Flora Borsi: arte e Photoshop

0

Flora Borsi Animeyed (6)Flora Borsi è una giovanissima artista ungherese (classe 1994) che ha iniziato a smanettare con Photoshop dall’età di 10 anni.

“Non mi piace la realtà; Voglio fingere! La fotografia è il mezzo perfetto per me esprimere i miei sentimenti e creo le mie visioni “
“Ho fatto cose artistiche fin da quando ero bambina:. Disegno, pittura, e così via”
“I miei genitori mi lasciavano a fare queste cose, e sono davvero grata per questo, perché questi anni sono stati l’inizio della mia carriera. Ho fatto fotografia per sette anni, e voglio fare un lavoro originale, con le mie risorse e questo è il motivo per cui avevo bisogno di imparare la fotografia. Ho solo bisogno di trovare i miei strumenti per rendere l’arte come volevo. E lo strumento perfetto stato di Photoshop. “
“Di solito quando stavo a casa, non avevo niente da fare, e giocavo con Photoshop. Ma dopo anni questa attività è diventata la cosa più importante “.
“La bellezza è relativa e transitoria”, aggiunge. “Non passo molto tempo con ritocco piccoli dettagli, lentiggini, o le rughe, perché questo è ciò che ci definisce e ci rende speciali e notevole. Cancellazione di questi segni di risultati individualità in una completa perdita di unicità, e noi tutti diventare Barbie e Kens. A modo loro, ognuno è bello, dipende dal punto di vista. “

Flora Borsi (1)Le prime opere di fotografia erano collage e poi si è dedicata alla creazione di fan art di musicisti che amava. Quello che era iniziato come un hobby dopo-scuola ha guadagnato sempre più importanza nella sua vita.
Con la sua passione per l’auto-ritratti, il suo evidente amore per la moda, e il suo uso abbondante di belle texture e colori, il suo lavoro unisce un sacco di elementi tipicamente femminili. Le donne sono mostrati in un complesso mosaico: forti e senza paura, vulnerabili, trasformati in mostri, intrappolate in un indumento su un appendiabiti, intonacate con piume, o oscurate da fiori.

“Il mio lavoro spesso caratterizza il corpo femminile, e io gioco con nascondere e rivelare gli occhi o la faccia di lasciare solo la forma femminile, esplorando questioni di rappresentanza femminile e il rapporto tra il corpo e l’auto”, dice.
“Sono un autodidatta; Non ho mai preso lezioni di fotografia o Photoshop prima dell’università. Avevo bisogno di estendere la mia erudizione, per essere più professionale, e di essere ispirati, al fine di rendere le mie opere più emozionante e di avere diversi tipi di significato, così ora sto studiando presso il dipartimento di Fotografia dell’Università Moholy-Nagy di Arte e design di Budapest “.

Nella serie The Real Life models, affascinata dai ritratti famosi dei grandi maestri del passato come Pablo Picasso, Amedeo Modigliani, Kees van Dongen, Rudolf Hausner, ha deciso di convertirli realisticamente, mediante la manipolazione digitale.

Nel progetto Animeyed sovrappone un volto femminile e un volto animale, in modo da condividere un occhio e manipola i suoi scatti per ottenere effetti diversi e indagare su temi quali l’identità, le emozioni, i sogni e le relazioni.

Nella serie Siemese voleva mostrare la sua lotta contro se stessa, tra il bene e il male, tra chi rimane in silenzio e saggio e chi vuole fuggire.

In un altro affascinante serie ha messo se stessa (in abito d’epoca) in fotografie iconiche della storia, dove scatta di nascosto foto-un paparazzo dal futuro, registrando il passato. Borsi ha un amore del surreale.
L’artista è interessata al confine tra fotografia e pittura.

Scoprite tutte sue meravigliose creazioni sul suo sito www.floraborsi.com


Condividi articolo

Autore

Ketty

Appassionata di tutto e di niente, cerca quotidianamente di combattere la sindrome da "Nessuna ne fa e cento ne pensa". Non essendo ancora riuscita a scoprire cosa farà da grande, non le resta che provare ... un giorno scoprirà il suo talento!

Scrivi un commento