Novità in Libreria – Gennaio 2014

4

Passate le feste si torna a riempire gli scaffali delle librerie di novità editoriali.
Natale è il periodo dell’anno in cui si vendono più libri, ma il mese di dicembre è quello in cui ci sono pochissime novità, perchè gli editori concentrano le nuove uscite a novembre in vista proprio dell shopping natalizio, mentre a gennaio si riprende alla grande a sfornare libri e noi siamo felici di raccoglie tutte le novità del mese che riusciamo a trovare, ma com’è ormai abitudine di questa rubrica vi diamo anche qualche indicazione su eventuali eventi del mese che possano interessare gli amanti dei libri.

Il Premio Bagutta, il Premio letterario più antico d’Italia, fondato a Milano nel 1926, verrà consegnato come tradizione nell’ambito di una cena su inviti l’ultima domenica del mese al Ristorante Bagutta di Milano, dal lontano ’26, infatti, il locale è la sede di questo rito nato per gioco da un gruppo di amici appassionati di Letteratura.

Mentre il 31 gennaio si apre il NebbiaGialla Suzzara Noir Festival, un appuntamento di riferimento per gli scrittori crime italiani e una realtà sempre più importante a livello nazionale, non solo per gli autori di genere ma anche per migliaia di appassionati lettori che giungono da ogni parte d’Italia per assistere alla kermesse.

Approfitto per augurarvi un buon 2014, pieno di libri emozionanti.

Ricordo che questo post non è statico, ma dinamico, cioè verrà aggiornato in base alle informazioni acquisite giorno per giorno ed i libri saranno inseriti in ordine cronologico d’uscita, ho aggiunto a fine pagina l’elenco dei libri usciti in ordine alfabetico. Si accettano sempre consigli e suggerimenti per migliorare questa rubrica.

La legge della notte, romanzo di Dennis Lehane edito da Piemme, genere giallo e thriller, data d’uscita 02/01/14.
Se Joe Coughlin è diventato un fuorilegge non è per tradizione di famiglia: cresciuto nel lusso, con un padre nelle alte sfere della polizia di Boston, avrebbe potuto percorrere mille altre strade, tutte più semplici, tutte lastricate d’oro. Una cosa, però, è certa: il meglio e il peggio della sua vita hanno avuto inizio nell’istante esatto in cui ha conosciuto Emma Gould, la donna del boss più potente della città, quello contro cui Joe non avrebbe mai dovuto mettersi. Nell’America senza freni degli Anni Ruggenti, quelli come Joe si muovono nella notte, dove la Legge non conta ma chi conta può dettare le proprie regole, dove il denaro e il potere possono darti l’ebbrezza dell’onnipotenza ma devi essere pronto a pagarla a caro prezzo. Perché nessuno è disposto a salvarti e tutti possono tradirti.Astro nascente della malavita a soli vent’anni, Joe sa benissimo che ogni sua scelta potrebbe essere fatale. E allora tanto vale giocarsi tutto nel presente, nell’intensità dell’attimo. Anche a costo di rischiare tutto per una follia, per un’emozione che arriva a scardinare tutti i piani. È l’istinto a dirti per cosa vale la pena vivere o morire.Mentre i gangster rivali cercano di farlo fuori o di averlo dalla loro parte, Joe inizia la sua ascesa ai vertici del crimine organizzato. Il viaggio che lo porta dalla Boston glamour dell’età del jazz alle strade roventi di Cuba, passando per il sensuale quartiere latino di Tampa, è anche un viaggio nell’America del proibizionismo, tra case da gioco e distillerie clandestine, alcol e pallottole, femmes fatales e poliziotti corrotti. È un’incalzante saga di vendetta e una travolgente storia d’amore. È l’epopea di un’intera nazione, dove ognuno è pronto a tutto pur di garantirsi la propria fetta di sogno americano.

Tempo di imparare, romanzo di Valeria Parrella edito da Einaudi, genere narrativa, data d’uscita 02/01/14.
Fare il nodo ai lacci delle scarpe, colorare dentro i contorni, lavare bene i denti (anche quelli in fondo), salire scale sempre nuove senza stringere per forza il corrimano. E poi: avere lo sguardo lungo, separare l’ansia dal pericolo vero, vincere, perdere, aspettare, agire, confidarsi, farsi valere, rassegnarsi. A dover imparare tutto ciò, in questo romanzo colmo d’energia e dal potere medicamentoso, sono una donna e il suo bambino. Lei ha l’esperienza, mentre lui per capire mira all’essenziale; lei ha occhi pronti a cogliere ogni spigolo, mentre lui da dietro gli occhiali le insegna a leggere il mondo a due dimensioni. Davanti a loro si stagliano tutti gli ostacoli possibili, e per fronteggiarli hanno a disposizione molta paura e altrettante armi. La paura è quella di non farcela, e le armi a ben guardare sono le stesse della letteratura: nominare le cose, percorrerle, trasfigurarle, lasciarle andare. Tenendosi per mano – ma chi reggendo chi è difficile dirlo – si muovono tra fisioterapisti e burocrati, insegnanti e compagni di classe, barcollando o danzando, ma sempre stringendo nel pugno una parola difficile che comincia per «H», e che sembra impossibile far germogliare. Perché se hai tatuato addosso il numero 104 – quello della legge sulla disabilità – e vivi in un mondo «che non ha proprio la forma della promessa», mettere un passo dopo l’altro diventa ogni giorno piú difficile. Ma c’è chi prima di loro e insieme a loro ha solcato lo stesso mare impetuoso, facendosi le stesse domande: «Stiamo tornando indietro o andando avanti? Quando si è in navigazione da tanti anni si perde la rotta». Tempo di imparare è un libro scritto in prima persona, in cui «io» e «tu» diventano un’unica cosa: «irriducibili l’uno all’altro, eppure intercambiabili». La voce di Valeria Parrella – intima, abissale – dice il momento in cui la relazione tra ogni genitore e ogni figlio si strappa, il binomio si scompone, e ci si guarda da lontano: per intero.

Tutta colpa di Freud, romanzo di Paolo Genovese edito da Mondadori, genere narrativa, data d’uscita 02/01/14.
Con questa brillante commedia, Paolo Genovese ci racconta l’imprevedibile fantasia con cui l’amore entra nella nostra vita e soprattutto come non ne voglia più uscire. La malattia più diffusa al mondo è senza dubbio l’amore. Lo sa bene Francesco Taramelli, psicoterapeuta di coppia abituato a trattare l’amore in tutte le salse, specializzato in casi disperati. E proprio con tre casi disperati comincia questa storia. Sara, trentun anni, omosessuale da sempre, vive a New York e sta per sposare Jodie; ma quando questo grande amore scompare all’improvviso, per lei non c’è altro che il ritorno a casa e una potente inversione di rotta: diventare eterosessuale. Marta, trent’anni, romantica libraia costantemente innamorata di uomini impossibili, si ritrova a correr dietro a un ladro di libri, sordo, muto e sfuggente. In compenso molto, ma molto affascinante. Emma, diciotto anni, brillante e vivace studentessa in attesa degli esami di maturità, polemica e insoddisfatta, soprattutto sentimentalmente, ha appena lasciato Diego. Ora nella sua vita è entrato Alessandro, architetto che lavora all’Ikea, sensibile, disponibile, perfetto o quasi: ha cinquant’anni ed è sposato da sette. Ma il vero caso disperato, alla fine, è proprio il povero psicanalista, considerando che Sara, Marta ed Emma sono le sue tre adorate figlie. Sua moglie l’ha abbandonato diciassette anni prima, così, da bravo mammo, ha cresciuto da solo le tre ragazze che, anche se non è “deontologicamente corretto”, da sempre frequentano il lettino del suo studio per farsi aiutare a risolvere i loro problemi d’amore.

