In libreria a Ottobre 2012

2

Insieme alla  frescura di ottobre arriva anche la seconda pagina di questa rubrica “In libreria”, che ci racconterà le novità editoriali relative al mese di ottobre  2012.

Vi ricordo che il post non sarà statico, ma dinamico, cioè verrà aggiornato in base alle informazioni acquisite giorno per giorno ed i libri saranno inseriti in ordine cronologico d’uscita, ho aggiunto a fine pagina l’elenco dei libri usciti in ordine alfabetico. Si accettano consigli e suggerimenti per migliorare questa rubrica.

La piramide rossa è il primo volume della trilogia “The Kane Chronicles” scritta da Rick Riordan, editore Mondadori, data d’uscita 02/10/12, genere Fantasy per ragazzi.
Carter e Sadie Kane sono due fratelli che dal giorno della scomparsa della loro madre vivono separati: Sadle a Londra insieme ai nonni materni e Carter in viaggio per il mondo con il papà archeologo Julius. Ai fratelli Kane sono concessi solo due giorni all’anno da trascorrere insieme, e durante uno di questi Julius decide di portare i figli al British Museum, dove ha in mente di convocare il Dio egiziano della morte Osiride. Nel corso della cerimonia però qualcosa va storto e quatto divinità vengono liberate nel mondo contemporaneo: Horus, Seth, dio del caos, Nefti, divinità dell’oltretomba, e Iside, dea della maternità. Le divinità risvegliate potrebbero distruggere tutto ciò che conosciamo e solo i due fratelli possono tentare di fermarli… soprattutto perché presto scopriranno di essere gli ultimi due discendenti dei faraoni!

Doppio misto, romanzo di Raffaele La Capria, editore Mondadori, data d’uscita 02/10/12, genere narrativa.
Un viaggio in America alla fine degli anni ’50. Una crudele e sensuale governante tedesca. Il funerale dell’amico più caro. L’amore di tutta una vita. Raffaele La Capria ricongiunge eventi lontani nel tempo e nello spazio e li fa brillare di una luce nuova. Il risultato è una moderna educazione sentimentale che, in quattro memorabili episodi, racconta le più forti passioni umane: l’amore e il desiderio. Spaziando dalle gelide spiagge del Massachusetts alle punizioni sadiche di una baby-sitter, destinate a turbare per sempre le fantasie di un bambino, La Capria indaga le vie tortuose dell’animo umano, senza timore di scendere nei meandri più oscuri, ma senza nasconderne i sentimenti più profondi e nobili. Così La Capria, alla vigilia del suo novantesimo compleanno, regala ai lettori un libro emozionante, che mette in scena l’infinita lotta del cuore, una partita a tennis giocata ogni giorno da donne e uomini, come in un doppio misto.

Lo spacciatore di carne, romanzo di Giuliano Sangiorgi edito da Einaudi, data d’uscita 02/10/12, genere narrativa.
Edoardo, universitario pugliese a Bologna, racconta la storia della propria pazzia amorosa. Novello Orlando metropolitano, solo piú innamorato e molto piú furioso, Edoardo rievoca, in un continuo gioco di specchi con il proprio passato, il trauma del primo animale ucciso dal padre macellaio, l’orrore del sangue che cola dalle carcasse appese, l’avventura del viaggio in treno verso l’università e l’incontro con Stella, una ragazza appassionata di morsi e golosa di sangue, di cui si innamora all’istante. Ogni settimana il padre manda i tagli di carne piú pregiati al figlio che studia lontano e lui li usa per far colpo sugli amici. Quando però Stella lo tradisce, per Edoardo la carne diventa ossessione. Inizia a spacciarla, tagliandola in banconote, che utilizza come denaro contante. In un mondo perennemente allucinato, popolato da belve fameliche, dove tutto sembra possibile. Persino la redenzione. La vita degli studenti e la provincia pugliese si caricano di accenti mitici e ancestrali. Sangue, sacro e droga, si confondono in un unico grido d’amore e follia.

Non uscirò vivo da questo mondo, scritto da Steve Earle, editore Mondadori, data d’uscita 02/10/12, genere narrativa.
Doc Ebersole vive con il fantasma di Hank Williams, non solo in senso figurato, non solo perché è stata una delle ultime persone a vedere ancora vivo il leggendario musicista country, e non solo perché circolano un sacco di voci secondo le quali sarebbe stato lui a fornire ad Hank la dose finale di morfina che lo ha ucciso. Nel 1963, dieci anni dopo la morte di Hank, lo stesso Doc è devastato dalla dipendenza. Da quando gli è stata levata la licenza di esercitare il mestiere di dottore. Vive in una squallida camera d’affitto nel quartiere a luci rosse nella periferia di San Antonio, Texas, dove esegue aborti e ricuce ferite ora da armi da fuoco ora da lame di vario tipo. Ma quando Gracida, una giovane immigrante messicana, fa la sua comparsa per farsi aiutare dal dottore, cominciano a verificarsi cose che hanno del miracoloso. Gracida ha una ferita al polso che non si vuole rimarginare, eppure è proprio lei che è capace di curare gli altri semplicemente col tocco delle sue mani. Chiunque la incontri finisce per essere trasformato in meglio, eccezion fatta per il rabbioso fantasma di Hank, al quale proprio non piace vedere Doc cavarsela bene. “Non uscirò mai vivo da questo mondo” è una vera e propria ballata di rimorso e redenzione che racconta come ricreare noi stessi e il nostro mondo grazie al più insignificante dei miracoli.

Quello che fanno nel buio, romanzo di Amanda Coe edito da Einaudi, data d’uscita 02/10/12, genere narrativa.
Credi di sapere quello che fanno nel buio. Di poterlo immaginare. Ma non conosci il buio. E non conosci loro. In fondo Gemma e Pauline sono solo due bambine di dieci anni, cosa potrà mai nascondere la loro vita? Due ragazzine come tante, due compagne di scuola che sembrano non condividere nulla: socialmente privilegiata, cresciuta in un ambiente (all’apparenza) iperprotettivo, l’ingenua Gemma; povera, posseduta da una rabbia che sembra aver ricevuto con il latte della madre prostituta, l’aggressiva Pauline. Invece la loro amicizia, strana, casuale, un po’ storta, cresce su ciò che le unisce: la violenza di una città operaia e disagiata, l’atmosfera di impalpabile ma incombente minaccia che pervade le loro fragili esistenze. E poi c’è la comune passione – anzi ossessione – per Lallie. Attrice bambina, piccola lolita televisiva, Lallie dà corpo, un corpo fasciato da tutine aderenti e precocemente ammiccanti, a tutti i sogni di Gemma e Pauline. Quando la piccola diva verrà in città per girare un film – in cui interpreta la vittima di un pedofilo – le vite delle tre ragazzine si incontreranno in un’esplosione di orrore, un precipitato di tutta la violenza, la rabbia, i tradimenti, gli abusi, le invidie che hanno accumulato nelle loro vite. Esistenze brevi, ma lunghe abbastanza per veder morire il futuro. Perché è questo che unisce Gemma e Pauline: il buio che le avvolge e nasconde, che cela colpevoli e responsabilità. Il loro essere vittime. Il diventare, a loro volta, carnefici.

Cogan, romanzo di George V. Higgins edito da Einaudi, data d’uscita 02/10/12, genere giallo e mistery.
Jackie Cogan è un sicario un po’ burocrate in forze alla mafia che opera nella zona di Boston. Quando una bisca controllata dai picciotti viene rapinata da tre balordi proprio il giorno in cui la posta è altissima, è a Cogan che viene chiesto di occuparsi della cosa. Nella vicenda sono invischiati personaggi di tutti i tipi ­ gorilla italoamericani, ladri di cani, scrocconi, truffatori e maneggioni ­ e ciascuno di loro ha un frammento di storia da raccontare, un pezzetto della vicenda che spiegherà il quadro generale. Alla fine Cogan risolverà il problema a modo suo. Mettendo a tacere le chiacchiere e ripristinando l’ordine a colpi di calibro 38. Higgins ha una capacità del tutto straordinaria di raccontare la vita criminale. Un tour de force narrativo geniale, dai dialoghi strepitosi, che culmina in un crescendo di tensione da annali del crime.

Nero è il mio cuore, romanzo di Hervé Le Corre edito da Piemme, data d’uscita 02/10/12, genere Gialli, Thriller, Horror.
Pierre Vilar è comandante di polizia a Bordeaux. La sua vita è finita alle 11.38 di un martedì mattina, quando, per otto minuti di ritardo, ha perso per sempre suo figlio Pablo, dieci anni, svanito nel nulla all’uscita da scuola. Da allora, ogni ricerca è stata vana, eppure l’uomo si aggrappa ancora alla speranza assurda di ritrovarlo vivo, e paga un ex poliziotto in pensione perché porti avanti le indagini. Mentre lui, ogni giorno, intorno alle 11.15, si apposta in auto fuori dalla scuola, una calibro 9 sul sedile a fianco, e segue con lo sguardo i bambini non accompagnati che si allontanano da soli. Pronto a proteggerli.Victor ha tredici anni. La sua infanzia è finita quando, rientrando a casa un giorno come tanti, ha trovato in camera da letto una donna dalla pelle livida, il viso tumefatto, l’espressione impietrita dall’orrore: sua madre, brutalmente uccisa. Da quel momento, il ragazzino si è chiuso in un ostinato mutismo. Le strade di Pierre e Victor si incrociano quando il primo è incaricato di indagare sulla morte della donna. Ma non appena inizia a scorgere una pista, la situazione gli si ritorce contro: il commissario diventa bersaglio di molestie telefoniche e pedinamenti in strada. E chi lo perseguita sembra sapere tutto di suo figlio. Pierre e Victor si scopriranno prede di un unico disegno criminale. Già uniti nella solitudine, lo saranno anche nel tentativo di salvarsi la vita.

I figli della libertà. Le cronache di Braveheart, romanzo di Jack Whyte edito da Piemme, data d’uscita 02/10/12, genere Romanzo storico.
Scozia, 1285. Il giovane William Wallace è in fuga dalle terre di Carrick con il cugino James dopo il barbaro massacro della sua famiglia a opera di alcuni inglesi. È pomeriggio inoltrato, l’ora in cui il sole allunga le ombre sui pendii delle colline, quando il valoroso arciere Ewan Scrymgeour, un tempo al servizio di Edoardo d’Inghilterra, lo salva dalle insidie della foresta e ne diventa tutore e maestro. Il segreto desiderio di William è però quello di vendicare il torto subito: abbandona gli studi e si dedica interamente alla disciplina del tiro con l’arco, sotto la preziosa guida di Ewan. Carattere ostinato, straordinario valore e un temperamento di rara e incondizionata forza lasciano intravedere il glorioso destino che lo attende.Ingiustamente ricercato come fuorilegge, William raduna nel cuore della foresta di Selkirk, nel sud della Scozia, le prime vittime della crescente prepotenza inglese, che, nel nome di un fittizio accordo tra corone e false promesse scambiate tra sovrani, mira a occupare e sottomettere, tra presagi e venti di guerra, l’intera nazione. Da quelle terre selvagge del sud inesplorato muoverà il destino di Wallace, orgoglioso e ribelle, costretto a diventare eroe, simbolo e guida di un popolo verso la libertà.

La conservazione metodica del dolore, romanzo di Ivano Porpora edito da Einaudi, data d’uscita 02/10/12, genere narrativa italiana.
Con la sua voce limpida e trasognata uno strambo cantastorie si aggira per Viadana, il paese dove il passato sembra smarrito, e ne risveglia la memoria. Il romanzo d’esordio di Ivano Porpora. A causa di un attacco epilettico che risale al dicembre del ’79 Benito, fotografo quarantacinquenne, ha rimosso un decennio della sua esistenza. Ma un giorno il volto di Margherita affiora dolorosamente dall’oblio e lo costringe a ricordare. A cercare il senso di Omissis, la raccolta di foto senza nesso apparente che Benito ha proposto per la mostra piú importante della sua carriera. Ad affrontare il fantasma delle donne che non ha saputo amare, e anche sua moglie Angela, che gli chiede di essere un uomo migliore. A salvare sua figlia da una fatale eredità. Per riemergere dal nero di china in cui è sprofondato con l’illusione di proteggersi dal proprio male, Benito ci si deve tuffare ancora una volta. Ogni foto di Omissis scatena un ricordo. Ogni ricordo ha il volto, la voce di un mondo vitale e scomparso. Ma anche l’afa di un pomeriggio in riva al fiume, in cui l’infanzia fu inghiottita dal dolore.

Il cassetto dei ricordi segreti, scritto da Rutledge Lynda, data d’uscita 02/10/12, genere narrativa.
Sono vent’anni che Faith Bass Darling non si fa vedere in giro: da quando, perso il figlio in un tragico incidente e il marito in circostanze poco chiare, e abbandonata dalla figlia dopo l’ennesimo litigio, ha sbattuto la porta in faccia a tutti, Dio compreso. Ma l’ultimo giorno del millennio, allo scoccare della mezzanotte, sente proprio la voce di Dio annunciarle che è giunta la sua ora. E così, a settant’anni e malata di Alzheimer ma con il suo intramontabile portamento regale e una Lucky Strike senza filtro tra le labbra, spalanca l’antica villa di famiglia per venderne in giardino gli oggetti preziosi. Mentre i vicini fanno man bassa di pezzi d’antiquariato a prezzi stracciati, sua figlia Claudia, informata di quella follia da un’amica d’infanzia, decide di tornare. Lì, di fronte ai frammenti di una vita, lei e la madre dovranno ricomporre il passato, i non detti, i drammi mai superati. E affrontarsi una volta per tutte.

13 sotto il lenzuolo, scritto da Pavone Giuliano, editore Marsilio, data d’uscita 03/10/12, genere narrativa.
Nel settembre 1982 a Sprusciàno, un insignificante paese della bassa Puglia, Federico Nugnes Peluso, ventiduenne rampollo di una famiglia nobile in declino, aspetta a riprendere gli studi universitari a Milano per lavorare, nel finale della stagione estiva, all’Hotel Paradise, in cui stanno per iniziare le riprese di una di quelle commedie sexy che, in voga per un decennio, stanno sparando gli ultimi colpi. Ispirato da una scena del film – e con la complicità di Donato, amico d’infanzia ritrovato che lavora al bar-ricevitoria del Totocalcio dell’odioso Ciccio Trunfio – Federico riesce a “giocare” una schedina senza compilarla, per poi farlo a risultati certi, apparendo così vincitore del tredici miliardario. Pavone miscela gli ingredienti della migliore commedia all’italiana: alla risata liberatoria si affianca la riflessione, ai riferimenti pop un lirismo intenso e calibrato in leggerezza, sotto il lenzuolo è un affresco coinvolgente, in cui luoghi e caratteri si stagliano con straordinaria nitidezza, e la sua Puglia, dai profumi e i cattivi odori ugualmente realistici vive nella sua essenza di terra meticcia, fatta di meraviglie naturali e reminiscenze arcaiche, ma anche di abusi edilizi e piattume globalizzato.

Arsalon. Il regno delle ombre, scritto da Alice Montanaro e Gianandrea Siccardi, editore La corte Editore, data d’uscita 03/10/12, genere Fantasy.
Sembrano appartenere a un’altra vita i giorni sereni in cui Arsalon era un impero pacifico e Sevrian soltanto un ragazzo spensierato. Tutto invece è cambiato fin troppo in fretta. Dopo aver assistito all’assassinio dell’imperato­re, Sevrian è dovuto fuggire, ha subito il tradimento del migliore amico e deve ora nascondersi da Sidereus, il re degli elfi, che tiranneggia l’impero e cerca il giovane per uccidere l’unico uomo che possa rivendicare legittimamente il trono. L’ombra della guerra è alle porte. Morte, odio e paura si percepiscono nell’aria. Così, forte di una compagnia coraggiosa, Sevrian intraprende un viaggio oltre i confini del suo mondo, per chiedere inaspettatamente aiuto a non-morti e negromanti. Ma sarà davvero la scelta giusta? Riuscirà a trovare alleati per la più grande battaglia che Arsalon abbia mai affrontato?

Dai cani, scritto da Helle Helle, editore Atmosphere, data d’uscita 03/10/12, genere narrativa.
Bente è seduta su una panchina poco distante dal mare in attesa di un autobus che non arriva, ma trova rifugio presso una giovane coppia, nella più profonda provincia danese. Sottratta alla violenza di un imminente uragano da John e Putte, la donna, alla ricerca di un posto tranquillo, prima si sistema sul loro divano e poi nella quotidianità della loro vita. John e Putte vivono una vita tranquilla cadenzata dalle più normali e semplici faccende quotidiane, interrotte soltanto da qualche fugace giro in bicicletta al distributore di benzina per comprare tortine alla crema e schedine del lotto e dalle uscite con i cani che lo zio di Putte ha affidato loro durante il suo ricovero in ospedale. Giorno dopo giorno riesce a fare proprio il ritmo di quelle esistenze tanto semplici quanto piene di concretezza e di senso e grazie alla ritualità responsabile di azioni e compiti estranei alla sua vita di prima si avvia gradualmente verso la riappropriazione di sé. Con un occhio straordinariamente acuto per la realtà della vita quotidiana, Helle Helle raffigura con calore e umorismo tagliente l’esaurimento nervoso di una donna spinta alla periferia geografica e sociale.

Romanzo irresistibile della mia vita vera raccontata fin quasi negli ultimi e più straordinari sviluppi, opera di Gaetano Cappelli edita da Marsilio, data d’uscita 03/10/12, genere narrativa italiana.
Gaetano Cappelli torna a raccontare una grande indimenticabile storia, dove l’avventura straordinaria di una vita si sovrappone tragicomicamente a quella dell’Italia di questi ultimi decenni in un affresco che ha la ricchezza e l’intensità dei rapinosi romanzi di una volta, quelli che si leggevano d’un fiato fino all’arrivo del giorno. Ma può una donna amata in una lontanissima estate della giovinezza e mai più rivista, sconvolgere ancora, dopo più di trentanni, l’esistenza di un uomo? È quanto accade a Giulio Guasso. Per lei, come in un romanzo di Fitzgerald, Giulio è divenuto scrittore e se non ne ha mai avuto il coraggio ci penserà il destino, attraverso le sue imperscrutabili trame, a farli rincontrare come, del resto, era già accaduto la prima volta. Messo al mondo per far da erede al sublime Arturo Benedetti Michelangeli – che lo chiede apparendo in sogno alla mamma – il giovane Giulio si ridurrà invece a insegnare pianoforte nei paesi dispersi tra le cupe foreste di un Sud selvaggio e incontaminato. Ma sarà proprio la madre di uno dei suoi allievi a mettere in moto la ruota del fato, procacciandogli l’incarico di pianista in un grande albergo di Ravello. Qui Giulio verrà proiettato a mille anni luce dall’esistenza nella sua grande famiglia meridionale, in quell’ambiente cosmopolita di cui ha avuto qualche fugace visione dai racconti di zio Sgiascì, carabiniere nella Roma della Dolce Vita e sciupafemmine impenitente nonché suo istruttore ai segreti dell’ars amandi.

Il bello della vita, scritto da Dan Rhodes, edito da Newton Compton, data d’uscita 04/10/12, genere narrativa.
La giovane Aurélie studia all’Accademia di Belle Arti di Parigi e conduce una vita abbastanza regolare. Fino a che il suo professore le chiederà di realizzare un bizzarro progetto creativo sulle conseguenze di alcune azioni e la combinazione tra volontà e casualità. Le conseguenze di un semplice gesto nel bel mezzo di una brulicante piazza parigina in un momento qualsiasi scateneranno una serie di avvenimenti che trasformeranno per sempre la vita di Aurelie e quella di coloro che la circondano. Tra notti alcoliche, incontri con personaggi bizzarri e coincidenze esilaranti, Aurélie percorrerà le strade di una Parigi magica e imprevedibile. In questa folle, straordinaria avventura la accompagnano l’amica Sylvie e il professor Papavoine, suo tutor nell’originale progetto che ha dato origine a tutto. Un libro divertente e romantico, ironico e geniale, in cui Dan Rhodes ci fa assaporare ancora una volta, con la sua eccezionale, dirompente scrittura, la vertiginosa bellezza della vita.

Il club dei ricordi perduti, romanzo di Ann Hood edito da Tre60, data d’uscita 04/10/12, genere narrativa.
Senza nessuno cui dedicarle, le parole sono vuote e inutili. Come vuota e inutile è ormai la vita di Mary Baxter, una brillante giornalista che ha visto il filo della sua esistenza spezzarsi un maledetto giorno di primavera. Tuttavia, con un matrimonio sull’orlo del fallimento e un lavoro che ha perso ogni significato, Mary sorprende per prima se stessa quando decide di seguire l’unico consiglio che le ha dato la madre per superare il dolore: iscriversi a un corso di lavoro a maglia. Scettica ma allo stesso tempo incuriosita, Mary inizia quindi a frequentare la merceria di Alice – una premurosa e saggia vecchietta – dove cinque donne si ritrovano ogni mercoledì sera per creare sciarpe, maglioni, cappellini e calzini. Così, col passare delle settimane, si instaura un profondo rapporto di intimità e amicizia tra Mary e le componenti del «club», che durante le sedute le raccontano il proprio passato. Come Scarlet, che ha deciso di aprire una panetteria dopo aver perso l’amore; o Beth, madre di quattro figli, che si porta dietro un grande rimpianto; e poi Lulu, Ellen, Harriet, ognuna con la sua storia e i suoi segreti, le gioie e le delusioni, i successi e i fallimenti… E saranno proprio quelle donne e la serenità trasmessa dal lavoro a maglia ad aiutare Mary a capire che è sempre possibile uscire dal guscio in cui ci rinchiudiamo, per aprirci di nuovo alla vita e all’amore.

Se mi chiami mollo tutto… però chiamami, romanzo di Albert Espinosa edito da Salani, data d’uscita 04/10/12, genere narrativa.
È un momento difficile nella vita di Dani. La sua compagna sta per lasciarlo, il loro rapporto sembra essere giunto a un punto morto, anche se lui sa di amarla ancora. Proprio mentre la donna sta facendo le valigie, Dani riceve la telefonata di un padre disperato, che gli chiede aiuto. Dani infatti si dedica a trovare bambini scomparsi, un mestiere strano, che ha origine nel suo passato e nella sua disperata voglia di fuggire… La ricerca di questo ragazzino lo porterà a Capri, un luogo magico nel quale riaffioreranno ricordi della sua difficile infanzia e delle due persone che hanno lasciato il segno nella sua vita, due incontri casuali ma fondamentali per lui. Un ritorno al passato che porterà Dani a riflettere sul suo presente, sulla sua difficile relazione e sulle cose che contano davvero.

