Pausa Caffè http://www.pausacaffeblog.it/wp Il Blog per chi ama la cucina, i libri, il cinema, le serie tv, la poesia, e tutto ciò che rappresenta la quotidiana pausa caffè. Thu, 02 Jul 2020 14:00:59 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=5.4.2 Novità in Libreria Estate – Luglio e Agosto 2020 http://www.pausacaffeblog.it/wp/2020/07/novita-in-libreria-estate-luglio-e-agosto-2020.html http://www.pausacaffeblog.it/wp/2020/07/novita-in-libreria-estate-luglio-e-agosto-2020.html#respond Thu, 02 Jul 2020 13:38:53 +0000 http://www.pausacaffeblog.it/wp/?p=51906 E’ arrivata l’astate accompagnata dal caldo e dalle belle giornate, se siete come me in estate leggete sicuramente di più. Solitamente le uscite editoriali nei mesi estivi scarseggiano rispetto agli altri mesi, ma quest’anno è stato tutto stravolto e credo che si rifletterà anche nell’editoria con un’abbondanza di nuove uscite. Andiamo a scoprire le novità [...]

Leggi l'articolo Novità in Libreria Estate – Luglio e Agosto 2020 in versione completa su Pausa Caffè.

]]>
E’ arrivata l’astate accompagnata dal caldo e dalle belle giornate, se siete come me in estate leggete sicuramente di più. Solitamente le uscite editoriali nei mesi estivi scarseggiano rispetto agli altri mesi, ma quest’anno è stato tutto stravolto e credo che si rifletterà anche nell’editoria con un’abbondanza di nuove uscite. Andiamo a scoprire le novità in libreria di questa estate, per perderci in nuove storie avvincenti ed emozionanti, ed anche i possibili eventi “librosi” estivi.

Eventi del mese:

Da luglio fino a settembre, a Cortina d’Ampezzo (BL), parte l’edizione 2020 di “Una montagna di libri“, con tantissimi eventi ed incontri con l’autore della Regina delle Dolomiti.

Il 2 luglio sarà proclamato il vincitore del Premio Strega 2020.

Un importante appuntamento culturale del Sud si svolgerà dal 8 all’11 luglio a Polignano a Mare (BA) e si tratta del Il libro possibile, un Festival che rappresenta un evento di straordinario valore che, attraverso la promozione della cultura del libro e il recupero delle identità enogastronomiche, si pone come una nuova strategia di rilancio dell’economia della Regione Puglia.

Dal 18 al 25 luglio si svolge il festival Salerno Letteratura si tiene ogni anno, che intende valorizzandone gli angoli più belli e caratteristici della città, per regalare un valore aggiunto alle sue grandi risorse storiche, artistiche, paesistiche, enogastronomiche.

Invece domenica 19 Luglio sarà proclamato il vincitore del Premio Bancarella 2020.

Dal 21 al 24 luglio, a Rio nell’Elba (LI), si svolge il Elba Book Festival 2020, nato nel 2015, si rivolge a un turismo consapevole e sostenibile, cercando di dar voce all’Editoria Indipendente, alla piccola realtà locale, cercando di essere una piattaforma di incontri e confronti.

Dal 26 al 30 agosto ritorna l’ottava edizione di Passaggi Festival della Saggistica, una manifestazione culturale italiana dedicata ai libri di questo genere letterario votato all’analisi e allo studio, al confronto e all’approfondimento.

Dal 27 al 30 agosto, a Firenze, si svolge la terza edizione del festival La città dei lettori, leggere è una passione che può aiutarci a comprendere la realtà. Leggere ci fa pensare, approfondire, diventare consapevoli.

Dal 28 al 30 Agosto si svolge Rovigoracconta, il festival culturale che ti porta a viaggiare nel mondo delle idee e delle storie attraverso i libri e la musica, con scrittori, giornalisti e artisti di fama nazionale, nuove grandi scoperte ed esperienze inedite che coinvolgono gli spettatori in prima persona.

Ricordo che questo post non è statico, ma dinamico, cioè verrà aggiornato in base alle informazioni acquisite giorno per giorno ed i libri saranno inseriti in ordine cronologico d’uscita, ho aggiunto a fine pagina l’elenco dei libri usciti in ordine alfabetico. Si accettano sempre consigli e suggerimenti per migliorare questa rubrica.

Adesso guardiamo le novità in libreria di questa estate 2020:

Echi in tempesta. L’Attraversaspecchi. 4, scritto da Christelle Dabos, pubblicato da EO, genere fantasy per ragazzi, data uscita 01/07/20.
Ofelia e Thorn affrontano un universo colmo di allegorie e di realtà interiori profonde, di orizzonti antichi e di sentimenti nuovi, fino a scovare la verità che da sempre è nascosta dietro lo specchio. Crollati gli ultimi muri della diffidenza, Ofelia e Thorn si amano ormai appassionatamente. Tuttavia non possono farlo alla luce del sole: la loro unione deve infatti rimanere nascosta perché possano continuare a indagare di concerto sull’indecifrabile codice di Dio e sulla misteriosa figura dell’Altro, l’essere di cui non si conosce l’aspetto, ma il cui potere devastante continua a far crollare interi pezzi di arche precipitando nel vuoto migliaia di innocenti. Come trovare l’Altro, senza sapere nemmeno com’è fatto? Più uniti che mai, ma impegnati su piste diverse, Ofelia e Thorn approderanno all’osservatorio delle Deviazioni, un istituto avvolto dal segreto più assoluto e gestito da una setta di scienziati mistici in cui, dietro la facciata di una filantropica clinica psichiatrica, si cela un laboratorio dove vengono condotti esperimenti disumani e terrificanti. E lì che si recheranno i due, lì scopriranno le verità che cercano e da lì proveranno a fermare i crolli e a riportare il mondo in equilibrio.

Il morso della vipera, scritto da Alice Basso, pubblicato da Garzanti, genere giallo storico, data uscita 02/07/20.
Il suono metallico dei tasti risuona nella stanza. Seduta alla sua scrivania, Anita batte a macchina le storie della popolare rivista Saturnalia : racconti gialli americani, in cui detective dai lunghi cappotti, tra una sparatoria e l’altra, hanno sempre un bicchiere di whisky tra le mani. Nulla di più lontano dal suo mondo. Eppure le pagine di Hammett e Chandler, tradotte dall’affascinante scrittore Sebastiano Satta Ascona, le stanno facendo scoprire il potere delle parole. Anita ha sempre diffidato dei giornali e anche dei libri, che da anni ormai non fanno che compiacere il regime. Ma queste sono storie nuove, diverse, piene di verità. Se Anita si trova ora a fare la dattilografa la colpa è solo la sua. Perché poteva accettare la proposta del suo amato fidanzato Corrado, come avrebbe fatto qualsiasi altra giovane donna del 1935, invece di pronunciare quelle parole totalmente inaspettate: ti sposo ma voglio prima lavorare. E ora si trova con quella macchina da scrivere davanti in compagnia di racconti che però così male non sono, anzi, sembra quasi che le stiano insegnando qualcosa. Forse per questo, quando un’anziana donna viene arrestata perché afferma che un eroe di guerra è in realtà un assassino, Anita è l’unica a crederle. Ma come rendere giustizia a qualcuno in tempi in cui di giusto non c’è niente? Quelli non sono anni in cui dare spazio ad una visione obiettiva della realtà. Il fascismo è in piena espansione. Il cattivo non viene quasi mai sconfitto. Anita deve trovare tutto il coraggio che ha e l’intuizione che le hanno insegnato i suoi amici detective per indagare e scoprire quanto la letteratura possa fare per renderci liberi. Dopo aver creato Vani Sarca, l’autrice torna con una nuova protagonista: combattiva, tenace, acuta, sognatrice. Sullo sfondo di una Torino in cui si sentono i primi afflati del fascismo, una storia in cui i gialli non sono solo libri ma maestri di vita.

Perla nera, scritto da Liza Marklund, pubblicato da Marsilio, genere thriller, data uscita 02/07/20.
A Manihiki, minuscolo atollo dell’oceano Pacifico, uno dei posti più isolati al mondo, Kiona lavora nella fabbrica di perle di famiglia: ogni giorno, insieme ai suoi fratelli, si immerge in apnea per occuparsi delle ostriche che racchiudono le preziose perle nere. La sua vita, regolata dai ritmi della comunità indigena, è rivoluzionata dall’arrivo di Erik, lo straniero dagli occhi color dell’acqua che viene dalla Svezia, la cui imbarcazione è rimasta incagliata nella barriera corallina che circonda l’isola. Ma chi è veramente Erik? Perché è così bravo con i numeri e qual è il suo legame con la Federal Reserve? Il suo naufragio segna per Kiona l’inizio di una grande storia d’amore e di un’avventura emozionante e drammatica, che la spingerà sempre più lontano dalla magnifica laguna in cui è cresciuta, trascinandola attraverso quattro continenti. Determinata a difendere il contenuto di una misteriosa valigetta che Erik teneva ben nascosta e a trovare la verità sull’uomo portato dal mare, Kiona imparerà che il possesso può trasformarsi in un veleno e far impazzire le persone, e che all’avidità non c’è limite. Minacciata e inseguita, arriverà fino a Lund, nel Sud della Svezia, dove finalmente la piccola chiave che porta con sé da quando si è lasciata alle spalle le isole Cook le darà accesso al tesoro a cui tutti stanno dando la caccia.

Terra Alta, scritto da Javier Cercas, pubblicato da Guanda, genere thriller, data uscita 02/07/20.
Un crimine spaventoso sconvolge una quieta cittadina nel Sud della Catalogna: i proprietari dell’azienda più importante della zona, le Graficas Adell, vengono trovati morti, con segni evidenti di feroci torture. Il caso è assegnato a Melchor Marin, giovane poliziotto e appassionato lettore, alle spalle un passato oscuro e un atto di eroismo quasi involontario, che lo ha fatto diventare la leggenda del corpo e lo ha costretto a lasciare Barcellona. Stabilitosi in questa piccola regione dal nome evocativo di Terra Alta, crede di aver seppellito l’odio e la voglia di riscatto sotto una vita felice, grazie all’amore di Olga, la bibliotecaria del paese, dalla quale ha avuto una figlia, Cosette. Lo stesso nome della figlia di Jean Valjean, il protagonista dei Miserabili, il suo romanzo preferito. L’indagine si dipana a ritmo serrato, coinvolgendo temi come il conflitto tra giustizia formale e giustizia sostanziale, tra rispetto della legge e legittimità della vendetta. Ma soprattutto Javier Cercas racconta l’epopea di un uomo solo che cerca il suo posto nel mondo, e per questo dovrà lottare e mettere a rischio tutto: i valori, gli affetti, la famiglia, la vita.

Il decoro, scritto da David Leavitt, pubblicato da Società Editrice Milanese, genere narrativa, data uscita 02/07/20.
Qualche giorno dopo l’elezione di Donald Trump a presidente degli Stati Uniti, in una lussuosa villa del Connecticut, alcuni amici newyorkesi dell’alta borghesia intellettuale si ritrovano per riprendersi da quella che considerano la più grande catastrofe politica della loro vita. Si rifugiano in campagna nella speranza di ristabilire la “bolla” in cui sono abituati a vivere. Eva Lindquist, la padrona di casa, propone una sfida. Chi di loro sarebbe disposto a chiedere a Siri come assassinare Trump? Nessuno, a eccezione di un cinico editore, raccoglie la provocazione. Gli amici progressisti di Eva e del marito Bruce con la loro pavida reazione introducono uno dei temi portanti del romanzo: la paura di fronte a un nuovo clima politico. Delusa dal suo paese, dove non si sente più “a casa” e al sicuro, Eva decide di partire per Venezia, città che ha conosciuto e amato in gioventù. Lì, quasi per caso, visita un affascinante appartamento e decide di acquistarlo. Il soggiorno in quella città la aiuta a cercare un nuovo modo di immaginare il mondo. Intorno a quello di Eva si intrecciano i destini degli altri personaggi, che prendono forma attraverso dialoghi incalzanti e ironici, nei quali si configurano possibili soluzioni a esistenze segnate dall’inquietudine. Ecco allora i tradimenti, le fughe e la menzogna a coprire tutto. “Il decoro” affronta gli imprevedibili appetiti d’amore, di potere e di libertà che plasmano la vita pubblica e privata delle classi privilegiate. Un romanzo che parla del bisogno di sicurezza e dell’istinto di scoperta, del rapporto tra altruismo e autoconservazione e della natura effimera di un certo tipo di ricercatezza.

Anche le pulci prendono la tosse, scritto da Roberto Costantini, pubblicato da Solferino, genere giallo e mistery, data uscita 02/07/20.
Raymond il poliziotto, Beatrice l’infermiera, Salvatore il piccolo imprenditore e Regina l’insegnante entrano nel tunnel del coronavirus con tutti gli altri, alla fine di febbraio a Adeago, in provincia di Bergamo. Ci entrano con le loro vecchie paure, frustrazioni, amori perduti e sconfitte, e con un carico di umana meschinità. Quando comincia il contagio, il poliziotto ne approfitta per defilarsi dalle indagini su un furto di macchine da cucire, l’infermiera simula un incidente per sfuggire al Pronto Soccorso sovraccarico, l’imprenditore pensa di fare soldi fabbricando e smerciando mascherine di dubbia qualità e l’insegnante elude le lezioni online per liberarsi di studenti svogliati e genitori aggressivi. Il tutto mentre i loro colleghi danno prova di un ben diverso impegno. Ma il virus non è solo un vento di morte, è anche un formidabile acceleratore di destini. E i loro deflagrano. Dalle feste per le vittorie dell’Atalanta si passa al deserto e poi al terribile corteo delle bare nei camion militari, e le storie dei quattro protagonisti si intrecciano e si coagulano intorno al vergognoso business delle mascherine finanziato da veri malviventi, alcuni con la pistola, ma i peggiori in giacca e cravatta. Nel momento più buio, uomini e donne che pensavano di non avere più niente da chiedere o da perdere si troveranno di fronte l’occasione per riscattare una vita spenta. Una storia d’amore e di dolore, in cui si ride a crepapelle e si piange disperatamente, che parla del nostro tempo, delle nostre scelte, della possibilità di capovolgere il proprio futuro.

Il sogno, scritto da Franck Thilliez, pubblicato da Fazi, genere thriller, data uscita 02/07/20.
Se non fosse per le sue cicatrici e le strane foto che tappezzano le pareti del suo ufficio, si direbbe che Abigael sia una donna come le altre. Se non fosse per i momenti in cui sprofonda nel mondo dei sogni, si giurerebbe che dica il vero. Ma Abigael, la psicologa che tutti si contendono per risolvere i casi criminali più intricati, soffre di una grave narcolessia che le rende tutto più difficile. Spesso per lei il confine tra sogno e realtà si confonde, ed è costretta a ricorrere a bruciature e tatuaggi per assicurarsi di essere sveglia e che quello che vede stia realmente accadendo. L’indagine a cui sta lavorando insieme al fidanzato poliziotto Frédéric riguarda un rapitore seriale di bambini, Freddy. I piccoli scomparsi finora sono tre, a quattro mesi di distanza l’uno dall’altro. Ogni rapimento viene annunciato con uno spaventapasseri che indossa gli abiti del bambino rapito precedentemente. Intanto, Abigael è l’unica sopravvissuta a un terribile incidente d’auto di cui non ricorda nulla e dove hanno perso la vita suo padre e sua figlia. Presto capirà che molte cose di quell’episodio non tornano. E si renderà conto che Freddy sa più di quanto dovrebbe. E non è il solo. Ma per Abigael il nemico più pericoloso rimane uno: se stessa.

La peste nuova, scritto da Fulvio Abbate, pubblicato da La nave di Teseo, genere narrativa, data uscita 02/07/20.
Lo scrittore Guido Battaglia è un inventore di storie, meglio, di barzellette. In crisi dopo la partenza della collega Valeria, talento prezioso per la stesura d’ogni sua opera, vive smarrito in un’imprecisata città su cui imperversa un bacillo sconosciuto, dando intanto corpo a ricordi e fantasmi. In un’atmosfera sospesa, segnata dal passaggio dei camion del genio militare e delle ambulanze, viene incaricato da due irresistibili ragazze di comporre la storia che salvi non solo la propria, ma tutte le città dall’assedio della “peste nuova”, risollevandole anche dalle paure che l’epidemia porta con sé. In cambio potrà godere delle loro grazie. Portato a termine l’incarico insieme a un medico, le ragazze riveleranno la loro vera identità… Un romanzo sul valore dell’intellettuale, e soprattutto del suo pensiero, di fronte al nodo del rapporto tra il mondo e le sue aspettative: i suoi valori, i suoi limiti, i suoi desideri, le sue preghiere, il suo profondo, fino al rifiuto d’ogni improbabile “speranza”.

Il corpo è una chimera, scritto da Wendy Delorme, pubblicato da Fandango Libri, genere narrativa, data uscita 02/07/20.
Un romanzo corale: sette personaggi in cerca di loro stessi ragionano sull’amore, il desiderio, la maternità, la famiglia. Nel Prologo la morte inspiegabile di una donna: lacrime e corone di edera e rose. Il sipario svela a poco a poco tutti gli attori che entrano in scena: Philippe che piange Isabelle; l’ha persa, nonostante il suo amore fosse assoluta adorazione. Marion, la figlia, che vive con Elise e i loro tre figli: l’amore che la lega a loro è totale, ha accettato tutti i sacrifici che hanno dovuto fare per poter diventare la famiglia che sono e ha imparato ad amare anche il suo corpo che si è disfatto con il peso delle gravidanze, della fatica, dell’età. Camille è un’utopista che vuole cambiare il mondo lavorando per i migranti a Calais, ma non può. La sua compagna Ashanta è immigrata e combatte quotidianamente contro il pregiudizio della gente. Maya è una prostituta che un giorno incontra un cliente diverso da tutti gli altri, il Signor R., dolce, introverso, delicato, che le fa indossare non una guepière ma un abito innocente di cotone blu chiaro, e poi mentre lei si gira per cercare la borsa dove teneva le forcine, lo vede seduto sulla sedia, con le spalle ricurve, i pugni serrati, piangere in silenzio; Jo ha voluto entrare nella polizia contro il parere di tutti e nasconde un animo delicato sotto l’apparente durezza. “Il corpo è una chimera” è una fisiologia del mondo contemporaneo, un romanzo di una verità sconvolgente, che insidia gli stereotipi, le passioni, la sessualità, le parentele e la coppia.

Ribon messaggero d’amore, scritto da Ito Ogawa, pubblicato da Neri Pozza, genere narrativa, data uscita 02/07/20.
La piccola Hibari vive con i genitori e l’eccentrica nonna Sumire, una ex cantante lirica appassionata di birdwatching. Un giorno, tornando da scuola, Hibari scopre che Sumire, dopo aver trovato tre uova abbandonate, le ha prese con sé per sottrarle alla voracità dei corvi. Per tenerle al caldo, aspettando il momento della schiusa, l’anziana donna le ha infilate nel sontuoso ed elegante chignon che ogni giorno si arrotola sulla sommità del capo. Da quel momento Sumire, come una mamma chioccia, protegge le uova nel calore del suo nido di capelli, mentre Hibari, da brava assistente, fa del suo meglio per aiutarla a far nascere i pulcini. A schiudersi, tuttavia, è un solo uovo, da cui esce un uccellino implume e minuscolo, subito ribattezzato Ribon, come il nastro invisibile che lega nonna e nipote. Crescendo, Ribon si rivela essere un magnifico esemplare di pappagallo calopsitta con una curiosa acconciatura e due vistose chiazze arancioni all’altezza delle guance, capace di portare gioia e armonia nella casa di Hibari e Sumiri. Un giorno, tuttavia, in cui lo sportellino della gabbia è aperto, Ribon si libra verso l’azzurro del cielo e va incontro al suo curioso destino di messaggero d’amore per cuori infelici. Volando di casa in casa, infatti, Ribon sarà in grado di riportare un alito di vita nella drammatica quotidianità di una donna che ha da poco perso il figlio; rallegrerà una speciale «casa degli uccelli» dove vengono accolti volatili feriti e in cui lavora il timido Torisu; verrà adottato da una donna a cui resta poco tempo da vivere, rendendo meno amare le sue giornate…

Qualcuno ti guarda, scritto da Lisa Jewell, pubblicato da Neri Pozza, genere thriller, data uscita 02/07/20.
Tom Fitzwilliam è il nuovo dirigente scolastico dell’istituto statale di Melville, a Bristol. Ha carisma, è un bell’uomo, dà l’impressione di poter risolvere qualsiasi problema, è insomma quel tipo d’uomo di cui le donne si innamorano e che gli uomini vorrebbero essere. Joey Mullen è appena tornata da Ibiza fresca di nozze con l’attraente Alfie Butter, conosciuto nel resort in cui entrambi lavoravano. Dopo aver trascorso mesi spensierati nella soleggiata isola, Joey è più che mai decisa a mettere la testa a posto, trovare un lavoro come si deve e una bella casa. Ma, nel momento in cui incrocia lo sguardo di Tom, suo vicino di casa, tutte le sue migliori intenzioni sembrano svanire nel nulla. Jenna ha solo quindici anni, ma da tempo sta lottando per tenere insieme i pezzi della sua vita. Sua madre sembra ormai preda dei fantasmi della sua mente. Trascorre tutto il giorno spiando i vicini, convinta che una misteriosa banda di stalker la stia perseguitando, entrando in casa di notte per spostarle i soprammobili, svitarle le lampadine e inciderle minuscoli geroglifici sul tavolo della cucina. A complicare la vita di Jenna ci si è messo anche Tom Fitzwilliam, il nuovo preside di cui si è invaghita la sua amica Bess. Contrariamente al resto della scuola, Jenna prova uno strano senso di inquietudine al suo cospetto, ed è convinta di averlo già incontrato, anni prima, e in circostanze molto diverse. Freddie Fitzwilliam ha intenzione di entrare nell’MI5, dopo l’università. Suo padre gli ha sempre detto che i servizi segreti sarebbero ben contenti di assumere un genio come lui, e Freddie è d’accordo. Nel frattempo, in mancanza di amici, da un anno Freddie ha cominciato a compilare Il dossier Melville, una sorta di bollettino in cui annota i movimenti della gente di Melville che osserva dalla finestra di camera sua. Un passatempo innocuo, se non fosse che nulla è mai ciò che appare.

Zuleika apre gli occhi, scritto da Guzel’ Jachina, pubblicato da Salani, genere narrativa, data uscita 02/07/20.
Questo romanzo non è solo uno squarcio su un periodo della storia russa, né è soltanto la storia straordinaria di un amore filiale forte come pochi nel panorama letterario contemporaneo. Zuleika apre gli occhi è la Storia nella storia, in una miscela talmente rarefatta e intensa da catapultarci fuori del tempo, fra antichi usi, sopraffazioni radicate, una suocera-arpia, un marito-despota e Zuleika-Cenerentola. Difficile credere che dietro a questo osannato e pluripremiato romanzo-rivelazione ci sia una scrittrice esordiente, ma così è: al suo debutto letterario, Guzel’Jachina riesce nell’intento di innestare nelle spire sovietiche di una Storia devastante come fu la dekulakizzazione degli anni Trenta del Novecento (con le sue centinaia di migliaia di deportati) la piccola banale, ma esemplare – vicenda di una donna come tante. Altrettanto difficile è credere che possa averlo fatto con una scrittura che il romanzo storico, pur se sui generis, mai aveva conosciuto. Intima e distesa, la narrazione ricorda la voce calda e profonda dei ‘fuori campo’ dei vecchi film epici; sapide e affilate, le descrizioni introducono in una realtà altra nel tempo e nello spazio senza nulla concedere all’esotismo da cartolina; fresca nonostante l’argomento rovente, agile nonostante il piombo degli eventi narrati, visiva, cinematografica quasi (e dalla cinematografia viene infatti l’autrice), la scrittura offre con una leggerezza a tratti straniante l’orrore di ciò che accade. In mezzo all’orrore, tuttavia, si accende una luce: quella ‘bontà illogica’, quell’umano nell’uomo’ che si ostina a sopravvivere anche là dove dell’umanità sembra non restare più traccia.

L’isola di Lark, scritto da Julie Mayhew, pubblicato da Corbaccio, genere thriller, data uscita 02/07/20.
Per sette mesi all’anno la remota isola di Lark è sommersa dalla nebbia, completamente tagliata fuori dalla terraferma: il rifugio ideale per Viola e sua madre che vogliono dimenticare la tragedia che da poco le ha colpite. Contemporaneamente al loro arrivo, approda sull’isola un altro «straniero»: il professor Ben Hailey, un carismatico insegnante che aspira a lasciare la sua impronta sull’unico liceo dell’isola. Con l’inverno, però, la presenza dei nuovi abitanti appare ingombrante in questa comunità così ristretta e affiatata. I genitori si preoccupano dell’influenza che Hailey esercita sugli studenti, e ritengono che Viola, subito entrata a far parte del circolo delle «Ragazze più grandi», sia in qualche modo la causa dei comportamenti ribelli delle loro figlie. Pare che di notte si vedano di nascosto e che compiano rituali del tutto estranei alla profonda religiosità degli abitanti. Ma quando viene trovato un cadavere proprio nel luogo di incontro delle ragazze, sulle sacre pietre di Lark, di colpo la fede si tramuta in sospetto, superstizione e terrore. Perché l’isola deve fare i conti con i segreti oscuri che nasconde e che inevitabilmente devono venire alla luce. Minaccioso e avvolgente, “L’isola di Lark” è un romanzo che analizza le conseguenze del silenzio mantenuto a ogni costo e a spese di chi viene considerato indifeso, cioè delle donne, e delle più giovani in particolare.

La sposa di Roma. Il romanzo delle vestali, scritto da Debra May Macleod, pubblicato da TRE60, genere romanzo storico, data uscita 02/07/20.
Roma, 50 a. C. Sei potentissime sacerdotesse hanno il compito di custodire la Fiamma Eterna, nume tutelare della città: sono le Vergini Vestali, venerate come divinità fin dai tempi di Romolo e Remo. Ma il loro potere è soprattutto politico, in un mondo fatto di privilegi, cospirazioni e tradimenti. Un potere che Pomponia, la Vestalis Maxima, gestisce con grande abilità e che la pone al centro degli intrighi di palazzo, tra due schieramenti in aperto conflitto: da un lato, Marco Antonio e Cleopatra e, dall’altro, Ottaviano e la moglie Livia che si contendono il suo appoggio e i suoi consigli. Tuttavia Pomponia, delicato ago della bilancia, custodisce segretamente un affetto: quello per Quinto, sommo sacerdote di Marte e soldato di Cesare. Così, quando un’accusa di adulterio – un voto di castità infranto – viene mossa contro le Vestali, su di lei incombe la punizione più spietata: essere sepolta viva nel campo del Male. Pomponia sa che il destino dell’ordine è nelle sue mani. Ma la sua astuzia, il suo fascino e la sua abilità politica saranno sufficienti per ristabilire il rispetto dovuto alle donne più importanti di Roma?

Mia sorella è una serial killer, scritto da Oyinkan Braithwaite, pubblicato da La nave di Teseo, genere narrativa, data uscita 02/07/20.
Quando una sera Korede riceve una telefonata della sorella sa già, purtroppo, cosa Ayoola si aspetta da lei: candeggina, guanti di gomma, nervi d’acciaio e stomaco forte. Questo è il terzo fidanzato che Ayoola uccide per autodifesa – dice lei – e la terza scena del crimine che le chiede di pulire. Korede dovrebbe andare dalla polizia ma vuole troppo bene alla sorellina, e la famiglia viene prima di tutto. Almeno finché Ayoola, la figlia prediletta e bellissima di cui tutti si innamorano, non inizia a frequentare il dottore con il quale Korede lavora e di cui è innamorata. Costretta a scegliere tra la complicità e l’amore, Korede dovrà ora decidere fino a che punto è disposta a spingersi per proteggere sua sorella.

L’impronta del male, scritto da Manuel Rios San Martin, pubblicato da Nord, genere thriller, data uscita 02/07/20.
Atapuerca è un paesino di poco più di cento anime relegato in un angolo sperduto della Spagna, ma è pure uno dei siti di archeologia preistorica più vasti del mondo. Qui sono conservati i resti umani più antichi mai rinvenuti. E qui è stato commesso il primo omicidio documentato della storia. Esattamente nello stesso punto, millenni dopo, una scolaresca in gita scopre il cadavere di una ragazza: nuda, in posizione fetale e disposta come nei riti funebri della preistoria. Per Silvia Guzman, è un incubo che ricomincia. Sei anni prima, un’altra giovane donna era stata uccisa e deposta con modalità rituali in un sito funerario. Quel delitto, mai risolto, aveva quasi distrutto la sua carriera di poliziotta ed era costato il posto a Daniel Velarde, il suo partner, che adesso lavora nel settore della sicurezza privata. Ed è proprio a loro che le autorità affidano la nuova indagine. Per Silvia e Daniel, è l’occasione per affrontare i fantasmi del passato e i loro demoni personali, e forse per venire a patti coi sentimenti che ancora provavano l’uno per l’altra. Tuttavia, più tempo passano in quel luogo inquietante, in cui tutti si conoscono, più i segreti si moltiplicano e le ombre si tingono di nero. A poco a poco, Silvia e Daniel si rendono conto che l’unico modo per fare luce sul mistero e sul legame tra i due omicidi è comprendere le motivazioni dell’assassino, anche se ciò significa inoltrarsi nei sentieri oscuri della sua mente e seguirli fino agli abissi più profondi e nascosti dell’animo umano. Là dove il male ha lasciato la sua impronta fin dalla notte dei tempi…

I gerani di Barcellona. La saga dei Torres, scritto da Carolina Pobla, pubblicato da Garzanti, genere narrativa, data uscita 02/07/20.
1928. Le sorelle Torres abitano nella villa più bella di Malaga. Il padre l’ha costruita per loro, perché vivessero come delle principesse. Rosario, la maggiore, di una bellezza elegante e decisa, ama il canto ed è la preferita della famiglia. Remedios cresce nella sua ombra, comunque felice di dividere con lei i giochi nel loro posto magico: il giardino della villa, che di volta in volta si trasforma in un’isola deserta infestata dai pirati o in un castello incantato. Fino al giorno in cui l’idillio finisce. Una delle navi con cui il padre commercia spezie, tessuti e tappeti affonda. La bancarotta è una tragedia dalla quale l’uomo non si riprenderà più. Rosario e Remedios rappresentano il futuro della casata. Un fardello troppo pesante per due giovani donne. Ma, come la pianta simbolo della loro famiglia, il geranio, devono essere forti e coraggiose. Devono pensare alla primavera che, immancabilmente, torna a sbocciare dopo ogni inverno. Ed è proprio un seme di quel fiore che portano con loro a Barcellona, dove decidono di ricominciare. Tra le vie della grande e colorata città, all’inizio si sentono perse e il loro legame è tutto quello che hanno per affrontare il presente. Eppure Rosario e Remedios, anno dopo anno, si scoprono più diverse di quello che immaginavano. Una fa di tutto per trovarsi un lavoro e un marito che possa darle sicurezza, mentre l’altra insegue ancora i propri sogni e si innamora di un uomo ribelle come lei. Ma anche quando sembra che si siano perse per sempre, i balconi e le finestre delle loro case saranno pieni di gerani in fiore. Non è possibile dimenticare le proprie radici. Perché entrambe hanno una missione: restituire l’onore alla famiglia Torres.

Il Codice Veritas, scritto da Andrea Marzovilla, pubblicato da Società Editrice Milanese, genere fantascienza, data uscita 02/07/20.
Parigi, 2046. A causa di una guerra religiosa unita a una crisi economica senza precedenti, gran parte dell’Occidente è sotto il dominio dell’Islam. Il mondo è sprofondato in una sorta di medioevo tecnologico dove i cristiani, insieme ai popoli appartenenti alle religioni minori, sono costretti a vivere in riserve chiuse e vigilate, circonda-te da alte mura, nel centro delle città più importanti. Le minoranze sono costrette a uscire attraversando dei check-point sorvegliati, per farvi ritorno all’ora del coprifuoco. La Cittadella di Parigi è la più grande in Europa. Attorno c’è una metropoli devastata dalle sommosse popolari, avvenute durante l’ascesa al potere del regime musulmano. Nel sottosuolo di Parigi, durante gli scavi per la costruzione di un muro di cinta del ghetto cristiano, viene casualmente alla luce un’articolata e immensa rete di catacombe. Un ingegnere appassionato di archeologia scopre che vi sono nascosti incredibili segreti legati alla nascita delle due principali religioni monoteiste del pianeta. Disseppellirli e divulgarli significherebbe cambiare le sorti dell’umanità. E liberarla dal giogo della religione. Nello stesso momento, un terribile attentato sconvolge il mondo islamico, e si teme che questo inneschi una rappresaglia di dimensioni catastrofiche. Sullo sfondo di un complotto arabo-cristiano in cui i nemici di sempre si alleano al solo scopo di salvaguardare la sopravvivenza delle loro religioni, si innesca una corsa contro il tempo dove i segreti dovranno essere rivelati prima che la rappresaglia abbia inizio.

Gli insospettabili, scritto da Sarah Savioli, pubblicato da Feltrinelli, genere giallo e mistery, data uscita 02/07/20.
Anna ha quarant’anni, un bimbo, un marito, un gatto, un ficus, e con tutti loro ama chiacchierare vivacemente. La sua vita scorre infatti come ogni altra, se non fosse che, a seguito del formarsi di un piccolo ematoma cerebrale, Anna può comunicare con piante e animali. La sua straordinaria capacità, oltre a offrirle un nuovo sguardo sul mondo, le regala un inaspettato impiego: diventa collaboratrice della squadra del burbero investigatore privato Cantoni, con cui battibecca in continuazione, insieme a quel “quintale d’uomo” di Tonino e all’alano arlecchino Otto, goloso di dolci e incline alla flatulenza. Mentre, sul luogo del delitto, Cantoni e Tonino interrogano parenti e vicini di casa, ecco che Anna di soppiatto parla con il cane della dirimpettaia, con le piante del giardino accanto, con un piccione aspirante suicida, con due vecchie sorelle tartarughe un po’ rimbambite… Grazie ai suoi insospettabili informatori, Anna cerca una possibile risposta per la madre di Armando, un trentaquattrenne ex tossicodipendente “precipitato” dalla palazzina in cui viveva. L’ambiente della droga è il punto di partenza di un’indagine che – tra rivelazioni inattese, dialoghi con le più disparate creature sul senso del vivere, un figlio di quattro anni estremamente fantasioso nelle domande e una sorella in perenne crisi sentimentale – Anna, insieme a Cantoni e a Tonino, vede complicarsi in molteplici piste. Come “tante tessere di un puzzle, ma di puzzle tutti diversi fra loro”.

Il grand tour di Nancy Moon, scritto da Sarah Steele, pubblicato da Feltrinelli, genere narrativa, data uscita 02/07/20.
Taffetà, crepe de chine, vestiti a trapezio e tubini: la passione di Florence Connelly per il vintage è di famiglia. Dalla nonna Peggy ha ereditato l’amore per i tagli sartoriali e una vecchia macchina da cucire, ma di recente la gioia che provava tra nastri e rocchetti si è spenta, dopo una crisi coniugale e la morte di Peggy. Tutto cambia quando, in un armadio della nonna, trova una serie di cartamodelli degli anni ’60. In ogni busta, un ritaglio di tessuto, una cartolina e una fotografia di una donna – sempre la stessa – che indossa il modello in questione. Parigi, Vogue n. 5727: abito da sera con collo a cappuccio e cintura. Antibes, McCall’s n. 6571: abito da cocktail. Capri, McCall’s n. 6291: costume due pezzi e prendisole. Venezia, Butterick n. 2308: tubino a scollo ampio e giacca coordinata. Affascinata dalla storia che quei vestiti sembrano volerle raccontare, e senza più niente che la leghi a casa, Flo decide di seguire la mappa tracciata dalle cartoline e dalle fotografie per capire chi sia la sconosciuta. Perché la nonna conservava i suoi scatti? E come mai le amiche di Peggy sembrano nascondere qualcosa? Passo dopo passo, Flo riuscirà a scoprire che la donna si chiamava Nancy e che ogni vestito compone il puzzle di un suo viaggio in Europa nel 1962. Dall’Inghilterra al Sud della Francia e poi all’Italia, ripercorrendo il “grand tour” di Nancy e seguendo il filo di una misteriosa storia d’amore, anche Flo proverà a ricucire la propria vita.

Mia suocera è un mostro, scritto da Valentina Vanzini, pubblicato da Newton Compton, genere narrativa rosa, data uscita 02/07/20.
Lexie Woods è una fashion victim, vive a New York, lavora come giornalista per una rivista di tendenza e si muove con disinvoltura tra inaugurazioni e feste esclusive. Potrebbe sembrare una vita perfetta se non fosse che le sue relazioni sentimentali sono un vero disastro. Ecco perché, quando incontra Mr Perfect, un bellissimo giovane italiano emigrato di successo, è disposta a tutto pur di far funzionare le cose. Persino partire senza preavviso alla volta della Sicilia, per conoscere quella che, se tutto andasse secondo i piani, potrebbe diventare presto la sua adorabile suocera. Non è forse vero che per conquistare il cuore di un uomo italiano bisogna piacere a sua madre? Quello che Lexie non sa è che la donna che la aspetta oltreoceano non è la dolce mamma da commedia all’italiana che aveva immaginato, tutta preghiere, manicaretti e complimenti, ma una perfida manipolatrice determinata a ostacolare il loro, eventuale, matrimonio… Tra segreti di famiglia, una ex agguerrita e un futuro cognato decisamente irritante, Lexie dovrà schivare la potenziale catastrofe e dimostrare di aver diritto al suo romantico futuro.

Un’estate da sogno, scritto da Milly Johnson, pubblicato da Newton Compton, genere narrativa rosa, data uscita 02/07/20.
Nel pieno di un’estate caldissima, l’arrivo di Christie nel reparto panetteria del supermercato in cui lavorano Anna, Grace, Dawn e Raychel è come una refrigerante boccata d’aria fresca. Chi avrebbe mai potuto immaginare che cinque donne tanto diverse sarebbero diventate inseparabili? Anna ha trentanove anni e il cuore infranto perché è stata tradita dal suo fidanzato. Fa fatica ad avere fiducia in sé stessa e non trova il coraggio di ricominciare ad amare. Grace ha superato i cinquanta ed è intrappolata in un matrimonio infelice: anni prima ha deciso di sposarsi solo per l’affetto che la legava ai figli del suo attuale marito, a cui fa da madre. Dawn sta per commettere lo stesso errore. Cresciuta senza genitori, ha trovato un rifugio sicuro nella famiglia del suo ragazzo. Ma più si avvicinano le nozze e meno è convinta di fare la cosa giusta… Raychel è la più giovane del gruppo. Ha un marito amorevole e una bella casa. Sembrerebbe essere la più felice tra tutte loro, ma quando oscuri segreti del passato minacceranno di sconvolgere la sua vita, solo le amiche potranno capire come aiutarla…

Il segreto della sarta di Parigi, scritto da Fiona Valpy, pubblicato da Newton Compton, genere romanzo storico, data uscita 02/07/20.
Parigi, 1940. La città è occupata dai nazisti e tre giovani sarte cercano di sopravvivere nonostante le difficoltà. Ognuna di loro nasconde un segreto. Mireille, dopo la tragica perdita dell’amica Esther in un raid nazista, decide di unirsi alla Resistenza. Claire è stata sedotta da un misterioso ufficiale tedesco. Vivienne, invece, è coinvolta in qualcosa che non può rivelare nemmeno alle sue più care amiche. Quando però le attività segrete di Mireille, Claire e Vivienne rischiano di essere scoperte, le loro vite saranno in grave pericolo. Unite da una lealtà incrollabile ma minacciate dal tradimento, potranno sopravvivere nell’epoca più oscura della storia senza pagare un prezzo altissimo?
Giorni nostri. Harriet, una ragazza inglese che non ha mai superato il trauma del suicidio della madre, raggiunge Parigi per cercare di ricostruire un legame con il suo passato. Partendo da una foto che ritrae sua nonna Claire insieme ad altre due donne, Harriet scoprirà una verità sulla sua famiglia e su sé stessa molto più dolorosa di quanto avrebbe mai potuto immaginare.

Una mamma silenziosa, scritto da Caroline Mitchell, pubblicato da Newton Compton, genere thriller, data uscita 02/07/20.
Roz è giovane, incinta e senza soldi. Vorrebbe essere una buona madre, ma più ripensa alla propria infanzia, più si convince che la cosa migliore per la figlia sia vivere lontano dall’Irlanda e, soprattutto, da lei.
Determinata a fare la cosa giusta, si iscrive così a un servizio di adozioni per persone ricche. Dopo pochi giorni le viene chiesto di andare a New York per incontrare una facoltosa coppia interessata ad adottare la sua bambina. Sheridan e Daniel sono molto benestanti e alla moda: tutto il contrario di Roz. Si preannuncia per la piccola un futuro luminoso. Non patirà mai la fame e avrà la possibilità di vivere una vita piena di opportunità. Ma dopo essersi trasferita nell’elegante appartamento che le è stato riservato, Roz comincia a sospettare che qualcosa di oscuro si nasconda dietro il loro scintillante benessere. Troppi misteri aleggiano tra le stanze dello sfarzoso appartamento… E con la data del parto che si avvicina, Roz inizia a temere che, nonostante le sue migliori intenzioni, potrebbe avere trascinato sé stessa e sua figlia in un vero incubo…

Amici sospetti, scritto da Jane Shemilt, pubblicato da Newton Compton, genere thriller, data uscita 02/07/20.
Quando i loro figli diventano inseparabili a scuola, tre coppie di genitori cominciano a frequentarsi più assiduamente.
Barbecue e festicciole improvvisate, merende e persino una vacanza in Grecia diventano l’occasione per conoscersi meglio. Ma se all’apparenza le famiglie sembrano aver trovato un certo affiatamento, sotto la superficie si annidano tensioni: piccoli risentimenti dissimulati da un atteggiamento festoso, la nascita di una relazione che va tenuta assolutamente segreta. E mentre sono presi dai loro affari, gli adulti cominciano a occuparsi meno dei figli, lasciandoli troppo soli… Finché una tragedia sconvolge le loro vite. Nella disperata ricerca della verità, le tre coppie si renderanno conto che, approfittando della loro distrazione, il male si è avvicinato ai ragazzi, gettando un’ombra scura sul mondo rassicurante in cui credevano di vivere. E l’incubo peggiore di ogni genitore ha inizio…

Una cattiva baby-sitter, scritto da Gilly MacMillan, pubblicato da Newton Compton, genere thriller, data uscita 02/07/20.
Jocelyn Holt non ha trascorso un’infanzia felice. Cresciuta nella grande e tetra casa di Lake Hall con due genitori freddi e indifferenti, ha cercato conforto nell’unica persona in grado di dimostrarle affetto: la sua adorata tata, Hannah. Ma una notte, all’improvviso, Hannah è scomparsa senza lasciare tracce e la bambina ne è rimasta sconvolta. Ossessionata da quel mistero, non si è mai ripresa del tutto e, crescendo, è diventata una donna scostante e silenziosa, incapace di fidarsi completamente del prossimo. Trent’anni dopo, Jocelyn è costretta a tornare a Lake Hall insieme a sua figlia Ruby e quindi a confrontarsi con il passato. Ma quando un teschio umano viene rinvenuto nel lago della tenuta, tutte le sue certezze iniziano a vacillare. Potrebbe trattarsi di Hannah? Mentre ipotesi inquietanti iniziano a farsi largo nella sua mente, qualcuno bussa alla porta della grande casa. Qualcuno che potrebbe avere tutte le risposte che Jocelyn sta cercando.

Delitto alle saline. Le indagini del commissario Ventura, scritto da Danilo Pennone, pubblicato da Newton Compton, genere giallo e mistery, data uscita 02/07/20.
Aprile 2017. A Marina di Ragusa, sulla costa sud-orientale della Sicilia, un uomo è stato assassinato nella sua casa al mare.
È l’ex assessore all’urbanistica Domenico Capriolta, erede designato di uno dei più ricchi uomini dell’isola, l’imprenditore del sale Rosario Capriolta. I primi indizi sembrano condurre all’amante della vittima: Isabella Cannì. Ma l’emergere di nuovi fatti indirizza i sospetti su Vitale Moncada, un immobiliarista che si era visto rifiutare dall’assessore un’importante concessione edilizia. Mario Ventura, ex commissario a riposo, inizia per conto proprio un’indagine parallela a quella ufficiale, in nome di un vecchio conto in sospeso con i Capriolta. Quello che viene alla luce, però, è un giro di affari illeciti, di mazzette e autorizzazioni per costruire in un’area a ridosso del litorale. Intorno alla vittima si concentrava un gorgo di loschi interessi, corruzione, gelosie: chi si è lasciato dominare dalla passione fino a uccidere Mimmo Capriolta? La verità è crudele, scoprirà presto l’ex commissario, e non fa prigionieri…

In riva al mare tutto può succedere, scritto da Alexandra Brown, pubblicato da Newton Compton, genere narrativa rosa, data uscita 02/07/20.
Amelia è una madre single che fa del suo meglio per prendersi cura del figlio, il piccolo Charlie. Nonostante qualche difficoltà economica, la sua vita procede senza particolari scossoni. Almeno fino a quando non scopre di essere l’ultima discendente della famiglia Chesterford, erede di un meraviglioso castello in riva al mare. Superato lo shock iniziale per la notizia, Amelia non riesce a credere alla propria fortuna, ma presto si rende conto che la faccenda non è semplice come aveva immaginato. Tanto per cominciare l’eredità non risolverà come per magia tutti i suoi problemi economici: la proprietà non si può vendere, perché i termini dell’antico lascito obbligano l’erede dei Chesterford ad abitare lì e lavorare alla manutenzione della residenza di famiglia.
Dopo aver soppesato i pro e i contro, Amelia decide di trasferirsi sulla bellissima costa del Northumberland e, con l’aiuto di tanti amici, si rende conto di essere finalmente pronta a iniziare una nuova vita. E chissà che l’incontro con Tom, un affascinante restauratore di mobili, non sia il lieto fine che Amelia stava aspettando…

La mia pazza vacanza in Grecia, scritto da Mandy Baggot, pubblicato da Newton Compton, genere narrativa rosa, data uscita 02/07/20.
Felice, fidanzata e all’apice della sua carriera, Ellen aveva una vita perfetta. Almeno fino al momento in cui tutto è crollato e si è ritrovata ferita e con il cuore spezzato. Proprio quando Ellen sembra sul punto di lasciarsi andare alla tristezza, quel tornado di sua sorella Lacey la convoca inaspettatamente in Grecia, nella splendida isola di Corfù, perché la aiuti nei preparativi di un grosso, grasso matrimonio. Che sia l’occasione giusta per schiarirsi le idee e rimettersi in piedi? Lasciarsi il passato alle spalle non è mai un’impresa troppo semplice, ma con Lacey in modalità “sposa-assatanata”, presa dai preparativi nuziali, sarà quasi impossibile anche solo respirare! Senza contare che nello staff dell’albergo c’è un misterioso sconosciuto davvero affascinante… Basterà qualche bicchiere di ouzo a convincere Ellen a lasciarsi andare?

Gli eletti, scritto da Jeffery Deaver, pubblicato da Rizzoli, genere thriller, data 07/07/20.
Persone da ritrovare, vite da salvare. Su questo è incentrata la carriera – o meglio, l’intera esistenza – del cacciatore di ricompense Colter Shaw. Per chi lo ingaggia rappresenta un’ottima alternativa alla polizia, ma ti devi fidare dell’uomo, uno allergico alle burocrazie e capace di sovvertire le regole del buon senso. Come accade in una giornata estiva di giugno. C’è stata una vittima, un ragazzo che Colter doveva riportare a casa e che aveva inseguito fino alla zona selvaggia nel nord dello Stato di Washington. Qui, al riparo tra le valli delle Montagne Rocciose, ha sede la Fondazione Osiride, che promette felicità a chi ha sofferto. Farsi accettare al suo interno riesce facile a Colter perché, in fondo, è vero: anche lui ha un segreto che non lo fa dormire, un ricordo che brucia. Ma ben presto scopre che, una volta entrati nella schiera degli eletti di Osiride, è quasi impossibile uscirne. O almeno, uscirne vivi.

I segreti del giovedì sera, scritto da Elvira Seminara, pubblicato da Einaudi, genere narrativa, data uscita 07/07/20.
Sophia Miriam Olivia Cesare Pietro Mauro sono amici, e hanno vite ordinarie sino al momento in cui scoprono che il tempo sta per scadere: fra poco non avranno più cinquant’anni come si raccontavano, e usciranno per sempre dall’età di mezzo per entrare in un territorio nuovo. Rabbiosi, vivranno questa soglia labile e miracolosa saltandoci sopra come in una giostra, decisi a non scendere sin che dura il fiato – o il vino. È in questo giorno che non può finire, e si prolunga e gira vorticosamente, che i protagonisti si trasformano e si rivelano, tra le cene del venerdì, ansiolitici e appuntamenti, dentro una società che si scompone sotto i piedi. Le loro chiacchiere, i loro amori che nascono o franano, fanno attrito con la zona buia del nostro tempo che emerge a sprazzi, nell’evocazione di uno sbarco negato, di un corteo di disabili, di Notre-Dame che brucia. Un dialogo inesauribile, il loro, impudico, che ci vede tutti coinvolti, nella stessa giostra, nella stessa risata o nella stessa paura: congedarsi senza preavviso dall’unica e vera giovinezza assegnata senza aver capito cosa ci aspetta.

Il mistero della donna tatuata, scritto da Akimitsu Takagi, pubblicato da Einaudi, genere narrativa, data uscita 07/07/20.
Intricato, misterioso, affascinante, torbido: Il mistero della donna tatuata è uscito originariamente nel 1948 ed è il capolavoro di Takagi Akimitsu, autentico autore di culto, maestro del mystery giapponese. Questa è la prima traduzione italiana.
Il corpo di una donna viene ritrovato in una stanza chiusa dall’interno. O meglio: quasi tutto il corpo. La delicata pelle di Kinue era ricoperta da uno splendido tatuaggio, il capolavoro di un artista leggendario ed elusivo: suo padre. Ma ora dal cadavere manca il torso, e forse la soluzione del caso è legata proprio a ciò che quel lembo di pelle riproduceva. Siamo nell’immediato dopoguerra: Tōkyō è ancora sconvolta dalla recente fine della Seconda guerra mondiale e a indagare viene chiamato l’ispettore Matsushita. Ad aiutarlo nelle indagini il fratello medico legale, Kenzō, che metterà al servizio della polizia le sue competenze scientifiche e le sue intuizioni. Ma Kenzō, tormentato da un disturbo bipolare reso ancora piú acuto dagli orrori vissuti al fronte nelle Filippine, ha anche un altro motivo per scoprire chi ha ucciso Kinue: è stato il suo amante e presto il suo ruolo nelle indagini sarà piú intricato dei serpenti che adornavano il corpo della donna. Inizia cosí una discesa nei labirinti piú oscuri di una Tōkyō mai tanto notturna, tra truppe di occupazione e assassini, perversioni millenarie e terrore atomico, artisti bohémien e sapienti prostitute.