La riva del silenzio, romanzo di Paul Yoon edito da Bollati Boringhieri, genere narrativa, data d’uscita 02/01/14.
Un giovane prigioniero di guerra nordcoreano, ribattezzato Yohan dagli americani, viene mandato via nave in Brasile perché si ricostruisca una vita dopo gli orrori di un conflitto che ha finora poco interessato la letteratura. Grazie all’abilità manuale di cui ha dato prova al campo, viene assegnato come aiutante alla bottega di un sarto giapponese, a sua volta emigrato, a sua volta spaesato. Unico legame con l’altro capo del mondo, uno dei marinai sudcoreani della nave che fa scalo a intervalli regolari nel porto. E unico interlocutore l’uomo di mezza età che taglia e cuce pazientemente nella piccola, spartana bottega. Interlocutore silenzioso, e non solo per problemi linguistici, il sarto trasmette a Yohan, insieme alla sua arte, anche la malinconica serenità raggiunta negli anni. I due tacciono su un passato drammatico: il lettore viene a conoscere quello del ragazzo tramite una serie di flashback che rivelano con parole scarne gli orrori della guerra, dello sradicamento e della prigionia, mitigata solo dalla compagnia di un amico più sfortunato. Nelle sue pagine Paul Yoon comunica la sensazione che tutto, anche il dolore estremo, anche la solitudine, si possa raccontare senza toni eccessivi, addirittura con leggerezza. Ed è grazie al silenzio leggero, colmo di gentilezza, saggezza ed empatia, del sarto, e all’incontro con due straordinari ragazzi di strada brasiliani, che Yohan a poco a poco comincia a rinascere, a creare legami di affetto, e perfino a sognare. L’atmosfera magica della storia, evocativa di quelle dei grandi romanzieri sudamericani, ma del tutto originale, non toglie nulla al realismo crudo della situazione dei due uomini, o dei due bambini, ma la inserisce in un percorso di speranza che porterà il romanzo a una conclusione felice.

Volevo solo averti accanto, romanzo di Ronald H. Balson edito da Garzanti, genere narrativa, data d’uscita 02/01/14.
Volevo solo starti accanto è un caso editoriale fulminante. Pubblicato in proprio dall’autore, ha venduto in poche settimane oltre 100.000 copie solo negli Stati Uniti. Le recensioni dei lettori e il traffico crescente in rete hanno suscitato l’interesse delle case editrici che si sono sfidate in un’asta infuocata per acquisirne i diritti. Pubblicato ora da uno degli editori americani più importanti, sta scalando tutte le classifiche di vendita. Un romanzo sconvolgente, che risveglia le coscienze e ci ricorda che. perché l’orrore non si ripeta, non si deve dimenticare. Mai. Anche quello che sembrava un fratello può tramutarsi nel tuo peggior nemico… È la sera della prima al grande teatro dell’Opera di Chicago. Morbide stole e sete fruscianti si scostano per far largo al vecchio Elliot Rosenzweig, il più ricco e importante mecenate della città. All’improvviso tra la folla appare un uomo anziano in uno smoking fuori moda. Tra le mani stringe convulsamente una pistola che punta alla testa di Rosenzweig. La voce trema per la rabbia, ma lo sguardo è risoluto quando lo accusa di essere in realtà Otto Piatek, il Macellaio di Zamość, feroce criminale nazista. Ma nessuno sparo riecheggia tra i cristalli e gli specchi del sontuoso atrio. E Ben Solomon, un ebreo scampato ai campi di sterminio, viene atterrato dalla sicurezza e trascinato in prigione. Nessuno crede alle sue accuse, nessuno vuole ascoltarlo. Tranne Catherine Lockhart, una giovane avvocatessa alle prese con una scelta difficile della sua vita. Catherine conosce l’Olocausto esclusivamente dai libri di scuola, eppure solo lei riesce a leggere la forza della verità negli occhi velati di Ben, solo lei è disposta ad ascoltare la sua storia. Una storia che la porta a un freddo inverno nella Polonia degli anni Trenta, a un bambino tedesco tremante e con le scarpe di cartone che viene accolto e curato come un figlio nella ricca casa della famiglia ebrea dei Solomon. Ma anche agli occhi ambrati di una ragazza coraggiosa e a una storia di amore, amicizia e gelosia che affonda le radici del suo segreto in un passato tragico. Difendere Ben Solomon sembra un’impresa impossibile, Rosensweig è per tutti un sopravvissuto di Auschwitz, un filantropo potente e rispettato. Catherine però non vuole arrendersi, deve trovare la verità. Perché nessuno, in questa storia, è quello che sembra.

Dopo, romanzo di Koethi Zan edito da Longanesi, genere giallo e thriller, data d’uscita 02/01/14.
Dopo la liberazione doveva essere tutto finito. Ma non è stato così. Sono passati dieci anni da quando Sarah è fuggita da quello scantinato, il teatro delle torture fisiche e psicologiche che Jack Derber le ha inferto per oltre mille giorni. Ma per Sarah non esiste ancora un «dopo»: vittima delle proprie fobie, vive rinchiusa nel suo appartamento di Manhattan. Fino a quando l’FBI non la informa che Jack Derber, accusato e imprigionato per rapimento, sta per essere rilasciato. Sarah non può consentirlo, perché lei sa. Sa che Derber non è soltanto un rapitore. È un assassino. Lo sa perché lei non era da sola, in quello scantinato. Con lei c’erano altre due ragazze, Christine e Tracy, e per i primi mesi di reclusione ce n’era stata anche una terza: Jennifer, la sua migliore amica. E Sarah sa, con certezza, che Jennifer è morta per mano di Derber. C’è una sola speranza, per tenere Derber in prigione: ritrovare il corpo di Jennifer. Per questo, Sarah deve trovare la forza di riallacciare i contatti con le altre sopravvissute, nonostante l’odio che loro provano per lei e nonostante i segreti che le dividono. Perché quel capitolo della loro vita non si è mai veramente chiuso. Perché quello che succede dopo è ancora più terribile. Dopo non parla della follia degli uomini, ma della forza delle donne decise a fare giustizia. E del coraggio di andare fino in fondo, mettendo in gioco tutto.

Belle & Sebastien, romanzo di Nicolas Vanier edito da Sperling & Kupfer, genere narrativa, data d’uscita 02/01/14.
1943. In un villaggio sperduto nel cuore delle Alpi, dove solo i camosci e i grandi cani di montagna resistono ai rigori dell’inverno e dove le cime sembrano abbracciare le nuvole, la vita scorre dolce e tranquilla. Fino all’arrivo di due nemici che sembrano invincibili: i tedeschi e la grande Bestia, un predatore assetato di sangue che si aggira di notte depredando gli ovili. Tutti gli abitanti del villaggio sono decisi a ucciderla, tutti tranne uno. Sébastien, un ragazzo cresciuto senza genitori all’ombra dei monti, ha giurato di difenderla: per lui la Bestia è solo Belle, la splendida femmina di pastore dei Pirenei diventata un’inseparabile amica. Gli unici alleati di Sébastien sono il burbero nonno César, la bella e affettuosa panettiera Angelina e Guillaume, il giovane medico del paese, tutti uniti per eludere l’implacabile sorveglianza del tenente Peter Braun. Infatti, mentre Angelina è costretta suo malgrado a rifornire gli occupanti tedeschi, il dottor Guillaume aiuta gli ebrei a fuggire oltre confine attraverso le montagne. Il tenente Braun lo sa bene e fa di tutto per scovare i fuggiaschi e la loro guida. Finché la notte di Natale del 1943 Guillaume, ferito, non riesce a raggiungere la famiglia ebrea che lo aspetta per scappare, e Angelina, Belle e Sébastien decidono di rischiare la vita per loro. Coraggio, amore e amicizia saranno allora gli unici baluardi contro la follia della guerra.La storia di Belle e Sébastien ha già conquistato svariate generazioni: raccontata da Cécile Aubry negli anni Sessanta in una serie di libri di grandissimo successo diventati poi una popolarissima serie televisiva, negli anni Ottanta è stata ripresa nell’omonima serie di cartoni animati giapponese.