La biblioteca sotterranea dell’alchimista, romanzo di Marcello Simoni edito da Newton Compton, data d’uscita 04/10/2012, genere Gialli, Thriller, Horror.
Spagna, estate del 1227. Il mercante Ignazio da Toledo è convocato ad Andújar, presso Córdoba, in un presidio militare del re Ferdinando III di Castiglia. Bianca, la regina di Francia da poco rimasta vedova, è stata rapita. Il rapitore si fa chiamare Conte di Nigredo e ha la fama di essere un alchimista. A Ignazio è affidato l’incarico di indagare sull’accaduto. La ricerca della verità lo porta a imbattersi nel vescovo Folco di Tolosa, che forse ha ottenuto notizie sul rapimento di Bianca tramite l’esorcismo di un ossesso. Ma questi si rivela solo un uomo affetto da una strana forma di pazzia, scatenata dalle fasi di trasmutazione alchemica. L’origine di questo male è il castello di Airagne, proprio la dimora del Conte di Nigredo e la prigione della regina Bianca. In questo castello, dove si conservano alcune lettere che mettono in relazione l’alchimia con la filatura della lana, Bianca condivide una reclusione forzata con il legato pontificio Romano Frangipane e il luogotenente regio Umbert de Beaujeu. Alle prese con i misteri nascosti in quella dimora, Ignazio dovrà separarsi dal suo fidato aiutante, Uberto, incaricato di recuperare un libro di alchimia chiamato Turba philosophorum, tenuto in custodia presso la rocca di Montségur. Intanto Ignazio scoprirà che i sotterranei del castello del conte ospitano un enorme laboratorio alchemico e che nascondono verità sconvolgenti sulla regina.

La lettrice di fiori, romanzo di Elizabeth Loupas, editore Newton Compton, data d’uscita 04/10/12, genere romanzo storico.
Un’appassionante saga rinascimentale, tra intrighi di corte e profezie segrete.
Scozia, 1560. Rinette Leslie di Granmuir possiede un’abilità unica al mondo: pratica la floromanzia, l’antica arte che permette di predire il futuro osservando i fiori. Eppure il suo dono non la metterà al riparo da una tragedia imminente. La regina di Scozia, in punto di morte, le consegna infatti uno scrigno che contiene i più oscuri segreti della casa reale e la prova degli intrighi dei nobili di corte, ma anche una terribile profezia di Nostradamus, che minaccia il destino della monarchia. La giovane Rinette commette un errore fatale: poco prima di recarsi dalla nuova sovrana, Maria Stuarda, da poco insediatasi sul trono di Scozia, mostra lo scrigno al marito, firmando inconsapevolmente la sua condanna a morte. Dei cortigiani senza scrupoli, pronti a tutto pur di entrare in possesso del prezioso oggetto, arriveranno a ucciderlo. Distrutta dal dolore e circondata da persone che cercano di costringerla a risposarsi, Rinette ha un solo modo per sottrarsi alle loro sordide trame: affidarsi ai fiori, al loro potere magico e ancestrale, che ancora una volta riuscirà a renderla immune ai pericoli che incombono su di lei.

Notti di guardia, romanzo di Giuseppe Naretto edito da Ponte alle Grazie, data d’uscita 04/10/12, genere giallo e mistery.
La nuova voce letteraria del giallo italiano. Il dottor Massimo Dighera lavora nella rianimazione di un grande ospedale. Una notte, nel suo reparto viene ricoverato Aldo Martinez, vittima di un gravissimo incidente stradale. Per uno come Dighera, stare al fianco chi lotta tra la vita e la morte è storia di tutti i giorni, ma di fronte a quest’uomo ammutolito, immerso nel suo sonno indotto, in lui scatta qualcosa: sente il bisogno di capirci di più. Perché un manager in carriera, di ritorno da un viaggio d’affari, si getta all’improvviso contro un TIR? E di chi è la voce disperata che chiama in reparto, chiedendo notizie di lui? Ha così inizio un’indagine che dal letto d’ospedale passa al luogo dell’incidente, per arrivare a Londra e tornare molto, forse troppo vicino. Abituato a confrontarsi con la sinistra prossimità della morte, dibattuto tra la realtà asettica e rarefatta del reparto d’ospedale e quella opaca e compromessa della vita – anche della sua – Dighera sperimenta il disorientamento che si prova, talvolta, di fronte alla nudità del cuore di un altro essere umano: forse vittima, forse carnefice, forse entrambe le cose. Notte dopo notte, mentre il corpo di Martinez inizia a rispondere alle cure, Dighera si ritrova sempre più impigliato nei tormenti della sua anima, fino al punto in cui viene da chiedersi se la verità sia così importante e se non sia meglio tornare a essere, semplicemente, un medico che salva una vita.

La cerimonia, romanzo scritto da Patterson James e Paetro Maxine, editore Longanesi, data d’uscita 04/10/12, genere gialli e thriller.
Il nuovo romanzi della serie delle “Donne del club omicidi”.
Tutto è pronto per il matrimonio della detective Lindsay Boxer con Joe Molinari, anche se lei è tormentata dai dubbi: riuscirà a essere una brava moglie, a costruirsi una vita familiare, nonostante il suo terribile lavoro, che le porta via tempo ed energie? E, quasi a conferma dei suoi dubbi, un fatto agghiacciante scuote San Francisco: un’adolescente viene trovata in fin di vita. La ragazza ha appena partorito, ma del neonato non c’è traccia. Chi e perché lo ha portato via? Anche le sue amiche del Club Omicidi sono piene di problemi, a cominciare dall’avvocato Yuki Castellano, alle prese con un caso che potrebbe distruggerle la carriera. Insomma c’è molto da fare prima che risuonino le note della marcia nuziale…

Più dolce delle lacrime, romanzo di Nafisa Haji edito da Garzanti, data d’uscita 04/10/12, genere narrativa.
Dopo il grande successo della Bambina ribelle, Nafisa Haji ci regala un nuovo piccolo gioiello. Più dolce delle lacrime è la storia di un amore proibito e di una famiglia spezzata, e allo stesso tempo una potente lezione sull’animo umano, sui legami che ci imprigionano, le scelte che ci dividono, le gioie e i dolori universali che plasmano le nostre vite giorno per giorno. Esiste un modo per non credere a quello che ci dicono i nostri occhi? Quelli di Josephine e del suo fratello gemello Chris sono due grandi pozze scure, due occhi color nocciola, come l’autunno. Due occhi che per i primi diciotto anni di vita non hanno mai avuto dubbi. La loro è una famiglia legata dall’amore, dalla fiducia, da precetti di fede che insegnano l’onestà e la trasparenza. Precetti che non ammettono il dubbio. Fino al giorno in cui a scuola non vengono spiegate le leggi di Mendel sulla genetica. E Josephine capisce che due genitori dagli occhi azzurri come i suoi non potranno mai e poi mai generare occhi scuri. In un primo momento la ragazza si limita a ignorare i sussurri del sospetto, fingendo di non vedere quello che ogni mattina si riflette nello specchio. Ma non ci si può nascondere per sempre di fronte a noi stessi. I dubbi la consumano per mesi e si fanno lentamente strada, finché Josephine non ne parla a sua madre. E la verità che i suoi occhi le hanno preannunciato la porta fino a Chicago, di fronte alla casa di uno sconosciuto. Il suo nome è Sadiq Mubarak e in quel volto dagli occhi scuri e dalla pelle ambrata Josephine deve cercare la strada che la porterà in un viaggio nel passato di sua madre, ma anche alla scoperta di un mondo nuovo ed esotico, il Pakistan. Un mondo che le insegna che la vera fede, al contrario di quello che ha sempre creduto, è costellata di dubbi e che niente è davvero come sembra…

Il viaggiatore, romanzo di Zoran Drvenkar edito da Fazi, data d’uscita 04/10/12, genere Gialli, Thriller, Suspence.
Germania, autostrada A4 tra Bad Hersfeld e Eisenbach: una tempesta di neve blocca il traffico e le macchine si trovano letteralmente ferme per due ore. Un uomo esce dalla sua vettura e, coperto dalla neve e dalla notte, entra in 17 automobili e uccide altrettante persone. È questo l’incipit cruento de Il viaggiatore, un thriller dove non c’è un solo protagonista ma tanti attori che si susseguono in una narrazione concitata e magnetica. Dove i punti di vista sono tanti quanti i personaggi e dove a parlare è sempre, costante, una seconda persona singolare, un Tu incalzante che dialoga con il lettore e che coinvolge in maniera irresistibile. Dopo il successo internazionale di Sorry, vincitore del Friedrich Glauser Preis come miglior thriller tedesco nel 2010, torna in libreria con un nuovo romanzo lo scrittore tedesco Zoran Drvenkar. Il viaggiatore conferma la straordinaria capacità dell’autore nel gestire l’intreccio e nell’architettare trame debordanti, con una voce che svela segreti, traumi e paure di tutti i suoi personaggi.

Il potere della magia. Le leggende di Shannara. Vol. 2, romanzo di Brooks Terry, editore Mondadori, data d’uscita 09/10/12, genere fantasy.
L’episodio che conclude “Le Leggende di Shannara”. Il nuovo capitolo della saga fantasy che da trentacinque anni appassiona gli amanti del genere e tutti i lettori.
Sono passati cinque secoli da quando una catastrofica guerra scatenata dai demoni ha distrutto il mondo e sterminato quasi completamente il genere umano, avvelenando anche gran parte delle terre un tempo fertili e rigogliose. Da allora i sopravvissuti – umani, Elfi e le nuove razze mutanti – si sono rifugiati in una valle remota, protetta da una magia impenetrabile. Per cinquecento anni hanno goduto di una lunga pace, ma l’incantesimo che li isolava ha cominciato a svanire esponendo migliaia di vite alla minaccia delle forze barbariche che hanno seminato il caos nel resto del mondo. Sider Ament, l’ultimo dei Cavalieri del Verbo, in possesso del bastone nero – un potentissimo talismano tramandatosi per secoli che proteggeva la valle –, è stato ucciso dai Troll, e il suo successore, Panterra Qu, il giovane cercatore di piste al quale in punto di morte ha affidato il bastone, è ancora troppo inesperto per affrontare le forze nemiche provenienti dall’esterno della valle. Nuovi grandi pericoli si profilano infatti all’orizzonte: un agguerrito esercito di Troll vuole impadronirsi della valle segreta e vi ha già inviato le sue spie, mentre Phryne, la figlia del re degli Elfi Oparion Amarantyne, è sotto accusa per l’omicidio del padre e una tremenda congiura mira a usurpare il trono. Ma nessuno di questi rischi è paragonabile alla minaccia più tremenda, con la quale Panterra sarà destinato a misurarsi. L’ultimo dei demoni del Vuoto, un essere astuto e senza pietà che da secoli dà la caccia ai Cavalieri del Verbo, vede ora finalmente alla sua portata la realizzazione della missione che persegue da sempre: impadronirsi dell’ultimo bastone nero ed eliminare ogni forma di vita sulla Terra. Sarà dunque necessario ricorrere alle Pietre Magiche, in cui nessuno più crede, che finiranno per essere usate in modo inedito e sorprendente. Il potere della magia, proseguimento de L’ultimo Cavaliere, è l’episodio che conclude “Le Leggende di Shannara”, il nuovo capitolo del ciclo di Shannara, la saga fantasy più famosa al mondo che da trentacinque anni appassiona gli amanti del genere e tutti i lettori.

Le lettere di Lennon John, una raccolta curata da Hunter Davies, editore Mondatori, data d’uscita 09/10/2012, genere Musica, Lettere.
Ormai non so più veramente a chi sto scrivendo. In genere scrivo così e non sto a pensarci, ma quando spedisco è come una piccola parte di me che se ne va nelle mani di qualcuno lontano chilometri e chilometri che si chiederà che diavolo sta succedendo…” confessava John Lennon all’amico Stuart Sutcliffe nel 1961. O, ancora, alla zia Harriet nel 1968: “Ora sono molto felice ­ momentacci a parte ­ e vorrei farvi conoscere Yoko ­ è intelligente come me (prendetevela come vi pare!), è la donna più intelligente che abbia conosciuto. Ed è anche bellissima, malgrado quel che ne dicono i giornali ­ assomiglia a una via di mezzo tra me e mia madre ­ e ha anche lo stesso senso dell’umorismo!”. John Lennon scriveva continuamente, seguendo un impulso che gli permetteva di trasformare gioia, rabbia, desideri e pensieri in parole. Hunter Davies, autore dell’unica biografia autorizzata dei Beatles, ha raccolto dopo anni di lunghe e appassionate ricerche oltre 250 lettere scritte da Lennon dagli anni dell’adolescenza fino al tragico 8 dicembre 1980, quando venne assassinato a New York da un suo stesso fan. I testi, per lo più inediti, sono stati rinvenuti attraverso collezionisti, amici e gallerie d’arte di tutto il mondo: cartoline alla famiglia, biglietti alla moglie Cynthia, lettere a Paul e agli altri compagni della band, testi inviati ad amici e conoscenti che ripercorrono i successi, le crisi, gli anni dell’impegno politico, l’incontro con Yoko Ono…

Quando lei era buona, scritto da Philip Roth, editore Einaudi, data d’uscita 09/10/12, genere narrativa.
Da bambina Lucy Nelson vede il padre alcolista finire in galera. Da quel giorno ha cercato di redimere qualunque uomo le capitasse intorno, per la rovina sua e dei suoi amanti. Quando Roy e Lucy iniziano a uscire insieme, lui lo fa perché sta cercando se stesso, lei perché non sopporta più una madre remissiva e un padre ubriacone. Si innamorano, o cosi credono. Quando Lucy cede alle estenuanti insistenze, alle canzoni romantiche e alle parole rassicuranti di Roy e “va fino in fondo”, rimane incinta. Da quel momento in avanti, come in una tragedia greca in cui, qualunque cosa si faccia, non si può sfuggire al destino, tutto precipita. Lucy non vuole ripercorrere le orme della madre, non vuole diventare la moglie di un uomo egoista, debole e fallito, ma si convince di essere già quel tipo di donna, trascinando il matrimonio – e se stessa – alla rovina. Uscito subito prima del Lamento dì Portnoy, questo terzo romanzo di Philip Roth contiene già tutto il sarcasmo, l’ironia tagliente, l’inquietudine morale delle opere della maturità. Ma possiede una caratteristica che lo rende una stella solitaria e preziosa: è l’unico romanzo del maestro di Newark ad avere per protagonista una donna. Con Lucy, Roth consegna alla storia della letteratura un personaggio agghiacciante e commovente – incarnazione di una donna che lotta per non sprofondare nella propria follia.

Il cacciatore di occhi, romanzo di Sebastian Fitzek edito da Einaudi, data d’uscita 09/10/12, genere Giallo.
Il caso del “collezionista di occhi”, un uomo che uccideva madri di famiglia e ne rapiva i figli piccoli, costringendo i padri a una disperata corsa contro il tempo nel tentativo di salvare i loro bambini, sembra risolto, anche grazie al contributo del giornalista di nera Alexander Zorbach. Il colpevole, Frank Lahmann, anche lui giornalista, ha confessato i crimini, ma è sparito nel nulla. E prima di rendersi irreperibile ha ucciso la moglie e rapito il figlio dello stesso Zorbach, con cui si diverte a giocare al gatto con il topo. Il dottor Zarin Suker, chirurgo oftalmico di chiara fama, è in carcere con l’accusa di aver brutalizzato molte delle sue pazienti. Ma la principale testimone del processo è scomparsa, ed esiste il rischio concreto che, in assenza di prove, il magistrato responsabile dell’inchiesta sia costretto a liberare Suker. L’ultima arma cui fare ricorso è Alina Grigoriev, la fisioterapista cieca che aveva aiutato Zorbach nelle sue indagini sul collezionista di occhi, e che ha il dono di “vedere” dentro le anime dei clienti, durante il massaggio. Alina accetta di incontrare Suker e prestargli le sue cure; scopre ben presto che il dottore è forse l’unico tramite per arrivare al collezionista di occhi e salvare il figlio di Zorbach, ma che la sua collaborazione avrà un costo, e molto caro…

Across the universe, scritto da Revis Beth, editore Piemme, data d’uscita 09/10/12, genere Fantasy e ragazzi.
Amy è una passeggera ibernata sulla navicella spaziale Godspeed. Ha lasciato il suo ragazzo e gli amici sulla Terra ed è partita con i genitori: si risveglieranno dopo trecento anni su un nuovo pianeta da colonizzare, Centauri. Ma qualcosa è andato storto: qualcuno ha cercato di ucciderla, risvegliandola dal suo sonno protetto. E così Amy si ritrova a dover passare senza la sua famiglia ancora cinquant’anni sull’enorme navicella spaziale, in balia di sconosciuti tra cui si nasconde un assassino che vuole scongelare tutti gli scienziati a bordo, compresi i suoi genitori. L’unico che sembra dalla sua parte è Elder, un ragazzo che presto diventerà il capo della navicella spaziale, e che per quanto sia potentemente attratto dalla sua singolare bellezza, cerca di proteggerla dal resto della comunità e dallo strapotere di Eldest, il capo. Ma Amy può davvero fidarsi di Elder? E quello che prova per lui la aiuterà, o sarà solo un ostacolo alla sua sopravvivenza sulla Godspeed?

L’analista, romanzo di Nicci French edito da Sperling & Kupfer, data d’uscita 09/10/12, genere gialli, suspence, thriller.
Il corpo di un uomo, nudo e in decomposizione, ricoperto da sciami di mosche, viene rinvenuto nel salotto di una donna in evidente stato confusionale. Chi è? E perché lei gli sta servendo il tè delle cinque come se niente fosse? Com’è arrivato lì quel cadavere? Il detective Karlsson non riesce a trovare una spiegazione plausibile. Per risalire all’identità della vittima, ha bisogno di un esperto capace di scavare nella mente tormentata di Michelle Doyce, la donna nel cui appartamento è stata fatta la macabra scoperta. Si rivolge quindi alla psicanalista che l’ha già aiutato in precedenza, Frieda Klein, l’unica che sappia addentrarsi nei meandri oscuri dell’animo umano, là dove si annida il male. Frieda sta però attraversando un momento davvero difficile: rischia di essere radiata dall’albo per i suoi metodi poco ortodossi, ed è nel pieno di una crisi sentimentale. Ma il desiderio di decifrare quello che Michelle cerca disperatamente di comunicarle, seppure in modo distorto, è troppo forte e alla fine accetta l’incarico. Finché, nel suo delirio incoerente, Michelle lascia trapelare l’indizio che permette di risolvere l’enigma: il cadavere è quello di tale Robert Poole, esperto truffatore, bravissimo nel conquistarsi la piena fiducia delle vittime prescelte. Indagando in profondità, Frieda e Karlsson scoprono un numero impressionante di persone truffate da Poole. Ognuna di loro aveva un movente più che valido per ucciderlo. Tutti però sembrano voler nascondere qualcosa, nessuno dice la verità; a eccezione della povera, terrorizzata Michelle. E quando il passato torna a minacciare il presente di Frieda, lei stessa si trova in pericolo: perché chi ha deciso di eliminare Poole è determinato a fare altrettanto con lei… L’analista è il nuovo, inquietante giallo psicologico della coppia thriller per eccellenza, Nicci Gerrard e Sean French, alias Nicci French, maestri nel sondare l’inconscio e le dinamiche della mente. Proprio come fa Frieda Klein, la loro irresistibile protagonista.

“E poi, Paulette…”, romanzo di Barbara Constantine edito da Einaudi, data d’uscita 09/10/12, genere narrativa.
Una seconda chance è sempre possibile. Basta alzare lo sguardo e tendere la mano. Qualcuno la afferrerà. Commovente e allegro, il romanzo-antidoto contro il cinismo bestseller in Francia. Ferdinand vive tutto solo nella sua grande fattoria in campagna. Figli e nipoti hanno tanti di quegli impegni, e a lui restano il gatto, un bicchierino ogni tanto, e un sacco di tempo libero. Un giorno, facendo visita alla vicina, Ferdinand scopre che un nubifragio le ha devastato il tetto. Non ci dorme tutta la notte. Ma il mattino successivo si fa coraggio e invita Marceline a trasferirsi da lui. Lei e tutti i suoi animali, ben inteso: il cane, un vecchio gatto, e l’asino Cornélius. Lo spazio proprio non manca. A poco a poco la fattoria si riempie di fermento, agitazione, nuova vita. Perché dopo Marceline arrivano anche un amico di Ferdinand rimasto vedovo di recente, due vecchine un po’ smemorate, uno studente che rimette in sesto l’orto, e alla fine anche Paulette… Un’incantevole commedia di sentimenti e belle emozioni. Un romanzo lieve ma capace di far riflettere su il significato dell’amicizia e il dialogo tra le generazioni. Un successo sorprendente in Francia, per un libro che ha intenerito e fatto sorridere tantissimi lettori.

Le leggende di Shannara Vol. 2. Il potere della magia, scritto da Terry Brooks, editore Mondadori, genere Fantasy.
La trilogia della Genesi di Shannara (che comprende I figli di Armageddon, Gli elfi di Cintra e L’esercito dei demoni) ha visto la distruzione del nostro mondo e lo sterminio quasi completo del genere umano a causa delle Grandi Guerre fomentate dai demoni, nonché la fuga di pochi umani ed Elfi in una valle remota protetta da un’impenetrabile magia. Per Cinquecento anni i sopravvissuti hanno vissuto in pace. Adesso la magia che li ha preservati per secoli sta svanendo e centinaia di vite sono in pericolo, esposte ai Troll ostili provenienti dall’esterno. Le speranze di salvezza erano riposte in Sider Ament, l’ultimo e unico discendente dei Cavalieri del Verbo, ma adesso Sider è morto e con lui il futuro che aveva giurato di proteggere. Per evitare la distruzione, la magia dei cavalieri deve essere preservata. Panterra Qu, un giovane cercatore di piste a cui Sider ha donato il suo bastone magico in punto di morte, lotta per controllarne il potere. Ma dovrà compiere immani sacrifici, altrimenti tutti pagheranno un prezzo altissimo se la guerra tra il Verbo e il Male trascinerà il mondo nell’oscurità.

