Calamari o Totani arrostiti

0

Calamari arrostiti (2) FQuesta ricetta è la prova che in cucina la semplicità paga.

Facciamo chiarezza sulla differenza tra Calamaro e totano, tutti e due sono dei molluschi, della famiglia dei cefalopodi, hanno un lungo corpo provvisto di pinne laterali e tentacoli. Ora parliamo delle differenze, il calamaro appartiene alla famiglia Ommastrephidae, di dimensioni tra 15-40 cm, ha tentacoli a ventosa, pinne laterali lunghe ed affusolate attaccate lungo quasi tutto il corpo, il colore è grigio-rosa puntinato sul dorso.
Mentre il totano appartiene alla famiglia Loliginidae, ha le dimensioni più grandi tra 20-50 cm, possiede oltre ai tentacoli a ventosa anche quelli uncinati, le pinne laterali sono più piccole alla base del corpo, il colore è bianco-rossiccio.

Il fatto che il calamaro abbia la carne leggermente più tenera del totano lo ha reso più pregiato aumentando la richiesta sul mercato alzando e di conseguenza il costo, ma dal punto nutrizionale non hanno nessuna differenza, e possiamo confermare che la carne del totano non e più dura di quelle del calamaro ma più croccanti, quindi per certe preparazione è pure preferibile.

Ricetta per i calamari o totani arrostiti:

Calamari o totani in quantità che preferite
Olio extravergine d’Oliva q.b
Sale q.b
Succo di Limone q.b
Per chi lo gradisce un paio di spicchi d’aglio

Per prima cosa pulire i molluschi, oppure fatelo fare al pescivendolo, separare la testa dal corpo, eliminare gli occhi, le viscere e il beccuccio posto al centro dei tentacoli, eliminare la cartilagine interna e lavare bene.

Preparate in una ciotola il condimento mettendo del sale, olio e succo di limone, mescolate.

Scaldate bene una piastra o griglia sul fuoco, dopo cuoceteli interi per 15-20 minuti circa, il tempo dipende dalla grandezza dei molluschi, a metà cottura girateli, i tentacoli hanno bisogno di meno tempo per cuocere.
Se invece li cuocete tagliandoli a metà dovete praticare delle piccole incisioni per non farli arricciare in cottura.

Sistemateli sul piatto da portata e irrorateli con la miscela precedentemente preparata.


Condividi articolo

Autore

Ketty

Appassionata di tutto e di niente, cerca quotidianamente di combattere la sindrome da "Nessuna ne fa e cento ne pensa". Non essendo ancora riuscita a scoprire cosa farà da grande, non le resta che provare ... un giorno scoprirà il suo talento!

Scrivi un commento