Luna di miele a Parigi, opera di Jojo Moyes edita da Mondadori, genere narrativa rosa, data d’uscita 02/01/14.
Al centro di questo racconto due romantiche e tormentate storie d’amore – quella di Sophie e Édouard Lefevre in Francia durante la Prima guerra mondiale e, circa un secolo dopo, quella di Liv Halston e suo marito David. Luna di miele a Parigi – uscito in Inghilterra solo in ebook – si svolge alcuni anni prima degli eventi narrati nel nuovo e attesissimo romanzo La ragazza che hai lasciato, quando le due coppie si sono appena sposate. Sophie, una ragazza di provincia, si ritrova immersa nell’affascinante mondo della Belle époque parigina ma si rende conto ben presto che amare un artista apprezzato come Édouard implica qualche spiacevole complicazione. Circa un secolo più tardi anche Liv, travolta da una storia d’amore appassionante, scopre però che la sua luna di miele parigina non è la fuga romantica che aveva sperato…

Identici, romanzo di Scott Turow edito da Mondadori, genere giallo e thriller, data d’uscita 02/01/14.
Kindle County, 1982. Al termine di un party a casa di Zeus Kronon, influente membro della locale comunità greco-ortodossa, sua figlia Dita, bellissima e anticonformista, viene trovata uccisa nella sua camera da letto. La ragazza era fidanzata con Cass Gianis, il cui padre è l’acerrimo rivale di Zeus, e per questo motivo la loro unione era malvista da entrambe le famiglie. Cass, il cui fratello gemello Paul è agli inizi di una promettente carriera legale, si dichiara subito colpevole dell’omicidio e viene condannato a venticinque anni di reclusione. Allo scadere della pena, Cass è pronto a uscire di prigione, proprio mentre Paul, nel frattempo divenuto senatore, è il candidato favorito per la poltrona di sindaco della Kindle County. Ma il ritorno di Cass può trasformarsi per lui in un’arma a doppio taglio, specie quando il fratello di Dita chiede la riapertura delle indagini, accusando Paul di avere avuto un ruolo nell’omicidio della ragazza. Cosa è successo realmente quella notte di tanti anni prima? È stato davvero Cass a uccidere Dita? E perché? Quale segreto nascondono i due gemelli? A ricostruire la vicenda saranno Evon Miller, ex agente speciale dell’FBI ora a capo della sicurezza dell’azienda dei Kronon, e l’anziano investigatore Tim Brodie, che all’epoca si era occupato del caso. Quella dei Kronon e dei Gianis è la storia di una battaglia infinita e senza esclusione di colpi tra due famiglie che cercano la loro unica e illusoria verità inseguendo una giustizia sempre sfuggente. Ispirandosi liberamente all’antico mito greco di Castore e Polluce, in questo nuovo straordinario legal thriller Scott Turow mette in scena una vicenda appassionante fatta di oscure rivalità familiari, rapporti ambigui e segreti tenuti nascosti troppo a lungo, regalandoci un finale davvero sorprendente.

La biblioteca più piccola del mondo, romanzo di Antonio Iturbe edito da Rizzoli, genere narrativa, data d’uscita 03/01/14.
Il campo per famiglie di Auschwitz è l’unico in cui vivono i bambini. Come uccelli rari in gabbia, i piccoli passano le loro giornate nel blocco 31, il paravento di normalità che i nazisti hanno preparato per gli ispettori della Croce Rossa. In questa baracca, che è poco più di una stalla, Fredy Hirsch, un trentenne ebreo tedesco, ha organizzato una scuola clandestina, dotata addirittura di una vera biblioteca. Gli otto volumi che la compongono – fra cui La breve storia del mondo di H.G. Wells, un trattato di Freud, Il buon soldato Švejk e Il conte di Montecristo – sono affidati alle cure della quattordicenne cecoslovacca Edita. Squadernati, strappati e malridotti, i libri sono arrivati al campo per vie clandestine e pericolose, e difenderli non è certo semplice. Edita è disposta anche a rischiare la vita per salvare il suo tesoro, l’unico che le permette di fuggire dal dolore e dal plumbeo grigiore del campo di sterminio. Sarà proprio la sua fiducia nel potere dei libri a consentirle di sopravvivere all’orrore. Una storia vera di coraggio e speranza.

Il conto vaticano, romanzo di Carlo Marroni edito da Rizzoli, genere giallo e thriller, data d’uscita 03/01/14.
Chi ha mandato una corona di fiori, a nome di un pontefice non ancora eletto, al funerale di un banchiere di New York assassinato in un vicolo? È uno dei misteri su cui il nuovo papa Giustino cerca di far luce, mentre lavora in segreto alla sua rivoluzionaria riforma della Curia. E quando, tra le carte sigillate del suo predecessore, trova i r iferiment i a venticinque depositi bancari di cui nessuno ha mai sent ito parlare, chiede aiuto al l’unica persona di cui si f ida: Ludovico Siniscalchi, un sacerdote con un passato nei servizi segreti italiani. Fra doppi giochi e pedinamenti, intercettazioni a personaggi apparentemente intoccabili e attacchi allo IOR, la solidità della fede di Ludovico viene messa in pericolo anche dalla ricomparsa della bella Felicitas, con cui aveva vissuto una passione travolgente che solo la lontananza aveva spento. Ma deve portare a compimento la sua missione, costi quel che costi: perché beati saranno coloro che metteranno per primi le mani sul Conto Vat icano. Un conto bancario segreto, di proporzioni scandalose, che può far vacillare non solo la Chiesa, ma gli stessi equilibri geopolitici del mondo. Carlo Marroni ci mostra il volto oscuro del Vaticano, rivelando retroscena e giochi di potere che inquietano quanto più si avvicinano alla realtà. E dopo aver predetto l’ultimo conclave, ancora una volta è formidabile nel raccontare ciò che accade, prima che accada.

Nel fuoco, romanzo di Douglas Preston e Lincoln Child edito da Rizzoli, genere giallo e thriller, data d’uscita 03/01/14.
Durante gli scavi per una nuova costruzione vicino al vecchio cimitero di Roaring Fork, nel cuore delle Montagne Rocciose, affiorano i corpi di un gruppo di minatori uccisi e divorati da un grizzly un secolo e mezzo prima. Corrie Swanson, aspirante detective e protetta dell’agente dell’FBI Aloysius Pendergast, è la prima ad arrivare sul posto per analizzare gli scheletri. Parrebbe un sopralluogo di routine, ma ben presto viene alla luce una verità scomoda sul passato della città che mette la ragazza nei guai con le autorità locali. In suo aiuto accorre l’agente speciale Pendergast, che si ritrova invischiato in un’indagine parallela: poco dopo il suo arrivo, Roaring Fork si trasforma nel teatro degli attacchi di un piromane che appicca incendi senza una logica apparente. Indagando più a fondo e sfruttando tecniche non sempre ortodosse, Pendergast scoprirà collegamenti inaspettati tra la storia di Roaring Fork e quella della letteratura, ritrovandosi sulle tracce di un manoscritto inedito di Sir Arthur Conan Doyle: un’avventura di Sherlock Holmes che potrebbe aiutare a far luce sulle indagini…

Il testamento di Maria, opera di Colm Toibin edita da Bompiani, genere narrativa, data d’uscita 03/01/14.
Con una voce insieme tenera e piena di rabbia, Il testamento di Maria racconta la storia della Vergine, la storia di un evento sconvolgente che ha portato a un grande dolore. Per Maria, Gesù è un figlio perduto. E ora che, anziana, vive in esilio e nella paura, cerca di mettere insieme i ricordi dei fatti che hanno portato alla sua fine. Per lei Gesù era una persona vulnerabile, da proteggere, circondato da uomini che non le ispiravano alcuna fiducia. Da lontano ha assistito al suo “successo”, fino al capovolgimento degli eventi: i giorni del processo e della passione. Quando la sua vita comincia ad acquisire la risonanza del mito, Maria decide di rompere il silenzio che circonda l’accaduto. Nel suo sforzo di dire la verità in tutta la sua complessità, emerge la sua statura morale, insieme a tutta la sua umanità di madre. Un racconto umano e commovente che ancora una volta dimostra la sensibilità di Colm Tóibín quando si tratta di parlare di famiglia, dei legami che ci uniscono gli uni agli altri, con uno stile lirico e commovente.

