Slow Time Cafè … Il tempo è denaro

3

Sin da quando ero bambina mi è stato detto : “Chi ha tempo non aspetti tempo”, “Il tempo è prezioso”, “Il tempo è denaro” e crescendo ho scoperto che avevano ragione. Ma come possono il tempo e il denaro che appartengono a sfere diverse essere l’uno quantizzabile nell’altro?

A dare man forte a questo motto che descrive l’essenza della nostra società è un’ idea senza dubbio bizzarra che arriva dalla Germania e si chiama “Slow Time Cafè”, un bar che guadagna sul tempo che il cliente trascorre al suo interno. Non si pagano bevande, non si pagano consumazioni ma solo il tempo, 2 euro per la prima mezz’ora e solo 5 centesimi per ogni minuto in più. Per l’intrattenimento il locale fornisce una connessione Wi-Fi gratuita e vari giochi da tavolo. Gli orologi appesi alle pareti segnalano ore diverse per invogliare il cliente a sostarvi, a dimenticare il tempo che scorre, non è lui il padrone delle nostre giornate, bisogna rilassarsi e non pensare a quel maledetto oggetto che scandisce la nostra vita con un tormentoso ticchettio.

Quante volte siamo stati ore ed ore a chiacchierare in un bar ordinando un semplice caffè! Ma sarebbe la stessa cosa e godremmo dello stesso relax sapendo di dover pagare per  ogni minuto trascorso li? O l’ansia del tempo che scorre non farà altro che minare il piacere di stare al bar?


Autore

Tra una scuola e l'altra, miscelo brio ed ironia per condividere con voi uno squarcio di me ed il mio più grande diletto....

                 

3 commenti

  1. No, certamente, non potrei mai rilassarmi in quel bar dove devi tener d’occhio l’orologio. Questa è una delle tante idee balzane che nascono come funghi, per cercare di fare business.
    P.S. – Sono passata per lasciarti i miei auguri di Buone Vacanze, che siano per te divertenti e rilassanti insieme.
    Arrivederci a settembre.

    • Neanch’io potrei mai rilassarmi, già ansia è il mio secondo nome, figuriamoci stare sempre li a guardare l’orologio.
      Buone vacanze anche a te, io ne ho ancora per un paio di settimane e poi chiudo, ci risentiamo a settembre, un abbraccio

  2. Questa mi giunge nuova, non sanno più cosa inventare.
    Ci siamo quasi… tra un po’ ci farànno pagare l’aria che respiriamo.

Scrivi un commento

Pin It on Pinterest