Polpettine in brodo vegetale

0

Polpettine-in-brodo-(17)-2-Le polpettine in brodo è un piatto che fa emergere un sentimento di nostalgia e di rassicurazione, potrebbe tranquillamente far parte dei “confort food”,
una ricetta dal sapore antico che ci riporta indietro nel tempo. Quasi ogni famiglia ha la sua ricetta, tramandata da nonne e zie, ma se non avete avuto questa fortuna vi regalo la mia ricetta.
Lo so che si presta più per le stagioni invernali, ma col tempo ballerino che ci ha colpito nell’ultimo mese, passando da caldo a freddo anche nell’arco della stessa giornata, ha provocato una serie di sfortunate influenze, ed ecco rispolverata questa ricetta che riesce sempre a confortarmi quando sto male.

Ricetta per preparare le polpettine in brodo:

Polpettine-in-brodo-(1)

per il brodo vegetale:
1 zucchina
1 cipolla
1 carota
1 patata
1 spicchio d’aglio
olio extra vergine d’oliva
q.b. sale
se volete potete unire anche 2 pomodori e qualche foglia di alloro.

Per prima cosa prepariamo il brodo vegetale lavando, sbucciando e tagliando le verdure.
Mettere le verdure in due litri d’acqua, aggiungete circa un cucchiaio d’olio, salate e fate bollire lentamente per circa un’ora e mezza, o finché le patate non saranno cotte.

per le polpette:
250g di Macinato (potete usare qualsiasi tipo di macinato da quello di manzo a quello di pollo, di maiale o di vitello)
50g di pane raffermo o di mollica
50g di parmigiano
1 uova
100 ml circa di acqua o latte
1 cucchiaio di prezzemolo tritato
olio, sale, pepe q.b.

Unire al macinato la mollica e ammorbidire con l’acqua o il latte, poi aggiungere il formaggio, il sale, il prezzemolo e per ultimo l’ uovo.
Formare le polpettine con le mani del diametro di circa 2/3 cm.

Buttatele nel brodo bollente e lasciate cuocere ancora per 10 – 15 minuti dipende dalla grandezza delle polpette.

Potete servire il brodo solo con le polpettine oppure aggiungendo anche un po’ di pastina con una buona spolverata di parmigiano grattugiato.


Condividi articolo

Autore

Ketty

Appassionata di tutto e di niente, cerca quotidianamente di combattere la sindrome da "Nessuna ne fa e cento ne pensa". Non essendo ancora riuscita a scoprire cosa farà da grande, non le resta che provare ... un giorno scoprirà il suo talento!

Scrivi un commento