La creatura del desiderio, romanzo di Andrea Camilleri edito da Skira, genere romanzo storico, data d’uscita 03/01/14.
Nel 1912, un anno dopo la morte di Mahler, la sua giovane vedova, considerata la più bella ragazza di Vienna e allora poco più che trentenne, incontra il pittore Oskar Kokoschka. Inizia una storia d’amore fatta di eros e sensualità, che sfocerà ben presto in una passione tanto sfrenata quanto tumultuosa. Viaggi, fughe, lettere, gelosie e possessività scandiscono i successivi due anni, durante i quali l’artista crea alcune fra le sue opere più importanti, su tutte La sposa del vento. Ma la giovane donna è irrequieta e interrompe brutalmente la relazione. Kokoschka parte per la guerra con la morte nel cuore. Al suo rientro in patria, traumatizzato dal conflitto e ancora ossessionato dall’amore perduto, decide di farsi confezionare una bambola al naturale con le fattezze dell’amata. Questa è la sua storia. “Su come si svolsero i fatti che si conclusero drammaticamente con la morte, o per essere più esatti, con l’uccisione di Alma, non esistono altre testimonianze all’infuori di quelle dello stesso Kokoschka, parte in causa anzi protagonista assoluto della vicenda. Queste, diciamo così, testimonianze, che sono due e sono state rilasciate in periodi assai diversi, vanno perciò prese, come si usa dire, con le molle e valutate con molta attenzione.” Andrea Camilleri

Non dirmi che hai paura, romanzo di Giuseppe Catozzella edito da Feltrinelli, genere narrativa, data d’uscita 08/01/14.
Samia è una ragazzina di Mogadiscio. Ha la corsa nel sangue. Ogni giorno divide i suoi sogni con Alì, che è amico del cuore, confidente e primo, appassionato allenatore. Mentre intorno la Somalia è sempre più preda dell’irrigidimento politico e religioso, mentre le armi parlano sempre più forte la lingua della sopraffazione, Samia guarda lontano, e avverte nelle sue gambe magre e velocissime un destino di riscatto per il paese martoriato e per le donne somale. Gli allenamenti notturni nello stadio deserto, per nascondersi dagli occhi accusatori degli integralisti, e le prime affermazioni la portano, a soli diciassette anni, a qualificarsi alle Olimpiadi di Pechino. Arriva ultima, ma diventa un simbolo per le donne musulmane in tutto il mondo. Il suo vero sogno, però, è vincere. L’appuntamento è con le Olimpiadi di Londra del 2012. Ma tutto diventa difficile. Gli integralisti prendono ancora più potere, Samia corre chiusa dentro un burqa ed è costretta a fronteggiare una perdita lacerante, mentre il “fratello di tutta una vita” le cambia l’esistenza per sempre. Rimanere lì, all’improvviso, non ha più senso. Una notte parte, a piedi. Rincorrendo la libertà e il sogno di vincere le Olimpiadi. Sola, intraprende il Viaggio di ottomila chilometri, l’odissea dei migranti dall’Etiopia al Sudan e, attraverso il Sahara, alla Libia, per arrivare via mare in Italia. Giuseppe Catozzella per mesi è entrato dentro la vita reale di Samia, e l’ha reinventata in una voce dolcissima, scrivendo un romanzo memorabile. Da quella voce, da quell’io leggerissimo che ci parla con fermezza e candore, si sciolgono la struggente vicenda di un’eroina dei nostri tempi, la sua fiaba, e insieme il suo destino.

Il sole bacia i belli, opera di Charles Bukowski edita da Feltrinelli, genere critica letteraria, antologie e biografie, data d’uscita 08/01/14.
“Molti dicono che Charles Bukowski non esista. Una leggenda metropolitana, che dura ormai da anni, afferma che tutte le poesie turbolente da lui firmate in realtà siano state scritte da una vecchia scorbutica dall’ascella cespugliosa.” Così scriveva nel marzo 1963 un giornalista del “Literary Times” di Chicago. Poeta di culto in molti ambienti underground, Bukowski era ancora ben lontano dalla fama mondiale che avrebbe raggiunto in seguito. Quel giornalista non solo scoprì che Charles Bukowski esisteva davvero. Ma verificò di persona che le sue poesie non mentivano, e così i suoi romanzi e racconti. Lo scrittore era davvero parente stretto del personaggio cinico, vitale e sporcaccione che i suoi lettori stavano imparando ad amare. E mentre i decenni passavano e cresceva il seguito di questo poeta alcolizzato, sempre più giornalisti andavano a trovarlo, ascoltavano i suoi racconti, annotavano le sue riflessioni veggenti e stralunate. Questo libro raccoglie i migliori pezzi giornalistici (e non) in cui la viva voce di Bukowski parla di sé. A partire da quella primissima intervista, realizzata cinquant’anni fa in una delle sue proverbiali, maleodoranti stanzette hollywoodiane, per arrivare all’ultima chiacchierata, concessa a bordo piscina nella sua villa di San Pedro, pochi mesi prima di morire.

Nelle mani di Dio, romanzo di Gianni Biondillo edito da Guanda, genere giallo, mistery e noir, data d’uscita 09/01/14.
Un passaggio in auto da un collega, e la tranquilla serata d’autunno dell’ispettore Ferraro si trasforma in un’intricata indagine. La vittima è una maestra di matematica, in una scuola milanese al confine tra il quartiere «bianco» di Città Studi e quello «colorato» di via Padova. Sembra ovvio da quale parte vada cercato il colpevole. Per tutti ma non per Ferraro, che tra un bar cinese e un capannone convertito in moschea va a caccia di una verità meno scontata.

La ragazza che leggeva nei cuori, romanzo di Teri Brown edito da Corbaccio, genere narrativa rosa, data d’uscita 09/01/14.
New York, anni Venti, i famosi Roaring Twenties: Anna ha sedici anni e fin da bambina aiuta la madre, una famosa medium, negli spettacoli. Ma, contrariamente a sua madre che è un’abile attrice, Anna ha veramente il dono di «sentire» le emozioni altrui e di predire il futuro. E in questo futuro vede sua madre in pericolo: le sue visioni si fanno sempre più intense e spaventose, al punto che Anna decide esplorare fino in fondo questa parte di sé che aveva sempre negato. Così, quando Cole, un ragazzo misterioso, si trasferisce in un appartamento vicino e introduce Anna a una società segreta che studia proprio persone come lei, Anna si trova costretta a confrontarsi con il suo passato e con le certezze della sua vita. Ma Anna è anche una sedicenne come tante altre, con i suoi istinti ribelli, i suoi capricci e la sua rabbia esplosiva. E, come tutte le ragazze della sua età, anche lei è alla ricerca dell’amore e dell’affermazione di se stessa. Riusciranno le sue abilità a districare la rete di intrighi in cui, suo malgrado, è caduta? E, soprattutto, la sua sensibilità sarà in grado di farle individuare qual è il suo vero destino? Riuscirà Anna l’illusionista, brava a liberarsi da quasi tutto, a liberarsi dei condizionamenti e a seguire il suo cuore?

