Classifica dei libri più venduti – 09 Marzo 2015

0

601542-1680x1050Il mondo dell’editoria sta cambiando, non so se lentamente o velocemente, ma sta decisamente cambiando influenzato da internet.
Le case editrici cominciano a cercare i nuovi talenti attraverso il self publishing, molti scrittori esordienti autopubblicano la loro opera in rete e se il libro ha successo per il mondo del web gli editori ne acquistano i diritti e lo passano alla pubblicazione tradizionale su carta.
Questo fenomeno credo abbia dei pro e dei contro, è bello che oggi ognuno di noi possa far conoscere la propria opera in libertà, è interessante che i lettori diventano i critici principali dell’opera come è giusto che avvenga, ma dall’altra parte la mancanza di un marchio che ne autentichi la qualità rischia di abbassare il livello delle opere pubblicate, spesso prive del benché minimo lavoro di editing e di correzione bozze, che allungo andare potrebbe ripercuotersi proprio sulla stessa forma di autoproduzione, credo anche che la critica istituzionale debba esiste e camminare parallelamente a quella dei lettori, anche perché lasciando scegliere solo il lettore si potrebbe incorrere nello stesso errore in cui si imbattuta la televisione, creando ormai programmi per la massa, che vendono tanto a discapito della qualità.
Voi cosa ne pensate?

Per la condivisione di questa settimana ho scelto un blog da me molto seguito: La leggivendola
Nella sua pagina Facebook si definisce “Non sono altro che un’umile lettrice che si diletta a disquisire di libri. Niente di più, niente di meno.”
Io credo che sia molto di più, è un piacere leggere i suoi articoli e le sue recensioni sono precise e personali, senza peli sulla lingua.

La classifica dei libri più venduti di questa settimana è caratterizzata da 3 nuove entrate, un podio invariato e riconferme:

1. 3. 4.
36037-cinquanta-sfumature-di-grigio-di-e-l-james36896-cinquanta-sfumature-di-nero-di-e-l-james37426-cinquanta-sfumature-di-rosso-di-e-l-james

Anche questa settimana troviamo nei primi posti la trilogia erotica delle 50 sfumature di James E.L. che oggi occupano la prima, la terza e la quarta posizione.
Quando Anastasia Steele, graziosa e ingenua studentessa americana di 21 anni, incontra Christian Grey, giovane imprenditore miliardario, si accorge di essere attratta irresistibilmente da quest’uomo bellissimo e misterioso e di volerlo a tutti i costi. Incapace a sua volta di resisterle, anche lui deve ammettere di desiderarla, ma alle sue condizioni. Presto Anastasia scoprirà che Grey ha gusti erotici e pratiche sessuali decisamente singolari ed è un uomo tormentato dai suoi demoni e consumato dal bisogno di controllo. Nello scoprire l’animo enigmatico di Grey, Anastasia conoscerà per la prima volta i suoi più oscuri desideri.

2.
Sette brevi lezioni di fisicaCon molta soddisfazione risale un gradino Sette brevi lezioni di fisica di Carlo Rovelli, l’unico che resiste nella lotta contro le 50 sfumature.
Ci sono frontiere della conoscenza dove brucia il nostro desiderio di sapere: sono nelle profondità più minute del tessuto dello spazio, nelle origini del cosmo, nella natura del tempo, nella destinazione dei buchi neri. Qui, a contatto con l’oceano di quanto non sappiamo, bellezza e mistero ci lasciano senza fiato. Queste ‘lezioni’ delineano una rapida panoramica della rivoluzione avvenuta nella fisica del XX secolo e della ricerca in corso, discorrendo, con ammirevole trasparenza, della teoria della relatività generale di Einstein, della meccanica quantistica, dell’architettura del cosmo, delle particelle elementari, della gravità quantistica, della probabilità e del calore dei buchi neri, della natura del tempo e di altro ancora.

5.
storiadiunaladradilibri150vNon si contano più le settimane in cui Storia di una ladra di libri di Markus Zusak è presente in classifica, oggi in quinta posizione.
E il 1939 nella Germania nazista. Tutto il Paese è col fiato sospeso. La Morte non ha mai avuto tanto da fare, ed è solo l’inizio. Il giorno del funerale del suo fratellino, Liesel Meminger raccoglie un oggetto seminascosto nella neve, qualcosa di sconosciuto e confortante al tempo stesso, un libriccino abbandonato lì, forse, o dimenticato dai custodi del minuscolo cimitero. Liesel non ci pensa due volte, le pare un segno, la prova tangibile di un ricordo per il futuro: lo ruba e lo porta con sé. Così comincia la storia di una piccola ladra, la storia d’amore di Liesel con i libri e con le parole, che per lei diventano un talismano contro l’orrore che la circonda. Grazie al padre adottivo impara a leggere e ben presto si fa più esperta e temeraria: prima strappa i libri ai roghi nazisti perché “ai tedeschi piaceva bruciare cose. Negozi, sinagoghe, case e libri”, poi li sottrae dalla biblioteca della moglie del sindaco, e interviene tutte le volte che ce n’è uno in pericolo. Lei li salva, come farebbe con qualsiasi creatura. Ma i tempi si fanno sempre più difficili. Quando la famiglia putativa di Liesel nasconde un ebreo in cantina, il mondo della ragazzina all’improvviso diventa più piccolo. E, al contempo, più vasto.