Clean. Tabula rasa, scritto da Glenn Cooper, pubblicato da Nord, genere thriller, data uscita 09/07/20.
Volevano salvare la memoria. L’hanno cancellata. Ma forse c’è ancora una speranza… Il traguardo di una vita. Finalmente il dottor Steadman può affermare di aver curato l’incurabile: l’Alzheimer. E ora che passerà alla storia, poco importa se, per ottenere quel risultato, ha deciso di correre un rischio enorme… Una catastrofe globale. Nel giro di pochi giorni, miliardi di persone in tutto il mondo perdono la memoria a causa di un virus sconosciuto e altamente infettivo. Senza più nessun ricordo, uomini e donne agiscono solo in base all’istinto di sopravvivenza, spinti dalla fame e dalla paura. Le città sono al collasso, non ci sono più elettricità, acqua corrente, rifornimenti di cibo. I pochi immuni dal contagio si rifugiano in casa e pregano nel miracolo. Eppure c’è chi pensa che il miracolo sia già avvenuto: senza polizia e tribunali, è in vigore un’unica legge, quella del più forte… L’ultima speranza. Il dottor Jamie Abbott sa di poter rimediare all’errore di Steadman, fermare l’epidemia e, così, guarire la sua stessa figlia. Ma per riuscirci ha bisogno dell’aiuto di Mandy Alexander, una sua amica e collega che vive a Indianapolis. Da Boston, è un viaggio di millequattrocento chilometri attraverso un Paese allo sbando, in cui il pericolo si annida ovunque. Jamie può solo sperare che ci sia ancora qualcuno là fuori che si ricordi cosa ci rende umani. Perché quando tutte le certezze crollano e la memoria evapora, è necessario unire le forze e agire, prima che la nostra civiltà diventi una tabula rasa…

Sentenza artificiale, scritto da Barbara Baraldi, pubblicato da Chiarelettere, narrativa, data uscita 09/07/20.
Il futuro è adesso. In un’aula del palazzo di giustizia di Roma, gremita di giornalisti e tecnici ministeriali, il visionario manager Aristotile Damanakis presenta LexIA l’algoritmo di “sentenza artificiale” che rivoluziona il processo penale: a stabilire la colpevolezza di un imputato sarà un programma in grado di considerare ogni aspetto del caso, dalle circostanze alle prove, dalle testimonianze alle attenuanti, rendendo superfluo ogni intervento umano. Basta un algoritmo per decidere se una persona ha commesso o no un delitto.
Ma a scombussolare i piani del governo ci pensa l’affascinante e coraggiosa Cassia, che scopre un’anomalia mimetizzata nel codice di LexIA che potrebbe comprometterne l’imparzialità. La ragazza non ha dubbi: qualcuno ha violato la sandbox di protezione del sistema. Chi sta mettendo le mani sulla riforma della magistratura? Chi è disposto a uccidere pur di manipolare le sentenze? Da quel momento Cassia diventa un bersaglio. Come lei è stata in grado di vedere l’anomalia, qualcuno – attraverso l’anomalia – ha visto lei. Qualcuno che è disposto a tutto pur di coprire le proprie tracce. Nel complotto sono implicati gli stessi organismi che dovrebbero garantire l’imparzialità della giustizia e Cassia è determinata a fermarli a qualunque costo.

Stupidi e contagiosi di Giovanni Za, pubblicato da Fandango Libri, genere narrativa, data uscita 09/07/20.
Com’era avere quasi diciotto anni alla metà degli anni ’90, quando non c’erano i cellulari e la musica era quella delle band scalcagnate degli amici, quando per conquistare una ragazza si preparavano le compilation in cassetta e il primo viaggio da soli era l’Interrail? Giovanni Za ci racconta le avventure tragicomiche di un gruppo di liceali prossimi alla maturità, un gruppo in cui i ragazzi sono cervellotici e irrisolti, le ragazze rock, la politica un gioco di ruolo, il sesso un doloroso trapasso. C’è Carlo Gustavo, il romantico inutilmente colto che capisce meglio Leopardi dei suoi coetanei, Mastarna che legge nudo Dylan Dog e ha una piccola fissazione per Cittadino B., Moya che non potendo avere Gamla Fru cerca la propria kundalini, Gamla Fru che adora Moya ma sempre e solo come amico, Ariel Nata con le Ali che nonostante sia sempre sballata pare quella più consapevole dei propri obiettivi, Alexander che rischia di diventare un grande tennista ma si vergogna di dirlo agli amici, Kazu Makino che sembra eterea ma sostiene che Spice Girls e Marylin Manson siano la stessa cosa: schifoso mercato… Tra occupazioni scritte rigorosamente con la k, feste alcoliche, elezioni scolastiche, l’ultima gita e tutte le loro prime volte, questo gruppo di adolescenti complessati affronta senza epica la più grande delle sfide: scegliere che pelle mettersi da adulti, capire quale destino li aspetti oltre le porte della maturità, anche se tutto pare confuso e loro privi di mezzi. Con una scrittura mai banale, che ricorda i grandi scrittori americani degli anni ’90, Giovanni Za ci racconta la vera storia di Come te nessuno mai, il lato B di un’epopea studentesca e dell’ultima generazione cresciuta nel secolo scorso.

Tempesta maledetta, scritto da Alex Connor, pubblicato da Newton Compton, genere giallo storico, data uscita 09/07/20.
1510. A Venezia la peste riempie le calli di cadaveri. Giorgione sta trascorrendo nel suo studio il coprifuoco imposto a tutti i veneziani, quando la sua nuo­va opera, la Tempesta maledetta, viene esposta per la prima volta. Ma l’iden­tità della figura femminile che vi è dipinta provoca un vero scandalo in città. E la situazione precipita quando il quadro svanisce nel nulla, come la modella: Giorgione è costretto a la­sciare il suo studio per salvarsi la vita e a indagare nei vicoli sferzati dalla malattia.
2020. Mentre i morti da Coronavirus au­mentano, le gallerie d’arte di Lon­dra, New York e Venezia chiudono e le città si svuotano sotto l’effetto del coprifuoco. Ma il rischio di contagio non ferma la criminalità: un famo­so dipinto, la Tempesta maledetta di Giorgione, viene rubato.
Quando a Venezia e a Londra ven­gono uccisi due commercianti d’arte, Gil Eckhart si mette sulle tracce dei responsabili e si trova alle prese non solo con le restrizioni imposte dalle quarantene e con la spietatezza dei criminali, ma anche con un miste­rioso informatore che prende a tor­mentarlo, suggerendo che la chiave per scovare il colpevole sia legata alla figura di Giorgione…

Sei l’amore che cercavo, scritto da Elle Kennedy, pubblicato da Newton Compton, genere narrativa rosa, data uscita 09/07/20.
Quello che ho imparato nell’ultimo anno è che non posso permettermi distrazioni. Sono il nuovo capitano della squadra di hockey e non ho intenzione di rovinare tutto per correre dietro alle ragazze. Questo significa che io, Hunter Davenport, sto per entrare ufficialmente nel mondo del celibato. È una scelta dura, ma necessaria. Nonostante la mia nuova regola, però, non trovo che ci sia nulla di male a frequentare le ragazze come un semplice amico. Certo, la mia nuova compagna di corso Demi Davis è bellissima. Ma fortunatamente è fidanzata, e questo elimina qualunque tentazione. È vero, il giorno in cui Demi dovesse diventare single, le cose tra noi comincerebbero sicuramente a farsi molto più complicate… Perché evitarla sarebbe impossibile, visto che siamo appena stati assegnati allo stesso progetto di studio. Per questo è meglio che riesca a togliermela dalla testa.

Sei sospetti per un delitto, scritto da Raffaele Malavasi, pubblicato da Newton Compton, genere thriller, data uscita 09/07/20.
Mentre la folla defluisce dal salone nautico di Genova, un fuoristrada invade il sottopassaggio pedonale di accesso al polo fieristico e investe decine di persone. Quando cessa la sua corsa, due uomini escono dall’abitacolo e, armati di coltelli, lasciano dietro di sé una scia di morte. A fine giornata si contano sette vittime e ventotto feriti. Tra questi un poliziotto, casualmente presente durante l’azione terroristica, colpito mentre tentava di salvare due bambini. Si tratta di Riccardo Giustini, il collaboratore più alto in grado nella squadra coordinata dall’ispettore Gabriele Manzi. Sono passati due mesi dalla tragedia, quando alla squadra di Manzi viene segnalata la sparizione di Nino Barbieri, un giovane convertito all’Islam che in passato è stato indagato per il suo coinvolgimento nella causa fondamentalista. L’ispettore Manzi avrà ancora bisogno dell’aiuto dell’ex poliziotto Goffredo-Red Spada e della giornalista Orietta Costa per ritrovare Nino, prima che una nuova ondata di terrore si abbatta su Genova.

I segreti di Villa Rosso, scritto da Linn B. Halton, pubblicato da Newton Compton, genere narrativa rosa, data uscita 09/07/20.
Quando Ellie Maddison viene mandata in Italia per un viaggio di lavoro, non riesce a credere alla sua fortuna. Tra i vigneti illuminati dal sole e il rilassante fruscio degli ulivi, Villa Rosso è una parentesi rigenerante nella sua vita caotica. Quello che Ellie non poteva aspettarsi è di sentirsi così attratta da Max Johnson, il responsabile della splendida tenuta. Ben presto i loro destini finiranno per intrecciarsi come i rami di vite che ricoprono le colline intorno a Villa Rosso. E prima che se ne accorga, Ellie verrà risucchiata dalla suggestiva e misteriosa storia del posto. Perché ci sono segreti del passato la cui eco è ancora in grado di influenzare il presente. E il fascino magnetico di Max nasconde ben più di quanto Ellie immagini… Se vuole davvero fare luce su tutti i misteri legati a quel luogo ed evitare di perdere la cosa più importante della sua vita, Ellie dovrà fare i conti con sé stessa e imparare a seguire il suo istinto. E così, quello che è iniziato come un semplice viaggio di lavoro, potrebbe trasformarsi nell’avventura più incredibile della sua vita.

Un’estate in Provenza, scritto da Lucy Coleman, pubblicato da Newton Compton, genere narrativa rosa, data uscita 09/07/20.
Quando il matrimonio tra Fern e Aiden entra in crisi, le loro reazioni non potrebbero essere più diverse. Fern è convinta che la soluzione sia un anno di relax, lontano dalla vita frenetica. Aiden, invece, desidera vedere il mondo e vivere una grande avventura. Un compromesso non sembra possibile e così i due sposini prendono una decisione drastica: trascorrere separatamente il proprio anno “da sogno” per poi dedicarsi al loro rapporto di coppia, con le idee più chiare. Aiden parte per l’Australia, la prima tappa di un viaggio intorno al mondo, mentre Fern si lascia conquistare dal fascino romantico della Provenza, dove ha intenzione di trascorrere un anno indimenticabile allo Château de Vernon, un’incantevole residenza immersa nella campagna francese. Una volta arrivata, Fern si offre subito di dare una mano nei lavoretti di tutti i giorni in cambio di lezioni di pittura da parte del proprietario, Nico. Prima che se ne accorgano, Fern e Aiden si trovano così immersi nella loro nuova quotidianità. Saranno sufficienti queste esperienze indimenticabili per capire cosa desiderano veramente?

Greyhound. Battaglia sui mari, scritto da C.S. Forester, pubblicato da Newton Compton, genere romanzo storico, data uscita 09/07/20.
1942. Gli Stati Uniti sono appena entrati in guerra. Il Comandante Krause ha ricevuto l’incarico di portare a termine una missione ad altissimo rischio: guidare il convoglio Greyhound, formato da trentasette navi, lungo la rotta che passa tra i mari ghiacciati del Nord Atlantico, infestato dai micidiali U-boot, i sottomarini della flotta nazista. L’obiettivo è quello di portare agli alleati inglesi preziosi rifornimenti, indispensabili per resistere agli attacchi tedeschi. Ma il Comandante sa che raggiungere l’obiettivo è quasi impossibile: i sommergibili tedeschi sono superiori in potenza e in numero: Krause ha solo 48 ore di tempo per completare quella che sembra una missione destinata a fallire. A meno che…

Tre passi per un delitto, scritto da Giancarlo De Cataldo, Maurizio De Giovanni, Cristina Cassar Scalia, pubblicato da Einaudi, genere thriller, data uscita 14/07/20.
Una giovane bellissima, che lavora nel mondo dell’arte, viene uccisa nel proprio appartamento a Roma. Tre personaggi coinvolti per ragioni diverse nell’omicidio forniscono la loro interpretazione dei fatti. Chi nasconde la verità. Chi la manipola. Chi sembra non curarsene.
Il commissario Davide Brandi è un poliziotto molto abile, e molto ambizioso. È lui che conduce le indagini. A dargli la parola è Giancarlo De Cataldo. Marco Valerio Guerra è l’amante della vittima. Un uomo d’affari ricchissimo, potente, odiato. A dargli la parola è Maurizio De Giovanni. Anna Carla Santucci è la moglie di Guerra. Scoprire il tradimento del marito non l’ha stupita affatto. A darle la parola è Cristina Cassar Scalia. Le loro versioni non concordano. Ma tutte rappresentano un piccolo passo per arrivare alla soluzione del caso.

La lista degli stronzi, scritto da John Niven, pubblicato da Einaudi, genere narrativa, data uscita 14/07/20.
Anno 2026. Ivanka Trump è appena diventata il primo Presidente donna degli Stati Uniti. In un’America preda di un conservatorismo sfrenato – dove l’aborto è illegale e la xenofobia è alle stelle – Frank Brill scopre di avere un cancro con un’aspettativa di vita di sei mesi al massimo. Solo e senza piú niente da perdere, c’è un’unica cosa che vuole fare prima di tirare le cuoia: eliminare le cinque persone sulla sua «lista degli stronzi». Fino ad arrivare, una vittima dopo l’altra, al bersaglio dei bersagli: l’ex Presidente Donald J. Trump. Parte satira politica, parte thriller compulsivo, La lista degli stronzi ci mostra come il mondo di oggi rischi di lasciarci un’eredità fatta soltanto di odio, sopraffazione e intolleranza. A meno che, come Frank, non ci si rimbocchi le maniche per farsi giustizia da soli…

Riccardino, scritto da Andrea Camilleri, pubblicato da Sellerio Editore Palermo, genere giallo e mistery, data uscita 16/07/20.
Anno 2005: Camilleri ha appena pubblicato La luna di carta. Sta lavorando alla successiva avventura della serie, ma in estate consegna a Elvira Sellerio un altro romanzo con protagonista il commissario Montalbano. Si intitola Riccardino. L’accordo è che verrà pubblicato poi, un domani indefinito, si sa solo che sarà l’ultimo romanzo della saga Montalbano. Anno 2016. Sono passati 11 anni durante i quali sono usciti 15 libri di Montalbano. Andrea Camilleri sente l’urgenza di riprendere quel romanzo, che è venuta l’ora di «sistemarlo». Nulla cambia nella trama ma solo nella lingua che nel frattempo si è evoluta. Né muta il titolo che allora considerava provvisorio ma al quale ormai si è affezionato e che nel 2016 decide essere definitivo. Un titolo così diverso da quelli essenziali ed evocativi e pieni di significato ai quali siamo abituati, in cui risuonano echi letterari: La forma dell’acqua, Il giro di boa, Il ladro di merendine, L’altro capo del filo. Ma Riccardino segna quasi una cesura, una fine, ed è giusto marcare la differenza sin dal titolo. Ma come è nata l’idea, e soprattutto perché? Racconta Andrea Camilleri in una vecchia intervista che a un certo punto si era posto il problema della «serialità» dei suoi romanzi, dilemma comune a molti scrittori di noir, che aveva risolto decidendo di fare invecchiare il suo commissario insieme al calendario, con tutti i mutamenti che ciò avrebbe comportato, del personaggio e dei tempi che man mano avrebbe vissuto. Ma poi, aggiunge, «mi sono pure posto un problema scaramantico». I suoi due amici scrittori di gialli, Izzo e Manuel Vázquez Montálban, che volevano liberarsi dei loro personaggi, alla fine erano morti prima di loro. Allora «mi sono fatto venire un’altra idea trovando in un certo senso la soluzione». Ecco: la soluzione la scopriranno i suoi tantissimi affezionati lettori di questo Riccardino che pubblichiamo ricordando Andrea Camilleri con gratitudine grandissima.

Le due donne di Auschwitz, scritto da Lily Graham, pubblicato da Newton Compton, genere narrativa, data uscita 16/07/20.
È il 1942 quando Eva Adami viene deportata ad Auschwitz. Schiacciata tra i corpi pigiati sul treno ed esausta per le privazioni, non riesce a pensare ad altro che a ritrovare suo marito, da cui è stata separata a forza. Ma ad Auschwitz non c’è traccia di lui. E la cruda realtà del campo di concentramento si abbatte su di lei, minacciando di spezzarla definitivamente. Una notte, mentre piange di nascosto, sente un sussurro provenire dalla branda vicina. Un’altra prigioniera, Sofie, le prende la mano… La loro è un’amicizia indistruttibile, che resiste agli orrori vissuti ogni giorno. Eva e Sofie si confidano le paure più segrete e i sogni più intimi: quello di Eva è di scoprire dove si trova il marito, quello di Sofie è di ricongiungersi con suo figlio, Tomas, che la aspetta in un orfanotrofio oltre il confine austriaco. Quando Eva scopre di essere incinta, si rende conto che la sua vita e quella del bambino che porta in grembo sono in pericolo. E così le due donne si scambiano una promessa: qualunque cosa succeda, proteggeranno i loro figli a ogni costo.

Una sirena a Parigi, scritto da Mathias Malzieu, pubblicato da Feltrinelli, genere narrativa, data uscita 16/07/20.
Una pioggia ininterrotta si abbatte su Parigi. È giugno del 2016 e la Senna è in piena; un’atmosfera apocalittica e surreale avvolge la città. I dispersi sono sempre più numerosi e il fiume trascina oggetti di ogni tipo. D’un tratto, un canto ammaliante e misterioso attira l’attenzione di Gaspard Snow che, incredulo, sotto un ponte scopre il corpo ferito e quasi esanime di una sirena. Decide di portarla a casa per prendersene cura e guarirla, ma ben presto tutto si rivela più complicato di quanto non sembri. La creatura gli spiega che chiunque ascolti la sua voce si innamora di lei perdutamente fino a morire, e nemmeno chi come Gaspard si crede immune all’amore può sfuggirle. Inoltre, come può un essere marino vivere a lungo lontano dall’oceano? Gaspard non si dà per vinto e trova nell’ingegno, nell’estro e nel potere dell’immaginazione gli strumenti per affrontare questa mirabile avventura e difendere un altro grande sogno: salvare il Flowerburger, il suo locale a bordo di un’imbarcazione, un regno di musica, arte e libera espressione.

Non essere cattiva, scritto da S.E. Lynes, pubblicato da Newton Compton, genere thriller, data uscita 16/07/20.
Sono passati più di trent’an­ni da quando Nicola Watson ha lasciato la sua bel­la casa nel quartiere in cui viveva con i genitori e il fratello maggiore.
Aveva solo dieci anni ma era suffi­ciente il rumore della macchina di suo padre nel vialetto per farle strin­gere lo stomaco dalla paura. Allora era troppo piccola per capire perché la balbuzie del fratello continuasse a peggiorare… La notte in cui sua madre Carol la portò via, con gli occhi spalancati dal terrore, è ormai un vaghissimo ricordo… Adesso Nicola è un avvocato di successo e si è lasciata alle spalle la sua inquie­tante infanzia. Fino al giorno in cui, per il funerale della madre, si trova ad affrontare il senso di colpa ver­so la donna che ha sacrificato tutto per i suoi figli. Una volta riemersi, i ricordi sono difficili da ricacciare in­dietro e Nicola si convince di avere avuto un ruolo negli eventi che han­no portato suo fratello in prigione per omicidio. Che cosa è accaduto veramente più di trent’anni prima?

Il ritorno del centurione, scritto da Harry Sidebottom, pubblicato da Newton Compton, genere romanzo storico, data uscita 16/07/20.
Calabria, 145 a.C. Gaio Furio Paolo è tornato a casa dopo anni di guerra, combattuti nel nome di Roma. È uno dei po­chi fortunati sopravvissuti alle bat­taglie, e ha intenzione di passare i giorni che gli restano a lavorare la terra nella fattoria di famiglia.
Ma sembra che un’aura di morte continui a infestare il destino del giovane soldato.
Pochi giorni dopo il suo ritorno a casa, infatti, cominciano ad appari­re corpi – o brandelli di essi – nelle vicinanze dei suoi possedimenti. E non ci vuole molto perché Pao­lo diventi il principale sospettato. Ha ucciso innumerevoli nemici sul campo di battaglia, e la gente ritie­ne che la sua sete di sangue non sia soddisfatta…
Con il furore sordo della battaglia an­cora nelle orecchie, Paolo dovrà libe­rarsi in fretta dei fantasmi interiori, se vuole trovare l’assassino e riabilitare il suo nome. Perché sa bene che è solo questione di tempo prima che diven­ti il prossimo bersaglio.

La villa degli amori sospesi, scritto da Lena Johannson, pubblicato da Newton Compton, genere narrativa rosa, data uscita 16/07/20.
Amburgo, 1919. Le vicende della guerra sconvolgono i piani degli Hanneman, da generazioni importatori di cacao e proprietari della Hannemann & Tietz. La giovane, intraprendente, appassionata Frieda, secondogenita della famiglia, dopo aver dimostrato notevoli capacità imprenditoriali nella nuova attività di fabbricazione di delicatezze al cioccolato, nonostante la diffidenza della madre e della cerchia dei ricchi commercianti di cacao della città, si dimostra in grado di prendere le redini dell’azienda al posto dell’irresponsabile fratello. Nonostante Frieda trascorra il tempo a studiare e realizzare nuove ricette, la sua famiglia desidera che sposi un uomo in vista, in grado di rimettere in sesto i conti dell’azienda. Il cuore della ragazza, però, appartiene già a un altro. L’unico modo, per non dire addio alla felicità accettando un destino che altri hanno scelto per lei, è concentrarsi sui suoi esperimenti culinari per evitare il tracollo della Hannemann & Tietz.

Una Cadillac rosso fuoco, scritto da Joe R. Lansdale, pubblicato da Einaudi, genere thriller, data uscita 21/07/20.
Un rivenditore di auto usate con una vita da schifo. Una donna esasperata dal marito violento e sbevazzone. E un’unica, folle, via d’uscita.
Ed Edwards lavora nel business delle auto di seconda mano. Un settore fatto di contachilometri truccati, catorci arrugginiti e l’idea che debba essere il cliente a non farsi fregare. Appesantito da una madre alcolizzata, che non perde occasione per farlo sentire un fallito, Ed aspetta soltanto la chance giusta per svoltare. Cosí, quando si ritrova a pignorare una Cadillac nuova di zecca che i proprietari hanno smesso di pagare, il suo momento sembra arrivato: la Caddy era di Frank Craig e del suo schianto di moglie Nancy, proprietari di un drive-in e un cimitero per animali. Stufa del marito ubriacone e desiderosa di rifarsi una vita, Nancy propone a Ed – con cui finisce a letto al secondo incontro – di uccidere Frank, riscuotere la loro assicurazione e gestire insieme gli affari. È un’offerta allettante, ma Ed avrà veramente il fegato di andare fino in fondo?

La ragazza del ponte, scritto da Arnaldur Indridason, pubblicato da Guanda, genere giallo e mistery, data uscita 23/07/20.
Un’anziana coppia è preoccupata per la nipote. Sanno che ultimamente Danní si è messa a frequentare brutti giri legati alla droga e non avendo sue notizie da qualche giorno temono le sia successo qualcosa. Per questo decidono di chiedere aiuto a Konráð: la nonna di Danní, che era un’amica di sua moglie, ha rivestito importanti incarichi pubblici e non vuole dare nell’occhio rivolgendosi alla polizia. Konráð è un ex poliziotto in pensione, e a Reykjavík la sua fama lo precede; il fiuto non gli manca, ma è distratto, svagato, e da molti anni rimugina sulla sorte del padre, accoltellato da un assassino tuttora sconosciuto. Questa volta, però, scavare nel passato e concentrarsi su dettagli all’apparenza irrilevanti lo condurrà alla verità: la triste vicenda di una ragazzina annegata nel laghetto della Tjörnin quasi cinquant’anni prima potrebbe essere la pista giusta da seguire per risolvere anche il caso di Danní, che nel frattempo viene ritrovata cadavere nell’appartamento del fidanzato. La morte di Danní è stata un incidente o qualcuno voleva farla tacere per sempre?
In un noir teso e sottile, Indriðason pone l’accento sul destino delle donne, che pagano il prezzo più alto per l’odio e la violenza degli uomini; e dimostra come anche il segreto più nascosto, sepolto sotto una coltre di inganni e di bugie, possa essere svelato.

Non disturbare, scritto da Claire Douglas, pubblicato da Casa Editrice Nord, genere legal thriller, data uscita 23/07/20.
Quando sua madre le propone di rilevare un cottage a Brecon Beacons, nel Galles, per trasformarlo in un Bed&Breakfast, Kirsty è ben felice di accettare. Dopo l’esaurimento nervoso del marito Adrian, sia loro sia le figlie hanno bisogno di un nuovo inizio. Certo, i lavori da fare sono tanti e la gente del posto non accoglie le novità con entusiasmo, tuttavia Kirsty è convinta di poter superare ogni ostacolo. Ciò che non può tollerare, però, è vivere sotto lo stesso tetto con la cugina Selena, che un giorno si presenta alla sua porta. Le due donne non si parlano da diciassette anni, da quando le bugie di Selena hanno quasi distrutto la famiglia. E infatti ancora una volta la sua presenza destabilizza il delicato equilibrio della casa, soprattutto perché Selena nel giro di breve tempo si fa raggiungere dall’ex fidanzato e dal fratello di Kirsty, che ha con lei un rapporto burrascoso. A ciò si aggiunge una serie di eventi sempre più inquietanti: prima spariscono dei giocattoli dalla stanza delle bambine, poi un bouquet di fiori marci viene lasciato di fronte all’ingresso del cottage, e infine Kristy trova un cappio nella camera matrimoniale, chiara allusione al tentato suicidio di Adrian. Possibile che Selena si sia spinta a tanto? O è qualcun altro a tormentare Kristy e la sua famiglia? Una cosa è certa: quelle minacce diventeranno presto una tragica realtà.

Uccido chi voglio, scritto da Fabio Stassi, pubblicato da Sellerio Editore Palermo, genere giallo e mistery, data uscita 26/07/20.
Qualcuno si è intrufolato in casa di Vince Corso, insegnante precario che per vivere si è inventato il mestiere di biblioterapeuta, distruggendogli vinili e libri e avvelenando il suo cane Django. È stato preso di mira e rischia di essere incastrato in una serie di omicidi avvenuti nel quartiere Esquilino. Pilotato nei suoi spostamenti con un disegno occulto, è spinto in giro per una Roma stanca e decadente ad inseguire fantasmi. Per Vince una nuova avventura a tinte più nere che mai, un enigma che solo lo sguardo del lettore, vero protagonista di ogni romanzo, può svelare, perché leggere mette a nudo il segreto di ogni storia.

Elenco novità libri in ordine alfabetico uscite a Luglio e Agosto 2020:

Amici sospetti, scritto da Jane Shemilt, pubblicato da Newton Compton, genere thriller, data uscita 02/07/20.
Anche le pulci prendono la tosse, scritto da Roberto Costantini, pubblicato da Solferino, genere giallo e mistery, data uscita 02/07/20.
Clean. Tabula rasa, scritto da Glenn Cooper, pubblicato da Nord, genere thriller, data uscita 09/07/20.
Delitto alle saline. Le indagini del commissario Ventura, scritto da Danilo Pennone, pubblicato da Newton Compton, genere giallo e mistery, data uscita 02/07/20.
Echi in tempesta. L’Attraversaspecchi. 4, scritto da Christelle Dabos, pubblicato da EO, genere fantasy per ragazzi, data uscita 01/07/20.
Gli eletti, scritto da Jeffery Deaver, pubblicato da Rizzoli, genere thriller, data 07/07/20.
Gli insospettabili, scritto da Sarah Savioli, pubblicato da Feltrinelli, genere giallo e mistery, data uscita 02/07/20.
Greyhound. Battaglia sui mari, scritto da C.S. Forester, pubblicato da Newton Compton, genere romanzo storico, data uscita 09/07/20.
I gerani di Barcellona. La saga dei Torres, scritto da Carolina Pobla, pubblicato da Garzanti, genere narrativa, data uscita 02/07/20.
I segreti del giovedì sera, scritto da Elvira Seminara, pubblicato da Einaudi, genere narrativa, data uscita 07/07/20.
I segreti di Villa Rosso, scritto da Linn B. Halton, pubblicato da Newton Compton, genere narrativa rosa, data uscita 09/07/20.
Il Codice Veritas, scritto da Andrea Marzovilla, pubblicato da Società Editrice Milanese, genere fantascienza, data uscita 02/07/20.
Il corpo è una chimera, scritto da Wendy Delorme, pubblicato da Fandango Libri, genere narrativa, data uscita 02/07/20.
Il decoro, scritto da David Leavitt, pubblicato da Società Editrice Milanese, genere narrativa, data uscita 02/07/20.
Il grand tour di Nancy Moon, scritto da Sarah Steele, pubblicato da Feltrinelli, genere narrativa, data uscita 02/07/20.
Il mistero della donna tatuata, scritto da Akimitsu Takagi, pubblicato da Einaudi, genere narrativa, data uscita 07/07/20.
Il morso della vipera, scritto da Alice Basso, pubblicato da Garzanti, genere giallo storico, data uscita 02/07/20.
Il ritorno del centurione, scritto da Harry Sidebottom, pubblicato da Newton Compton, genere romanzo storico, data uscita 16/07/20.
Il segreto della sarta di Parigi, scritto da Fiona Valpy, pubblicato da Newton Compton, genere romanzo storico, data uscita 02/07/20.
Il sogno, scritto da Franck Thilliez, pubblicato da Fazi, genere thriller, data uscita 02/07/20.
In riva al mare tutto può succedere, scritto da Alexandra Brown, pubblicato da Newton Compton, genere narrativa rosa, data uscita 02/07/20.
L’impronta del male, scritto da Manuel Rios San Martin, pubblicato da Nord, genere thriller, data uscita 02/07/20.
L’isola di Lark, scritto da Julie Mayhew, pubblicato da Corbaccio, genere thriller, data uscita 02/07/20.
La lista degli stronzi, scritto da John Niven, pubblicato da Einaudi, genere narrativa, data uscita 14/07/20.
La mia pazza vacanza in Grecia, scritto da Mandy Baggot, pubblicato da Newton Compton, genere narrativa rosa, data uscita 02/07/20.
La peste nuova, scritto da Fulvio Abbate, pubblicato da La nave di Teseo, genere narrativa, data uscita 02/07/20.
La ragazza del ponte, scritto da Arnaldur Indridason, pubblicato da Guanda, genere giallo e mistery, data uscita 23/07/20.
La sposa di Roma. Il romanzo delle vestali, scritto da Debra May Macleod, pubblicato da TRE60, genere romanzo storico, data uscita 02/07/20.
La villa degli amori sospesi, scritto da Lena Johannson, pubblicato da Newton Compton, genere narrativa rosa, data uscita 16/07/20.
Le due donne di Auschwitz, scritto da Lily Graham, pubblicato da Newton Compton, genere narrativa, data uscita 16/07/20.
Mia sorella è una serial killer, scritto da Oyinkan Braithwaite, pubblicato da La nave di Teseo, genere narrativa, data uscita 02/07/20.
Mia suocera è un mostro, scritto da Valentina Vanzini, pubblicato da Newton Compton, genere narrativa rosa, data uscita 02/07/20.
Non disturbare, scritto da Claire Douglas, pubblicato da Casa Editrice Nord, genere legal thriller, data uscita 23/07/20.
Non essere cattiva, scritto da S.E. Lynes, pubblicato da Newton Compton, genere thriller, data uscita 16/07/20.
Perla nera, scritto da Liza Marklund, pubblicato da Marsilio, genere thriller, data uscita 02/07/20.
Qualcuno ti guarda, scritto da Lisa Jewell, pubblicato da Neri Pozza, genere thriller, data uscita 02/07/20.
Riccardino, scritto da Andrea Camilleri, pubblicato da Sellerio Editore Palermo, genere giallo e mistery, data uscita 16/07/20.
Ribon messaggero d’amore, scritto da Ito Ogawa, pubblicato da Neri Pozza, genere narrativa, data uscita 02/07/20.
Sei l’amore che cercavo, scritto da Elle Kennedy, pubblicato da Newton Compton, genere narrativa rosa, data uscita 09/07/20.
Sei sospetti per un delitto, scritto da Raffaele Malavasi, pubblicato da Newton Compton, genere thriller, data uscita 09/07/20.
Sentenza artificiale, scritto da Barbara Baraldi, pubblicato da Chiarelettere, narrativa, data uscita 09/07/20.
Stupidi e contagiosi di Giovanni Za, pubblicato da Fandango Libri, genere narrativa, data uscita 09/07/20.
Tempesta maledetta, scritto da Alex Connor, pubblicato da Newton Compton, genere giallo storico, data uscita 09/07/20.
Terra Alta, scritto da Javier Cercas, pubblicato da Guanda, genere thriller, data uscita 02/07/20.
Tre passi per un delitto, scritto da Giancarlo De Cataldo, Maurizio De Giovanni, Cristina Cassar Scalia, pubblicato da Einaudi, genere thriller, data uscita 14/07/20.
Uccido chi voglio, scritto da Fabio Stassi, pubblicato da Sellerio Editore Palermo, genere giallo e mistery, data uscita 26/07/20.
Un’estate da sogno, scritto da Milly Johnson, pubblicato da Newton Compton, genere narrativa rosa, data uscita 02/07/20.
Un’estate in Provenza, scritto da Lucy Coleman, pubblicato da Newton Compton, genere narrativa rosa, data uscita 09/07/20.
Una Cadillac rosso fuoco, scritto da Joe R. Lansdale, pubblicato da Einaudi, genere thriller, data uscita 21/07/20.
Una cattiva baby-sitter, scritto da Gilly MacMillan, pubblicato da Newton Compton, genere thriller, data uscita 02/07/20.
Una mamma silenziosa, scritto da Caroline Mitchell, pubblicato da Newton Compton, genere thriller, data uscita 02/07/20.
Una sirena a Parigi, scritto da Mathias Malzieu, pubblicato da Feltrinelli, genere narrativa, data uscita 16/07/20.
Zuleika apre gli occhi, scritto da Guzel’ Jachina, pubblicato da Salani, genere narrativa, data uscita 02/07/20.

Leggi l'articolo Novità in Libreria Estate – Luglio e Agosto 2020 in versione completa su Pausa Caffè.

]]>
http://www.pausacaffeblog.it/wp/2020/07/novita-in-libreria-estate-luglio-e-agosto-2020.html/feed 0
La classifica dei libri più venduti – 29 Giugno 2020 http://www.pausacaffeblog.it/wp/2020/06/la-classifica-dei-libri-piu-venduti-29-giugno-2020.html http://www.pausacaffeblog.it/wp/2020/06/la-classifica-dei-libri-piu-venduti-29-giugno-2020.html#respond Sun, 28 Jun 2020 22:42:34 +0000 http://www.pausacaffeblog.it/wp/?p=51812 Buona settimana a tutti! “Nell’inquietudine e nello sforzo di scrivere, ciò che sostiene è la certezza che nella pagina resta qualcosa di non detto.” (Cesare Pavese)     La classifica dei libri più venduti in questa settimana è caratterizzata da quattro interessanti nuove entrate. Scopriamola: 1. Resta in prima posizione L’enigma della camera 622 di Joël Dicker. [...]

Leggi l'articolo La classifica dei libri più venduti – 29 Giugno 2020 in versione completa su Pausa Caffè.

]]>
Buona settimana a tutti!

“Nell’inquietudine e nello sforzo di scrivere, ciò che sostiene è la certezza che nella pagina resta qualcosa di non detto.”
(Cesare Pavese)

 

 

La classifica dei libri più venduti in questa settimana è caratterizzata da quattro interessanti nuove entrate. Scopriamola:

1.
Resta in prima posizione L’enigma della camera 622 di Joël Dicker.
Un fine settimana di dicembre, il Palace de Verbier, lussuoso hotel sulle Alpi svizzere, ospita l’annuale festa di una importante banca d’affari di Ginevra, che si appresta a nominare il nuovo presidente. La notte della elezione, tuttavia, un omicidio nella stanza 622 scuote il Palace de Verbier, la banca e l’intero mondo finanziario svizzero.
L’inchiesta della polizia non riesce a individuare il colpevole, molti avrebbero avuto interesse a commettere l’omicidio ma ognuno sembra avere un alibi; e al Palace de Verbier ci si affretta a cancellare la memoria del delitto per riprendere il prima possibile la comoda normalità. Quindici anni dopo, un ignaro scrittore sceglie lo stesso hotel per trascorrere qualche giorno di pace, ma non può fare a meno di farsi catturare dal fascino di quel caso irrisolto, e da una donna avvenente e curiosa, anche lei sola nello stesso hotel, che lo spinge a indagare su cosa sia veramente successo, e perché, nella stanza 622 del Palace de Verbier.

2.
Invariata anche la seconda posizione Come un respiro di Ferzan Ozpetek.
È una domenica mattina di fine giugno e Sergio e Giovanna, come d’abitudine, hanno invitato a pranzo nel loro appartamento al Testaccio due coppie di cari amici. Stanno facendo gli ultimi preparativi in attesa degli ospiti quando una sconosciuta si presenta alla loro porta. Molti anni prima ha vissuto in quella casa e vorrebbe rivederla un’ultima volta, si giustifica. Il suo sguardo sembra smarrito, come se cercasse qualcuno. O qualcosa. Si chiama Elsa Corti, viene da lontano e nella borsa che ha con sé conserva un fascio di vecchie lettere che nessuno ha mai letto. E che, fra aneddoti di una vita avventurosa e confidenze piene di nostalgia, custodiscono un terribile segreto. Riaffiora così un passato inconfessabile, capace di incrinare anche l’esistenza apparentemente tranquilla e quasi monotona di Sergio e Giovanna e dei loro amici, segnandoli per sempre. Ferzan Ozpetek, al suo terzo libro, dà vita a un thriller dei sentimenti, che intreccia antiche e nuove verità trasportando il lettore dall’oggi alla fine degli anni Sessanta, da Roma a Istanbul, in un susseguirsi di colpi di scena, avanti e indietro nel tempo. Chi è davvero Elsa Corti? Come mai tanti anni prima ha lasciato l’Italia quasi fuggendo, allontanandosi per sempre dalla sorella Adele, cui era così legata?

3.
Risale in terza posizione Cambiare l’acqua ai fiori di Valérie Perrin.
Violette Toussaint è guardiana di un cimitero di una cittadina della Borgogna. Ricorda un po’ Renée, la protagonista dell’Eleganza del riccio, perché come lei nasconde dietro un’apparenza sciatta una grande personalità e una storia piena di misteri. Durante le visite ai loro cari, tante persone vengono a trovare nella sua casetta questa bella donna, solare, dal cuore grande, che ha sempre una parola gentile per tutti, è sempre pronta a offrire un caffè caldo o un cordiale. Un giorno un poliziotto arrivato da Marsiglia si presenta con una strana richiesta: sua madre, recentemente scomparsa, ha espresso la volontà di essere sepolta in quel lontano paesino nella tomba di uno sconosciuto signore del posto. Da quel momento le cose prendono una piega inattesa, emergono legami fino allora taciuti tra vivi e morti e certe anime che parevano nere si rivelano luminose.

4.
Entra in classifica in quarta posizione Il borghese Pellegrino di Marco Malvaldi.
Anno 1900. Serata a casa di Pellegrino Artusi, tra gli invitati Paolo Mantegazza, suo caro amico, professore di Fisiologia (e anche antropologo e scrittore) e Arturo Gazzolo, proprietario di una industria conserviera nel Casentino. Nel corso della cena si parla delle nuove tecniche di conservazione dei cibi, dal ghiaccio secco per i gelati al sottovuoto per le carni; Gazzolo vorrebbe avere il parere di Artusi su una nuova linea innovativa di manzo in gelatina che ha sviluppato proprio con le nuove metodologie e che è intenzionato a lanciare soprattutto nei mercati esteri, grazie alle nuove frontiere del commercio con l’Impero Ottomano. La carne, che prontamente il Gazzolo ha fatto recapitare all’Artusi per la prova d’assaggio, non risponde però alle aspettative: è troppo speziata, il sapore è ferroso e l’Artusi conta di riferirne al Gazzolo che l’ha invitato da lì a poco nella sua casa alle porte di Firenze insieme ad altri ospiti, fra cui politici, banchieri e l’immancabile Mantegazza. La cena scorre tranquilla e piacevole tra cibo e conversazioni, poi tutti si ritirano nelle loro stanze. Al mattino a colazione ci si accorge che qualcuno manca all’appello; uno degli ospiti viene rinvenuto morto nella propria stanza dove si era chiuso a chiave, un attacco cardiaco forse, ma il professor Mantegazza è dubbioso e si rifiuta di redigere il certificato… Marco Malvaldi ha costruito un perfetto «enigma della camera chiusa» con un protagonista d’eccezione, Pellegrino Artusi, prima in veste di sospettato, poi determinante per la soluzione dell’affaire. Gli anni della belle époque, gli intrecci tra politica e finanza che legavano l’Italia all’Impero Ottomano, il borghese Pellegrino, con la sua passione rivoluzionaria per la cucina, la familiarità con la chimica, il sentimento di unità nazionale che lo animava: gli ingredienti per un giallo colto, divertente e istruttivo.

5.
Scende in quinta posizione Le storie del mistero di Gamer Lyon.
Benvenuti tra le pagine delle storie del mistero! Una oscura organizzazione sta architettando qualcosa all’interno dei suoi laboratori. Toccherà a Lyon, alla cara Anna e a Cico scoprire cosa. Quali sono i risultati di alcuni tra i più temibili esperimenti della storia dell’umanità? Chi è prigioniero nelle celle dei sotterranei? Quali maledizioni pendono sulle loro e sulle nostre teste? Ma soprattutto: cosa bolle ancora in pentola? Chi è il vero nemico? Le risposte sono in queste pagine… Forse! Dopo aver narrato e intrattenuto milioni di ragazzi attraverso i suoi gameplay, Lyon ci accompagna in un universo di stanze segrete e luoghi pericolosi, abitati da creature incredibili, scienziati e mostri maligni, alla scoperta dei segreti più spaventosi. Un libro per ragazzi 10-13 anni.

6.
Nuova entrata in sesta posizione, La Salita dei Saponari di Cristina Cassar Scalia.
Solo un caso molto complesso può distogliere, anche se per poco, il vicequestore Vanina Guarrasi dalla caccia ai propri fantasmi e riportarla in azione. Anzi, qualcosa di più di un caso: un intrigo internazionale all’ombra dell’Etna. Esteban Torres, cubano-americano con cittadinanza italiana e residenza in Svizzera, viene trovato morto nel parcheggio dell’aeroporto di Catania; qualcuno gli ha sparato al cuore. L’uomo ha un passato oscuro, e girano voci che avesse amicizie pericolose, interessi in attività poco pulite. Eppure le indagini sono completamente arenate: nessun indizio che riesca a sbloccarle. Questo finché a Taormina, dentro un pozzo nel giardino di un albergo, si scopre il cadavere di Roberta Geraci, detta «Bubi». Torres e Bubi si conoscevano. Molto bene. Con l’aiuto della sua squadra e dell’immancabile Biagio Patanè, commissario in pensione che non ha perso il fiuto, Vanina riporterà alla luce segreti che hanno origine in luoghi lontani. Ma non potrà dimenticare gli incubi che la seguono fin da quando viveva a Palermo. Questioni irrisolte che, ancora una volta, minacciano di metterla in pericolo.

7.
Nuova entrata anche in settima posizione La strada di casa di Kent Haruf.
Finalmente Holt, con i lampioni blu in lontananza, poi sempre più vicini, e le strade deserte e silenziose una volta entrati in città. Jack Burdette è sempre stato troppo grande per Holt. È fuggito dalla città lasciando una ferita difficile da rimarginare, e quando riappare dopo otto anni di assenza, con una vistosa Cadillac rossa targata California, la comunità vuole giustizia. È Pat Arbuckle, direttore dell’Holt Mercury e suo vecchio amico, a raccontare la storia di Jack: dall’adolescenza turbolenta all’accusa di furto, dal suo lungo amore per Wanda Jo Evans al matrimonio lampo con Jessie, donna forte e determinata. Uno dopo l’altro, i ricordi di Pat corrono fino al presente, rivelando le drammatiche circostanze che hanno portato Jack ad abbandonare la città e la famiglia. Il suo ritorno farà saltare ogni certezza, minando la serenità di tutti, specialmente quella di Pat.

8.
Precipita in ottava posizione Ali d’argento di Camilla Läckberg.
Dopo il successo internazionale della Gabbia dorata, arriva il secondo e ultimo episodio della storia di Faye: tradimento, riscatto e solidarietà femminile in un nuovo dramma della vendetta.
Grazie a un piano raffinato e crudele, Faye si è lasciata alle spalle il tradimento e le umiliazioni subite dall’ormai ex marito Jack e sembra aver ripreso in mano le redini della propria esistenza: è una donna indipendente, si è rifatta una vita all’estero, Jack è in prigione, e la società che Faye ha fondato, Revenge (“Vendetta”), va a gonfie vele. Ma nuove sfide rischiano di incrinare la serenità faticosamente conquistata. Sul lancio negli Stati Uniti del marchio Revenge pesa, infatti, una grave minaccia e Faye è costretta a tornare a Stoccolma. Con l’aiuto di un gruppo sceltissimo di donne, combatterà ancora una volta per difendere quello che è suo, e per proteggere se stessa e i propri cari.

9.
Va giù in nona posizione Sfida il Signor S con Luì e Sofì. Il fantalibro dei Me contro Te.
“Ciao ragazzi! Siamo ormai arrivati al terzo fantalibro dei Me contro Te! Questa volta i protagonisti non siamo solo noi. Questo libro infatti è dedicato al nostro acerrimo nemico, il Signor S, e a tutte le avventure che in questi mesi abbiamo vissuto con lui. Affronterete insieme a noi prove impossibili, ci seguirete in imprese pazze, ci aiuterete a risolvere enigmi complicatissimi… Ma soprattutto anche questa volta, pagina dopo pagina, giocherete e vi divertirete con noi e allora coraggio Team Trote! Ye ye nininini” (Luì e Sofì).

10.
Nuova entrata anche in decima posizione, Rinascita. Timeport di Stef & Phere.
Viaggiare nel tempo non è un gioco da ragazzi. Dopo essere precipitati in una dimensione parallela, in cui i dinosauri non si sono estinti e convivono con gli umani, Camilla e Thomas provano a tornare a casa. In questo disperato tentativo qualcosa non funziona e i due vengono catapultati nell’epoca dei Pirati, padroni incontrastati dei mari. Ancora una volta, però, la Storia è diversa da come l’hanno studiata nei libri. In questo nuovo mondo, tra galeoni e casse di rum, imperversa la costante minaccia dei Rinati, creature non-morte con un solo obiettivo: nutrirsi dei sopravvissuti. Ma i ragazzi non sono soli. Hanno molti amici ad aiutarli, in questo mondo e in quello reale, dove sembra che qualcosa – che credevano distrutto – continui a tramare nell’ombra.

Podio della narrativa italiana:
1. Come un respiro di Ferzan Ozpetek
2. l borghese Pellegrino di Marco Malvaldi
3. La Salita dei Saponari di Cristina Cassar Scalia
Podio della Narrativa straniera:
1. L’enigma della camera 622 di Joël Dicker
2. Cambiare l’acqua ai fiori di Valérie Perrin
3. La strada di casa di Kent Haruf

 

Podio della saggistica:
1. I cazzari del virus di Andrea Scanzi
2. A conti fatti di Franco Bernab èe G. Oddo (cur.)
3. La mossa del cavallo di Matteo Renzi
Podio della Narrativa per ragazzi:
1. Le storie del mistero di Lyon Gamer
2. Sfida il Signor S con Luì e Sofì. Il fantalibro dei Me contro Te di Me contro Te
3. Rinascita. Timeport di Stef & Phere

 

I NatiOggi letterari della settimana:

Giacomo Leopardi (29 giugno 1798 – 14 giugno 1837), poeta, filosofo, scrittore, filologo e glottologo italiano.
Antoine de Saint-Exupéry (29 giugno 1900 – 31 luglio 1944), scrittore e aviatore francese, autore del famoso romanzo Il piccolo principe.
Hermann Hesse (2 luglio 1877), scrittore e poeta tedesco naturalizzato svizzero, Premio Nobel per la letteratura nel 1946.
Joanne Harris (3 luglio 1967), scrittrice di atmosfere magiche e misteriose, come nel suo più grande successo Chocolat.
Franz Kafka (3 luglio 1883), scrittore praghese di lingua tedesca, ritenuto una delle maggiori figure della letteratura del XX secolo.
Nathaniel Hawthorne (4 luglio 1804), scrittore statunitense, autore del romanzo La lettera scarlatta.
Michael Blake (5 luglio 1945) è stato scrittore, sceneggiatore e regista statunitense, noto per libro Balla coi lupi e come sceneggiatore dell’omonimo film.

Fonte IBUK
(Questa classifica si riferisce alla settimana dal 15 al 21 giugno 2020)

Leggi l'articolo La classifica dei libri più venduti – 29 Giugno 2020 in versione completa su Pausa Caffè.