Il braccialetto della felicità, romanzo di Melissa Hill, editore Rizzoli, data d’uscita 10/10/12, genere narrativa rosa.
Il nuovo romanzo dell’autrice di Un regalo da Tiffany.
Una chiave di Tiffany, un piccolo uovo tempestato di diamanti, la torre Eiffel in miniatura. Sono solo alcuni dei ciondoli sul braccialetto che Holly, responsabile di un negozio di abiti vintage a Manhattan, trova nascosto nella tasca di una magnifica giacca Chanel di velluto rosso. Quando il tentativo di risalire al nome della proprietaria fallisce, Holly, al cui polso per combinazione tintinna un bracciale quasi identico, si getta in una vera e propria avventurosissima indagine. Perché ogni ciondolo, Holly ne è certa, celebra un momento speciale, un punto di svolta, un ricordo prezioso nella vita di colei che lo ha scelto. E così, studiandone i dettagli, la provenienza e le minuscole incisioni, e ricostruendone a poco a poco la storia, Holly scopre le tappe di un’esistenza vissuta intensamente, con passione e con coraggio. E si avvicina senza saperlo all’attimo fatale in cui anche la sua vita di mamma single sognatrice e un po’ svagata, appassionata di vecchi film e abiti da favola, svolterà in una direzione inattesa.

Domenica, scritto da Ilaria Bernardini, editore Feltrinelli, data d’uscita 10/10/12, genere narrativa.
Una coppia giovane. Con bambino. Che viene lasciato dai nonni a dormire: c’è una festa da amici, lui flirta con una donna sposata, entrambi bevono molto, a casa, quand’è ormai l’alba fanno sesso. C’è un senso di sfida e di meccanicità, ma va bene così. Si guardano obliqui, si parlano obliqui, ma va bene così. La domenica mattina vengono a sapere che il bambino è stato ricoverato in ospedale: è svenuto, non si sa perché, e i nonni sono con lui. Fuori fa un caldo torrido e la città è bloccata da una maratona. Comincia una corsa verso l’ospedale, una corsa sfrenata, ansiosa, sgangherata, che sembra durare una eternità. Finalmente un taxi li porta a destinazione, il bambino sta bene, e lo riportano a casa. Peccato che si sono dimenticati il cane che è morto ed è sdraiato contro la porta. Il marito prende il cane e lo porta dal veterinario, la moglie fa addormentare il bambino. Siamo di fronte all’implacabile snapshot di una coppia contemporanea, dove tutto è superficiale e disarmonico. La morte incombe su tutto il romanzo: la vita in forse del bambino, il cane agonizzante, la malattia che forse l’uomo ha. E ognuno si difende come può rifugiandosi nelle proprie fantasie (soprattutto lei) o trovandosi i propri spazi (soprattutto lui) ma ognuno infinitamente distante nonostante la vicinanza e un progetto di famiglia comune.

San Giorgio guardava altrove, scritto da Jabbour Douaihy, editore Feltrinelli, data’uscita 10/10/12, genere narrativa.
Di nuovo sulle sue montagne ma anche a Tripoli e a Beirut, Jabbour Douaihy abbandona la struttura polifonica di Pioggia di giugno e, con II libanese errante, narra la storia di Nizam, nato in una famiglia sunnita di Tripoli, seconda città del Libano, e allevato in un paesino di villeggiatura montana, Haoura, da un’abbiente famiglia maronita che gli darà il proprio nome e la propria religione. Ventenne, a Beirut, frequenterà la gioventù rivoluzionaria sessantottina. E qui che lo sorprenderà lo scoppio della guerra civile. Ed è qui che dovrà affrontare la sua duplice appartenenza, di cui lui non si è mai crucciato ma che nessuno, nelle due comunità, ha mai accettato. Nell’epilogo, tragico e al contempo demenziale, Nizam diventa metafora di un paese diviso dalla follia identitaria dei suoi abitanti. La storia di un uomo nato musulmano e cresciuto cristiano, indifferente alle proprie radici, libero da costrizioni comunitarie in un mondo dove queste libertà non sono contemplate.

In cerca di Alice, scritto da Liane Moriarty, editore Feltrinelli, data d’uscita 10/10/12, genere narrativa.
Alice ha ventinove anni. Adora mangiare cioccolata e dormire fino a tardi la domenica mattina. Ha un mutuo da pagare, un marito e un bebè in arrivo. È sfacciatamente felice, pur avendo le stesse preoccupazioni di tutti. Per lei l’amore ha il profumo di lavanda, la pianta che ha davanti alla casa comprata con Nick quando sono diventati una famiglia. La felicità è la risata gorgogliante di un bambino, oppure è galleggiare tra le onde del mare a braccia aperte, sentendo il sole sulla faccia. La vita è semplice e meravigliosa, per Alice. C’è solo un problema: tutto ciò è successo dieci anni fa. Alice è inciampata durante una lezione di aerobica, ha battuto la testa e, quando ha ripreso conoscenza, pochi minuti dopo, ha scoperto di essersi dimenticata in un lampo di un’intera fase della sua esistenza. In realtà, ha trentanove anni. Non solo non è più incinta, ma ha già tre figli. È fissata con l’organizzazione e la linea, naviga tra i suoi mille impegni con la meticolosità di un caporale, è fredda e distaccata. Sua sorella non le rivolge quasi più la parola e, quel che è peggio, sta per divorziare. Cosa è successo? E come ritrovare i sogni e la spensieratezza di un tempo? Man mano che i ricordi emergono dal passato come bolle di sapone colorate, salterà fuori che dimenticare è la cosa più memorabile che sia mai successa ad Alice.

Genio, romanzo di Patrick Dennis edito da Adelphi, data d’uscita 10/10/12, genere narrativa.
Per i membri della comunità di Hollywood mentire, truffare, millantare sono diritti acquisiti, ma Leander Starr ne abusa. E mentre il pubblico perdonerebbe quasi tutto all’autore di Rut nel grano altrui (un kolossal biblico che nessuno ha dimenticato), e di Negretti (il breve documentario che ha cambiato per sempre la percezione comune dei pigmei), ex mogli, direttori d’albergo e agenti del fisco sono per definizione meno condiscendenti. Al punto che Starr, come altri grandi (e grossi) registi americani di quegli anni, ha dovuto riparare in Messico, dove vive in un ex convento sognando di girare II paese degli avvoltoi, il film che lo riscatterà. Ora gli servirebbero solo un po’ di soldi e uno sceneggiatore. I primi sta per estorcerli ad alcuni affaristi locali, e quanto al secondo, pare che da quelle parti viva un uomo che potrebbe fare al caso suo. Si tratta di uno scrittore a suo tempo abbastanza noto, ma che da un po’ ha un problema con la pagina bianca, e con vari altri nemici dell’ispirazione: Patrick Dennis. Il risultato del loro incontro è questo libro, dove si racconta il making di un film che sembra concepito da Orson Welles in stato di ebbrezza, girato da Ed Wood in stato di grazia, e scritto – qui non ci si sbaglia – semplicemente da Patrick Dennis. Bene, in quale razza di inferno questa somma di talenti precipiti i personaggi – e in quale paradiso trascini i lettori – si può anche immaginare.

I dolci ingredienti del destino, romanzo di Julia Glass edito da Giunti, data d’uscita 10/10/12, genere narrativa.
Greenie Duquette vive a Manhattan e ha due grandi passioni nella vita: il figlio di quattro anni, George, e gli originalissimi dolci che realizza combinando fantasia e tradizione nella sua rinomata pasticceria del West Village. Il marito Alan, psicoterapeuta in crisi di mezza età, e il suo migliore amico gay, Walter, ristoratore dal cuore infranto, non le rendono certo la vita semplice, e Greenie trova pace solo tra gli aromi fragranti e speziati delle sue deliziose creazioni: budini di riso, cheesecake, mini-éclair al cioccolato, mousse di arance… Finché un giorno il governatore del New Mexico si innamora follemente dell’impareggiabile torta al cocco di Greenie e le propone di seguirlo nella sua residenza di Santa Fe offrendole un posto da chef. Un’occasione di fuga che forse stava proprio aspettando, anche se non se l’era mai confessato… E, come sempre, quando si decide di dare una spinta al destino, davvero tutto può succedere. Con grande ironia e intelligenza, Julia Glass torna a coinvolgerci nelle vite imperfette dei suoi personaggi, che sono nello stesso tempo i nostri vicini di casa, i nostri amici, i nostri amanti.

Il valzer dimenticato, romanzo di Anne Enright edito da Bompiani, data d’uscita 10/10/12, genere narrativa.
A Terenure, un grazioso sobborgo di Dublino, sta nevicando. Gina Moynihan, trentenne sveglia e smaliziata, la tipica “altra donna”, ripercorre i momenti che l’hanno portata a innamorarsi dell’“uomo della sua vita”, Seán Vallely. Mentre fuori la città si paralizza sotto una coltre bianca, Gina ricorda i giorni trascorsi tra una camera d’albergo e un’altra, i lunghi pomeriggi divisi tra estasi e rifiuto. Ora, mentre le strade silenziose e il vorticare della neve rendono la giornata luminosa e piena di possibilità, Gina decide di uscire e incontrare una bambina, un “bellissimo errore” come la chiama lei: è Evie, la figlia dodicenne di Seán, la testimone involontaria del loro amore. In questo straordinario romanzo, una sorta di libro dei segreti, Anne Enright si rivolge direttamente ai suoi lettori che, come in La veglia, trovano tutta l’improvvisa emozione della vita quotidiana, i fragili legami tra le persone, gli sguardi pronti a cogliere ogni minimo gesto, ogni battito di ciglia, e come sempre l’autentico, spietato ritratto di famiglie, matrimoni, individui. Con Il valzer dimenticato l’autrice rivolge tutta la sua attenzione all’amore attraverso lo sguardo di un’eroina imperfetta, ma indimenticabile.

Un giorno ci racconteremo tutto, romanzo di Daniela Krien edito da Rizzoli, data d’uscita 10/10/12, genere narrativa.
Da quando lei e Henner si sono sfiorati per la prima volta, Maria non è più la stessa. L’adolescenza con i suoi sogni e le sue paure è volata via, e il presente le si è spalancato di fronte in tutta la sua vertigine. Perché Henner ha superato i quaranta e Maria di anni ne ha solo sedici; perché lei ha un fidanzato a cui fa ritorno ogni sera in quel nido che chiama “la stanza dei ragni” e lui vive solo con i suoi fantasmi e i suoi silenzi nella fattoria oltre la ferrovia e i campi inondati di sole. Perché un amore così imprevisto, così ovvio e così sbagliato non puoi far altro che assecondarlo, minuto per minuto, sensazione dopo sensazione, per tutto l’arco di un’estate che più calda non si può. Fino a quando un gesto terribile arriverà a suggellare i destini e lo strappo irreversibile di diventare adulti. Acclamata dalla critica e premiata dai lettori tedeschi con il Jungen Literaturpreis, Daniela Krien dà vita a una storia indimenticabile in un primo romanzo che è un piccolo gioiello di compattezza, atmosfera e sensualità.

False apparenze, romanzo di Kjell Ola Dahl edito da Marsilio, data d’uscita 10/10/12, genere Giallo e Mistery.
Traduzione di Giovanna Paterniti. Nel cuore della notte, in un cassonetto delle immondizie nel centro di Oslo, giace il corpo di una giovane donna avvolto con cura in una pellicola di plastica trasparente. Chiamato dal medico legale, l’ispettore Frank Frølich la riconosce: l’aveva da poco incontrata alla festa del suo migliore amico di un tempo, che ora diventa il principale sospettato dell’omicidio. Costretto controvoglia a occuparsi del caso, Frølich sa di non poter essere imparziale. Le indagini riportano in vita tormentati ricordi legati alla sua giovinezza, ma proprio nel passato potrebbe nascondersi un’importante traccia per la soluzione. In un pericoloso gioco di equivoci e simulazioni, Frølich si trova coinvolto in un’indagine emotivamente molto complessa, che si confronta con la lealtà più nobile e il tradimento più intollerabile, dove razionalità, passione e desiderio di rivalsa si fondono in una miscela esplosiva, dando vita a un crescendo di colpi di scena.

Hitman damnation, scritto da Raymond Benson, editore Multiplayer.it, data d’uscita 10/10/12, genere fantascienza, suspence, thriller.
Un thriller spietato, ricco di azione e adrenalina, “Hitman Damnation” riprende le vicende dell’ultimo episodio del videogioco “Hitman: Blood Money”, in cui l’Agente 47 è Missing In Action: disperso! I numerosi fan del film e del videogioco potranno rivivere attraverso queste pagine le emozioni dei luoghi visitati dal più efferato killer mercenario, prima che questi riemerga nel nuovissimo capitolo videoludico “Hitman: Absolution”. Grazie all’abilità di Benson, che da molti anni ormai è il novelist di soggetti come James Bond e Tom Clancy, con Damnation, l’universo di Hitman, si arricchisce di una nuova bella storia in grado di intrattenere gli amanti del genere action-thriller anche con un buon libro.

Giocando col fuoco, romanzo di Sadie Matthews edito da Nord, data d’uscita 11/10/12, genere narrativa.
«Elegante e sicuro di sé, è di una bellezza sconvolgente mentre cammina nell’appartamento. Un attimo prima di spegnere la luce, mi fissa col suo sguardo magnetico e dentro di me si accende un fuoco… Da quando ho incontrato Dominic, tutto è cambiato. Il mio cuore era stato spezzato, infranto in un milione di pezzi, e passavo le giornate a fingere di essere felice, per il bene delle persone che mi stavano intorno. Lui però ha intuito subito la verità. Dominic mi ha mostrato come lasciarmi andare in una maniera che non avrei mai immaginato. Mi ha guidato lungo un sentiero lastricato di piacere e di sensazioni uniche. La sua passione m’investe di luce e, al tempo stesso, mi getta nell’oscurità. Dominic ha deciso di condurmi verso terre inesplorate e io non ho altra scelta che seguirlo.»

La donna d’ombra, romanzo di Luisgé Martín edito da Guanda, data d’uscita 11/10/12, genere narrativa erotica.
Guillermo, sposato e in attesa di un figlio, confida all’amico Eusebio di avere un’amante: una donna passionale quanto crudele e ambigua, che si fa chiamare Marcia, con la quale ha una relazione morbosamente intensa. Quando Guillermo muore in circostanze tragiche, Eusebio conosce Julia e se ne innamora a prima vista, ricambiato. Intrecciano una relazione appagante che culminerà nel matrimonio. Eppure Eusebio è tormentato da un dubbio atroce. Perché, anche se sembra impossibile, tutto lascia pensare che Julia sia Marcia e Marcia sia Julia. Nel tentativo di dare corpo alla donna d’ombra che si nasconde dietro Julia, Eusebio finisce per immedesimarsi sempre più nell’amico morto: ne sperimenta le ossessioni e ne ricerca di nuove in una spirale ineludibile dove l’eros diventa per il protagonista il motore di un drammatico sdoppiamento e per l’autore lo strumento per esplorare le zone oscure della nostra interiorità.

La stella nera di New York, scritto da Libba Bray, editore Fazi Editore, data d’uscita 11/10/12, genere Fantasy e thriller.
New York City, 1926. I vetri dei grattacieli risplendono dei bagliori di mille festeanimate da balli sfrenati a ritmo di charlestone dal tintinnio delle perle sui vestiti luccicanti. L’alcol scorre a fiumi nonostante i divieti e, a giudicare dall’effervescenza di Manhattan,il mondo sembra destinato a un futuro radioso. È qui che in seguito all’ennesima eccentricità viene spedita dai genitori l’irriverente Evie O’Neill, una ragazza dell’Ohio che non aspetta altro che tuffarsi tra le infinite possibilità offerte dalla metropoli. A ospitarla è lo zio Will, un professore, parente dei Fitzgerald, che dirige il Museo Americano del Folklore, delle Superstizioni e dell’Occulto, detto anche Museo del Brivido: un luogo magico dal fascino decadente,che custodisce nelle sue teche e tra i suoi bui corridoi le tracce del retroterra misterioso dell’America. Ma quando lo sfolgorio della città viene oscurato da una serie di delitti a sfondo esoterico, New York precipita in un vortice di paura ed Evie, che da subito assiste lo zio nella consulenza alla polizia, è chiamata a collaborare alle indagini, anche per quel suo dono di vedere il passato delle persone toccando un oggetto a loro appartenuto. Muovendosi tra fumosi jazz club e bassifondi urbani, scintillanti negozi e sale spettrali, la ragazza s’inoltrerà insieme a molti compagni di strada in un gorgo di eventi evocato dal passato, e che nel passato dovrà essere ricacciato, pena il sopravvento di un antico male oscuro.

Taglia, cuci, ama, scritto da Amanda Addison, editore Newton Compton, data d’uscita 11/10/12, genere narrativa rosa.
Laura Lovegrove è una stilista di successo nel West-End di Londra. Riciclare tessuti vintage per creare nuovi capi è per lei un’arte, uno stile di vita. Per seguire il marito, però, tutta la famiglia deve trasferirsi a Norfolk, in campagna. Perso il suo gruppo di amiche, anche l’ispirazione di Laura svanisce. Le donne del paese si dimostrano completamente disinteressate alle sue creazioni, suo marito lavora tutto il giorno ed è sempre più distante. Sola e senza la sua grande passione, Laura decide di darsi da fare e trova un impiego part-time come insegnante, mentre nel tempo che le resta si occupa delle figlie. La sua carriera di creativa è ormai un lontano ricordo. Immersa nella sua nuova routine, le sue giornate trascorrono monotone, fin quando un evento irrompe inatteso: un incendio distrugge la sua tanto amata collezione di vestiti vintage. Come se non bastasse, l’incontro fortuito con Chris, il grande amore dei tempi dell’università, le fa sognare quella vita tutta fragole con panna che avrebbe potuto avere. Proprio quando la sua esistenza sembra andare in pezzi, un’ancora di salvezza arriva inaspettatamente dal circolo del cucito di Norfolk.

Maria Antonietta. I segreti di una regina, scritto da Grey Juliet, editore Newton Compton, data d’uscita 11/10/12, genere narrativa di ambientazione storica.
Dopo il grande successo di Il diario proibito di Maria Antonietta, un nuovo romanzo sull’ultima grande regina di Francia.
Parigi, 1774.
Alla tenera età di diciotto anni, Maria Antonietta ascende al trono di Francia accanto al marito, Luigi XVI. La giovane regina è bella, elegante e raffinata, ha un sorriso ammaliante, occhi lucenti, una pelle bianca come la porcellana e capelli di un delizioso color biondo fragola. A Versailles tutti ne ammirano il portamento e l’incedere leggiadro ma, sfarzosi abiti di seta e vertiginose acconciature a parte, Maria Antonietta è una donna inquieta e fragile come tante altre. Il re è assente e poco incline a soddisfare i desideri della consorte e la giovane regina comincia a condurre una vita spensierata e stravagante, fatta di balli in maschera, giochi d’azzardo e spettacoli teatrali. Si circonda di uomini frivoli e senza scrupoli, di cortigiani e dame che la intrattengono e la distraggono e così diventa presto protagonista di scandalosi pettegolezzi. La dinastia dei Borbone è quanto mai discussa e invisa al popolo: dal Nuovo Mondo inizia a soffiare il vento della libertà ed echi di minacce in grado di spazzare via la monarchia fanno tremare gli animi soprattutto all’interno degli sfarzosi cancelli di Versailles…

Black Moon. Chiedi alla luna, romanzo di Keri Arthur, editore Newton Compton, data d’uscita 11/10/12, genere Fantasy e gotico.
Nono romanzo della saga urban fantasy “Black Moon”.
Certe notti non hanno mai fine. Certi desideri non muoiono mai…
La guardiana Riley Jenson, metà vampiro e metà lupo mannaro, ne ha abbastanza di confrontarsi con la morte. Non vuole più saperne di killer, indagini e cadaveri. Ora che Kye Murphy, la sua anima gemella, non c’è più, Riley comincia a mettere in discussione molte delle proprie scelte, incluso il suo lavoro al Dipartimento Razze Diverse di Melbourne. Quando però viene ritrovato il cadavere dilaniato di un ex detenuto, la giovane e affascinante detective decide di accettare il caso e si mette sulle tracce dell’assassino. Tuttavia, è prima di tutto la sua vita a essere in pericolo. Un’altra letale minaccia, infatti, è in agguato: un mortale nemico è tornato dal passato e sta tramando per portarle via tutto – il suo amante, suo fratello, e persino la sua stessa identità. La coraggiosa guardiana sa di dover combattere ancora una volta con tutte le sue forze per trovare delle risposte, prima che il buio inghiotta ogni cosa… Riuscirà a contrastare quest’ultima, violenta aggressione?

Riflessi di morte, romanzo di Neal Baer e Jonathan Greene edito da Tre60, data d’uscita 11/10/12, genere Giallo e thriller.
Il senso di colpa è una ferita che non si rimargina. Quando era bambina, Claire ha assistito – impotente – al rapimento della sua migliore amica. E, da quel giorno, ha giurato a se stessa di dedicare la sua esistenza allo studio del Male: per riconoscerlo, per fermarlo, per sconfiggerlo… La dottoressa Claire Waters è al settimo cielo: dopo una durissima selezione, è riuscita a entrare in un programma riservato ai migliori psichiatri forensi del Paese. E adesso deve affrontare il suo primo paziente: Todd Quimby, detenuto in un carcere di massima sicurezza con l’accusa di violenza sessuale. Secondo Claire, tuttavia, quell’uomo non è un pericolo per la società, e può essere liberato sulla parola per iniziare la terapia psichiatrica. Nemmeno ventiquattro ore dopo la scarcerazione, però, Claire apprende una notizia agghiacciante: la polizia ha trovato il cadavere di una giovane donna. E gli indizi raccolti sul luogo del delitto riconducono proprio a Quimby, che nel frattempo è sparito nel nulla. Sconvolta, la psichiatra non può accettare il fatto di essere la causa della morte di un’innocente. Di un’altra innocente. E, pur di rimediare all’errore commesso, è disposta a mettersi in gioco e a rischiare tutto: la sua carriera, il suo futuro e, forse, la sua stessa vita. Ma Claire non può immaginare che, nell’ombra, qualcuno segue ogni suo passo e controlla ogni sua mossa. Perché lei è soltanto una pedina in un piano perfetto…

La morte dei re, romanzo di Bernard Cornwell edito da Longanesi, data d’uscita 11/10/12, genere avventura e storico.
Al crepuscolo del IX secolo, Alfredo il Grande è in punto di morte, e con lui sembra esserlo anche il sogno di un’Inghilterra unita. Il regno ripiomba inevitabilmente nel caos: all’antica minaccia dei danesi si aggiunge quella dei nobili sassoni, pronti ad allearsi con gli odiati nemici pur di mettere le mani sul potere e impedire al principe Edoardo di succedere al trono. Senza dimenticare la minaccia dei vichinghi da nord… In questo scenario tumultuoso, Uhtred di Bebbanburg, il guerriero sassone cresciuto tra i vichinghi, è stretto in una morsa altrettanto insidiosa, combattuto tra la fedeltà ad Alfredo e il desiderio di recuperare le terre dei suoi antenati. Ha infatti giurato fedeltà al vecchio re, ma non al suo erede, e nonostante gli anni di fedele servizio non è convinto di continuare a lottare per la causa di un’Inghilterra unita e cristiana. Ma deve prendere una decisione, su cui incombe l’ombra cupa di una profezia pronunciata da un’indovina: «Sette re moriranno, e le donne che ami…». Uhtred imbraccerà le armi in difesa della causa di Alfredo il Grande o lascerà che il sogno di un regno finalmente unito cada per sempre nell’oblio?