Pietra è il mio nome, romanzo di Lorenzo Beccati edito da Nord, genere romanzo storico, data d’uscita 09/01/14.
Genova, 1601. La chiamano la Tunisina. La disprezzano. La temono. Ma è a lei che i genovesi si rivolgono se hanno bisogno d’aiuto. Perché quella donna sfuggente è una rabdomante: sa ritrovare gioielli rubati, persone scomparse; riesce a smascherare ladri, truffatori e assassini. Tutti credono sia la custode di un potere arcano; in realtà, il potere di Pietra sta nella sua mente acuta e nella dolorosa consapevolezza che il mondo degli uomini non ammetterebbe mai di essere inferiore a una semplice donna. Questa volta, però, l’incarico che attende Pietra è diverso da qualsiasi altro. Mentre Genova è in preda alla frenesia del carnevale, viene ritrovato il cadavere di una giovane, massacrata a morte e, lì accanto, c’è una bacchetta da rabdomante che sembra indicare Pietra come autrice del delitto. Per dimostrare la propria innocenza, Pietra inizia quindi a indagare e, ben presto, si rende conto che quell’omicidio sta riportando in superficie antichi e terribili rancori. Adesso per Pietra è giunto il tempo di affrontarli, di risalire alla sorgente nascosta del male. Prima che l’assassino torni a colpire. Prima che l’assassino torni per lei… Con una prosa elegante ed evocativa, Lorenzo Beccati ci trasporta tra i carruggi di una Genova inedita e sorprendente, tratteggiata attraverso gli occhi di Pietra, una donna fragile come la speranza e salda come una roccia, contro cui s’infrangono superstizioni e pregiudizi, intrighi e vendette.

La costola di Adamo, romanzo di Antonio Manzini edito da Sellerio, genere giallo e mistery, data d’uscita 09/01/14.
Secondo caso per il controverso vicequestore Rocco Schiavone nella gelida Aosta. Un personaggio fuori dagli schemi: scontroso, irritabile, trasgressivo al limite del lecito, ma con un senso della giustizia tutto suo. Una donna, una moglie che si avvicinava all’autunno della vita, è trovata cadavere dalla domestica. Impiccata al lampadario di una stanza immersa nell’oscurità. Intorno la devastazione di un furto. Ma Rocco non è convinto. E una successione di coincidenze e divergenze, così come l’ambiguità di tanti personaggi, trasformano a poco a poco il quadro di una rapina in una nebbia di misteri umani, ambientali, criminali.

Non parlare, scritto da Brian McGilloway, editore Newton Compton, genere giallo, thriller e spionaggio, data d’uscita 09/01/14.
Il thriller che ha lasciato l’Inghilterra senza parole Le indagini della detective Lucy Black Un grande thriller di Brian McGilloway L’unica che può riconoscere l’assassino è lei Derry, Irlanda del Nord. Una notte una bambina viene ritrovata mentre vaga nel fitto bosco innevato. Nonostante il gelo, indossa solo un pigiama con su scritto un nome, Alice, e ha del sangue addosso, ma non è il suo. Difficile capire chi sia e da dove provenga, perché “Alice” non sa o non vuole parlare. L’unica persona di cui sembra fidarsi è la giovane detective che l’ha salvata, Lucy Black. Mentre cerca di identificare la bambina, a poco a poco la detective Black inizia a sospettare che ciò che è accaduto alla piccola Alice abbia a che fare con un altro caso che sta tenendo con il fiato sospeso l’intera città: il rapimento di Kate McLaughlin, la figlia di un noto imprenditore locale. E quando, all’improvviso e senza apparente spiegazione, la detective viene estromessa dalla squadra che indaga sul caso di Kate, i suoi sospetti si fanno sempre più forti. La verità è nascosta in fondo agli occhi pieni di terrore di Alice, e la chiave di tutto potrebbero essere alcuni tragici eventi della recente storia dell’Irlanda, gli stessi che hanno segnato l’infanzia di Lucy… Un thriller intenso e agghiacciante sulla corruzione, la violenza, l’avidità umana e l’amore incondizionato di un padre per la propria figlia. Numero 1 in Inghilterra Oltre 250.000 copie vendute La prima indagine della detective Lucy Black nel gelido inverno dell’Irlanda del Nord Solo lei sa cos’è davvero successo quella notte nel bosco… «Da un maestro del thriller, un romanzo straordinario, ben costruito e avvincente.» Press Association «Una storia realistica e densa di particolari agghiaccianti, da un autore che è stato paragonato a James Lee Burke e Ian Rankin.

Maledetto il giorno che ti ho amato, scritto da Cynthia Ellingsen, editore Newton Compton, genere narrativa rosa, data d’uscita 09/01/14.
Sarà il giorno più bello della loro vita. Forse. Malgrado la giovane Chloe sembri poco interessata al lato romantico della vita, ha ricevuto una vera e propria proposta di matrimonio da un affascinante e affermato psicologo. Ma ora che il giorno stabilito si sta avvicinando, Chloe non trova il coraggio di comunicare la notizia al suo migliore amico. C’è poi Kristine, la madre di Chloe, proprietaria di una libreria che gestisce con successo e grande soddisfazione. Lo stesso non si può dire del suo matrimonio con Kevin, che dopo 25 anni sembra attraversare una fase di stallo. Tanto più che in libreria è appena arrivato un nuovo collega che ha gli stessi gusti e passioni di Kristine. Così, quando Kevin le propone di rinnovare le promesse matrimoniali, lei si trova a domandarsi se sia davvero la cosa giusta da fare. Infine c’è June, la nonna di Chloe, vedova da anni, una vita dedicata agli altri sempre con entusiasmo e generosità. Ora però qualcuno irrompe nel suo amatissimo giardino in modo del tutto inaspettato. E anche lei vuole coronare il suo sogno d’amore. Ma perché non farlo insieme alla figlia e alla nipote? L’idea sembra perfetta: un matrimonio per tre, ma sarà davvero tutto bello e facile come in un film? Un matrimonio può riservare grandi sorprese soprattutto quando nonna, madre e figlia decidono di sposarsi nello stesso giorno! Dopo il bestseller Amori impossibili e fragole con panna Tre matrimoni e tanti guai. Siete invitati anche voi! «Un romanzo dolce e indimenticabile, che vi farà sbellicare dalle risate e piangere di commozione. Da gustare pagina dopo pagina.» Romantic Times Cynthia Ellingsen Vive a Lexington, nel Kentucky, con il marito. Maledetto il giorno che ti ho amato è il suo secondo romanzo, dopo Amori impossibili e fragole con panna, pubblicato da Newton Compton.