]]>
http://www.pausacaffeblog.it/wp/2020/06/la-classifica-dei-libri-piu-venduti-29-giugno-2020.html/feed 0
Blogtour “Il seme della speranza” di Emiliano Reali – L’autore http://www.pausacaffeblog.it/wp/2020/06/blogtour-il-seme-della-speranza-di-emiliano-reali-autore.html http://www.pausacaffeblog.it/wp/2020/06/blogtour-il-seme-della-speranza-di-emiliano-reali-autore.html#respond Tue, 23 Jun 2020 22:05:05 +0000 http://www.pausacaffeblog.it/wp/?p=51751 Cari lettori, oggi vi presento il blogtour dedicato al libro Il seme della speranza, scritto da Emiliano Reali, pubblicato da edizioni Watson, il 22 maggio 2020. Un Fantasy moderno che mette in comunicazione e in contrapposizione gli aspetti più puliti dell’animo umano con la bramosia di potere e di denaro. Da un lato il rispetto per [...]

Leggi l'articolo Blogtour “Il seme della speranza” di Emiliano Reali – L’autore in versione completa su Pausa Caffè.

]]>

Il seme della speranza di Emiliano Reali

Cari lettori, oggi vi presento il blogtour dedicato al libro Il seme della speranza, scritto da Emiliano Reali, pubblicato da edizioni Watson, il 22 maggio 2020. Un Fantasy moderno che mette in comunicazione e in contrapposizione gli aspetti più puliti dell’animo umano con la bramosia di potere e di denaro. Da un lato il rispetto per la natura, per l’individuo come entità viva e pulsante, dall’altro l’arroganza e il delirio d’onnipotenza e l’arrivare a considerare le persone solo come strumenti, oggetti per perseguire i propri fini.

“L’armonia non è immutabile. L’incapacità di apprezzare quello che si ha, se non quando lo si sta perdendo, e la predisposizione ad agire mossi da sentimenti negativi mettono in serio pericolo qualsiasi condizione di pace.”

Sinossi
In principio fu Spyria, l’immortale, piena dell’amore necessario a generare ogni essere vivente, che creò l’universo. La divina genitrice diede origine a due mondi paralleli, lontani e diversi tra loro, seppure intimamente legati: quello degli Spiriti e delle Divinità, dove l’armonia e l’incanto regnano sovrani, e il pianeta Terra. Lo sfruttamento degli individui e della natura su quest’ultimo ruppe il fragile equilibrio di connessione tra i due. Non sarà sufficiente la magia a ripristinare ciò che un tempo era stato concepito…

“Ogni ruscello portava la novella, i venti annunciavano la fine del loro mondo, il sottosuolo tremava annunciando la malattia della grande regina e il fuoco danzava disorientato nel dare la bollente notizia.”

Tra incantesimi e invocazioni, pozzi di petrolio e bordelli, si dipanerà il contrasto che ogni giorno l’uomo vive nel proprio essere: rinunciare alla speranza e ai propri sogni per omologarsi a ciò che la società impone, o lottare per far germogliare quello che c’è di buono in ognuno di noi. Argomenti complessi, affrontati con una delicatezza per un pubblico giovane, infatti molte scuole sparse su tutto il territorio nazionale lo hanno adottato come testo di lettura. Il libro è coadiuvato dalle illustrazioni di Pietro Rotelli, copertina di Antonello Venditti.

In questa tappa del Blog Tour conosciamo l’autore:

Foto di Cristina D’Andrea

Emiliano Reali nasce a Roma il 3 novembre 1976, è uno scrittore e blogger italiano. Si è laureato in discipline storico religiose nel 2000 ed è un attivista per i diritti civili. La sua sensibilità alle tematiche dei diritti dell’uomo e della salvaguardia dell’ambiente si riflettono nei suoi libri.
La sua carriera è iniziata nel 2001 come vincitore del concorso nazionale “Giovani Parole”, indetto dalla scuola Holden di Torino, con il racconto La corda d’argento. Il suo primo romanzo è Ordinary, pubblicato nel 2004, una denuncia all’omofobia, il romanzo è stato trasformato in uno spettacolo teatrale per The Special Project Theater. Nel 2008 ha pubblicato Il cristallo del cuore, una favola illustrata, l’anno successivo pubblica il seguito La reggia di luce, entrambi i testi sono utilizzati nelle scuole elementari come testo di lettura per laboratori ed esercitazioni. Nello stesso anno esce Se Bambi fosse trans? che riscuote da subito un ampio consenso e che nel 2011 diverrà uno spettacolo teatrale per la regia di Fabrizio Raggi. Nel 2010 pubblica il racconto Dannato all’interno dell’antologia Controcuore, che diverrà un cortometraggio per la regia di Giuseppe Bucci; e il racconto Laura Pausini nell’antologia Diva Mon Amour, delle quali una parte dei proventi sono stati donati alla lotta contro l’AIDS. Per il cinema insieme al regista Maurizio Rigatti ha scritto la sceneggiatura del cortometraggio Santallegria, con protagoniste Serena Grandi e Monica Scattini, sempre con lui per la TV è autore di Un cuore sotto l’albero e Chiedimi come.
Nel 2012 è uscita la raccolta di racconti Sul ciglio del dirupo, con una prefazione del principe Jonathan Doria Pamphilj, pubblicata anche in America col titolo On the edge, presentarla alla la New York University e all’Ambasciata Italiana di Washingotn DC. Tra il 2015 e il 2017 viene pubblicata la trilogia di Bambi, composta da Se Bambi fosse trans? (2015), Maschio o Femmina? (2015) e Ad Ogni Costo (2017).
Collabora con la pagina Cultura di Il Mattino e per HuffPost cura la rubrica “Nel giardino delle parole”.
Ho conosciuto Emiliano durante il blogtour del suo precedente libro “Ad Ogni Costo” e, per quel poco che il virtuale ti permette di empatizzare con le persone, posso dire che la gentilezza è il mantello che avvolge Emiliano Reali, il suo super potere.

Trovare Emiliano Reali sul suo sito www.emilianoreali.it
Sulla pagina facebook Emiliano Reali
Su Instagram @realiemiliano
Su Twitter @Emiliano_Reali

Seguiteci in questo meraviglioso viaggio e tuffatevi in questa avventura dove si impara che la speranza è un seme da coltivare.

Tappe del Blogtour:

Il 23 giugno – Morgan’s Stories World – Forma e stile del romanzo
Il 24 giugno – Pausa caffè blog – L’autore
Il 25 giugno – pensierisconnessi – Intervista all’autore
Il 26 giugno – Evelynllustrazione a tema
Il 27 giugno – The Serendipity Books and Tea – Intervista all’autore
Il 28 giugno – Living Among The Books – Intervista all’autore
Il 29 giugno – La biblioteca di Mary – Il messaggio del romanzo
Il 30 giugno – Libriexpress – gioca con il Sondaggio
L’1 luglio – SemplicementeLeggo  – Recensione
Il 2 luglio – Morgan’s Stories World  – Recensione
Il 2 luglio – manueladevivoguidaepassione – Tappa extra su ig: ambientazione
Il 3 luglio – Romance and Fantasy for Cosmopolitan – I personaggi
Il 4 luglio – Una_marea_di_libri_ – creature magiche
Il 4 luglio – leggere.che.passione – Tappa extra su ig: perché leggere questo romanzo
Il 5 luglio – Bibliolu – Recensione
Il 6 luglio – Read Present. Watch Now – Recensione
Il 7 luglio – FLAVIA’S DIARY – Recensione
Il 7 luglio – alexia_shelter – Recensione
L’8 luglio – READ-Y – Recensione
L’8 luglio – nelcuorepersempre3329 – Tappa extra su ig: recensione
Il 9 luglio – Vivo Attraverso i Libri – Ambientazione
Il 10 luglio – OpinioNerd –  estratti e frasi
L’11 luglio – Libri al caffè – Recensione
Il 12 luglio –  Read_is.my_life – Recensione
Il 13 luglio – The Mad Otter –  Sfruttamento della natura. L’uomo fin dove può spingersi?
Il 13 luglio – librisospesi – Tappa extra su ig: recensione
Il 14 luglio – Annabeth’s books – Recensione
Il 14 luglio – topidabiblioteca – tappa extra su ig: l’importanza dell’equilibrio
Il 15 luglio – The Mad Otter – Recensione
Il 16 luglio – Appunti di Zelda – Recensione
Il 16 luglio – luanaventi – Tappa extra su ig: recensione
Il 17 luglio – La biblioteca di Mary – Recensione
Il 18 luglio – Vivo Attraverso i Libri – Recensione
Il 19 luglio – Peccati di Penna – Recensione
Il 19 luglio – _appassionata.di_libri – Tappa extra su ig: recensione.
Il 20 luglio – Un tè con la Palma – Come l’autore crea i suoi romanzi
Il 21 luglio – FLAVIA’S DIARY – Riepilogo dell’intero blogtour con tutti i link delle tappe
Il 22 luglio – Morgan’s Stories World – Riepilogo dell’intero blogtour con tutti i link delle tappe

Leggi l'articolo Blogtour “Il seme della speranza” di Emiliano Reali – L’autore in versione completa su Pausa Caffè.

]]>
http://www.pausacaffeblog.it/wp/2020/06/blogtour-il-seme-della-speranza-di-emiliano-reali-autore.html/feed 0
Premio Italo Calvino 2020: Il Vincitore http://www.pausacaffeblog.it/wp/2020/06/premio-italo-calvino-2020-il-vincitore.html http://www.pausacaffeblog.it/wp/2020/06/premio-italo-calvino-2020-il-vincitore.html#respond Tue, 23 Jun 2020 09:31:43 +0000 http://www.pausacaffeblog.it/wp/?p=51828 Il 22 giugno, al Circolo dei lettori di Torino, in diretta streaming, è stato decretato il vincitore della 33esima edizione del Premio Italo Calvino, il principale premio di narrativa per aspiranti scrittori in Italia. La giuria, composta da Omar Di Monopoli, Helena Janeczek, Gino Ruozzi, Flavio Soriga e Nadia Terranova, ha assegnato il premio a: [...]

Leggi l'articolo Premio Italo Calvino 2020: Il Vincitore in versione completa su Pausa Caffè.

]]>
Il 22 giugno, al Circolo dei lettori di Torino, in diretta streaming, è stato decretato il vincitore della 33esima edizione del Premio Italo Calvino, il principale premio di narrativa per aspiranti scrittori in Italia. La giuria, composta da Omar Di Monopoli, Helena Janeczek, Gino Ruozzi, Flavio Soriga e Nadia Terranova, ha assegnato il premio a:

Lingua madre di Maddalena Fingerle, nata a Bolzano nel 1993, vive a Monaco di Baviera, dove ha compiuto gli studi universitari, con un dottorato di ricerca su scrittori italiani tra Rinascimento e Barocco. Al momento è impegnata in un dottorato sulle strategie di evasione in Tasso e Marino. Suoi racconti sono apparsi su Nazione Indiana, Neutopia e CrapulaClub.

“Un romanzo compatto di grande maturità che riesce nella sfida di tenere insieme leggerezza e profondità, affrontando con piglio holdeniano e stile impeccabile il complesso tema della parola tra pulizia e ipocrisia nel singolare contesto del bilinguismo altoatesino”.

Menzioni speciali della giuria a:

Oceanides di Riccardo Capoferro.
“si distingue per la bellezza della lingua e la riuscita fusione di mondi immaginari e mondi conosciuti in un’originale rielaborazione del romanzo marinaresco sette-ottocentesco anglosassone che infrange le barriere fra tradizioni letterarie.”

Il valore affettivo di Nicoletta Verna.
una conturbante tragedia moderna presentata sotto forma di romanzo famigliare neoborghese in cui risaltano la coerenza tra forma e contenuto, l’equilibrio della struttura e la sottile definizione di una protagonista prigioniera delle sue ossessioni.”

Schikaneder e il labirinto di Benedetta Galli.
“notevole la destrezza nel gestire registri ora buffi ora drammatici, ci troviamo nel mondo dell’opera viennese di fine Settecento al crepuscolo dell’illuminismo mozartiano.”

Vita breve di un domatore di belvedi Daniele Santero.
“colto romanzo d alla fascinazione ottocentesca per l’esotismo del circo e dello zoo, filtrata attraverso la vita di un uomo non illustre, Upilio Faimali da Gropparello.”

Menzione speciale Treccani a:

Giardino San Leonardo di Gian Primo Brugnoli.
“L’insolita e spiazzante maestosità del dettato, la crudezza icastica, il virtuosismo linguistico esagerato ma efficace: Giardino San Leonardo esibisce una prosa rocambolesca e ribelle, strabordanteed eccessiva, maneggiata con disinvolta duttilità e zeppa di neologismi ed espressioni vernacolari d’altri tempi che si rincorrono costruendo un’architettura narrativa di straordinario impatto. L’esperienza creativo-stilistica è bizzarra quanto basta a far girare la testa del lettore disorientato da un vortice trascinante di parole e personaggi, ma semanticamente consapevole e forse memore di qualche racconto degli Accoppiamenti giudiziosi.”

Menzione speciale del Direttivo a:

Tullio e l’eolao più stranissimo di tutto il Canton Ticino di Davide Rigiani.
“con fantasia scatenata e una lingua mai stanca di sorprendere, sotto l’apparenza del mero divertimento, descrive con esattezza antropologica un mondo piccolo borghese (nel caso, ticinese), proponendo un’ariosa alternativa attraverso la famiglia del Tullio. Interessante tentativo di costruire un’opera ibrida rivolta contemporaneamente all’immaginazione infantile e a una sensibilità matura. Scommessa non facile che ci sembra vinta. Un libro da illustrare ‒ e da leggere insieme, bambini e grandi.”

Congratulazioni anche a tutti gli altri finalisti, scelti tra 889 opere pervenute:

Trash di Martino Costa
Sei colpi al tramonto di Vanni Lai
La sostanza instabile di Giulia Lombezzi
I martiri di Alessio Orgera
Ma’ di Pier Lorenzo Pisano

Il Premio Italo Calvino fu fondato a Torino nel 1985, poco dopo la morte di Italo Calvino, come omaggio allo scrittore italiano che nella sua vita fu impegnato nella scoperta di nuovi talenti letterari, infatti il premio svolge un ruolo importante tra di ponte tra gli scrittori inediti e il mondo dell’editoria.
Oggi il premio è conosciuto anche con la sigla “PIC”, nata e diffusa sul web.

Leggi l'articolo Premio Italo Calvino 2020: Il Vincitore in versione completa su Pausa Caffè.

]]>
http://www.pausacaffeblog.it/wp/2020/06/premio-italo-calvino-2020-il-vincitore.html/feed 0
La classifica dei libri più venduti – 22 Giugno 2020 http://www.pausacaffeblog.it/wp/2020/06/la-classifica-dei-libri-piu-venduti-22-giugno-2020.html http://www.pausacaffeblog.it/wp/2020/06/la-classifica-dei-libri-piu-venduti-22-giugno-2020.html#respond Sun, 21 Jun 2020 22:05:21 +0000 http://www.pausacaffeblog.it/wp/?p=51811 Buona settimana a tutti! “Scrivere è un po’ come fare i minatori di se stessi: si attinge a quello che si ha dentro, se si è sinceri non si bada al rischio di farsi crollare tutto addosso.” (Andrea De Carlo)     La classifica dei libri più venduti in questa settimana è caratterizzata da tre nuove [...]

Leggi l'articolo La classifica dei libri più venduti – 22 Giugno 2020 in versione completa su Pausa Caffè.

]]>
Buona settimana a tutti!

“Scrivere è un po’ come fare i minatori di se stessi: si attinge a quello che si ha dentro, se si è sinceri non si bada al rischio di farsi crollare tutto addosso.”
(Andrea De Carlo)

 

 

La classifica dei libri più venduti in questa settimana è caratterizzata da tre nuove entrate tutti romanzi del mistero  Scopriamola:

1.
Entra in classifica direttamente in prima posizione L’enigma della camera 622 di Joël Dicker.
Un fine settimana di dicembre, il Palace de Verbier, lussuoso hotel sulle Alpi svizzere, ospita l’annuale festa di una importante banca d’affari di Ginevra, che si appresta a nominare il nuovo presidente. La notte della elezione, tuttavia, un omicidio nella stanza 622 scuote il Palace de Verbier, la banca e l’intero mondo finanziario svizzero.
L’inchiesta della polizia non riesce a individuare il colpevole, molti avrebbero avuto interesse a commettere l’omicidio ma ognuno sembra avere un alibi; e al Palace de Verbier ci si affretta a cancellare la memoria del delitto per riprendere il prima possibile la comoda normalità. Quindici anni dopo, un ignaro scrittore sceglie lo stesso hotel per trascorrere qualche giorno di pace, ma non può fare a meno di farsi catturare dal fascino di quel caso irrisolto, e da una donna avvenente e curiosa, anche lei sola nello stesso hotel, che lo spinge a indagare su cosa sia veramente successo, e perché, nella stanza 622 del Palace de Verbier.

2.
Sale in seconda posizione Come un respiro di Ferzan Ozpetek.
È una domenica mattina di fine giugno e Sergio e Giovanna, come d’abitudine, hanno invitato a pranzo nel loro appartamento al Testaccio due coppie di cari amici. Stanno facendo gli ultimi preparativi in attesa degli ospiti quando una sconosciuta si presenta alla loro porta. Molti anni prima ha vissuto in quella casa e vorrebbe rivederla un’ultima volta, si giustifica. Il suo sguardo sembra smarrito, come se cercasse qualcuno. O qualcosa. Si chiama Elsa Corti, viene da lontano e nella borsa che ha con sé conserva un fascio di vecchie lettere che nessuno ha mai letto. E che, fra aneddoti di una vita avventurosa e confidenze piene di nostalgia, custodiscono un terribile segreto. Riaffiora così un passato inconfessabile, capace di incrinare anche l’esistenza apparentemente tranquilla e quasi monotona di Sergio e Giovanna e dei loro amici, segnandoli per sempre. Ferzan Ozpetek, al suo terzo libro, dà vita a un thriller dei sentimenti, che intreccia antiche e nuove verità trasportando il lettore dall’oggi alla fine degli anni Sessanta, da Roma a Istanbul, in un susseguirsi di colpi di scena, avanti e indietro nel tempo. Chi è davvero Elsa Corti? Come mai tanti anni prima ha lasciato l’Italia quasi fuggendo, allontanandosi per sempre dalla sorella Adele, cui era così legata?

3.
In salita in terza posizione Le storie del mistero di Gamer Lyon.
Benvenuti tra le pagine delle storie del mistero! Una oscura organizzazione sta architettando qualcosa all’interno dei suoi laboratori. Toccherà a Lyon, alla cara Anna e a Cico scoprire cosa. Quali sono i risultati di alcuni tra i più temibili esperimenti della storia dell’umanità? Chi è prigioniero nelle celle dei sotterranei? Quali maledizioni pendono sulle loro e sulle nostre teste? Ma soprattutto: cosa bolle ancora in pentola? Chi è il vero nemico? Le risposte sono in queste pagine… Forse! Dopo aver narrato e intrattenuto milioni di ragazzi attraverso i suoi gameplay, Lyon ci accompagna in un universo di stanze segrete e luoghi pericolosi, abitati da creature incredibili, scienziati e mostri maligni, alla scoperta dei segreti più spaventosi. Un libro per ragazzi 10-13 anni.

4.
Va su in quarta posizione Ali d’argento di Camilla Läckberg.
Dopo il successo internazionale della Gabbia dorata, arriva il secondo e ultimo episodio della storia di Faye: tradimento, riscatto e solidarietà femminile in un nuovo dramma della vendetta.
Grazie a un piano raffinato e crudele, Faye si è lasciata alle spalle il tradimento e le umiliazioni subite dall’ormai ex marito Jack e sembra aver ripreso in mano le redini della propria esistenza: è una donna indipendente, si è rifatta una vita all’estero, Jack è in prigione, e la società che Faye ha fondato, Revenge (“Vendetta”), va a gonfie vele. Ma nuove sfide rischiano di incrinare la serenità faticosamente conquistata. Sul lancio negli Stati Uniti del marchio Revenge pesa, infatti, una grave minaccia e Faye è costretta a tornare a Stoccolma. Con l’aiuto di un gruppo sceltissimo di donne, combatterà ancora una volta per difendere quello che è suo, e per proteggere se stessa e i propri cari.

5.
Precipita in quinta posizione Cambiare l’acqua ai fiori di Valérie Perrin.
Violette Toussaint è guardiana di un cimitero di una cittadina della Borgogna. Ricorda un po’ Renée, la protagonista dell’Eleganza del riccio, perché come lei nasconde dietro un’apparenza sciatta una grande personalità e una storia piena di misteri. Durante le visite ai loro cari, tante persone vengono a trovare nella sua casetta questa bella donna, solare, dal cuore grande, che ha sempre una parola gentile per tutti, è sempre pronta a offrire un caffè caldo o un cordiale. Un giorno un poliziotto arrivato da Marsiglia si presenta con una strana richiesta: sua madre, recentemente scomparsa, ha espresso la volontà di essere sepolta in quel lontano paesino nella tomba di uno sconosciuto signore del posto. Da quel momento le cose prendono una piega inattesa, emergono legami fino allora taciuti tra vivi e morti e certe anime che parevano nere si rivelano luminose.

6.
Va giù in sesta posizione Sfida il Signor S con Luì e Sofì. Il fantalibro dei Me contro Te.
“Ciao ragazzi! Siamo ormai arrivati al terzo fantalibro dei Me contro Te! Questa volta i protagonisti non siamo solo noi. Questo libro infatti è dedicato al nostro acerrimo nemico, il Signor S, e a tutte le avventure che in questi mesi abbiamo vissuto con lui. Affronterete insieme a noi prove impossibili, ci seguirete in imprese pazze, ci aiuterete a risolvere enigmi complicatissimi… Ma soprattutto anche questa volta, pagina dopo pagina, giocherete e vi divertirete con noi e allora coraggio Team Trote! Ye ye nininini” (Luì e Sofì).

7.
Nuova entrata in settima posizione Fiore di roccia di Ilaria Tuti.
«Quelli che riecheggiano lassù, fra le cime, non sono tuoni. Il fragore delle bombe austriache scuote anche i villaggi, mille metri più giù.
Restiamo soltanto noi donne, ed è a noi che il comando militare italiano chiede aiuto: alle nostre schiene, alle nostre gambe, alla nostra conoscenza di quelle vette e dei segreti per risalirle. Dobbiamo andare, altrimenti quei poveri ragazzi moriranno anche di fame.

8.
Stabile in ottava posizione A proposito di niente: Autobiografia di Woody Allen.
Nato a Brooklyn nel 1935, Woody Allen ha iniziato la sua carriera nello spettacolo a sedici anni, scrivendo battute per un giornale di Broadway, e ha continuato a scrivere per la radio, la televisione, il teatro, il cinema e il New Yorker. Ha lasciato la stanza dello scrittore decenni fa per diventare comico nei locali notturni e, da allora, un regista conosciuto in tutto il mondo.
Durante sessant’anni di cinema, ha scritto e diretto cinquanta film, recitando in molti di essi. Ha ricevuto numerosi riconoscimenti internazionali, diverse statue sono state erette in suo onore (qualcosa di cui non riuscirà mai a capacitarsi) e i suoi film sono stati studiati nelle scuole e nelle università di tutto il mondo.
In A proposito di niente, Allen racconta dei suoi primi matrimoni, con una fiamma della giovinezza e poi con l’amata e divertente Louise Lasser, che evidentemente adora ancora. Racconta anche della sua storia e dell’amicizia eterna con Diane Keaton. Descrive la sua relazione personale e professionale con Mia Farrow, che ha dato vita a film divenuti classici fino alla loro burrascosa rottura, per la quale l’industria dei tabloid ancora li ringrazia. Afferma di essere stato il più sorpreso di tutti quando a 56 anni è iniziata una relazione romantica con la ventunenne Soon-Yi Previn, diventata una storia d’amore appassionata e un matrimonio felice che dura da oltre ventidue anni. Ironico, pienamente sincero, pieno di guizzi creativi e non poca confusione, un’icona della cultura mondiale racconta, non richiesto, la propria storia.

9.
Stabile in nona posizione La mossa del cavallo. Come ricominciare, insieme di Matteo Renzi.
«Il coraggio della politica è il coraggio delle scelte, di rivendicare un futuro che non è scontato, ma dipende da noi. È giunto il momento dei contenuti, non dei pregiudizi. È urgente discutere di idee e progetti». Abituato a sparigliare le carte con mosse come quella che ha scongiurato i «pieni poteri» a Matteo Salvini e portato alla formazione di un nuovo governo, Matteo Renzi ha sempre rivendicato una netta distinzione politica, opponendosi al sovranismo e al populismo che hanno ormai mostrato tutti i loro limiti. L’Italia di oggi, davanti a un bivio, necessita di analisi e iniziative da mettere in campo in un contesto europeo e mondiale tutto da ridefinire. Consapevole che la politica non può limitarsi al corto respiro della tattica, ma deve costruire una sequenza di azioni coordinate, Renzi presenta una strategia di medio e lungo periodo sul piano economico, istituzionale e sociale per riscrivere insieme le regole della convivenza democratica e fondare una nuova idea di comunità. In un autentico manifesto programmatico, mette a fuoco i cantieri da cui è urgente ripartire: un’Europa dei popoli, non dei burocrati; lavoro e innovazione, una riforma della giustizia e dello Stato, per semplificare i meccanismi farraginosi che ostacolano un’azione agile e tempestiva; un’istruzione e una sanità completamente ripensate nel loro impianto, valori condivisi e non negoziabili, un’inedita declinazione del genio italico.

10.
Nuova entrata in decima posizione, L’ultima storia di John Grisham.
È piena estate e a Camino Island sta per abbattersi un uragano di proporzioni allarmanti. Il governatore della Florida ordina a tutti gli abitanti l’immediata evacuazione dell’isola. La maggior parte fugge sulla terraferma, ma Bruce Cable, noto libraio e collezionista di libri antichi, nonché animatore della vita culturale dell’isola, decide di rimanere sul posto. Come previsto, l’uragano devasta ogni cosa, abbattendo alberi e danneggiando gravemente abitazioni, alberghi e negozi, e purtroppo ci sono delle vittime. Tra queste Nelson Kerr, un noto scrittore di thriller amico di Bruce. Ma la furia della tempesta non sembra essere stata la causa della sua morte. I numerosi colpi alla testa farebbero pensare a ben altro. Chi può aver voluto Nelson morto?
La polizia locale non è solita occuparsi di omicidi, meno che mai in un momento di emergenza come questo, e Bruce inizia la sua personale indagine. E se la morte dell’amico fosse legata in qualche modo ai suoi romanzi, e soprattutto all’ultimo romanzo, ancora inedito e custodito nel suo computer? Quello che Bruce scoprirà è molto più sconvolgente dei colpi di scena delle storie di Nelson Kerr.

Podio della narrativa italiana:
1. Come un respiro di Ferzan Ozpetek
2. Fiore di roccia di Ilaria Tuti
3. Una lettera per Sara di Maurizio De Giovanni
Podio della Narrativa straniera:
1. L’enigma della camera 622 di Joël Dicker
2. Ali d’argento di Camilla Läckberg
3. Cambiare l’acqua ai fiori di Valérie Perrin Grisham

 

Podio della saggistica:
1. La mossa del cavallo. Come ricominciare, insieme di Matteo Renzi
2. Oriente e Occidente. Massa e individuo di Federico Rampini
3. La tentazione del muro. Lezioni brevi per un lessico civile di Massimo Recalcati
Podio della Narrativa per ragazzi:
1. Le storie del mistero di Lyon Gamer
2. Sfida il Signor S con Luì e Sofì. Il fantalibro dei Me contro Te di Me contro Te
3. Le fantafiabe di Luì e Sofì di Me contro Te

 

I NatiOggi letterari della settimana:

Dan Brown (22 giugno1964), scrittore statunitense di thriller.
Richard Bach (23 giugno 1936), aviatore e scrittore statunitense.
George Orwell, pseudonimo di Eric Arthur Blair (25 giugno 1903 – 21 gennaio 1950), giornalista, saggista, scrittore e attivista britannico.
Silvio Pellico (25 giugno 1789 – 31 gennaio 1854), scrittore, poeta e patriota italiano, noto soprattutto come autore di Le mie prigioni.
Alberto Bevilacqua (27 giugno 1934 – 9 settembre 2013), scrittore, regista e sceneggiatore italiano, nonché poeta e giornalista.
Luigi Pirandello (28 giugno 1867 – 10 dicembre 1936), drammaturgo, scrittore e poeta italiano. Premio Nobel per la letteratura nel 1934.

Fonte IBUK
(Questa classifica si riferisce alla settimana dall’8 al 14 giugno 2020)

Leggi l'articolo La classifica dei libri più venduti – 22 Giugno 2020 in versione completa su Pausa Caffè.

]]>
http://www.pausacaffeblog.it/wp/2020/06/la-classifica-dei-libri-piu-venduti-22-giugno-2020.html/feed 0
Blogtour “Il seme della speranza” di Emiliano Reali – Presentazione http://www.pausacaffeblog.it/wp/2020/06/blogtour-il-seme-della-speranza-di-emiliano-reali-presentazione.html http://www.pausacaffeblog.it/wp/2020/06/blogtour-il-seme-della-speranza-di-emiliano-reali-presentazione.html#respond Sun, 21 Jun 2020 22:04:27 +0000 http://www.pausacaffeblog.it/wp/?p=51769 Il 22 maggio 2020 è la data ufficiale della pubblicazione del romanzo fantasy Il seme della speranza di Emiliano Reali. Oggi 22 giugno, dopo un mese esatto ci ritroviamo per annunciarvi questo nuovo evento! Parte il Blogtour che ci porterà a spasso in un mondo diverso dal nostro, un mondo magico e pieno di speranza. Prima [...]

Leggi l'articolo Blogtour “Il seme della speranza” di Emiliano Reali – Presentazione in versione completa su Pausa Caffè.

]]>
blogtour

Il 22 maggio 2020 è la data ufficiale della pubblicazione del romanzo fantasy Il seme della speranza di Emiliano Reali. Oggi 22 giugno, dopo un mese esatto ci ritroviamo per annunciarvi questo nuovo evento!

Parte il Blogtour che ci porterà a spasso in un mondo diverso dal nostro, un mondo magico e pieno di speranza.
Prima di essere blogger siamo amanti dei romanzi e delle buone letture, così questa volta la Watson edizioni ci trasporta in un mondo fantastico e popolato da creature affascinanti e travolgenti.

Il romanzo di Emiliano Reali ci parla dell’immortale Spyria che creò l’universo. La divina genitrice diede origine a due mondi paralleli, lontani e diversi tra loro, seppure intimamente legati: quello degli Spiriti e delle Divinità, dove l’armonia e l’incanto regnano sovrani, e il pianeta Terra.
Lo sfruttamento degli individui e della natura su quest’ultimo ruppe il fragile equilibrio di connessione tra i due. Non sarà sufficiente la magia a ripristinare ciò che un tempo era stato concepito…

IL SEME DELLA SPERANZA è un Fantasy moderno, un libro che mette in comunicazione e in contrapposizione gli aspetti più puri dell’animo umano con la bramosia di potere e di denaro.
Da un lato il rispetto per la natura, per l’individuo come entità viva e pulsante, dall’altro l’arroganza e il delirio d’onnipotenza e l’arrivare a considerare le persone solo come strumenti, oggetti per perseguire i propri fini.

Blogtour. Il seme della speranza vi accompagnerà con diverse tappe:

Il 23 giugno Morgan’s Stories World ci parla della forma e dello stile del romanzo
Il 24 giugno Pausa caffè blog ci parlerà della Biografia dell’autore + l’intera bibliografia
Il 25 giugno pensierisconnessi ci farà conoscere qualche dettaglio in più con la sua intervista
Il 26 giugno Evelyn ci stupirà con una illustrazione a tema
Il 27 giugno The Serendipity Books and Tea ci svelerà qualche curiosità chiacchierando con l’autore
Il 28 giugno Living Among The Books farà altre domande interessanti all’autore con la sua intervista
Il 29 giugno La biblioteca di Mary ci farà scoprire Il messaggio principale del romanzo.
Il 30 giugno gioca con il Sondaggio di Libriexpress
L’1 luglio leggi la prima Recensione a cura di SemplicementeLeggo
Il 2 luglio leggi la Recensione a cura di Morgan’s Stories World
Il 2 luglio scopri la tappa extra su ig a cura di manueladevivoguidaepassione che ci parlerà dell’ambientazione
Il 3 luglio Romance and Fantasy for Cosmopolitan Girls si focalizzerà sui personaggi del mondo degli spiriti
Il 4 luglio Una_marea_di_libri_ ci ammalia con alcune creature magiche attraverso i racconti dei nostri nonni
Il 4 luglio scopri la tappa extra su ig a cura di leggere.che.passione che ci spiegherà il Perché questo romanzo deve essere letto e acquistato.
Il 5 luglio leggi la Recensione a cura di Bibliolu
Il 6 luglio leggi la Recensione a cura di Read Present. Watch Now.
Il 7 luglio leggi la Recensione a cura di FLAVIA’S DIARY
Il 7 luglio scopri la tappa extra su ig a cura di alexia_shelter che ci mostrerà la sua recensione
L’8 luglio leggi la recensione di READ-Y
L’8 luglio scopri la tappa extra su ig a cura di nelcuorepersempre3329 che ci mostrerà la sua recensione
Il 9 luglio immergiti nell’ambientazione con Vivo Attraverso i Libri
Il 10 luglio assapora alcuni estratti e frasi
estrapolati dal romanzo da OpinioNerd
L’11 luglio leggi la Recensione di Libri al caffè
Il 12 luglio leggi la Recensione di Read_is.my_life
Il 13 luglio The Mad Otter ci parla di sfruttamento della natura. L’uomo fin dove può spingersi a rovinare il mondo intorno a sé?
Il 13 luglio scopri la tappa extra su ig a cura di librisospesi che ci mostrerà la sua recensione
Il 14 luglio leggi la Recensione a cura di Annabeth’s books
Il 14 luglio scopri la tappa extra su ig a cura di topidabiblioteca che ci parleranno del romanzo e dell’importanza dell’equilibrio
Il 15 luglio leggi la Recensione a cura di The Mad Otter
Il 16 luglio leggi la Recensione a cura di Appunti di Zelda
Il 16 luglio scopri la tappa extra su ig a cura di luanaventi che ci mostrerà la sua recensione
Il 17 luglio leggi la Recensione a cura di La biblioteca di Mary
Il 18 luglio leggi la Recensione a cura di Vivo Attraverso i Libri
Il 19 luglio leggi la Recensione a cura di Peccati di Penna
Il 19 luglio scopri la tappa extra su ig a cura di _appassionata.di_libri che ci mostrerà la sua recensione.
Il 20 luglio Un tè con la Palma ci spiegherà come l’autore crea i suoi romanzi, la sua organizzazione e molto altro…
Il 21 luglio scopri il riepilogo dell’intero blogtour con tutti i link delle tappe su FLAVIA’S DIARY
Il 22 luglio scopri il riepilogo dell’intero blogtour con tutti i link delle tappe su Morgan’s Stories World

Del romanzo “Il seme della speranza” ne parlano inoltre:

Supernova / Rete Oro / Isoradio / Centro Suono Sport / Affari Italiani / Chronica Libri / Radio IULM / International Web Post / Il Faro / Leggere Online / Il Mattino / Tutto / Full d’Assi / Libri Scrittori Lettori / La zona morta / La Gazzetta dello Spettacolo / Ostia Tv / Unfolding Magazine / Tuo Editore / Napoli
Cultural Classic
/ Ever Pop

Prossima presentazione de “Il seme della speranza”
Mercoledì 24 giugno 2020 alle ore 18, “Dialoghi col fantastico”, presso Società Umanitaria di Milano, relatore Alessandro Cecchi Paone.

Contatti dell’autore Emiliano Reali:

Sito Internet
Fan Page
Instagram
Twitter

calendario

 

Leggi l'articolo Blogtour “Il seme della speranza” di Emiliano Reali – Presentazione in versione completa su Pausa Caffè.

]]>
http://www.pausacaffeblog.it/wp/2020/06/blogtour-il-seme-della-speranza-di-emiliano-reali-presentazione.html/feed 0
Premio NebbiaGialla 2020 – I finalisti http://www.pausacaffeblog.it/wp/2020/06/premio-nebbiagialla-2020-i-finalisti.html http://www.pausacaffeblog.it/wp/2020/06/premio-nebbiagialla-2020-i-finalisti.html#respond Wed, 17 Jun 2020 17:32:42 +0000 http://www.pausacaffeblog.it/wp/?p=51783 Il premio NebbiaGialla per la letteratura noir e poliziesca ha decretato i quattro finalisti di questa undicesima edizione. Il premio è stato ideato dallo scrittore Paolo Roversi e nasce dalla passione per la letteratura e per genere specifico genere letterario. Il vincitore sarà proclamato sabato 19 settembre 2020 a Suzzara (MN), al quale verrà assegnata un’opera d’arte realizzata [...]

Leggi l'articolo Premio NebbiaGialla 2020 – I finalisti in versione completa su Pausa Caffè.

]]>
Il premio NebbiaGialla per la letteratura noir e poliziesca ha decretato i quattro finalisti di questa undicesima edizione. Il premio è stato ideato dallo scrittore Paolo Roversi e nasce dalla passione per la letteratura e per genere specifico genere letterario.
Il vincitore sarà proclamato sabato 19 settembre 2020 a Suzzara (MN), al quale verrà assegnata un’opera d’arte realizzata da un importante artista contemporaneo.

Conosciamo i quattro finalisti del Premio NebbiaGialla 2020:

La notte allo specchio di Adriana Mazzini (HarperCollins)
Hellen Alice Brown è una profiler. Era una delle migliori, nel suo lavoro, collaborava con successo a un’unità anticrisi della Omicidi. Finché un fatto ha sconvolto la sua vita. È stata rapita da un serial killer, che l’ha tenuta prigioniera assieme alla figlia della sua migliore amica. E poco importa che si siano salvate. Il prezzo pagato è stato comunque troppo alto. Così Hellen ha rinunciato al suo primo nome e alla sua vita. Ora è solo Alice, e vive a Torino, dove lavora come ricercatrice per le Nazioni Unite. Un’esistenza piatta e solitaria. Ma l’uccisione di una ragazza la riporterà in un mondo di morte e pulsioni profonde. Controvoglia Alice accetta di partecipare alle indagini in un susseguirsi di morti misteriose, forse opera di una setta religiosa, legata alla simbologia della Sindone. O di un serial killer. Sulle strade percorse da un’umanità dimenticata e penetrando i segreti dell’alta società, Alice dovrà rendere conto degli errori commessi in passato e provare a scoprire una terribile verità. Accanto a lei Nunzi, un commissario disilluso e incapace di superare la morte della moglie.

Nero a Milano di Romano De Marco (Piemme)
Una villetta abbandonata da anni, alla periferia di Milano. Due cadaveri carbonizzati, nessun indizio, nessun movente. È questa la matassa che il commissario Luca Betti deve sbrogliare, in uno dei periodi più complicati della sua vita. La separazione dalla moglie e il difficile rapporto con la figlia fanno crollare quelle deboli certezze di poter contare su degli affetti stabili. Ma non c’è tempo per i dolori personali, risolvere l’indagine è l’unica priorità che può dare uno scopo alla sua vita e farlo sentire ancora vivo. Marco Tanzi è diventato un investigatore privato di successo. Sembra essersi lasciato alle spalle le tremende esperienze vissute negli ultimi anni, ma la realtà è ben diversa. Per sfuggire ai suoi fantasmi personali, accetta un caso che rischia di farlo ripiombare negli incubi del suo passato più oscuro. Deve rintracciare un diciottenne con problemi mentali, figlio di una coppia dell’alta borghesia milanese, fuggito per andare a vivere fra i clochard. E quando uno spietato serial killer inizia a far strage di senzatetto a colpi di rasoio, la sua indagine si trasforma in una corsa contro il tempo. Mentre sulla città incombe un cielo più nero che mai, le strade dei due amici ed ex colleghi torneranno fatalmente a incrociarsi. E si troveranno, ancora una volta, davanti a scelte dolorose destinate a segnare per sempre le loro vite.

Motivi di Famiglia di Aldo Pagano (Piemme)
a ragazza è sdraiata sulla pancia, vicino al bordo della piscina comunale. È nuda, il viso coperto dai lunghi capelli biondi, e persa in un sonno profondo. Questo, almeno, è ciò che pensa Rosario, anziano custode della piscina con lontani precedenti penali. E ha un altro pensiero, guardando quel corpo statuario che mai più gli capiterà così disponibile: vuole approfittarne. Quando i suoi occhi le si posano sul volto, però, l’uomo capisce che la ragazza non sta dormendo. È morta. È stata uccisa. E lui ora può solo fuggire. Il pubblico ministero Emma Bonsanti è tornata da qualche tempo a Bari, dove aveva vissuto un’adolescenza resa drammatica dalla violenza politica, dopo lunghi anni trascorsi in una Milano da cui è scappata per il suicidio di un suo indagato. Il caso di Alessia Abbrescia, una ragazza di appena diciott’anni, bellissima e di ottima famiglia, la scuote nel profondo. Perché c’è qualcosa in ciò che dicono di lei i genitori e gli amici, una figlia modello, senza nemici, né piccole grandi tristezze o colpi di testa da adolescente, che stride con la sua morte, con il luogo e la modalità in cui è stata ritrovata. E poi nella vita di quella ragazza, nel rapporto difficile con una madre ingombrante non riesce a non rivedere se stessa. E allora vale la pena andare a fondo, cercare sotto la superficie offuscata dalle testimonianze per scoprire chi era realmente la vittima e trovare il colpevole. Svelando a uno a uno i segreti di una società falsa e accecata dal potere, dove tutto e tutti sono sacrificabili, Emma si troverà di fronte a una realtà drammatica che, forse, non avrà voglia di guardare. Un giallo sui segreti di ogni famiglia perfetta. Segreti che, quando emergono in superficie, distruggono ogni cosa.

Ninnanna per gli aguzzini di Lia Celi e Andrea Santangelo (Solferino)
Vincere per sbaglio un concorso da vigile urbano e ritrovarsi un cadavere per le mani e i giornalisti sotto casa: e sì che Marco Pellegrini voleva diventare professore di storia antica. Invece eccolo qui, tornato senza gloria al paesello natio sull’Appennino tosco-romagnolo, Monteperso (una manciata di anime, età media centoventi anni), infilato alla bell’e meglio in una divisa e impegnato in ben due lavori: poliziotto-tuttofare della zona e badante di nonno Gualtiero, ottantenne che dedica le sue giornate alla ricerca di cimeli della Linea gotica assieme al suo bastardissimo cane Patton. Una vita tranquilla, se si esclude lo squilibrio ormonale causato dagli incontri con la sindaca Amati e con la marescialla Mastrocuoco, ma non per molto. Quando viene trovato morto l’albergatore Fabrizio Gironi, che ospitava un gruppo di migranti, Monteperso entra nelle cronache nazionali e Marco entra nel caos. Ronde neonaziste, zuffe fra immigrati, festini in uniforme, uno scrittore famoso che si nasconde in una villa… forse quello che tutti davvero cercano è la fantomatica Caverna segreta che nasconde i resti di un intero comando delle SS? Il primo giallo di Lia Celi e Andrea Santangelo è una commedia di paese satirica e di inquietante attualità. E Marco Pellegrini, affascinante quanto imbranato «giovane d’oggi», è solo all’inizio della sua carriera di implacabile giustiziere della sosta vietata e risolutore accidentale di casi internazionali.

Fonte: www.milanonera.com

Leggi l'articolo Premio NebbiaGialla 2020 – I finalisti in versione completa su Pausa Caffè.

]]>
http://www.pausacaffeblog.it/wp/2020/06/premio-nebbiagialla-2020-i-finalisti.html/feed 0
La classifica dei libri più venduti – 15 Giugno 2020 http://www.pausacaffeblog.it/wp/2020/06/la-classifica-dei-libri-piu-venduti-15-giugno-2020-2.html http://www.pausacaffeblog.it/wp/2020/06/la-classifica-dei-libri-piu-venduti-15-giugno-2020-2.html#respond Sun, 14 Jun 2020 22:05:14 +0000 http://www.pausacaffeblog.it/wp/?p=51738 Buona settimana a tutti! “L’opera d’arte è sempre una confessione; e, come ogni confessione, vuole l’assoluzione. Successo mancato equivale assoluzione negata.” (Umberto Saba)     La classifica dei libri più venduti in questa settimana è caratterizzata da tre nuove entrate, un romanzo che sta ottenendo molto successo, un giallo e uno di saggistica.  Scopriamola: 1. Entra [...]

Leggi l'articolo La classifica dei libri più venduti – 15 Giugno 2020 in versione completa su Pausa Caffè.

]]>
Buona settimana a tutti!

“L’opera d’arte è sempre una confessione; e, come ogni confessione, vuole l’assoluzione. Successo mancato equivale assoluzione negata.”
(Umberto Saba)

 

 

La classifica dei libri più venduti in questa settimana è caratterizzata da tre nuove entrate, un romanzo che sta ottenendo molto successo, un giallo e uno di saggistica.  Scopriamola:

1.
Entra in classifica in prima posizione Cambiare l’acqua ai fiori di Valérie Perrin.
Violette Toussaint è guardiana di un cimitero di una cittadina della Borgogna. Ricorda un po’ Renée, la protagonista dell’Eleganza del riccio, perché come lei nasconde dietro un’apparenza sciatta una grande personalità e una storia piena di misteri. Durante le visite ai loro cari, tante persone vengono a trovare nella sua casetta questa bella donna, solare, dal cuore grande, che ha sempre una parola gentile per tutti, è sempre pronta a offrire un caffè caldo o un cordiale. Un giorno un poliziotto arrivato da Marsiglia si presenta con una strana richiesta: sua madre, recentemente scomparsa, ha espresso la volontà di essere sepolta in quel lontano paesino nella tomba di uno sconosciuto signore del posto. Da quel momento le cose prendono una piega inattesa, emergono legami fino allora taciuti tra vivi e morti e certe anime che parevano nere si rivelano luminose.

2.
Si arrampica fino alla seconda posizione Sfida il Signor S con Luì e Sofì. Il fantalibro dei Me contro Te.
“Ciao ragazzi! Siamo ormai arrivati al terzo fantalibro dei Me contro Te! Questa volta i protagonisti non siamo solo noi. Questo libro infatti è dedicato al nostro acerrimo nemico, il Signor S, e a tutte le avventure che in questi mesi abbiamo vissuto con lui. Affronterete insieme a noi prove impossibili, ci seguirete in imprese pazze, ci aiuterete a risolvere enigmi complicatissimi… Ma soprattutto anche questa volta, pagina dopo pagina, giocherete e vi divertirete con noi e allora coraggio Team Trote! Ye ye nininini” (Luì e Sofì).

3.
Risale in terza posizione Una lettera per Sara di Maurizio De Giovanni.
Mentre una timida primavera si affaccia sulla città, i fantasmi del passato tornano a regolare conti rimasti in sospeso, come colpi di coda di un inverno ostinato. Che aprile sia il più crudele dei mesi, l’ispettore Davide Pardo, a cui non ne va bene una, lo scopre una mattina al bancone del solito bar, trovandosi davanti il vicecommissario Angelo Fusco. Afflitto e fiaccato nel fisico, il vecchio superiore di Davide assomiglia proprio a uno spettro. È riapparso dall’ombra di giorni lontani perché vuole un favore. Antonino Lombardo, un detenuto che sta morendo, ha chiesto di incontrarlo e lui deve ottenere un colloquio. La procedura non è per niente ortodossa, il rito del caffè delle undici è andato in malora: così ci sono tutti gli estremi per tergiversare. E infatti Pardo esita. Esita, sbaglia, e succede un disastro. Per riparare al danno, il poliziotto si rivolge a Sara Morozzi, la donna invisibile che legge le labbra e interpreta il linguaggio del corpo, ex agente della più segreta unità dei Servizi. Dopo tanta sofferenza, nella vita di Sara è arrivata una stagione serena, ora che Viola, la compagna del figlio morto, le ha regalato un nipotino. Il nome di Lombardo, però, è il soffio di un vento gelido che colpisce a tradimento nel tepore di aprile, e lascia affiorare ricordi che sarebbe meglio dimenticare.In un viaggio a ritroso nel tempo, Maurizio de Giovanni dipana il filo dell’indagine più pericolosa, quella che scivola nei territori insidiosi della memoria collettiva e criminale di un intero Paese, per sciogliere il mistero di chi crediamo d’essere, e scoprire chi siamo davvero.

4.
Scende in quarta posizione Come un respiro di Ferzan Ozpetek.
È una domenica mattina di fine giugno e Sergio e Giovanna, come d’abitudine, hanno invitato a pranzo nel loro appartamento al Testaccio due coppie di cari amici. Stanno facendo gli ultimi preparativi in attesa degli ospiti quando una sconosciuta si presenta alla loro porta. Molti anni prima ha vissuto in quella casa e vorrebbe rivederla un’ultima volta, si giustifica. Il suo sguardo sembra smarrito, come se cercasse qualcuno. O qualcosa. Si chiama Elsa Corti, viene da lontano e nella borsa che ha con sé conserva un fascio di vecchie lettere che nessuno ha mai letto. E che, fra aneddoti di una vita avventurosa e confidenze piene di nostalgia, custodiscono un terribile segreto. Riaffiora così un passato inconfessabile, capace di incrinare anche l’esistenza apparentemente tranquilla e quasi monotona di Sergio e Giovanna e dei loro amici, segnandoli per sempre. Ferzan Ozpetek, al suo terzo libro, dà vita a un thriller dei sentimenti, che intreccia antiche e nuove verità trasportando il lettore dall’oggi alla fine degli anni Sessanta, da Roma a Istanbul, in un susseguirsi di colpi di scena, avanti e indietro nel tempo. Chi è davvero Elsa Corti? Come mai tanti anni prima ha lasciato l’Italia quasi fuggendo, allontanandosi per sempre dalla sorella Adele, cui era così legata?

5.
Stabile in quinta posizione Le storie del mistero di Gamer Lyon.
Benvenuti tra le pagine delle storie del mistero! Una oscura organizzazione sta architettando qualcosa all’interno dei suoi laboratori. Toccherà a Lyon, alla cara Anna e a Cico scoprire cosa. Quali sono i risultati di alcuni tra i più temibili esperimenti della storia dell’umanità? Chi è prigioniero nelle celle dei sotterranei? Quali maledizioni pendono sulle loro e sulle nostre teste? Ma soprattutto: cosa bolle ancora in pentola? Chi è il vero nemico? Le risposte sono in queste pagine… Forse! Dopo aver narrato e intrattenuto milioni di ragazzi attraverso i suoi gameplay, Lyon ci accompagna in un universo di stanze segrete e luoghi pericolosi, abitati da creature incredibili, scienziati e mostri maligni, alla scoperta dei segreti più spaventosi. Un libro per ragazzi 10-13 anni.

