Il talento di Iris Grace Halmshaw

0

Iris Grace (2)Iris Grace è  bambina inglese autistica, vive in un mondo colorato e sereno, fatto di arte, musica e amore, grazie anche alla sua amica speciale Thula, una micia tigrata.

Da poco sta imparando a parlare, i suoi genitori, Arabella Carter-Johnson e Peter-Jon Halmshaw, hanno deciso di sottoporla alla terapia logopedica e di introdurla alla pittura, scoprendo un talento immenso. Originale, estrosa, raffinata come se avesse frequentato anni di Accademia di pittura, la piccola Iris in passato non si lasciava neppure guardare negli occhi. Come racconta sua madre, la bimba soffriva di comportamenti ossessivi ed era spesso agitata e nervosa.

La mamma dichiara “quando sei un genitore o un insegnante di un bambino con autismo e stai cercando di interagire con loro, sei costantemente alla ricerca di modi per trovare quella chiave che ti permetterà l’accesso nel loro mondo. La pittura si è rivelata una chiave preziosa per comprendere Iris. Lei è entusiasta quando le porto le vernici, ogni volta questo solleva il suo stato d’animo”.

La scelta e l’accostamento dei colori, i giochi di luce sono meravigliosi e mostrano un talento straordinario che ha attirato l’attenzione di critici e appassionati del settore, molti dei quali hanno paragonato queste opere a quelle degli Impressionisti di metà Ottocento, ricordando i capolavori di Monet e Renoir.  I quadri diffusi in rete dalla madre, oggi, valgono migliaia di dollari.

Iris Grace (5)

I genitori hanno deciso di condividere sul web le opere d’arte di sua figlia per aumentare la consapevolezza della sua condizione ed attirare l’attenzione su questa patologia. I soldi guadagnati dalla vendita dei dipinti della figlia vengono messi nel conto in banca della bambina. I ricavi delle stampe e delle copie delle opere, invece, vengono usati per pagare la terapia logopedica e le altre cure di cui Iris Grace ha bisogno.

La capacità di Iris è quella di associare idee, immagini e ricordi ai colori. Non sono soggetti definiti, si fa fatica a comprendere il significato delle opere, ma il tutto sembra addirittura realizzato nel più piccolo dettaglio con attenzione e cura. Un piccolo sorriso, una valvola di sfoga, un modo per esprimere emozioni, sentimenti. Pochi colori e un mondo interno da raccontare.
Attraverso l’arte e la pittura il “mostro” dell’autismo sembra lentamente allontanarsi dalla vita di Iris Grace, il cui entusiasmo per la vita è simile a quello dei bimbi della sua età che scoprono giorno dopo giorno il mondo e le sue bellezze.

L’autismo è un disturbo neuropsichiatrico le cui cause sono tuttora sconosciute. Le persone affette da autismo tendono ad avere forti limitazioni nella comunicazione verbale e una carenza di interesse nel relazionarsi con gli altri, ma al tempo stesso pongono una fortissima attenzione, talvolta quasi ossessiva, verso alcuni dettagli.

Iris Grace (4)

Da qualche un anno nella vita di Iris Grace è entrata anche Thula, una gattina tigrata, divenuta la sua inseparabile amica, che conferma quanto gli animali abbiano una dote innata nell’aiutare le persone che lottano contro terribili malattie, dalla più classica pet therapy all’ippoterapia, l’onoterapia e l’incontro con foche e leoni marini per miglioramenti psicologici sorprendenti.
Tra Iris e la gatta è scattata una scintilla, è nato un’amore incondizionato che ha aiutato la bambina a superare molti dei suoi problemi. Iris ha cominciato a vestirsi da sola e tentato dei modi alternativi di comunicare, anche sforzandosi di farlo verbalmente.
Le sue giornate sono più serene e Thula la segue ovunque, è la sua amica fedele e inseparabile che sfida anche la paura dell’acqua pur di stare vicino a lei. La accompagna nelle sue passeggiate a piedi, in bici e in auto, le tiene compagnia durante le sessioni di pittura, dorme insieme a lei, la guarda interessata mentre gioca con il suo tablet e i suoi strumenti musicali e ascolta attenta le storie che si inventa con il suo mantello colorato.

I genitori di Iris hanno raccontato la loro storia su Facebook e hanno aperto un sito in cui è possibile ammirare e acquistare i quadri della bimba.
Ogni giorno sulla loro pagina social ci sono aggiornamenti e bellissime foto che raccontano le evoluzioni di questa magica storia.


Condividi articolo

Autore

Ketty

Appassionata di tutto e di niente, cerca quotidianamente di combattere la sindrome da "Nessuna ne fa e cento ne pensa". Non essendo ancora riuscita a scoprire cosa farà da grande, non le resta che provare ... un giorno scoprirà il suo talento!

Scrivi un commento