L’amore secondo Nula, romanzo di Giuseppe Pederiali edito da Garzanti, data d’uscita 11/10/12, genere narrativa.
Nula, vispa Jack Russell Terrier dal prestigioso pedigree, è reduce da un incontro con un cane altrettanto blasonato. L’appuntamento amoroso è stato organizzato dai suoi padroni, i benestanti coniugi Ghedini, i quali non vedono l’ora che nascano i preziosi cuccioli. Sennonché, al momento buono vengono alla luce tre cagnolini belli e sani, sì… ma non di razza. E, poco dopo, i tre piccoli scompaiono. Nula e Lula, la bella figlia sedicenne dei Ghedini, non si rassegnano: partiranno alla loro ricerca, in un’avventura che le porterà a scontrarsi con l’indifferenza di molti e la malvagità di alcuni, in una Milano raccontata, per una volta, dal punto di vista degli animali. L’amore secondo Nula narra con gli occhi di un’adorabile quattrozampe le molte facce dell’amore umano – i primi approcci fra adolescenti, l’amore coniugale, il tradimento, l’amore mercenario… e persino la fecondazione assistita – aiutandoci a capire i nostri difetti e le nostre virtù, con l’indispensabile filtro della filosofia canina, che forse insegnerà alla padroncina Lula il vero significato della parola amore.

Il demone della prosperità, romanzo di Chan Koonchung edito da Longanesi, data d’uscita 11/10/12, genere narrativa.
Pechino, anno 2013. L’enigma al quale si trova di fronte il giornalista e scrittore Vecchio Chen è quantomeno insolito. Un mese intero della recente storia cinese sembra misteriosamente «scomparso», non soltanto dai resoconti ufficiali e dagli archivi dei media nazionali, ma anche dalla memoria della gente. Un mese fantasma di cui, per qualche strano motivo, solo due persone molto vicine al protagonista sembrano avere un ricordo vivido e doloroso: l’annuncio di una disastrosa crisi economica planetaria e le sue conseguenze: repressione, razionamenti di cibo e leggi marziali. Che cosa è successo di così terribile da non poter essere ricordato? Come si spiega questa amnesia collettiva in una Cina dalle atmosfere rarefatte, un paradiso dove regnano ricchezza e stabilità e tutti sono felici? I conti non tornano a Vecchio Chen e ai quattro amici che si uniscono alla sua ricerca; un’indagine azzardata in cui metteranno a rischio ogni cosa, spingendosi a compiere la più avventata delle mosse possibili: il rapimento di un membro del Politburo del Partito… Pubblicato a Hong Kong e proibito in Cina, dove è circolato sottobanco tra gli intellettuali e i blogger ed è entrato nella top ten dei best seller venduti al mercato nero, accolto all’estero come un caso letterario, Il demone della prosperità ha scosso pubblico e critica per il suo impietoso attacco al regime della Repubblica Popolare Cinese. Un feroce romanzo fantapolitico dai tratti inequivocabilmente orwelliani, che descrive magistralmente le nostre paure più nascoste.

Il talento del cuoco, romanzo di Martin Suter edito da Sellerio, data d’uscita 11/10/12, genere Giallo e mistery.
Nelle cucine di un ristorante di lusso a Zurigo lavora Maravan, un giovane tamil che viene dallo Sri Lanka. Come molti suoi connazionali è fuggito dalla guerra per giungere in Europa, sperando nell’asilo politico e con la responsabilità di aiutare la famiglia rimasta in patria. Nel ristorante gli vengono assegnati solo i compiti più umili e noiosi, ma lui non se la prende. Ha un carattere amabile e ottimista, possiede una fede devota, con i suoi riti e le sue divinità, e soprattutto è un cuoco dall’olfatto e dalle qualità straordinari. La prima a scoprirlo è la disinibita Andrea, una cameriera dello stesso locale. Per lei Maravan cucina il vero curry, ispirato alla tradizione culinaria di famiglia con qualche personale innovazione. La ragazza, nel corso di una cena indimenticabile, avrà un’idea che cambierà il loro futuro: dovranno mettersi in proprio e aprire una ditta. Si chiamerà «Love Food» e proporrà un Love Menu, consegna a domicilio di raffinati manicaretti afrodisiaci capaci di stimolare il desiderio delle coppie annoiate. I primi clienti arrivano grazie a una terapista specializzata, ma la voce si sparge rapidamente. In un contesto che scopre con angosciato stupore la possibilità del fallimento, e che diviene sempre più instabile e ingiusto, i piaceri – del corpo, della mente, del palato – diventano merci preziose. Le sensuali ed efficaci ricette di Maravan sanno restituire gusto ed emozione alle serate di coppie abbienti, a personalità della politica, a uomini d’affari in cerca di sensazioni forti. Ma attraggono anche figure ambigue, che vivono ai margini del potere e della ricchezza… Il talento del cuoco racconta con tono sagace, ironico e riflessivo l’aspra complessità di un ingranaggio sociale che rimescola il destino di persone lontane e diverse e le porta sullo stesso palcoscenico, in uno spazio in cui i gesti e le parole di ognuno riguardano e influenzano le vite degli altri. E allora tra noi e loro, tra gli abitanti di nazioni e città che si vogliono solide e antiche, e quei popoli che crediamo spuntare dal nulla per turbare il nostro ordine e il nostro benessere, nasce un legame profondo, che ha bisogno di una scoperta continua, di una curiosità che può svelare quei mondi quasi del tutto invisibili che convivono quotidianamente accanto a noi.

Il diario di velluto cremisi, romanzo di Sarah Jio, editore Nord, data d’uscita 11/10/12, genere narrativa.
Emily è affranta: dopo il licenziamento, ha pure scoperto che il marito la tradisce. Per lasciarsi tutto alle spalle, decide quindi di accettare l’invito della zia a trascorrere qualche tempo su un’isola al largo di Seattle, per ritrovare un po’ di serenità. Ma, in quell’oasi di pace, ciò che Emily trova è un vecchio diario rivestito di velluto cremisi, scritto nel 1943 da una giovane donna il cui destino è indissolubilmente legato al suo…

 

Il corpo umano, romanzo di Paolo Giordano, editore Mondadori, data d’uscita 12/10/12, genere Narrativa italiana.
“Nel dicembre del 2010 ho intrapreso un viaggio in Afghanistan insieme ai militari italiani, con l’idea di scriverne un breve reportage. Per pura coincidenza, o per destino, ho raggiunto un avamposto ancora poco esplorato dai civili a sud del Paese, nel distretto del Gulistan, al centro di un deserto circondato da montagne. Alla fob “Ice” – questo il nome dell’avamposto – ho incontrato ragazzi della mia età. Mi sono accorto che, se è vero che ogni generazione ha la sua guerra, il conflitto in Afghanistan appartiene alla mia. Ho immaginato me stesso al posto dei soldati, in quel contesto paradossale, e al ritorno ho iniziato a scrivere “Il corpo umano”. L’energia delle suggestioni che avevo ricevuto in appena dieci giorni trascorsi laggiù si è rivelata più forte di ogni paura o riluttanza e mi ha trascinato fino al termine, un anno e mezzo dopo. Il risultato è un romanzo di guerra, anzi, un romanzo sulla guerra, nelle sue molteplici incarnazioni: la guerra propriamente detta, quella dell’Afghanistan; la guerra dei rapporti intimi, affettivi e famigliari; e la guerra, invisibile e pericolosissima, contro se stessi. I molti personaggi della storia sono ognuno alle prese con il doloroso passaggio fra l’essere giovani e il ritrovarsi d’un tratto adulti, cambiati, con responsabilità che ancora non vorrebbero o non sono pronti ad assumere.” (Paolo Giordano)

1Q84. Libro 3. Ottobre­dicembre, romanzo di Haruki Murakami, editore Einaudi, data d’uscita 16/10/12, genere narrativa.
La terza parte di “1Q84” si apre con Ushikawa: abbandonato il lavoro di avvocato, lasciato da moglie e figli, l’uomo, così brutto da suscitare repulsione in chiunque lo incontri, ora vive da solo e fa il detective privato. Il suo incarico, commissionato dalla Setta, è di rintracciare Aomame, ma quando si rende conto che la ragazza risulta nascosta da qualche parte ed è praticamente irraggiungibile, decide di concentrarsi su Tengo: qualcosa gli dice che se riuscirà a trovare lui, prima o poi salterà fuori anche lei. Affitta perciò una stanza nel condominio di Tengo e piazza una videocamera davanti all’ingresso della sua casa, per sorvegliare chi entra ed esce. L’intuizione di Ushikawa è corretta e il suo piano avrebbe successo se non fosse per l’entrata in scena di Tamaru (il factotum della “signora” per conto della quale Aomame vendica le donne che hanno subito violenza), che blocca il detective un attimo prima che possa mettere le mani sulla ragazza. Quel grande affabulatore contemporaneo che è Murakami Haruki ha saputo, con la trilogia di “1Q84”, creare un universo allo stesso tempo autonomo e sinistramente prossimo al nostro: in questo terzo libro si appresta a scioglierne tutti i misteri, a rispondere alle domande con cui nel precedente volume ha stregato i suoi lettori. Poche volte come in questo caso si può parlare di un romanzo che contiene mondi: tante e tali sono le suggestioni, i temi, le ossessioni a cui riesce a dare forma Murakami.

I re del mondo, romanzo di Don Winslow, editore Einaudi, data d’uscita 16/10/12, genere Gialli e Thriller.
Ben e Chon, gli eroi de “Le belve”, hanno avviato da non molto il loro business: coltivare e diffondere ad ampio raggio la miglior marijuana di tutta la California. Ma qualcuno non è disposto a lasciar loro mano libera, senza mantenere il controllo e incassare una percentuale sui loro traffici. Finché si tratta di combattere con gli sbirri corrotti che si sono fatti avanti per riscuotere la tangente, Ben e Chon possono anche cavarsela con pochi danni. Ma il gioco dietro il ricatto è molto più ampio, e coinvolge nomi insospettabili: un’intera cricca di surfisti e hippy che si sono stancati di predicare pace e amore e hanno deciso di accumulare denaro nel modo più efficace e rapido che esista al mondo: il traffico di stupefacenti. Una cricca in affari da più di trent’anni, di cui fanno parte anche i genitori di Ben e Chon, e che ha per capo Doc Halliday, re del surf, convertito alla cocaina e legato a doppio filo con i narcos messicani…

Pro patria, scritto da Ascanio Celestini, editore Einaudi, data d’uscita 16/10/12, genere narrativa.
Lo spunto di partenza è l’avventura che fu la Repubblica Romana del 1849: pochi mesi che bastarono a gettare i semi di quella che, cento anni dopo, sarebbe diventata la Costituzione italiana. Il protagonista è un detenuto dei giorni nostri. Nella solitudine della prigione, gli unici esseri umani con cui si rapporta sono un secondino detto “l’intoccabile” e un immigrato africano che dorme cinque minuti ogni ora. Ma il detenuto ha un piano: preparare un discorso usando i pochi libri che l’istituzione carceraria gli ha permesso di consultare. Le parole di Pisacane, Cattaneo, Mazzini, Mameli, credute innocue dai suoi carcerieri, diverranno nelle sue mani il grimaldello col quale tentare di evadere, anche solo mentalmente. Perché quel Risorgimento era “storia di lotta armata e galera”, e ci sono due tipi di terroristi, “quelli che finiscono in galera, e quelli che finiscono in Parlamento”.

Il teorema della corda, romanzo di Nicola Oddati edito da Mondadori, data d’uscita 16/10/12, genere Gialli e Thriller.
La città di Napoli è all’alba di una nuova stagione politica che genera entusiasmi e grandi aspettative. Merito anche del nuovo, dinamico sindaco appena eletto. Tre suicidi molto sospetti, però, scuotono uno dopo l’altro i palazzi del potere e i salotti dell’alta borghesia. Tutte e tre le vittime vengono trovate impiccate. Il questore, vista la delicatezza del contesto e le pressioni che è costretto a subire, chiede aiuto a due consulenti molto particolari: l’avvocato Agatino Dell’Aquila, notissimo in città, e un suo giovane ed eccentrico amico di origini siciliane, Pietro Maiorana di Altomonte, professore di matematica all’università. Intorno ai due investigatori, occasionali ma tutt’altro che improvvisati, ruotano personaggi di una città aperta e internazionale – come Mariko, l’affascinante fidanzata giapponese di Pietro Maiorana -, ma anche figure tipiche della Napoli più tradizionale e immobile. Tutti impegnati in una spietata lotta per il potere, che ha come campo di battaglia i cantieri delle grandi opere e delle archistar, e che porta alla luce le diverse anime da sempre presenti in una città perennemente in bilico tra la magia e la ragione. Forse solo la matematica, con le sue ardite ipotesi e la sua ferrea coerenza, potrà fermare la serie di morti che si stringe come un cappio intorno alla città… Nicola Oddati, politico in prima linea che per decenni si è mosso nelle stanze del potere napoletano, ci regala un giallo teso e originale. Un intrigo attualissimo in cui i bizantinismi, le ambiguità e le zone d’ombra della politica fanno da contraltare al ragionamento matematico, che nella sua cristallina limpidezza, e prendendo le mosse dal pensiero di maestri come Talete, Pitagora, Euclide, Newton, Fermat, porterà a sciogliere l’enigma di quelle morti misteriose.

Balthazar, romanzo di Claudia Gray edito da Mondadori, data d’uscita 16/10/12, genere Fantasy, horror e gotica.
I fantasmi tormentano Skye. Vogliono farle rivivere l’istante in cui hanno esalato l’ultimo respiro, l’incubo finale. Non le danno tregua, dal giorno in cui ha lasciato l’accademia di Evernight. Ormai lontana da lì, Skye non ha dimenticato Balthazar. Lo ha guardato con adorazione tra i corridoi della scuola, senza alcuna speranza, per due lunghi anni, e ora Balthazar è il suo professore di storia. Ma non è solo un professore. Balthazar è un vampiro. E Redgrave, un vampiro molto più spietato e feroce di lui, è sulle tracce di Skye, e la vuole a ogni costo. Mentre lottano per sopravvivere, Skye e Balthazar devono fare i conti con una scia di odio e rancore lunga quattrocento anni. Fino a scoprire che se il passato ti insegue, solo l’amore ti può salvare.

I 500, romanzo di Matthew Quirk edito da Sperling & Kupfer, data d’uscita 16/10/12, genere Gialli, Thriller, Suspence.
Un anno fa, fresco di laurea in legge a Harvard, Mike Ford ha ottenuto il posto di lavoro che ha sempre sognato: è stato assunto al Davies Group, lo studio di consulenza più influente di Washington. Oggi si ritrova al centro di un gioco mortale, inseguito da due degli uomini più pericolosi sulla faccia della Terra e con una sola certezza: la sua unica via di fuga è ricominciare a fare tutto quello che si era lasciato alle spalle. Mentire, tradire, rubare e questa volta, forse, persino uccidere. Mike è un tipo sveglio, è cresciuto in un ambiente di piccoli delinquenti e truffatori, quello del padre, dal quale ha imparato la dura lezione della sopravvivenza, ma si è anche impegnato al massimo per essere ammesso a Harvard, laurearsi e guadagnare così il biglietto d’ingresso a un’esistenza migliore. L’assunzione al Davies Group gli ha spianato la strada di una brillante carriera e gli ha permesso di vivere gomito a gomito con i 500, l’élite di donne e uomini che governano dietro le quinte Washington – e il mondo intero. Ben presto, però, ha capito che gestire il potere è un mestiere tutt’altro che limpido: nonostante il prezioso pezzo di carta conquistato all’università, il suo ruolo resta quello del truffatore. E impara che più in alto si sale, più pericolosa può essere la caduta. In una miscela esplosiva di intrighi politici e azione dal ritmo implacabile, I 500 è un esordio travolgente, un romanzo di gran classe, nella tradizione del Socio di Grisham e Presunto innocente di Turow, un thriller incalzante che penetra nel cuore delle sale del potere, ai livelli più alti. E pone una domanda alla quale tutti vorremmo una risposta: chi decide per noi?

La bellezza e il peccato, romanzo di Sarah Bower edito da Sperling & Kupfer, data d’uscita 16/10/12, genere romanzo storico.
Inghilterra, 1066. Gytha è giovane, povera e ambiziosa. E ha un grande talento: nelle sue abili mani, l’ago da ricamo vola e come per magia riesce a creare figure di straordinaria bellezza, tanto che il suo nome è ormai famoso in tutta la Sassonia. Fino al momento in cui ogni cosa, per lei e per il suo popolo, cambia per sempre: la battaglia di Hastings, che segna l’inesorabile conquista da parte dei Normanni, si abbatte su di loro, decidendo dei loro sogni e dei loro destini. Per Gytha, questo tragico evento significherà però una svolta che mai avrebbe immaginato. Oddone, il potentissimo e carismatico vescovo di Bayeux, la reclama a corte per affidarle un compito grandioso e difficilissimo: ricamare il maestoso arazzo che dovrà celebrare la vittoria del fratello, Guglielmo di Normandia, restituendone ai posteri un’immagine mistificata. E lei, impotente di fronte ai suoi conquistatori, non può che accettare. Eppure Gytha, indomita e coraggiosa, dentro di sé concepisce un piano ben diverso: ha deciso infatti di vendicarsi, e a farne le spese sarà il vescovo, quell’arrogante straniero che insieme con il fratello ha ucciso il suo re e distrutto tutto il suo mondo, condannandola alla schiavitù. È solo questione di aspettare il momento giusto per agire, e Oddone di Bayeux si ritroverà con un coltello piantato nel petto. Ma c’è qualcosa che Gytha non ha messo in conto: l’amore. Un amore violento e proibito. E mentre la ricamatrice più brava del regno e il suo nuovo padrone si abbandonano a un sentimento travolgente e impossibile, intorno a loro prende forma un intreccio perverso di bugie, tradimenti e alleanze, in cui gli amici diventano nemici, e i nemici complici. E i due amanti si ritroveranno a combattere contro tutto e tutti per difendere la loro unione. Perché niente nella vita, e nella Storia, è come sembra. La bellezza e il peccato seduce e affascina, conducendo il lettore in un labirinto fatto di passione, segreti e vizi, sullo sfondo di uno degli episodi più importanti della storia inglese, che Sarah Bower fa rivivere sulla pagina con magistrale intensità.

Il maestro degli inganni. La scacchiera nera, romanzo di Miki Monticelli edito da Piemme, data d’uscita 16/10/12, genere fantasy e ragazzi.
Nello stesso istante, a migliaia di chilometri di distanza, tre ragazzi entrano in possesso della Scacchiera Nera. Il Guerriero, l’Arciere e il Ladro Nero sono le sole pedine rimaste in gioco e sembrano invitarli a fare la prima mossa… Ryan, il Guerriero del Fuoco, Morten, l’Arciere d’Acqua e Milla, il Ladro Nero, si sono trovati loro malgrado a interpretare ruoli che non gli appartenevano nello spietato mondo della Scacchiera Nera. Ora, due nuove pedine comparse da poco potrebbero dimostrarsi decisive per stabilire le sorti della secolare Guerra contro l’Ingannatore. Ma la sua ultima mossa sembra aver capovolto ogni cosa, portando tra le file dei suoi Luogotenenti un nuovo, insospettabile alleato: il Guerriero del Fuoco. Ryan tradirà i suoi amici o intende battere il Maestro degli Inganni al suo stesso gioco?

Shadowhunters. Città delle anime perdute, romanzo di Cassandra Clare edito da Mondadori, data d’uscita 16/10/12, genere fantasy e ragazzi.
Lilith, madre di tutti i demoni, è stata distrutta. Ma quando gli Shadowhunters arrivano a liberare Jace, che lei teneva prigioniero, trovano soltanto sangue e vetri fracassati. E non è scomparso solo il ragazzo che Clary ama, ma anche quello che odia, suo fratello Sebastian, il figlio di Valentine. Un figlio determinato a riuscire dove il padre ha fallito e pronto a tutto per annientare gli Shadowhunters. La potente magia del Conclave non riesce a localizzare né l’uno né l’altro, ma Jace non può stare lontano da Clary. Quando si ritrovano, però, Clary scopre che il ragazzo non è più la persona di cui si era innamorata: in punto di morte Lilith lo ha legato per sempre a Sebastian, rendendolo un fedele servitore del male. Purtroppo non è possibile uccidere uno senza distruggere anche l’altro. A chi spetterà il compito di preservare il futuro degli Shadowhunters, mentre Clary sprofonda in un’oscura furia che mira a scongiurare a ogni costo la morte di Jace? Amore. Peccato. Salvezza. Morte. Quale prezzo è troppo alto per l’amore? Di chi ci si può fidare, quando peccato e salvezza coincidono? Ma soprattutto: si possono reclamare le anime perdute?

Villa Metaphora, scritto da Andrea De carlo, editore Bompiani, data d’uscita 17/10/12, genere narrativa italiana.
Una piccola isola vulcanica ai margini estremi del Mediterraneo meridionale, Tari. Uno squisito resort di lusso arrampicato sulle rocce, Villa Metaphora. Pochi ospiti internazionali, ricchi e famosi, in cerca di qualche giorno di tregua dalle pressioni del mondo. Quattordici personaggi che si passano il testimone di capitolo in capitolo: un architetto e imprenditore milanese, la sua assistente e amante tarese, un marinaio nato sull’isola, un falegname dall’animo artistico, un raffinato chef spagnolo, una ragazza italo­irlandese alla ricerca delle sue origini, una giornalista francese in incognito, un potentissimo banchiere tedesco e sua moglie, due anziani coniugi italiani dediti al gioco della deduzione, una giovane star americana e suo marito, inventore di un metodo per risolvere problemi altrui, un politico italiano che cerca il sostegno dei “poteri forti”. Quattordici punti di vista, ognuno con la sua voce, il suo mondo, i suoi riferimenti. Ognuno credibile, coerente, e del tutto inconciliabile con gli altri. Una trama serrata, piena di coincidenze, complicazioni, colpi di scena. Un tour de force stilistico, sfaccettato in una varietà di prospettive e di modi di raccontare. Con “Villa Metaphora” Andrea De Carlo scrive il suo romanzo più ambizioso, ironico, cattivo, avventuroso, polemico, raccogliendo la sfida di raccontare il mondo di oggi, con le sue virtù e i suoi difetti peggiori, i suoi vizi, le sue paure, le sue insostenibili contraddizioni.