6.
Entra in sesta posizione Ali d’argento di Camilla Läckberg.
Dopo il successo internazionale della Gabbia dorata, arriva il secondo e ultimo episodio della storia di Faye: tradimento, riscatto e solidarietà femminile in un nuovo dramma della vendetta.
Grazie a un piano raffinato e crudele, Faye si è lasciata alle spalle il tradimento e le umiliazioni subite dall’ormai ex marito Jack e sembra aver ripreso in mano le redini della propria esistenza: è una donna indipendente, si è rifatta una vita all’estero, Jack è in prigione, e la società che Faye ha fondato, Revenge (“Vendetta”), va a gonfie vele. Ma nuove sfide rischiano di incrinare la serenità faticosamente conquistata. Sul lancio negli Stati Uniti del marchio Revenge pesa, infatti, una grave minaccia e Faye è costretta a tornare a Stoccolma. Con l’aiuto di un gruppo sceltissimo di donne, combatterà ancora una volta per difendere quello che è suo, e per proteggere se stessa e i propri cari.

7.
Precipita in settima la Guida cinica alla cellulite di Cristina Fogazzi e Enrico Motta, segnale che l’estate è alle porte.
‘La cellulite è una malattia.’ ‘La cellulite non è una malattia.’ ‘La cellulite viene perché prendi la pillola.’ ‘La cellulite viene perché sei dell’Acquario con ascendente Vergine.’ ‘La cellulite non viene agli uomini ma a mio cugino sì.’ ‘Tutte hanno la cellulite.’ Potrei continuare all’infinito a elencarvi le sciocchezze che ho sentito dire in anni di luminosa carriera come ‘guerriera della cellulite’. Visto che ero stufa di litigare sui social network, ho deciso di scrivere un libro che spiegasse davvero tutto quello che c’è da sapere sulla cellulite e desse alle donne gli strumenti per muoversi in un mondo farcito di slogan accattivanti e leggende metropolitane. Perché noi donne siamo sicuramente sensibili quando si parla del nostro cuore, ma lo siamo ancor di più quando si disserta sulle nostre cosce e siamo più propense a credere ai miracoli antigrasso che al principe azzurro. Per questo è nata l’estetista cinica, un mix di ironia e consapevolezza per dare alle cose (e alle cosce) il giusto peso. Per difendervi dalle favole, in questa ‘Guida cinica alla cellulite’, scritta insieme a un vero esperto, il dottor Enrico Motta, troverete un po’ di fisiologia, qualche lezione teorica, un test di autodiagnosi e le tante agognate soluzioni (esistono, evviva, esistono!).” (L’estetista cinica)

8.
Perde un posto e scende in ottava posizione A proposito di niente: Autobiografia di Woody Allen.
Nato a Brooklyn nel 1935, Woody Allen ha iniziato la sua carriera nello spettacolo a sedici anni, scrivendo battute per un giornale di Broadway, e ha continuato a scrivere per la radio, la televisione, il teatro, il cinema e il New Yorker. Ha lasciato la stanza dello scrittore decenni fa per diventare comico nei locali notturni e, da allora, un regista conosciuto in tutto il mondo.
Durante sessant’anni di cinema, ha scritto e diretto cinquanta film, recitando in molti di essi. Ha ricevuto numerosi riconoscimenti internazionali, diverse statue sono state erette in suo onore (qualcosa di cui non riuscirà mai a capacitarsi) e i suoi film sono stati studiati nelle scuole e nelle università di tutto il mondo.
In A proposito di niente, Allen racconta dei suoi primi matrimoni, con una fiamma della giovinezza e poi con l’amata e divertente Louise Lasser, che evidentemente adora ancora. Racconta anche della sua storia e dell’amicizia eterna con Diane Keaton. Descrive la sua relazione personale e professionale con Mia Farrow, che ha dato vita a film divenuti classici fino alla loro burrascosa rottura, per la quale l’industria dei tabloid ancora li ringrazia. Afferma di essere stato il più sorpreso di tutti quando a 56 anni è iniziata una relazione romantica con la ventunenne Soon-Yi Previn, diventata una storia d’amore appassionata e un matrimonio felice che dura da oltre ventidue anni. Ironico, pienamente sincero, pieno di guizzi creativi e non poca confusione, un’icona della cultura mondiale racconta, non richiesto, la propria storia.

9.
Entra in classifica in nona posizione La mossa del cavallo. Come ricominciare, insieme di Matteo Renzi.
«Il coraggio della politica è il coraggio delle scelte, di rivendicare un futuro che non è scontato, ma dipende da noi. È giunto il momento dei contenuti, non dei pregiudizi. È urgente discutere di idee e progetti». Abituato a sparigliare le carte con mosse come quella che ha scongiurato i «pieni poteri» a Matteo Salvini e portato alla formazione di un nuovo governo, Matteo Renzi ha sempre rivendicato una netta distinzione politica, opponendosi al sovranismo e al populismo che hanno ormai mostrato tutti i loro limiti. L’Italia di oggi, davanti a un bivio, necessita di analisi e iniziative da mettere in campo in un contesto europeo e mondiale tutto da ridefinire. Consapevole che la politica non può limitarsi al corto respiro della tattica, ma deve costruire una sequenza di azioni coordinate, Renzi presenta una strategia di medio e lungo periodo sul piano economico, istituzionale e sociale per riscrivere insieme le regole della convivenza democratica e fondare una nuova idea di comunità. In un autentico manifesto programmatico, mette a fuoco i cantieri da cui è urgente ripartire: un’Europa dei popoli, non dei burocrati; lavoro e innovazione, una riforma della giustizia e dello Stato, per semplificare i meccanismi farraginosi che ostacolano un’azione agile e tempestiva; un’istruzione e una sanità completamente ripensate nel loro impianto, valori condivisi e non negoziabili, un’inedita declinazione del genio italico.

10.
Scende in decima posizione, Baci da Polignano di Luca Bianchini.
Ninella e don Mimì si sono sempre amati, anche se le loro vite hanno preso da molto tempo strade diverse. Da giovani le loro famiglie si erano opposte al matrimonio, a sposarsi invece sono stati i rispettivi figli Chiara e Damiano. Gli anni passano e davanti a don Mimì Ninella resta sempre una ragazzina. L’arrivo di una nipotina, anziché avvicinarli, sembra averli allontanati ancora di più, anche perché Matilde, l’acida moglie di don Mimì, fa di tutto per essere la nonna preferita, viziando a dismisura quella che tutti chiamano semplicemente “la bambina”. La situazione cambia all’improvviso quando Matilde perde la testa per Pasqualino, il tuttofare di famiglia. Mimì decide così di andare a vivere da solo nel centro storico di Polignano: è la sua grande occasione per ritrovare Ninella, che però da qualche tempo ha accettato la corte di un architetto milanese. Con più di cento anni in due, Ninella e Mimì riprendono una schermaglia amorosa dall’esito incerto, tra dubbi, zucchine alla poverella e fughe al supermercato. Intorno a loro, irresistibili personaggi in cerca di guai: Chiara e Damiano e la loro figlia che li comanda a bacchetta; Orlando e la sua “finta” fidanzata Daniela; Nancy e il sogno di diventare la prima influencer polignanese; la zia Dora, che corre dal “suo” Veneto per riscattare l’eredità contesa di un trullo. Luca Bianchini torna a raccontare la “storia infinita”. Tra panzerotti e lacrime, viaggi a Mykonos e tuffi all’alba, i suoi protagonisti pugliesi continuano a sbagliare senza imparare mai niente – ma questo è il bello dell’amore – sotto il cielo di una Polignano che ha sempre una luce unica e inimitabile.

Podio della narrativa italiana:
1. Una lettera per Sara di Maurizio De Giovanni
2. Come un respiro di Ferzan Ozpetek
3. Baci da Polignano di Luca Bianchini
Podio della Narrativa straniera:
1. Cambiare l’acqua ai fiori di Valérie Perrin
2. Ali d’argento di Camilla Läckberg
3. L’ultima storia di John Grisham

 

Podio della saggistica:
1. La mossa del cavallo. Come ricominciare, insieme di Matteo Renzi
2. La tentazione del muro. Lezioni brevi per un lessico civile di Massimo Recalcati
3. Oriente e Occidente. Massa e individuo di Federico Rampini
Podio della Narrativa per ragazzi:
1. Sfida il Signor S con Luì e Sofì. Il fantalibro dei Me contro Te di Me contro Te
2. Le storie del mistero di Lyon Gamer
3. Favole di Esopo (Editore Gribaudo)

 

I NatiOggi letterari della settimana:

Giovanni Boccaccio (16 giugno 1313 – 21 dicembre), scrittore e poeta italiano.
Robert Crais (20 giugno 1953), sceneggiatore e scrittore statunitense.

Fonte IBUK
(Questa classifica si riferisce alla settimana dall’1 al 7 giugno 2020)

Leggi l'articolo La classifica dei libri più venduti – 15 Giugno 2020 in versione completa su Pausa Caffè.

]]>
http://www.pausacaffeblog.it/wp/2020/06/la-classifica-dei-libri-piu-venduti-15-giugno-2020-2.html/feed 0
Premio Strega 2020: la sestina finalista http://www.pausacaffeblog.it/wp/2020/06/premio-strega-2020-la-sestina-finalista.html http://www.pausacaffeblog.it/wp/2020/06/premio-strega-2020-la-sestina-finalista.html#respond Wed, 10 Jun 2020 11:14:23 +0000 http://www.pausacaffeblog.it/wp/?p=51725 Sono stati decretati i sei finalisti che si contenderanno la vittoria nella finale del Premio Strega 2020, dai voti dei 400 Amici della domenica, di 200 votanti all’estero selezionati da 20 Istituti italiani di cultura, di 40 lettori forti selezionati da 20 librerie associate all’ALI, e di 20 voti collettivi di biblioteche, università e circoli di lettura, per un totale di 660 aventi diritto. La [...]

Leggi l'articolo Premio Strega 2020: la sestina finalista in versione completa su Pausa Caffè.

]]>
Sono stati decretati i sei finalisti che si contenderanno la vittoria nella finale del Premio Strega 2020, dai voti dei 400 Amici della domenica, di 200 votanti all’estero selezionati da 20 Istituti italiani di cultura, di 40 lettori forti selezionati da 20 librerie associate all’ALI, e di 20 voti collettivi di biblioteche, università e circoli di lettura, per un totale di 660 aventi diritto. La finale avverrà il 2 luglio al Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia di Roma e  sarà trasmessa in diretta televisiva da Rai Tre.

In apertura della serata è stato annunciato il vincitore della settima edizione del Premio Strega Giovani 2020., da una giuria, composta da ragazze e ragazzi di età compresa tra i 16 e i 18 anni.
Ha vinto Tutto chiede salvezza di Daniele Mencarelli (Mondadori, con 64  preferenze su 344 voti. I libri più votati dai ragazzi , oltre il vincitore, sono stati  La misura del tempo di Gianrico Carofiglio (Einaudi, con 56 voti) e Febbre di Jonathan Bazzi (Fandango), con 43 voti.

Conosciamo meglio la cinquina finalista del Premio Strega 2020:

Il colibrì di Sandro Veronesi (La Nave di Teseo), con 210 voti. Proposto da Accademia degli Scrausi.
Marco Carrera è il colibrì. La sua è una vita di continue sospensioni ma anche di coincidenze fatali, di perdite atroci e amori assoluti. Non precipita mai fino in fondo: il suo è un movimento incessante per rimanere fermo, saldo, e quando questo non è possibile, per trovare il punto d’arresto della caduta – perché sopravvivere non significhi vivere di meno. Intorno a lui, Veronesi costruisce un mondo intero, in un tempo liquido che si estende dai primi anni settanta fino a un cupo futuro prossimo, quando all’improvviso splenderà il frutto della resilienza di Marco Carrera: è una bambina, si chiama Miraijin, e sarà l’uomo nuovo.

La misura del tempo di Gianrico Carofiglio (Einaudi), con 199 voti. Proposto da Sabino Cassese.
Tanti anni prima Lorenza era una ragazza bella e insopportabile, dal fascino abbagliante. La donna che un pomeriggio di fine inverno Guido Guerrieri si trova di fronte nello studio non le assomiglia. Non ha nulla della lucentezza di allora, è diventata una donna opaca. Gli anni hanno infierito su di lei e, come se non bastasse, il figlio Iacopo è in carcere per omicidio volontario. Guido è tutt’altro che convinto, ma accetta lo stesso il caso; forse anche per rendere un malinconico omaggio ai fantasmi, ai privilegi perduti della giovinezza. Comincia così, quasi controvoglia, una sfida processuale ricca di colpi di scena, un appassionante viaggio nei meandri della giustizia, insidiosi e a volte letali. Una scrittura inesorabile e piena di compassione, in equilibrio fra il racconto giudiziario – distillato purissimo della vicenda umana – e le note dolenti del tempo che trascorre e si consuma.

Almarina di Valeria Parrella (Einaudi), con 199 voti. Proposto da Nicola Lagioia.
Esiste un’isola nel Mediterraneo dove i ragazzi non scendono mai a mare. Ormeggiata come un vascello, Nisida è un carcere sull’acqua, ed è lì che Elisabetta Maiorano insegna matematica a un gruppo di giovani detenuti. Ha cinquant’anni, vive sola, e ogni giorno una guardia le apre il cancello chiudendo Napoli alle spalle: in quella piccola aula senza sbarre lei prova a imbastire il futuro. Ma in classe un giorno arriva Almarina, allora la luce cambia e illumina un nuovo orizzonte. Il labirinto inestricabile della burocrazia, i lutti inaspettati, le notti insonni, rivelano l’altra loro possibilità: essere un punto di partenza. Nella speranza che un giorno, quando questi ragazzi avranno scontato la loro pena, ci siano nuove pagine da riempire, bianche «come il bucato steso alle terrazze». Questo romanzo limpido e intenso forse è una piccola storia d’amore, forse una grande lezione sulla possibilità di non fermarsi. Di espiare, dimenticare, ricominciare. «Vederli andare via è la cosa più difficile, perché: dove andranno. Sono ancora così piccoli, e torneranno da dove sono venuti, e dove sono venuti è il motivo per cui stanno qui».

Ragazzo italiano di Gian Arturo Ferrari (Feltrinelli), con 181 voti. Proposto da Margaret Mazzantini.
Un libro scritto con uno spirito fanciullesco, nel senso più nobile del termine. Per me avrebbe potuto intitolarsi anche “Giovane”.
Il giovane preso per mano lungo queste pagine, negli anni della sua crescita: un antieroe fragile, un bambino che vive circondato da donne, educato da donne, fasciato innanzitutto di stupore. E giovane è anche lo sguardo del narratore che torna ad accostarsi a quel bambino, poi ragazzino, poi ragazzo, nelle tre parti che compongono il romanzo.
Ferrari riporta, ricrea in maniera formidabile, dialoghi che sono tranches di vita, che fanno pensare a certi quadri espressionisti, a certe fotografie di umile gente messa in posa. Hai la sensazione di stare in quelle case, con quelle persone. I dialoghi sono arterie vitali nascoste sotto il tessuto narrativo di un mondo che comunica con noi attraverso queste voci. Quel tessuto narrativo, poi, possiede una grazia d’altri tempi, connaturata a un’epoca più timida. Un’Italia più giovane, più sprovveduta, l’Italia partorita dalla guerra, con il suo grande gregge di reduci. Mentre Ninni avanza di statura, il mondo intorno muta violentemente, e s’intravede già molto di quello che sarà – il tempo dell’accumulo insensato, della solitudine dei molti, della disgregazione sociale – attraverso la finestra che questo romanzo di formazione apre e lascia aperta.

Tutto chiede salvezza di Daniele Mencarelli (Mondadori), con 168 voti. Proposto da Maria Pia Ammirati.
Daniele Mencarelli ha cominciato come poeta, quando nel 2018 ha scritto il suo primo romanzo, La casa degli sguardi, ha portato nella narrativa la densità e la plasticità della parola poetica. Una parola che diventa discorso umano, sorretto dalle vibrazioni di una scrittura potente e creaturale. Con Tutto chiede salvezza Mencarelli conferma di essere uno scrittore unico e maturo. Partendo da un’esperienza personale – i sette giorni di Trattamento sanitario obbligatorio a cui è stato sottoposto quando aveva vent’anni – scandaglia il buio della malattia mentale alla conquista di un’umanità profonda e autentica, la sua e quella dei suoi compagni. La cura profonda non può che essere affidata alla parola, unico e salvifico “pharmakon”.

Febbre di Jonathan Bazzi (Fandango Libri), con 137 voti. Proposto da Teresa Ciabatti.
Jonathan ha 31 anni nel 2016, un giorno qualsiasi di gennaio gli viene la febbre e non va più via, una febbretta, costante, spossante, che lo ghiaccia quando esce, lo fa sudare di notte quasi nelle vene avesse acqua invece che sangue. Aspetta un mese, due, cerca di capire, fa analisi, ha pronta grazie alla rete un’infinità di autodiagnosi, pensa di avere una malattia incurabile, mortale, pensa di essere all’ultimo stadio. La sua paranoia continua fino al giorno in cui non arriva il test all’HIV e la realtà si rivela: Jonathan è sieropositivo, non sta morendo, quasi è sollevato. A partire dal d-day che ha cambiato la sua vita con una diagnosi definitiva, l’autore ci accompagna indietro nel tempo, all’origine della sua storia, nella periferia in cui è cresciuto, Rozzano – o Rozzangeles –, il Bronx del Sud (di Milano), la terra di origine dei rapper, di Fedez e di Mahmood, il paese dei tossici, degli operai, delle famiglie venute dal Sud per lavori da poveri, dei tamarri, dei delinquenti, della gente seguita dagli assistenti sociali, dove le case sono alveari e gli affitti sono bassi, dove si parla un pidgin di milanese, siciliano e napoletano. Dai cui confini nessuno esce mai, nessuno studia, al massimo si fanno figli, si spaccia, si fa qualche furto e nel peggiore dei casi si muore. Figlio di genitori ragazzini che presto si separano, allevato da due coppie di nonni, cerca la sua personale via di salvezza e di riscatto, dalla redestinazione della periferia, dalla balbuzie, da tutte le cose sbagliate che incarna (colto, emotivo, omosessuale, ironico) e che lo rendono diverso. Un libro spiazzante, sincero e brutale, che costringerà le nostre emozioni a un coming out nei confronti della storia eccezionale di un ragazzo come tanti.

Premio strega 2020: le 12 opere finaliste

Leggi l'articolo Premio Strega 2020: la sestina finalista in versione completa su Pausa Caffè.

]]>
http://www.pausacaffeblog.it/wp/2020/06/premio-strega-2020-la-sestina-finalista.html/feed 0
Post-Verità, bufale e fake news http://www.pausacaffeblog.it/wp/2020/06/post-verita-bufale-e-fake-news.html http://www.pausacaffeblog.it/wp/2020/06/post-verita-bufale-e-fake-news.html#respond Mon, 08 Jun 2020 10:23:31 +0000 http://www.pausacaffeblog.it/wp/?p=51706 La più grande bufala di tutti i tempi accadde il 30 ottobre, alla vigilia di Halloween, nel 1938. Quella sera la CBS decise di mandare in onda alla radio “La guerra dei mondi“, romanzo di fantascienza di Herbert George Wells, adattato e interpretato da Orson Welles per la trasmissione Mercury Theatre on the Air, programma [...]

Leggi l'articolo Post-Verità, bufale e fake news in versione completa su Pausa Caffè.

]]>
La più grande bufala di tutti i tempi accadde il 30 ottobre, alla vigilia di Halloween, nel 1938. Quella sera la CBS decise di mandare in onda alla radio “La guerra dei mondi“, romanzo di fantascienza di Herbert George Wells, adattato e interpretato da Orson Welles per la trasmissione Mercury Theatre on the Air, programma settimanale in cui venivano proposte letture di romanzi celebri. La storia narrata in forma di cronaca e interpretata in modo realistico gettò nel terrore una gran parte del popolo statunitense che credette realmente che stesse avvenendo un’invasione di extraterrestri.

“Signore e signori, è la cosa più terribile alla quale abbia mai assistito… Aspettate un momento! Qualcuno sta cercando di affacciarsi alla sommità… Qualcuno… o qualcosa. Nell’oscurità vedo scintillare due dischi luminosi… sono occhi? Potrebbe essere un volto. Potrebbe essere (…)

Signore e signori, devo riferirvi qualcosa di molto grave. Sembra incredibile, ma le osservazioni scientifiche e l’evidenza stessa dei fatti inducono a credere che gli strani esseri atterrati stanotte nella fattoria del New Jersey non siano che l’avanguardia di un’armata di invasione proveniente da Marte. La battaglia che ha avuto luogo stanotte a Grovers Mill si è conclusa con una delle più strabilianti disfatte subite da un esercito nei tempi moderni (…) “

Sembra che oggi viviamo nell’era della post-verità, l’espressione fa riferimento a quei contesti in cui fatti oggettivi e verificabili hanno meno importanza rispetto all’interpretazione emotiva e personale riuscendo anche a influenzare l’opinione pubblica. Credo che questo fenomeno non sia frutto esclusivo dei nostri tempi, ci sono molti casi nella storia che ne danno conferma, però è indiscutibile che la sua diffusione determinata dal progresso tecnicologico, dalla globalizzazione ha rivelato, negli ultimi anni, tutta la sua nocività. Con internet si accede con più facilità a fonti sbagliate e si sta assistendo al proliferare di fake news su qualsiasi argomento: dalla politica alla cucina, dalla scienza al fai da te.

E’ anche l’era del giornalismo partecipativo, ma che velocemente si sta trasformando in giornalismo personale, molto più soddisfacente per l’ego narcisista, che una volta si accontentava delle chiacchiere da bar che fortunatamente al massimo potevano influenzare il quartiere. Mentre oggi la rete fa da megafono a informazioni non verificate, imprecise o spesso inventate di sana pianta.
Quello che noto e che trovo di una gravità assoluta è l’adeguarsi del giornalismo professionale a questa situazione invece di combatterla. Infatti sempre più spesso giornali e Tg raccontano fatti appresi dai social senza controllare la veridicità e solo in rari casi ammettono l’errore.
Da che mondo è mondo la speranza di guadagno supera la professionalità e anche il giornalismo non è da meno diventando complice del fenomeno degli “articoli acchiappaclick” o “Click Bait”, sono articoli spesso inutili e inconcludenti con titoli accattivanti e sensazionalistici che fanno leva sull’aspetto emozionale e portano l’utente ad aprire il link o peggio a condividere da chi solitamente legge solo il titolo. Un comportamento che posso aspettarmi da un blog/sito qualunque, ma trovo inaccettabile da chi fa giornalismo professionale.

Un altro fenomeno in grande aumento sono i blog/siti travestiti da testate giornalistiche, i blog non hanno l’obbligo di fornire le fonti, poiché nascono come diari personali, come un luogo virtuale dove condividere le proprie opinioni, le proprie passioni, infatti il contenuto testuale è chiamato “post” e non “articolo”.
Esiste ancora il buon vecchio giornalismo che sia cartaceo o digitale, ed è quello che esplicitamente ti informa se un articolo è una news o un’opinione, o un’analisi, ed è quello che verifica i fatti e indica le fonti, e quando questo non è possibile viene specificato nell’articolo.

Noi cosa possiamo fare per contrastare questi fenomeni nocivi? Possiamo scegliere. Sembra stupido dover rammentare all’utente che fluisce nella rete di leggere l’intero articolo/post e non solo il titolo, di controllare la veridicità della notizia prima di condividerla e sembra ancora più assurdo dover precisare che commentare una notizia, diffonderla tra gli amici, attirando tanti followers, non fa di noi dei giornalisti.
Anche questo post su questo blog non è un articolo giornalistico, ma la condivisione di un mio pensiero, che resta tutto da verificare.

Leggi l'articolo Post-Verità, bufale e fake news in versione completa su Pausa Caffè.

]]>
http://www.pausacaffeblog.it/wp/2020/06/post-verita-bufale-e-fake-news.html/feed 0
La classifica dei libri più venduti – 08 Giugno 2020 http://www.pausacaffeblog.it/wp/2020/06/la-classifica-dei-libri-piu-venduti-08-giugno-2020.html http://www.pausacaffeblog.it/wp/2020/06/la-classifica-dei-libri-piu-venduti-08-giugno-2020.html#respond Sun, 07 Jun 2020 22:09:55 +0000 http://www.pausacaffeblog.it/wp/?p=51692 Buona settimana a tutti! “Un bravo scrittore non si riconosce tanto da quello che pubblica quanto da quello che butta nel cestino della carta.” (Gabriel García Márquez)     La classifica dei libri più venduti in questa settimana è caratterizzata da quattro nuove entrate, ma solo una è di narrativa.  Scopriamola: 1. In prima posizione tristemente [...]

Leggi l'articolo La classifica dei libri più venduti – 08 Giugno 2020 in versione completa su Pausa Caffè.

]]>
Buona settimana a tutti!

“Un bravo scrittore non si riconosce tanto da quello che pubblica quanto da quello che butta nel cestino della carta.”
(Gabriel García Márquez)

 

 

La classifica dei libri più venduti in questa settimana è caratterizzata da quattro nuove entrate, ma solo una è di narrativa.  Scopriamola:

1.
In prima posizione tristemente la Guida cinica alla cellulite di Cristina Fogazzi e Enrico Motta, segnale che l’estate è alle porte.
‘La cellulite è una malattia.’ ‘La cellulite non è una malattia.’ ‘La cellulite viene perché prendi la pillola.’ ‘La cellulite viene perché sei dell’Acquario con ascendente Vergine.’ ‘La cellulite non viene agli uomini ma a mio cugino sì.’ ‘Tutte hanno la cellulite.’ Potrei continuare all’infinito a elencarvi le sciocchezze che ho sentito dire in anni di luminosa carriera come ‘guerriera della cellulite’. Visto che ero stufa di litigare sui social network, ho deciso di scrivere un libro che spiegasse davvero tutto quello che c’è da sapere sulla cellulite e desse alle donne gli strumenti per muoversi in un mondo farcito di slogan accattivanti e leggende metropolitane. Perché noi donne siamo sicuramente sensibili quando si parla del nostro cuore, ma lo siamo ancor di più quando si disserta sulle nostre cosce e siamo più propense a credere ai miracoli antigrasso che al principe azzurro. Per questo è nata l’estetista cinica, un mix di ironia e consapevolezza per dare alle cose (e alle cosce) il giusto peso. Per difendervi dalle favole, in questa ‘Guida cinica alla cellulite’, scritta insieme a un vero esperto, il dottor Enrico Motta, troverete un po’ di fisiologia, qualche lezione teorica, un test di autodiagnosi e le tante agognate soluzioni (esistono, evviva, esistono!).” (L’estetista cinica)

2.
Entra in classifica direttamente in seconda posizione Come un respiro di Ferzan Ozpetek.
È una domenica mattina di fine giugno e Sergio e Giovanna, come d’abitudine, hanno invitato a pranzo nel loro appartamento al Testaccio due coppie di cari amici. Stanno facendo gli ultimi preparativi in attesa degli ospiti quando una sconosciuta si presenta alla loro porta. Molti anni prima ha vissuto in quella casa e vorrebbe rivederla un’ultima volta, si giustifica. Il suo sguardo sembra smarrito, come se cercasse qualcuno. O qualcosa. Si chiama Elsa Corti, viene da lontano e nella borsa che ha con sé conserva un fascio di vecchie lettere che nessuno ha mai letto. E che, fra aneddoti di una vita avventurosa e confidenze piene di nostalgia, custodiscono un terribile segreto. Riaffiora così un passato inconfessabile, capace di incrinare anche l’esistenza apparentemente tranquilla e quasi monotona di Sergio e Giovanna e dei loro amici, segnandoli per sempre. Ferzan Ozpetek, al suo terzo libro, dà vita a un thriller dei sentimenti, che intreccia antiche e nuove verità trasportando il lettore dall’oggi alla fine degli anni Sessanta, da Roma a Istanbul, in un susseguirsi di colpi di scena, avanti e indietro nel tempo. Chi è davvero Elsa Corti? Come mai tanti anni prima ha lasciato l’Italia quasi fuggendo, allontanandosi per sempre dalla sorella Adele, cui era così legata?

3.
Scende in terza posizione Hunger Games. Ballata dell’usignolo e del serpente: Un romanzo della saga di Hunger Games di Suzanne Collins.
È la mattina della mietitura che inaugura la decima edizione degli Hunger Games. A Capitol City, il diciottenne Coriolanus Snow si sta preparando con cura: è stato chiamato a partecipare ai Giochi in qualità di mentore e sa bene che questa potrebbe essere la sua unica possibilità di accedere alla gloria. La casata degli Snow, un tempo potente, sta attraversando la sua ora più buia. Il destino del buon nome degli Snow è nelle mani di Coriolanus: l’unica, esile, possibilità di riportarlo all’antico splendore risiede nella capacità del ragazzo di essere più affascinante, più persuasivo e più astuto dei suoi avversari e di condurre così il suo tributo alla vittoria. Sulla carta, però, tutto è contro di lui: non solo gli è stato assegnato il distretto più debole, il 12, ma in sorte gli è toccata la femmina della coppia di tributi. I destini dei due giovani, a questo punto, sono intrecciati in modo indissolubile. D’ora in avanti, ogni scelta di Coriolanus influenzerà inevitabilmente i possibili successi o insuccessi della ragazza. Dentro l’arena avrà luogo un duello all’ultimo sangue, ma fuori dall’arena Coriolanus inizierà a provare qualcosa per il suo tributo e sarà costretto a scegliere tra la necessità di seguire le regole e il desiderio di sopravvivere, costi quel che costi.

4.
In discesa in quarta posizione Una lettera per Sara di Maurizio De Giovanni.
Mentre una timida primavera si affaccia sulla città, i fantasmi del passato tornano a regolare conti rimasti in sospeso, come colpi di coda di un inverno ostinato. Che aprile sia il più crudele dei mesi, l’ispettore Davide Pardo, a cui non ne va bene una, lo scopre una mattina al bancone del solito bar, trovandosi davanti il vicecommissario Angelo Fusco. Afflitto e fiaccato nel fisico, il vecchio superiore di Davide assomiglia proprio a uno spettro. È riapparso dall’ombra di giorni lontani perché vuole un favore. Antonino Lombardo, un detenuto che sta morendo, ha chiesto di incontrarlo e lui deve ottenere un colloquio. La procedura non è per niente ortodossa, il rito del caffè delle undici è andato in malora: così ci sono tutti gli estremi per tergiversare. E infatti Pardo esita. Esita, sbaglia, e succede un disastro. Per riparare al danno, il poliziotto si rivolge a Sara Morozzi, la donna invisibile che legge le labbra e interpreta il linguaggio del corpo, ex agente della più segreta unità dei Servizi. Dopo tanta sofferenza, nella vita di Sara è arrivata una stagione serena, ora che Viola, la compagna del figlio morto, le ha regalato un nipotino. Il nome di Lombardo, però, è il soffio di un vento gelido che colpisce a tradimento nel tepore di aprile, e lascia affiorare ricordi che sarebbe meglio dimenticare.In un viaggio a ritroso nel tempo, Maurizio de Giovanni dipana il filo dell’indagine più pericolosa, quella che scivola nei territori insidiosi della memoria collettiva e criminale di un intero Paese, per sciogliere il mistero di chi crediamo d’essere, e scoprire chi siamo davvero.

5.
Nuova entrata in quinta posizione Sfida il Signor S con Luì e Sofì. Il fantalibro dei Me contro Te.
“Ciao ragazzi! Siamo ormai arrivati al terzo fantalibro dei Me contro Te! Questa volta i protagonisti non siamo solo noi. Questo libro infatti è dedicato al nostro acerrimo nemico, il Signor S, e a tutte le avventure che in questi mesi abbiamo vissuto con lui. Affronterete insieme a noi prove impossibili, ci seguirete in imprese pazze, ci aiuterete a risolvere enigmi complicatissimi… Ma soprattutto anche questa volta, pagina dopo pagina, giocherete e vi divertirete con noi e allora coraggio Team Trote! Ye ye nininini” (Luì e Sofì).

5.
Scende in quinta posizione Le storie del mistero di Gamer Lyon.
Benvenuti tra le pagine delle storie del mistero! Una oscura organizzazione sta architettando qualcosa all’interno dei suoi laboratori. Toccherà a Lyon, alla cara Anna e a Cico scoprire cosa. Quali sono i risultati di alcuni tra i più temibili esperimenti della storia dell’umanità? Chi è prigioniero nelle celle dei sotterranei? Quali maledizioni pendono sulle loro e sulle nostre teste? Ma soprattutto: cosa bolle ancora in pentola? Chi è il vero nemico? Le risposte sono in queste pagine… Forse! Dopo aver narrato e intrattenuto milioni di ragazzi attraverso i suoi gameplay, Lyon ci accompagna in un universo di stanze segrete e luoghi pericolosi, abitati da creature incredibili, scienziati e mostri maligni, alla scoperta dei segreti più spaventosi. Un libro per ragazzi 10-13 anni.

7.
Va giù in settima posizione A proposito di niente: Autobiografia di Woody Allen.
Nato a Brooklyn nel 1935, Woody Allen ha iniziato la sua carriera nello spettacolo a sedici anni, scrivendo battute per un giornale di Broadway, e ha continuato a scrivere per la radio, la televisione, il teatro, il cinema e il New Yorker. Ha lasciato la stanza dello scrittore decenni fa per diventare comico nei locali notturni e, da allora, un regista conosciuto in tutto il mondo.
Durante sessant’anni di cinema, ha scritto e diretto cinquanta film, recitando in molti di essi. Ha ricevuto numerosi riconoscimenti internazionali, diverse statue sono state erette in suo onore (qualcosa di cui non riuscirà mai a capacitarsi) e i suoi film sono stati studiati nelle scuole e nelle università di tutto il mondo.
In A proposito di niente, Allen racconta dei suoi primi matrimoni, con una fiamma della giovinezza e poi con l’amata e divertente Louise Lasser, che evidentemente adora ancora. Racconta anche della sua storia e dell’amicizia eterna con Diane Keaton. Descrive la sua relazione personale e professionale con Mia Farrow, che ha dato vita a film divenuti classici fino alla loro burrascosa rottura, per la quale l’industria dei tabloid ancora li ringrazia. Afferma di essere stato il più sorpreso di tutti quando a 56 anni è iniziata una relazione romantica con la ventunenne Soon-Yi Previn, diventata una storia d’amore appassionata e un matrimonio felice che dura da oltre ventidue anni. Ironico, pienamente sincero, pieno di guizzi creativi e non poca confusione, un’icona della cultura mondiale racconta, non richiesto, la propria storia.

8.
Nuova entrata in ottava posizione, Baci da Polignano di Luca Bianchini.
Ninella e don Mimì si sono sempre amati, anche se le loro vite hanno preso da molto tempo strade diverse. Da giovani le loro famiglie si erano opposte al matrimonio, a sposarsi invece sono stati i rispettivi figli Chiara e Damiano. Gli anni passano e davanti a don Mimì Ninella resta sempre una ragazzina. L’arrivo di una nipotina, anziché avvicinarli, sembra averli allontanati ancora di più, anche perché Matilde, l’acida moglie di don Mimì, fa di tutto per essere la nonna preferita, viziando a dismisura quella che tutti chiamano semplicemente “la bambina”. La situazione cambia all’improvviso quando Matilde perde la testa per Pasqualino, il tuttofare di famiglia. Mimì decide così di andare a vivere da solo nel centro storico di Polignano: è la sua grande occasione per ritrovare Ninella, che però da qualche tempo ha accettato la corte di un architetto milanese. Con più di cento anni in due, Ninella e Mimì riprendono una schermaglia amorosa dall’esito incerto, tra dubbi, zucchine alla poverella e fughe al supermercato. Intorno a loro, irresistibili personaggi in cerca di guai: Chiara e Damiano e la loro figlia che li comanda a bacchetta; Orlando e la sua “finta” fidanzata Daniela; Nancy e il sogno di diventare la prima influencer polignanese; la zia Dora, che corre dal “suo” Veneto per riscattare l’eredità contesa di un trullo. Luca Bianchini torna a raccontare la “storia infinita”. Tra panzerotti e lacrime, viaggi a Mykonos e tuffi all’alba, i suoi protagonisti pugliesi continuano a sbagliare senza imparare mai niente – ma questo è il bello dell’amore – sotto il cielo di una Polignano che ha sempre una luce unica e inimitabile.

9.
Altra nuova entrata in nona posizione, Il dopo. Il virus che ci ha costretto a cambiare mappa mentale di Ilaria Capua.
In un momento imprecisato del 2019 si è verificato un evento biologico di eccezionale rarità: un virus animale ha fatto un salto di specie arrivando nell’uomo. Dalla metropoli cinese di Wuhan, il SARS-CoV-2 si è diffuso rapidamente in oltre duecento paesi. È ciò che gli esperti chiamano «pandemia». Nell’attesa di soluzioni e strategie per la crisi sanitaria, economica e finanziaria in corso, Ilaria Capua, una delle voci più autorevoli della virologia internazionale, prova a buttare cuore e sguardo oltre questo tempo di mezzo e a mettere a fuoco sia le cause sia le opportunità che esso nasconde. Secondo l’autrice, infatti, si può considerare la comparsa del SARS-CoV-2 uno stress test, in grado di misurare le fragilità del nostro sistema. Questo patogeno dalle dimensioni infinitesimali ha messo l’umanità intera di fronte al disequilibrio creato nel rapporto con la natura, alla riscoperta della propria dimensione terrena e della caducità che le è connaturata, all’arbitrarietà dell’organizzazione sociale che si è data, delle sue scale di valori, del concetto stesso di salute pubblica. In altre parole, ha preso tutto ciò che ritenevamo certo, indiscutibile, e ce l’ha mostrato per quello che è: una scelta, basata su una visione parziale delle cose.

9.
Precipita in decima posizione Se scorre il sangue di Stephen King.
Ci sono diversi modi di dire, quando si parla di notizie, e sono tutti leggendari: «Sbatti il mostro in prima pagina», «Fa più notizia Uomo morde cane che Cane morde uomo» e naturalmente «Se scorre il sangue, si vende». Nel racconto di King che dà il titolo a questa raccolta, è una bomba alla Albert Macready Middle School a garantire i titoli cubitali delle prime pagine e le cruente immagini di apertura dei telegiornali. Tra i milioni di spettatori inorriditi davanti allo schermo, però, ce n’è una che coglie una nota stonata. Holly Gibney, l’investigatrice che ha già avuto esperienze ai confini della realtà con Mr Mercedes e con l’Outsider, osserva la scena del crimine e si rende conto che qualcosa non va, che il primo inviato sul luogo della strage ha qualcosa di sbagliato. Inizia così Se scorre il sangue, sequel indipendente del bestseller The Outsider, protagonista la formidabile Holly nel suo primo caso da solista. Ma il lungo racconto dedicato alla detective preferita di King (come scrive lui stesso nella sua nota finale) è solo uno dei quattro che compongono la raccolta. Da Il telefono del signor Harrigan, dove vita e tecnologia si intrecciano in modo inusuale, a La vita di Chuck, ispirato a un cartellone pubblicitario, fino a Ratto – che gioca con la natura stessa del talento di uno scrittore – le storie di questa raccolta sono sorprendenti, fuori dagli schemi, a volte sentimentali, forse anche fuori dal tempo. In una parola, sublimemente kinghiane.

Podio della narrativa italiana:
1. Come un respiro di Ferzan Ozpetek
2. Una lettera per Sara di Maurizio De Giovanni
3. Baci da Polignano di Luca Bianchini
Podio della Narrativa straniera:
1. Ballata dell’usignolo e del serpente. Hunger Games di Suzanne Collins
2. Se scorre il sangue di Stephen King
3. Cambiare l’acqua ai fiori di Valérie Perrin

 

Podio della saggistica:
1. Il dopo. Il virus che ci ha costretto a cambiare mappa mentale di Ilaria Capua
2. Oriente e Occidente. Massa e individuo di Federico Rampini
3. Spillover. L’evoluzione delle pandemie di David Quammen
Podio della Narrativa per ragazzi:
1. Sfida il Signor S con Luì e Sofì. Il fantalibro dei Me contro Te di Me contro Te
2. Le storie del mistero di Lyon Gamer
3. Le fantafiabe di Luì e Sofì di Me contro Te

 

I NatiOggi letterari della settimana:

Patricia Cornwell (09 giugno 1956), scrittrice statunitense famosa per i suoi thriller con protagonista Kay Scarpetta.
Alicia Giménez Bartlett (10 giugno 1951), scrittrice spagnola, famosa per i suoi romanzi polizieschi con protagonista l’ispettrice di polizia Petra Delicado.
Fernando Pessoa (13 giugno 1888), poeta, scrittore e aforista portoghese.

Fonte IBUK
(Questa classifica si riferisce alla settimana dal 25 al 31 maggio 2020)

Leggi l'articolo La classifica dei libri più venduti – 08 Giugno 2020 in versione completa su Pausa Caffè.

]]>
http://www.pausacaffeblog.it/wp/2020/06/la-classifica-dei-libri-piu-venduti-08-giugno-2020.html/feed 0
James Patterson – La First Lady è scomparsa http://www.pausacaffeblog.it/wp/2020/06/james-patterson-la-first-lady-e-scomparsa.html http://www.pausacaffeblog.it/wp/2020/06/james-patterson-la-first-lady-e-scomparsa.html#respond Fri, 05 Jun 2020 17:14:36 +0000 http://www.pausacaffeblog.it/wp/?p=51681 La First Lady è scomparsa è un romanzo di James Patterson, scritto insieme a Brendan Dubois, pubblicato nel maggio 2020 da Longanesi. Un thriller politico ambientato questa volta direttamente alla Casa Bianca ed ha come protagonista addirittura la First Lady. Le elezioni sono alle porte e un segreto è capace di far crollare una nazione. Uno [...]

Leggi l'articolo James Patterson – La First Lady è scomparsa in versione completa su Pausa Caffè.

]]>

James Patterson – La First Lady è scomparsa

La First Lady è scomparsa è un romanzo di James Patterson, scritto insieme a Brendan Dubois, pubblicato nel maggio 2020 da Longanesi. Un thriller politico ambientato questa volta direttamente alla Casa Bianca ed ha come protagonista addirittura la First Lady. Le elezioni sono alle porte e un segreto è capace di far crollare una nazione. Uno scandalo si trasforma in un incubo.

“Grace Fuller Tucker attraversa con calma olimpica gli uffici della East Wing, l’ala est della Casa Bianca tradizionalmente dedicata alla First Lady, e dà il buongiorno a tutti i giovani membri del suo staff. Gli agenti del Secret Service che compongono la sua scorta personale sono due donne e un uomo e la seguono a qualche metro di distanza mentre lei passa in rassegna i suoi pupilli, ribattezzati dai media «i figli della First Lady». Sorride sempre a quella battuta, non fa mai trapelare quanto quella breve espressione la ferisca ricordandole costantemente che lei e Harrison non avranno mai dei figli.”

Il presidente degli Stati Uniti, Harrison Tucker, è al centro di una tempesta mediatica. La sua relazione extraconiugale è stata svelata ed è diventata di pubblico dominio. Per non alimentare lo scandalo e non gettare al vento gli sforzi impiegati per la campagna di rielezione, Tucker ha bisogno di sua moglie e del suo appoggio. Ma Grace Tucker è stanca dei trucchi del marito. Dopo anni di compromessi, promesse non mantenute, inganni e tradimenti, Grace non vuole arrendersi e decide di fuggire dalla città e dai suoi agenti, di sparire dai radar. Di scappare. Sally Grissom è uno degli agenti segreti che vegliano sulla sicurezza del presidente. Quando viene convocata per una riunione riservata nello Studio Ovale, capisce subito che qualcosa è andato storto. È lei che, nel più totale silenzio, dovrà aprire le indagini per ritrovare Grace Tucker. È lei che dovrà capire quale segreto oscuro si cela in realtà dietro la sparizione. E dovrà farlo prima che per tutti sia troppo tardi.

“Dopo la doccia, Harrison Tucker si è rimesso il completo grigio di Brooks Brothers che Tammy Doyle gli aveva tolto qualche ora prima. Esce dalla camera insieme a lei, con un minuto di anticipo sul programma. Nel corridoio, in piedi sulla moquette a fantasia orientale, il serafico agente Jackson Thiel, capo della scorta personale assegnatagli dalla Presidential Protective Division, fa un cenno con la testa. «Buongiorno, signor presidente.»
«Buongiorno, Jackson», risponde Harrison.
Poi l’agente del Secret Service – un afroamericano alto e robusto con i capelli corti e il classico cavetto Motorola a spirale che gli esce dall’orecchio – rivolge a Tammy un «Buongiorno, signora», che migliora l’umore del presidente. Sa di aver messo il Secret Service in una posizione scomoda, ma lui ama quella donna e si rifiuta di considerarla un banale tradimento.”

1

Ventun minuti prima dell’agguato, Harrison Tucker – ex senatore, ex governatore dell’Ohio, presidente degli Stati Uniti e capo del mondo libero, a un mese dalla certa rielezione trionfale per un secondo mandato – è sdraiato a pancia in giù sull’enorme letto matrimoniale di una camera d’albergo di Atlanta, i piedi verso la testiera e il mento sul cuscino, e sta guardando un documentario sulla serie House of Cards in compagnia dell’amore della sua vita.
In un angolo della stanza, piccola ma ben arredata, c’è un carrello delle vivande con i resti della colazione. Harrison sospira di piacere mentre Tammy Doyle, a cavalcioni sulla sua schiena, gli fa un lungo e metodico massaggio postcoitale.
«Guarda», dice lui osservando l’attore nel ruolo del presidente che guadagna il centro dell’inquadratura. «Gli sceneggiatori hanno dovuto rendere avvincenti la politica e il mondo degli affari, come in Tutti gli uomini del presidente o Madam Secretary, ma in realtà uno come Frank Underwood non diventerebbe mai presidente, e lo sai perché?»
Tammy abbassa la testa e gli fa le fusa all’orecchio. Fino a poche ore prima erano entrambi vestiti, lui stava tenendo un discorso a un evento di raccolta fondi e Tammy lo stava guardando da un tavolo in fondo alla sala costato diecimila dollari alla società di lobbying per cui lei lavora. Adesso invece sono entrambi nudi in una camera d’albergo che sa di sudore, caffè e sesso.
«Dici che è per via del toupet?» sussurra lei. «O perché è caduto in disgrazia ed è stato licenziato?»
«Assolutamente no», risponde Harrison. «È perché ha strangolato quel cane nel primo episodio, te lo ricordi? Quasi tutti gli elettori hanno in casa cani o gatti, e hanno un fiuto speciale per chi non ama gli animali. Lo sgamerebbero subito, Frank. Nessuno lo voterebbe. Fidati.»
Lei gli dà un bacio sull’orecchio destro. «Non mi sono sempre fidata di te?»
«Be’, se non ti sei fidata, te lo sei tenuto per te… il che sarebbe una novità.»
Tammy scoppia a ridere …

Leggi l'articolo James Patterson – La First Lady è scomparsa in versione completa su Pausa Caffè.

]]>
http://www.pausacaffeblog.it/wp/2020/06/james-patterson-la-first-lady-e-scomparsa.html/feed 0
Novità in Libreria – Giugno 2020 http://www.pausacaffeblog.it/wp/2020/06/novita-in-libreria-giugno-2020.html http://www.pausacaffeblog.it/wp/2020/06/novita-in-libreria-giugno-2020.html#respond Thu, 04 Jun 2020 13:31:47 +0000 http://www.pausacaffeblog.it/wp/?p=51543 Giugno è arrivato, le temperature salgono, aumenta la voglia di mare e vacanze che purtroppo quest’anno saranno vissute in modo diverso a causa della pandemia che ci ha colpito, dovremmo essere più isolati anche sotto l’ombrellone e allora cominciamo a pensare alle letture che ci faranno compagnia. Ricordo che questo post “Novità in Libreria” non [...]

Leggi l'articolo Novità in Libreria – Giugno 2020 in versione completa su Pausa Caffè.

]]>
Giugno è arrivato, le temperature salgono, aumenta la voglia di mare e vacanze che purtroppo quest’anno saranno vissute in modo diverso a causa della pandemia che ci ha colpito, dovremmo essere più isolati anche sotto l’ombrellone e allora cominciamo a pensare alle letture che ci faranno compagnia.

Ricordo che questo post “Novità in Libreria” non è statico, ma dinamico, cioè verrà aggiornato in base alle informazioni acquisite giorno per giorno ed i libri saranno inseriti in ordine cronologico d’uscita, ho aggiunto a fine pagina l’elenco dei libri usciti in ordine alfabetico. Si accettano sempre consigli e suggerimenti per migliorare questa rubrica. Gli eventi del mese non saranno inseriti poiché la maggior parte è stata annullata.

Scopriamo insieme le ultime novità editoriali per il mese di Giugno 2020:

Ultimo respiro, scritto da Robert Bryndza, pubblicato da Newton Compton, genere thriller, data uscita 01/06/20.
Il corpo di una donna viene ritrovato in un cassonetto, con gli occhi spalancati e i vestiti ricoperti di sangue, e la detective Erika Foster è tra i primi a giungere sulla scena del crimine. Il problema è che questa volta il caso non è suo. Mentre tenta di assicurarsi un posto nella squadra investigativa, Erika non può fare a meno di notare che le caratteristiche del ritrovamento ricordano un omicidio irrisolto avvenuto quattro mesi prima. Il cadavere di un’altra donna, abbandonato in un luogo analogo, presentava una ferita identica: un’incisione fatale sull’arteria femorale. Nell’ombra c’è un assassino che adesca le sue vittime online, nascondendosi sotto una falsa identità. Le sue prede sono donne giovani e attraenti. Quando un’altra ragazza scompare, per Erika e la sua squadra ha inizio una corsa contro il tempo sulle tracce di un individuo terribilmente sadico. Ma come si può catturare un killer che non sembra nemmeno esistere?

