La classifica dei libri più venduti – 14 Marzo 2016

0

tree-booksOggi vorrei parlarvi di Cityteller, la piattaforma social che fa vivere e conoscere il territorio attraverso i libri condivisi dagli utenti, cioè si condivide il libro che si sta leggendo segnalando i luoghi in cui è ambientato. L’idea nasce dal concetto di Storytelling ovvero la capacità di creare emozioni attorno al racconto di qualsiasi cosa ed il racconto viene inteso come condivisione di un’esperienza, di un’emozione.
Il progetto è stato sviluppato da Fabrizio Parodi e Lorena Petriccione di StudioAnd, una società di comunicazione digitale con sedi a Torino e in provincia di Bergamo.
Insomma usare la letteratura come guida di viaggio per scoprire le città è un’ idea che mi ha affascinato subito, voi cosa ne pensate?

La classifica dei libri di questa settimana è piena di novità stravaganti, anche se il podio resta invariato, scopriamola:

1.
Pape Satàn AleppeSi riconferma in prima posizione l’ultimo libro di Umberto Eco, purtroppo recentemente scomparso, Pape Satàn Aleppe. Questo è il primo libro pubblicato da La Nave di Teseo, nuova casa editrice fondata da lui stesso insieme a Elisabetta Sgarbi e altri amici fuoriusciti di Bompiani per sottrarsi all’unione Mondadori–Rizzoli.
Al suo interno si trovano gli scritti de La Bustina di Minerva pubblicati sull’Espresso dal 2000 a oggi, scelti dall’autore utilizzando come filo conduttore il tema della «società liquida».
La scelta del titolo ha un significato particolare, e lo spiega lo stesso Eco: una «citazione evidentemente dantesca che non vuole dire niente e dunque abbastanza ‘liquida’ per caratterizzare la confusione dei nostri tempi».

2.
AdessoAnche il secondo posto resta invariato con Adesso di Chiara Gamberale, un romanzo sorprendente sull’amore.
Esiste un momento nella vita di ognuno di noi dopo il quale niente sarà più come prima: quel momento è adesso. Arriva quando ci innamoriamo, come si innamorano Lidia e Pietro. Sempre in cerca di emozioni forti lei, introverso e prigioniero del passato lui: si incontrano. Rinunciando a ogni certezza, si fermano, anche se affidarsi alla vita ha già tradito entrambi, ma chissà, forse proprio per questo, finalmente, adesso… E allora Lidia che ne farà della sua ansia di fuga? E di Lorenzo, il suo “amoreterno”, a cui la lega ancora qualcosa di ostinato? Pietro come potrà accedere allo stupore, se non affronterà un trauma che, anno dopo anno, si è abituato a dimenticare? Chiara Gamberale stavolta raccoglie la scommessa più alta: raccontare l’innamoramento dall’interno. Cercare parole per l’attrazione, per il sesso, per la battaglia continua tra le nostre ferite e le nostre speranze, fino a interrogarsi sul mistero a cui tutto questo ci chiama. Grazie a una voce a tratti sognante e a tratti chirurgica, ci troviamo a tu per tu con gli slanci, le resistenze, gli errori di Lidia e Pietro e con i nostri, per poi calarci in quel punto “sotto le costole, all’altezza della pancia” dove è possibile accada quello a cui tutti aspiriamo ma che tutti spaventa: cambiare. Mentre attorno ai due protagonisti una giostra di personaggi tragicomici mette in scena l’affanno di chi invece, anziché fermarsi, continua a rincorrere gli altri per fuggire da se stesso…

3.
Il nome di Dio è MisericordiaAnche il terzo posto resta invariato con Il nome di Dio è Misericordia. Una conversazione con Andrea Tornielli di Francesco I (Jorge Mario Bergoglio).
Papa Francesco si rivolge a ogni uomo e donna del pianeta in un dialogo semplice, intimo e personale. Il tema centrale del libro è la misericordia, da sempre fulcro della sua testimonianza e ora del suo pontificato. In ogni pagina vibra il desiderio di raggiungere tutte quelle anime – dentro e fuori la Chiesa – che cercano un senso alla vita, una strada di pace e di riconciliazione, una cura alle ferite fisiche e spirituali. In primo luogo quell’umanità inquieta e dolente che chiede di essere accolta e non respinta: i poveri e gli emarginati, i carcerati e le prostitute, ma anche i disorientati e i lontani dalla fede, gli omosessuali e i divorziati. Nella conversazione con il vaticanista Andrea Tornielli, Francesco spiega attraverso ricordi di gioventù ed episodi toccanti della sua esperienza di pastore – le ragioni di un Anno Santo straordinario da lui fortemente voluto. Senza disconoscere le questioni etiche e teologiche, ribadisce che la Chiesa non può chiudere la porta a nessuno; piuttosto ha il compito di far breccia nelle coscienze per aprire spiragli di assunzione di responsabilità e di allontanamento dal male compiuto. Nella schiettezza del dialogo, Francesco non si sottrae neppure dall’affrontare il nodo del rapporto fra misericordia, giustizia, corruzione. E a quei cristiani che si annoverano nelle schiere dei “giusti”, rammenta: “Anche il papa è un uomo che ha bisogno della misericordia di Dio”.