Tutta colpa della neve! (e anche un po’ di New York), romanzo di Virginia Bramati edito da Mondadori, genere narrativa rosa, data d’uscita 14/01/14.
Nato come romanzo “per tenersi compagnia” nei momenti difficili dell’esistenza, pubblicato con grandissimo successo su una piattaforma di self-publishing, modificato seguendo i suggerimenti delle amiche e dei lettori online, Tutta colpa della neve! è un romanzo che porta con sé gioia e stupore fin dall’inizio della sua storia. Ambientando la vicenda di Sassi in una Milano workaholic, ma regalandoci anche gli scorci di una Brianza inventata eppure verissima, Virginia Bramati dà vita a pagine ricche di colpi di scena, a personaggi profondamente autentici, a una scrittura insieme molto vicina alla nostra realtà quotidiana ma anche capace di farci sognare. E scrive un romanzo sull’orgoglio e i pregiudizi che spesso ci tengono lontani dalla felicità, un romanzo sull’amore e sulla perseveranza, sulle ragioni per non smettere di ascoltare chi ci sta vicino anche nel rumore incessante della vita che corre, sul potere salvifico di un sorriso al momento giusto. Una storia che, come un fiocco di neve, ci dà un brivido di allegria e ci scalda il cuore. Annalisa Molinari, “Sassi” per gli amici, ha 26 anni e da Verate, in Brianza, si è trasferita a Milano, dove condivide un appartamento con due amici e fa pratica per diventare avvocato. Intelligente, ironica e sincera fino all’autolesionismo, spesso finisce per cacciarsi in situazioni imbarazzanti ai limiti dell’harakiri. Sotto il suo fare un po’ distratto, però, si nasconde una grande tenacia: quella che le ha permesso di essere scelta da uno dei più importanti studi legali di Milano. Ed è proprio tra quelle pareti ovattate che, il primo giorno di lavoro, Sassi riesce a fare una delle sue incredibili figuracce proprio di fronte a Max, figlio del fondatore, da poco rientrato dall’America per prendere il posto del padre. Un giovane ricco, antipatico e… terribilmente affascinante. Ma Sassi non può dedicare tutto il suo tempo alla delicata gestione dei rapporti nello studio, perché gli amici la reclamano (Eugenia, per esempio, con la sua “lista dei buoni partiti da testare”), perché nei weekend torna a Verate, dove gli affari di cuore di sua madre la tengono non poco impegnata, e, soprattutto, perché deve proteggere il suo segreto: una ferita nascosta nel passato per la quale intende ottenere giustizia. Tutto pianificato a perfezione? Sì, certo, se non fosse per quei fiocchi di neve che iniziano a vorticare nel cielo cambiando il colore del mondo, mandando in tilt voli e programmi e mettendo una irresistibile voglia di felicità…

Le donne del signor Nakano, opera di Kawakami Hiromi edita da Einaudi, genere narrativa, data d’uscita 14/01/14.
La bottega del signor Nakano è un po’ speciale. Innanzitutto, come tiene a specificare il proprietario, «non è un negozio di antiquariato ma di roba vecchia»: soprammobili fuorimoda, ciotole usate, manifesti di epoche dimenticate, malinconici reperti di vite sconosciute che potete comprare per pochi spiccioli, oggetti particolari e scompagnati come, in fondo, sono gli uomini e le donne che girano intorno al negozio. A cominciare dal signor Nakano: eccolo lí, dietro la cassa, magrissimo, un berretto di lana calato sulla fronte e una certa qual debolezza per il fascino femminile. A dargli una mano ci sono due ragazzi, Takeo, tanto laconico da apparire misterioso, e Hitomi, una ragazza allegra e inquieta. I due giovani si studiano, s’innamorano, nasce un legame toccante e maldestro che sembra destinato a inciampare su ogni incomprensione. Ma anche Nakano e la sua romantica sorella Masayo devono affrontare le impreviste complicazioni che nascono dal desiderio. Sarà proprio Hitomi, e il suo sguardo curioso e sensibile, ad accompagnare il lettore attraverso la girandola di incontri e personaggi che ruotano intorno alla piccola, vivace bottega del signor Nakano. Sono vicende comuni quelle che ci racconta Kawakami Hiromi, con una delicatezza che nulla toglie alla profondità dei sentimenti, all’intensità di relazioni umane che iniziano quasi per caso e si sciupano senza che sia colpa di nessuno. Una scrittura soave e luminosa, pervasa da un sottile rimpianto per quello che poteva essere e invece non è stato, e al tempo stesso da un confortante calore umano. Perché tutti, almeno una volta, ci siamo detti: «Che cosa complicata è l’amore!»

Storia di una ladra di libri, romanzo di Markus Zusak edito da Frassinelli, genere narrativa, data d’uscita 14/01/13.
Nella Germania della Seconda guerra mondiale, quando ogni cosa è in rovina, una bambina di nove anni, Liesel, inizia la sua carriera di ladra. All’inizio è la fame a spingerla, e il suo bottino consiste in qualche mela, ma poi il vero, prezioso oggetto dei suoi furti sono i libri. Perché rubarli significa salvarli, e soprattutto salvare se stessa. Liesel infatti sta fuggendo dalle rovine della sua casa e della sua famiglia, accompagnata dal fratellino più piccolo e diretta al paese vicino a Monaco dove l’aspetta la famiglia che li ha adottati. Nell’inverno gelido e bianco di neve, il bambino non ce la fa, ed è proprio vicino alla sua tomba che lei trova il primo libro. Il secondo, invece, lo salva dal fuoco di uno dei tanti roghi accesi dai nazisti. Col passare del tempo il numero dei libri cresce e le parole diventano compagne di viaggio, ciascuna testimone di eventi terribili ai quali la bambina sopravvive, protetta da quei suoi immortali, straordinari, amorevoli angeli custodi.

La vita quando era nostra, romanzo di Marian Izaguirre edito da Sperling & Kupfer, genere narrativa, data d’uscita 14/01/14.
Madrid, anni Cinquanta. «Mi manca la vita quando era nostra…» Lola lo ripete spesso al marito Matías, ripensando ai giorni pieni di libri, progetti e idee, prima che la guerra civile cambiasse la faccia e le strade della città, e distruggesse in un colpo solo le loro vite, la loro casa editrice, e i loro sogni. Ora Lola e Matías hanno una piccola libreria, incastonata in un vicolo seminascosto della città. Una libreria di libri già letti: libri usati, passati di mano in mano e di vita in vita, che Matías raccoglie e rivende andando in giro per le case madrilene. Ed è proprio mentre, carico di una pila di volumi, si inerpica come ogni giorno su per il vicoletto, che una donna lo vede. Si chiede chi sia quest’uomo che gira la città con le braccia piene di libri, e comincia a seguirlo. Da quel giorno la vita di Alice, inglese arrivata a Madrid prima della guerra, cambia per sempre. Grazie alla piccola libreria di Matías, e grazie a un libro: quello sistemato su un leggio in vetrina, che Lola e Alice leggeranno insieme, pagina dopo pagina. Piano piano, un’amicizia eccezionale, intensa e tessuta capitolo dopo capitolo, prende forma. Un’amicizia tra due donne che portano entrambe il peso del passato, due segreti – e due amori – nascosti nelle pieghe degli anni di guerra, e che entrambe troveranno, infine, il coraggio di rivelare. Solo così la vita com’era prima, prima della guerra, prima della dittatura, forse potrà tornare. Il romanzo dell’anno in Spagna, da un’autrice amatissima in patria tradotta per la prima volta in italiano, che ha saputo racchiudere in queste pagine una storia delicatissima, femminile e magica, regalandoci allo stesso tempo un inno straordinario alla bellezza e al potere della lettura. Perché un giorno senza leggere è un giorno perso.