L’ultima storia, scritto da John Grisham, pubblicato da Mondadori, genere thriller, data uscita 03/06/20.
È piena estate e a Camino Island sta per abbattersi un uragano di proporzioni allarmanti. Il governatore della Florida ordina a tutti gli abitanti l’immediata evacuazione dell’isola. La maggior parte fugge sulla terraferma, ma Bruce Cable, noto libraio e collezionista di libri antichi, nonché animatore della vita culturale dell’isola, decide di rimanere sul posto. Come previsto, l’uragano devasta ogni cosa, abbattendo alberi e danneggiando gravemente abitazioni, alberghi e negozi, e purtroppo ci sono delle vittime. Tra queste Nelson Kerr, un noto scrittore di thriller amico di Bruce. Ma la furia della tempesta non sembra essere stata la causa della sua morte. I numerosi colpi alla testa farebbero pensare a ben altro. Chi può aver voluto Nelson morto? La polizia locale non è solita occuparsi di omicidi, meno che mai in un momento di emergenza come questo, e Bruce inizia la sua personale indagine. E se la morte dell’amico fosse legata in qualche modo ai suoi romanzi, e soprattutto all’ultimo romanzo, ancora inedito e custodito nel suo computer? Quello che Bruce scoprirà è molto più sconvolgente dei colpi di scena delle storie di Nelson Kerr.

I valori che contano (avrei preferito non scoprirli), scritto da Diego De Silva, pubblicato da Einaudi, genere narrativa, data uscita 03/06/20.
Se non vi è mai successo di nascondere in casa una ragazza in mutande appena fuggita da una retata in un bordello al quarto piano del vostro palazzo, non siete il tipo di persona a cui capitano queste cose. Vincenzo Malinconico lo è. Dovrebbe sapere che corre un rischio bello serio, visto che è avvocato, e invece la fa entrare e poi racconta pure un sacco di balle al carabiniere che la inseguiva e va a bussargli alla porta. È cosí che inizia I valori che contano (avrei preferito non scoprirli) , il romanzo in cui Malinconico – avvocato di gemito, piú che di grido – oltre a patrocinare la fuggiasca in mutande (che poi scopriremo essere figlia del sindaco, con una serie di complicazioni piuttosto vertiginose), dovrà affrontare la malattia che lo travolgerà all’improvviso, obbligandolo a familiarizzare con medici e terapie e scatenandogli un’iperproduzione di filosofeggiamenti gratuiti – addirittura sensati, direbbe chi va a cena con lui – sul valore della pena di vivere. Un vortice di pensieri da cui uscirà, al solito, semi-guarito, semi-vincente e semi-felice, ricomponendo intorno a sé quell’assetto ordinariamente precario che fa di lui, con tutti i suoi difetti e le sue inettitudini, una persona che sa farsi voler bene, pur essendo (o forse proprio perché è) un uomo cosí cosí. Eccolo di nuovo tra noi, l’avvocato d’insuccesso piú amato dagli italiani, in compagnia di un nuovo esilarante socio, di una nuova riluttante fidanzata, e dei suoi soliti pensieri inconcludenti. Ed eccolo alle prese con una nuova causa che sembra già pronto a perdere. C’è una ragazza in mutande sul suo pianerottolo, assomiglia a Pippi Calzelunghe senza trecce, trema, gli chiede aiuto. Ma è una bomba a scoppio ritardato. Vincenzo Malinconico prende in mano quella bomba senza pensarci e se la porta dietro fino alla fine, anche quando la malattia irrompe nella sua vita storcendone l’andatura. Perché ai personaggi capita quello che capita alle persone. E quando diventano di famiglia, di libro in libro li vediamo innamorarsi, nascondersi, combattere, ridere, ammalarsi: vivere, in una parola.

Vie di fuga, scritto da Lucrezia Sarnari, pubblicato da Rizzoli, genere narrativa, data uscita 03/06/20.
“Sogna una storia ‘alla Jane Austen’ da sempre, ma vive Moravia.” Non è l’inizio di una commedia romantica ma è la vita di Giulia, trentasette anni e il timore costante di aver scelto la strada sbagliata. L’unica volta che si è sentita in pace con la propria coscienza, perché non ha cercato la fine di una storia prima ancora di viverla e ha sposato suo marito, be’ l’amore si è trasformato in quieto affetto. Nel frattempo ha trovato la sua via di fuga dalla realtà, quello che le sembra l’Amore con la “a” maiuscola, e si è incastrata in una conversazione a suon di notifiche che fanno trepidare il cuore, battute brillanti, selfie da inviare con nonchalance e ultimi accessi da controllare. Lui è Carlo, ed è sposato. Essere amanti è romantico solo il primo anno, e ai tempi della messaggistica istantanea solo il primo mese. Perché non c’è niente di peggio delle spunte blu quando lui visualizza e non risponde. Forse. Un giorno Internet salta, i social vanno in down, gli smartphone smettono di funzionare e “sta scrivendo” resta sullo schermo all’infinito. Non sono più i tempi di “Harry ti presento Sally”, adesso c’è “Fleabag”. E quando tutte le vie di fuga svaniscono e ti ritrovi in un bar di provincia a controllare ossessivamente la connessione che non torna, rimane soltanto una cosa da fare: smettere di rifugiarti nel mondo del “e se?”, tirare fuori dal cellulare tutto quello che ci hai nascosto e prendere delle decisioni. Lucrezia Sarnari ci racconta quello che non si osa dire sui sentimenti e sull’amore ai tempi di WhatsApp. Leggendo questa storia inciampiamo nella vita di Giulia ma anche nelle nostre.

Vengo a prenderti, scritto da Paola Barbato, pubblicato da Piemme, genere thriller, data uscita 03/06/20.
Il caso più importante della sua vita piomba addosso all’agente Francesco Caparzo in maniera inattesa. Inseguiva lo stalker di una donna che da un anno cercava di aiutare, quando d’improvviso si era ritrovato in un vecchio capannone industriale sperduto nel nulla. Lì dentro, lo spettacolo agghiacciante di uno zoo privato, undici carrozzoni da circo che imprigionavano esseri umani in condizioni pietose, una gabbia vuota pronta ad accogliere la sua protetta e lo psicopatico responsabile di ogni cosa lì davanti a lui, armato. Un colpo di pistola sembra risolvere tutto, il colpevole ucciso, le vittime salve, Caparzo in procinto di essere incoronato eroe nazionale. Ma le cose non sono come appaiono. Tra le vittime si nasconde un complice, forse addirittura la mente che ha organizzato tutto, che dall’ambulanza riesce a scappare, dileguandosi. La caccia all’uomo ha inizio, ma non esistono piste, niente tracce, la polizia insegue un fantasma. Caparzo capisce che la chiave dell’origine di tutto quel male sta proprio nel capannone e nelle sue vittime. Indaga i segreti di ciascuno, le colpe che vorrebbero nascondere, mette a nudo i lati più oscuri delle loro anime. E mentre lui scava qualcun altro li perseguita con oggetti, simboli che solo il loro carnefice conosce. Prima capitano incidenti che la polizia considera trascurabili. Poi i sopravvissuti iniziano a morire. È tempo per Caparzo di mettere insieme i pezzi per evitare che il fantasma che sta inseguendo termini il suo lavoro. Paola Barbato ci conduce al cuore del male assoluto e ci gioca, deformandolo e restituendoci una verità diversa, scomoda, difficile da accettare, ma completamente priva di pregiudizi. E ci tiene in pugno, fino all’ultimo sconvolgente colpo di scena.

Il segreto del male, scritto da Craig Russell, pubblicato da Piemme, genere thriller, data uscita 03/06/20.
È il 1935 e, mentre in Europa soffiano già i primi venti della furia nazista, nel cuore della Cecoslovacchia c’è un luogo difficile da raggiungere, in cima a una rupe. Lì, in un ospedale psichiatrico ospitato in un castello medievale, sono rinchiusi i “Sei Figli del Diavolo”, i serial killer più malvagi d’Europa. Da Hedvika Valentová, nota come la Vegetariana, a Pavel Zeleny, detto il Taglialegna, fino al più temibile di tutti, Vojtech Skalá, che per la sua incrollabile fede nel male è soprannominato il “Demone”. È lì che è diretto Viktor Kosárek, giovane e brillante psichiatra praghese. Seduto nel treno, mentre attraversa lande deserte e tetri paesaggi rurali, Viktor sente di non avere paura: le sue nuove tecniche di ipnosi e sonno cosciente sono pronte per essere testate, e lui non vede l’ora di schiudere i segreti che si celano nelle menti disturbate dei sei pazienti, e di esplorare il lato oscuro della loro personalità. E, forse, perfino di curarli. Ma quando una serie di efferati omicidi comincia a scuotere Praga, Viktor, vista la sua conoscenza approfondita degli abissi dell’animo umano, si troverà coinvolto nelle indagini del detective Smolák. Al giovane psichiatra sarà chiaro che il male ha un modo tutto suo di insinuarsi ovunque, anche dove meno ci si aspetta di trovarlo. E lo imparerà a sue spese.

Gli spaghetti alla bolognese non esistono, scritto da Filippo Venturi, pubblicato da Mondadori, genere giallo e mistery, data uscita 03/06/20.
È un venerdì sera come tanti alla Vecchia Bologna: ci sono le coppie che chiacchierano bevendo Lambrusco, c’è la food blogger che mangia con la forchetta in una mano e il telefonino nell’altra e ci sono i soliti turisti che osano chiedere al padrone di casa eresie come gli “spaghetti alla bolognese”. Emilio Zucchini li corregge bonariamente e dirige il traffico tra sala e cucina con piglio esperto e gioviale, quando d’un tratto una ragazza alle prese con un piatto di tagliatelle comincia a gridare e contorcersi in preda a una crisi allergica. A pochi isolati da lì, intanto, Mirko Gandusio detto il Grande Gandhi, abbattuto per aver mandato all’aria in un colpo solo il suo lavoro da buttafuori e la relazione più seria della sua vita – dopo quella con sua madre, s’intende -, si imbatte nel Duomo di Bologna e decide di entrare. Dall’altare uno sguardo misericordioso lo attrae: “è lei, la Diva, l’unica e inimitabile Madonna di San Luca, il simbolo della città”, che come tutte le primavere è stata portata in processione in centro. Sarà un richiamo mistico, sarà che ormai non ha più nulla da perdere, fatto sta che Gandhi si arrampica sull’altare, raggiunge la tavola di legno che ritrae la beata vergine e, anziché inginocchiarsi ad adorarla, la stringe al petto e se la fila nell’oscurità. È l’inizio di un weekend rocambolesco per l’intera città, ma soprattutto per Zucchini, che presto scoprirà che lo strano teatrino andato in scena nel suo ristorante e il rapimento della Madonna di San Luca sono legati a doppio filo, e si ritroverà suo malgrado impantanato in entrambi. Toccherà a lui, con le sue entrature alla Curia e le sue, meno efficaci, conoscenze in questura, dare una mano a districare la matassa e lanciarsi alla ricerca della signora più amata di Bologna.

Il taccuino delle cose non dette, scritto da Clare Pooley, pubblicato da Mondadori, genere narrativa, data uscita 03/06/20.
Sei sconosciuti con una cosa in comune: la loro vita non è così perfetta come vogliono far credere…
Uno di questi è Julian, un artista eccentrico che da qualche tempo è precipitato in una profonda solitudine. Nell’accogliente caffè di Londra dove si rifugia nei momenti peggiori, decide di affidare la sua storia alle pagine di un taccuino verde che abbandona incurante su un tavolino. Mai più pensa che Monica, la giovane proprietaria del bar, lo legga e ne rimanga sconvolta. O che il suo piccolo atto di onestà possa avere un impatto così dirompente sulle vite di altre cinque persone che leggeranno il quaderno, portando con sé cambiamenti, amicizie, nuovi amori e, soprattutto, perdono.

Io sono Zelda. E questa è la mia leggenda, scritto da Andrew David MacDonald, pubblicato da Sperling & Kupfer, genere narrativa, data uscita 03/06/20.
Zelda adora i vichinghi: ne conosce a memoria tradizioni e miti, ne ammira il coraggio e la possibilità che offrivano a tutti di diventare eroi di una leggenda. Anche alle donne (le valchirie erano più forti di tutti). Anche alle persone quasi invisibili come lei. Zelda è invisibile perché è diversa, che, come è solita spiegare, «è un modo più carino per dire ritardata». È nata con un disturbo cognitivo per il quale gli altri non la ritengono in grado di decidere per se stessa, anche se ormai ha ventun anni e ha le idee molto chiare sulla vita, che organizza rigorosamente in liste da seguire. A prendersi cura di lei è Gert: il suo fratello, il suo guerriero, l’unica famiglia che le resti. Gert è bravissimo a sopravvivere alle battaglie della vita, ma anche a mettersi nei guai. Così, quando Zelda scopre che il fratello ha trovato un metodo discutibile e pericoloso per guadagnare i soldi necessari a mantenere entrambi, decide di prendere in mano la situazione. Ben presto, si ritroverà alle prese con una sfida che metterà a dura prova il suo coraggio vichingo e si scoprirà disposta a tutto pur di scrivere da sola la sua leggenda. Anche ad andare contro le regole, se si tratta di salvare la sua tribù.

Love me. Per sempre. 3, scritto da Kathinka Engel, pubblicato da Sperling & Kupfer, genere narrativa rosa, data uscita 03/06/20.
Sempre pronta ad aiutare chiunque si trovi in difficoltà, Amy è completamente assorbita dal suo lavoro di assistente sociale e da Jeannie, la bambina che ha da poco in affido. Dopo una settimana particolarmente faticosa, una sera, in un bar, si imbatte in Sam, affascinante dottorando dell’università di Pearley, ma capisce all’istante che non è assolutamente la persona adatta con cui iniziare una relazione. Infatti lui, dopo essere stato rifiutato dal suo grande amore, passa da una storiella all’altra, senza mai rivedere nessuna delle sue conquiste. Eppure, gli basta una serata con Amy per non riuscire più a togliersela dalla testa. Tuttavia, sebbene in cuor suo desideri qualcuno che si prenda cura di lei, la ragazza fatica ad aprirsi con gli altri a causa di un trauma che l’ha segnata nel profondo e, soprattutto, ha paura a fidarsi di un uomo che non le sembra il più affidabile del mondo. Spetterà a Sam tentare l’impossibile per far innamorare Amy, dimostrandole non solo di essere capace di un sentimento vero, ma anche di poter diventare una figura di riferimento per la piccola Jeannie. Con quest’ultimo capitolo si conclude la trilogia di Kathinka Engel.

L’estate della mia rivoluzione, scritto da Angelica Grivel Serra, pubblicato da Mondadori, genere narrativa per ragazzi, data uscita 03/06/20.
Luce ha diciassette anni e vive con l’adorata madre Valeria in una grande casa sul mare di Cagliari, coccolata dall’amore incondizionato di una famiglia quasi tutta al femminile. Baciata dalla bellezza e da un’intelligenza fuori dal comune, a scuola riesce senza troppi sforzi ma non ha grandi rapporti con i coetanei. A dire il vero, non assomiglia per niente agli adolescenti che la circondano. Perché Luce, nella sua età e soprattutto nel corpo di una ragazza della sua età, non si sente per niente a proprio agio. È come se appartenesse a una declinazione diversa della stessa specie, come fosse fuori sincrono. A differenza dei suoi compagni, infatti, non riesce ad accettare le asperità della metamorfosi, a gustarne la forza e a coglierne tutto il potere. Al contrario, l’immagine che le viene quotidianamente restituita dallo specchio, quel corpo che muta e che la sorprende ogni giorno con particolari nuovi e non richiesti, non la rappresenta. Non più. Le è estranea, sconosciuta, nemica. Un’immagine lontana da come si sente realmente, nel profondo. Ma l’estate che sta per vivere, con gli incontri che costelleranno questa stagione pigra e suadente, potrebbe sorprenderla, offrendole la possibilità di affrontare l’atroce senso di sospensione e incertezza che la avvince, e di compiere quei primi indispensabili, goffi eppure rivoluzionari passi che, pacificandola con il passato, potrebbero permetterle di abbracciare un futuro carico di promesse.

Il bacio dell’angelo caduto. La saga completa, scritto da Becca Fitzpatrick, pubblicato da Piemme, genere fantasy per ragazzi, data uscita 03/06/20.
Nora è la tipica ragazza della porta accanto: molto carina, seria, studiosa. Patch è il classico cattivo ragazzo, strafottente, complicato e decisamente affascinante. Lei non sa perché lui la attragga tanto, in fondo non è il suo tipo. Lui invece sa benissimo perché inizia a corteggiarla, ed è un motivo oscuro e inquietante, legato a un passato talmente spaventoso da risultare semplicemente inconfessabile. Patch non ha dubbi su quello che è giusto o sbagliato quando si avvicina a Nora, eppure lo fa. Se vuole restare su questa Terra, dovrà rubarle la vita, letteralmente. Invece, sarà lei a farlo. Perché la passione può attraversare i secoli e trascendere la comprensione, perché l’amore può davvero cambiare le persone, rendendole invincibili e… immortali. Questa è la saga che ha contribuito a creare il genere letterario che non ha ancora smesso di affascinare le lettrici. Finalmente riuniti, ecco i quattro romanzi che hanno raccontato – in un crescendo di suspense e colpi di scena – l’irresistibile storia d’amore fra Nora e Patch, fra esseri umani e angeli caduti, fondendo thriller e romance…

Un nuovo mondo, scritto da Barbara Kingsolver, pubblicato da Frassinelli, genere narrativa, data uscita 03/06/20.
Willa Knox e il marito sono due persone perbene, che hanno messo serietà e passione nel lavoro, amore e dedizione nella famiglia, impegno e altruismo nella vita sociale. Eppure si trovano senza lavoro e con una situazione familiare a dir poco fragile. La rivista con cui Willa collaborava ha chiuso i battenti, come tante, e l’università dove insegnava suo marito ha ridotto il personale per mancanza di fondi. I loro due figli sono precari da un pezzo e l’anziano suocero di Willa dipende da un sistema sanitario che fa acqua da tutte le parti.
L’unica cosa che le rimane è una vecchia casa nel profondo New Jersey, un’eredità che si rivela ben più interessante di quanto non sembri. Mentre tenta di rimettersi in piedi con tutta la famiglia, infatti, Willa comincia a fare ricerche sulle origini dell’edificio, costruito in piena era vittoriana, e sul suo proprietario, un certo Thatcher Greenwood.
Attraverso i suoi documenti e le lettere scritte alla vicina di casa, l’eccentrica signora Treat, Willa ridà vita ai due fantasmi, un uomo e una donna che hanno amato la natura e la scienza, e che per questo sono stati respinti e isolati dall’ambiente puritano e bigotto che li circondava. Eppure il mondo è cambiato, nonostante le forze conservatrici. E Willa si rende conto di vivere in un’epoca altrettanto rivoluzionaria, ed è pronta ad accogliere la nuova era.

Il futuro non promette bene, scritto da Eleanor Davis, pubblicato da Rizzoli Lizard, genere narrativa a fumetti, data uscita 03/06/20.
USA, 2022: le auto vanno ancora a benzina, gli schermi degli smartphone si scheggiano come sempre e non ci sono alieni in vista. Tutto è identico al nostro presente, ma la storia ci insegna che sono sufficienti dei piccoli cambiamenti per innescare spaventose reazioni a catena. Infatti, Zuckerberg ha preso il posto di Trump e i droni di Facebook ci scrutano dal cielo. Più che uno scenario di fantascienza, questo è un distillato di timori fondati. Del resto, come ricorda Virginia W. Ricci nella sua prefazione, «Davis ha iniziato a scrivere questa storia poco dopo l’elezione dell’attuale presidente degli Stati Uniti, in un momento in cui stava perdendo un parente anziano e, contemporaneamente, cercava di concepire un bambino», tutte esperienze che convergono nelle vicende della protagonista Hannah, una badante trentenne, molto attiva politicamente. Visto che la sua vita privata non è un granché, Hannah fa il possibile per migliorare quella di chi la circonda. Il suo compagno Johnny ha promesso che costruirà una casa per loro due e il figlio che vorrebbero tanto. La casa e il figlio, però, restano fantasie e nel frattempo la coppia si arrangia in una roulotte parcheggiata nel bosco. Intanto, le invasioni della privacy e i controlli sugli attivisti politici si fanno più frequenti e la propaganda di Stato semina terrore. Hannah continua a immaginare un futuro migliore, ma quando il suo bambino arriverà, quel mondo per cui si è battuta, ci sarà ancora?

Ali d’argento, scritto da Camilla Lackberg, pubblicato da Marsilio, genere thriller, data 04/06/20.
Grazie a un piano raffinato e crudele, Faye si è lasciata alle spalle il tradimento e le umiliazioni inflitte dall’ormai ex marito Jack e sembra aver ripreso in mano le redini della propria esistenza: è una donna autonoma, si è rifatta una vita all’estero, Jack è in prigione e la società da lei fondata, la Revenge, va a gonfie vele. Ma nuove sfide potrebbero incrinare la sua serenità così faticosamente conquistata. Sull’azienda e sul lancio del marchio Revenge negli Stati Uniti pesa una grave minaccia, tanto che Faye è costretta a rientrare a Stoccolma. Non può e non vuole rischiare di perdere tutto quello per cui ha tanto lottato. Questa volta, però, la determinazione non basta, e per risorgere dalle ceneri e riprendere il controllo della situazione ci vuole un piano ancora più diabolico. Così, con l’aiuto di un gruppo sceltissimo di donne, Faye torna a combattere per difendere ciò che è suo, e per proteggere se stessa e i propri cari.

Contro un mondo senza amore, scritto da Susan Abulhawa, pubblicato da Feltrinelli, genere narrativa, data uscita 04/06/20.
Nahr è rinchiusa nel Cubo: tre metri quadrati di cemento armato levigato, privata di ogni riferimento di tempo, con i suoi sistemi di alternanza luce e buio che nulla hanno a che vedere con il giorno e la notte. Vanno a trovarla dei giornalisti, ma vanno via a mani vuote, perché Nahr non condividerà la sua storia con loro. Il mondo lì fuori chiama Nahr una terrorista e una puttana; alcuni forse la chiamerebbero una rivoluzionaria o un esempio. Ma la verità è che Narh è sempre stata molte cose e ha avuto molti nomi. Era una ragazza che ha imparato, presto e dolorosamente, che quando sei un cittadino di seconda classe l’amore è un solo tipo di disperazione; ha imparato, sopra ogni cosa, a sopravvivere. Cresciuta in Kuwait, è una ragazza arrivata in Palestina con le scarpe sbagliate e che, senza andare a cercarseli, trova scopi, passione politica, amici. E trova un uomo dagli occhi scuri, Bilal, che le insegna a resistere; che prova a salvarla ma quando è già troppo tardi. Nahr si mette seduta nel Cubo e racconta la storia a Bilal. Bilal che non è lì, che forse non è più neanche vivo, ma che è la sua unica ragione per uscire fuori.

Conosci l’estate?, scritto da Simona Tanzini, pubblicato da Sellerio Editore Palermo, genere giallo e mistery, data uscita 04/06/20.
Viola, romana trapiantata a Palermo per un combinarsi di caso e di scelta, è un «volto televisivo», una giornalista tv. Ha un disturbo della percezione (lei preferisce «una particolarità»), la sinestesia: ogni cosa, ogni luogo, ogni persona che guarda si unisce, per lei, a una musica e la musica a un colore; ma non tutti, alcuni non hanno musica e quindi colore, «meglio tenersi lontani». A questo si accompagna una più grave malattia degenerativa, «neuroni bucati» che, senza disabilitarla, determinano il suo modo di muoversi e l’approccio alla realtà. Nel pieno di un’ondata di scirocco è morta strangolata Romina, una ventenne di buona famiglia. È immediatamente sospettato Zefir, un popolarissimo cantautore. Viola vaga per tutti i luoghi coinvolti dal crimine, conducendo la sua vita movimentata, curiosando nelle case e nelle giornate di ogni tipo di gente. Santo, l’ex caporedattore, trincerato dietro tenaci silenzi la mette in contatto con un suo amico, un poliziotto che lei chiama Zelig perché cangiante di colore, il quale sembra sfruttare le sue intuizioni, le sue visioni, l’abilità di profittare del caso. L’inchiesta diventa una storia in una prima persona insolita, né flusso di coscienza né descrizione; un registrare emozioni, eventi e coincidenze lontani, mischiati a pensieri contemporanei su se stessa, sulla città, su fatti e persone, con spirito ironia sarcasmo pena cinismo amore, sentimenti tutti orientati all’obiettivo di rubare la verità a una realtà frammentaria. Conosci l’estate? scandaglia senza trovare fondo il tema della colpa e dell’innocenza. E dietro la vicenda gialla traspare il vero cuore del romanzo: il ritratto commovente, quasi un diario, di una donna che avverte che in lei «si sta allargando il buio», che è lei «quella diversa» e perciò attraversa la vita in modo totale con tristezza e divertimento, malinconia ed entusiasmo, dolore e godimento. Di queste contraddizioni Palermo è il simbolo oltre che il luogo, «città ossimoro»: i suoi odori, la sua compassione e ferocia; e l’Altra Palermo disillusa, «più ipocrita e indifferente di prima». Ma è a Viola che non si può non voler bene.

La volpe era già il cacciatore, scritto da Herta Muller, pubblicato da Feltrinelli, genere narrativa, data uscita 04/06/20.
Sono gli ultimi tempi prima della caduta del regime di Ceauçescu in Romania. Adina fa la maestra, e ha in casa una pelle di volpe. Un giorno si accorge che in sua assenza è scomparsa la coda della volpe. È l’inizio: la prossima a scomparire è una zampa, poi un’altra. Adina è stata presa di mira dai servizi segreti.
Pubblicato per la prima volta in Germania nel 1992 e finora mai tradotto in Italia, il romanzo si sviluppa attraverso una successione di quadri ed episodi – evocati con straordinaria potenza da una scrittura secca, ipnotica – che raccontano la storia di Adina, dell’amica Clara e del suo amante Pavel, informatore della Securitate, e del musicista Paul. Fino al crollo della dittatura. La minaccia, tuttavia, non cessa: chi è la volpe – e chi il cacciatore?

Mia sorella è una serial killer, scritto da Oyinkan Braithwaite, pubblicato da La nave di Teseo, data uscita 04/06/20.
Quando una sera Korede riceve una telefonata della sorella sa già, purtroppo, cosa Ayoola si aspetta da lei: candeggina, guanti di gomma, nervi d’acciaio e stomaco forte. Questo è il terzo fidanzato che Ayoola uccide per autodifesa – dice lei – e la terza scena del crimine che le chiede di pulire. Korede dovrebbe andare dalla polizia ma vuole troppo bene alla sorellina, e la famiglia viene prima di tutto. Almeno finché Ayoola, la figlia prediletta e bellissima di cui tutti si innamorano, non inizia a frequentare il dottore con il quale Korede lavora e di cui è innamorata. Costretta a scegliere tra la complicità e l’amore, Korede dovrà ora decidere fino a che punto è disposta a spingersi per proteggere sua sorella. Affilato, ironico, sfrontato, questo romanzo d’esordio acclamato dalla critica lancia Oyinkan Braithwaite come una delle voci più promettenti della letteratura nigeriana.

La memoria del cuore, scritto da Jan-Philipp Sendker, pubblicato da Neri Pozza, genere narrativa, data uscita 04/06/20.
Il dodicenne Ko Bo Bo vive con suo zio U Ba a Kalaw, una città della Birmania. È un bambino con un dono insolito: Bo Bo può leggere i sentimenti delle persone nei loro occhi. Suo padre viene a trovarlo una volta all’anno; di sua madre, invece, Ko Bo Bo non ricorda quasi nulla. Un giorno, U Ba gli racconta una storia insolita: quella di un grande amore capace di sfidare il tempo e lo spazio e della misteriosa malattia di sua madre. Bo Bo decide dunque di andare in cerca dei suoi genitori, con la convinzione di poterla guarire. Sarà un viaggio che lo porterà nel cuore della magica Birmania, un viaggio che metterà a dura prova il coraggio del suo cuore.

I canti della Britannia. Il Vallo di Adriano. 2, scritto da Massimo Giulio Tancredi, pubblicato da Fanucci, genere romanzo storico, data uscita 04/06/20.
124 d.C. Mentre il Vallo di Adriano s’innalza sempre più maestoso a separare la brughiera del sud dalle foreste inaccessibili del nord, la tensione tra Annio, Giulia e Deirdre sembra ormai prossima al punto di rottura. Le legioni di Roma sono messe a dura prova, tra attacchi sanguinosi, campagne di riconquista e rivolte di popoli che reclamano la libertà. Tuttavia una nuova speranza inizia a germogliare tra le ceneri, là dove i canti della Britannia evocano il sogno di una terra in cui tutti possano convivere. Così Deirdre, spinta dall’amore per la sua nuova famiglia, parte alla ricerca di Drest, convinta di poter promuovere un dialogo tra romani e pitti. La Caledonia, però, è ancora avida di sangue, e il prezzo della pace si rivelerà più alto che mai. La storia di un’impresa epica: la monumentale costruzione del Vallo di Adriano, un’ardita opera di ingegneria che per anni ha visto le legioni di Roma impegnate in una guerra aspra e sanguinaria contro gli antichi abitanti delle Highlands scozzesi. Un progetto ai limiti dell’impossibile, in una terra di frontiera oscura e minacciosa, sulla quale il sangue dei legionari è stato versato a fiumi.

2084. La dittatura delle donne, scritto da Gianni Clerici, pubblicato da Baldini & Castoldi, genere fantasy, data uscita 04/06/20.
Nel 2084 l’umanità, o ciò che ne resta dopo un disastro ambientale e una nuova guerra mondiale, è regredita a una sorta di medioevo bucolico, dove il controllo dell’ordine è affidato a robot e supercomputer, che hanno il compito di assicurare la sopravvivenza della cosiddetta Dittatura Democratica. Nel nuovo regime tutto deve essere funzionale e regolamentato: non si può decidere il proprio destino, il desiderio, la creatività, l’eros sono visti con sospetto. Inoltre esso prevede che gli uomini, i Vires, siano destinati alle mansioni più umili, in attesa che i nuovi robot che vanno perfezionandosi possano prendere il loro posto e soppiantarli una volta per tutte. Sì, perché il sesso maschile è regredito nella scala gerarchica e ora a comandare sono le donne, moderne Amazzoni. Soprattutto, i rapporti fra i sessi sono banditi e ogni forma di riproduzione è rigidamente controllata. In questo scenario distopico, la curiosa e impertinente Evonne, figlia di Livia, artista quieta e remissiva, rimane incinta. Di un uomo. E l’uomo è Vijay, un ragazzo della casta degli Assimilati, una sorta di schiavo con capacità artistiche dirompenti. È così che il sistema entra in crisi, mostrando i suoi limiti e le sue falle. Evonne e Livia si sforzano di nascondere il frutto di quella unione divenuta, ora, nel mondo nuovo, assurda e impensabile, ma quel frutto – la piccola, geniale Irma – incarna il cambiamento che non può essere fermato.

Aspettando il cielo, scritto da Elliot Ackerman, pubblicato da Longanesi, genere narrativa, data uscita 04/06/20.
Eden giace in un letto d’ospedale, incapace di muoversi o parlare. È stato ricoverato in seguito a un attacco subito sul fronte di guerra afghano e il suo corpo ora è lacerato da ustioni gravissime. Sua moglie Mary è accanto a lui, trascorre intere giornate seduta sul divano della sua stanza, pregando che la morte ancora non venga a prenderselo. C’è qualcun altro, in quella stanza, che prega: si tratta di un commilitone di Eden, voce narrante delle loro tre storie che a un certo punto si sono intrecciate così da crearne una nuova e unica. Mentre Eden lotta per la vita, il suo compagno ripercorre quel che è successo, i segreti, le battaglie, i sentimenti che li hanno portati tutti e tre lì in quel momento. Un romanzo sconvolgente che esplora i postumi invisibili e le vittime non riconosciute della guerra. Una meditazione profonda sulla lealtà, l’amicizia, il tradimento e l’amore.

Il treno degli innocenti, scritto da Gill Thompson, pubblicato da Newton Compton Editori, genere romanzo storico, data uscita 04/06/20.
Praga, 1939. Eva è una giovane madre con un segreto che la tormenta. Quando i nazisti invadono la Cecoslovacchia, sa bene che l’unico modo per proteggere sua figlia è quello di mandarla lontano, al sicuro. Anche a costo di non rivederla mai più. Eva viene così deportata in un campo di concentramento, dove gli orrori e le continue sofferenze non fanno che mettere il suo segreto in pericolo giorno dopo giorno. Intanto, a Londra, Pamela è tra le volontarie che si occupano di trovare una casa ai bambini ebrei in fuga dall’Europa centrale. Per loro sono infatti stati allestiti convogli diretti verso il Regno Unito, lontano dalla minaccia di una guerra che sembra ormai imminente. Sono treni della speranza, l’ultima possibilità per molti di attraversare un continente in fiamme e mettersi in salvo, dimenticando l’orrore. E così, quando una bambina tra quelle arrivate non trova nessuno ad attenderla, Pamela decide di portarla a casa con sé. Ma il suo gesto di altruismo non può fermare l’ondata di sofferenza che si prepara a invadere l’Europa: quando suo figlio viene arruolato nella Royal Air Force, Pamela si accorgerà che la guerra impone a tutti un prezzo da pagare. Ispirato alla vera e straziante storia dei treni che salvarono migliaia di bambini.

Uccidere ancora, scritto da Patricia Gibney, pubblicato da Newton Compton Editori, genere thriller, data uscita 04/06/20.
Quando in una fattoria viene ritrovato il corpo di una donna riverso in una pozza di sangue, la detective lottie parker viene inviata nella remota campagna irlandese per indagare.
La scena del crimine racconta di un’aggressione brutale: ci sono vetri rotti, sedie fracassate e un cadavere martoriato. Cosa può avere scatenato una rabbia così feroce? Un impermeabile nero pare l’indizio decisivo per identificare il killer, ma una scoperta sconvolgente cambia tutte le carte in tavola: l’omicidio pare legato a un caso risalente a molti anni prima, che ruotava intorno al manicomio di St. Declan, l’ultima indagine del padre della detective Parker, prima che si togliesse la vita. Mentre Lottie si interroga sugli oscuri segreti del suo passato, una ragazza scompare, e nel frattempo una persona orrendamente mutilata viene abbandonata sugli scalini dell’ospedale. Ed è subito chiaro che se vuole impedire all’assassino di uccidere ancora, la detective Parker dovrà affrontare una volta per tutte i suoi demoni personali.

Il sentiero perduto delle arance, scritto da Nadia Marks, pubblicato da Newton Compton Editori, genere narrativa, data uscita 04/06/20.
Isola di Cipro. In un piccolo paese tra le montagne vivono due famiglie. Nonostante siano di fedi religiose diverse, sono unite da una profonda amicizia, basata sul rispetto e sul reciproco aiuto. Da generazioni, infatti, all’ombra dei rami di pino e di arancio profumato, le donne condividono i loro segreti e gli uomini si supportano nelle fatiche di tutti i giorni. E così due ragazzi, Lambros e Orhan, crescono fianco a fianco, come fratelli. Ma con il passare del tempo, la loro amicizia viene messa a dura prova: un terribile tradimento scatena una serie di eventi destinati a spezzare il legame che unisce da anni le due famiglie. Molti anni dopo, Lambros, nella sua casa a Londra, ha deciso di raccontare quei ricordi così dolorosi alla figlia Stella. Attraverso le parole di suo padre, la ragazza sta per essere trasportata indietro nel tempo, in una terra ricca di sole e passioni. È troppo tardi per il perdono? O forse le nuove generazioni possono aiutare a ricucire gli strappi del passato?

Come pioggia su di me, scritto da Brittainy C. Cherry, pubblicato da Newton Compton Editori, genere narrativa rosa, data uscita 05/06/20.
Greyson East ha lasciato un segno su di me. Quando mi sono innamorata di lui, non sapevo ancora nulla della vita. Mi accontentavo dei suoi sorrisi, delle sue risate e dei brividi che mi dava la gioia di essergli accanto. La vita era perfetta, ma le cose sono cambiate da allora. Abbiamo preso strade diverse e io ho lentamente superato la mia prima cotta, anche se non ho mai smesso di desiderare il giorno in cui ci saremmo incontrati di nuovo. Non potevo sapere, quando ho trovato lavoro come babysitter, che avrei badato ai suoi figli.

Fiore di roccia, scritto da Ilaria Tuti, pubblicato da Longanesi, genere romanzo storico, data uscita 08/06/20.
Si celebra il coraggio e la resilienza delle donne, la capacità di abnegazione di contadine umili ma forti nel desiderio di pace e pronte a sacrificarsi per aiutare i militari al fronte durante la Prima guerra mondiale. La Storia si è dimenticata delle Portatrici per molto tempo. Questo romanzo le restituisce per ciò che erano e sono: indimenticabili.
«Quelli che riecheggiano lassù, fra le cime, non sono tuoni. Il fragore delle bombe austriache scuote anche chi è rimasto nei villaggi, mille metri più in basso. Restiamo soltanto noi donne, ed è a noi che il comando militare italiano chiede aiuto: alle nostre schiene, alle nostre gambe, alla nostra conoscenza di quelle vette e dei segreti per risalirle. Dobbiamo andare, altrimenti quei poveri ragazzi moriranno anche di fame. Questa guerra mi ha tolto tutto, lasciandomi solo la paura. Mi ha tolto il tempo di prendermi cura di mio padre malato, il tempo di leggere i libri che riempiono la mia casa. Mi ha tolto il futuro, soffocandomi in un presente di povertà e terrore. Ma lassù hanno bisogno di me, di noi, e noi rispondiamo alla chiamata. Alcune sono ancora bambine, altre già anziane, ma insieme, ogni mattina, corriamo ai magazzini militari a valle. Riempiamo le nostre gerle fino a farle traboccare di viveri, medicinali, munizioni, e ci avviamo lungo gli antichi sentieri della fienagione. Risaliamo per ore, nella neve che arriva fino alle ginocchia, per raggiungere il fronte. Il nemico, con i suoi cecchini – diavoli bianchi, li chiamano – ci tiene sotto tiro. Ma noi cantiamo e preghiamo, mentre ci arrampichiamo con gli scarpetz ai piedi. Ci aggrappiamo agli speroni con tutte le nostre forze, proprio come fanno le stelle alpine, i «fiori di roccia». Ho visto il coraggio di un capitano costretto a prendere le decisioni più difficili. Ho conosciuto l’eroismo di un medico che, senza sosta, fa quel che può per salvare vite. I soldati ci hanno dato un nome, come se fossimo un vero corpo militare: siamo Portatrici, ma ciò che trasportiamo non è soltanto vita. Dall’inferno del fronte alpino noi scendiamo con le gerle svuotate e le mani strette alle barelle che ospitano i feriti da curare, o i morti che noi stesse dovremo seppellire. Ma oggi ho incontrato il nemico. Per la prima volta, ho visto la guerra attraverso gli occhi di un diavolo bianco. E ora so che niente può più essere come prima.»

Se l’acqua ride, scritto da Paolo Malaguti, pubblicato da Einaudi, genere narrativa, data uscita 09/06/20.
Sulla corrente dei fiumi nulla cambia mai davvero. Al timone degli affusolati burchi dal fondo piatto, da sempre i barcari trasportano merci lungo la rete di acque che si snoda da Cremona a Trieste, da Ferrara a Treviso. Quando Ganbeto sale come mozzo sulla Teresina del nonno Caronte, l’estate si fa epica e avventurosa. Sono i ruggenti anni ’60, nelle case entrano il bagno e la televisione in bianco e nero, Carosello e il maestro Manzi. I trasporti viaggiano sempre piú via terra, e i pochi burchi che ancora resistono, per ostinazione oltre che per profitto, preferiscono la sicurezza del motore ai ritmi lenti delle correnti e delle maree. Quello del barcaro è un mestiere antico, ma l’acqua non dà certezze, e molti uomini sono costretti a impiegarsi come operai nelle grandi fabbriche. A bordo della Teresina, Ganbeto si sente invincibile. Gli attracchi, le osterie, le burrasche, il mare e la laguna, le campane di piazza San Marco, i coloriti modi di dire di Caronte e i suoi cappelli estrosi, le ragazze che s’incontrano lungo le rotte. Presto, però, non potrà piú far finta di niente, lui che ha un piede nel vecchio e uno nel nuovo dovrà imparare la lezione piú dolorosa di tutte: per crescere bisogna sempre lasciare indietro qualcosa. «Poche cose restavano chiare, nella sua mente: che Pellestrina è un’isola magnifica. Che il mare ti entra dentro piú dei fiumi. Che, soprattutto, non avrebbe mai fatto altro nella vita: il barcaro era l’arte per la quale sentiva di essere nato». È il 1966, l’anno della grande alluvione. Ganbeto conquista i canali sul burchio del nonno Caronte, imparando a vivere a colpi di remo. Paolo Malaguti ha scritto un libro pieno di grazia, l’avventura al tramonto di un mondo che corre sull’acqua osservato dagli occhi piú curiosi che ci siano, quelli di un ragazzino che vuole diventare grande.

Le imperfette, scritto da Federica De Paolis, pubblicato da DeA Planeta, genere narrativa, data uscita 09/06/20.
Con straordinaria lucidità e una scrittura che non concede niente alla retorica, Le imperfette getta uno sguardo su quel groviglio interiore che ci portiamo dentro, dove le bugie che gli altri ci raccontano si mescolano agli inganni dei nostri stessi sensi.
Anna sta recitando una parte, ma non lo sa. O forse non vuole saperlo, perché altrimenti dovrebbe chiedersi chi è, e cosa desidera dalla vita. Del resto, ha due meravigliosi bambini, un padre che la adora e un marito chirurgo estetico che è appena diventato primario di Villa Sant’Orsola, la clinica privata di famiglia. Ha anche un amante, Javier, il papà spagnolo di una compagna di scuola del figlio: si incontrano due volte alla settimana in un appartamento che diventa subito uno splendido altrove, un luogo di abbandono. E allora, cos’è che non funziona? I nodi, si sa, presto o tardi arrivano al pettine. Il suo matrimonio, il suo rapporto con i figli, la reputazione della clinica: uno dopo l’altro, tutti i pilastri della sua esistenza iniziano a vacillare. Anna è costretta a fare ciò che non avrebbe mai immaginato: aprire gli occhi e attraversare il confine sottile che separa l’apparenza dalla realtà. Per scoprire che le ferite, anche se fanno male, a volte sono crepe dalle quali può entrare una nuova luce.

Kaddish.com, scritto da Nathan Englander, pubblicato da Einaudi, genere narrativa, data uscita 09/06/20.
Secondo tradizione, alla morte del padre spetta al figlio maschio recitare il Kaddish del lutto ogni giorno per undici mesi. Un compito di gran lunga troppo gravoso per Larry, unico figlio maschio, ateo e un po’ debosciato, in una famiglia ortodossa di Brooklyn. Che fare allora, per rispettare la tradizione e salvare l’anima del padre senza perdere la propria? Semplice, basta andare nel mare magnum del sapere contemporaneo: internet, che, proprio come Dio, è ovunque. Un capolavoro di funambolismo letterario, per Nathan Englander, sempre in bilico fra la più profonda comicità e la più sfrenata serietà. «Un romanzo sublime, dalle influenze kafkiane e rothiane, che si destreggia tra sacro e profano con creatività e ironia». The New York Times

Stars 2 – Noi come sole e luna, scritto da Anna Todd, pubblicato da Sperling & Kupfer, genere narrativa rosa per ragazzi, data uscita 09/06/20.
Dopo aver conquistato milioni di lettrici con After e la storia di Tessa e Hardin, Anna Todd aggiunge un secondo capitolo alla sua nuova serie, Stars, e torna a raccontare attraverso Karina e Kael come l’amore sia la stella più brillante che ci guida nel viaggio della vita. Come una stella cadente, l’amore tra Karina e Kael ha illuminato per un istante la vita di entrambi: così intenso da squarciare il buio delle loro solitudini; così breve da lasciare la nostalgia di un «per sempre». La loro storia è stata un’oasi di pace che li proteggeva dal caos tutto intorno, una fragile bolla che non ha retto alla scoperta di un segreto che Kael ha taciuto a Karina. Ora lui, giovanissimo veterano dell’esercito, è tornato ai suoi incubi, ai demoni che popolano la sua mente, alle tenebre che solo la luce di Karina riusciva a dissipare. Ed è a lei che pensa ancora quando ha bisogno di pace. Karina – anima tormentata e complessa, fuoco e ghiaccio insieme – si è chiusa di nuovo nel suo guscio. A nessuno aveva mai aperto il suo cuore come a Kael, a nessuno aveva mai raccontato le verità nascoste della sua famiglia disfunzionale, ma lui ha tradito quella fiducia. Stanca di vivere le parole degli altri – le leggi severe del padre, le bugie del fratello gemello, le favole della madre perduta -, Karina vorrebbe cominciare a scrivere la propria storia. Eppure, quella storia sembra non essere completa se manca Kael. Karina e Kael: incapaci di stare insieme, incapaci di stare lontani. Come sole e luna, la presenza dell’uno sembra escludere quella dell’altra. Come sole e luna, sono calamitati da una forza invisibile e inevitabile. Un’attrazione che tiene in piedi tutto il loro universo. Una passione destinata a brillare, ancora e ancora.

Giura, scritto da Stefano Benni, pubblicato da Feltrinelli, genere narrativa, data uscita 11/06/20.
Allegro e malinconico, profetico e nostalgico, lucido e visionario, Stefano Benni parla d’amori felici e impossibili, di alberi fatali e di delfini, parla di noi, di chi eravamo e di come siamo diventati. “Giura che non mi dimenticherai. Giura su ogni scrigno di noce, e su ogni chicco di uva e grillo nascosto e stella del firmamento.”
Febo ha tredici anni e vive insieme ai nonni in un piccolo borgo sull’Appennino all’ombra dei Castagni Gemelli, popolato da leggende paurose e da un’umanità bizzarra e variopinta: ci sono Bue e suo padre Chicco, Slim e i sette fratelli Carta, Pietrino detto Zanza che di Febo è il più caro amico, Celso l’indio silenzioso con il suo cavallo Strappafiori. E poi c’è Ca’ Strega, dove vive Luna, muta e selvaggia, con la sua stravagante famiglia capeggiata da una nonna dotata di poteri magici. Il destino di Febo e Luna è segnato da un pomeriggio al luna park, e dalla profezia su una misteriosa mano di ferro. Le loro strade si dividono – lei finisce in un istituto di suore dove il dottor Mangiafuoco le farà recuperare la voce, mentre lui va a studiare in città dove ritrova un padre megalomane, sempre sul punto di concludere “un grande affare” e una madre amareggiata. Pur se lontani, Febo e Luna non smettono mai di pensarsi e di volersi bene. Lui tutto grandi teorie e proclami, lei concreta e battagliera. Il destino della loro vita è lasciarsi e ritrovarsi, e ogni volta il loro distacco è preceduto dalla separazione, premonitrice e crudele, di un’altra coppia di amanti. Anche quando, sullo sfondo di un’Isola cristallina, si illudono brevemente di poter restare sempre insieme, si perderanno. Gli anni passano, Febo adesso ha un figlio amato e indipendente, e della passione per la natura e l’ecologia ha fatto un mestiere; Luna aiuta i deboli e insegna la lingua dei segni a chi non ha la voce. Su di loro incombe l’ultima separazione, lei nel gelo del Nord, lui nel cuore di una foresta tropicale.

L’enigma della camera 622, scritto da Joel Dicker, pubblicato da La nave di Teseo, genere giallo e mistery, data uscita 11/06/20.
Un fine settimana di dicembre, il Palace de Verbier, lussuoso hotel sulle Alpi svizzere, ospita l’annuale festa di una importante banca d’affari di Ginevra, che si appresta a nominare il nuovo presidente. La notte della elezione, tuttavia, un omicidio nella stanza 622 scuote il Palace de Verbier, la banca e l’intero mondo finanziario svizzero. L’inchiesta della polizia non riesce a individuare il colpevole, molti avrebbero avuto interesse a commettere l’omicidio ma ognuno sembra avere un alibi; e al Palace de Verbier ci si affretta a cancellare la memoria del delitto per riprendere il prima possibile la comoda normalità. Quindici anni dopo, un ignaro scrittore sceglie lo stesso hotel per trascorrere qualche giorno di pace, ma non può fare a meno di farsi catturare dal fascino di quel caso irrisolto, e da una donna avvenente e curiosa, anche lei sola nello stesso hotel, che lo spinge a indagare su cosa sia veramente successo, e perché, nella stanza 622 del Palace de Verbier.

La furia del tifone, scritto da Clive Cussler e Boyd Morrison, pubblicato da Longanesi, genere avventura, data uscita 11/06/20.
Per Juan Cabrillo e l’equipaggio della Oregon doveva essere una missione di routine: recuperare una collezione di dipinti per un valore di mezzo miliardo di dollari. Ma quando scopre che il leader di una fazione di ribelli filippini, Salvador Locsin, intende sfruttare i quadri per finanziare le sue attività illegali, Cabrillo e la sua squadra si ritrovano al centro di un intrigo internazionale. Locsin per giunta è entrato in possesso del progetto di uno dei segreti più letali della Seconda guerra mondiale: una droga sperimentata dai giapponesi, che trasforma un guerrigliero in una sorta di macchina immortale. Per fermare Locsin e scongiurare il rischio di un conflitto inarrestabile che sovvertirebbe gli equilibri mondiali, la Oregon non deve solo sconfiggere il comandante ribelle, ma anche un mercenario sudafricano deciso a impossessarsi della droga. Una missione condotta tra segreti del passato e nuovi scenari geopolitici che solo l’equipaggio della Oregon può affrontare.

Signorina. Memorie di una ragazza sposata, scritto da Chiara Sfregola, pubblicato da Fandango, data uscita 11/06/20.
Dall’11 maggio 2016 le unioni civili sono legge. E se sul matrimonio è stato scritto molto e sulle donne altrettanto, sulle donne che hanno deciso di sposarsi fra loro si sa molto meno. A riempire con la sua intelligenza questo vuoto, arriva Chiara Sfregola che, a partire dalla sua esperienza di lesbica, di femminista e di moglie, racconta con un passo a metà tra saggistica e memoir cosa è stato storicamente e cosa sta diventando, oggi, il matrimonio. Una volta pronunciato il fatidico sì molte persone, anche di destra, anche persone che sono sempre state contrarie all’adozione da parte delle coppie gay, hanno iniziato a chiederle quando aveva intenzione di fare figli. Altre persone, lesbiche incluse, hanno chiesto dell’abito: chi indosserà quello bianco? (che è la versione politically correct del “chi fa l’uomo?”). Alcune femministe l’hanno guardata male: tu quoque, ossequi l’istituzione antiquata e collabori col patriarcato? La sfida di questo libro è rispondere a queste e a molte altre domande. Per esempio: se il matrimonio nasce come istituzione che limita la libertà delle mogli, qual è il senso del matrimonio fra due donne? Come si può reinventare, fra pari, quello che è sempre stato, storicamente, un rapporto di sottomissione? Se non vuoi avere dei figli, cosa ti sposi a fare? Che succede ora che una femminista può sposare una sua “collega”? La risposta possibile è una: succede che il matrimonio va a un corso di aggiornamento. Perché se le donne cambiano, anche il matrimonio deve cambiare. Una lettura indispensabile per capire i nuovi modelli di famiglia e inventarne di nuovi.