6.
Ferno. Il signore del fuoco.In sesta posizione troviamo una nuova entrata, il primo volume di un fantasy per bambini Ferno. Il signore del fuoco di Adam Blade.
Il mago oscuro Malvel ha lanciato un terribile incantesimo sulle Bestie del Regno di Avantia. Solo un vero eroe può liberarle e impedirgli di distruggere il mondo. Sarà il giovane Tom l’eroe di cui Avantia ha bisogno? Per scoprirlo dovrà prima di tutto affrontare il temibile Ferno, il Signore del Fuoco.

7.
Le mille luci del mattinoSale lentamente al settimo posto la romanziera spagnola più letta del momento, Sánchez Clara con Le mille luci del mattino.
Madrid. La luce si riflette sulle immense pareti a specchio del palazzo. Emma guarda dalla sua scrivania il mondo che si perde in quell’intenso bagliore. Fare l’impiegata in una grande azienda non è mai stata la sua aspirazione. Ma Emma deve ricominciare dopo il fallimento della sua storia d’amore e del sogno di diventare una scrittrice. Il posto di assistente è arrivato al momento giusto. Eppure quel lavoro non è come se l’aspettava. Il suo capo, Sebastiàn Trenas, passa le giornate a leggere libri: nessuna telefonata, nessuna riunione. Emma non riesce a spiegarselo, ma il suo sesto senso le suggerisce di non fare domande. Fino a quando, mettendo in ordine certe vecchie carte, smuove qualcosa che doveva rimanere nascosto. Da allora tutto cambia: Trenas perde la carica di vicepresidente e dopo pochi giorni muore. Emma si sente in colpa e ha paura di quello che le sta accadendo intorno. Perché nulla è come appare. E ora che due oscuri personaggi, due fratelli manager di successo, hanno sostituito il suo capo, la ragazza è convinta che i suoi sospetti siano fondati e che sia necessario scavare nel passato. Un passato che parla di bugie e segreti, di amori clandestini e di adozioni difficili. Solo in sé stessa Emma può trovare il coraggio per svelare il mistero. Perché c’è chi vuole che su ogni cosa ricada il silenzio. Un silenzio a cui Emma ha deciso di dare finalmente una voce.

8.
L’amica genialeIn ottava posizione si colloca un’altra nuova entrata, L’amica geniale di Elena Ferrante.
Il romanzo comincia seguendo le due protagoniste bambine, e poi adolescenti, tra le quinte di un rione miserabile della periferia napoletana, tra una folla di personaggi minori accompagnati lungo il loro percorso con attenta assiduità. L’autrice scava intanto nella natura complessa dell’amicizia tra due bambine, tra due ragazzine, tra due donne, seguendo passo passo la loro crescita individuale, il modo di influenzarsi reciprocamente, i buoni e i cattivi sentimenti che nutrono nei decenni un rapporto vero, robusto. Narra poi gli effetti dei cambiamenti che investono il rione, Napoli, l’Italia, in più di un cinquantennio, trasformando le amiche e il loro legame. E tutto ciò precipita nella pagina con l’andamento delle grandi narrazioni popolari, dense e insieme veloci, profonde e lievi, rovesciando di continuo situazioni, svelando fondi segreti dei personaggi, sommando evento a evento senza tregua, ma con la profondità e la potenza di voce a cui l’autrice ci ha abituati…

9.
Il magico potere del riordinoSarà che i nostri tempi hanno bisogno di un bel riordino, Il magico potere del riordino. Il metodo giapponese che trasforma i vostri spazi e la vostra vita
di Marie Kondo sale in nona posizione.
Un’infinità di oggetti di ogni tipo (abbigliamento, libri, documenti, foto, apparecchi elettrici, ricordi…) ci sommergono all’interno di abitazioni e uffici sempre più piccoli. Col risultato che non troviamo mai quello che davvero ci serve. Nel libro Miya Kondo ha messo a punto un metodo che garantisce l’ordine e l’organizzazione degli spazi vitali (locali, armadi, cassetti…). E anche la serenità, perché nella filosofia zen il riordino fisico è un rito che produce anche incommensurabili vantaggi spirituali: aumenta la fiducia in sé stessi, libera la mente, solleva dall’attaccamento al passato, valorizza le cose preziose, induce a fare meno acquisti inutili. Rimanere nel caos significa invece voler allontanare il momento dell’introspezione e della conoscenza.

10.
È questo l’Isalm che fa pauraSeguendo gli avvenimenti di attualità entra in decima posizione È questo l’Islam che fa paura di Tahar Ben Jelloun.
Dopo la strage di Parigi nella redazione di Charlie Hebdo è possibile non avere paura dell’Islam? A questa e ad altre domande risponde in questo libro Tahar Ben Jelloun, in un dialogo con sua figlia – francese di origini musulmane, come tante persone che oggi vivono nei nostri paesi europei. Ben Jelloun descrive lo sdegno e la paura dei musulmani moderati di fronte a un fondamentalismo che confonde la fede in Allah con una guerra di religione, e così facendo getta nel fango anche i tanti musulmani onesti. E, senza risparmiare la condanna per i fondamentalisti, ci fa riflettere sulle nostre responsabilità di occidentali, troppo distratti di fronte ai disagi dei tanti immigrati che ormai popolano le nostre città.


Autore

Ketty

Appassionata di tutto e di niente, cerca quotidianamente di combattere la sindrome da "Nessuna ne fa e cento ne pensa". Non essendo ancora riuscita a scoprire cosa farà da grande, non le resta che provare ... un giorno scoprirà il suo talento!

Scrivi un commento

Pin It on Pinterest