Never sky, scritto da Veronica Rossi, editore Sonzogno, data d’uscita 17/10/12, genere fantasy.
La giovane Aria vive in un’enclave protetto, una biosfera rarefatta e ipertecnologica dove malattia e invecchiamento sembrano appartenere a un lontano passato: il mondo di Reverie. Ma quando viene ingiustamente cacciata da quella società di eletti, sprofonda nel peggiore degli incubi. Si ritrova sola e terrorizzata nelle Terre della Morte, popolate dai discendenti reietti dell’umanità, che dopo la Grande Catastrofe non hanno trovato posto a Reverie. Nessuno dei suoi simili si era mai avventurato in quelle terre, che la leggenda voleva dominate dalla violenza, dalla fame e dalle epidemie. Ma l’incontro con Perry, un giovane outsider ribelle, le farà capire che quello è il mondo reale: la vita che non ha mai vissuto, le sensazioni che le erano state negate nel luogo asettico in cui era cresciuta. La diffidenza reciproca si trasformerà a poco a poco in attrazione, la forza del loro amore potrà unire i destini di Reverie e delle Terre della Morte, fondendo l’ideale con il reale. Aria scoprirà così che quei due mondi forse non sono opposti, ma complementari.

Una voce di notte, scritto da Andrea Camilleri, editore Sellerio, data d’uscita 18/10/12, genere giallo e mistery.
In un supermercato di Vigàta viene commesso un furto, nella notte è stato sottratto l’incasso – una grossa somma – ma non ci sono segni di effrazione. Il direttore Borsellino appare un po’ frastornato, si sente chiamato in causa dalle domande di Augello e Montalbano, in una parola ha paura. Il giorno seguente Borsellino è morto, impiccato nel suo ufficio. Suicidio? Il dottor Pasquano ha qualche dubbio; cosa si nasconde dietro quel furto? E cosa ha taciuto il direttore? Nel frattempo in un appartamento di Vigàta viene trovato il cadavere di una ragazza. E’ stata accoltellata, a denunziare l’omicidio il convivente, Giovanni Strangio, che per ha un alibi di ferro. I due fatti criminosi sfiorano i nomi di due potenti: l’onorevole Mongibello, amministratore della società proprietaria del supermercato, e Michele Strangio, presidente della Provincia, padre di Giovanni. Come sempre nei gialli di Camilleri due storie si rincorrono, si incrociano, si separano e poi tornano a intrecciarsi. E Montalbano questa volta si trova a giocare duro: stretto da un lato dai superiori che dicono e non dicono, dall’altro dal giudice che non la vede come lui, infine dall’opinione pubblica guidata da Televigàta, decide di intervenire in prima persona gettando a mare problemi di coscienza e sensi di colpa. E il quadro improvvisamente si ricompone e appare in tutta la sua scomoda verità. “Era stata ‘na voci di notti che avrebbe potuto essiri benissimo quella della stissa sò coscienza. Era ‘na giustificazioni tanticchia tirata, tanticchia ipocrita, certo. No, avrebbi fatto quello che aviva addeciso. E se aviva funzionato ‘na prima volta, avrebbi funzionato macari la secunna.”

Flumen, scritto da Filippo Strumia, edito da Elliot, data d’uscita 18/10/11, genere narrativa italiana.
Roma. Il cadavere di un benzinaio arso vivo e con le gambe legate giace disteso in una stazione di servizio nel centro della città. Intorno al corpo, a disegnare un cerchio o forse un esagono, sono disposte sei lucertole carbonizzate. Dai denti serrati della vittima pende lo scheletro di una settima lucertola. Il commissario Capuano, svogliato e sornione, conduce le indagini intorno a questo strano assassinio concentrando i sospetti su un benzinaio, Edmondo, collega della vittima. Edmondo è in realtà un intellettuale che ha abbandonato la carriera accademica per coltivare una personale e bizzarra visione del mondo. Ritiene infatti che i barboni, al servizio di forze malvagie, celino una natura oscura, divina o demoniaca, che spiega il loro isolamento dalla società dei “normali”. Intanto, nei giorni seguenti si susseguono, con le stesse modalità, altri omicidi di benzinai arsi vivi e circondati dalle lucertole. Edmondo, che pur restando il maggior indiziato continua ad avere alibi di ferro, man mano introduce il commissario Capuano, affascinato da questo singolare personaggio, alla sua immaginifica visione del mondo, che intesse barboni, benzinai e mistica persiana in un’unica trama cosmica. Le indagini a questo punto si intrecciano con la pista di una setta esoterica, ma forse, intuisce Capuano, è un’altra la verità dietro questa serie di omicidi rituali, ed è lungo il corso del Tevere che il fiume degli accadimenti troverà la sua inimmaginabile conclusione.

Il giorno del sacrificio, romanzo di Mark Roberts edito da Nord, data d’uscita 18/10/12, genere Gialli, Thriller, Horror
David Rosen è disperato. È la quarta scena del crimine che analizza in pochi mesi e, come tutte le altre, è priva di qualsiasi indizio: non ci sono impronte digitali, né tracce di DNA, niente. Una cosa soltanto è orribilmente chiara: ancora una volta, il serial killer cui sta dando la caccia non ha ucciso subito la sua vittima, ma la terrà prigioniera per giorni, anche per settimane, prima di lasciare il suo cadavere in pieno centro di Londra. E Julia Caton è stata rapita solo ieri, perciò lui avrebbe tutto il tempo per riportarla dalla sua famiglia… se solo avesse almeno una traccia. Rosen venderebbe l’anima al diavolo pur di salvarla… Sebastian Flint è pronto. Dalla sua cella nel monastero di St Mark, nel Kent, ha seguito con attenzione gli sviluppi del caso e non ha dubbi: l’assassino che sta terrorizzando Londra è un emulatore di Alessio Capaneo, un satanista vissuto a Firenze alla fine del XIII secolo. Flint deve avvertire la polizia, prima che sia troppo tardi: Capaneo uccideva per celebrare un antico rito in cui era previsto il sacrificio di cinque donne. Flint ne è certo: David Rosen è un detective intelligente e meticoloso, capirà subito che quella è la pista giusta, perciò seguirà le sue indicazioni alla lettera. Quindi ben presto s’insospettirà, farà alcune indagini e scoprirà la verità. E allora il gioco potrà proseguire con nuove regole…

Il dono e il sacrificio, romanzo di Jacqueline Carey edito da Nord, data d’uscita 18/10/12, genere Gialli, thriller, suspence.
Il primo volume della nuova saga ambientata nel regno di Terre d’Ange. C’è stato un tempo in cui l’isola di Alba era dominata dai Maghuin Dhonn, un’antica tribù depositaria di poteri straordinari. Un secolo fa, però, quella terra è stata sconvolta da un crimine orrendo: l’assassinio della moglie e del figlio di Imriel de la Courcel. Da quel giorno, la magia è svanita quasi del tutto… L’oracolo è stato chiaro: sarà Moirin, la figlia della venerata strega dei Maghuin Dhonn, a riportare la tribù allo splendore che merita; tuttavia, perché il fato si compia, la giovane dovrà intraprendere un lungo viaggio alla scoperta delle proprie origini. Emozionata e impaurita, Moirin lascia quindi le foreste di Alba alla volta di Terre d’Ange, dove vive il padre, che lei non ha mai conosciuto. Di lui, Moirin sa solo che è un sacerdote di Naamah, la dea del desiderio, la stessa divinità che spesso le appare in sogno e che le ha donato innate abilità di seduzione. Ma il regno angeline è un posto pericoloso per un’ingenua fanciulla dei boschi. Non appena arriva nella capitale, infatti, Moirin viene prima derubata e poi investita dalla carrozza di Raphael de Mereliot, uno degli uomini più potenti della città. Un incontro che segnerà il suo destino: quando Raphael le offre ospitalità, Moirin s’infatua di lui e, col passare dei giorni, si lascia coinvolgere in una conturbante relazione amorosa. Ma la giovane non può immaginare che, in realtà, Raphael vuole soltanto servirsi di lei e delle sue capacità per realizzare un piano ordito da tempo…

Le perle del drago verde, scritto da Lisa See, editore Longanesi, data d’uscita 18/10/12, genere romanzo storico.
Unite da un profondo affetto e dalle vicende di un’esistenza travagliata, le sorelle May e Pearl Chin, dopo una giovinezza felice a Shanghai, la “Parigi d’Oriente”, vivono nella Los Angeles degli anni Cinquanta costrette dal padre a un matrimonio d’interesse con i fratelli Louie. Nella Chinatown della città, le due famiglie hanno allevato Joy, ora diciannovenne, che scopre per caso con dolore di non essere figlia di Pearl e Sam, come ha sempre creduto, bensì di May e del suo grande amore di gioventù, il pittore cinese Z.G. Sconvolta, la ragazza decide di recarsi nel Paese al quale sente di appartenere, per conoscere il suo vero padre. Ma la Cina che l’attende è la Cina maoista del Grande Balzo in avanti, un Paese in cui gli individui non contano nulla, piegati dal potere e dalle sue richieste spietate. Lo stesso padre di Joy è osteggiato dal nuovo regime in quanto artista e sta per partire per la campagna dove dovrà “imparare dalla vita reale” e fare autocritica. Nel suo entusiasmo cieco per il Paese che sente come suo, Joy decide di seguirlo e in un villaggio sperduto si innamora di Tao Feng, un contadino. Nel frattempo a Los Angeles, la “madre” di Joy, Pearl, decide di recarsi a sua volta in Cina per riportare a casa “sua” figlia…

La terra del fiordo. Il cavaliere degli elfi, scritto da Bernhard Hennen, editore Armenia Pan Geo, data d’uscita 18/10/12, genere fantasy.
Gishilde, salita al trono della Terra del Fiordo, guida la lotta contro la crudele Chiesa di Tjured. Addestratasi nella Rocca dell’Ordine, conosce alla perfezione le strategie dei suoi maestri di un tempo e, con il suo valore, conquista subito il cuore degli abitanti della Terra del Fiordo e della Marca degli Albi. Uniti cercano di contrastare il predominio della Chiesa. Ma quando i cavalieri nemici marciano sul Regno degli Elfi si apre una fase drammatica del conflitto: la leggendaria città di Vahan Calyd viene distrutta, la regina degli elfi Emerella giura vendetta e Lue è fatto prigioniero. Gishilde, a sua volta, fugge nel profondo delle montagne della Terra del Fiordo. La sua volontà di resistere è ormai spezzata, finché un giorno non si presenta un misterioso sconosciuto…

Daniel contro l’uragano, scritto da Shane Jones, editore Isbn edizioni, data d’uscita 18/10/12, genere narrativa.
“Una settimana prima mi era stato chiesto di costruire un condotto per l’acqua potabile che arrivasse all’oceano. Essendo l’unico appassionato di tubi in città e l’unico che sa come assemblarli, avevo detto di sì, muovendo su e giù la mia sciocca testolina avevo detto: Sì, assolutamente, sì, posso farlo, certo, sì. Tutti continuano a parlare di un Uragano che si avvicina all’orizzonte, disse l’Uomo con i tatuaggi. Guardò fuori dalla finestra il cielo violetto, le foglie. Un tremore gli scosse le spalle. Non so di sicuro cosa sia davvero l’Uragano, dissi. L’Uomo con i tatuaggi si passò una mano sulla bocca, cercando di ricomporsi per fare un discorso serio. D’ora in poi, porta Iamso con te, disse. Ha un ottimo senso dell’orientamento. Può aiutarti. Può dirti cose su di te e scrivere i tuoi sentimenti, o delle storie. Non dovresti stare da solo là fuori, in preda alla preoccupazione, alla nostalgia di tua moglie, attanagliato dalla paura dell’Uragano, senza riuscire a dormire nemmeno per un breve sogno. Dal fondo del corridoio, uno sferragliare di tubi, Iamso di corsa. Portava a tracolla un grosso sacco di tela pieno di tubi blu. Un’altra borsa era piena di panini. Mi prese la mano e mi tirò le dita verso la maniglia della porta. Dai, ora andiamo, su, disse. (…) All’orizzonte, l’Uragano lanciava barche in un cielo affollato di nuvole.” La fantastica storia di un uomo terrorizzato dagli uragani e della donna che voleva salvarlo.

Il codice del traditore, romanzo di Andrew Swanston edito da Tre60, data d’uscita 18/10/12, genere giallo storico.
Inghilterra, 1643. Battaglie, saccheggi e distruzioni sconvolgono il regno, funestato da una cruenta guerra civile. Persino il re non è più al sicuro. Avvisato di un complotto ai suoi danni, Carlo I abbandona la capitale e si stabilisce a Oxford, eppure niente sembra fermare la mano del nemico: il crittografo di corte, infatti, viene brutalmente assassinato, lasciando così vacante una posizione delicatissima. Senza di lui, il governo di Sua Maestà è impotente. E c’è solo una persona che può prenderne il posto: Thomas Hill, un pacifico libraio di provincia che, grazie a una prodigiosa intelligenza matematica, è in grado di decifrare anche i codici più complessi. Convocato a corte, Thomas ha subito la sensazione che Oxford non sia più il tranquillo centro dove, anni prima, lui aveva completato gli studi, bensì un luogo in cui serpeggiano violenza, intrighi e tradimenti. E, quando il suo vecchio mentore gli rivela che tra la cerchia del re si nasconde un traditore, il timore diventa certezza: nessuno può considerarsi al sicuro e tutti sono sospettati. Specialmente adesso che è stato intercettato un messaggio di cruciale importanza, composto in un codice ritenuto inviolabile, che rivelerebbe l’identità della spia nemica. Thomas è l’unico che può tentare di decifrarlo, tuttavia il prezzo da pagare sarà altissimo…

Uno chalet tutto per me, scritto da Elizabeth von Arnim, editore Bollati Boringhieri, data d’uscita 18/10/12, genere narrativa.
Una fuga in solitudine tra montagne incantate e paesaggi mozzafiato: depressa dagli orrori della guerra, Elizabeth cerca un luogo e un tempo da dedicare a se stessa, per dimenticare il male e ritrovare la gioia di vivere.

La profezia di Karna e l’amuleto maledetto, scritto da Nascimbeni Eugenio, editore Falzea, data d’uscita 18/10/12, genere fantasy.
Nel IV secolo a. C., in un territorio celtico corrispondente all’attuale Carnia, l’amore di Alasia e Damien si scontra con la brutale ferocia di Athor, crudele signore del loro villaggio, da sempre innamorato follemente della giovane. Duemilacinquecento anni dopo, Mary, squillo d’alto bordo, ruba un prezioso amuleto di bronzo, appartenuto ad Alasia, dalla casa di un industriale dai traffici poco puliti. Il furto dà origine a una caccia senza tregua, fino a un minuscolo paese sorto sulle ceneri dell’antico villaggio celtico di Alasia e Damien. L’incontro in quel luogo di Mary con Siro, commesso in un supermercato, sembra voluto dal destino, così come il ritrovamento di una necropoli celtica in quel piccolo paese. L’impressione di aver già vissuto quei luoghi e quelle emozioni accomuna i personaggi, prima spaventati, poi increduli, infine consapevoli del loro destino. L’amuleto trascina con sé una maledizione ancestrale che deve essere spezzata a tutti i costi.

Il ghostwriter, scritto da Zoran Zivkovic, editore TEA, data d’uscita 18/10/12, genere narrativa.
Una mattinata nello studio di uno scrittore. Sta per mettersi al lavoro quando riceve una mail da uno sconosciuto Ammiratore che gli chiede se è disposto a scrivere un romanzo che non verrà pubblicato a suo nome. “Ma come?! A me vengono a chiedere di fare il ghostwriter!” Comincia così una storia semplice, e al tempo stesso sempre più misteriosa, in cui Zivkovic si diverte a mostrare tutti i paradossi dello scrivere e del rapporto tra l’autore, il libro e il lettore. Per fortuna nello studio si aggira anche Felix, un saggio gattone, che finirà col portare un po’ di buon senso.

 

Quattro soli a motore, scritto da Nicola Pezzoli, editore Neo Edizioni, data d’uscita 19/10/12, genere narrativa.
Pieni anni ’70, provincia lombarda, quella che più campestre non si può. Una famiglia sgangherata, compagni bulli, suore Mangusta, una misteriosa fattoria dove un vecchio conserva contro la nebbia. Un romanzo di formazione, divertente e commovente, che narra l’infanzia di tutti i nati in provincia negli anni ’70. Scritto con uno stile fresco e pieno di invenzioni, suona come un manifesto di quel periodo per chi è cresciuto lontano dalle narrazioni delle grandi città. Una scrittura e una storia che a leggerli è puro piacere.

 

L’invisibile, romanzo di Pontus Ljunghill edito da Guanda, genere Gialli, Thriller, Horror.
Stoccolma, 1953. L’ispettore Stierna è prossimo alla pensione. È un uomo solo, tormentato dai ricordi. Soprattutto da un caso che risale agli inizi della sua carriera, quando era ancora un giovane pieno di speranze e credeva nel suo mestiere. Un omicidio mai risolto che ora è sul punto di cadere in prescrizione. Stierna intende trascorrere gli anni della pensione sull’isola di Gotland, dove viene raggiunto da un giornalista, che vuole intervistarlo su una serie di casi irrisolti della sua carriera. Il primo dei quali è proprio quello che più tormenta l’ispettore. Parlarne risveglia i fantasmi del passato, ma in compenso aiuta Stierna a capire che la soluzione è molto più vicina di quello che sembra…

Il tempo è un dio breve, romanzo di Mariapia Veladiano, editore Einaudi, data d’uscita 23/10/12, genere narrativa.
C’è una donna che ripercorre la sua vita per arrivare al mistero del presente. C’è un amore che finisce e un altro che nasce, da difendere contro l’ombra del male che lo precede, l’ombra di tutti i mali, la morte. E se questo male investe un bambino allora una voragine si allarga sotto di noi. E possibile la lotta, come contro l’angelo, che è Dio. E forse possibile uscir feriti ma salvi e con un nome nuovo scritto nella propria storia e così forse un’altra vita ci aspetta. E questo il sogno di ogni amore. Che non finisca. O è solo una promessa. Ma una promessa è molto più potente di un sogno. In un paesaggio di neve e di incanti la protagonista, in compagnia del figlio, incontra un uomo; il male per un momento è confinato alla sua dissolvenza, costretto dalla forza tutta umana dell’amore che diventa divino nella potenza di un’ostinazione necessaria. Ci è stato dato e non può più morire. E quelli che ci hanno amato, tutti intorno a noi come alberi, colonne di un cielo silenzioso, con chiome piegate dalla bellezza della neve, a raccontarci l’eterna storia dell’amore: insieme è nulla la paura. Insieme è nulla la paura.

Il piantagrane, romanzo di Marco Presta, editore Einaudi, data d’uscita 23/10/12, narrativa.
La storia di un uomo che ha il potere di dare vita a un mondo migliore. In un bar di periferia una signora di mezza età lancia un grido: improvvisamente, le si sono sgonfiati i seni rifatti. Nessuno sa come sia possibile. Nessuno tranne Giovanni, un vivaista che ha un potere straordinario: al suo passaggio, le cose tornano al loro aspetto originario, al proprio ordine naturale. Cosi, in pochi giorni, il Paese è investito da una serie di cambiamenti eccezionali: gli elettori votano per l’unico candidato onesto e sconosciuto di una lista civica; l’autore di un morbosissimo libro di successo viene aggredito verbalmente e fisicamente, nel corso di una presentazione, dai suoi mansueti ascoltatori; i quotidiani iniziano a pubblicare notizie vere ma scomode. Ma, si sa, non a tutti piacciono i cambiamenti. E i servizi segreti, preoccupati dalla piega che le cose stanno prendendo, si mettono sulle tracce del “mostro”. Giovanni non ha altra scelta che fuggire. Aiutato da Granchio – un ometto enigmatico e bizzarro che gli farà da scorta e con cui stringerà una sgangherata amicizia – intraprenderà un viaggio che lo porterà lontano, dove non sapeva di poter arrivare.

Chi ti credi di essere, romanzo di Alice Munro, editore Einaudi, data d’uscita 23/10/12, genere narrativa.
Non c’è sentimentalismo nel modo in cui la Munro dipinge la provincia: operai abbrutiti, piccoli negozianti indolenti, pettegolezzi crudeli e necessari egoismi di orizzonti troppo piccoli. Quella di Rose è la storia di una fuga, ma anche della presa di coscienza del peso che hanno le radici. Nel libro, non a caso, gioca un ruolo fondamentale Flo, la matrigna, incarnazione della brutalità della vita rurale. Nei quarant’anni in cui si dipanano i racconti, Flo è il costante alter ego di Rose, la sua impronta, la sua nemica e il suo rifugio. Quelle di “Chi ti credi di essere?” sono storie che spesso indagano la sessualità: come “La mendicante”, che racconta la disillusione di un amore nei confronti del quale Rose aveva creduto di dover essere come la “Vergine mendicante” del quadro di Burne­Jones, mite, dolce e riconoscente. Ed è ancora il sesso, fatto per noia o per sentirsi meno soli, alla base di “Cigni selvatici” e di “Un’avventura”. Alla fine, però, Rose ce la farà. Troverà un proprio posto nel mondo e tornerà, anni dopo, a West Hanratty, dove tutto è iniziato.

L’amore graffia il mondo, scritto da Ugo Riccarelli, editore Mondadori, data d’uscita 23/10/12, genere narrativa.
Figlia di un capostazione e di una contadina, Signorina nasce all’inizio degli anni ’20 in un paese dell’Italia centrale. Secondo la madre, leggere e scrivere non sono attività adatte a una ragazza come si deve, ma il padre decide di mandare comunque le figlie a scuola. Alla fine delle elementari, però, Signorina deve abbandonare gli studi, nonostante il parere contrario della maestra che riconosce il talento e l’intelligenza della bambina. L’incontro con un misterioso orientale, che con due rapidi gesti della mano saprà trasformare un pezzo di stoffa in un origami capace di vestire una bambola, fa sì che la creatività di Signorina trovi uno sbocco inaspettato. Impara a cucire e, come per magia, con pochi colpi di forbice riesce a fare bellissimi vestiti. Ma la sua vita viene travolta dalla guerra e dall’amore: le nasce un figlio gravemente malato, a cui dedica tutte le sue forze, nella convinzione che l’amore sappia risolvere ogni cosa, che possa tutto.