La nostra folle, furiosa città, scritto da Guy Gunaratne, pubblicato da Fazi, genere narrativa, data uscita 11/06/20.
er Selvon, Ardan e Yusuf, figli di immigrati, cresciuti nella periferia disagiata di Londra, estate significa quello che significa per tutti i loro coetanei: calcio, musica, ragazze. E amicizia, naturalmente; quell’amicizia totale come può esserlo solo un legame fra adolescenti, quasi una fratellanza, l’unico punto fermo in un mondo complicato dal quale non sembra esserci possibilità di fuga. Quando un soldato bianco viene ucciso da un ragazzo di colore, la violenza sotterranea che da sempre abita la città e la ferocia che ne avvelena l’aria esplodono: nessuno è più al sicuro. Nonostante i ragazzi cerchino di restarne fuori, il mondo esterno finisce per travolgere anche loro, ricordandogli in modo brutale la loro drammatica condizione di stranieri nella nazione in cui sono nati: tanto diversi dai terroristi e dai fanatici religiosi, quanto estranei rispetto al popolo inglese purista e nazionalista. Mentre attorno a loro la furia si scatena, Yusuf viene risucchiato in un altro vortice ancora più pericoloso: l’ondata di radicalismo che sta dilagando nella sua moschea e minaccia di trascinare con sé il problematico fratello Irfan.
Un romanzo d’esordio esplosivo, che ha portato l’autore fra i finalisti del Man Booker Prize dipingendo in modo vivido la violenza di una periferia degradata di oggi e la forza salvifica dell’amicizia adolescenziale.

Una vacanza sotto le stelle, scritto da Catherine Ferguson, pubblicato da Newton Compton Editori, genere narrativa rosa, data uscita 11/06/20.
Daisy ha avuto un anno difficile: sta cercando di superare la perdita di sua madre e si sente imprigionata da un lavoro che detesta. Ha decisamente bisogno di una pausa. Così, coglie l’occasione del trentesimo compleanno del fidanzato Toby, per proporgli una fuga estiva: un viaggio romantico è proprio il tipo di distrazione che le serve, e poi stare un po’ da soli lontani da tutto e da tutti farà di certo bene anche al loro rapporto. E così prenota una “tenda” in un campeggio di lusso: alla sola idea di lunghe passeggiate nella natura e notti stellate si sente meglio. C’è un unico problema: non aveva considerato che Toby detesta stare all’aria aperta, preferisce di gran lunga rimanere appiccicato allo schermo del suo portatile. E adesso che ha bisogno del suo supporto, Daisy comincia a chiedersi se sia la persona giusta… Specialmente perché non riesce a togliersi dalla testa un affascinante sconosciuto incontrato una notte in riva al lago.

Il mistero del cadavere nella valigia, scritto da Alessandra Carnevali, pubblicato da Newton Compton Editori, genere giallo e mistery, data uscita 11/06/20.
È la settimana che precede il Natale, festività che Adalgisa Calligaris, commissario di polizia di Rivorosso Umbro, odia con tutte le forze. La cittadina è alle prese con i frenetici preparativi per la vigilia. Ma qualcosa è destinato a scuotere l’idilliaca atmosfera natalizia. Vicino alla casa di Agata Ravanello, una donna anziana che vive con il marito malato di Alzheimer, viene ritrovata una valigia che contiene un cadavere fatto a pezzi. Di chi si tratta? E perché l’assassino ha deciso di sbarazzarsene nei pressi dell’unica casa sperduta in mezzo ai boschi di Passonero? Adalgisa dovrà affrontare un’indagine molto complicata, che vede coinvolti i personaggi più bizzarri: una blogger, una cartomante, un professore di storia medievale e l’immancabile ispettore Corvo. E stavolta il proverbiale intuito del commissario Calligaris sarà messo a dura prova da una vicenda in cui vendette e bugie si intrecciano ad antiche superstizioni.

Vendetta privata, scritto da Paolo Pinna Parpaglia, pubblicato da Newton Compton Editori, genere thriller, data uscita 11/06/20.
Roberto Cherchi è stato con­dannato all’ergastolo per quattro omicidi ed è ricercato dalle forze dell’ordine. Quando, durante la sua latitanza, scopre che l’avvocato Antonella Deme­las è in coma in seguito a un ag­guato, decide di trovare il responsabile. Un sentimento di profonda gratitudine, infatti, lega il fuggiasco alla donna e il deside­rio di vendetta è più forte di qua­lunque rischio. Ma Cherchi sa che non può farcela da solo. Si rivolge così a Barore Cannas di Mamo­iada, un anziano allevatore che controlla il territorio tra il Nuore­se e l’Ogliastra. In cambio del suo aiuto, Barore chiede a Cherchi di mettersi sulle tracce di alcuni ra­pitori che, sequestrando il figlio di un imprenditore milanese senza il suo permesso, lo hanno offeso profondamente. Inizia così una caccia all’uomo in cui Roberto Cherchi dovrà sfruttare il suo fiu­to animalesco, affinato da anni di latitanza tra i boschi, per trovare i rapitori, sfuggire alla polizia e far­si finalmente giustizia.

Non fidarti di loro, scritto da Alex Marwood, scritto da pubblicato da Newton Compton Editori, genere thriller, data 11/06/20.
Nel nord del Galles c’è una setta, l’Arca, che predica l’im­minenza dell’Apocalisse. Tutti gli adepti vivono isolati, pre­parandosi costantemente al­la fine del mondo. Coloro che sono estranei al culto sono chiamati i “morti”, perché an­dranno incontro a una fine inevitabile.
Ma una tragedia sta per abbattersi sulla piccola comunità: un centinaio di membri vengono ritrovati morti per avvelenamento. I pochi rima­sti in vita si disperdono senza più certezze. Per Romy, una ragazza di ventidue anni che non ha mai cono­sciuto il mondo al di fuori della co­munità, è terrificante imparare a vi­vere in una realtà di cui ha paura sin da quando era piccola. Eppure deve farlo, per il proprio bene e per quello del bambino che porta in grembo. E così si mette alla ricerca di quel che resta della sua famiglia, decisa a trovarla, a qualunque costo…

Questa tempesta, scritto da James Ellroy, pubblicato da Einaudi, genere giallo e mistery, data uscita 16/06/20.
Gennaio 1942, gli Stati Uniti sono ormai entrati ufficialmente nel conflitto e il Paese è in preda a una paura che alimenta l’odio razziale. In un parco di Los Angeles la tempesta smuove la terra riportando alla luce i resti carbonizzati di un uomo. Il cadavere viene collegato a una rapina avvenuta nel ’31, un colpo che ha fatto epoca: nessun arresto, nessuna refurtiva recuperata. Mettere le mani su quel bottino diventa l’ossessione di tutte le persone implicate nell’indagine. Però, quando due detective rimangono uccisi in un ritrovo per drogati, la vicenda si fa, se possibile, ancora piú torbida. La guerra è appena cominciata, ma qualcuno sta già preparando la prossima.

La Salita dei Saponari, scritto da Cristina Cassar Scalia, pubblicato da Einaudi, genere giallo e mistery, data uscita 16/06/20.
Solo un caso molto complesso può distogliere, anche se per poco, il vicequestore Vanina Guarrasi dalla caccia ai propri fantasmi e riportarla in azione. Anzi, qualcosa di più di un caso: un intrigo internazionale all’ombra dell’Etna. Esteban Torres, cubano-americano con cittadinanza italiana e residenza in Svizzera, viene trovato morto nel parcheggio dell’aeroporto di Catania; qualcuno gli ha sparato al cuore. L’uomo ha un passato oscuro, e girano voci che avesse amicizie pericolose, interessi in attività poco pulite. Eppure le indagini sono completamente arenate: nessun indizio che riesca a sbloccarle. Questo finché a Taormina, dentro un pozzo nel giardino di un albergo, si scopre il cadavere di Roberta Geraci, detta «Bubi». Torres e Bubi si conoscevano. Molto bene. Con l’aiuto della sua squadra e dell’immancabile Biagio Patanè, commissario in pensione che non ha perso il fiuto, Vanina riporterà alla luce segreti che hanno origine in luoghi lontani. Ma non potrà dimenticare gli incubi che la seguono fin da quando viveva a Palermo. Questioni irrisolte che, ancora una volta, minacciano di metterla in pericolo.

Il borghese Pellegrino, scritto da Marco Malvaldi, pubblicato da Sellerio Editore Palermo, genere giallo e mistery, data uscita 18/06/20.
Anno 1900. Serata a casa di Pellegrino Artusi, tra gli invitati Paolo Mantegazza, suo caro amico, professore di Fisiologia (e anche antropologo e scrittore) e Arturo Gazzolo, proprietario di una industria conserviera nel Casentino. Nel corso della cena si parla delle nuove tecniche di conservazione dei cibi, dal ghiaccio secco per i gelati al sottovuoto per le carni; Gazzolo vorrebbe avere il parere di Artusi su una nuova linea innovativa di manzo in gelatina che ha sviluppato proprio con le nuove metodologie e che è intenzionato a lanciare soprattutto nei mercati esteri, grazie alle nuove frontiere del commercio con l’Impero Ottomano. La carne, che prontamente il Gazzolo ha fatto recapitare all’Artusi per la prova d’assaggio, non risponde però alle aspettative: è troppo speziata, il sapore è ferroso e l’Artusi conta di riferirne al Gazzolo che l’ha invitato da lì a poco nella sua casa alle porte di Firenze insieme ad altri ospiti, fra cui politici, banchieri e l’immancabile Mantegazza. La cena scorre tranquilla e piacevole tra cibo e conversazioni, poi tutti si ritirano nelle loro stanze. Al mattino a colazione ci si accorge che qualcuno manca all’appello; uno degli ospiti viene rinvenuto morto nella propria stanza dove si era chiuso a chiave, un attacco cardiaco forse, ma il professor Mantegazza è dubbioso e si rifiuta di redigere il certificato…

La strada di casa, scritto da Kent Haruf, pubblicato da NN Editore, genere narrativa, data uscita 18/06/20.
Scritto prima della Trilogia della Pianura e già con la stessa grazia letteraria, La strada di casa è l’ultima opera non ancora tradotta di Haruf in Italia. Il canto di una comunità ferita, un romanzo epico che ha tutti i segni distintivi del classico americano moderno.
Jack Burdette è troppo grande per la città di Holt e per i suoi abitanti. Ex giocatore di football, cacciato dal college con un’accusa di furto, poi militare in missione all’estero, quando sembra aver messo la testa a posto lascia improvvisamente la sua fidanzata per sposare un’altra donna conosciuta dodici ore prima. A ogni ritorno, Holt gli sembra sempre più stretta e scomoda… finché Jack non scompare con la cassa dell’azienda per cui lavora, lasciando la moglie e due figli. Dieci anni dopo, la città non ha perdonato né dimenticato. Eppure Jack torna un’ultima volta, con una macchina vistosa e un passato ingombrante, per far saltare di nuovo ogni convenzione e ogni certezza, senza alcun rimpianto. Ancora una volta Kent Haruf, con la sua scrittura tenera e implacabile e il suo sguardo asciutto ed empatico sulla vita e il destino, ci racconta la storia di un’umanità fragile, ostinata e tenace.

La circonferenza dell’alba, scritto da Federica Brunini, pubblicato da Feltrinelli, genere narrativa, data uscita 18/06/20.
Una vecchia villa sul lago di Como. Tanti barattoli di ricordi da aprire e riordinare. Una mappa sentimentale per ritrovare se stessi e andare incontro al futuro.
I sassi e i cristalli sono conservati in barattoli di vetro, suddivisi per colore. Su ognuno, in pennarello rosso, una data, una frase o un luogo. È così che Giorgia, fundraiser per una Ong che salva le donne e i bambini dalle strade dell’Asia, cataloga i momenti importanti della sua vita, la sua geologia sentimentale. Il sasso a forma di cuore, ricordo del primo incontro dei suoi genitori. La scheggia di roccia bianca della sua nascita. Quella della maturità, di un compleanno, di una vacanza al mare. Il sassolino con cui Alex, il suo primo amore, le ha fatto aprire la finestra del cuore. E il ciottolo grigio e levigato dalle acque pazienti del lago: casa. Dopo anni di lontananza, Giorgia torna nella villa di famiglia sulle rive del Lario per venderla e svuotarla. Ma tra le vecchie stanze e gli oggetti dell’infanzia si annidano ombre e sorprese: Alex, che vive ancora al di là del giardino, ma oggi è un uomo amareggiato e stanco; sua madre, così distante e presa da se stessa; la sorella, moglie irrequieta e mamma di un adolescente che cresce troppo in fretta, e soprattutto l’eco della voce del padre Petar, scomparso vent’anni prima. Personaggio singolare, fuggito dalla Jugoslavia di Tito, scienziato mai sazio di scoperte, che ha plasmato la vita della figlia fra teorie, giochi, esperimenti scientifici e formule, e continua a influenzarla anche con la sua assenza. Davanti a un lago apparentemente immobile, che accoglie e riflette questo variegato paesaggio umano, nulla è come avrebbe dovuto o potuto essere. O forse sì? Che cosa rimane di un padre e dei suoi insegnamenti? E chi è l’eroe: chi resta o chi se ne va? Chi affronta l’ignoto dall’altra parte del mondo o chi si radica per dare consistenza a una storia e a una famiglia? E chi è, infine, più felice? Grazie alla complicità innocente del nipote e all’amicizia con la figlia di Alex, ma soprattutto grazie a un ritrovato dialogo con se stessa, Giorgia proverà a dipanare illusioni e vecchie bugie e a trovare le sue verità. Perché solo quando ci si perdona e ci si accetta con tutto il proprio bagaglio si può crescere, cambiare e, finalmente, vivere.

La quattordicesima lettera, scritto da Claire Evans, pubblicato da Neri Pozza, genere giallo storico, data uscita 18/06/20.
È una mite sera di giugno del 1881, la sera della festa di fidanzamento di Phoebe Stanbury. Mano nella mano di Benjamin Raycraft, il fidanzato appartenente a una delle famiglie più in vista della Londra vittoriana, Phoebe accoglie gli invitati con un sorriso raggiante di gioia. È il suo momento, l’istante che suggella la sua appartenenza alla buona società londinese. Un istante destinato a durare poco. Dalla folla accalcata attorno alla coppia si stacca una sinistra figura, un uomo nudo, sporco di fango e col torace coperto da una griglia di tatuaggi, come un fiore gigante. L’uomo solleva il braccio verso Benjamin, facendo balenare la lama stretta nella mano: «Ho promesso che ti avrei salvato» dice, prima di avventarsi sull’ignara Phoebe e tagliarle la gola con un rapido gesto. La mattina seguente, a pochi chilometri di distanza, William Lamb, ventitré anni e l’ambizione di diventare socio dell’avvocato Bridge una volta completato il praticantato, fa visita a un cliente molto particolare, Ambrose Habborlain, sino a quel momento seguito esclusivamente da Bridge. Si ritrova al cospetto di un uomo dai capelli canuti e dallo sguardo smarrito che, in preda alla paura, gli consegna un misterioso messaggio: «Dite a Bridge che il Cercatore sa».Tornato allo studio, William spera di avere da Bridge delucidazioni sull’oscuro comportamento di Habborlain. Ma, contro ogni aspettativa, l’anziano avvocato viene colto anche lui dal terrore. Con affanno apre l’ultimo cassetto della scrivania, estrae un piccolo cofanetto in legno sul cui coperchio sono intagliati sette cerchi all’interno di un ottavo, a formare un grande fiore, e lo affida a William con la raccomandazione di tenerlo al sicuro e non farne parola con nessuno. Tra rocambolesche fughe, una misteriosa setta disposta a tutto pur di realizzare i propri scopi e un terribile segreto che affonda le sue radici in un lontano passato, William vivrà giorni turbolenti in una Londra vittoriana che, come un gigantesco labirinto di misteri, custodisce antiche leggende e oscure macchinazioni, saperi secolari e nuovi pericolosi intrighi.

Anime feroci, scritto da Annie Ward, pubblicato da Longanesi, genere thriller, data uscita 18/06/20.
La storia d’amore tra Maddie e Ian è iniziata con un incontro casuale: lui stava prestando servizio nell’esercito inglese nei Balcani, lei era una scrittrice e si trovava lì in visita alla sua migliore amica, Jo. Si sono innamorati a una festa, si sono sposati e quasi due decenni dopo vivono in una tranquilla cittadina del Kansas, in una bella casa, insieme all’amato figlio Charlie. Durante una vacanza in campeggio, però, Maddie resta coinvolta in un incidente che la segna gravemente. Per superare lo shock, la terapeuta le suggerisce di scrivere un diario. Poco a poco, la donna comincia a rivelare le sue paure per il disturbo da stress post-traumatico di Ian, le preoccupazioni per la sicurezza di Charlie e il passato tumultuoso di Ian con l’amica di Maddie, Jo. Il racconto di Maddie resuscita sedici anni di amore, paura e avventure turbolente vissuti tra i Balcani e l’Inghilterra, l’Iraq e Manhattan, fino alla tranquilla casa di famiglia in cui, un giorno, irrompe la polizia… Mobilitati dalla frenetica chiamata al 911 di un bambino, gli agenti non sono pronti alla scena del crimine che si trovano davanti. Al sangue che ricopre ogni superficie. Chi sono davvero Maddie, Ian e Jo? Qual è l’oscuro segreto che lega queste tre anime feroci? L’unica certezza è che niente è come sembra, in un vortice di suspense, azione e tensione psicologica che trascina il lettore fino al colpo di scena finale.

Semplicemente amami, scritto da Federico Moccia, pubblicato da Nord, genere narrativa, data uscita 18/06/20.
Si era illusa, Sofia. Pensava che trasferirsi in Russia dall’amica Olja fosse la scelta giusta, un nuovo inizio, e invece era una fuga. Una fuga dal matrimonio con Andrea, in cui paradossalmente si sentiva sola; e soprattutto da Tancredi, l’uomo che aveva messo in crisi tutte le sue certezze per poi deluderla. Con l’aiuto di Olja, Sofia capisce di non poter continuare a mettere tra parentesi la sua vita. È tempo di riprendere in mano il proprio destino. Sofia torna a Roma dal marito, per ritrovare quell’amore fatto di complicità e sogni. Ricomincia a suonare, provando di nuovo il gusto di far volare le dita sulla tastiera del pianoforte. Eppure tornare alla normalità non è semplice e molte sorprese aspettano ancora Sofia… Non si può dimenticare l’amore, ormai Tancredi lo ha capito. Per quanto lui abbia cercato di cancellarla dalla mente, Sofia è sempre nei suoi pensieri, nei suoi desideri, nei suoi sogni. Ecco perché Tancredi non si arrende. E aspetta. Aspetta il momento giusto per convincere Sofia di non essere più l’uomo che l’ha fatta soffrire. Lui oggi desidera semplicemente amarla ed essere amato. Ed è convinto che prima o poi quel momento arriverà… Ma cosa vuole veramente Sofia? Forse deve ancora scoprirlo. Di sicuro questa volta non si farà travolgere dagli eventi, sarà lei a scrivere il proprio futuro.

Finalmente insieme, scritto da Tijan, pubblicato da Garzanti, genere narrativa rosa per ragazzi, data 18/06/20.
Sin dal giorno in cui si sono scambiati il primo sguardo, Sam e Mason sapevano che sarebbero diventati una coppia. E che sarebbero sempre stati pronti a lottare per impedire a chiunque di separarli. A lungo hanno combattuto contro l’invidia degli amici, la disapprovazione della famiglia, dubbi e incertezze che hanno fatto vacillare la fiducia nel loro rapporto. Ora che Sam è stata ammessa alla Cain University, possono lasciarsi alle spalle il difficile anno di lontananza appena trascorso e coronare il sogno di stare insieme come due ragazzi normali. Senza complicazioni. Almeno è quello che entrambi sperano. Anche se sono perfettamente consapevoli di avere un conto in sospeso con Sebastian Park, il potente capo di una confraternita che, tempo prima, hanno osato sfidare per evitare che Mason finisse nei guai. Sam è sicura che Sebastian cercherà di vendicarsi con ogni mezzo. E lo farà colpendo, prima di tutto, le persone a cui Mason tiene di più al mondo e che ha paura di perdere: suo fratello Logan e lei stessa. Questa volta, però, Sam non ha nessuna intenzione di stare a guardare. Per lei è giunto il momento di farsi valere. Di dimostrare di che cosa è capace per proteggere l’unica persona che finora l’ha amata incondizionatamente. Questo significa che non dovrà mai distrarsi, perché Sebastian aspetta solo un suo passo falso, un unico istante di resa e vulnerabilità, per fargliela pagare.

Un ragazzo sulla soglia, scritto da Anne Tyler, pubblicato da Guanda, genere narrativa, data uscita 18/06/20.
Micah Mortimer è un uomo molto abitudinario. Tecnico informatico, si divide tra i computer e il condominio di Baltimora dove abita e lavora come tuttofare. È pienamente soddisfatto della sua esistenza e della relazione con Cass, anche questa ben incanalata sui binari della routine. Le sue giornate si susseguono senza scossoni: la corsa del mattino, seguita da doccia, colazione e pulizie di casa, il pranzo, gli incontri coi clienti che lo chiamano per una consulenza e le serate, a volte con Cass, a volte da solo. Ma un giorno alla sua porta si presenta Brink, il figlio adolescente di Lorna, con cui Micah aveva avuto una storia al college. Il ragazzo, dopo un passo falso a scuola e in crisi con la famiglia, ha deciso di rintracciare Micah, convinto che tra loro possa esserci un legame, e di chiedergli ospitalità. Questa visita inaspettata obbliga Micah a riconsiderare il suo passato e a guardare con altri occhi tutto quello che fino ad allora aveva dato per scontato, facendogli capire cosa conta davvero e come averne cura. Perché a volte abbandonare il conforto rassicurante delle abitudini può aprire la strada a una vita più autentica.

Presto con fuoco, scritto da Roberto Cotroneo, pubblicato da La nave di Teseo, genere narrativa, data uscita 18/06/20.
Un grande pianista, noto per la sua eccentricità, scopre un manoscritto della quarta Ballata di Chopin, una delle più importanti opere per pianoforte mai composte. Questa versione differisce da quella conosciuta nelle sue ultime pagine, dedicate a una giovane donna di nome Solange. Da qui inizia un racconto a ritroso che dal 1849, anno della morte di Chopin, segue il cammino iniziatico del manoscritto dalla Parigi di fine secolo alla Berlino nazista, fino alla Mosca di Stalin. Attraverso queste note che nessuno conosce si specchiano e convergono le passioni del protagonista del romanzo, quasi fossero ordite da un dio musicale che guida ogniaccadimento. Presto con fuoco, premio Selezione Campiello 1996: un unicum nel panorama della letteratura italiana di questi anni, un viaggio nella musica romantica, un giallo che attraversa i decenni e rivela segrete passioni dentro una nitida architettura musicale. Alla fine il protagonista – ultimo interprete di un’epoca destinata a estinguersi con lui – troverà una risposta ai suoi tormenti e un senso alla sua vita interrogando quelle note di Chopin, scritte come fossero una miracolosa “calligrafia delle passioni”.
“ Questo libro è affascinante. È un romanzo interamente consacrato alla passione per uno spartito musicale e, tuttavia, il lettore che non conosce la musica, in generale, e Chopin, in particolare, non si sente affatto smarrito. Anzi, alla fine, è perfettamente a suo agio in questo universo.” Umberto Eco

Acqua di sole, scritto da Bianca Rita Cataldi, pubblicato da HarperCollins, genere narrativa, data uscita 18/06/20.
È l’ultimo giorno del 1955 e sulla campagna intorno a Bari cade leggera la neve, come non si vedeva da tempo. A casa Gentile c’è subbuglio: sta per nascere un bambino. Ma l’urlo della madre fa capire che qualcosa è andato storto. Per fortuna, dopo ore di paura, il Signore fa la grazia e finalmente si può festeggiare il lieto evento, e il nuovo anno. Anche perché lavorare è impossibile: fuori è tutto bianco, e gli uomini della famiglia non possono recarsi nei campi per occuparsi dei fiori che da generazioni danno da vivere ai Gentile. Gli stessi fiori che, sotto un’altra forma, danno da vivere anche ai Fiorenza, la più importante famiglia di profumieri di Bari. E infatti, appena la neve inizia a sciogliersi e campi e strade tornano agibili, dalla città parte Adriano Fiorenza, il primogenito di Claudio, il grande maestro profumiere, e va dai Gentile per ordinare fiori da cui saranno tratte le essenze. Quel giorno Adriano porta con sé sua figlia Teresa, che ha sei anni, e durante quella visita nasce un’amicizia speciale tra lei e il piccolo Michele Gentile, suo coetaneo. È un incontro importante anche per Maria, la zia di Michele, che non avendone di propri lo considera come un figlio. Capisce che il bambino, con la sua straordinaria intelligenza, non può restare in paese, e così, con l’aiuto di Adriano, Michele sarà iscritto alla stessa scuola privata di Teresa, in città. I primi giorni sono difficili, Michele si sente un pesce fuor d’acqua e oltretutto subisce le angherie classiste dei compagni, provenienti dalle migliori famiglie di Bari. Eppure, con tenacia e determinazione, riuscirà a farsi valere. E a scuola rinsalderà la sua amicizia con Teresa e conoscerà la cugina di lei, Vittoria, un poco più grande di loro, una ragazza dal carattere fiero e intraprendente…

Quel blu di Genova, scritto da Michele Mozzati, pubblicato da La nave di Teseo, genere romanzo storico, data uscita 18/06/20.
Anno 1853, la rivolta di Milano. Ernesto Giudici, di famiglia bene e con quarant’anni sulle spalle, tutto aria cialtronesca e vocazione mazziniana, s’imbatte in Cesco Esposito, giovane panettiere napoletano, estimatore dei classici ma non di Ferdinando II, venuto fin lassù a vagheggiare di pizza e sogno repubblicano. Ai due in fuga dagli occupanti austriaci, tra osterie genovesi e notti nere sull’Atlantico, presto si unisce Cielo, all’anagrafe Maria Celeste Sommariva, dai capelli neri come cozze e la pelle diafana come un Cristo Velato. Sarà lei, che porta i pantaloni e va per mare come gli uomini, a trarli in salvo prima e farli innamorare poi. Ed è con loro, e una stiva piena di denim, che si imbarcherà per “La Merica” e laggiù affiderà a Levi Strauss la materia grezza di un’imminente leggenda: i blue-jeans. Restituita ai giorni nostri dalle pagine di un vecchio diario, sfogliato per noi dall’ultimo dei Giudici Esposito Sommariva, questa è la storia di un amore senza norme, di eroismi goffi e futuro oltremare, di trent’anni di “cuore e stomaco” e tumulti. E poi di tanta, tanta libertà.

L’amore in caso di emergenza, scritto da Daniela Krien, pubblicato da Corbaccio, genere narrativa rosa, data uscita 18/06/20.
Si chiamano Paula, Brida, Judith, Malika e Jorinde. Si conoscono perché a un certo punto della vita i loro destini si sono incrociati. Sono cresciute a Lipsia, nella Germania dell’Est e, dopo la caduta del Muro e l’esplosione di libertà che ne è seguita, vogliono tutto, ottengono molto, eppure si sentono ancora limitate dal loro essere donne. Bisogna sapersi accontentare? Essere single è una vera scelta? E come si vive l’amore in tempi come questi? Paula conosce il suo futuro compagno in una calda sera estiva. È sposata, ma il matrimonio non ha retto al dolore per la morte di una figlia. Judith è un medico affermato, una donna colta e sicura di sé che nei rapporti con gli uomini sembra aspirare a meri incontri occasionali, anche se il suo atteggiamento ironico e disincantato maschera un’aspirazione quasi romantica verso «il vero amore». Brida è una scrittrice e una donna che vuole tutto senza compromessi: vivere pienamente la sua famiglia, il marito e le figlie ed essere al tempo stesso libera di assecondare il suo bisogno interiore di scrivere. Malika è stata abbandonata dal compagno. Da ragazza era una violinista di grande talento, ma il sogno di una brillante carriera musicale sembra essersi ormai infranto insieme a quello di avere dei figli e una famiglia. Improvvisamente, però, la sorella minore di Malika, Jorinde, una donna di successo a cui la vita, a quanto pare, ha regalato tutto, fa a Malika un’offerta inconsueta…

Senza ritorno, scritto da Susana Rodriguez Lezaun, pubblicato da Elliot, genere giallo e mistery, data uscita 18/06/20.
Per Irene Ochoa le violenze del marito Marcos sono diventate una routine infernale. Per sopravvivere alle mura della casa di Pamplona, sempre più soffocanti, vede un’unica soluzione, quella estrema. Un mercoledì sera Marcos rientra più ubriaco del solito e si addormenta sul letto; il suo corpo verrà estratto ore dopo tra le macerie fumanti dell’incendio. Irene ha inscenato un perfetto incidente domestico, ma c’è qualcosa che sfugge al suo controllo: quella stessa notte conosce David Vázquez, l’ispettore messo a capo delle indagini, e scivola in una relazione con lui tanto appassionata quanto pericolosa. Per tenersi stretti sia il nuovo amante sia la libertà, Irene dovrà sbarazzarsi di chiunque possa collegarla all’incendio. David, mentre il quartiere di Gorraiz è ancora sotto shock per l’incidente, si trova invece alle prese con il caso più difficile della sua carriera: una serie di omicidi brutali tra i pellegrini del Cammino di Santiago.

Il santuario degli eretici, scritto da Armando Comi, pubblicato da Newton Compton Editori, genere thriller storico, data uscita 18/06/20.
Anno del Signore 1350.
Su Praga, capitale dell’impero, in­combe un pericoloso eretico: il Pa­stor Angelicus. Di lui si racconta che usi la magia degli specchi per evo­care demoni e conoscere il futuro. Solo una persona può scoprire chi sia questo misterioso personaggio: Cola di Rienzo, il tribuno romano salito al potere proprio grazie a uno specchio magico e poi costretto a lasciare Roma. Sulla Maiella, dove un gruppo di eretici perseguitati chiede il suo aiuto, Cola di Rienzo incontra un banchiere tanto geniale quanto perfido, che gli racconta di una profezia che potrebbe svelare i piani del Pastor Angelicus. Il ban­chiere tuttavia nasconde qualcosa. Nel corso della sua pericolosa ricer­ca, Cola di Rienzo si imbatte nella Prophetia Merlini, un libro attribuito a Merlino, composto solo da im­magini, e misteriosamente tagliato a metà. Intanto il Pastor Angelicus lo sta aspettando alla Soglia, il luogo occulto dove gli astri parlano attra­verso gli specchi. Da questo incontro Cola potrebbe ottenere nuovamente il potere su Roma, oppure scatenare l’Apocalisse…

Un’estate all’improvviso, scritto da Lori Nelson Spielman, pubblicato da Newton Compton Editori, genere narrativa rosa, data uscita 18/06/20.
Sono passati più di duecento anni da quando Filomena Fontana lanciò una maledizione su sua sorella. Da allora nessuna secondogenita della famiglia ha mai più trovato il vero amore. Emilia, una pasticcera felicemente single, non ha mai preso troppo sul serio quella vecchia storia. Sua cugina Lucy, invece, si sente perseguitata dalla sfortuna: possibile che una donna bella e affascinante come lei venga del tutto ignorata da Cupido? Quando la stravagante Poppy – la prozia che le ragazze conoscono a malapena – contatta le due nipoti per unirsi a lei in un viaggio in Italia, Emilia e Lucy accettano di accompagnarla, seppure con qualche perplessità. Poppy, infatti, ha intenzione di spezzare la maledizione una volta per tutte e, nel giorno del suo ottantesimo compleanno, incontrare finalmente l’amore della sua vita sulla scalinata del duomo di Ravello. Inizia così un viaggio indimenticabile alla scoperta delle proprie origini, tra panorami mozzafiato e incontri da batticuore. Le protagoniste stanno per scoprire un segreto sconvolgente che riguarda la loro famiglia…

Il mio favoloso viaggio in Francia, scritto da Sue Roberts, pubblicato da Newton Compton Editori, genere narrativa rosa, data uscita 18/06/20.
Liv ha trentotto anni ed è fiera dello splendido ventenne che suo figlio Jake è diventato. Lo ha cresciuto da sola e i due hanno un bellissimo rapporto. C’è solo un argomento che fatica ad affrontare con lui. Jake ormai è un adulto e desidera conoscere la verità su suo padre. Ma per dare una risposta alle sue domande, Liv dovrà ripercorrere una romantica estate vissuta vent’anni prima in Costa Azzurra…
Ritornerà dunque in Francia, dopo tanto tempo, per mettersi sulle tracce del suo primo amore: André. Liv però è una pasticciera, non certo un’investigatrice. E non ha la minima idea di dove scovare indizi per ritrovare il padre di suo figlio. Quand’anche ci riuscisse, come potrebbe rivelargli il segreto che ha mantenuto per tutto questo tempo? Potranno le spiagge idilliache, i cocktail deliziosi e il proverbiale romanticismo della Francia aiutare Liv a sistemare definitivamente le cose?

La congregazione, scritto da Alessandro Perissinotto, pubblicato da Mondadori, genere thriller, data uscita 23/06/20.
Frisco, Colorado. Un tranquillo paese delle Rocky Mountains, a tremila metri di quota e a un centinaio di miglia da Denver. È qui, in una vecchia casa appena ereditata, che Elizabeth si trasferisce per scontare la pena che il giudice le ha inflitto per guida in stato di ebbrezza: ventiquattro mesi con la cavigliera elettronica e il divieto di superare i confini del villaggio. Per Elizabeth, spogliarellista a fine carriera, donna ancora molto bella e sempre più disincantata, Frisco è forse l’ultima occasione per cambiare vita. La piccola comunità del paese è cordiale e accogliente, ma un giorno Elizabeth inizia a ricevere sgradevoli omaggi da un ignoto personaggio che sembra molto informato sul suo passato e soprattutto sembra conoscere molto bene ciò che lei ha impiegato una vita per tentare di dimenticare. Torna così a galla un incubo degli anni ’70, quando lei era solo una bambina, lo spettro di un massacro, a migliaia di chilometri da lì: la più grande strage di cittadini americani prima dell’11 settembre 2001. Sembra passata un’eternità, ma non è così ed Elizabeth se ne renderà conto quando capirà che qualcuno, dal passato, è tornato a cercarla con uno scopo preciso: finire il lavoro che la Storia aveva lasciato a metà. Elizabeth, antieroina sensuale e ironica che potrebbe essere uscita da un film dei fratelli Coen, è un personaggio di invenzione, ma gli eventi drammatici che si affollano nella sua memoria sono verità e rappresentano uno dei capitoli più bui e sconvolgenti della storia americana.

La penultima magia, scritto da Tiziano Scarpa, pubblicato da Einaudi, genere narrativa, data uscita 23/06/20.
Di notte a Solinga i lampioni camminano, i negozi russano e le caffettiere preparano la colazione. Non è una favola: è il posto in cui è andata a vivere Renata Paganelli, per sopportare il mondo dopo che le è successa una cosa molto grave. Ma un giorno gli abitanti di Solinga ritornano in massa, guidati dal sindaco: pretendono di riavere indietro la loro città cosí com’era, e intanto riportano a casa la piccola Agata. Per tenerla con sé, nonna Renata dovrà rinunciare ai suoi incantesimi e affrontare la realtà. Riprendere la vita normale non è facile, ma può essere entusiasmante imparare tutto da capo. Nonna Renata vuole conquistare l’amore della sua nipotina, anche se a condurre le cose, come spesso succede, non è lei ma la bambina. Ed è proprio Agata che la spinge a uscire di casa, a superare nuovi confini andando sempre piú lontano, nei luoghi piú pericolosi, sia fuori che dentro di lei. Cosí questo romanzo famigliare diventa un viaggio avventuroso in paesaggi sinistri e ammalianti. Oltre che una storia appassionante, La penultima magia è una meditazione sulla sofferenza, una mitologia ecologica, una scuola di vita in cui le generazioni si educano a vicenda. «Ma, nonna, sono io che ti ho portata fino a qui!» Per tenere con sé la piccola Agata, nonna Renata deve rinunciare agli incantesimi e affrontare la realtà. Una storia favolosa, meravigliosamente vera.

La morte di Gesù, scritto da J. M. Coetzee, pubblicato da Einaudi, genere narrativa, data uscita 23/06/20.
J. M. Coetzee, Premio Nobel per la Letteratura nel 2003, è uno dei piú importanti scrittori viventi. David fa sempre molte domande. Durante le lezioni di danza si muove come vuole. A scuola si rifiuta di fare le addizioni e si ostina a leggere esclusivamente il Don Chisciotte. Ma è il calcio la sua vera passione. Un giorno Julio Fabricante, direttore di un vicino orfanotrofio, invita David e i suoi amici a formare una vera squadra di calcio. David ha deciso: lascerà Simón e Inés per vivere con Julio. La scelta getta la famiglia nello sconforto, ma David è inamovibile. I genitori acconsentono, loro malgrado, ignari di quello che succederà di lí a poco. Perché nella nuova sistemazione David si ammala di una misteriosa malattia… Coetzee torna a esplorare il mondo de L’infanzia di Gesú e I giorni di scuola di Gesú : con le sue atmosfere evocative, il richiamare e allo stesso tempo allontanarsi da un allegorico ri-racconto evangelico, gli enigmi e le inaspettate dolcezze, la trilogia di «Gesú» raggiunge con questo romanzo il suo culmine artistico e simbolico. Coetzee non ha intenzione di fornire risposte, ma di porre grandi domande: non è forse questo il compito piú arduo della letteratura?

Bomba atomica, scritto da Roberto Mercadini, pubblicato da Rizzoli, genere narrativa, data uscita 23/06/20.
Che senso ha raccontare la storia della bomba atomica? Nessuno, in apparenza. Perché tutti sappiamo già come va a finire. Il mattino del 6 agosto 1945, la bomba viene sganciata sulla città di Hiroshima. E fa circa centosessantaseimila vittime. Eppure, c’è un eppure. Perché questa è una storia diversa da tutte le altre. La sorpresa non sta nel finale, ma nei singoli passaggi. Un presidente che sale al potere nel momento sbagliato. Una rete di falsi sospetti e informazioni top secret. Un gruppo di eccentrici fisici convinti che i marziani siano qui tra noi, e che in nome della scienza non ci siano limiti che non si possano superare. E ancora: Nobel consegnati per errore, città create dal nulla, improvvise sostituzioni e rovesciamenti di sorte. Se dietro ogni grande disastro si nasconde una serie di casualità e di errori – più o meno piccoli, più o meno umani -, allora l’esplosione di Fat Man e Little Boy è senza dubbio la più grande catastrofe della Storia. Prendendo spunto da uno dei suoi monologhi più riusciti, Roberto Mercadini ci racconta protagonisti e retroscena di quell’evento devastante, e ci ricorda, in un mondo ossessionato dalla velocità e dal progresso, l’importanza della riflessione e della lentezza.

La ragazza dei segreti, scritto da Kate Furnivall, pubblicato da Piemme, genere romanzo storico, data uscita 23/06/20.
Francia, 1953. Tutto è cambiato per Eloïse da quando la guerra è finita. Come tutto è cambiato per la Francia: la fine del conflitto mondiale non ha portato, infatti, la pace sperata, ma un nuovo assetto mondiale basato sul sospetto, la paura e la delazione. È la Guerra Fredda, che ha raggiunto ormai anche la remota Camargue, terra di cavalli selvaggi e grandi spazi, dove Eloïse è cresciuta con la sua famiglia. Ora suo fratello André, grazie anche alla vicina base militare, ha deciso di passare dalla parte degli americani e di partire per Parigi per diventare un funzionario dell’Intelligence. Eloïse, che ha sempre amato più di se stessa il suo coraggioso fratello maggiore, vorrebbe seguire le sue orme. Ma per una donna non è così facile. Le cose si complicano quando André rimane coinvolto in un incidente, e l’ombra del tradimento si allunga su tutta la famiglia. Tra sogni, bugie, amori e l’ineluttabile forza della Storia, Eloïse dovrà decidere in cosa credere, e a chi – o a quale causa – affidare il suo cuore.

Non c’è rosa senza spine, scritto da Aurélie Valognes, pubblicato da Sperling & Kupfer, genere narrativa, data uscita 23/06/20.
Se la vita fosse un giardino, Rose non si concederebbe di fermarsi a respirare il profumo dei fiori; piuttosto, si affannerebbe a estirpare sterpi ed erbacce. Nei suoi trentasei anni, Rose si è sempre sacrificata per gli altri, dimenticandosi di se stessa e dei suoi sogni. Nel momento in cui perde il lavoro, suo padre viene a mancare e il figlio diciottenne se ne va di casa, si sente allora crollare il mondo intorno. Si considera inutile, non sa più reagire, proprio lei che è sempre stata una roccia per tutti. Finché, ricevuta un’ambigua offerta come dama di compagnia, si ritrova dog-sitter di un viziatissimo volpino dall’agenda fittissima, tra passeggiate al parco, costose toelette e lunghe sessioni fotografiche per arricchire il profilo Instagram del cagnolino. La proprietaria è una ricca manager dispotica e troppo indaffarata che riversa su di lui il solo affetto di cui sia capace e trascura gelidamente la madre settantenne, Colette, sempre chiusa in casa. Mossa a pietà da quella signora fragile e stramba, Rose decide di dedicare a lei le sue cure. Non può immaginare quali verità si celino dietro l’esilio forzato tra quelle pareti dorate, né quante sorprese possa riservare Colette. L’arzilla vecchietta ha già capito, infatti, che chi ha davvero bisogno di aiuto è proprio Rose: è giunto il momento di ricordarle che la vita, nonostante le sue molte spine, è pur sempre una bellissima rosa. La storia di Rose ci dimostra come anche nell’esistenza più semplice possano scoccare scintille di magia. È una storia di eroi quotidiani e di sentimenti autentici, in cui è possibile riconoscersi.

Un amore qualunque e necessario, scritto da Mary Beth Keane, pubblicato da Mondadori, genere narrativa. data uscita 23/06/20.
Kate Gleeson e Peter Stanhope, nati a soli sei mesi di distanza, sono vicini di casa da sempre, in un piccolo sobborgo alle porte di Gillam, vicino a New York. Le loro famiglie non potrebbero essere più diverse: serena quella di Kate, ultima di tre sorelle; difficile quella di Peter, figlio unico di una madre mentalmente instabile e di un padre che non riesce a proteggerlo. Un evento drammatico colpisce irrimediabilmente entrambe le famiglie, segnando le loro vite per sempre, e divide i due ragazzi. Ma la forza del loro legame è più forte di qualsiasi difficoltà, e Kate e Peter cercano, nonostante tutto, di trovare la strada per tornare l’una verso l’altro. Un amore qualunque e necessario è una storia di redenzione, fiducia e perdono, che rivela come i ricordi dell’infanzia, filtrati dalla distanza dell’età adulta, possano cambiare. È il racconto di come, se siamo fortunati, la violenza in agguato nella vita di tutti i giorni possa essere sconfitta dal potere dell’amore.

La prigione di carta, scritto da Marco Onnembo, pubblicato da Sperling & Kupfer, genere narrativa, data uscita 23/06/20.
Malcolm King è professore di scrittura creativa al college di Brownsville, dove vive con la moglie Lynette e il figlio Buddy. Idealista dalla solida cultura umanistica, insegna alla prima generazione di studenti che non sa scrivere a mano. La digitalizzazione ha vinto: il governo ha imposto che ogni tipo di contenuto esistesse solo in formato elettronico, mettendo al bando i libri cartacei dal sistema scolastico e abolendo l’uso della scrittura con inchiostro. King temeva che la conoscenza potesse essere manipolata. Che i giovani potessero essere manipolati. Che gli uomini, e la loro coscienza, potessero essere manipolati. Credendo di poter contrastare quella legge e cambiare il mondo con il dialogo e la resistenza pacifica, il professore sarà invece condannato all’ergastolo in un carcere di massima sicurezza. Dalla sua prigione, di nascosto, e con la complicità di un criminale e di un secondino, riuscirà però a recuperare fogli, penne e matite: materiale proibito, armi di libertà. Per raccontare la sua vita. Compiendo l’atto più sovversivo che ci sia concesso dalla scrittura: scegliere il nostro destino.

Il dolce domani, scritto da Banana Yoshimoto, pubblicato da Feltrinelli, genere narrativa, data uscita 25/06/20.
Dopo un grave incidente e la morte del suo compagno, Sayoko non è più la stessa: ha imparato i segreti del mondo invisibile. Scritto all’indomani del terremoto e dello tsunami di Fukushima, Il dolce domani è il messaggio di speranza che Banana Yoshimoto ha voluto dedicare alle popolazioni colpite.
Sayoko e Yōichi hanno avuto un incidente, lei è rimasta gravemente ferita, lui invece non c’è più. La loro era una storia bellissima, in cui la scarsa volontà di impegnarsi era compensata da un amore profondo e libero, e senza di lui Sayoko si sente vuota, o forse, come le dice l’amico okinawano Shingaki, deve solo andarsi a riprendere il suo mabui. È proprio la ricerca del mabui, di una cosa che somiglia molto all’anima e che Sayoko non sa nemmeno se la rivuole per davvero, il tema centrale di un romanzo che, con profondità e delicatezza, racconta il dolore e la rinascita di chi è sopravvissuto alla morte di qualcuno che amava. Ambientato fra i templi e gli onsen di Kyoto, con riferimenti a Frankenstein e agli zombie, Il dolce domani, scritto dopo l’incidente di Fukushima, sembra suggerire la nostalgia per ciò che si è perduto come mezzo per superare il trauma di aver vissuto il disastro di Fukushima e le sue conseguenze.

Spigole, scritto da Tito Faraci, pubblicato da Feltrinelli, genere narrativa, data uscita 25/06/20.
Ettore Lisio è uno scrittore di fumetti di successo – per quanto possa essere di successo uno scrittore di fumetti, s’intende. Sceneggia una serie che funziona, pubblica un po’ dappertutto e gode di una certa notorietà. In particolare, grazie a “Doc Diablo”: una tremenda serie che ha creato negli anni ottanta e di cui si vergogna, ma che è diventata inspiegabilmente un culto. Da anni ogni mattina Ettore deve farsi venire un’idea – almeno uno straccio di idea! – per levare un personaggio dai guai in cui, in sceneggiatura, lo ha lasciato il pomeriggio prima. Finché, un giorno, non gli viene nessuna idea. E smette di preoccuparsi di cercarla: molla tutto e decide di aprire una pescheria nella sua Milano, ma nella parte più losca della zona dei Navigli. “Sono stanco,” spiega agli amici perplessi, “di dovere sempre avere nuove idee e poi essere criticato, magari perché sono troppo nuove… o troppo vecchie. O troppo medie. D’ora in poi non farò che chiedere: vuoi una spigola? Ti do una spigola, fine. Funziona così, con la gente semplice.” Scoprirà di sbagliarsi. Rendendosi conto che non esistono vite semplici e gente semplice. Sullo sfondo una Milano sconosciuta, misteriosa e fin troppo reale; una Milano che lo porta a conoscere un nuovo amore, e addirittura a sfidare il racket che si è infiltrato nel mercato ittico della città, sperimentando in prima persona che essere presi a pugni davvero è molto diverso da una scazzottata coreografata in un fumetto.

Come il mare in un bicchiere, scritto da Chiara Gamberale, pubblicato da Feltrinelli, genere narrativa, data uscita 25/06/20.
Ci sono persone con un desiderio così forte di assoluto, che si sentono nel corpo come l’immensità del mare dentro a un bicchiere. Ma sanno che quel bicchiere, piccolo fino al ridicolo per il suo compito impossibile, è l’unica occasione per incontrare gli altri, perché qualcuno possa avvicinare le labbra e bere. Persone che di quel limite però continuano a essere insofferenti, a stare male al punto di diventare prigioniere della propria testa. Persone Dentro di Testa, come scrive Chiara Gamberale – “non ho mai sopportato che delle persone con un certo tipo di problemi si dica: fuori di testa”. Persone fondamentalmente smarrite, come sente di essere lei e quegli amici che soprannomina ‘Gli Animali dell’Arca Senza Noè’. Che quando il mondo si è chiuso in casa, contrariamente a chi di solito è capace di vivere, si sono dimostrate fin troppo capaci, senza il peso del Là Fuori, di sopportare questa quarantena. “A che cosa ci riferiamo, quando diciamo: io? A tutto quello che prescinde dal Là Fuori o a tutto quello che lo prevede?” Chiara Gamberale, sempre così pronta a raccogliere la sfida di inventarsi modi speciali per dare voce a ciò che sentiamo, ci consegna ora una testimonianza che è un urlo e una carezza. Pagine forti, nuove, in cui quel disagio diventa, alla luce particolare della pandemia, la chiave per schiudere le fragilità e le risorse di ognuno di noi. Perché quel metro di distanza dagli altri, sia quando si infrange sia quando si rispetta, è comunque “un potere nelle nostre mani”.

La guerra dei templari, scritto da K.M. Ashman, pubblicato da Newton Compton Editori, genere romanzo storico, data uscita 25/06/20.
1177 d.C. Un vento di guerra soffia verso la Terrasanta e tutto il regno di Gerusalemme teme un’immi­nente invasione da parte delle orde di Saladino. Voci, infatti, parlano di guerrieri saraceni che hanno già devastato con la loro furia città e villaggi. E così il panico si diffonde rapi­damente, come un male oscu­ro che serpeggia fino al trono di Baldovino, il re adolescente afflitto dalla lebbra. Nel tenta­tivo disperato di contrastare la minaccia, il sovrano si rivol­ge all’unico uomo in grado di scoprire le reali intenzioni di Saladino. Perché nessuno sa davvero dove si trovino le for­ze nemiche e quando abbiano intenzione di colpire. E, con l’esercito impegnato a nord e i templari dispersi a sud nel ten­tativo di difendere il confine, il cavaliere Thomas Cronin è l’ul­tima speranza che resta. Cronin non ha molto tempo se vuole scoprire dove si sta radunando l’esercito nemico. Riuscirà a tra­smettere le informazioni al re per impedire la caduta di Geru­salemme? Può un solo uomo impedire la caduta di Gerusalemme?

