La classifica dei libri più venduti – 10 Settembre 2012

0

Il sogno di ogni scrittore è che la propria opera sia apprezzata da più persone possibili. Per guadagnare, certo, ma anche per la mera soddisfazione di vedere riconosciuta la propria capacità artistica. Giungere quindi nel novero dei libri più venduti è un traguardo ambito, ma molto difficile da raggiungere, sia per il numero dei lettori che, in Italia, è ancora piuttosto basso, che per la qualità di certi romanzi che appaiono belli ed interessanti solo per chi li ha scritti.

Ma è possibile stilare delle vere e proprie regole per creare delle storie in grado di raggiungere la vetta della classifica? Molti autori già affermati come Umberto Eco si sono dedicati a questo tema, cercando di restringere il campo a poche e semplici norme che, se nel caso di Eco sono trentasei – proposte in modo semiserio – in altri, come il decalogo stilato da James W. Hall – insegnante di scrittura creativa e romanziere – sono frutto di un vero e proprio studio accurato. Così si apprende che il protagonista deve essere sempre un esperto nel proprio ramo, ovvero, se per esempio è un poliziotto, avere un intuito straordinario e conoscere tutte le tecniche esistenti per compiere le indagini. Anche il suo antagonista non dovrà essere da meno e per quanto possa sembrare crudele, lo scrittore deve mettere in conto la morte di alcuni di quelli che operano dalla parte dei buoni ed innamoramenti che possono essere utili per allentare la tensione, oltre che molto graditi dal pubblico femminile. Se poi, ad un certo punto, non si sapesse più come andare avanti, si consiglia un’ecatombe da perpetrarsi tra i personaggi del racconto, in modo da poterlo far proseguire in altri modi.

Alla fine, le regole sulle quali tutti concordano sono di leggere tanto e scrivere molto, facendo attenzione alla grammatica e tagliando senza pietà le parti che, in fase di rilettura, appaiono superflue, oltre ad avere abbastanza autostima da presentare il frutto delle proprie fatiche ad un editore.

1. 2. 3.

Se poi volete altri consigli, potete senz’altro chiederli a Erika Leonard, che con lo pseudonimo E. L. James ha firmato la triologia porno-soft Cinquanta sfumature: il grigio, il nero ed il rosso appaiono quasi inarrivabili per chiunque e sono graniticamente piazzati al primo, secondo e terzo posto ormai da tutta l’estate, come confermano i dati di questa edizione della classifica, caratterizzata dall’ingresso di due nuovo libri che tenteranno di rompere questa egemonia.

4.
Rosicchia un gradino e si piazza in quarta posizione Massimo Gramellini, con il commovente romanzo autobiografico Fai bei sogni.
Era un bambino, Massimo Gramellini, quando sua madre morì. Il dolore di questa perdita improvvisa, il senso di abbandono che ne scaturì, lo rese timoroso e spaventato anche solo all’idea di amare. La figura della mamma venne così da lui esaltata e resa perfetta, a scapito del padre, che sembra poco sensibile e quasi incapace di comprendere il suo dolore. Ma è solo apparenza: dopo quaranta anni, il ritrovamento di una lettera scardinerà certezze e false idee, donando una dimensione più umana anche a chi non c’è più e facendogli rivalutare chi, con la sua durezza, voleva solo proteggerlo.

5.
Scende al quinto posto il commissario Montalbano, il famoso personaggio nato dalla fantasia di Andrea Camilleri, con Una lama di luce.
Un grande sbarco di tunisini a Lampedusa, mette in allarme il Governo italiano ed il Ministro dell’Interno non esita a partire verso la Sicilia, col proposito di fermarsi anche a Vigàta. Montalbano, per evitare questo incontro istituzionale, si infila in una galleria d’arte e diviene amico della proprietaria, Maria Angela. Ben presto si accorge di essere molto attratto da lei, nonostante resista ancora il suo rapporto con Livia, eterna fidanzata troppo lontana da lui. Mentre è alle prese con i turbamenti del cuore, il commissario deve anche risolvere il caso di un furto in un negozio, conclusosi con uno stupro. Si crea così un intreccio emozionante tra l’arrivo dei tunisini, la galleria d’arte e queste indagini, che porta il lettore verso un finale assolutamente inaspettato.