4.
Come viaggiare con un salmoneAl quanto posto troviamo una novità, una raccolta di inediti di Umberto Eco, Come viaggiare con un salmone.
E’ un libro di istruzioni. Istruzioni sui generis, date da un maestro d’eccezione come Umberto Eco per situazioni molto particolari: come imparare a fare vacanze intelligenti, evitare malattie contagiose, mangiare in aereo, viaggiare con un salmone al seguito, e molto altro. È anche e contemporaneamente un libro di Bustine di Minerva, di riflessioni divertite, stralunate, pungenti, capaci di smascherare l’attualità come solo Eco sa fare. Un volume che affianca ai testi inediti una scelta d’autore di testi del passato, per guidarci nella selva delle nostre giornate dove affrontiamo instancabilmente problemi, ora leggeri ora serissimi.

5.
La meraviglia degli anni imperfettiIn quinta posizione un’altra novità La meraviglia degli anni imperfetti di Clara Sanchez.
Nei sobborghi residenziali di Madrid in cui è cresciuto, Fran passa le giornate con l’amico Eduardo e sua sorella Tania, di cui è perdutamente innamorato. I due ragazzi non potrebbero essere più diversi da lui. Figli di una famiglia benestante, frequentano scuole private e hanno persino il cane che lui ha sempre desiderato. Eppure Fran sente che dietro quell’apparenza dorata si nasconde qualcosa. E quando Tania a diciott’anni sposa all’improvviso un uomo dal passato oscuro, i dubbi si trasformano in certezze. Eduardo comincia a lavorare per il cognato. Da quel momento non è più lo stesso, e quando sparisce nel nulla, Fran ha bisogno di sapere come stanno veramente le cose. Segue l’unico indizio che Edu gli ha lasciato. Anche lui imbocca la strada della vita adulta, ma trovare le tracce dell’amico perduto è sempre più difficile…

6.
La danese di David EbershoffSale in sesta posizione, dovuto anche al successo nelle sale cinematografiche della trasposizione, The danish girl di David Ebershoff.
Giovani e talentuosi, Einar Wegener e sua moglie Greta vivono nella romantica Copenaghen di inizio Novecento, accomunati dalla passione per l’arte: paesaggista lui, ritrattista molto richiesta lei. Finché un giorno Greta, per completare un ritratto, chiede al marito riluttante di posare in abiti femminili. A poco a poco, l’ipnotico pennello di Greta, animata da un’improvvisa ispirazione, e il morbido contatto della stoffa sulla pelle di Einar, lo sospingono in un mondo sconosciuto, mettendo in moto un cambiamento che nessuno dei due avrebbe mai potuto sospettare. Quel giorno il giovane scopre che la sua anima è divisa in due: da una parte Einar, l’artista malinconico e innamorato di sua moglie, dall’altra Lili, una donna mossa da un prepotente bisogno di vivere. E Einar si trova di fronte a una scelta radicale: decidere quale delle due sacrificare…

7.
Il piatto forte è l’emozioneAl settimo posto una novità che ci fa venire l’ acquolina in bocca, Il piatto forte è l’emozione. 50 ricette dal Sud al Nord di Antonino Cannavacciuolo.
Cucinare è un’attività che richiede voglia di sperimentare, disciplina e un bravo maestro e lo chef mette qui la sua esperienza e il suo talento al servizio degli appassionati che amano le sfide. Ricordando, innanzitutto, che una cosa non deve mai mancare in un piatto: l’emozione.

8.
Il nuovo concorso a cattedra crisafulliIn ottava posizione troviamo una novità stravagante, che rispecchia ciò che sta accadendo in questo preciso momento in Italia nel mondo della scuola, Il nuovo concorso a cattedra. Volume unico per la scuola dell’infanzia e primaria di Valeria Crisafulli, il manuale è rivolto ai candidati del concorso a cattedra per l’insegnamento nella scuola dell’infanzia e nella scuola primaria. Finalizzato alla preparazione alle prove scritte e orali del concorso a cattedra per Scuola dell’Infanzia e Primaria, il volume costituisce un sintetico, ma rigoroso, compendio dell’intero programma d’esame. Il testo comprende una trattazione teorica delle competenze disciplinari, metodologiche e didattiche necessarie per svolgere la professione, nonché strategie, buone prassi ed esempi di attività d’aula in contesti cooperativi.

9.
Il buoi oltre la siepeScende al nono posto Il buio oltre la siepe di Harper Lee, anche lei, insieme ad Umberto Eco, ci ha lasciati il 19 febbraio 2016.
In una cittadina del “profondo” Sud degli Stati Uniti l’onesto avvocato Atticus Finch è incaricato della difesa d’ufficio di un “negro” accusato di violenza carnale; riuscirà a dimostrarne l’innocenza, ma l’uomo sarà ugualmente condannato a morte. La vicenda, che è solo l’episodio centrale del romanzo, è raccontata dalla piccola Scout, la figlia di Atticus, un Huckleberry in gonnella, che scandalizza le signore con un linguaggio non proprio ortodosso, testimone e protagonista di fatti che nella loro atrocità e violenza non riescono mai a essere più grandi di lei. Nel suo raccontare lieve e veloce, ironico e pietoso, rivive il mondo dell’infanzia che è un po’ di tutti noi, con i suoi miti, le sue emozioni, le sue scoperte.

10.
la-dieta-del-dottor-mozzi-libroAl decimo posto troviamo La Dieta del Dottor Mozzi. Gruppi sanguigni e combinazioni alimentari di Pietro Mozzi, Martino Mozzi e Leila Ziglio. Da dietista eviterò qualsiasi commento.


Condividi articolo

Autore

Ketty

Appassionata di tutto e di niente, cerca quotidianamente di combattere la sindrome da "Nessuna ne fa e cento ne pensa". Non essendo ancora riuscita a scoprire cosa farà da grande, non le resta che provare ... un giorno scoprirà il suo talento!

Scrivi un commento

Pin It on Pinterest

Share This