La piccola città dei meravigliosi tramonti, scritto da Lorna Cook, pubblicato da Newton Compton Editori, genere narrativa rosa, data uscita 25/06/20.
1943. Il mondo è in guerra e il governo inglese ha chiesto agli abitanti del piccolo villaggio di Tyneham un sacrificio immane: abbandonare le loro case e lasciare che l’esercito britannico occupi il territorio. Alla vigilia della partenza però, accade un fatto terribile destinato a stravolgere per sempre il corso degli eventi.
2018. Melissa sperava di riuscire a ricucire il suo rapporto in crisi con una vacanza sulla costa del Dorset, nel sud dell’Inghilterra. Ma nonostante gli scenari idilliaci e i panorami mozzafiato, Liam sembra sempre più distante. E così, per distrarsi, Melissa decide di approfondire la storia di una donna ritratta in una vecchia fotografia. Nell’immagine si vede il paesino, ora disabitato, di Tyneham. Ma il passato nasconde segreti terribili e la ricerca della verità potrebbe cambiare per sempre la vita di Melissa…
Un tuffo nel passato e un segreto destinato a cambiare la vita di chi lo scoprirà…

Il misterioso caso di villa Grada, scritto da Gavino Zucca, pubblicato da Newton Compton Editori, genere giallo e mistery, data uscita 25/06/20.
Da quando il tenente dei cara­binieri Giorgio Roversi è sta­to trasferito in Sardegna ha do­vuto imparare ad ambientarsi in una terra che non ha niente in co­mune con la sua amata Bologna. Ma adesso Roversi sta per tor­nare a casa, dove lo aspetta un caso irrisolto che lo tormenta da mesi. L’imputato, Roberto Della Grada, è un amico di infanzia e le prove a suo carico sembrano in­confutabili. Eppure c’è qualcosa che non convince Roversi. Se non vuole rischiare di distruggere la sua carriera, il giovane tenen­te dovrà fare molta attenzione: quel caso è lo stesso che provo­cò il suo trasferimento forzato in Sardegna per motivi discipli­nari. E così Roversi approfitta di una licenza per dedicarsi a in­dagini segrete sulla vicenda. Per fortuna può contare su un fedele alleato: Luigi Gualandi, ex ufficia­le veterinario dell’Arma. Ha così inizio un’indagine molto intricata, che porterà Roversi e Gualandi indietro nel tempo, nel tentati­vo di far emergere una volta per tutte la verità.

Canone del desiderio, scritto da Richard Powers, pubblicato da La nave di Teseo, genere narrativa, data uscita 25/06/20.
Arkansas, anni cinquanta: Stuart Ressler è un brillante biologo determinato a decifrare il segreto di cui tutti gli scienziati cercano la chiave: il codice genetico dell’uomo. Ma la sua ricerca inciampa in altri linguaggi che gli sono ancora più oscuri – gli obblighi morali, le convenzioni sociali, le regole ferree della musica e dell’arte – fino a deragliare per una donna che fa parte del suo stesso gruppo di lavoro. Venticinque anni dopo, un’altra coppia si trova a indagare su un mistero rimasto sepolto nel tempo: perché il promettente dottor Ressler si è ritirato improvvisamente dal mondo scientifico? A poco a poco, le due storie d’amore, apparentemente distanti, si ritrovano sempre più intrecciate nella doppia elica del desiderio.
Richard Powers, premio Pulitzer 2019 per Il sussurro del mondo, compone un romanzo seducente sull’esattezza dell’amore e sull’imperfezione della scienza, una storia che unisce la musica di J. S. Bach e i misteri del DNA nel segno dell’armonia assoluta.

Come la pioggia sul cellofan, scritto da Grazia Verasani, pubblicato da Marsilio, genere giallo e mistery, data uscita 25/06/20.
Giorgia Cantini, investigatrice privata a capo di una piccola agenzia di periferia nella Chinatown di Bologna, è appena stata lasciata da Luca Bruni, dirigente della questura e capo della omicidi. Dopo una breve e appassionata convivenza, l’uomo ha preso la sofferta decisione di tornare dalla moglie e dal figlio adolescente, e Giorgia sfoga la propria tristezza ubriacandosi nei bar e nei locali della città. È in questa fase non facile della sua vita che incappa in Furio Salvadei, un affascinante cantautore quarantottenne che sembra avere tutte le fortune – fama, ricchezza, talento -, ma che al momento è un musicista in piena crisi artistica ed esistenziale. Furio infatti abusa di alcol, è deluso dal mondo discografico, ed è sotto stress a causa di una donna, Adele, una fan insistente che gli dà il tormento seguendolo ovunque e pressandolo con telefonate in piena notte. Furio incarica Giorgia di pedinare la sua persecutrice e di provare a riportarla alla ragione prima che si trasformi in una stalker violenta. Il problema è che Adele dimostrerà di essere un vero e proprio enigma. Oltre a Furio, infatti, anche altri sono sulle sue tracce, compresa una sosia perfetta: Miriam, un’attrice fallita che le somiglia come una goccia d’acqua e il cui cadavere verrà ritrovato nel cortile del cinema Lumiére. Sotto le piogge persistenti dell’autunno alle porte, con la mente un po’ annebbiata dai drink delle sue sere solitarie e dalla nostalgia di Bruni, Giorgia si perderà in una trama che ricorda quella del film “La donna che visse due volte” di Hitchcock, e in un’indagine che è un continuo gioco di specchi e sovrapposizioni, una vita filtrata da schermi – computer, telefoni, tv – al punto che anche i sentimenti risultano essere mere proiezioni.

L’istante largo, scritto da Sara Fruner, pubblicato da Bollati Boringhieri, genere narrativa, data uscita 25/06/20.
Macondo, quindici anni, quoziente intellettivo da capogiro, lettore vorace con il mito di Sherlock Holmes e Martin Mystère, una passione inconfessata per la Bea, vuole scoprire che cosa c’è davvero nel suo passato. È una zona buia troppo grande per ignorarla, ma l’amatissima nonna, l’anticonformista artista cilena Rocío Sánchez, che pur conosce ogni verità, è determinata a rivelargliela solo dopo il traguardo dei diciotto anni: nel frattempo custodisce ciò che c’è da custodire dentro una scatola inaccessibile, lassù, sull’ultimo scaffale del suo studio. Animo da detective, e scatola fuori portata, Macondo comincia un’indagine personale, raccogliendo indizi e aneddoti che carpisce dalla tribù di amici di Rocío spesso radunati a casa loro, e dai foglietti che la nonna gli scrive strappandoli da un blocchetto che porta sempre appeso al collo: un intervento alla gola le ha portato via la voce e lei rimedia così, matita alla mano. Macondo scoprirà presto di portare inscritto nel nome ben più del senso di solitudine ispirato dal paese inventato da Gabriel García Márquez: nel suo nome è racchiusa tutta la sua storia. La sua ricerca d’identità diventa allora un cammino sia verso se stesso, sia verso chi lo ha amato, un percorso che lo conduce fino all’Istante largo, soggetto di un quadro della nonna, ma soprattutto epifania di un momento che apre le porte della consapevolezza: la famiglia non è necessariamente una struttura costruita a priori, ma può assumere le forme più diverse, spuntare in situazioni in cui i legami di sangue non ricoprono alcun ruolo, diventare uno spazio immenso per chi ama. Con una scrittura limpida e poetica, Sara Fruner ci offre una riflessione insieme intensa e lieve sull’imprevedibilità dei legami che ci forgiano. E se gli amori sono rimasti incompiuti, se sono terminati troppo presto, ogni legame spezzato del nostro passato può avere una seconda, inattesa chance, che ci sorprende.

Il mio anno con te, scritto da Julia Whelan, pubblicato da HarperCollins, genere narrativa, data uscita 25/06/20.
L’americana Ella Durran da quando aveva tredici anni ha un preciso progetto di vita: studiare a Oxford. Ora, ventiquattrenne, è finalmente arrivata in Inghilterra con una borsa di studio, pronta a coronare il suo sogno. Nello stesso momento, riceve un’incredibile proposta di lavoro nello staff della campagna presidenziale di un astro nascente della politica americana. Per fortuna, con la promessa che lavorerà in remoto e tornerà a Washington a ne anno, Ella è libera di godersi la sua irripetibile esperienza a Oxford. Tutto sembra procedere al meglio, finché Ella non scopre che Jamie Davenport, il ragazzo impertinente che ha appena rovinato la sua camicia e il suo primo giorno al college, è anche il professore del corso di letteratura… Quella che sembrava un’avventura casuale diventa presto qualcosa di molto più profondo. Jamie, però, nasconde un segreto. E quando Ella lo scopre si trova di fronte a una decisione impossibile: voltare le spalle all’uomo di cui si sta innamorando per seguire i suoi sogni o restare con lui ad affrontare una situazione per la quale nessuno dei due è davvero pronto. Così, mentre la ne del suo anno a Oxford si avvicina rapidamente, Ella deve decidere se i sogni che vuole realizzare sono sempre gli stessi.

La mia fantastica vacanza in Spagna, scritto da Karen Swan, pubblicato da Newton Compton, genere narrativa rosa, data uscita 25/06/20.
Uno degli uomini più ricchi di tutta la Spagna, Carlos Mendoza, sta mo­rendo. Ma i familiari scoprono con orrore che ha intenzione di donare tutto il patrimonio a una giovane donna di cui non hanno mai sen­tito parlare. Chi è, e in che modo l’anziano è legato a lei?Charlotte Fairfax è una consu­lente legale e, quando le viene chiesto di sistemare la faccenda, accetta di lasciare l’Inghilterra alla volta di Madrid, nonostante manchi solo una settimana alle sue nozze. È sicura, infatti, che non ci vorrà molto per chiudere la questione: ha visto decine di uo­mini intestare tutto a una donna giovane e bella per poi ravve­dersi…
Una volta giunta a destinazione, però, Charlotte si accorge che le cose sono più complicate di quello che aveva immaginato. Perché la ragazza dice di non sapere nulla dei piani dell’anziano. Sta forse mentendo? Decisa a scoprire la verità, Charlotte scava nella sto­ria della famiglia Mendoza, alla ricerca di indizi che possano aiu­tarla a capire. Ben presto emerge una realtà sconvolgente, taciuta per anni, che le impartirà una lezione im­portante sul vero significato dell’amore…

Iniziò tutto d’estate, scritto da Emma Davies, pubblicato da Newton Compton, genere narrativa rosa, data uscita 25/06/20.
Il soprannome di Isobel è “regina dei ghiacci” perché ha un carattere solitario e difficilmente dà confidenza agli estranei. Questa estate ha deciso di isolarsi completamente dal mondo, rintanandosi in un cottage di campagna, lontano da tutti. Ha solo sei settimane per portare avanti il suo progetto segreto ed è importante che nessuno sappia dove si trova. Così sbarra la porta e chiude tutte le tende, decisa a rimanersene da sola con il suo violino. Ma Tom, il proprietario della casa che Isobel ha affittato, si sente istintivamente attratto dalla musica che proviene da lì dentro. Chi è la misteriosa nuova inquilina e perché si nasconde? La ragazza, infatti, sembra completamente indifferente alla bellezza delle colline circostanti e non pare intenzionata a uscire dal suo guscio. Ma non ha fatto i conti con la testardaggine di un affascinante giovanotto dagli occhi blu, che ha appena deciso che la sua missione personale è stanarla. Isobel riuscirà a trovare il coraggio di fidarsi?

Un’estate da ricordare, scritto da Sue Moorcroft, pubblicato da Newton Compton, genere narrativa rosa, data uscita 25/06/20.
La vita di Clancy ha appena preso una svolta inaspettata: dopo aver scoperto di essere stata tradita, si è ritrovata senza casa e senza lavoro. Non ha nessuna intenzione, infatti, di continuare a investire il suo talento finanziario nella startup fondata insieme all’uomo che le ha spezzato il cuore. E così ha deciso di farsi avanti per prendersi cura, durante la stagione estiva, dei cottage in riva al mare di sua cugina Alice, in uno sperduto paesino della costa. Senza connessione a internet e lontanissima dalla città, cosa potrebbe andare storto? Clancy si getta nella nuova avventura con entusiasmo, certa che lunghe passeggiate sulle spiagge e cieli azzurri siano il migliore antidoto contro la tristezza. E se anche il passato dovesse tornare a riaffacciarsi, i magnetici occhi scuri di una vecchia conoscenza potrebbero essere la migliore delle distrazioni…

Il segreto del mercante di libri, scritto da Marcello Simoni, pubblicato da Newton Compton, genere giallo storico, data uscita 29/06/20.
Anno Domini 1234. Dopo due anni trascorsi presso la corte di Federico II, in Sicilia, il mercante di reliquie Ignazio da To­ledo torna in Spagna per una nuova, rischiosa impresa: trovare la Grot­ta dei Sette Dormienti. In questo leggendario sepolcro, sette martiri cristiani si sarebbero letteralmen­te “addormentati”, secoli prima, in un sonno eterno. Ma non è certo la ricerca di una reliquia a muovere il mercante, bensì il mistero dell’im­mortalità che pare nascondersi die­tro la storia dei Sette Dormienti. Gli indizi di cui Ignazio è in pos­sesso lo conducono tra Castiglia e Léon: la terra da cui viene e dove ha lasciato la propria famiglia. Al suo ritorno, il mercante è costretto però a fare i conti con spiacevoli novità, delle quali la prolungata assenza lo ha tenuto all’oscuro: Sibilla, sua moglie, è scomparsa, forse per sfug­gire a una terribile minaccia; Uber­to, il figlio, è rinchiuso in prigione con l’accusa di aver ucciso un uomo. Chi si cela dietro queste sciagure? Forse un infido frate domenicano, confessore personale di re Ferdi­nando III di Castiglia. E una setta di vecchi nemici del Mercante: la Saint-Vehme…

La ragazza nel giardino degli ulivi, scritto da Dinah Jefferies, pubblicato da Newton Compton, genere narrativa rosa, data uscita 29/06/20.
Toscana, 1944. Nella splendida tenuta della contessa Sofia de’ Corsi la pace tra gli ulivi è bruscamente interrotta dall’arrivo dei soldati nazisti. L’antico palazzo medievale nel cuore della lussureggiante campagna toscana non è più un rifugio sicuro; come non lo sono le case del borgo, i cui abitanti diventano oggetto delle vessazioni dei tedeschi. Sofia tenta disperatamente di offrire protezione a quante più persone possibile, senza però rivelarlo a suo marito Lorenzo, preoccupato per le ritorsioni che l’altruismo della moglie potrebbe scatenare. Quando Maxine, una giovane reporter italoamericana, arriva in Italia con l’intenzione di raccontare le imprese degli Alleati, i destini delle due donne si intrecciano: Sofia e Maxine si ritrovano intrappolate in un gioco pericoloso che le costringerà a ricorrere a qualunque espediente pur di salvare quelli che amano…

La magia del ritorno, scritto da Nicholas Sparks, pubblicato da Sperling & Kupfer, genere giallo e rosa, data uscita 30/06/20.
Per Trevor Benson, i più bei ricordi d’infanzia sono legati alle estati trascorse a New Bern, nel North Carolina, dove il nonno gli ha insegnato a pescare, a prendersi cura delle api, e ha provato a spiegargli cosa vuol dire innamorarsi. E a lui che il nonno, recentemente scomparso, ha lasciato in eredità la vecchia casa di legno accanto al fiume, ed è proprio lì che Trevor decide di trasferirsi temporaneamente prima di iniziare una nuova vita. Rimasto gravemente ferito in Afghanistan, ha infatti dovuto abbandonare la professione di chirurgo e trovare una nuova strada. Se i segni sul corpo sono quasi spariti grazie a una lunga serie di interventi, nulla può cancellare però le ferite dell’anima. In quell’estate sospesa tra un capitolo e l’altro della sua esistenza, due incontri inattesi giungono a sorprenderlo: quello con Callie, una ragazzina inquieta e sfuggente che sa qualcosa sulle circostanze misteriose della morte di suo nonno, ma è restia a dirgli la verità; e quello con Natalie, una giovane ed enigmatica poliziotta per la quale Trevor sente nascere un sentimento profondo, ma che sembra avere paura d’amare. Avvolto da una rete di segreti che non riesce a districare, Trevor decide di fidarsi dell’istinto, come gli consigliava sempre il nonno, e intraprende così una ricerca che lo porterà a cogliere il significato più profondo dell’amore e del perdono e lo ricondurrà al centro esatto del suo cuore. Perché a volte, per andare avanti, è necessario ritornare al punto in cui tutto è cominciato.

La promessa di un’estate, scritto da Marc Levy, pubblicato da Rizzoli, genere narrativa rosa, data uscita 30/06/20.
Il Concerto n. 2 di Rachmaninov mette a dura prova anche i grandi maestri del pianoforte. Lo sa bene Thomas, giovane virtuoso tra i migliori talenti di Francia, che da mesi si prepara per andare in scena alla prestigiosa Salle Pleyel di Parigi. Ma non è per la complessità dello spartito, se la sera del debutto sbaglia le note: è perché lì, tra il pubblico, accomodato sulle ginocchia di una donna ignara, c’è il fantasma di suo padre Raymond. Sovvertendo le leggi del possibile, l’uomo è tornato dall’aldilà per chiedere al figlio di aiutarlo a esaudire un desiderio: ricongiungersi a Camille, con cui in vita ha condiviso un duraturo sentimento platonico, nato molti anni prima su una spiaggia d’estate. C’è solo un modo affinché il sogno si realizzi, un rito inaudito che dovrebbe riunire i due amanti in maniera definitiva. È così che il pianista e il fantasma di suo padre si imbarcano in una rocambolesca avventura oltreoceano, intenzionati a ricucire gli strappi del tempo e a cercare un – seppur tardivo – lieto fine.
La promessa di un’estate è una commedia dolce e surreale che ricorda i migliori film di Frank Capra e Billy Wilder. Una favola moderna attraversata da dialoghi esilaranti, con personaggi che rimangono nel cuore.

L’assassino ci vede benissimo, scritto da Christian Frascella, pubblicato da Einaudi, genere giallo e mistery, data uscita 30/06/20.
Capelli sale e pepe e una lingua affilata, il talento autodistruttivo di un ex poliziotto cacciato per corruzione, un terrore ancestrale per i legami. È ancora lui, Contrera. Ed è in gran forma. Nonostante l’ex moglie, rimasta incinta dopo un’ultima notte di passione. Nonostante la nuova travolgente compagna, che è ancora all’oscuro di tutto. Nonostante la figlia adolescente che galoppa su una strada non proprio raccomandabile – d’altronde, chi è lui per giudicare? Ma non c’è tempo per mettere in ordine i tasselli di questo girotondo femminile, perché una sera di novembre due uomini vengono freddati in un locale del quartiere multietnico torinese Barriera di Milano. E guarda caso Contrera si trova sul luogo del delitto – stavolta ha rischiato grosso. Il principale sospettato è Eddie, un metro e novanta, nero come la notte in una miniera di carbone, grande amico di tante disavventure. Non resta che cercare di incastrare il vero colpevole prima che le cose si mettano troppo male per lui. Anche perché Sergione, il peggiore razzista sulla faccia di Barriera, ha radunato la Ronda, un manipolo di residenti e forze dell’ordine in incognito, esasperati dalla piega violenta presa dal quartiere e decisi a riportare l’ordine, non prima di averne lavato le strade col sangue. Ambientato nell’arco di ventiquattro ore, il terzo capitolo della serie di Contrera è una miscela esplosiva di humour, ritmo e intelligenza investigativa. In una parola, irresistibile. Ci vuole il fiuto infallibile per le storie destinate a finire male, o forse solo una certa dose di fortuna, per trovarsi sul luogo di un brutale delitto e riuscire a salvare la pelle. È quello che capita all’investigatore privato più sfacciato che c’è in circolazione, Contrera, nella sua Barriera di Milano, il quartiere torinese che ha perso l’innocenza e si prepara a una notte di vendetta. Una notte in cui la città è un lenzuolo di nebbia spugnosa e tenace.

La vita alla finestra, scritto da Andrés Neuman, pubblicato da Einaudi, genere narrativa, data uscita 30/06/20.
Inizio anni Duemila, una città spagnola come tante. Net, un ragazzo come tanti, scrive. Chino sul suo computer, digita lunghe mail che indirizza a Marina. Notte dopo notte, alle finestre che si aprono sullo schermo Net consegna il racconto delle sue giornate, tra lo sfaldamento e la traballante ricomposizione della sua famiglia, la scoperta dell’amore, l’ansia per l’avvenire incerto. Ma Marina, irrintracciabile e misteriosa quasi quanto l’universo virtuale, non risponde mai… Con un personaggio degno della penna di J. D. Salinger, Andrés Neuman traccia un percorso sentimentale al cuore della malinconia che assedia la giovinezza, sullo sfondo di quel fragile tempo di mezzo tra il passato analogico e l’ignoto futuro digitale. «Forse sentiamo il bisogno di concepire sullo schermo la perfezione narrativa che manca alla nostra vita», riflette Net: le finestre di Windows diventano allora il simbolo della sua urgenza di raccontare, di fissare nel mondo virtuale la versione di sé e degli altri che scorge dalla sua prospettiva. E che sarà irrimediabilmente ingannevole come, del resto, sempre lo sono i frutti della narrazione.

Ricordati di Bach, scritto da Alice Cappagli, pubblicato da Einaudi, genere narrativa, data uscita 30/06/20.
Cecilia è ancora una bambina, quando a dispetto di tutto e di tutti – in particolare dei suoi genitori –, entra all’Istituto Mascagni di Livorno, un conservatorio, e di quelli seri. Scoprirà a poco a poco cosa significa segarsi i polpastrelli con le corde, imparare solfeggio e armonia, progredire o regredire, scoraggiarsi o meravigliarsi. Educare la sua mano, sfidarla. E trovare una forza inaspettata, un’energia che sembra sprigionare direttamente dalla fatica. Il suo insegnante, Smotlak, spirito spericolato e grande scommettitore, capace di perdere a un tavolo da gioco un Goffriller del 1703, punta su di lei come si può puntare su un cavallo, e mira a farla diventare come gli altri, «quelli senza cuciture». Intorno a loro, una schiera di personaggi che impareremo a conoscere pagina dopo pagina: Odila, compagna di corso e unica amica, la terribile prof. Maltinti, il «sovietico» Maestro Cini… Ma «le vere lezioni non sono quasi mai a lezione», e Cecilia non tarderà a capirlo, scoprendo che una scommessa ben piazzata può portarti lontano e che un vero maestro insegna veramente tutto: perfino a vivere.

La mia pazza vacanza in Grecia, scritto da Mandy Baggot, pubblicato da Newton Compton, genere narrativa rosa, data uscita 30/06/20.
Felice, fidanzata e all’apice della sua carriera, Ellen aveva una vita perfetta. Almeno fino al momento in cui tutto è crollato e si è ritrovata ferita e con il cuore spezzato. Proprio quando Ellen sembra sul punto di lasciarsi andare alla tristezza, quel tornado di sua sorella Lacey la convoca inaspettatamente in Grecia, nella splendida isola di Corfù, perché la aiuti nei preparativi di un grosso, grasso matrimonio. Che sia l’occasione giusta per schiarirsi le idee e rimettersi in piedi? Lasciarsi il passato alle spalle non è mai un’impresa troppo semplice, ma con Lacey in modalità “sposa-assatanata”, presa dai preparativi nuziali, sarà quasi impossibile anche solo respirare! Senza contare che nello staff dell’albergo c’è un misterioso sconosciuto davvero affascinante… Basterà qualche bicchiere di ouzo a convincere Ellen a lasciarsi andare?

Elenco novità libri in ordine alfabetico usciti a Giugno 2020:

2084. La dittatura delle donne, scritto da Gianni Clerici, pubblicato da Baldini & Castoldi, genere fantasy, data uscita 04/06/20.
Acqua di sole, scritto da Bianca Rita Cataldi, pubblicato da HarperCollins, genere narrativa, data uscita 18/06/20.
Ali d’argento, scritto da Camilla Lackberg, pubblicato da Marsilio, genere thriller, data 04/06/20.
Anime feroci, scritto da Annie Ward, pubblicato da Longanesi, genere thriller, data uscita 18/06/20.
Aspettando il cielo, scritto da Elliot Ackerman, pubblicato da Longanesi, genere narrativa, data uscita 04/06/20.
Bomba atomica, scritto da Roberto Mercadini, pubblicato da Rizzoli, genere narrativa, data uscita 23/06/20.
Canone del desiderio, scritto da Richard Powers, pubblicato da La nave di Teseo, genere narrativa, data uscita 25/06/20.
Come il mare in un bicchiere, scritto da Chiara Gamberale, pubblicato da Feltrinelli, genere narrativa, data uscita 25/06/20.
Come la pioggia sul cellofan, scritto da Grazia Verasani, pubblicato da Marsilio, genere giallo e mistery, data uscita 25/06/20.
Come pioggia su di me, scritto da Brittainy C. Cherry, pubblicato da Newton Compton Editori, genere narrativa rosa, data uscita 05/06/20.
Conosci l’estate?, scritto da Simona Tanzini, pubblicato da Sellerio Editore Palermo, genere giallo e mistery, data uscita 04/06/20.
Contro un mondo senza amore, scritto da Susan Abulhawa, pubblicato da Feltrinelli, genere narrativa, data uscita 04/06/20.
Finalmente insieme, scritto da Tijan, pubblicato da Garzanti, genere narrativa rosa per ragazzi, data 18/06/20.
Fiore di roccia, scritto da Ilaria Tuti, pubblicato da Longanesi, genere romanzo storico, data uscita 08/06/20.
Giura, scritto da Stefano Benni, pubblicato da Feltrinelli, genere narrativa, data uscita 11/06/20.
Gli spaghetti alla bolognese non esistono, scritto da Filippo Venturi, pubblicato da Mondadori, genere giallo e mistery, data uscita 03/06/20.
I canti della Britannia. Il Vallo di Adriano. 2, scritto da Massimo Giulio Tancredi, pubblicato da Fanucci, genere romanzo storico, data uscita 04/06/20.
I valori che contano (avrei preferito non scoprirli), scritto da Diego De Silva, pubblicato da Einaudi, genere narrativa, data uscita 03/06/20.
Il bacio dell’angelo caduto. La saga completa, scritto da Becca Fitzpatrick, pubblicato da Piemme, genere fantasy per ragazzi, data uscita 03/06/20.
Il borghese Pellegrino, scritto da Marco Malvaldi, pubblicato da Sellerio Editore Palermo, genere giallo e mistery, data uscita 18/06/20.
Il dolce domani, scritto da Banana Yoshimoto, pubblicato da Feltrinelli, genere narrativa, data uscita 25/06/20.
Il futuro non promette bene, scritto da Eleanor Davis, pubblicato da Rizzoli Lizard, genere narrativa a fumetti, data uscita 03/06/20.
Il mio anno con te, scritto da Julia Whelan, pubblicato da HarperCollins, genere narrativa, data uscita 25/06/20.
Il mio favoloso viaggio in Francia, scritto da Sue Roberts, pubblicato da Newton Compton Editori, genere narrativa rosa, data uscita 18/06/20.
Il misterioso caso di villa Grada, scritto da Gavino Zucca, pubblicato da Newton Compton Editori, genere giallo e mistery, data uscita 25/06/20.
Il mistero del cadavere nella valigia, scritto da Alessandra Carnevali, pubblicato da Newton Compton Editori, genere giallo e mistery, data uscita 11/06/20.
Il santuario degli eretici, scritto da Armando Comi, pubblicato da Newton Compton Editori, genere thriller storico, data uscita 18/06/20.
Il segreto del mercante di libri, scritto da Marcello Simoni, pubblicato da Newton Compton, genere giallo storico, data uscita 29/06/20.
Il segreto del male, scritto da Craig Russell, pubblicato da Piemme, genere thriller, data uscita 03/06/20.
Il sentiero perduto delle arance, scritto da Nadia Marks, pubblicato da Newton Compton Editori, genere narrativa, data uscita 04/06/20.
Io sono Zelda. E questa è la mia leggenda, scritto da Andrew David MacDonald, pubblicato da Sperling & Kupfer, genere narrativa, data uscita 03/06/20.
Il taccuino delle cose non dette, scritto da Clare Pooley, pubblicato da Mondadori, genere narrativa, data uscita 03/06/20.
Il treno degli innocenti, scritto da Gill Thompson, pubblicato da Newton Compton Editori, genere romanzo storico, data uscita 04/06/20.
Iniziò tutto d’estate, scritto da Emma Davies, pubblicato da Newton Compton, genere narrativa rosa, data uscita 25/06/20.
Kaddish.com, scritto da Nathan Englander, pubblicato da Einaudi, genere narrativa, data uscita 09/06/20.
L’amore in caso di emergenza, scritto da Daniela Krien, pubblicato da Corbaccio, genere narrativa rosa, data uscita 18/06/20.
L’assassino ci vede benissimo, scritto da Christian Frascella, pubblicato da Einaudi, genere giallo e mistery, data uscita 30/06/20.
L’enigma della camera 622, scritto da Joel Dicker, pubblicato da La nave di Teseo, genere giallo e mistery, data uscita 11/06/20.
L’estate della mia rivoluzione, scritto da Angelica Grivel Serra, pubblicato da Mondadori, genere narrativa per ragazzi, data uscita 03/06/20.
L’istante largo, scritto da Sara Fruner, pubblicato da Bollati Boringhieri, genere narrativa, data uscita 25/06/20.
L’ultima storia, scritto da John Grisham, pubblicato da Mondadori, genere thriller, data uscita 03/06/20.
La circonferenza dell’alba, scritto da Federica Brunini, pubblicato da Feltrinelli, genere narrativa, data uscita 18/06/20.
La congregazione, scritto da Alessandro Perissinotto, pubblicato da Mondadori, genere thriller, data uscita 23/06/20.
La furia del tifone, scritto da Clive Cussler e Boyd Morrison, pubblicato da Longanesi, genere avventura, data uscita 11/06/20.
La guerra dei templari, scritto da K.M. Ashman, pubblicato da Newton Compton Editori, genere romanzo storico, data uscita 25/06/20.
La nostra folle, furiosa città, scritto da Guy Gunaratne, pubblicato da Fazi, genere narrativa, data uscita 11/06/20.
La magia del ritorno, scritto da Nicholas Sparks, pubblicato da Sperling & Kupfer, genere giallo e rosa, data uscita 30/06/20.
La memoria del cuore, scritto da Jan-Philipp Sendker, pubblicato da Neri Pozza, genere narrativa, data uscita 04/06/20.
La mia fantastica vacanza in Spagna, scritto da Karen Swan, pubblicato da Newton Compton, genere narrativa rosa, data uscita 25/06/20.
La mia pazza vacanza in Grecia, scritto da Mandy Baggot, pubblicato da Newton Compton, genere narrativa rosa, data uscita 30/06/20.
La morte di Gesù, scritto da J. M. Coetzee, pubblicato da Einaudi, genere narrativa, data uscita 23/06/20.
La quattordicesima lettera, scritto da Claire Evans, pubblicato da Neri Pozza, genere giallo storico, data uscita 18/06/20.
La penultima magia, scritto da Tiziano Scarpa, pubblicato da Einaudi, genere narrativa, data uscita 23/06/20.
La piccola città dei meravigliosi tramonti, scritto da Lorna Cook, pubblicato da Newton Compton Editori, genere narrativa rosa, data uscita 25/06/20.
La prigione di carta, scritto da Marco Onnembo, pubblicato da Sperling & Kupfer, genere narrativa, data uscita 23/06/20.
La promessa di un’estate, scritto da Marc Levy, pubblicato da Rizzoli, genere narrativa rosa, data uscita 30/06/20.
La ragazza dei segreti, scritto da Kate Furnivall, pubblicato da Piemme, genere romanzo storico, data uscita 23/06/20.
La ragazza nel giardino degli ulivi, scritto da Dinah Jefferies, pubblicato da Newton Compton, genere narrativa rosa, data uscita 29/06/20.
La Salita dei Saponari, scritto da Cristina Cassar Scalia, pubblicato da Einaudi, genere giallo e mistery, data uscita 16/06/20.
La strada di casa, scritto da Kent Haruf, pubblicato da NN Editore, genere narrativa, data uscita 18/06/20.
La vita alla finestra, scritto da Andrés Neuman, pubblicato da Einaudi, genere narrativa, data uscita 30/06/20.
La volpe era già il cacciatore, scritto da Herta Muller, pubblicato da Feltrinelli, genere narrativa, data uscita 04/06/20.
Le imperfette, scritto da Federica De Paolis, pubblicato da DeA Planeta, genere narrativa, data uscita 09/06/20.
Love me. Per sempre. 3, scritto da Kathinka Engel, pubblicato da Sperling & Kupfer, genere narrativa rosa, data uscita 03/06/20.
Mia sorella è una serial killer, scritto da Oyinkan Braithwaite, pubblicato da La nave di Teseo, data uscita 04/06/20.
Non c’è rosa senza spine, scritto da Aurélie Valognes, pubblicato da Sperling & Kupfer, genere narrativa, data uscita 23/06/20.
Non fidarti di loro, scritto da Alex Marwood, scritto da pubblicato da Newton Compton Editori, genere thriller, data 11/06/20.
Presto con fuoco, scritto da Roberto Cotroneo, pubblicato da La nave di Teseo, genere narrativa, data uscita 18/06/20.
Questa tempesta, scritto da James Ellroy, pubblicato da Einaudi, genere giallo e mistery, data uscita 16/06/20.
Quel blu di Genova, scritto da Michele Mozzati, pubblicato da La nave di Teseo, genere romanzo storico, data uscita 18/06/20.
Ricordati di Bach, scritto da Alice Cappagli, pubblicato da Einaudi, genere narrativa, data uscita 30/06/20.
Se l’acqua ride, scritto da Paolo Malaguti, pubblicato da Einaudi, genere narrativa, data uscita 09/06/20.
Semplicemente amami, scritto da Federico Moccia, pubblicato da Nord, genere narrativa, data uscita 18/06/20.
Senza ritorno, scritto da Susana Rodriguez Lezaun, pubblicato da Elliot, genere giallo e mistery, data uscita 18/06/20.
Signorina. Memorie di una ragazza sposata, scritto da Chiara Sfregola, pubblicato da Fandango, data uscita 11/06/20.
Spigole, scritto da Tito Faraci, pubblicato da Feltrinelli, genere narrativa, data uscita 25/06/20.
Stars 2 – Noi come sole e luna, scritto da Anna Todd, pubblicato da Sperling & Kupfer, genere narrativa rosa per ragazzi, data uscita 09/06/20.
Ultimo respiro, scritto da Robert Bryndza, pubblicato da Newton Compton, genere thriller, data uscita 01/06/20.
Uccidere ancora, scritto da Patricia Gibney, pubblicato da Newton Compton Editori, genere thriller, data uscita 04/06/20.
Un’estate all’improvviso, scritto da Lori Nelson Spielman, pubblicato da Newton Compton Editori, genere narrativa rosa, data uscita 18/06/20.
Un’estate da ricordare, scritto da Sue Moorcroft, pubblicato da Newton Compton, genere narrativa rosa, data uscita 25/06/20.
Un amore qualunque e necessario, scritto da Mary Beth Keane, pubblicato da Mondadori, genere narrativa. data uscita 23/06/20.
Un nuovo mondo, scritto da Barbara Kingsolver, pubblicato da Frassinelli, genere narrativa, data uscita 03/06/20.
Un ragazzo sulla soglia, scritto da Anne Tyler, pubblicato da Guanda, genere narrativa, data uscita 18/06/20.
Una vacanza sotto le stelle, scritto da Catherine Ferguson, pubblicato da Newton Compton Editori, genere narrativa rosa, data uscita 11/06/20.
Vendetta privata, scritto da Paolo Pinna Parpaglia, pubblicato da Newton Compton Editori, genere thriller, data uscita 11/06/20.
Vengo a prenderti, scritto da Paola Barbato, pubblicato da Piemme, genere thriller, data uscita 03/06/20.
Vie di fuga, scritto da Lucrezia Sarnari, pubblicato da Rizzoli, genere narrativa, data uscita 03/06/20.

Leggi l'articolo Novità in Libreria – Giugno 2020 in versione completa su Pausa Caffè.

]]>
http://www.pausacaffeblog.it/wp/2020/06/novita-in-libreria-giugno-2020.html/feed 0
Premio Campiello 2020: la cinquina finalista http://www.pausacaffeblog.it/wp/2020/06/premio-campiello-2020-la-cinquina-finalista.html http://www.pausacaffeblog.it/wp/2020/06/premio-campiello-2020-la-cinquina-finalista.html#respond Tue, 02 Jun 2020 12:23:06 +0000 http://www.pausacaffeblog.it/wp/?p=51584 E’ stata resa nota la cinquina finalista della 58esima edizione del Premio Campiello, premio letterario, istituito nel 1962 per volontà degli Industriali del Veneto, che viene assegnato a opere di narrativa italiana. Quest’ anno la comunicazione è avvenuta in diretta su Rai 5 invece che nel tradizionale dibattito, annullato a causa del Coronavirus. Durante la [...]

Leggi l'articolo Premio Campiello 2020: la cinquina finalista in versione completa su Pausa Caffè.

]]>
E’ stata resa nota la cinquina finalista della 58esima edizione del Premio Campiello, premio letterario, istituito nel 1962 per volontà degli Industriali del Veneto, che viene assegnato a opere di narrativa italiana. Quest’ anno la comunicazione è avvenuta in diretta su Rai 5 invece che nel tradizionale dibattito, annullato a causa del Coronavirus. Durante la selezione la Giuria ha inoltre annunciato il vincitore del Premio Campiello Opera Prima, un riconoscimento attribuito dal 2004 ad un autore al suo esordio letterario. Per conoscere il vincitore dobbiamo aspettare settembre, con la speranza che tutto ritorni alla normalità.

La Giuria dei Letterati ha votato tra i 300 libri ed ha selezionato la cinquina finalista composta da:

Con passi Giapponesi di Patrizia Cavalli (Einaudi)
In queste pagine, troppo a lungo rimaste inedite per distrazione editoriale dell’autrice, è scritta la storia morale parallela, a rovescio, che ha accompagnato per decenni l’opera di uno dei maggiori poeti contemporanei. Non propriamente narrativa né saggistica, o le due cose insieme, la genialità analitica e visionaria, percettiva e sintattica che qui sorprende il lettore non ha precedenti nella letteratura italiana del Novecento, se non forse nella prosa di Roberto Longhi, Elsa Morante, Goffredo Parise. Si tratta comunque piú di parziali affinità che di derivazione: perché in ogni suo capitolo, ognuno a modo suo e con stile diverso, in frammenti autobiografici, parabole aneddotiche, ritratti e microfilosofie dell’amore, dell’invidia o dell’estasi sensoriale, Con passi giapponesi ubbidisce a un solo comandamento: «Devo capire». Se la poesia, come ha detto qualcuno, è la sola scienza possibile di quanto nella vita non si dà altra scienza, queste prose di poeta rivelano capacità figurative, speculative e satiriche che nei libri di versi erano comparse solo occasionalmente e soprattutto in poemetti memorabili come La Guardiana, Aria pubblica, La patria, La maestà barbarica. Fin dal primo testo che dà il titolo al volume, chi legge si trova a contemplare un mondo comico-tragico, labirintico fino alla vertigine, in cui entrano in scena passioni senza esito e disperati, coattivi manierismi sociali in cui la vita si dissangua fingendo se stessa.
Alfonso Berardinelli

Sommersione di Sandro Frizziero (Fazi)
«In fondo all’Adriatico, a nord, esistono isole filiformi che separano il mare dalla laguna veneta. In una di queste esili terre Sandro Frizziero ha trovato il suo tesoro. Non un forziere di zecchini d’oro, ma qualcosa di infinitamente più prezioso per un romanziere (e dunque anche per noi lettori): uno scrigno di passioni brutali e primarie, di ipocrisia, maldicenza, invidia, avidità; vale a dire, tutti i sinonimi dell’amore malinteso.
Conosco l’Isola a cui si è ispirato l’autore, perciò posso apprezzare quanto l’abbia trasfigurata in una sua potente iperbole poetica, facendola diventare uno stemma di malumori e malamori universali. Un posto da cui si riescono a vedere le stelle del cielo, sì, ma solo perché «sono i lumini di un cimitero lontano».
Sommersione racconta la giornata decisiva di uno dei suoi abitanti – un vecchio pescatore – forse il più odioso; certamente quello che sa come odiare più e meglio di tutti gli altri: la vicina con il suo cane; la moglie morta; la figlia a cui interessa solo la casa da ereditare; i vecchi preti dementi ricoverati in un ospizio; qualche assassino e qualche prostituta; i devoti di un antico miracolo fasullo, inventato per coprire una scappatella; i bestemmiatori che spesso coincidono con i devoti; i frequentatori della Taverna, unico locale dell’Isola oltre all’American Bar, ma di gran lunga preferibile perché «all’American Bar non c’è ancora un sufficiente livello di disperazione».
Su tutto ciò il vecchio pescatore ha rancori da spargere, fatti e fattacci da ricordare; e però gli resta da fare ancora qualcosa che sorprenderà gli abitanti dell’Isola, lettori compresi. Questo romanzo gli dà del tu, perché Frizziero ha il dono dell’intimità con i suoi personaggi, ne è il ritrattista inesorabile. Sotto le sue frasi – o dovrei dire meglio: sotto i suoi precisi e ben dosati colpi di martello – l’umanità resta inchiodata al livello più inerziale dell’esistenza: l’altro nome di quest’Isola, infatti, potrebbe essere Entropia. Una formicolante, disperata, indimenticabile Entropia»
Tiziano Scarpa

Tralummescuro di Francesco Guccini (Giunti)
Francesco Guccini non canta più, ma la sua voce si leva di nuovo per noi, alta, forte, piena di poesia, per consegnarci un’opera che è testamento e testimone da raccogliere, in attesa di una nuova aurora del giorno.
Radici è il titolo di uno dei primi album di Francesco Guccini, e radici è la parola che forse più di tutte rappresenta il cuore della sua ispirazione artistica. Radici sono quelle che lo legano a Pàvana – piccolo paese tra Emilia e Toscana dove sorge il mulino di famiglia, vera Macondo appenninica ormai viva nel cuore dei lettori – e radici sono quelle che sa rintracciare dentro le parole, giocando con le etimologie fra l’italiano e il dialetto, come da sempre ama fare. Oggi Pàvana è ormai quasi disabitata, i tetti delle case non fumano più. È in questo silenzio che il narratore evoca per noi i suoni di un tempo lontano, in cui la montagna era luogo laborioso e vivo, terra dura ma accogliente per chi la sapeva rispettare. Rinascono così personaggi, mestieri, suoni, speranze: gli artigiani all’opera in paese o lungo il fiume, i primi sguardi scambiati con le ragazze in vacanza, i giochi, gli animali e i frutti della terra, un orizzonte piccolo ma proprio per questo aperto all’infinito della fantasia. Tra elegia e ballata, queste pagine sono percorse da una continua ricerca delle parole giuste per nominare ricordi, cose e persone del tempo perduto; la malinconia è sempre temperata dalla capacità di sorridere delle umane cose e dalla precisione con cui vengono rievocati gesti, atmosfere, vite non illustri eppure piene di significato.

Vita morte e miracoli di Bonfiglio Liborio di Remo Rapino (Minimum fax)
Liborio Bonfiglio è una cocciamatte, il pazzo che tutti scherniscono e che si aggira strambo e irregolare sui lastroni di basalto di un paese che non viene mai nominato. Eppure nella sua voce sgarbugliata il Novecento torna a sfilare davanti ai nostri occhi con il ritmo travolgente e festoso di una processione con banda musicale al seguito.Perché tutto in Liborio si fa racconto, parola, capriola e ricordo: la scuola, l’apprendistato in una barberia, le case chiuse, la guerra e la Resistenza, il lavoro in fabbrica, il sindacato, il manicomio, la solitudine della vecchiaia. A popolare la sua memoria, una galleria di personaggi indimenticabili: il maestro Romeo Cianfarra, donn’Assunta la maitressa, l’amore di gioventù Teresa Giordani, gli amici operai della Ducati, il dottore Alvise Mattolini, Teté e la Sordicchia… Dal 1926, anno in cui viene al mondo, al 2010, anno in cui si appresta a uscire di scena, Liborio celebrerà, in una cronaca esilarante e malinconica di fallimenti e rivincite, il carnevale di questo secolo, i suoi segni neri, ma anche tutta la sua follia e il suo coraggio.Attraverso il miracolo di una lingua imprevedibile, storta e circolare, a metà tra tradizione e funambolismo, Remo Rapino ha scritto un romanzo che diverte e commuove, e pulsa in ogni rigo di una fragile ma ostinata umanità, quella che soltanto un matto come Liborio, vissuto ai margini, tra tanti sogni andati al macero e parole perdute, poteva conservare.

L’incanto del pesce luna di Ade Zeno (Bollati Boringhieri).
Gonzalo fa un mestiere insolito. Impiegato come cerimoniere presso la Società per la Cremazione di una grande città, si occupa di organizzare e presiedere funerali laici nella Sala del Commiato dell’antico Cimitero Monumentale. Nel corso dei dodici anni passati al Tempio Crematorio gestisce con passione e professionalità migliaia di riti funebri.
È sposato con Gloria, conosciuta fra i banchi universitari, e ha una figlia, l’adoratissima Inés, che all’età di otto anni cade in uno stato di coma profondo a causa di una misteriosa malattia. Confinato fra le mura di una stanza d’ospedale, il destino di Inés è appeso a un filo. Tra padre e figlia si instaura un dialogo silenzioso, fatto di presenza e di musiche ascoltate insieme. Tra queste, le canzoni e il tip tap di Gene Kelly, l’unico in grado di indurre sulle palpebre di Inés quello che sembra un accenno di vitalità. La speranza, sempre più labile, di trovare una cura in grado di svegliarla, un giorno viene inaspettatamente riaccesa da Malaguti, uomo equivoco e affascinante che propone a Gonzalo di lavorare per lui, o meglio per la sua anziana padrona. In cambio della promessa di ricoverare Inés in una clinica esclusiva, Gonzalo abbandona la vecchia occupazione per passare alle dipendenze della Signorina Marisòl. Capostipite di una potente famiglia, la donna vive in una grande villa in collina, senza mai uscire dalla sua camera da letto. Il suo aspetto è quello di una nonnina decrepita, ma una volta alla settimana la sua natura mostruosa le impone di divorare carne umana. Ormai troppo debole per procacciarsi cibo da sola, ha bisogno di un assistente in grado di cercare e condurre da lei le vittime sacrificali. L’impresa non è semplice, gli ostacoli sono molti, e Gonzalo dovrà fare i conti non soltanto con il desiderio di salvare la figlia, ma anche con il bisogno di redimersi. E sarà proprio l’anziana Marisòl ad aprirgli gli occhi, insinuando il dubbio che anche lui sia un mostro come lei, come tanti, e come tutti illuso che i semi della mostruosità dimorino sempre altrove. E’ un romanzo di una forza visionaria fuori dal comune. Ha il cinismo più feroce, ed è al contempo gravido di delicatezza e commozione. Ade Zeno, tra i migliori narratori italiani della sua generazione, ha scritto un libro spericolato e malinconico sul confine tra ciò che conosciamo e ciò che ci spaventa. Tra quelli che sono i morti ancora vivi, e i vivi che hanno smesso di esserlo da un po’. Tra i mostri che escono allo scoperto, e quelli che dicono di essere normali.

Il Premio Campiello Opera Prima è stato assegnato a:

Le isole di Norman di Veronica Galletta (Italo Svevo).
Elena, giovane studentessa, abita sull’isola di Ortigia insieme al padre, ex militante del Partito comunista, e alla ma-dre, che vive chiusa in camera da diversi anni, circondata da libri che impila secondo un ordine chiaro solo nella sua testa. Quando all’improvviso la donna va via di casa, Elena cerca di elaborare la sua assenza dando inizio a un viaggio ri-tuale attraverso i luoghi dell’Isola, quasi fosse una dispersione delle ceneri. Parallelamente, nel tentativo di fare luce su un evento traumatico della sua infanzia, di cui porta addosso i segni indelebili, la ragazza capirà che i ricordi molto spesso non sono altro che l’invenzione del passato.

 

Leggi l'articolo Premio Campiello 2020: la cinquina finalista in versione completa su Pausa Caffè.

]]>
http://www.pausacaffeblog.it/wp/2020/06/premio-campiello-2020-la-cinquina-finalista.html/feed 0
Luca Bianchini – Baci da Polignano http://www.pausacaffeblog.it/wp/2020/06/luca-bianchini-baci-da-polignano.html http://www.pausacaffeblog.it/wp/2020/06/luca-bianchini-baci-da-polignano.html#respond Mon, 01 Jun 2020 10:18:59 +0000 http://www.pausacaffeblog.it/wp/?p=51533 Baci da Polignano è un romanzo di Luca Bianchini, pubblicato il 26 maggio 2020, da Mondadori. Ritornano i protagonisti pugliesi tanto amati in Io che amo solo te e La cena di Natale, che continuano ad amare e sbagliare, tra panzerotti e lacrime, viaggi a Mykonos e tuffi all’alba, sotto il cielo di una Polignano che [...]

Leggi l'articolo Luca Bianchini – Baci da Polignano in versione completa su Pausa Caffè.

]]>

Luca Bianchini – Baci da Polignano

Baci da Polignano è un romanzo di Luca Bianchini, pubblicato il 26 maggio 2020, da Mondadori. Ritornano i protagonisti pugliesi tanto amati in Io che amo solo te e La cena di Natale, che continuano ad amare e sbagliare, tra panzerotti e lacrime, viaggi a Mykonos e tuffi all’alba, sotto il cielo di una Polignano che ha sempre una luce unica e inimitabile.

“In fondo, Mimì aveva sempre sognato la libertà, ma alcuni sogni sono belli solo se non si realizzano.”

