La Classifica Dei Libri Più Venduti – 05 Dicembre 2011

3

Diffondere la cultura sembrerebbe ormai diventato semplicissimo: Internet mette a disposizione di tutti informazioni di ogni genere e libri e giornali sono ormai acquistabili anche al di fuori dei tradizionali canali di vendita.

Eppure ci sono persone che hanno ancora grosse difficoltà ad accedervi: ipovedenti e non vedenti trovano difficilmente versioni di libri scritti con il sistema Braille, soprattutto per quanta riguarda le ultime novità editoriali. Dallo scorso anno, proprio con lo scopo di risolvere questo problema, è nata un’associazione, la LIA, acronimo di Libro Italiano Accessibile, a cura dell’Associazione Italiana Editori. Molti hanno già dato la loro piena adesione a questo progetto, che, con la stretta collaborazione dell’Unione Italiana Ciechi, si propone di eliminare questa sorta di barriera architettonica culturale, assolutamente inaccettabile come e quanto quelle strutturali. In Italia vivono 362.000 non vedenti e quasi 1.000.000 di ipovedenti: è importante che queste persone vengano messe nella condizione di godersi un buon libro da soli, senza dover attendere forzatamente che qualcuno legga per loro e a questo scopo, auspichiamo che i libri presenti attualmente nella classifica dei più venduti siano già stati resi fruibili anche a coloro che vivono in questa situazione.

1.
Sono due le novità che caratterizzano l’edizione di questa settimana, che si segnala anche per un’interessante staffetta nelle prime posizioni. Sembrava destinato a soccombere ai draghi di Inheritance, ma Fabio Volo è riuscito a sbaragliarli e si riprende, almeno per ora, la prima posizione, con il suo nuovo romanzo Le prima luci del mattino. I dubbi di Elena, insoddisfatta della propria vita, sembrano intrigare i lettori maggiormente dei cavalieri e degli elfi di Cristhopher Paolini, che col capitolo conclusivo della sua saga di genere fantasy, scende al secondo posto.

2.
Scende in seconda posizione, il romanzo fantasy di Christopher Paolini Heritanche. L’eredità. Il romanzo va a concludere una saga cominciata nel 2002, apprezzata dai giovani lettori, ma non solo, di tutto il mondo.

 

 

3.
Come in attesa di un passo falso dei due contendenti, resta stabile, in terza posizione, Tre atti, due tempi, il nuovo romanzo di Giorgio Faletti: una storia ambientata nel mondo del calcio di provincia, che pare purtroppo non essere immune dalle storture di quello più blasonato.

 

 

4.
E’ già al quarto posto la prima nuova entrata di questa settimana. La scrittrice Margaret Mazzantini si conferma autrice di grande sensibilità e, con Mare al mattino, anche molto attenta alla stretta attualità. Con questo romanzo racconta infatti la storia della Libia e dei suoi rapporti con l’Italia, partendo dal periodo del colonialismo, passando dalla cacciata degli italiani negli anni 70, fino alla situazione odierna, con barconi carichi di disperati, ognuno con le proprie storie, che cercano di sfuggire alla guerra non esitando a sottoporsi a viaggi infernali pur di raggiungere le nostre coste.

5.
Novità anche al quinto posto: prendendo in prestito il titolo di un romanzo tanto amato, La versione di Barney (1997) dello scrittore canadese Mordecai Richler (1931- 2001), Vasco Rossi si racconta, senza nascondere nulla, nella sua autobiografia La versione di Vasco. Dalle sue origini modeste, agli inizi nel mondo della musica, passando per la vita in collegio che gli lasciò un’insofferenza totale verso le regole e infine il successo, gli sbagli, gli eccessi, le gioie ed i dolori di un uomo che, con le sue canzoni, ha incarnato sogni, speranze, illusioni e disillusioni di tanti italiani.

6.
Perde una posizione l’altra biografia presente attualmente tra i libri più venduti: scritta da David Lagercrantz, si piazza al settimo posto Io, Ibra. La vita dell’attuale attaccante del Milan è raccontata da lui stesso, partendo da un difficile passato per arrivare ad un bellissimo presente di campione molto amato e pluripremiato.

 

 

7.
Scende fino alla settima posizione 1Q84, di Haruki Murakami. Una trama particolare, a tratti angosciante, alla quale fa da sfondo la Tokio del 1984 e che sta avendo un grande successo in tutto il mondo.

 

 

8.
E’ all’ottavo posto il romanzo di Alessandro Baricco Mr. Gwyn: uno scrittore affermato decide improvvisamente di cambiare la sua vita e perfino chi lo conosce bene inizia a pensare che sia impazzito. Ma è follia, tentare di mutare ciò che non ci piace più?

 

 

9.
Al nono posto, il terzo libro biografico presente tra quelli più venduti in Italia: Steve Jobs, scritto da Walter Isaacson. La storia della vita del cofondatore della Apple che con le sue invenzioni ed intuizioni geniali ha rivoluzionato il modo di concepire sia i computer che la telefonia mobile.

 

 

10.
Chiude la classifica, piazzandosi decimo, Dimagrire senza dieta, il saggio scritto dal medico psichiatra Raffaele Morelli, che offre un approccio soprattutto mentale al problema dell’obesità, purtroppo sempre più presente anche tra i giovani.

 

 

Ci lasciano, ma chissà che non possano tornare presto, Il silenzio dell’onda, di Gianrico Carofiglio e La setta degli angeli, di Andrea Camilleri.

Fonte: www.sienafree.it
Ringrazio il sito e l’autore di questa rubrica, Annamaria Vanni, è un piacere leggerla.

Devo essere sincera è una grande delusione vedere che i 10 primi posti delle nostre classifiche sono così commerciali, resto spiacevolmente sorpresa dalle scelte degli italiani.


Condividi articolo

Autore

Ketty

Appassionata di tutto e di niente, cerca quotidianamente di combattere la sindrome da "Nessuna ne fa e cento ne pensa". Non essendo ancora riuscita a scoprire cosa farà da grande, non le resta che provare ... un giorno scoprirà il suo talento!

3 commenti

  1. Interessante! Non sapevo niente di questa associazione, la LIA. Ho pensato spesso che magari potrebbe succedermi, avanzando con gli anni, di non riuscire più a leggere con i miei occhi come ogni tanto accade nella vecchiaia. E questo per me sarebbe dolorosissimo. Non ho mai trascorso un giorno senza leggere almeno qualche pagina di un libro. Non poterlo più fare mi sarebbe insopportabile. Mi hai dato una buona notizia.

Scrivi un commento