6.
Con uno slancio degno di una vera icona dello sport ed in particolare del tennis, rilancia Andre Agassi che guadagna ben quattro posizioni con Open.
Odiava il tennis, lo sport che aveva scelto per lui suo padre. Pur di compiacerlo, il piccolo Andre si allenava senza sosta, fino a diventare uno dei più grandi campioni di questo sport. Dopo aver vinto tutto si è ritirato nel 2006 e adesso racconta la sua vita in questo libro, molto avvincente anche per la qualità della scrittura. Ascese, cadute e riprese che rendono l’autobiografia di questo campione interessante come un romanzo.

7.
E’ una delle novità di oggi: I segreti d’Italia, di Corrado Augias, entra al settimo posto. Un saggio, scritto in forma di racconto, che cerca di rispondere ad una domanda: come è possibile che l’Italia sia stata culla di geni del calibro di Leonardo da Vinci e, contemporaneamente, terra di emeriti mascalzoni, che hanno contribuito a portarla fino a questo punto? L’autore parte così da un passato piuttosto remoto giungendo fino ai tempi nostri, svelando fatti realmente accaduti, ma poco conosciuti, che hanno fatto, nel bene e nel male, la storia di questo Paese.

8.
Se deciderete di cimentarvi nella scrittura, uno degli indicatori del vostro successo saranno anche i libri parodistici che lo seguiranno. Appartiene a questo filone il divertente romanzo Cinquanta sbavature di Gigio, scritto da Rossella Calabrò, attualmente all’ottavo posto. L’autrice, dotata di un’ottima dose di ironia, tanto da aver fondato anche Il Club delle matrigne, dedicato a quelle che, come lei, vivono con uomini che hanno avuto figli da precedenti esperienze sentimentali, mostra l’altra faccia di mister Grey, aitante e misterioso protagonista maschile dei romanzi di E. L. James, ovvero l’uomo normale, con il quale tutte le donne hanno quotidianamente a che fare e nel quale ognuna potrà riconoscere abitudini, vizi e virtù di quello che le vive accanto.

9.
Scivola in nona posizione il romanzo Se ti abbraccio non aver paura, di Fulvio Ervas: un padre ed un figlio affetto da autismo partono per un lungo viaggio, che cambierà la loro vita. Il racconto è stato tratto da una storia vera.
Andrea ha diciotto anni ed una gran voglia di vivere. E’ autistico e questa notizia, a suo tempo, sconvolse la vita della sua famiglia. Dopo aver tentato qualsiasi terapia, suo padre Franco decide di portarlo in America, per un viaggio in moto che durerà per tre mesi. In questo periodo, ricco di esperienze, non poche volte i ruoli tra lui e suo figlio si rovesceranno: ma allora, che cos’è la normalità?

10.
Spetta a Mauro Corona, con La casa dei sette ponti – storia di un ricco imprenditore che, per la logica del profitto ha scordato i veri valori della vita – l’onore di chiudere questa edizione.
Un industriale, oberato da impegni e stressato dalla vita che è costretto a condurre, decide di tornare vicino ad Abetone, località montana in provincia di Pistoia, per inoltrarsi nuovamente nella pace dei boschi che aveva conosciuto quando ancora riusciva a trovare il tempo per andare a cercare i funghi.
Troverà una casa, che sembra abbandonata, nonostante un invitante fuoco acceso. Là dentro, inizierà un viaggio dentro se stesso, che lo porterà a riscoprire i valori della vita, che sembrava avere dimenticato.

Escono dal gruppo dei primi dieci Il mercante di libri maledetti, di Marcello Simoni e Inseparabili – Il fuoco amico dei ricordi, di Alessandro Piperno.

Fonte: www.sienafree.it
Ringrazio il sito e l’autore di questa rubrica, Annamaria Vanni, leggerla è un piacere.


Condividi articolo

Autore

Ketty

Appassionata di tutto e di niente, cerca quotidianamente di combattere la sindrome da "Nessuna ne fa e cento ne pensa". Non essendo ancora riuscita a scoprire cosa farà da grande, non le resta che provare ... un giorno scoprirà il suo talento!

Scrivi un commento

Pin It on Pinterest

Share This