Ninella e don Mimì si sono sempre amati, anche se le loro vite hanno preso da molto tempo strade diverse. Da giovani le loro famiglie si erano opposte al matrimonio, a sposarsi invece sono stati i rispettivi figli Chiara e Damiano. Gli anni passano e davanti a don Mimì Ninella resta sempre una ragazzina. L’arrivo di una nipotina, anziché avvicinarli, sembra averli allontanati ancora di più, anche perché Matilde, l’acida moglie di don Mimì, fa di tutto per essere la nonna preferita, viziando a dismisura quella che tutti chiamano semplicemente “la bambina”.
La situazione cambia all’improvviso quando Matilde perde la testa per Pasqualino, il tuttofare di famiglia. Mimì decide così di andare a vivere da solo nel centro storico di Polignano: è la sua grande occasione per ritrovare Ninella, che però da qualche tempo ha accettato la corte di un architetto milanese. Con più di cento anni in due, Ninella e Mimì riprendono una schermaglia amorosa dall’esito incerto, tra dubbi, zucchine alla poverella e fughe al supermercato. Intorno a loro, irresistibili personaggi in cerca di guai: Chiara e Damiano e la loro figlia che li comanda a bacchetta; Orlando e la sua “finta” fidanzata Daniela; Nancy e il sogno di diventare la prima influencer polignanese; la zia Dora, che corre dal “suo” Veneto per riscattare l’eredità contesa di un trullo.

“Ninella si era svegliata entusiasta: aveva perso un chilo. Poche cose rendono felice una donna più di un «ti vedo dimagrita». Anche se lei, anziché pesarsi, indossava una vecchia gonna e a seconda di quanto le stringeva capiva se era in forma o meno, senza rimuginare su quei due o tre etti in più che mandavano in crisi le altre. Quindi il suo chilo perso era puramente indicativo. Andò in cucina e apparecchiò il tavolo con tante gallette e un cornetto crema e amarena per sua figlia: che poi lei non se la spiegava questa faccenda di aggiungere l’amarena alla crema, la trovava nauseante. Aprì la finestra e si affacciò a guardare il mare, che invece non la stancava mai, perché ogni giorno era diverso e le raccontava una storia nuova. Quella mattina era quasi piatto, minimale, come certi abiti giapponesi che aveva visto su un giornale.”

Il libro è uscito da poco quindi le recensioni che circolano sono minime, ma tutte positive. Bianchini con leggerezza e semplicità riesce a far amare i suoi personaggi, regalando anche molte riflessioni sull’amore. Non vedo l’ora di leggerlo.

L’alba giunse su Polignano come una carezza.
Dopo una notte senza vento, il cielo sembrò accendersi di colpo, passando dal nero all’azzurro al giallo. Un regalo che la natura riserva a pescatori, panettieri, agricoltori, medici, dee-jay, baristi e innamorati.
Se poi sei insonne, il sole che nasce placa per un attimo la tua inquietudine, soprattutto quando l’estate è all’orizzonte e il mondo pare un luogo felice.
Quella fu la prima alba che don Mimì vide dalla sua nuova casa, “sopra i mour”, in una delle poche zone abitate del centro storico: lì non esistevano bed and breakfast, alberghi o cantine condonate. Era una sorta di bolla urbana all’interno di un villaggio da fiaba. Aveva ristrutturato quell’appartamento per Orlando, il suo figlio minore, che invece si era trasferito a Bari.
Mimì non avrebbe mai pensato di spostarsi lì, ma aveva deciso di lasciare sua moglie Matilde e il palazzotto di famiglia dove avevano vissuto da quando si erano sposati. Dopo ’u fatt aveva prima alloggiato qualche mese in un residence, un po’ in incognito, giusto il tempo di capire se la situazione si potesse risolvere. Sua moglie però non aveva mostrato particolari ravvedimenti, lui non aveva fatto alcuno sforzo, e infine aveva traslocato una volta per tutte. Tornava nel quartiere in cui era nato suo nonno, quando faceva il contadino, prima di diventare un piccolo imprenditore. Finalmente solo, finalmente libero, finalmente in un posto dove comandava lui.
Matilde, che per anni lui aveva dato per scontata, si era presa una sbandata per Pasqualino, il tuttofare di famiglia, l’uomo di fiducia incaricato di sbrigare le faccende degli Scagliusi: impianti elettrici, manutenzione dei sanitari, potatura delle piante, mobili da spostare, verdure fresche da consegnare. E alla fine di una lunga e onorata carriera, come premio, si era portato via la moglie del capo.
In effetti, erano un po’ troppe le volte in cui la signora aveva voglia ora di cime di rapa, ora di carote viola, e naturalmente i rubinetti a fotocellula non funzionavano mai e «chiamo Pasqualino?» era la domanda più frequente.
Don Mimì, pur di non sentirla, aveva delegato sempre più il tuttofare alla complessa gestione della loro casa, soprannominata “il Petruzzelli” – come il leggendario teatro di Bari – perché aveva le mura esterne rosso carminio in mezzo a un paese bianchissimo.

Leggi l'articolo Luca Bianchini – Baci da Polignano in versione completa su Pausa Caffè.

]]>
http://www.pausacaffeblog.it/wp/2020/06/luca-bianchini-baci-da-polignano.html/feed 0
La classifica dei libri più venduti – 01 Giugno 2020 http://www.pausacaffeblog.it/wp/2020/06/la-classifica-dei-libri-piu-venduti-01-giugno-2020.html http://www.pausacaffeblog.it/wp/2020/06/la-classifica-dei-libri-piu-venduti-01-giugno-2020.html#respond Sun, 31 May 2020 22:15:44 +0000 http://www.pausacaffeblog.it/wp/?p=51506 Buona settimana a tutti! “Non esistono libri morali o immorali come la maggioranza crede. I libri sono scritti bene o scritti male. Questo è tutto.” (Oscar Wilde)     La classifica dei libri più venduti in questa settimana ritorna dopo due mesi, risente fortemente del lockdown e della pandemia che ha colpito il mondo, come i [...]

Leggi l'articolo La classifica dei libri più venduti – 01 Giugno 2020 in versione completa su Pausa Caffè.

]]>
Buona settimana a tutti!

“Non esistono libri morali o immorali come la maggioranza crede. I libri sono scritti bene o scritti male. Questo è tutto.”
(Oscar Wilde)

 

 

La classifica dei libri più venduti in questa settimana ritorna dopo due mesi, risente fortemente del lockdown e della pandemia che ha colpito il mondo, come i due libri di saggistica presenti confermano.  Scopriamola:

1.
In prima posizione Una lettera per Sara di Maurizio De Giovanni.
Mentre una timida primavera si affaccia sulla città, i fantasmi del passato tornano a regolare conti rimasti in sospeso, come colpi di coda di un inverno ostinato. Che aprile sia il più crudele dei mesi, l’ispettore Davide Pardo, a cui non ne va bene una, lo scopre una mattina al bancone del solito bar, trovandosi davanti il vicecommissario Angelo Fusco. Afflitto e fiaccato nel fisico, il vecchio superiore di Davide assomiglia proprio a uno spettro. È riapparso dall’ombra di giorni lontani perché vuole un favore. Antonino Lombardo, un detenuto che sta morendo, ha chiesto di incontrarlo e lui deve ottenere un colloquio. La procedura non è per niente ortodossa, il rito del caffè delle undici è andato in malora: così ci sono tutti gli estremi per tergiversare. E infatti Pardo esita. Esita, sbaglia, e succede un disastro. Per riparare al danno, il poliziotto si rivolge a Sara Morozzi, la donna invisibile che legge le labbra e interpreta il linguaggio del corpo, ex agente della più segreta unità dei Servizi. Dopo tanta sofferenza, nella vita di Sara è arrivata una stagione serena, ora che Viola, la compagna del figlio morto, le ha regalato un nipotino. Il nome di Lombardo, però, è il soffio di un vento gelido che colpisce a tradimento nel tepore di aprile, e lascia affiorare ricordi che sarebbe meglio dimenticare.In un viaggio a ritroso nel tempo, Maurizio de Giovanni dipana il filo dell’indagine più pericolosa, quella che scivola nei territori insidiosi della memoria collettiva e criminale di un intero Paese, per sciogliere il mistero di chi crediamo d’essere, e scoprire chi siamo davvero.

2.
In seconda posizione Hunger Games. Ballata dell’usignolo e del serpente: Un romanzo della saga di Hunger Games di Suzanne Collins.
È la mattina della mietitura che inaugura la decima edizione degli Hunger Games. A Capitol City, il diciottenne Coriolanus Snow si sta preparando con cura: è stato chiamato a partecipare ai Giochi in qualità di mentore e sa bene che questa potrebbe essere la sua unica possibilità di accedere alla gloria. La casata degli Snow, un tempo potente, sta attraversando la sua ora più buia. Il destino del buon nome degli Snow è nelle mani di Coriolanus: l’unica, esile, possibilità di riportarlo all’antico splendore risiede nella capacità del ragazzo di essere più affascinante, più persuasivo e più astuto dei suoi avversari e di condurre così il suo tributo alla vittoria. Sulla carta, però, tutto è contro di lui: non solo gli è stato assegnato il distretto più debole, il 12, ma in sorte gli è toccata la femmina della coppia di tributi. I destini dei due giovani, a questo punto, sono intrecciati in modo indissolubile. D’ora in avanti, ogni scelta di Coriolanus influenzerà inevitabilmente i possibili successi o insuccessi della ragazza. Dentro l’arena avrà luogo un duello all’ultimo sangue, ma fuori dall’arena Coriolanus inizierà a provare qualcosa per il suo tributo e sarà costretto a scegliere tra la necessità di seguire le regole e il desiderio di sopravvivere, costi quel che costi.

3.
In terza posizione Le storie del mistero di Gamer Lyon.
Benvenuti tra le pagine delle storie del mistero! Una oscura organizzazione sta architettando qualcosa all’interno dei suoi laboratori. Toccherà a Lyon, alla cara Anna e a Cico scoprire cosa. Quali sono i risultati di alcuni tra i più temibili esperimenti della storia dell’umanità? Chi è prigioniero nelle celle dei sotterranei? Quali maledizioni pendono sulle loro e sulle nostre teste? Ma soprattutto: cosa bolle ancora in pentola? Chi è il vero nemico? Le risposte sono in queste pagine… Forse! Dopo aver narrato e intrattenuto milioni di ragazzi attraverso i suoi gameplay, Lyon ci accompagna in un universo di stanze segrete e luoghi pericolosi, abitati da creature incredibili, scienziati e mostri maligni, alla scoperta dei segreti più spaventosi. Un libro per ragazzi 10-13 anni.

4.
In quarta posizione A proposito di niente: Autobiografia di Woody Allen.
Nato a Brooklyn nel 1935, Woody Allen ha iniziato la sua carriera nello spettacolo a sedici anni, scrivendo battute per un giornale di Broadway, e ha continuato a scrivere per la radio, la televisione, il teatro, il cinema e il New Yorker. Ha lasciato la stanza dello scrittore decenni fa per diventare comico nei locali notturni e, da allora, un regista conosciuto in tutto il mondo.
Durante sessant’anni di cinema, ha scritto e diretto cinquanta film, recitando in molti di essi. Ha ricevuto numerosi riconoscimenti internazionali, diverse statue sono state erette in suo onore (qualcosa di cui non riuscirà mai a capacitarsi) e i suoi film sono stati studiati nelle scuole e nelle università di tutto il mondo.
In A proposito di niente, Allen racconta dei suoi primi matrimoni, con una fiamma della giovinezza e poi con l’amata e divertente Louise Lasser, che evidentemente adora ancora. Racconta anche della sua storia e dell’amicizia eterna con Diane Keaton. Descrive la sua relazione personale e professionale con Mia Farrow, che ha dato vita a film divenuti classici fino alla loro burrascosa rottura, per la quale l’industria dei tabloid ancora li ringrazia. Afferma di essere stato il più sorpreso di tutti quando a 56 anni è iniziata una relazione romantica con la ventunenne Soon-Yi Previn, diventata una storia d’amore appassionata e un matrimonio felice che dura da oltre ventidue anni. Ironico, pienamente sincero, pieno di guizzi creativi e non poca confusione, un’icona della cultura mondiale racconta, non richiesto, la propria storia.

5.
In quinta posizione Come un respiro di Ferzan Ozpetek.
È una domenica mattina di fine giugno e Sergio e Giovanna, come d’abitudine, hanno invitato a pranzo nel loro appartamento al Testaccio due coppie di cari amici. Stanno facendo gli ultimi preparativi in attesa degli ospiti quando una sconosciuta si presenta alla loro porta. Molti anni prima ha vissuto in quella casa e vorrebbe rivederla un’ultima volta, si giustifica. Il suo sguardo sembra smarrito, come se cercasse qualcuno. O qualcosa. Si chiama Elsa Corti, viene da lontano e nella borsa che ha con sé conserva un fascio di vecchie lettere che nessuno ha mai letto. E che, fra aneddoti di una vita avventurosa e confidenze piene di nostalgia, custodiscono un terribile segreto. Riaffiora così un passato inconfessabile, capace di incrinare anche l’esistenza apparentemente tranquilla e quasi monotona di Sergio e Giovanna e dei loro amici, segnandoli per sempre.
Pagina dopo pagina, passioni che parevano sopite una volta evocate riprendono a divampare, costringendo ciascuno a fare i conti con i propri sentimenti, i dubbi, le bugie. Il presente si mescola al passato per narrare la potenza della vita stessa, che obbliga a scelte da cui non si torna più indietro. Ma anche per celebrare una Istanbul magica, sensuale e tollerante, con i suoi antichi hamam, i palazzi ottomani che si specchiano nel Bosforo, i vecchi quartieri oggi scomparsi.

6.
In sesta posizione Se scorre il sangue di Stephen King.
Ci sono diversi modi di dire, quando si parla di notizie, e sono tutti leggendari: «Sbatti il mostro in prima pagina», «Fa più notizia Uomo morde cane che Cane morde uomo» e naturalmente «Se scorre il sangue, si vende». Nel racconto di King che dà il titolo a questa raccolta, è una bomba alla Albert Macready Middle School a garantire i titoli cubitali delle prime pagine e le cruente immagini di apertura dei telegiornali. Tra i milioni di spettatori inorriditi davanti allo schermo, però, ce n’è una che coglie una nota stonata. Holly Gibney, l’investigatrice che ha già avuto esperienze ai confini della realtà con Mr Mercedes e con l’Outsider, osserva la scena del crimine e si rende conto che qualcosa non va, che il primo inviato sul luogo della strage ha qualcosa di sbagliato. Inizia così Se scorre il sangue, sequel indipendente del bestseller The Outsider, protagonista la formidabile Holly nel suo primo caso da solista. Ma il lungo racconto dedicato alla detective preferita di King (come scrive lui stesso nella sua nota finale) è solo uno dei quattro che compongono la raccolta. Da Il telefono del signor Harrigan, dove vita e tecnologia si intrecciano in modo inusuale, a La vita di Chuck, ispirato a un cartellone pubblicitario, fino a Ratto – che gioca con la natura stessa del talento di uno scrittore – le storie di questa raccolta sono sorprendenti, fuori dagli schemi, a volte sentimentali, forse anche fuori dal tempo. In una parola, sublimemente kinghiane.

7.
In settima posizione Cambiare l’acqua ai fiori di Valérie Perrin.
Violette Toussaint è guardiana di un cimitero di una cittadina della Borgogna. Ricorda un po’ Renée, la protagonista dell’Eleganza del riccio, perché come lei nasconde dietro un’apparenza sciatta una grande personalità e una storia piena di misteri. Durante le visite ai loro cari, tante persone vengono a trovare nella sua casetta questa bella donna, solare, dal cuore grande, che ha sempre una parola gentile per tutti, è sempre pronta a offrire un caffè caldo o un cordiale. Un giorno un poliziotto arrivato da Marsiglia si presenta con una strana richiesta: sua madre, recentemente scomparsa, ha espresso la volontà di essere sepolta in quel lontano paesino nella tomba di uno sconosciuto signore del posto. Da quel momento le cose prendono una piega inattesa, emergono legami fino allora taciuti tra vivi e morti e certe anime che parevano nere si rivelano luminose.

8.
In ottava posizione Oriente e Occidente: Massa e individuo di Federico Rampini.
Da una parte il collettivismo, la spiritualità, il potere silenzioso di una civiltà antichissima. Dall’altra l’individualismo, il materialismo, la democrazia con tutto il suo rumore.
Un nomade globale, che vive tra Asia e America, sonda le radici culturali del binomio Oriente-Occidente. Accompagnandoci in un viaggio nella storia indispensabile per capire l’oggi con tutte le sue contraddizioni. E anche per interpretare le diverse risposte di fronte all’emergenza coronavirus. «Oriente, Occidente. Quale vi fa sognare? Quale vi ispira inquietudine?»
È dai tempi di Alessandro Magno che l’incontro-scontro fra Est e Ovest ispira la nostra visione del mondo. «Noi» siamo concentrati sui valori e sui diritti del singolo, «loro» abitano un universo comunitario. Il dispotismo orientale, teorizzato da Marx e da altri pensatori dell’Ottocento, lo ritroviamo al multiplo nelle sue reincarnazioni contemporanee, da Erdogan a Xi Jinping. C’è poi il «loro» spiritualismo contro il «nostro» materialismo: un mito che si complica sempre piú nella modernità. Siamo passati attraverso le fasi dell’emulazione, talvolta dell’omologazione, del rifiuto, della rincorsa e del sorpasso, della riscoperta delle radici. È probabile che un punto di equilibrio non lo troveremo mai. Ora che la pandemia ci ha abbattuti entrambi, resta da scoprire chi si risolleverà per primo, quale modello risulterà vincitore.

9.
In nona posizione I leoni di Sicilia. La saga dei Florio di Stefania Auci.
Dal momento in cui sbarcano a Palermo da Bagnara Calabra, nel 1799, i Florio guardano avanti, irrequieti e ambiziosi, decisi ad arrivare più in alto di tutti. A essere i più ricchi, i più potenti. E ci riescono: in breve tempo, i fratelli Paolo e Ignazio rendono la loro bottega di spezie la migliore della città, poi avviano il commercio di zolfo, acquistano case e terreni dagli spiantati nobili palermitani, creano una loro compagnia di navigazione… E quando Vincenzo, figlio di Paolo, prende in mano Casa Florio, lo slancio continua, inarrestabile: nelle cantine Florio, un vino da poveri – il marsala – viene trasformato in un nettare degno della tavola di un re; a Favignana, un metodo rivoluzionario per conservare il tonno – sott’olio e in lattina – ne rilancia il consumo in tutta Europa… In tutto ciò, Palermo osserva con stupore l’espansione dei Florio, ma l’orgoglio si stempera nell’invidia e nel disprezzo: quegli uomini di successo rimangono comunque «stranieri», «facchini» il cui «sangue puzza di sudore». Non sa, Palermo, che proprio un bruciante desiderio di riscatto sociale sta alla base dell’ambizione dei Florio e segna nel bene e nel male la loro vita; che gli uomini della famiglia sono individui eccezionali ma anche fragili e – sebbene non lo possano ammettere – hanno bisogno di avere accanto donne altrettanto eccezionali: come Giuseppina, la moglie di Paolo, che sacrifica tutto – compreso l’amore – per la stabilità della famiglia, oppure Giulia, la giovane milanese che entra come un vortice nella vita di Vincenzo e ne diventa il porto sicuro, la roccia inattaccabile.

10.
In decima posizione Spillover. L’evoluzione delle pandemie di David Quammen.
«Non vengono da un altro pianeta e non nascono dal nulla. I responsabili della prossima pandemia sono già tra noi, sono virus che oggi colpiscono gli animali ma che potrebbero da un momento all’altro fare un salto di specie – uno “spillover” in gergo tecnico – e colpire anche gli esseri umani … Il libro è unico nel suo genere: un po’ saggio sulla storia della medicina e un po’ “reportage”, è stato scritto in sei anni di lavoro durante i quali Quammen ha seguito gli scienziati al lavoro nelle foreste congolesi, nelle fattorie australiane e nei mercati delle affollate città cinesi. L’autore ha intervistato testimoni, medici e sopravvissuti, ha investigato e raccontato con stile quasi da poliziesco la corsa alla comprensione dei meccanismi delle malattie. E tra le pagine più avventurose, che tengono il lettore con il fiato sospeso come quelle di un romanzo “noir”, è riuscito a cogliere la preoccupante peculiarità di queste malattie». «LE SCIENZE»

Podio della narrativa italiana:
1. Una lettera per Sara di Maurizio De Giovanni
2. Come un respiro di Ferzan Ozpetek
3. I leoni di Sicilia. La saga dei Florio di Stefania Auci
Podio della Narrativa straniera:
1. Ballata dell’usignolo e del serpente. Hunger Games di Suzanne Collins
2. Se scorre il sangue di Stephen King
3. Cambiare l’acqua ai fiori di Valérie Perrin

 

Podio della saggistica:
1. Oriente e Occidente. Massa e individuo di Federico Rampini
2. Spillover. L’evoluzione delle pandemie di David Quammen
3. Il fuoco interiore. Il sistema immunitario e l’origine delle malattie di Alberto Mantovani
Podio della Narrativa per ragazzi:
1. Sfida il Signor S con Luì e Sofì. Il fantalibro dei Me contro Te di Me contro Te
2. Le storie del mistero di Lyon Gamer
3. Harry Potter e la pietra filosofale. Vol. 1 di J. K. Rowling

 

I NatiOggi letterari della settimana:

Thomas Hardy (2 giugno 1840 – 11 gennaio 1928) , poeta e romanziere inglese, uno dei massimi esponenti del romanzo vittoriano, i suoi romanzi fecero scalpore poichè derise le convenzioni dell’epoca.
Ken Follett (05 giugno 1949), scrittore britannico.
Federico García Lorca (5 giugno 1898 – 19 agosto 1936), poeta e drammaturgo spagnolo.
Thomas Mann ( 6 giugno 1875 – 12 agosto 1955), scrittore e saggista tedesco. Premio Nobel nel 1929.

Fonte IBUK
(Questa classifica si riferisce alla settimana dal dal 18 al 24 maggio  2020)

 

Leggi l'articolo La classifica dei libri più venduti – 01 Giugno 2020 in versione completa su Pausa Caffè.

]]>
http://www.pausacaffeblog.it/wp/2020/06/la-classifica-dei-libri-piu-venduti-01-giugno-2020.html/feed 0
Andrea Vitali – Un uomo in mutande. I casi del maresciallo Ernesto Maccadò http://www.pausacaffeblog.it/wp/2020/05/andrea-vitali-un-uomo-in-mutande-i-casi-del-maresciallo-ernesto-maccado.html http://www.pausacaffeblog.it/wp/2020/05/andrea-vitali-un-uomo-in-mutande-i-casi-del-maresciallo-ernesto-maccado.html#respond Thu, 28 May 2020 12:14:40 +0000 http://www.pausacaffeblog.it/wp/?p=51460 Un uomo in mutande. I casi del maresciallo Ernesto Maccadò, un romanzo giallo di Andrea Vitali, pubblicato nel 2020. Torna il maresciallo Ernesto Maccadò, personaggio che partecipa a molti romanzi precedenti,  che si trova per le mani un caso che forse non lo è, o forse sì. Un caso che mette alla prova le sue doti [...]

Leggi l'articolo Andrea Vitali – Un uomo in mutande. I casi del maresciallo Ernesto Maccadò in versione completa su Pausa Caffè.

]]>

Andrea Vitali – Un uomo in mutande

Un uomo in mutande. I casi del maresciallo Ernesto Maccadò, un romanzo giallo di Andrea Vitali, pubblicato nel 2020. Torna il maresciallo Ernesto Maccadò, personaggio che partecipa a molti romanzi precedenti,  che si trova per le mani un caso che forse non lo è, o forse sì. Un caso che mette alla prova le sue doti di buon senso.

«Un uomo in mutande?» chiese il maresciallo Ernesto Maccadò. Nessuna traccia di sorriso. Anzi, un’espressione che valeva un punto interrogativo.
Il Misfatti l’aveva messa sullo scherzo, ma quello, niente, aveva preteso i dettagli invece di riderci su.
«Si spieghi meglio, appuntato», disse il Maccadò.
«Dicevo tanto per…» annaspò il Misfatti.
«L’ascolto comunque», insisté il maresciallo.

12 aprile 1929. È la volta buona. Capita di rado, ma quando è il momento l’appuntato Misfatti si fa trovare sempre pronto. Dipende dall’uzzolo della moglie, che stasera va per il verso giusto. E così, nel piatto del carabiniere cala una porzione abbondante di frittata di cipolle. Poi un’altra, e una fetta ancora, e della frittata resta solo l’odore. Che non è buona cosa, soprattutto perché ha impregnato la divisa, e chi ci va adesso a fare rapporto al maresciallo Ernesto Maccadò diffondendo folate di soffritto? Per dirgli cosa poi?, che durante la notte appena trascorsa è stato trovato il povero Salvatore Chitantolo mentre vagava per le contrade mezzo sanguinante e intontito, dicendo di aver visto un uomo in mutande correre via per di là? Sì, va be’, un’altra delle sue fantasie. In ogni caso la divisa ha bisogno di una ripulita. Ma proprio energica. Come quella di cui avrebbero bisogno certe malelingue, che non perderebbero l’occasione di infierire sullo sfortunato Salvatore ventilando l’idea di rinchiuderlo in un manicomio. Anche il Comune, guarda un po’, sta progettando una grande operazione di pulizia, una «redenzione igienica» che doti Bellano delle stesse infrastrutture che vantano già altri paesi del lago, più progrediti nella civiltà e nel decoro. Ma, un momento, che ci faceva esattamente un uomo in mutande, in piena notte, per le vie del paese? E perché correva?

PROLOGO

Suo marito dormiva ancora. Meno male.
Lei invece non aveva chiuso occhio per tutta la notte. Cioè, per quello che era restato della notte dopo che lui era ritornato all’improvviso.
Una fortuna abitare in quella casa così strana, le aveva permesso di guadagnare tempo. Comunque erano stati secondi, quanti?, di puro terrore quando lei e l’altro avevano sentito sbattere il portone, poi i passi nell’atrio e infine quelli che salivano verso la porta d’ingresso. Chiusa, ovvio, con quattro mandate e pure il catenaccio. D’altronde, una donna sola, di notte… Nonostante tutto non c’era stato tempo da perdere. Nemmeno quello per vestirsi. Lui, soprattutto.
«Calati», gli aveva detto.
Dalla finestra di camera, niente di che, due metri di salto.
E i vestiti?
«Te li butto, poi arrangiati», aveva ordinato sbrigativa, indossando una vestaglia e sparendo di sotto.
Solo dopo, quando il marito le aveva riassunto le ragioni dell’inatteso ritorno, rimandando a più tardi una spiegazione completa, rientrata in camera da letto s’era accorta di quell’affare sul pavimento. Un portafoglio. Anzi, il portafoglio. Di lui, che nella concitazione del momento, quando lei aveva arraffato i vestiti e glieli aveva lanciati dalla finestra, era scivolato da una tasca. Dei pantaloni, della giacca? Cosa diavolo importava! L’importante era che fosse entrata lei per prima in camera, suo marito ancora di sotto a bere qualcosa prima di raggiungerla. Con un calcetto l’aveva sbattuto sotto il letto. Per il momento non aveva potuto fare altro. Poi aveva passato il resto della notte a riflettere su come liberarsene. Quella attuata la mattina seguente le era sembrata la soluzione migliore.
Per fortuna era sabato, suo marito dormiva ancora e senza la serva Basilica, che i fine settimana tornava a casa sua, toccava a lei andare per spese, rifletté Percilla Bisognati in Massamessi uscendo poco prima delle otto del mattino con l’impressione che le si leggesse in viso quello che era accaduto poche ore prima. Addirittura con il timore che qualcuno le potesse chiedere conto di quello strano, anomalo movimento notturno. Invece, con il passare di negozio in negozio, i suoi timori si affievolirono, dimagrendo al punto che quasi non le riuscì più di vederli. E cominciò a darsi della sciocca.
Le massaie che incontrava erano frettolose, donne di casa con mariti padroni e turbe di figli da mettere in riga. Parlavano, ma di cose correnti, prive di ogni interesse per lei. Mariti, appunto, e figli. Il pranzo, la cena. Il tempo, variabile, la malattia di qualcuno. Di tanto in tanto, in mezzo a quelle chiacchiere insulse, la Percilla coglieva una nota stonata, parole che suonavano quasi straniere su quelle bocche abituate a tritare i soliti argomenti. Intuì che c’era in ballo qualcosa di grosso, di importante per il paese. Comunque fosse, non erano affari suoi, non le interessava quel luogo. Con Bellano non voleva averci niente a che fare. Perciò, pur se pizzicata da una superficiale curiosità, non si impegnò a fondo per capire. Cosa che tuttavia le si impose una volta che fu dentro la bottega del macellaio Scazzacolli, ultima tappa del suo giro, stante la fila.
Mentre il beccaro menava precisi colpi di mannaia, le clienti che la precedevano, un occhio comunque attento alla bilancia e al mezz’etto in più che quasi sempre eccedeva l’ordine, non fecero che intercalare con quel binomio: redenzione igienica. Percilla Massamessi ne prese atto. Ma di cosa si trattasse non l’avrebbe saputo dire, né chiese lumi. Però l’avrebbe fatto con suo marito che in qualità di direttore dell’ufficio postale doveva saperne qualcosa. Ripeté tra sé quelle due parole, redenzione igienica. Ecco un bell’argomento per occupare l’ora del pranzo. Neutro come una terra di nessuno. Che suo marito, ne era certa, le avrebbe spiegato con minuzia di particolari, pedante, fino al momento del sonnellino postprandiale.

Leggi l'articolo Andrea Vitali – Un uomo in mutande. I casi del maresciallo Ernesto Maccadò in versione completa su Pausa Caffè.

]]>
http://www.pausacaffeblog.it/wp/2020/05/andrea-vitali-un-uomo-in-mutande-i-casi-del-maresciallo-ernesto-maccado.html/feed 0
Maurice Leblanc – Arsène Lupin contro Herlock Sholmès (Recensione) http://www.pausacaffeblog.it/wp/2020/05/maurice-leblanc-arsene-lupin-contro-herlock-sholmes-recensione.html http://www.pausacaffeblog.it/wp/2020/05/maurice-leblanc-arsene-lupin-contro-herlock-sholmes-recensione.html#respond Mon, 25 May 2020 17:58:54 +0000 http://www.pausacaffeblog.it/wp/?p=48903 Arsène Lupin contro Herlock Sholmès scritto da Maurice Leblanc, pubblicato nel 1908, Si continuano a narrate le avventure dell’elegantissimo ed inafferrabile ladro Arsène Lupin, che si scontrerà con il famoso detective Herlock Sholmès, uno duello epico. “Sholmès? Oh! Confesso che lui è all’altezza. Ma è questo appunto che mi appassiona e per cui mi vede così di [...]

Leggi l'articolo Maurice Leblanc – Arsène Lupin contro Herlock Sholmès (Recensione) in versione completa su Pausa Caffè.

]]>

Maurice Leblanc – Arsène Lupin contro Herlock Sholmès

Arsène Lupin contro Herlock Sholmès scritto da Maurice Leblanc, pubblicato nel 1908, Si continuano a narrate le avventure dell’elegantissimo ed inafferrabile ladro Arsène Lupin, che si scontrerà con il famoso detective Herlock Sholmès, uno duello epico.

“Sholmès? Oh! Confesso che lui è all’altezza. Ma è questo appunto che mi appassiona e per cui mi vede così di buonumore. Prima di tutto, è questione di amor proprio: si ritiene che non abbia abbastanza energia il celebre Inglese per riuscire a battermi. Pensi poi al piacere che deve provare un lottatore della mia specie all’idea di un duello con Herlock Sholmès. Finalmente! Sarò costretto a impegnarmi a fondo! Poiché lo conosco, il brav’uomo, non indietreggerà d’un sol passo».
«È forte».
«Fortissimo. Come poliziotto, non credo che sia mai esistito né che esista uno simile a lui. Solo, ho un vantaggio su di lui, che egli attacca e io mi difendo. Il mio ruolo è più facile. Inoltre…».”

Il libro contiene un romanzo “La Donna Bionda” e un racconto “La lampada ebraica”, legati tra loro.
Nel primo episodio si indaga sul furto di un piccolo scrittoio di mogano, in cui era custodito un biglietto vincente della lotteria, e poi sull’uccisione del ricco barone d’Hautrec e sulla scomparsa del diamante azzurro, gioiello della Corona di Francia. In entrambe le vicende sembra coinvolta una dama bionda che però riesce sempre a dissolversi. Nel secondo episodio si cerca di venire a capo del furto di una «lampada ebraica», apparentemente di scarso valore, sottratta ai signori d’Imblevalle.
Nonostante l’omicidio non faccia parte del repertorio criminale di Arsène Lupin, tutti i sospetti per questi casi sembrano ricadere proprio su di lui. Con la meticolosità che gli è propria Herlock Sholmes indaga ma Lupin utilizzerà tutti i suoi trucchi per burlare con la consueta eleganza il celebre detective.

“«C’è un uomo, uno solo dopo di lei, secondo me, capace di combattere Lupin e di vincerlo. Signor Ganimard, le dispiacerebbe se noi chiedessimo l’aiuto di Herlock Sholmès?».
Ganimard rimase sconcertato.
«Ma no, solo che non capisco bene».
«Ecco, tutti questi misteri mi urtano. Voglio vederci chiaro. I signori Gerbois e d’Hautrec hanno lo stesso desiderio, e ci siamo messi d’accordo per rivolgerci al celebre detective inglese».
«Ha ragione, signora», disse l’ispettore con una lealtà che aveva qualche merito, «ha ragione: il vecchio Ganimard non ha abbastanza forza per lottare con Arsène Lupin. Herlock Sholmès ci riuscirà? Lo auguro, perché ho per lui la più grande ammirazione. Però, è poco probabile…».
«È poco probabile che ci riesca?».
«È questo il mio parere. Secondo me un duello tra Herlock Sholmès e Arsène Lupin è una cosa già anticipatamente decisa. L’inglese sarà battuto».”

Leblanc regala ai suoi lettori uno scontro epico tra Arsenio Lupin e Herlock Sholmes (che rappresenterebbe Sherlock Holmes), un confronto tra il migliore detective e il migliore ladro della storia. I due antagonisti si studiano, si affrontano con le doti di cui dispongono, insolente e ingegnoso il primo, astuto e logico il secondo. Lo scontro sembra non limitarsi tra i due miti, ma anche tra culture differenti, quella francese e quella inglese. Le storie sono intriganti e l’umorismo rende la lettura davvero gradevole. Per me i libri di Leblanc sono stati una piacevole sorpresa e per quanto ammiri il personaggio di Doyle, preferisco le trame e la scrittura del francese, anche se sono anch’esse macchinose, le trovo più fluide.

“Lo sguardo che si scambiarono fu profondo, senza provocazione né da una parte né dall’altra, ma calmo e ardito. Fu lo sbattere di due spade che incrociano il ferro. E il suono ne usciva schietto e franco.
«Era ora!», esclamò Lupin, «ecco un uomo. Un avversario, ma è l’uccello raro, ed è Herlock Sholmès! Ci sarà da divertirsi».”

Sembrerebbe che Maurice Leblanc dovette cambiare il nome dell’investigatore inglese per ovvie ragioni di proprietà letteraria. Nella prima edizione uscita in una rivista francese, Leblanc chiamava il detective inglese come quello originale, Sherlock Holmes, quando uscì l’edizione in volume, Conan Doyle, in amicizia, gli chiese di modificare il nome del personaggio, che divenne Herlock Sholmes nell’edizione francese e Holmlock Shears nell’edizione inglese.

“Herlock Sholmès è un uomo come non se ne trovano ogni giorno. Quasi cinquantenne, somiglia a un buon borghese che avrebbe passato la vita dinanzi a uno scrittoio, a tenere dei libri contabili. Niente lo distingue da un onesto cittadino di Londra, né i favoriti rossicci, né il mento raso, né l’aspetto un po’ pesante, nulla, se non gli occhi terribilmente acuti, vivi e penetranti.
E poi, è Herlock Sholmès, cioè una specie di fenomeno d’intuizione, di osservazione, di chiaroveggenza e d’ingegnosità. Si direbbe che la natura si sia divertita a prendere i due tipi di poliziotto più straordinari che l’immaginazione abbia prodotti, il Dupin di Edgard Poe, e il Lecoq di Gaboriau, per costruirne uno a suo modo, ancora più straordinario e più irreale. E ci si chiede veramente, quando si sente il racconto di quelle imprese che l’hanno reso celebre in tutto il mondo, se anche lui, Herlock Sholmès, non sia un personaggio leggendario, un eroe uscito vivo dal cervello d’un grande romanziere, d’un Conan Doyle, per esempio.”

La serie di romanzi con Arsène Lupin:

1907 – Arsène Lupin, ladro gentiluomo
1908 – Arsene Lupin contro Herlock Sholmes (un romanzo e un racconto: “The Blonde Lady” e “The Jewish Lamp”)
1909 – Il faraglione cavo
1910: 813
1912 – Il tappo di cristallo
1913: Le confidenze d’Arsène Lupin
1915 – La scheggia d’obice
1917 – Il triangolo d’oro
1919 – L’isola delle trenta bare
1920 – I denti della tigre
1923 – Gli otto rintocchi del pendolo
1924 – La contessa di Cagliostro
1926 – Il soprabito di Lupin
1927 – La signorina dagli occhi verdi
1928 – L’Agenzia Barnett & C.
1928 – La dimora misteriosa
1930 – Lo smeraldo a cabochon
1930 – La Barre-y-va
1932 – La donna dai due sorrisi
1934 – Victor, della Brigade mondaine
1935 – La Cagliostro si vendica
1941 – I miliardi di Arsène Lupin
1936 – L’ultimo amore di Arsène Lupin (pubblicato postumo)

La Newton Compton Editori ha pubblicato nella collana “Mammut” tutta la serie, e questo le fa onore, ma il cartaceo è molto scomodo nella lettura (2861 pagine), mentre l’ebook è una vera perla.

L’Einaudi ha pubblicato solo quattro romanzi, sono perfetti per gli amanti del cartaceo, ma sarebbe bello se pubblicasse l’intera serie.

 

Leggi l'articolo Maurice Leblanc – Arsène Lupin contro Herlock Sholmès (Recensione) in versione completa su Pausa Caffè.

]]>
http://www.pausacaffeblog.it/wp/2020/05/maurice-leblanc-arsene-lupin-contro-herlock-sholmes-recensione.html/feed 0
Stefano Benni – Margherita Dolcevita (Recensione) http://www.pausacaffeblog.it/wp/2020/05/stefano-benni-margherita-dolcevita-recensione.html http://www.pausacaffeblog.it/wp/2020/05/stefano-benni-margherita-dolcevita-recensione.html#respond Fri, 22 May 2020 08:52:47 +0000 http://www.pausacaffeblog.it/wp/?p=48081 Margherita Dolcevita è un romanzo di Stefano Benni, pubblicato nel 2005. La storia del magico mondo di Margherita, una ragazzina con un cuore capriccioso e ricco di ideali e con uno speciale sguardo sul mondo e sotto il mondo, che un giorno si trova davanti ad avvenimenti misteriosi con l’arrivo dei nuovi vicini.     [...]

Leggi l'articolo Stefano Benni – Margherita Dolcevita (Recensione) in versione completa su Pausa Caffè.

]]>

Stefano Benni – Margherita Dolcevita

Margherita Dolcevita è un romanzo di Stefano Benni, pubblicato nel 2005. La storia del magico mondo di Margherita, una ragazzina con un cuore capriccioso e ricco di ideali e con uno speciale sguardo sul mondo e sotto il mondo, che un giorno si trova davanti ad avvenimenti misteriosi con l’arrivo dei nuovi vicini.

 

 

“Dentro un raggio di sole che entra dalla finestra, talvolta vediamo la vita nell’aria. E la chiamiamo polvere.”

Margherita Dolcevita è una ragazzina che sa guardare il mondo. Le bastano un cuore appena difettoso che ogni tanto fa ta-tunf-tatà, e qualche chilo in più per aggiungere sale e ironia alla sua naturale intelligenza. Compatisce con affetto le stramberie della sua famiglia, e volentieri si perde nel grande prato intorno alla sua casa, ultimo baluardo della campagna ormai contaminata dalla città e dimora della sua amica invisibile: la Bambina di polvere. Ma improvvisamente, come un fantasma di notte, di fronte alla casa di Margherita appare un cubo di vetro nero circondato da un asettico giardino sintetico e da una palizzata di siepi. Sono arrivati i signori Del Bene, i portatori del “nuovo”, della beatitudine del consumo. Amici o corruttori? La famiglia di Margherita cade in una sorta di oscuro incantesimo: nessuno resta immune. E su chi fa resistenza alla festa del benessere, della merce, del potere s’addensa una nube di misteriose ritorsioni. Margherita sospetta un piano diabolico ed è pronta a mettere in gioco tutta la combattività e l’immaginazione per scoprire in quale abisso di colpevole stoltezza il suo piccolo mondo, e forse il mondo intero, sono precipitati.

“Il mondo si divide in:
quelli che mangiano il cioccolato senza pane;
quelli che non riescono a mangiare il cioccolato se non mangiano anche il pane;
quelli che non hanno il cioccolato quelli che non hanno il pane.”

Anche la famiglia di margherita è un po’ stravagante: partiamo da Pisolo, il cancatalogo, perché più che un incrocio è veramente un catalogo di tutte le razze canine e animali e forse vegetali apparse sulla Terra; il padre Fausto, pensionato, ma anche l’avvocato difensore di oggetti. Ha un capannone di roba usata, non butta via niente; la madre Emma, buona, ma è drogata. È larmotossica, cioè non può stare a lungo senza piangere, registra le soap opera per poterle guardare da sola la notte zigando come un caimano. Dimenticavo: mamma ha smesso di fumare da molti anni ma continua a fumare sigarette immaginarie; il fratello maggiore Giacinto di 18 anni e nella vita ha due grandi interessi: il calcio e il pallone; il fratello minore Eraclito,  ha dodici anni ed è un genietto rompiballe simpatico terrorizzante, ed infine in grande personaggio del nonno Socrate, che vive nella nostra soffitta ed esce di casa solo una volta alla settimana per andare a fare il pieno di schifezze. Dice che siamo circondati dalle tossine e dai cibi avariati, il suo terrore è di morire avvelenato. Il nonno non ha televisore né radio, ma sa tutto quello che succede. Guarda dalla finestra col cannocchiale. Riscalda la stanza col camino e legge a lume di candela. La cosa più moderna che possiede è un grammofono con dei vecchi dischi.
“Ho pensato: quando una donna ti fa cambiare vita è roba da ridere, ma quando ti fa cambiare la squadra di calcio del cuore, la situazione è seria.”
Una scrittura scorrevole, un linguaggio innovativo e poetico, satirico e pungente, dentro un mondo surreale, per rendere consapevoli degli aspetti più aberranti della società moderna, soprattutto le martellanti richieste del consumismo. Attraverso gli occhi di Margherita, che si trova sospesa tra il tempo di ieri e quello di oggi, viene rappresentato il nostro momento. Margherita ama i libri e la poesia, il suo sguardo va oltre le apparenze e la sua fantasia non ha confini, un personaggio fuori dagli schemi, che non è accettabile in una società moderna, ma è invece la persona più “normale”.
Il finale è sorprendente, lascia il lettore nella confusione, allora si torna indietro e si cerca di capire cosa non è stato compreso, quale sfumatura ci sia sfuggita, ma il finale è volutamente criptico, lascia più domande che risposte ed è giusto così, perché dobbiamo avere il coraggio di interrogarci e di fare lo forzo di interpretare. La nostra parte migliore potrebbe non sopravvivere in una società sempre più basata sull’apparenza e sul consumismo. Ci si innamora di Margherita Dolcevita.

“La Terra è di destra, l’Universo è di sinistra.”

1 – LA SPARIZIONE DELLE STELLE

Sono andata a letto e le stelle non c’erano più. Ho pulito per bene il vetro della finestra, ma niente da fare. Erano sparite. Era sparita Sirio e Venere e Carmilla e Altazor. E anche Mab e Zelda e Bacbuc e Dandelion e la costellazione del Tacchino e la Croce di Lennon.
Non ditemi che alcune di queste stelle non esistono. Sono i nomi che gli ho dato io. Infatti rivendico il diritto di ognuno, specialmente delle fanciulle fantasiose come me, a chiamare le cose non soltanto con il nome del vocabolario, ma anche quello del vocabolaltro, cioè con un nome inventato e scelto.
In fondo tutti lo fanno. I miei genitori mi hanno chiamato Margherita, ma io amo essere chiamata Maga o Maghetta. I miei compagni di scuola, ironizzando sul fatto che non sono proprio snella, a volte mi chiamano Megarita; mio nonno, che è un po’ arteriosclerotico, mi chiama Margheritina, ma a volte anche Mariella, Marisella oppure Venusta, che era sua sorella. Ma soprattutto, quando sono allegra mi chiama Margherita Dolcevita.
Il vigile davanti al quale sfrecciavo in bicicletta mi chiamava Vaipianomargh. Le insegnanti mi chiamano Silenziolaggiù. Il mio primo amore, praticamente anche l’ultimo, mi chiamava Minnie. Viveva con gli zii e aveva una visione disneyana della vita. A quei tempi portavamo tutti e due l’apparecchio per i denti e ci davamo dei baci metallici che sembravano i duelli dell’Iliade. Eppure li rimpiango. Anche a quattordici anni e sei mesi si può rimpiangere. È presto, dite? E se muori a quindici?

Leggi l'articolo Stefano Benni – Margherita Dolcevita (Recensione) in versione completa su Pausa Caffè.

]]>
http://www.pausacaffeblog.it/wp/2020/05/stefano-benni-margherita-dolcevita-recensione.html/feed 0
Ezio Bosso: un musicista, un uomo immenso, un maestro http://www.pausacaffeblog.it/wp/2020/05/ezio-bosso-un-musicista-un-uomo-immenso-un-maestro.html http://www.pausacaffeblog.it/wp/2020/05/ezio-bosso-un-musicista-un-uomo-immenso-un-maestro.html#respond Fri, 15 May 2020 12:33:43 +0000 http://www.pausacaffeblog.it/wp/?p=51363 Ci ha lasciati Ezio Bosso, pianista, compositore e direttore d’orchestra, era un artista intenso e un uomo immenso che riusciva toccare le corde dell’anima, un maestro. “Il tempo è un pozzo nero. E la magia che abbiamo in mano noi musicisti è quella di stare nel tempo, di dilatare il tempo, di rubare il tempo. [...]

Leggi l'articolo Ezio Bosso: un musicista, un uomo immenso, un maestro in versione completa su Pausa Caffè.

]]>
Ci ha lasciati Ezio Bosso, pianista, compositore e direttore d’orchestra, era un artista intenso e un uomo immenso che riusciva toccare le corde dell’anima, un maestro.

“Il tempo è un pozzo nero. E la magia che abbiamo in mano noi musicisti è quella di stare nel tempo, di dilatare il tempo, di rubare il tempo. E la musica, tra le tante cose belle che offre, ha la caratteristica di essere non un prodotto commerciale, ma tempo condiviso. E quindi in questo senso il tempo come noi lo intendiamo non esiste più.”

E’ morto a 48 anni nella sua casa di Bologna.  Nato a Torino nel 1971, si era avvicinato alla musica all’età di 4 anni, a 16 anni ha esordito come solista in Francia e poi comincia a girare le orchestre europee. Ha studiato all’Accademia di Vienna, facendosi poi conoscere nel mondo intero per le sue performance live nei grandi teatri negli anni Novanta e per le direzioni d’opera. Aveva l’orecchio assoluto, riusciva a identificare le frequenze del suono, secondo me anche quelle dell’anima. Tra le sue composizioni anche molte colonne sonore di film come quelli di Gabriele Salvatores:  “Io non ho paura”, “Quo vadis, baby?” e “Il ragazzo invisibile”.

“La musica ci insegna la cosa più importante che esista: ascoltare. La musica è come la vita, si può fare in un solo modo: insieme.”

Nel 2011 ha subito un intervento per l’asportazione di una neoplasia ed è stato anche colpito da una sindrome autoimmune e poi il peggioramento di una malattia neurodegenerativa. Le patologie non gli hanno impedito di continuare a suonare, comporre e dirigere, fino al settembre 2019 costretto alla cessazione dell’attività di pianista, avendo compromesso l’uso delle mani.

“Sono un uomo con una disabilità evidente in mezzo a tanti uomini con disabilità che non si vedono.”

Ho deciso di fare questo post per dirgli grazie. Grazie per la tua musica che spesso mi ha fatto compagnia guardando il mare e nelle notti insonni, per aver alleggerito quel peso sconosciuto che spesso ci schiaccia e grazie per le tue parole che mi hanno allargato il cuore e aperto la mente.
Nell’ultima intervista fatta nel periodo del lockdown aveva detto: “La prima cosa che farò quando si apriranno le gabbie è mettermi al sole. La seconda sarà abbracciare un albero” ed io spero che possa essere così, libero.

Sono in ogni nota che ho curato
Esisto in ogni nota insieme
Alle mie sorelle e fratelli
Figli o nipoti
Sono ogni nota studiata
Suonata e donata
Amata
perché non c’è nota che non ami
E che non abbia amato
Sono rinato
Nota dopo nota
Una nota alla volta
Fino ad abbracciarle tutte
Mi mancate
Quel sorriso che mi date
È dura
Il corpo non distratto dalle vostre note
Cura e terapia
E in ogni nota che sto curando
Preparando, studiando
Ci siete
In ogni nota
E saremo
Ogni nota2 aprile 2020
Io li conosco I domani che non arrivano mai
Conosco la stanza stretta
E la luce che manca da cercare dentro

Io li conosco i giorni che passano uguali
Fatti di sonno e dolore e sonno
per dimenticare il dolore

Conosco la paura di quei domani lontani
Che sembra il binocolo non basti

Ma questi giorni sono quelli per ricordare
Le cose belle fatte
Le fortune vissute
I sorrisi scambiati che valgono baci e abbracci

Questi sono i giorni per ricordare
Per correggere e giocare
Si, giocare a immaginare domani

Perché il domani quello col sole vero arriva
E dovremo immaginarlo migliore
Per costruirlo

Perché domani non dovremo ricostruire
Ma costruire e costruendo sognare

Perché rinascere vuole dire costruire
Insieme uno per uno

Adesso però state a casa pensando a domani

E costruire è bellissimo
Il gioco più bello
Cominciamo…

14 marzo 2020

Rai “Che storia è la musica

Rai “I dieci comandamenti

Leggi l'articolo Ezio Bosso: un musicista, un uomo immenso, un maestro in versione completa su Pausa Caffè.

]]>
http://www.pausacaffeblog.it/wp/2020/05/ezio-bosso-un-musicista-un-uomo-immenso-un-maestro.html/feed 0