San Valentino e i cuccioli in regalo

0

drug-sobaka-pes-vzglyad-cvetok.jpg800Cosa c’è di più dolce e morbido di un cucciolo, simbolo di lunga durata del rapporto, di “per sempre”, di  “cresciamolo insieme”  e poi “quando lo abbracci pensi a me”. Pur di sorprendere l’innamorato per San Valentino ci si dimentica che questi teneri amici a 4 zampe necessitano di cure ed attenzioni e la loro presenza in casa può stravolgere completamente la vita di chi li riceve, modificandone le abitudini e le dinamiche quotidiane.

Purtroppo la realtà è ben diversa, secondo l’associazione italiana difesa animali ed ambiente (Aidaa), il 70% degli animali regalati a San Valentino viene abbandonato e quel batuffolo d’amore finisce la vita in mezzo ad una strada o tra le sbarre di un canile in grande sofferenza.

Un animale non si regala, si sceglie, come qualsiasi compagno della nostra vita, perché questo sono, dei compagni di vita, la decisione di regalare un animale è un atto di amore e di responsabilità che richiede consapevolezza profonda in chi dona e sopratutto in chi riceve. Parliamoci chiaro una animale mangia, fa la cacca, la pipì, rovina i mobili, mangia le scarpe, fa i capricci, sporca e per insegnargli come si deve comportare ci vuole tanta pazienza, poi un animale si può ammalare ed ha bisogno di cure, spesso costose, se siete pronti ad affrontare tutto questo, se siete pronti a dedicare tanto tempo, a fare sacrifici, come rinunciare a volte anche a viaggi, allora potete scegliere di dividere la vostra vita con un amico peloso, che vi regalerà gioie, sorrisi, comprensione ed amore, tantissimo amore incondizionato.

Facciamo in modo che la festa degli innamorati sia realmente la festa dell’amore!


Condividi articolo

Autore

Ketty

Appassionata di tutto e di niente, cerca quotidianamente di combattere la sindrome da "Nessuna ne fa e cento ne pensa". Non essendo ancora riuscita a scoprire cosa farà da grande, non le resta che provare ... un giorno scoprirà il suo talento!

Scrivi un commento