La classifica dei libri più venduti – 07 Novembre 2011

2

Sarà senz’altro anche per merito delle varie iniziative legate al settore dell’editoria se la classifica dei libri più venduti regala, in questo periodo, una certa varietà. Anche per questa settimana, infatti, due sono le nuove entrate che la animano.

1.
Il primo posto appare ormai graniticamente assegnato al nuovo romanzo di Fabio Volo Le prime luci del mattino.
La protagonista, Elena, ha visto il proprio matrimonio trasformarsi lentamente in una specie di società di mutuo soccorso: manca ormai del tutto la passione, l’amore pare essersi trasformato in un quieto affetto. Troppo poco, per il suo carattere e per le sue aspettative. Delusa, capisce però che niente è immutabile e che, se vuole, potrà dare una svolta alla sua vita: basterà solo avere il coraggio di rimettersi in gioco.

2.
Nella seconda posizione si piazza la prima nuova entrata di questa edizione. Si tratta di Steve Jobs, l’unica biografia autorizzata dal geniale creatore e cofondatore della Apple, ormai un vero e proprio colosso del mondo dell’informatica. Scritta da Walter Isaacson, è stata fortemente voluta dallo stesso Steve Jobs che ha voluto lasciare un libro che servisse ai suoi figli per capire cosa aveva veramente fatto il loro padre per tutti quegli anni durante i quali si erano forse sentiti un po’ trascurati.

 

3.
Scende al terzo posto il nuovo romanzo di Gianrico Carofiglio Il silenzio dell’onda: lo scrittore, giornalista del La Stampa di Torino, offre ai suoi lettori una storia profonda e romantica con due protagonisti che cercano di aiutarsi vicendevolmente a lenire le sofferenze che hanno nel loro cuore.

 

 

4.
Perde una posizione anche La setta degli angeli, nuovo romanzo di Andrea Camilleri, oggi quarto. Una storia ambientata nella Sicilia degli inizi del 1900, che vuole far riflettere su come possa essere rapido il passaggio di una persona dalla parte dell’accusatore a quella dell’accusato, con tutte le conseguenze che questo comporta.

 

5.
E’ quinto Erri De Luca, con I pesci non chiudono gli occhi, breve ma intenso romanzo definito una storia di formazione, nel quale è raccontata la storia di un bambino di dieci anni che, in un’assolata estate trascorsa in una delle bellissime spiagge delle isole Eolie, scopre i primi turbamenti dell’amore, uscendo da quell’esperienza profondamente cambiato e pronto per affrontare il passaggio, ormai prossimo, all’adolescenza.

 

6.
Al sesto posto, dal thriller dal sapore medioevale Il mercante di libri maledetti, scritto da Marcello Simoni.
Una trama che riecheggia un po’ le atmosfere del celebre Il nome della rosa, scritto da Umberto Eco nel 1980 e considerato da molti il vero primo thriller italiano.

 

 

7.
In settima posizione si piazza Benedetta Parodi con I menù di Benedetta, confermando l’interesse del pubblico per le raccolte di ricette facili e veloci.

 

 

 

8.
Entra già all’ottavo posto I guerrieri di ghiaccio, di George Raymond Richard Martin. Gli appassionati del genere fantasy conosceranno già questo autore, statunitense di origini italiane, che aggiunge con questo suo nuovo libro, un altro capitolo alla saga Cronache del ghiaccio e del fuoco, senz’altro molto atteso da chi segue questo ciclo, giunto ormai alla decima parte.

 

9.
E’ nono Aleph, il nuovo romanzo di Paulo Cohelo, definito da alcuni cibo per lo spirito.
La storia di un uomo, Paulo, al quale non a caso l’autore ha dato il suo stesso nome, che si ritrova a dover rispondere ad un grande dubbio esistenziale: sto veramente facendo la vita che avrei sempre desiderato? La necessità di una risposta lo spinge a compiere un viaggio sia fisico che spirituale e sarà grazie anche ad una donna, Hilal, che l’autore riuscirà a darsi una risposta.

 

10.
Scende al decimo posto e chiude questa edizione della classifica il manuale del nutrizionista Pierre Dukan La dieta Dukan, il che dimostra come gli italiani, oltre all’anima, scelgano, tutto sommato, di nutrire anche il corpo, con buona pace di chi tenta di farli dimagrire.

 

 

Escono dalla classifica Poco o niente. Eravamo poveri, torneremo poveri. di Giampaolo Pansa e Io e Dio. Una guida dei perplessi. di Vito Mancuso.

 

Fonte: www.sienafree.it
Ringrazio il sito e l’autore di questa rubrica, Annamaria Vanni, è un piacere leggerli.


Condividi articolo

Autore

Ketty

Appassionata di tutto e di niente, cerca quotidianamente di combattere la sindrome da "Nessuna ne fa e cento ne pensa". Non essendo ancora riuscita a scoprire cosa farà da grande, non le resta che provare ... un giorno scoprirà il suo talento!

2 commenti

Scrivi un commento