Sweet Blood: speciale Halloween

0

sweet-blood-12-2-fLo Sweet Blood è un dolce al cucchiaio da paura, per saziare anche i vampiri più esigenti.
Come trasformare un delicato dolce al cucchiaio ai frutti di bosco in un dolce per i non morti, Halloween è alle porte ed io come sempre mi diverto, sperando di farvi sorridere e regalarvi qualche idea carina.

Questo dolce potete realizzarlo in tanti modi, utilizzando il dolce al cucchiaio che preferite: un biancomangiare, una panna cotta, un budino, ma anche creme bianche di vario genere in base ai vostri gusti.

Ricetta per lo sweet Blood (Biancomangiare e frutti di bosco):

per 4 bicchieri

500 ml di latte vaccino o latte di mandorla
100 g zucchero (alcuni sostituiscono una parte dello zucchero col 50 g miele)
50 g di amido
vaniglia o altri aromi (mandorla, agrumi, cannella)

Amalgamare il latte freddo, lo zucchero, l’amido setacciato e l’aroma senza fare grumi.
Portare ad ebollizione, appena si addensa ritirare dal fuoco e raffreddare un poco.

Mettere la marmellata di frutti di bosco in una tazza e mescolare per renderla morbida.
Mettere qualche cucchiaino sul fondo dei bicchieri.
Coprire con il biancomangiare freddo, ma ancora morbido, lasciando 1 cm di bordo libero da ricoprire con altra marmellata.
Sul fondo potete anche mettere dei biscotti macinati per renderlo più croccante.

Ricetta per lo sweet Blood (Panna cotta ai frutti di bosco):

sweet-blood-11-fPer 4 bicchieri

500 ml di panna
100 g di zucchero (semolato o a velo)
6 g di gelatina in fogli (3 fogli)

Mettere a mollo i fogli di gelatina a pezzetti in acqua fredda che deve essere 5 volte il peso della gelatina, in questo caso 30 ml, per 10 minuti.
Scaldare a fuoco basso la panna e lo zucchero senza far bollire, non deve superare i 60°C.
Fuori dal fuoco unire la colla di pesce ben strizzata, mescolare bene per scioglierla completamente.

Mettere la marmellata di frutti di bosco in una tazza e mescolare per renderla morbida.
Mettere qualche cucchiaino sul fondo dei bicchieri.
Coprire con la panna cotta, lasciando 1 cm di bordo libero e far raffreddare e indurire completamente.
Dopo ricoprire con altra marmellata.


Condividi articolo

Autore

Ketty

Appassionata di tutto e di niente, cerca quotidianamente di combattere la sindrome da "Nessuna ne fa e cento ne pensa". Non essendo ancora riuscita a scoprire cosa farà da grande, non le resta che provare ... un giorno scoprirà il suo talento!

Scrivi un commento