cinquantenni innamorate, romanzo di Pascal Morin edito da Einaudi, genere narrativa, data d’uscita 01/10/13.
L’amore ai tempi della neve, scritto da Simon Sebag Montefiore, editore Corbaccio, genere narrativa, data d’uscita 10/10/13.
L’amore ha la febbre alta, scritto da Slash Coleman, editore Newton Compton, genere narrativa, data d’uscita 10/10/13.
L’importanza dei luoghi comuni, romanzo di Marcello Fois edito da Einaudi, genere giallo, data d’uscita 15/10/13.
L’ombra, romanzo di Roger Hobbs edito da Einaudi, giallo, data d’uscita 15/10/13.
L’uomo del sole, romanzo di Jeffery Deaver edito da Rizzoli, genere giallo, data d’uscita 30/10/13.
L’uomo della sabbia, romanzo di Lars Kepler edito da Longanesi, genere giallo, mistery e noir, data d’uscita 17/10/13.
L’ultima parola, romanzo di Hanif Kureishi edito da Bompiani, genere narrativa, data d’uscita 18/10/13.
La banda Sacco, romanzo di Andrea Camilleri edito da Sellerio, genere giallo e mistery, data d’uscita 17/10/13.
La battaglia della vendetta. La saga degli invincibili, romanzo di Andrea Frediani edito da Newton Compton, genere romanzo storico, data d’uscita 24/10/13.
La fabbrica dei cattivi, romanzo di Diego Agostini edito da Giunti, genere giallo, data d’uscita 30/10/13.
La festa dell’insignificanza, romanzo di Milan Kundera edito da Adelphi, genere narrativa, data d’uscita 30/10/13.
La lista nera, romanzo di Frederick Forsyth edito da Mondadori, genere giallo e spionaggio, data d’uscita 22/10/13.
La mano, romanzo di Henning Mankell edito da Marsilio, genere giallo e mistery, data d’uscita 09/10/13.
La morte delle api, scritto da Lisa O’Donnell, editore Newton Compton, genere narrativa, data d’uscita 17/10/13.
La ragazza dallo scialle rosso, romanzo di Linn Ullmann edito da Guanda, genere giallo, data d’uscita 10/10/13.
La ricetta proibita, scritto da Jonathan Grimwood, editore Newton Compton, genere romanzo storico, data d’uscita 10/10/13.
La strada verso casa, romanzo di Fabio Volo edito da Mondadori, genere narrativa, data d’uscita 22/10/13.
La scelta di Giulia, romanzo di Brunella Schisa edito da Mondadori, genere narrativa, data d’uscita 01/10/13.
La via del pavone, romanzo di Alessandro Schwed edito da Mondadori, genera narrativa, data d’uscita 22/10/13.
La vita sognata di Ernesto G., romanzo di Jean-Michel Guenassia edito da Salani, genere narrativa, data d’uscita 17/10/13.
Le chiavi del potere, scritto da Steve Berry, editore Nord, genere giallo, data d’uscita 31/10/13.
Le lacrime del lago Tai, romanzo di Qiu Xiaolong edito da Marsilio, genere giallo e mistery, data d’uscita 09/10/13.
Le ossa dei perduti, romanzo di Kathy Reichs edito da Rizzoli, genere giallo, data d’uscita 09/10/13.
Livelli di vita, opera di Julian Barnes edita da Einaudi. A un certo livello la vita è aria, genere narrativa, data d’uscita 01/10/03.
Ma come tu resisti, vita, opera di Mariapia Veladiano edita da Einaudi, genere narrativa e saggistica, data d’uscita 22/10/13.
Moscerine, opera di Anna Marchesini edita da Rizzoli, genere narrativa e racconti, data d’uscita 30/10/13.
Millennio di Fuoco. Seija, romanzo di Cecilia Randall edito da Mondadori, genere fantasy, data d’uscita 15/10/13.
Mogli infedeli, scritto da Anna Lou Weatherley, editore Newton Compton, genere narrativa rosa, data d’uscita 10/10/13.
Nel cuore dell’anatomista, romanzo di Daniele Derossi edito da Bompiani, genere giallo e thriller, abiemtazione storica, data d’uscita 21/10/13.
Nessuno conosce il mio nome, romanzo di Anna Grue edito da Marsilio.
Neve a primavera, scritto da Sarah Jio, editore Nord, genere narrativa, data d’uscita 24/10/13.
Nevicava sangue, romanzo di Eraldo Baldini edito da Einaudi, genere narrativa, data d’uscita 29/10/13.
Non tutti gli uomini vengono per nuocere, romanzo di Federica Bosco, edito da Mondadori, genere narrativa rosa, data d’uscita 08/10/13.
Ologramma per il re, romanzo di Dave Eggers edito da Mondadori, genere narrativa, data d’uscita 15/10/13.
Ora sei mia, romanzo di Hans Koppel edito da Piemme, genere giallo e thriller, data d’uscita 22/10/13.
Per Isabel. Un mandala, opera di Antonio Tabucchi edita da Feltrinelli, genere narrativa, data d’uscita 09/10/13.
Portami via, scritto da Byrne Tanya, editore Newton Compton, genere thriller, data d’uscita 03/10/13.
Prima che tu mi tradisca, romanzo di Antonella Lattanzi edito da Einaudi, genere narrativa, data d’uscita 22/10/13.
Sara. Le vendicatrici, romanzo di Massimo Carlotto e Marco Videtta edito da Einaudi, genere giallo e mistery, data d’uscita 08/10/13.
Sei come sei, romanzo di Melania G. Mazzucco edito da Einaudi, genere narrativa, data d’uscita 08/10/13.
Sotto una coperta di stelle, romanzo di Marjorie Morningstar edito da Giunti, genere narrativa, data d’uscita 23/10/13.
Storia di chi fugge e di chi resta, romanzo di Elena Ferrante pubblicato da Edizioni E/O, genere narrativa, data d’uscita 30/10/13.
Teardrop, romanzo di Lauren Kate edito da Rizzoli, genere gotica e fantasy per ragazzi, data d’uscita 30/10/13.
Tempo di guerra, romanzo di Giuliano Zincone edito da Rizzoli, genere narrativa, data d’uscita 16/10/13.
Tienimi con te. The Secret Trilogy, romanzo di Jessica Sorensen edito da Newton Compton, genere narrativa rosa, data d’uscita 24/10/13.
Touched. La carezza del destino, romanzo di Elisa S. Amore edito da Nord, genere fantasy, horror e gotico, data d’uscita 03/10/13.
Una piccola impresa meridionale, romanzo di Rocco Papaleo edito da Mondadori, genere narrativa, data d’uscita 08/10/13.
Una sera a Parigi, romanzo di Nicolas Barreau edito da Feltrinelli, genere narrativa, data d’uscita 09/10/13.
Via XX Settembre, scritto da Simonetta Agnello Hornby, editore Feltrinelli, genere narrativa, data d’uscita 30/10/13.
Voltati e sorridi, romanzo di Jonathan Tropper edito da Garzanti, genere narrativa, data d’uscita 03/10/13.
Wool, romanzo di Hugh Howey edito da Fabbri, genere fantascienza, data d’uscita 16/10/13.


Condividi articolo

Autore

Ketty

Appassionata di tutto e di niente, cerca quotidianamente di combattere la sindrome da "Nessuna ne fa e cento ne pensa". Non essendo ancora riuscita a scoprire cosa farà da grande, non le resta che provare ... un giorno scoprirà il suo talento!

Scrivi un commento