Vecchi diavoli, scritto da Amis Kingley, editore Dalai Editore, data d’uscita 23/10/12, genere narrativa.
Alun Weaver e sua moglie Rhiannon tornano dopo anni nel villaggio nel Sud del Galles dove hanno trascorso la giovinezza e con loro portano anche i vecchi fantasmi del passato. Alun è diventato un importante poeta e scrittore, ha fatto dalla “gallesità” la propria bandiera, e questo gli ha dato denaro e successo. Gli amici rimasti sono invece inaciditi, piegati dalla vita e dall’alcol; uomini e donne per i quali ogni giorno “la sera comincia subito dopo aver fatto colazione”. Quando Alun muore all’improvviso, viene per loro il momento di ripercorrere finalmente che cosa è stata la loro esistenza; ma il passato non è un monumento che si possa contemplare, è un organismo vivo che cambia continuamente forma e di cui forse è impossibile afferrare il senso. “Vecchi diavoli”, l’ultimo grande romanzo di Kingsley Amis è un’opera divertente, amara, dolente. Come la vita.

La felicità arriva in punta di piedi, scritto da Wilson Susan, editore Piemme, data d’uscita 23/10/12, genere narrativa.
Mack, uno sheltie con occhi di colore diverso, è il punto di riferimento nella vita di Justine. Orfana di madre ancora bambina, ha vissuto con il padre e la matrigna senza mai ricevere amore, per poi fuggire di casa a 17 anni. A 43 anni, con un figlio adolescente pieno di risentimento nei suoi confronti, non le è facile affrontare i propri fantasmi. Eppure, ora che suo padre sta per morire, ci si aspetta che lei gli sia accanto. Nel viaggio che la riporta a casa, Mack sparisce durante una sosta all’autogrill e le loro strade si dividono. Mentre lui viene accolto da una coppia inaridita da un dolore troppo grande portando un po. di gioia nella loro casa, Justine non si dà pace e intraprende una lunga e avventurosa ricerca. Ma se è vero che bisogna perdere qualcosa per ricevere un dono ancora più grande, per lei sarà l’occasione di ritrovare se stessa e rimettere finalmente ordine nella propria vita.

Storia di un corpo, scritto da Daniel Pennac, editore Feltrinelli, data d’uscita 24/10/12, genere narrativa.
In questo nuovo libro Pennac racconta la sola storia che ci fa davvero tutti uguali: grandiose e vulnerabili creature umane.
24 luglio 2010. Tornata a casa dopo il funerale del padre, Lison si vede consegnare un pacco, un regalo post mortem del defunto genitore: è un curioso diario del corpo che lui ha tenuto dall’età di dodici anni fino agli ultimi giorni della sua vita. Al centro di queste pagine regna il corpo, con tutta la sua fisicità, dell’io narrante che ci accompagna nel mondo, facendocelo scoprire attraverso i sensi: la voce stridula di una madre anaffettiva, l’odore dell’amata tata Violette, il sapore di caffè di cicoria degli anni di guerra, il profumo asprigno della merenda povera a base di pane e mosto d’uva. Giorno dopo giorno, con poche righe asciutte o ampie frasi a coprire svariate pagine, il narratore ci racconta un viaggio straordinario, il viaggio di una vita, con tutte le sue strepitose scoperte, con le sue grandezze e le sue miserie: orgasmi potenti come eruzioni vulcaniche e dolori brucianti, muscoli felici di una lunga camminata attraverso Parigi e denti che fanno male, evacuazioni difficili e meravigliose avventure del sonno. Con la curiosità e la tenerezza del suo sguardo attento, con l’amore pudico con cui sempre osserva gli uomini, Pennac trova qui le parole giuste per raccontare la sola storia che ci fa davvero tutti uguali: grandiose e vulnerabili creature umane.

Trans Europa Express, scritto da Paolo Rumiz, editore Feltrinelli, data d’uscita 24/10/12, genere narrativa di viaggio.
2008. Seimila chilometri a zigzag da Rovaniemi (Finlandia) a Odessa (Ucraina). Un percorso che sembra tagliare, strappare l’Europa occidentale da quella orientale. È una strada, quella di Rumiz, che tra acque e foreste, e sentori di abbandono, si snoda tra gloriosi fantasmi industriali, villaggi vivi e villaggi morti. Rumiz accompagna il lettore, con una voce profonda, ricca di intonazioni, per paesaggi inediti, segreti, struggenti di bellezza. E più avanza, più ha la sensazione di non trovarsi su qualche sperduto confine ma precisamente al centro, nel cuore stesso dell’Europa. Attraversa dogane, recinzioni metalliche, barriere con tanto di torrette di guardia, vive attese interminabili e affronta severissimi controlli, ma come sempre – nel frattempo – conosce anche la generosità degli uomini e delle donne che incontra sul suo cammino: un pescatore di granchi giganti, prosperose venditrici di mirtilli, un prete che ha combattuto nelle forze speciali in Cecenia. Siamo di fronte a un libro raro, dettato da una scrittura che magnifica il viaggiare e la conoscenza del mondo – di quel mondo – attraverso il viaggiare.

Spiaggia a mano armata, romanzo di Umberto Lenzi edito da Rizzoli, data d’uscita 24/10/12, genere giallo e mistery.
Settembre 1946. Nell’Italia che sta rinascendo dalle ceneri della guerra, anche l’industria cinematografica ha riacceso i motori. Il regista Giorgio Ferroni ha iniziato le riprese di un film ambientato nella pineta di Tombolo, tra Livorno e Pisa, covo di disertori neri americani, prostitute e contrabbandieri. La lavorazione viene interrotta quando il cadavere della giovane Mariuccia Costa, aiuto parrucchiera della troupe, viene rinvenuto sul retro dell’hotel dove alloggiava. Sul corpo, segni evidenti di strangolamento. La polizia accusa dell’omicidio l’ufficiale di colore John Kitzmiller, attore del film e da poco compagno della ragazza. La produzione è però convinta della sua innocenza e chiama in causa l’investigatore privato Bruno Astolfi, ex pugile ed ex questurino radiato dal ruolo ai tempi del fascismo, che in poche ore riesce a scagionare il capitano americano. Resta però da trovare il vero assassino, e per farlo Astolfi dovrà rischiare la propria pelle, scavare nel passato torbido e doloroso della vittima, setacciare il litorale toscano a caccia di un misterioso motociclista e del suo temibile cane. Quello di Umberto Lenzi non è soltanto un giallo formidabile ed elegante, con un detective scaltro e romantico come non se ne vedevano dai tempi di Maigret e Marlowe. È un romanzo che – con l’acutezza di sguardo che hanno soltanto i grandi registi e narratori – racconta l’Italia dell’immediato dopoguerra, affamata e violenta eppure pronta a risollevarsi inseguendo quel sogno meraviglioso che si chiama cinema.

L’amore quando tutto crolla, romanzo di Giulia Ottaviano edito da Rizzoli, data d’uscita 24/10/12, genere narrativa.
La casa è illuminata a giorno e un delicato abito Chanel riposa sul letto, in camera. Eugenia è in ritardo per il compleanno del padre, l’importante imprenditore milanese Paolo De Gasperis. Ma la stanza del ricevimento è ancora vuota. Sono passati alcuni giorni dalla notizia: l’enorme cantiere della sua società è stato sequestrato. Lucy, la moglie, è sconvolta e vede già la famiglia rovinata, mentre Eugenia non si è resa conto che tutto sta cambiando. Non ha voluto. Perché da poco all’università ha incontrato Tobias, il primo ragazzo che l’abbia fatta sentire così: intelligente, semplice, profonda. Quando però Eugenia torna a casa, capisce che dall’uragano familiare non può stare fuori. Giulia Ottaviano ha scritto un romanzo che si legge tutto d’un fiato e, in una storia quotidiana che è specchio di un’Italia in caduta libera, ha raccontato i desideri e le paure come li viviamo oggi. Quando questo libro è arrivato in casa editrice ha conquistato all’istante i suoi primi lettori. Così, Rizzoli ha deciso di pubblicarlo subito in formato digitale, contemporaneamente anche in inglese. Il successo è stato tale, su tutti gli store italiani e stranieri, che L’amore quando tutto crolla arriva ora in edizione cartacea.

Colosseum. Arena di sangue, romanzo di Simone Sarasso edito da Rizzoli. data d’uscita 24/10/12, genere romanzo storico.
80 d.C. È il primo giorno dei giochi inaugurali dell’Anfiteatro Flavio, il primo di cento. La folla sugli spalti è in fibrillazione e il meglio dell’aristocrazia riempie la tribuna d’onore. Da qui, l’imperatore Tito si gode il suo capolavoro: un gigante di marmo e pietra a sfidare il cielo. Per la massima gloria di Roma. Sulla soglia dell’arena, che le generazioni future chiameranno Colosseo, c’è un gladiatore. Ha l’animo rotto ed è armato per uccidere. Il nome con cui il pubblico lo acclama, nell’odiato latino degli invasori, è Vero. Presso il suo popolo ne aveva un altro, ma è bruciato insieme al suo villaggio, alla sua lingua d’origine, al suo passato e alla sua libertà. Non esiste più niente per lui da allora, solo la rabbia da alimentare come un fuoco. Oggi, dopo anni di duro addestramento e infiammato dalla passione per la giovane Giulia, Vero sarà il protagonista del più atteso spettacolo di morte della giornata. Si combatte ormai da ore, nel Colosseo, ma non c’è lotta più crudele di quella che sta per cominciare: il gladiatore dovrà scontrarsi con il suo migliore amico e uno dei due cadrà sotto i colpi dell’altro. Perché nell’arena vige un’unica legge: vincere, e portare sulle spalle il peso del sangue, o morire, precipitando nell’oblio degli sconfitti. Dopo Invictus, Simone Sarasso ci trascina in una nuova storia di ferro, sabbia e onore, costruendo il mito dei gladiatori con vigore e spietata maestria, gli stessi con cui gli antichi edificarono il più famoso anfiteatro del mondo.

I demoni del ghiaccio, romanzo di Stefano Federici edito da Rizzoli, data d’uscita 24/10/12, genere fantasy.
Tanith corre con i lupi dell’Orda, sfidando il gelo delle Terrefredde. Si muove con l’accortezza di un predatore e ne possiede la ferocia, ma è solo una ragazzina. Cresciuta dal branco e dalla misteriosa Sciamana, Tanith non ha paura di niente, come i lupi che l’hanno accolta tra di loro. Né delle gigantesche creature che popolano i ghiacciai né dei soldati dell’imperatore venuti da lontano per imprigionare suo padre, il leggendario Signore dei Lupi. Per liberarlo, la giovane dovrà viaggiare fino ai confini di Tlön, un regno in decadenza lacerato da sanguinose battaglie tra clan rivali. Insieme a Tanith combattono l’amato fratello Garr, che l’aiuterà a scoprire davvero se stessa, e il boia Malamorte, depositario di antichi riti negromantici e di un segreto che potrebbe salvare l’impero dalla distruzione. Perché su Tlön incombe l’oscura minaccia di un popolo primigenio che esige tremendi sacrifici umani per ritornare alla luce. Con I demoni del ghiaccio S tefano Federici racconta l’epopea fantasy di una giovane ribelle, pronta a sfoderare gli artigli contro il Male che si risveglia nel cuore della sua terra e contro quello che segretamente si annida nel suo.

La preda, romanzo di Irène Némirovsky edita da Adelphi, data d’uscita 24/10/12, genere narrativa.
«Un Julien Sorel all’epoca della crisi»: così venne presentato, alla sua comparsa nelle librerie francesi, il protagonista di questo romanzo. Come l’eroe di Stendhal, Jean-Louis Daguerne non ha che un desiderio: «afferrare il mondo a piene mani», diventare uno di quelli che gestiscono il potere e gli affari. Per riuscirci accetterà di essere umiliato, di mentire, di adulare, di fare il doppio gioco, e persino di tradire il suo unico vero amico. Fino al giorno in cui ritroverà dentro di sé, con stupore e sgomento, «quel desiderio di tenerezza, quel disperato bisogno di amore» che per anni ha dovuto negare e soffocare. Allora cercherà, con una sorta di furioso accanimento, di farsi amare dalla sola donna tra le cui braccia abbia sentito riemergere la propria fragilità di bambino, e si chiederà che senso abbia avuto quella lotta convulsa, rabbiosa, per sottrarsi a un destino di miseria, per intrufolarsi negli ambienti giusti, per avere in mano le carte vincenti. Alla fine, il patto faustiano si rivela una beffa: «Il successo, quando è lontano, ha la bellezza del sogno, ma non appena si trasferisce su un piano di realtà appare sordido e meschino».

Gli zombi non piangono, romanzo di Rusty Fischer edito da Giunti, data d’uscita 24/10/12, genere horror e gotica.
Maddy Swift è una studentessa un po’ imbranata, che frequenta il liceo della tranquilla cittadina di Barracuda Bay e ha una cotta per il nuovo ragazzo della scuola. Quando Stamp la invita a una festa, la sua vita è destinata a cambiare per sempre. Piove a dirotto e Maddy, tutta agghindata, esce di nascosto dal padre. Dopo essersi persa diverse volte, finalmente intravede le luci della festa e viene colpita in pieno da un fulmine. Quando si risveglia, si ritrova con la faccia in una pozzanghera, stordita e completamente inzaccherata. Ma il fango è l’ultimo dei suoi problemi: è quel buco fumante nel cranio, il cuore che non batte più e i polmoni che non funzionano a farle sorgere qualche sospetto… Una volta a casa, dopo una rapida ricerca in rete, scopre con raccapriccio di essersi trasformata in una delle creature che più la spaventano: una morta vivente.

Non-morta e incompresa, scritto da MaryJanice Davidson, editore Delos Books, data d’uscita 24/10/12, genere horror e gotico.
Le priorità di Betsy Taylor sono decisamente chiare: mentre la maggior parte delle donne pagherebbe per un titolo nobiliare, secondo Betsy l’incarico di regina dei vampiri comporta più problemi che benefici. Tra l’altro, i dipendenti del suo night club, lo Scratch, le rompono le scatole da quando ha ucciso il loro vecchio capo: certe persone, proprio… Ma la “vita” di Betsy prende una svolta interessante durante una festa della matrigna cattiva, la quale si lascia sfuggire l’esistenza di una misteriosa sorellastra, ora ventenne che, guarda caso, è figlia del diavolo e destinata a governare il mondo…

Il cerchio, scritto da Mats Strandberg e Sara Bergmark Elfgren, editore Salani, data d’uscita 25/10/12, genere Fantasy.
Una piccola città industriale in miseria, circondata da boschi profondi dove la persone si perdono e scompaiono. Sei ragazze hanno appena iniziato le superiori. Non hanno nulla in comune. E appena cominciato l’autunno quando uno studente viene trovato morto in uno dei bagni della scuola. Tutti sospettano il suicidio. Tutti tranne loro. Una notte, quando una misteriosa luna rossa riempie il cielo, le ragazze si incontrano nel parco, attratte da una forza misteriosa. Non sanno come o perché, ma hanno bisogno luna dell’altra per sopravvivere. Un’antica profezia rivela loro che sono le Elette, un gruppo di streghe legate insieme da un potere che potrebbe distruggere ogni cosa. Da questo giorno in poi, il liceo è una questione di vita o di morte. Devono imparare a convivere nonostante le differenze e dominare le forze die si sono risvegliate al loro interno. Il tempo sta scadendo. Qualcosa dà loro la caccia e se non lo troveranno per prime, la cosa lo farà.

Un castello di inganni, romanzo di Elizabeth George edito da Longanesi, data d’uscita 25/10/12, genere Gialli, thriller, suspence.
«Alla fine, tutto sembra ricondursi al denaro», riflette lapidario Thomas Lynley di fronte all’indagine che lo ha portato in Cumbria, un incarico strettamente confidenziale affidatogli da Sir David Hillier. A chiamare in causa Scotland Yard è Bernard Fairclough, baronetto di recente nomina e ricco industriale, convinto che la morte per annegamento di suo nipote Ian, archiviata dal coroner come accidentale, sia stata in realtà un omicidio. Affiancato da Deborah e Simon St. James, che lo seguono in incognito, Lynley si ritrova a frugare tra gli scheletri nell’armadio di molte «rispettabili» persone, costretto a mettere in discussione persino gli affetti più cari. E le sorprese non mancano negli armadi di casa Fairclough, o piuttosto nelle complicate relazioni che ruotano attorno alle ricche casse della famiglia: una figlia finta invalida che conduce un’esistenza parassita a spese del padre; un figliol prodigo uscito dal tunnel della dipendenza da alcol e stupefacenti che si affanna per rientrare nelle grazie del genitore, un ragazzino affetto da turbe psichiche, qualche ex moglie inviperita e non pochi amanti inopportuni… Uno scomodo ginepraio su cui si è concentrata l’attenzione del giovane reporter di un famigerato quotidiano scandalistico, da tempo impegnato a indagare sulla nuova vita del rampollo di casa Fairclough…

Skagboys, romanzo di Irvine Welsh edito da Guanda, data d’uscita 25/10/12, genere marrativa.
Come ha fatto Edimburgo sullo scorcio del secolo scorso a diventare la capitale dell’eroina? E come hanno fatto Renton, Sick Boy e gli altri a diventare quello che sono in “Trainspotting”? Domande che trovano risposta in questo prequel del romanzo più famoso di Irvine Welsh, direttamente dalla voce narrante di Renton, ancora studente universitario, e il più cosciente e combattuto del gruppo. Intorno a lui gli amici di sempre, Sick Boy, già psicologicamente alla deriva, e Franco Begbie, teppista violento pronto a diventare sociopatico. Sullo sfondo della tragedia incombente, l’iperrealismo, l’ironia e l’energia narrativa che hanno fatto di Welsh una delle voci più grandi della narrativa d’Oltremanica.

La pergamena maledetta, romanzo di Heike Koschyk edito da Newton Compton, data d’uscita 25/10/12, genere giallo e ambientazione storica.
1188. In una cupa notte di tempesta, un uomo bussa alla porta del misterioso monastero benedettino di Eibingen. I suoi capelli sono bianchi come la neve e ha il volto deturpato da una smorfia raccapricciante. Quando lo vedono, le suore del convento pensano all’avvento dell’Anticristo, ma in realtà si tratta di fra’ Adalberto dell’abbazia di Zweifalten, amico e confidente della defunta mistica Ildegarda di Bingen. La mattina dopo, il monaco viene ritrovato cadavere nella biblioteca, con un’enigmatica pergamena tra le mani. Quando poi anche una suora viene trovata morta e un terribile incendio divampa distruggendo il tetto della chiesa, appare chiaro che qualcosa di diabolico minaccia il monastero fondato dalla profetessa Ildegarda. Nel tentativo di far luce sui tragici avvenimenti, la giovane nobildonna Elysa da Bergheim si finge un’aspirante novizia per introdursi nel convento senza destare sospetti. L’unico indizio per la soluzione del caso deve essere celato tra le righe della misteriosa pergamena, scritte usando la Lingua ignota creata da Ildegarda come codice per le sue apocalittiche profezie. Quale terribile messaggio si nasconde dietro quei simboli? E perché qualcuno è disposto a tutto, persino a uccidere, per impedire che il segreto venga divulgato?

The heroes, scritto da Abercrombie Joe, editore Gargoyle Books, data d’uscita 25/10/12, genere fantasy.
Bremer dan Gorst, maestro di spade caduto in disgrazia, ha giurato di reclamare sul campo di battaglia l’onore perduto. Il Principe caler non ha alcun interesse per l’onore e ancor meno dell’eventualità di rimanere ucciso. Tutto quello che vuole è il potere. Curnden Craw, l’unico uomo onesto rimasto al Nord, ha dedicato la sua vita all’arte della guerra. Attraverso tre sanguinosi giorni battaglia, il destino del Nord sarà deciso…

Caduto fuori dal tempo, scritto da David Grossman, editore Mondadori, data d’uscita 26/10/12, genere narrativa.
Una sera, in una città di un luogo immaginario, un padre si alza da tavola. Deve “andare laggiù”. Ha perso un figlio, cinque anni prima, e “laggiù” è dove il mondo dei vivi confina con la terra dei morti. Durante il cammino si uniscono a lui altri personaggi che vivono ciascuno il dolore per la perdita del proprio figlio: il duca signore di quel luogo, un insegnante di matematica che riempie di problemi i muri di casa, un’ostetrica, un ciabattino. Con loro, idealmente perché costretto in una stanza, c’è anche una strana figura di Centauro, con la parte inferiore del corpo trasformata in scrivania. È uno scrittore che da quindici anni vive circondato dagli oggetti del figlio morto, il cui unico desiderio è quello di catturare la morte con le parole. Durante la marcia ognuno di quei genitori parla di sé, del proprio dolore, del desiderio di rivedere almeno una volta il proprio figlio. Finché arrivano a un muro di impalpabile consistenza su cui compaiono sporgenze di volti e corpi umani, nei quali sembra di ravvisare le sembianze dei propri figli. Da lontano il Centauro racconta questa storia per cercare di costruirsi una vita in cui ci sia spazio anche per un figlio morto. “Lotto contro la distruzione, la cancellazione, l’oblio. dice, anche se in questo modo il dolore mantiene intatta la sua violenza.