Voyeur, romanzo di Flavio Caroli edito da Mondadori, genere narrativa, data d’uscita 14/01/14.
Voyeur è la storia di un fotografo che, nel corso di una vita, perfeziona lo sguardo come “strumento filosofico” per la comprensione del mondo. L’eros e la bellezza, o viceversa l’orrore delle guerre dell’ultimo mezzo secolo – vissute in prima persona -, sembrano raccogliere il loro senso nella vita sempre più essenziale delle forme in cui si manifestano le cose. Ma l’ultima verità, sul limite estremo dell’esistenza, porta bellezze e consapevolezze che lo sguardo non aveva saputo cogliere, interpretare, e forse neppure godere…

La madre assente, romanzo di Hanne-Vibeke Holst edito da Mondadori, genere narrativa, data d’uscita 14/01/14.
Helena Tholstrup è una celebrità. Di origine danese, a capo dell’Opera di Berlino, la donna ha un’unica figlia, Sophie, della quale si è occupata pochissimo, preferendo dedicarsi interamente al lavoro. La sera in cui le viene conferito un prestigioso premio alla carriera, arriva anche la ragazza, che vive a Copenaghen, accompagnata dal fidanzato, un musulmano di nome Khalil. Helena è sorpresa e imbarazzata, in realtà non ha mai saputo gestire il difficile rapporto con la figlia, ma ciò che proprio non si aspetta è che Khalil la prenda in ostaggio insieme a Sophie, minacciando di ucciderla se non chiederà pubblicamente scusa ai musulmani per avere autorizzato in un’opera un riferimento blasfemo a Maometto. Ma non tutto è come sembra e il rapimento diventa l’occasione per tornare indietro nel tempo e ripercorrere l’appassionante storia della famiglia di Helena, che si snoda per tre generazioni dagli anni Quaranta a oggi. Conosciamo così suo nonno Thorvald, un pastore protestante, elemento di spicco della Resistenza durante la Seconda guerra mondiale, che dietro la facciata irreprensibile nasconde un’esistenza costruita sulla menzogna. Seguiamo il morboso e intrigante triangolo amoroso di cui sono protagonisti i suoi due figli gemelli, Leo e Leif, entrambi ossessionati dalla stessa donna, la capricciosa e infelice Ninni, madre della nostra protagonista, che insegue invano il sogno frustrato di diventare una famosa cantante lirica. Ma chi è davvero il padre di Helena? Anche Ninni, come Helena, trascura la figlia convinta che la sua carriera sia stata rovinata dalla precoce maternità. Attraverso continui flashback tra passato e presente, l’autrice racconta con una scrittura elegante un’emozionante dramma familiare. Un romanzo di grande impatto che trasporta il lettore dalla Danimarca alla Svezia, dalla Germania a Parigi fino alla Russia.

La continentale, romanzo di Silvana La Spina edito da Mondadori, genere narrativa, data d’uscita 14/01/14.
La continentale è una donna del Nord – bella come un’attrice del cinematografo, bionda – il cui promettente futuro si incrina il giorno disgraziato in cui sposa un siciliano. È allora che lascia Padova e si trasferisce in Sicilia, dove vive per tutta la vita coltivando un’avversione profonda per la terra che l’ha accolta e per tutti coloro che la abitano. A rievocare quell’ostilità, che ha la forza, l’assurda, incolmabile energia del pregiudizio, è la figlia, che si muove tra il punto di vista consapevole della scrittrice che oggi è diventata e quello disarmante della bambina che è stata. Una bambina divisa dunque tra Nord e Sud, tra madre e padre. Ma che, a dispetto di tutti i pregiudizi, vive un’infanzia luminosa, tra cicale ubriache di sole e corse sfrenate, riti arcaici, feste religiose, dissidi tra il sindaco e il parroco degni di Guareschi, giochi in piazza con bambini cenciosi e pidocchiosi, tra cui lei scatena risse e rivalità… perché lei è la figlia della continentale, come a dire una privilegiata. Ma anche un ibrido, un’assurdità, una sorta di mostro. Silvana La Spina trasporta un tema molto noto e molto sensibile per ogni italiano, il rapporto Nord-Sud, dal terreno dello scontro tra fazioni a quello intimo della famiglia. Una prospettiva inedita che le consente di scrivere una storia drammatica e originalissima, che ha l’immediatezza bruciante di un mémoire e l’architettura sapiente del romanzo. Ne deriva una narrazione scattosa, rapida, paradossale, amara, dolente e divertita. Pazza. Una “corda pazza” pizzicata dalle dita di una scrittrice siciliana capace di guardarsi dal “dentro” più buio e dal “fuori” più distaccato. Perché, come è noto, molti grandi e giovanili dolori possono rovesciarsi, con il tempo, con il lavoro dell’arte, in un’inguaribile, pietosa ricchezza. Essere italiani e leggere questo libro può fare male, perché nel radicale antimeridionalismo della continentale non si rivela solo una biografia accecata dall’eccesso, ma una ferita mai cicatrizzata nel tessuto nazionale: l’eterna frattura tra Nord e Sud.

Fiaba d’amore, opera di Antonio Moresco edita da Mondadori, genere narrativa, data d’uscita 14/01/14.
In attesa dell’uscita de Gli increati, che concluderà l’opera della sua vita, Moresco ci sorprende ancora con questo libro inatteso e ispirato, che si svolge nel regno assoluto della fiaba. Il regno dei vivi e dei morti, che ha origine là dove ogni speranza terrena finisce. Come scrive sempre la Campo, “la caparbia, inesausta lezione delle fiabe è la vittoria sulla legge di necessità, il passaggio costante a un nuovo ordine di rapporti e assolutamente nient’altro, perché assolutamente niente altro c’è da imparare su questa terra”. C’era una volta un vecchio pazzo che viveva su un marciapiede, circondato da una corolla di cartoni e di stracci, vegliato solo da un colombo ferito. Forse un tempo è stato un uomo importante, ma nessuno ne ha più memoria, nemmeno lui stesso. La sua vita procede immutabile, scandita dall’avvicendarsi del sole e della pioggia, dalla buona sorte di trovare in fondo a un cestino qualche succulento scarto della vita urbana. Finché succede una cosa incredibile. Una meravigliosa ragazza dal corpo morbido e profumato incrocia gli occhi assenti del vecchio, gli sorride, lo porta a casa con sé, lo lava, lo ama. La nuova vita felice dura un tempo breve. Un giorno il vecchio – come prima è stato inaspettatamente riconosciuto e salvato – viene abbandonato e, lontano dalla meravigliosa ragazza, s’incammina verso la città dei morti, mentre la neve ricopre tutto. Ma, a questo punto, succede un’altra cosa incredibile… Secondo le parole di una straordinaria visitatrice del mondo fiabesco come Cristina Campo, “a chi va, nelle fiabe, la sorte meravigliosa? A colui che senza speranza si affida all’insperabile”. Così la storia del vecchio pazzo non finisce qui, ma supera di slancio la soglia dell’impossibile, si addentra nel buio e lo trascende. Meditazione estrema e inattuale sull’amore dietro un velo di desolazione e dolcezza, questa fiaba controcorrente indica un diverso cammino in questi tempi di chiusura degli orizzonti, ridando spazio all’invenzione della vita e del mondo.

Arredo casa e poi m’impicco, romanzo di Massimiliano Virgilio edito da Rizzoli, genere narrativa, data d’uscita 15/01/14.
Nessuno lo ammetterebbe ma noi italiani, prima o poi, siamo tutti preda di un istinto vitale e irrefrenabile, l’inclinazione all’immobile. Non importa se ti sei ripromesso di girare il mondo, di fuggire lontano dalla routine rassicurante dei genitori, se ti mancano i soldi per seguire le loro orme. Quasi senza accorger tene, passati i trent’anni potresti ritrovarti nei panni di Michele, il protagonista di questo romanzo: un mutuo ventennale sul groppone, mobili dai nomi impronunciabili stipati in un condominio della periferia napoletana, e la Maradona delle pulizie che ti rivolta la casa. Per Michele è stato impossibile resistere al richiamo della stabilità. Eppure, proprio allora la sua vita si capovolge di nuovo, complici due incontri. Un produttore americano, passato con disinvoltura dal porno a un film su Padre Pio, vuole lui – agnostico convinto – come sceneggiatore. E una ballerina, bellissima e agguerrita, se ne innamora, nonostante il caratteraccio e i tic da maschio meridionale. Con lei Michele riesce a placare le sue inquietudini, con lei può “fregarsene di tutto ciò che accade oltre il perimetro del letto: del presente e del futuro, dei mobili, della prossima rata del mutuo e delle macchie di muffa”. Ma se il destino ci riserva sempre nuovi colpi di scena, come Michele non impareremo mai a farci trovare pronti. E in fondo sappiamo che comprare casa è soltanto il tentativo di appagare una preziosa e naturale aspirazione, quella di regolare il disordine delle nostre vite.

