Composta di uva

0

marmellatauva (3)Tempo di uva e tempo di conserve per l’inverno, prepariamo la composta di uva, ottima per fare colazione e per la preparazione di dolci, ma si abbina bene anche con i formaggi. Questa ricetta potete utilizzarla sia con l’uva nera che con quella bianca.

 

Ricetta per la composta d’uva:

per 4 vasetti da 250 g
1 kg di uva nera o bianca matura al punto giusto
(il peso dell’uva si riferisce all’una sgranata e senza semi)
400 g di zucchero semolato

Varianti: a metà cottura unire mezzo bicchiere di vino rosso se è fatta col l’uva nera.

marmellatauva (2)Lavare l’uva ed asciugarla bene, granare gli acini, tagliateli a metà ed eliminate i semi, lasciare le bucce, che daranno sapore e consistenza.
Pesare l’uva e metterla in una pentola a fuoco basso, cuocere mescolando per circa 35 minuti, appena la confettura si è rappresa unire lo zucchero e continuate la cottura per altri 10 minuti.
Il tempo di cottura dipende da quanto desiderate che la vostra confettura sia densa, ma ricordate che una volta raffredda sarà più solida di quanto vi appare quando è ancora calda.
Versate la marmellata nei vasetti sterilizzati, chiudeteli bene, capovolgere per creare il sottovuoto e lasciare raffreddare completamente.
Avvolgete ogni vasetto in un tovagliolo di stoffa, mettere in una pentola larga, coprire completamente con acqua e portate ad ebollizione. Bollire per 15-20 minuti dal primo bollore, dopo spegnete e lasciare raffreddare completamente dentro la pentola.
Asciugate i vasetti e conservare in un luogo fresco, asciutto, preferibilmente al buio.
Potete consumare subito, ma è preferibile dopo 15 giorni.

Per sterilizzare i vasetti:
Lavate vasetti ed i tappi.
Sistemate sul fondo di una pentola grande un canovaccio pulito, adagiate all’interno vasetti ed i tappi e riempite con abbondante acqua fredda e bollire per 30 minuti.
Spegnete il fuoco e lasciate raffreddare completamente, dopo lasciateli asciugare capovolti su un canovaccio pulito.

Da sapere:

Cos’è la tindalizzazione, è un metodo di sterilizzazione frazionata, consiste nella bollitura dei vasetti pieni in tre fasi successive, 45 minuti di bollitura, poi lasciare riposare per 24 ore, una seconda bollitura e poi lasciare riposare per 48 ore e infine l’ultima bollitura.

Il sottovuoto è un altro metodo di conservazione in caso di marmellate, salse di pomodoro e conserve. Una volta sterilizzati tappi e barattoli mettete la vostra conserva ancora calda lasciando un centimetro di spazio tra vasetto e tappo. Capovolgere immediatamente e lasciarli a testa in giù per 5 minuti almeno, il calore creerà una chiusura sottovuoto, poi raddrizzarli e lasciare raffreddare a temperatura ambiente.


Condividi articolo

Autore

Ketty

Appassionata di tutto e di niente, cerca quotidianamente di combattere la sindrome da "Nessuna ne fa e cento ne pensa". Non essendo ancora riuscita a scoprire cosa farà da grande, non le resta che provare ... un giorno scoprirà il suo talento!

Scrivi un commento