L’acustica perfetta, scritto da Daria Bignardi, editore Mondadori, data’uscita 30/10/12, genere narrativa italiana.
Una gelida mattina di dicembre, alle soglie del Natale, la sveglia si mette insolitamente a trillare sul comodino di Arno Cange, violoncellista alla Scala. La casa è immersa nel silenzio, i bambini dormono nei loro letti, la tavola è apparecchiata per la colazione. Ma dov’è Sara? È sempre lei ad alzarsi per prima e a occuparsi di tutto… Da un laconico biglietto, Arno viene a sapere che, dopo 13 anni di matrimonio, Sara se n’è andata: non dice dove, perché, né per quanto tempo. Catapultato controvoglia nelle maglie strette della vita quotidiana, Arno scoprirà molte cose: per esempio che la sua mamma crucca, a cui si rivolge per un aiuto, è un disastro nel gestire i nipoti, mentre il padre Guelfo, che aveva sempre ritenuto un fricchettone irresponsabile, osserva e sa tutto. Nel padre di Sara, il silenzioso e concreto Rino, Arno troverà il convivente ideale, e incontrerà con sorpresa i figli, amati ma non abbastanza frequentati finché Sara era con loro. Ma soprattutto dovrà fare i conti con i segreti della moglie, annidati in un passato che gli si rivela, tappa dopo tappa, in un itinerario che ha la profondità di un romanzo di formazione, il ritmo e il mistero di un noir. Riuscirà, Arno, a intrecciare ancora i suoi passi con quelli di Sara, l’unica donna che abbia mai amato? Tornerà, Sara, alla sua laboriosa vita di sempre? Un percorso verso la verità che si cela al fondo di ogni relazione, verso il cuore buio che ciascuno di noi protegge anche dalle persone amate…

Palme nella neve, scritto da Luz Gabas, editore Mondadori, data d’uscita 30/10/12, genere narrativa.
Spagna, 2003. Clarence Rabaltue, una ricercatrice linguistica di circa trent’anni, scopre per caso una serie di lettere misteriose intercorse tra suo zio Kilian e la famiglia a partire dal 1953, da quando cioè lui e il fratello Jacobo, padre di Clarence, avevano iniziato a lavorare in una piantagione di cacao nella colonia spagnola di Fernando Poo, in Africa. Le lettere la incuriosiscono moltissimo e Clarence inizia a indagare, ma trovare delle risposte si rivela un’impresa assai complicata. Quali segreti nasconde la sua famiglia? Il romanzo si svolge su due piani temporali: negli anni ’50 a Fernando Poo, Guinea equatoriale, dove seguiamo le vicende dei due fratelli Kilian e Jacobo, e ai giorni nostri quando Clarence parte per Bioko (ex Fernando Poo) per scoprire il mistero delle lettere. Alla fine naturalmente la verità verrà a galla, molto più sconvolgente e intricata di quanto Clarence avrebbe mai potuto immaginare. Misteri, intrighi, storie d’amore e segreti familiari si intersecano perfettamente in un intreccio con un ottimo ritmo, che riesce sempre a mantenere alta la tensione. Ricco di personaggi molto ben delineati, il romanzo tratta anche temi impegnati, come la politica coloniale, e offre uno sguardo interessante sulle tradizioni e la storia della Nuova Guinea e della Spagna.

Più lontano ancora, opera di Jonathan Franzen edita da Einaudi, data d’uscita 30/10/12, genere letteratura di viaggio.
Nel Pacifico meridionale, a ottocento chilometri dalla costa del Cile, c’è un’isola vulcanica dalle inaccessibili pareti verticali, lunga undici chilometri e larga poco piú di sei, popolata da milioni di uccelli marini e da nessun essere umano. Si chiama Masafuera, «piú lontana». Spinto da quell’inquietudine che solo certi viaggi riescono a placare, Jonathan Franzen, qualche mese dopo l’uscita di Libertà, decide di raggiungere Masafuera e trascorrervi alcuni giorni. Insieme a lui soltanto una tenda, un GPS presto inutile, una copia di Robinson Crusoe e le ceneri di un amico morto suicida. Nella solitudine – non priva di avventurose e quasi mortali complicazioni – Franzen farà i conti con ciò che lega l’isolamento e il romanzo (il genere che insegna «come stare soli»), la modernità tecnologica con la sua valanga di stimoli superflui e la noia quale passaggio indispensabile per trovare se stessi. Ma farà anche i conti con il lutto, la perdita e la necessità, dolorosa, di parlare con i propri fantasmi: «la mia attuale fuga da me stesso era cominciata poco dopo la morte di David Foster Wallace, due anni prima. All’epoca avevo deciso di non affrontare l’orribile suicidio di una persona che amavo tanto, e avevo preferito rifugiarmi nella rabbia e nel lavoro». Sia che raccontino di animali in pericolo e della minaccia che l’umanità rappresenta per la loro sopravvivenza, di come cellulari, Internet e social network trasformino i rapporti interpersonali, di amici (non c’è solo l’ombra di Wallace tra queste pagine) o di maestri (Alice Munro o Paula Fox, ad esempio), le ventuno riflessioni che compongono Piú lontano ancora, non importa se in forma di saggio, ricordo autobiografico o reportage, affrontano tutte lo stesso problema di fondo: come rimanere umani.

La danza dei draghi, romanzo di George R.R. Martin edito da Mondadori, data d’uscita 30/10/12, genere fantasy.
La Danza dei Draghi, segna una nuova, appassionante pietra miliare de “Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco”, l’epica saga fantasy di George R.R. Martin diventata un evento mondiale e dopo la quale il fantasy non sarà mai più lo stesso. Non c’è fine alla guerra dei cinque re: alimentato dall’infinita sete di potere di troppi condottieri e pretendenti, un insensato bagno di sangue continua a sconvolgere il cuore dei Sette Regni. Nel remoto nord, alla Barriera ormai travolta dalla furia dell’inverno, il giovane Jon Snow è costretto a compiere una scelta tanto temeraria quanto estrema. Una scelta che susciterà le ire dei suoi stessi confratelli e che potrebbe costargli molto più del rango di lord comandante dei Guardiani della notte. Ad Approdo del Re, nonostante il suo potere sia ormai disgregato, l’arrogante regina Cersei Lannister riconquista la libertà dalle segrete di una fanatica setta religiosa al prezzo di una pena infamante e ripugnante. Nel mare stretto, Victarion Greyjoy, brutale e sanguinario ammiraglio della Flotta di Ferro, sta facendo rotta verso la Baia degli Schiavisti per conquistare la mano di Daenerys Targaryen, Madre dei Draghi: un disegno infido e pericoloso che lo spingerà persino a stipulare una blasfema alleanza. Ma Victarion non è il solo a desiderare di occupare il trono di spade al fianco di Daenerys. Nella città di Meereen, tuttora sotto assedio, mentre il valoroso Barristan Selmy deve ordire un complotto contro l’ambiguo re Hizdahr, un principe dorniano ossessionato dalla furia dei draghi si lancia in un’impresa destinata a rivelarsi suicida. E tra le linee dell’assedio yunkai, Tyrion Lannister, l’immarcescibile Folletto, studia una strategia per creare una nuova, inaspettata forza d’invasione con la quale riconquistare i Sette Regni. Tutto questo però potrebbe rivelarsi disperatamente inutile. Perché ora, veramente… l’Inverno sta arrivando.

Fragility, scritto da Maizel Rebecca, editore Sperling & Kupfer, data d’uscita 30/10/12, genere horror e gotica.
Miracolosamente sopravvissuta al rituale con cui ha ridato la mortalità all’amico Vicken, Lenah torna al campus di Wickham. Vuole riprendere in mano la sua vita da adolescente insieme con il fidanzato Justin e dimenticare il passato, i cinquecento anni trascorsi come Regina della Congrega dei vampiri di Hathersage. Ma al campus due sorprese la attendono: una spietata vampira pronta a tutto pur di apprendere il segreto del rituale, e Rhode. Il grande amore di Lenah è ancora vivo, ed è umano, proprio come lei.

Lo chef indiano, scritto da Jaspreet Singh, editore Piemme, data d’uscita 30/10/12, genere narrativa.
Quattordici anni dopo aver lasciato il Kashmir e la residenza del governatore per cui lavorava come cuoco, Kirpal viene richiamato in servizio per occuparsi del matrimonio della figlia del suo ex Sahib. Il lungo viaggio in treno da Delhi è l’occasione per ripercorrere la propria vita: dall’apprendistato in cucina al conflitto tra India e Pakistan, all’amore per Irem, una giovane musulmana la cui unica colpa è vivere dalla parte sbagliata del confine. All’inizio il viaggio di Kirpal in Kashmir era stato come una sorta di pellegrinaggio sulle tracce di suo padre, che lì aveva combattuto ed era morto, poi i luoghi gli erano entrati nel cuore, tanto da rendere inevitabile il suo ritorno, anni dopo. Tuttavia Kirpal non è un uomo d’azione, ma un osservatore, e gli orrori della guerra arrivano al lettore filtrati dal suo sguardo, uno sguardo innocente, molto più a suo agio nei recessi di una cucina che nei campi di battaglia.

Lettere da una sconosciuta, scritto da Barbara Taylor Bradford, editore Sperling & Kupfer, data d’uscita 30/10/12, genere narrativa rosa.
Arrivata nel Connecticut per trascorrere un weekend nella casa di famiglia, Justine Nolan trova una lettera indirizzata alla madre. Incuriosita, decide di aprirla. Scopre così non solo che la sua adorata nonna, Gabriele, è viva e si trova a Istanbul, ma anche che è stata sua madre a tenerla distante dalla famiglia per tutti quegli anni. Decisa a conoscere la verità, Justine parte per Istanbul. E là, lontano da casa, i segreti verranno a galla, e finalmente l’amore troverà la sua strada.

Alle radici del Male, romanzo di Roberto Costantini, editore Marsilio, data d’uscita 31/10/12, genere Gialli e thriller.
Dopo il successo di Tu sei il male, torna il commissario Balistreri nell’attesissimo secondo capitolo della Trilogia del Male, la saga thriller che sta appassionando critica e lettori.
Tripoli, anni Sessanta. Quella dell’irrequieto e ribelle Mike Balistreri è un’adolescenza tumultuosa come il ghibli che spazza il deserto. Sullo sfondo di una Libia postcoloniale, preda degli interessi dell’Occidente per i suoi giacimenti petroliferi, gli anni giovanili di Mike sono segnati dalle morti irrisolte della madre Italia e della piccola Nadia, da due amori impossibili, uno intessuto di purezza e uno intriso di desiderio e di rabbia, dal coinvolgimento in un complotto contro Gheddafi, e da un patto di sangue che inciderà a fondo sia la pelle che l’anima a lui e ai suoi tre migliori amici. Roma, settembre 1982. Reduce dall’esito catastrofico del caso Sordi, il giovane commissario Balistreri di notte si stordisce con il sesso, l’alcol e il poker e di giorno indaga svogliatamente sulla morte di Anita, una studentessa sudamericana assassinata subito dopo il suo arrivo nella Capitale. Per gratitudine verso chi gli ha salvato la carriera, è anche costretto a vegliare sulla scapestrata Claudia Teodori, che agli albori della televisione commerciale sembra lanciata verso una luminosa carriera di starlette. Ma Nadia, Anita e Claudia sono legate da un filo invisibile, seguendo il quale Michele Balistreri sarà costretto a calarsi nelle zone più buie del suo passato, quei giorni “di sabbia e di sangue” con cui non ha mai chiuso del tutto i conti, in un cammino lungo il quale l’amore, l’amicizia, i sogni e gli ideali si scontrano con la ricerca di verità dolorose, nell’impossibilità costante di distinguere chi tradisce da chi è tradito. Alla fine sarà una ragazza, incompresa e coraggiosa, a condurlo per mano fino alle radici del Male.

Milioni di milioni, scritto da Marco Malvaldi, editore Sellerio, data d’uscita 31/10/12, genere Gialli e mistery.
Montesodi Marittimo è un paesino nell’entroterra toscano, di quelli dove ci sono più galline che abitanti e dove gli abitanti si accoppiano tra loro da secoli, con molto poco ricambio. Il paese è piuttosto chiuso, divisi da tempo immemorabile in due fazioni: i tradizionalisti, che fanno riferimento al prete, e gli innovatori, senza un capo riconosciuto. In questo posto ameno giunge un giorno un medico – Piergiorgio Pazzi, fisiologo clinico – per prelevare campioni di sangue, al fine di monitorare l’incidenza di alcuni difetti genetici in una popolazione chiusa. Pochi giorni dopo l’arrivo del Pazzi, una nevicata epocale isola il paese dal resto del mondo. E la notte stessa muore nel sonno la signora Angela, professoressa in pensione, anziana e di salute cagionevole; tra gli «innovatori», quella di maggiore statura morale e culturale. Il medico del paese sta per redigere il certificato di morte, quando il Pazzi fa notare alcune petecchie negli occhi della defunta, e si dice certo che siano state causate da soffocamento. La neve ha assediato il paese e le indagini ufficiali non possono partire. Della questione se ne deve occupare l’appuntato dei carabinieri Vincente, il quale non può fare altro che isolare la scena del crimine e interrogare le poche decine di persone che potevano accedere alla casa della signora Angela. Tutti gli abitanti del paese hanno un alibi a prova di bomba. Tutti, tranne Piergiorgio Pazzi, il quale, però, non ha un movente apparente: è in paese solo da pochi giorni. È vero tuttavia che, il giorno dell’arrivo, il Pazzi con la signora Angela ha avuto un battibecco in pubblico a proposito dell’inutilità di effettuare le sue ricerche. Per cui, propone l’appuntato, le cose sono due: o è morte naturale, oppure il colpevole è lei. Pazzi decide allora di provare ad indagare per conto proprio; e si troverà coinvolto in una faccenda complicatissima…

La seconda vita di Mrs. Kincaid, scritto da Catherine Robertson, editore Corbaccio, data d’uscita 31/10/12, genere narrativa.
Nessuno sa cosa sia il lieto fine più della romanziera Darrell Kincaid. Ne ha scritti ben otto per i suoi appassionati lettori. Ma, ora, col libro numero nove, si è incagliata: nel momento di scoprire il definitivo colpo di scena ha avuto una rivelazione: non è la fine quella che conta, ma quello che viene dopo. Con la morte di Tom Darrell non ha perso solo il marito, ma anche il suo “e vissero per sempre felici e contenti”. La vita che si aspettava è svanita in un attimo. Darrell si trova di fronte a una scelta: continuare a stare in Nuova Zelanda e vivere una vita “a metà”, oppure trasferirsi altrove e ricominciare tutto daccapo. Opta per Londra, la metropoli meno romantica al mondo (così non può rimanere delusa), e parte alla ricerca della seconda chance che la vita le deve.

Lettera d’amore alla Scozia, scritto da Alexander McCall Smith, editore Guarda, data d’uscita 31/10/12, genere gialli.
Tutto è tranquillo, sotto i cieli di Scozia, anzi no, se si va a guardare meglio nel condominio di 44 Scotland Street a Edimburgo. La vita dei suoi inquilini, infatti, è sempre più complicata. Pat ha finalmente cominciato a frequentare l’università, dove ha conosciuto Wolf, un ragazzo molto interessante. Peccato che sia il fidanzato di una delle sue nuove coinquiline, che non prende affatto bene la cosa. E anche Matthew, da sempre innamorato di Pat, ha qualcosa da ridire su questa simpatia. Bertie, il bambino prodigio, è come sempre schiacciato dall’ingombrante madre, Irene, anche se spera in un viaggio a Parigi, visto che ha passato l’audizione per entrare nella Edinburgh Teenage Orchestra. Intanto l’appartamento dell’antropologa Domenica, partita per un viaggio di lavoro in Malacca, viene occupato da una sua amica, che subito incontra le simpatie di Angus…

Gatti, merletti e chicchi di caffè, scritto da Anjali Banerjee, editore Rizzoli, data d’uscita 31/10/12, genere narrativa.
Lily Byrne, vedova da poco, decide di lasciare Seattle e di cercare la pace nella vicina Shelter Island. La cittadina di Fairport dovrebbe essere il luogo ideale per realizzare il suo sogno di sempre: aprire una boutique di abiti vintage e sprofondare in mezzo a sete, merletti, organza e chiffon. Ma un grosso gatto bianco che entra nel suo negozio e affila le unghie in un abito da sposa di Versace porta lo scompiglio nella sua vita tranquilla. E lo scompiglio non fa che aumentare quando, per ritrovare il proprietario del gatto, Lily è costretta a uscire dal suo guscio e a frequentare i nuovi concittadini, tra cui una brillante, ragazzina e suo padre: un affascinante dongiovanni che di mestiere fa il veterinario. Così, grazie a un gatto bianco, alla passione per gli abiti vintage e a un magico chicco di caffè, Lily scopre che la felicità e l’amore sono di nuovo a portata di mano.

La congiura di Cortés, scritto da Matilde Asensi, editore Rizzoli, data d’uscita 31/10/12, genere Romanzo storico.
A Catalina Solís, ricca contrabbandiera dei mari e pirata sotto le vesti (maschili) di Martín Ojo de Piata, resta una missione nella vita, vendicarsi degli assassini del padre adottivo: Arias Curvo, potente commerciante di Cartagena, e Lope de Coa, suo crudele braccio destro. Ben presto scopre però che i Curvo, insieme ad altri aristocratici, vogliono mettere le mani sull’immenso tesoro di Hernán Cortés e promuovere la secessione delle ricche colonie americane dalla madrepatria spagnola. Comincia così una lotta senza esclusione di colpi in cui Catalina chiede l’aiuto di don Bernardo, l’ultimo erede di Montezuma. Con questo affresco dell’età dell’oro spagnola, Matilde Asensi conclude la trilogia del pirata Martín Ojo de Piata.

I signori del tempo, scritto da Carlise Matteo, editore Ute Libri, data d’uscita 31/10/12, genere fantasy.
Quando le persone vivono una tragedia o un forte dolore, la parte più difficile è affrontare i primi mesi, in cui la sofferenza è una compagna costante dal momento del risveglio fino all’ora di andare a letto. Col tempo, il dolore diminuisce, fino a sparire. La Time On Inc. aveva brevettato un sistema che riusciva a stimolare il cervello affinché vivesse un mese intero come fosse un solo minuto, ma solo per quanto concerneva le emozioni. I pazienti riuscivano a svolgere le loro attività quotidiane e a vivere normalmente, ma senza soffrire. In fondo, chi potrebbe disperarsi se avesse solo pochi secondi per farlo?

Incarceron. La prigione vivente, scritto da Catherine Fisher, editore Lain, data d’uscita 31/10/12, genere fantasy.
Incarceron è una prigione avvenieristica e invisibile, dove i discendenti dei prigionieri originari vivono in un mondo oscuro scosso da rivalità e violenze. È un incrocio di inquietanti tecnologie, un edificio vivente, un Grande Fratello vendicativo e sempre in guardia, corredato di camere di tortura, sotterranei e passaggi segreti. In questo luogo un giovane prigioniero, Finn, ha delle visioni della sua vita precedente e non riesce a convincersi di essere nato e cresciuto lì. Nel mondo esterno Claudia, figlia del direttore di Incarceron, è intrappolata in un altro tipo di prigione ­ un universo tecnologico ma costruito con meticolosa cura affinché appaia come un’epoca antica ­ dove la attende un matrimonio combinato con un ricco playboy che lei odia. Ma arriverà un momento in cui Claudia e Finn, contemporaneamente, troveranno un oggetto, una chiave di cristallo, attraverso la quale potranno parlarsi. E allora sarà solo questione di tempo prima che i due mondi, finora separati dagli spessi muri di Incarceron, entrino in contatto…

Sacrificio a Moloch, scritto da Asa Larsson, editore Marsilio, data d’uscita 31/10/12, genere gialli e thriller.
A Lainio, piccolo centro nell’estremo nord della Svezia, viene abbattuto un orso: nel suo stomaco i cacciatori trovano un pollice umano. Passano pochi mesi, e in una casa ai margini del centro abitato una donna viene brutalmente uccisa con un forcone. Al contrario della polizia, Rebecka Martinsson non crede al delitto di gelosia e decide di indagare: una serie di morti archiviate come accidentali ha colpito negli anni la famiglia della vittima, e tutto sembra avere inizio in un passato ormai lontano. Era il 1914, e Kiruna con le sue miniere di minerali si preparava a vendere preziose materie prime ai paesi coinvolti nella Guerra imminente.

Le porte dell’inferno, scritto da Lincoln Child, editore Rizzoli, data d’uscita 31/10/12, genere gialli e thriller.
Sudan settentrionale: il celebre archeologo Porter Stone è sulle tracce della tomba del faraone Narmer, colui che nel 3200 a.C. unificò l’Alto e il Basso Egitto. La spedizione deve affrontare non solo le insidie di uno dei luoghi più inospitali della terra – le paludi del Sudd – ma anche eventi inesplicabili, legati alle forze misteriose che da millenni proteggono la tomba del faraone. In aiuto di Stone accorrono Ethan Rush, che studia i poteri psichici di coloro che – come la moglie Jennifer – hanno fatto esperienze ai confini della morte, e Jeremy Logan, professore di storia medievale ed “enigmologo”, specializzato in fenomeni che non trovano spiegazione scientifica.

Il Vangelo a benzina, scritto da Marco Ciriello, editore Bompiani, data d’uscita 31/10/12, genere gialli e mistery.
La Domiziana è una strada con troppi indirizzi, molte lingue misteriose e nessuna concessione alla normalità. Incrocio geografico che collega Lagos con Mosca, passando per la premier league. Sul suo asfalto corrono cecchini serbi, ragazze nigeriane, camorristi e comandamenti narcos, comboniani, concorrenti del Grande Fratello, killer sadomaso, tigri, gorilla, pornodivi e senatori, tutti inseguiti da un commissario, Claudio Valenzi: fascista, rugbista, orgoglioso del lavoro fatto a Genova e di Almirante, con una sola preoccupazione: il suo cactus. Almeno fino a quando non incontra la Malinese, regina della strada e delle nigeriane. Ad animare ulteriormente le sue giornate, due eventi, quasi contemporanei: la strage di sei clandestini neri, compiuta per ordine del boss Casalese da un ex criminale di guerra serbo, Dragoslav, che suscita una vera e propria rivolta della comunità nigeriana, e l’omicidio del produttore di porno Gennaro Romeo, uomo della camorra nonché senatore della Repubblica, a opera di un attore stanco del mestiere e del suo agente. Proprio l’attore e il suo agente, con le loro ingenuità, mettono in moto una catena rocambolesca di delitti e “lezioni”, cui Valenzi dovrà cercare di far fronte.

L’abito da sposo, scritto da Pierre Lemaitre, editore Fazi, data d’uscita 31/10/12, genere gialli e thriller.
Chi è veramente Sophie? Sappiamo che ha trent’anni ed è la babysitter di Léo, il figlio di una coppia di ricchi parigini. La giovane donna sembra non avere una vita privata, si dedica al bambino e nient’altro. Il resto è un mistero. Ma sappiamo che è ossessionata da una doppia identità, dimentica cosa ha fatto poche ore prima e vive in un costante stato di oblio. Una sera la mamma di Léo rientra tardi e trova Sophie addormentata davanti alla TV le propone di restare a dormire e lei accetta. Il mattino dopo la ragazza si risveglia sola in casa e fa la terribile scoperta: nella notte Léo è stato strangolato nel sonno, proprio accanto a lei. Da lì una lunga fuga, un sentiero che condurrà Sophie fin negli abissi del crimine per salvarsi da un omicidio che non ha commesso ma per il quale è l’imputata perfetta, un percorso lungo il quale sceglierà di uccidere e di mentire. Assumerà altre identità e per questo dovrà confinare la propria esistenza dentro miseri giorni anonimi. Fino al giorno in cui scoprirà cosa è davvero accaduto quella notte e chi è l’uomo che l’ha condannata alla sofferenza.

