Il barattolo dei momenti felici

2

Il barattolo della felicità è un modo semplice di ricordare a te stesso ogni giorno il bene che è venuto fuori dalla giornata, anche se la giornata è stata una sfida, dura e faticosa, l’idea è nata un paio di anni fa grazie alla scrittrice Elisabeth Gilbert di Mangia, prega, ama.

In America è molto conosciuto come “memory jar“, cioè il barattolo della memoria che contiene le emozioni ed i ricordi di ogni lungo anno.
Più che creare un vaso dei ricordi a me ha colpito di più il fatto che in ogni giornata per quanto brutta possa essere stata c’è sempre un singolo momento positivo, può essere anche un attimo sfuggevole, un emozione qualsiasi che dimentichiamo quasi subito, ed invece così fermiamo quel momento e ne prendiamo consapevolezza.

All’inizio dell’anno si sceglie un barattolo e si riempie.
Ogni giorno, pensa a qualcosa che ti ha fatto felice, potrebbe essere qualcosa cosa che è accaduto quel giorno, cerca di essere sincero con te stesso, non ci sono regole, anche se l’idea è quella di utilizzarlo ogni giorno, la vita è piena di eventi ed imprevisti e se ci si dimentica o non si può fare, non essere triste, non sentirti in colpa con te stesso, non mettere paletti, deve essere una cosa piacevole, non un rituale che ti imprigiona.
Puoi appuntare il momento su qualsiasi cosa anche un tovagliolo e poi oggi il telefono ci aiuta parecchio per scrivere una nota per poi trascriverla in un secondo momento.
Poi invece potete usarlo come appunto come memory jar, un raccoglitore di ricordi,  mettendo altre cose nel vaso, un segno fortunato, un biglietto di un viaggio hai amato o una nota di una persona cara, un biglietto del cinema o quello della partita decisiva della squadra del cuore, anche il tappo della bottiglia stappata in un momento speciale.
Potrebbe essere un idea da fare anche con i vostri bambini, oppure con con il vostro compagno, una coppia, per esempio, può impegnarsi a scrivere le cose che hanno amato dell’altro.

Leggere i messaggi quando la vita diventa dura, questa è la parte più bella di utilizzare un barattolo di felicità.
Quando senti che tutto capita a te e che non c’è molta felicità nella tua vita, prendi un paio di messaggi e leggerli e rendendosi conto che ogni giorno c’è un momento di gioia.
Potete aprirlo a fine anno e leggere i bigliettini per ricordare tutte le cose positive che l’anno ci ha donato e, così, affrontare al meglio anche il nuovo anno.


Condividi articolo

Autore

Ketty

Appassionata di tutto e di niente, cerca quotidianamente di combattere la sindrome da "Nessuna ne fa e cento ne pensa". Non essendo ancora riuscita a scoprire cosa farà da grande, non le resta che provare ... un giorno scoprirà il suo talento!

2 commenti

  1. Avatar

    Si, anche a me piace di più l’idea di aggiungere solo un bigliettino ogni giorno che racconta qualcosa di bello, di positivo accaduto nella giornata oppure un ricordo che è affiorato, un momento di felicità. Bella idea.

Scrivi un commento