Amori impossibili e fragole con panna, scritto da Ellingsen Cynthia, editore Newton Compton, data d’uscita 31/10/12, genere narrativa rosa.
Tre amiche d’infanzia si ritrovano in uno strip club per donne. I loro sogni sono in frantumi: Doris ha scoperto che suo marito ha un’amante, Cheryl ha perso il suo favoloso lavoro, e Jackie è senza soldi dopo la morte del marito. Quando tutto sembra perduto, da una serata a base di alcool e risate nasce una grande idea: aprire il “Sex & the Restaurant”, il primo ristorante al mondo in cui lo staff è composto esclusivamente da bellissimi uomini. Un posto dove le ragazze possano mangiare piatti deliziosi con un contorno speciale: splendidi camerieri, sexy e gentili. Riusciranno le tre amiche a far decollare il loro business? Unire amicizia e lavoro può essere pericoloso; ma le tre amiche scopriranno che, correndo qualche rischio, si può anche arrivare al successo. E forse anche all’amore…

Il presagio, scritto da Pen Paul, editore Newton Compton, data d’uscita 31/10/12, genere giallo e thriller.
Un paesino sperduto nell’anonima provincia di Madrid. Un benzinaio aperto 24 ore su 24, come segnala l’insegna al neon che lampeggia intermittente, illuminando una notte come tante altre. Cinque persone che non hanno nulla in comune assistono a una rapina a una pompa di benzina. Davanti ai loro occhi, un ragazzino viene ucciso. Sembra solo una tragica fatalità, una terribile coincidenza. Eppure, uno dei presenti, il giovane Aarón, scopre un’inquietante e inconfessabile verità: ogni nove anni, nel paese di Arenas de la Despernada, un bambino viene ucciso durante una rapina. Ad assistere impotenti alla scena sono sempre cinque individui, legati da una sorte crudele e beffarda all’omicidio di nove anni prima. Chi vuole la strage di tanti innocenti? Quale mistero intreccia i destini degli ignari testimoni degli omicidi? Come si può spezzare la sanguinosa catena di delitti? E, soprattutto, come farà Aarón a capire chi sarà il prossimo bambino destinato a morire e a metterlo in salvo?

La spada dei templari, scritto da Paul Christopher, editore Newton Compton, data d’uscita 31/10/12, genere giallo e thriller.
Il tenente colonnello John Holliday, detto Doc, ha abbandonato la carriera militare per dedicarsi all’insegnamento nell’accademia di West Point, dove tiene dei corsi sull’ordine dei cavalieri Templari. Quando scopre di aver ricevuto in eredità da suo zio Henry, morto da poco, una collezione di antichi cimeli, John è ansioso di esaminarla. In particolare rimane colpito da una spada avvolta nello stendardo di battaglia di Hitler e da un’inquietante fotografia che ritrae lo zio nella residenza estiva del Führer. Cosa si cela dietro la misteriosa arma? Quale mistero custodiva Henry? E perché qualcuno sembra essere disposto a tutto pur di entrare in possesso della spada? Qualche giorno dopo, la casa dello zio viene data alle fiamme e John si rende conto all’improvviso di essere stato coinvolto in una vera e propria guerra, un conflitto che va avanti da secoli, e in cui lui rischia di essere la prossima vittima…

Absedium, romanzo di M. A. Cerrino edito da Rizzoli, data d’uscita 31/10/12, genere romanzo storico.
Trenta giorni. È i l tempo che rimane a Vercingetorige e ai suoi uomini per af frontare la vendetta di Giulio Cesare. Poi non ci sarà più cibo né acqua nella città assediata dalla furia romana, e i l sogno di una Gal l ia libera morirebbe per sempre con i guerrieri ribelli. Alesia è l’ultimo avamposto della sanguinosa rivolta che ha decimato le legioni romane e messo a dura prova la sete di conquista di Cesare. Per questo adesso i capitribù gallici che difendono la città pregano solo che i rinforzi arrivino al più presto. È stato il bardo Ceidrac a radunare da ogni angolo del la Gal l ia l’esercito in marcia verso la roccaforte. Con loro ha cavalcato Nesia, la veggente sacra agli dèi e sposa di Vercingetorige: anche lei vuole combattere, perché il f iglio che porta in grembo possa nascere da uomo libero. E ora, sotto le mura di Alesia, mentre il vento porta con sé le potenti parole di Ceidrac, gli uomini di Gallia sono pronti a lottare f ino alla morte insieme al proprio capo, il “grandissimo re dei guerrieri” che ha osato sf idare l’invincibile Cesare. L’eroica impresa di un g rande r ibel le del – la Storia r ivive in questo romanzo epico, che trasporta il let tore nel cuore di una del le più aspre battaglie mai combattute.

Elenco in ordine alfabetico dei libri usciti ad ottobre 2012:

13 sotto il lenzuolo, scritto da Pavone Giuliano, editore Marsilio, data d’uscita 03/10/12, genere narrativa.
1Q84. Libro 3. Ottobre­dicembre, romanzo di Haruki Murakami, editore Einaudi, data d’uscita 16/10/12, genere narrativa.
Absedium, romanzo di M. A. Cerrino edito da Rizzoli, data d’uscita 31/10/12, genere romanzo storico.
Across the universe, scritto da Revis Beth, editore Piemme, data d’uscita 09/10/12, genere Fantasy e ragazzi.
Alle radici del Male, romanzo di Roberto Costantini, editore Marsilio, data d’uscita 31/10/12, genere Gialli e thriller.
Amori impossibili e fragole con panna, scritto da Ellingsen Cynthia, editore Newton Compton, data d’uscita 31/10/12, genere narrativa rosa.
Arsalon. Il regno delle ombre, scritto da Alice Montanaro e Gianandrea Siccardi, editore La corte Editore, data d’uscita 03/10/12, genere Fantasy.
Balthazar, romanzo di Claudia Gray edito da Mondadori, data d’uscita 16/10/12, genere Fantasy, horror e gotica.
Black Moon. Chiedi alla luna, romanzo di Keri Arthur, editore Newton Compton, data d’uscita 11/10/12, genere Fantasy e gotico.
Caduto fuori dal tempo, scritto da David Grossman, editore Mondadori, data d’uscita 26/10/12, genere narrativa.
Chi ti credi di essere, romanzo di Alice Munro, editore Einaudi, data d’uscita 23/10/12, genere narrativa.
Cogan, romanzo di George V. Higgins edito da Einaudi, data d’uscita 02/10/12, genere giallo e mistery.
Colosseum. Arena di sangue, romanzo di Simone Sarasso edito da Rizzoli. data d’uscita 24/10/12, genere romanzo storico.
Dai cani, scritto da Helle Helle, editore Atmosphere, data d’uscita 03/10/12, genere narrativa.
Daniel contro l’uragano, scritto da Shane Jones, editore Isbn edizioni, data d’uscita 18/10/12, genere narrativa.
Domenica, scritto da Ilaria Bernardini, editore Feltrinelli, data d’uscita 10/10/12, genere narrativa.
Doppio misto, romanzo di Raffaele La Capria, editore Mondadori, data d’uscita 02/10/12, genere narrativa.
E poi, Paulette… , romanzo di Barbara Constantine edito da Einaudi, data d’uscita 09/10/12, genere narrativa.
False apparenze, romanzo di Kjell Ola Dahl edito da Marsilio, data d’uscita 10/10/12, genere Giallo e Mistery.
Flumen, scritto da Filippo Strumia, edito da Elliot, data d’uscita 18/10/11, genere narrativa italiana.
Fragility, scritto da Maizel Rebecca, editore Sperling & Kupfer, data d’uscita 30/10/12, genere horror e gotica.
Gatti, merletti e chicchi di caffè, scritto da Anjali Banerjee, editore Rizzoli, data d’uscita 31/010/12, genere narrativa.
Genio, romanzo di Patrick Dennis edito da Adelphi, data d’uscita 10/10/12, genere narrativa.
Giocando col fuoco, romanzo di Sadie Matthews edito da Nord, genere narrativa.
Gli zombi non piangono, romanzo di Rusty Fischer edito da Giunti, data d’uscita 24/10/12, genere horror e gotica.
I 500, romanzo di Matthew Quirk edito da Sperling & Kupfer, data d’uscita 16/10/12, genere Gialli, Thriller, Suspence.
I demoni del ghiaccio, romanzo di Stefano Federici edito da Rizzoli, data d’uscita 24/10/12, genere fantasy.
I dolci ingredienti del destino, romanzo di Julia Glass edito da Giunti, Data d’uscita 10/10/12, genere narrativa.
I figli della libertà. Le cronache di Braveheart, romanzo di Jack Whyte edito da Piemme, data d’uscita 02/10/12, genere Romanzo storico.
I re del mondo, romanzo di Don Winslow, editore Einaudi, data d’uscita 16/10/12, genere Gialli e Thriller.
I signori del tempo, scritto da Carlise Matteo, editore Ute Libri, data d’uscita 31/10/12, genere fantasy.
Il bello della vita, scritto da Dan Rhodes, edito da Newton Compton, data d’uscita 04/10/12, genere narrativa.
Il braccialetto della felicità, romanzo di Melissa Hill, editore Rizzoli, data d’uscita 10/10/12, genere narrativa rosa.
Il cacciatore di occhi, romanzo di Sebastian Fitzek edito da Einaudi, data d’uscita 09/10/12, genere Giallo.
Il cassetto dei ricordi segreti, scritto da Rutledge Lynda, data d’uscita 02/10/12, genere narrativa.
Il club dei ricordi perduti, romanzo di Ann Hood edito da Tre60, data d’uscita 04/10/12, genere narrativa.
Il codice del traditore, romanzo di Andrew Swanston edito da Tre60, data d’uscita 18/10/12, genere giallo storico.
Il corpo umano, romanzo di Paolo Giordano, editore Mondadori, data d’uscita 12/10/12, genere Narrativa italiana.
Il demone della prosperità, romanzo di Chan Koonchung edito da Longanesi, data d’uscita 11/10/12, genere narrativa.
Il diario di velluto cremisi, romanzo di Sarah Jio, editore Nord, data d’uscita 11/10/12, genere narrativa.
Il dono e il sacrificio, romanzo di Jacqueline Carey edito da Nord, data d’uscita 18/10/12, genere Gialli, thriller, suspence.
Il cerchio, scritto da Mats Strandberg e Sara Bergmark Elfgren, editore Salani, data d’uscita 25/10/12, genere Fantasy.
Il giorno del sacrificio, romanzo di Mark Roberts edito da Nord, genere Gialli, Thriller, Horror.
Il ghostwriter, scritto da Zoran Zivkovic, editore TEA, data d’uscita 18/10/12, genere narrativa.
Il maestro degli inganni. La scacchiera nera, romanzo di Miki Monticelli edito da Piemme, data d’uscita 16/10/12, genere fantasy e ragazzi.
Il piantagrane, romanzo di Marco Presta, editore Einaudi, data d’uscita 23/10/12, narrativa.
Il potere della magia. Le leggende di Shannara. Vol. 2, romanzo di Brooks Terry, editore Mondadori, data d’uscita 09/10/12, genere fantasy.
Il presagio, scritto da Pen Paul, editore Newton Compton, data d’uscita 31/10/12, genere giallo e thriller.
Il talento del cuoco, romanzo di Martin Suter edito da Sellerio, data d’uscita 11/10/12, genere Giallo e mistery.
Il tempo è un dio breve, romanzo di Mariapia Veladiano, editore Einaudi, data d’uscita 23/10/12, genere narrativa.
Il teorema della corda, romanzo di Nicola Oddati edito da Mondadori, data d’uscita 16/10/12, genere Gialli e Thriller.
Il valzer dimenticato, romanzo di Anne Enright edito da Bompiani, Data d’uscita 10/10/12, genere narrativa.
Il Vangelo a benzina, scritto da Marco Ciriello, editore Bompiani, data d’uscita 31/10/12, genere gialli e mistery.
Il viaggiatore, romanzo di Zoran Drvenkar edito da Fazi, data d’uscita 04/10/12, genere Gialli, Thriller, Suspence.
In cerca di Alice, scritto da Liane Moriarty, editore Feltrinelli, data d’uscita 10/10/12, genere narrativa.
Incarceron. La prigione vivente, scritto da Catherine Fisher, editore Lain, data d’uscita 31/10/12, genere fantasy.
L’abito da sposo, scritto da Pierre Lemaitre, editore Fazi, data d’uscita 31/10/12, genere gialli e thriller.
L’acustica perfetta, scritto da Daria Bignardi, editore Mondadori, data’uscita 30/10/12, genere narrativa italiana.
L’amore graffia il mondo, scritto da Ugo Riccarelli, editore Mondadori, data d’uscita 23/10/12, genere narrativa.
L’amore quando tutto crolla, romanzo di Giulia Ottaviano edito da Rizzoli, data d’uscita 24/10/12, genere narrativa.
L’amore secondo Nula, romanzo di Giuseppe Pederiali edito da Garzanti, data d’uscita 11/10/12, genere narrativa.
L’analista, romanzo di Nicci French edito da Sperling & Kupfer, data d’uscita 09/10/12, genere gialli, suspence, thriller.
L’invisibile, romanzo di Pontus Ljunghill edito da Guanda, genere Gialli, Thriller, Horror.
La bellezza e il peccato, romanzo di Sarah Bower edito da Sperling & Kupfer, data d’uscita 16/10/12, genere romanzo storico.
La biblioteca sotterranea dell’alchimista, romanzo di Marcello Simoni edito da Newton Compton, data d’uscita 04/10/2012, genere Gialli, Thriller, Horror.
La cerimonia, romanzo scritto da Patterson James e Paetro Maxine, editore Longanesi, data d’uscita 04/10/12, genere gialli e thriller.
La congiura di Cortés, scritto da Matilde Asensi, editore Rizzoli, data d’uscita 31/10/12, genere Romanzo storico.
La conservazione metodica del dolore, romanzo di Ivano Porpora edito da Einaudi, data d’uscita 02/10/12, genere narrativa italiana.
La danza dei draghi, romanzo di George R.R. Martin edito da Mondadori, data d’uscita 30/10/12, genere fantasy.
La donna d’ombra, romanzo di Luisgé Martín edito da Guanda, data d’uscita 11/10/12, genere narrativa erotica.
La felicità arriva in punta di piedi, scritto da Wilson Susan, editore Piemme, data d’uscita 23/10/12, genere narrativa.
La lettrice di fiori, romanzo di Elizabeth Loupas, editore Newton Compton, data d’uscita 04/10/12, genere romanzo storico.
La morte dei re, romanzo di Bernard Cornwell edito da Longanesi, data d’uscita 11/10/12, genere avventura e storico.
La pergamena maledetta, romanzo di Heike Koschyk edito da Newton Compton, data d’uscita 25/10/12, genere giallo e ambientazione storica.
La piramide rossa è il primo volume della trilogia “The Kane Chronicles” scritta da Rick Riordan, editore Mondadori, data d’uscita 02/10/12, genere Fantasy per ragazzi.
La preda, romanzo di Irène Némirovsky edita da Adelphi, data d’uscita 24/10/12, genere narrativa.
La profezia di Karna e l’amuleto maledetto, scritto da Nascimbeni Eugenio, editore Falzea, data d’uscita 18/10/12, genere fantasy.
La seconda vita di Mrs. Kincaid, scritto da Catherine Robertson, editore Corbaccio, data d’uscita 31/10/12, genere narrativa.
La spada dei templari, scritto da Paul Christopher, editore Newton Compton, data d’uscita 31/10/12, genere giallo e thriller.
La stella nera di New York, scritto da Libba Bray, editore Fazi Editore, data d’uscita 11/10/12, genere Fantasy e thriller.
La terra del fiordo. Il cavaliere degli elfi, scritto da Bernhard Hennen, editore Armenia Pan Geo, data d’uscita 18/10/12, genere fantasy.
Le leggende di Shannara Vol. 2. Il potere della magia, scritto da Terry Brooks, editore Mondadori, genere Fantasy.
Le lettere di Lennon John, una raccolta curata da Hunter Davies, editore Mondatori, data d’uscita 09/10/2012, genere Musica, Lettere.
Le perle del drago verde, scritto da Lisa See, editore Longanesi, data d’uscita 18/10/12, genere romanzo storico.
Le porte dell’inferno, scritto da Lincoln Child, editore Rizzoli, data d’uscita 31/10/12, genere gialli e thriller.
Lettera d’amore alla Scozia, scritto da Alexander McCall Smith, editore Guarda, data d’uscita 31/10/12, genere gialli.
Lettere da una sconosciuta, scritto da Barbara Taylor Bradford, editore Sperling & Kupfer, data d’uscita 30/10/12, genere narrativa rosa.
Lo chef indiano, scritto da Jaspreet Singh, editore Piemme, data d’uscita 30/10/12, genere narrativa.
Lo spacciatore di carne, romanzo di Giuliano Sangiorgi edito da Einaudi, data d’uscita 02/10/12, genere narrativa.
Hitman damnation, scritto da Raymond Benson, editore Multiplayer.it, data d’uscita 10/10/12, genere fantascienza, suspence, thriller.
Maria Antonietta. I segreti di una regina, scritto da Grey Juliet, editore Newton Compton, data d’uscita 11/10/12, genere narrativa di ambientazione storica.
Milioni di milioni, scritto da Marco Malvaldi, editore Sellerio, data d’uscita 31/10/12, genere Gialli e mistery.
Never sky, scritto da Veronica Rossi, editore Sonzogno, data d’uscita 17/10/12, genere fantasy.
Non-morta e incompresa, scritto da MaryJanice Davidson, editore Delos Books, data d’uscita 24/10/12, genere horror e gotico.
Non uscirò vivo da questo mondo, scritto da Steve Earle, editore Mondadori, data d’uscita 02/10/12, genere narrativa.
Notti di guardia, romanzo di Giuseppe Naretto edito da Ponte alle Grazie, data d’uscita 04/10/12, genere giallo e mistery.
Palme nella neve, scritto da Luz Gabas, editore Mondadori, data d’uscita 30/10/12, genere narrativa.
Più dolce delle lacrime, romanzo di Nafisa Haji edito da Garzanti, data d’uscita 04/10/12, genere narrativa.
Più lontano ancora, opera di Jonathan Franzen edita da Einaudi, data d’uscita 30/10/12, genere letteratura di viaggio.
Pro patria, scritto da Ascanio Celestini, editore Einaudi, data d’uscita 16/10/12, genere narrativa.
Quando lei era buona, scritto da Philip Roth, editore Einaudi, data d’uscita 09/10/12, genere narrativa.
Quattro soli a motore, scritto da Nicola Pezzoli, editore Neo Edizioni, data d’uscita 19/10/12, genere narrativa.
Quello che fanno nel buio, romanzo di Amanda Coe edito da Einaudi, data d’uscita 02/10/12, genere narrativa.
Riflessi di morte, romanzo di Neal Baer e Jonathan Greene edito da Tre60, data d’uscita 11/10/12, genere Giallo e thriller.
Romanzo irresistibile della mia vita vera, scritto da Gaetano Cappelli, data d’uscita 03/10/12, genere narrativa italiana.
Sacrificio a Moloch, scritto da Asa Larsson, editore Marsilio, data d’uscita 31/10/12, genere gialli e thriller.
San Giorgio guardava altrove, scritto da Jabbour Douaihy, editore Feltrinelli, data’uscita 10/10/12, genere narrativa.
Se mi chiami mollo tutto… però chiamami, romanzo di Albert Espinosa edito da Salani, data d’uscita 04/10/12, genere narrativa.
Shadowhunters. Città delle anime perdute, romanzo di Cassandra Clare edito da Mondadori, data d’uscita 16/10/12, genere fantasy e ragazzi.
Skagboys, romanzo di Irvine Welsh edito da Guanda, data d’uscita 25/10/12, genere marrativa.
Spiaggia a mano armata, romanzo di Umberto Lenzi edito da Rizzoli, data d’uscita 24/10/12, genere giallo e mistery.
Storia di un corpo, scritto da Daniel Pennac, editore Feltrinelli, data d’uscita 24/10/12, genere narrativa.
Taglia, cuci, ama, scritto da Amanda Addison, editore Newton Compton, data d’uscita 11/10/12, genere narrativa rosa.
The heroes, scritto da Abercrombie Joe, editore Gargoyle Books, data d’uscita 25/10/12, genere fantasy.
Trans Europa Express, scritto da Paolo Rumiz, editore Feltrinelli, data d’uscita 24/10/12, genere narrativa di viaggio.
Un castello di inganni, romanzo di Elizabeth George edito da Longanesi, data d’uscita 25/10/12, genere Gialli, thriller, suspence.
Un giorno ci racconteremo tutto, romanzo di Daniela Krien edito da Rizzoli, data d’uscita 10/10/12, genere narrativa.
Una voce di notte, scritto da Andrea Camilleri, editore Sellerio, data d’uscita 18/10/12, genere giallo e mistery.
Uno chalet tutto per me, scritto da Elizabeth von Arnim, editore Bollati Boringhieri, data d’uscita 18/10/12, genere narrativa.
Vecchi diavoli, scritto da Amis Kingley, editore Dalai Editore, data d’uscita 23/10/12, genere narrativa.
Villa Metaphora, scritto da Andrea De carlo, editore Bompiani, data d’uscita 17/10/12, genere narrativa italiana.


Condividi articolo

Autore

Ketty

Appassionata di tutto e di niente, cerca quotidianamente di combattere la sindrome da "Nessuna ne fa e cento ne pensa". Non essendo ancora riuscita a scoprire cosa farà da grande, non le resta che provare ... un giorno scoprirà il suo talento!

2 commenti

  1. Il titolo di un libro è di vitale importanza. Se non conosci l’autore sarà il titolo insieme con la copertina e ciò che essa riproduce a sedurti. Difficilmente acquisto un libro perché nelle classifiche risulta in cima alle vendite del mese. Spesso però seguo i suggerimenti di un amico, acquisto sulla base di una breve recensione fatta da un altro blogger.

    • Galatea

      Concordo con te, in passato il titolo o la copertina hanno spesso ingannato le mie aspettative, con questa esperienza oggi sto molto più attenta e la classifica dei libri più venduti non può che essere solo semplice curiosità, la pubblico quasi per gioco, non mi aspetto di certo che questa diventi un suggerimento all’acquisto, anzi spesso diventa proprio un esempio negativo.
      Questo post dei libri in uscita al mese è un’altra cosa, informa solo quali libri sono usciti senza alcuna recensione e senza nessuna influenza di gusto, sperando che un giorno gli amici stessi di questo blog partecipino con consigli e recensioni.
      Anch’io conosco dei blogger che fanno delle ottime recensioni di cui mi fido e mi appoggio nella scelta, mi farai conoscere il tuo, sono interessata a conoscere blogger interessanti e di te mi fido 😀

Scrivi un commento