La verità di Emily, scritto Barbara Freethy, editore Fabbri, genere narrativa, data d’uscita 15/01/14.
San Francisco. Una festa al college fra risate, musica alta, superalcolici e stupefacenti. D’improvviso un urlo squarcia la notte e una terribile tragedia segna per sempre la vita degli attoniti spettatori Emily, la ragazza più ammirata e invidiata del college, è precipitata dal tetto. Omicidio Suicidio Natalie, Laura e Madison, le sue tre migliori amiche, restano sconvolte dall’accaduto, ma nessuna di loro pare aver visto niente. La loro amicizia viene spazzata via da questa morte drammatica e misteriosa, lasciandole sole con i propri dubbi e sensi di colpa avrebbero potuto fare qualcosa per salvarla Dieci anni dopo un evento inaspettato riaccende i riflettori su quella vecchia storia un romanzo che ricalca esattamente la vicenda sta scalando la vetta delle classifiche. E l’autore pare saperne molto più di chiunque altro, insinuando che fu proprio una di loro a spingere intenzionalmente la ragazza già dal tetto. Chi ha scritto quel libro Chi si nasconde davvero dietro il nome di Garrett Malone I fili delle loro vite e di quei giorni dimenticati stanno per intrecciarsi di nuovo, rivelando trame impreviste. Le tre amiche saranno costrette a fare un tuffo nel passato alla ricerca della verità, che porterà a galla amori dimenticati ma mai sopiti, antichi rancori e segreti inconfessati, rischiando di travolgere anche il loro presente. Una volta scoperto il mistero che Emily nascondeva, niente potrà più essere come prima…

Come fossi solo, opera di Marco Magini edita da Giunt, genere narrativa, data d’uscita 15/01/14.
Marco Magini era un ragazzino durante i terribili fatti della ex Jugoslavia, li conosceva solo dai telegiornali. Ma quando da studente si imbatte nella storia di Dražen quella vicenda diventa un’ossessione. Quella storia raccontava di un ventenne costretto a combattere una guerra voluta da un’altra generazione e messo davanti a decisioni che nella loro eccezionalità mostrano a nudo l’animo umano come in un antico dramma greco. Qui risiede la forza di questo romanzo che narra la strage di Srebrenica e insieme quella di molte coscienze costrette a rinunciare a un cammino di giustizia. Così la scelta di uno dei più drammatici momenti della storia europea recente, insieme al modo emotivamente coinvolgente di raccontarlo, fanno di questo testo un testo speciale. La rievocazione del massacro e del successivo processo presso il Tribunale penale internazionale per la ex Jugoslavia è affidata a tre voci che si alternano in una partitura ben scandita. La voce del magistrato spagnolo Romeo González che rievoca lo svolgersi del processo, evidenziando le motivazioni non sempre etiche e limpide che determinano
una sentenza. Nell’eterno dibattersi tra ubbidire a leggi fratricide o ribellarsi appellandosi ai diritti inviolabili dell’uomo, viene fuori solo un’immagine povera e burocratica dell’esercizio della legge. Al giudice González si affiancano le voci di Dirk, casco blu olandese di stanza a Srebrenica, rappresentante del contingente Onu colpevole di non avere impedito la strage, e quella del soldato serbo-croato Dražen Erdemović, vero protagonista della storia, volontario nell’esercito serbo, che fu l’unico a confessare di avere partecipato al massacro, l’unico processato e condannato. Per innamorarsi ancora del futuro le nuove generazioni dovranno fare i conti con il passato scomodo di anni a noi vicini.

Paradiso coniugale, romanzo di Alice Ferney edito da Bompiani, genere narrativa, data d’uscita 15/01/14.
Elsa è una donna matura, ex ballerina e madre di quattro figli. Ama il marito Paul, ma negli ultimi tempi, stranamente, ha stabilito con lui un rapporto di gentile distanza, che ogni tanto produce crisi e ritrovamenti. Un giorno, Elsa resta affascinata da un film del grande regista Mankiewicz, “Lettera a tre mogli”. Il film parla della crisi di tre donne alle quali un giorno una comune amica scrive di avere una relazione con il marito di una di loro. Chi sarà la donna tradita? Elsa guarda e riguarda questo film, e analizza se stessa e la relazione col marito. Ma questi non gradisce l’ossessione della moglie, e la lascia, prendendo una decisione che covava da tempo. Elsa si ritrova sola, ma continua a vedere e a far vedere il film alle due figlie più grandi, prendendone spunto per parlare loro dell’amore, del matrimonio, della sua esperienza. E qualcosa maturerà nell’ombra, una nuova consapevolezza delle immense potenzialità dell’amore. E solo questione di tempo…

Brama, romanzo di Arne Dahl edito da Marsilio, genere giallo e thriller, data d’uscita 15/01/14.
Il crimine non ha nazionalità. I tentacoli del male non conoscono frontiere e si estendono ovunque. Una nuova unità operativa top-secret dell’Europol con sede all’Aia. La chiamano Op Cop. Un gruppo con connessioni in tutta Europa guidato dallo svedese Paul Hjelm. Il suo obiettivo è sconfiggere la criminalità internazionale Le ultime parole che un giovane cinese sussurra nell’orecchio dell’ispettore Arto Södersedt prima di morire sono quasi incomprensibili. Ma decisive. Poco dopo, in un parco di Londra viene ritrovato il cadavere di una donna. Sul corpo porta un messaggio diretto all’unità operativa dell’Europol. Da Stoccolma all’Inghilterra, qual è il nesso tra i due delitti? Una cosa risulterà presto evidente a tutti gli investigatori coinvolti: l’estensione del crimine su cui indagano è tale da lasciare anche i più esperti tra loro senza fiato. Avidità, corruzione e brama di potere sono sempre gli stessi. Ma ora si estendono su una scena molto più vasta.

Note a margine di una sconfitta, romanzo di Nadeem Aslam edito da Feltrinelli, genere narrativa, data d’uscita 15/01/14.
Le tribolate vicende di questo romanzo, ambientato tra il Pakistan e l’Afganistan invaso dagli americani dopo l’11 settembre, si snodano sullo sfondo di un giardino incantato, come ad assorbire la violenza di ciò che accade tutt’intorno, contrapponendo l’innocenza della natura alla crudeltà degli uomini e delle loro guerre insensate. Il giardino appartiene al vecchio Roan, saggio e devoto musulmano che ha costruito un’oasi di pace nella città pakistana di Heer, fondando una scuola aperta ad allievi di ogni credo religioso dove si coltivano le lettere, la matematica e le scienze per allargare gli orizzonti di giovani altrimenti facili prede del fondamentalismo islamico nelle madrasse. Ma le speranze dell’illuminato Roan di porre un riparo alle violenze della guerra che imperversa al di là del confine saranno tragicamente deluse perché i suoi stessi figli, Jeo e Mikal, partiti in segreto per l’Afganistan per contribuire alla liberazione del paese dalla tirannia talebana, vengono rapiti dai fondamentalisti e costretti a partecipare alla jihad, combattendo contro la popolazione stessa che volevano difendere. Così, mentre nel suo giardino Roan pota le rose, Jeo viene ucciso e Mikal venduto agli americani dai signori della guerra che lo avevano catturato. A questo punto, le peripezie di Mikal nel campo di prigionia americano e la sua fuga attraverso il deserto afgano diventano più avvincenti di un film d’azione mozzafiato fino all’amara e drammatica conclusione.

Io la troverò. La serie Nero a Milano, romanzo di Romano De Marco edito da Feltrinelli, genere giallo e thriller, data d’uscita 15/01/14.
Era il miglior poliziotto di Milano. Ora, dieci anni dopo, Marco Tanzi è un clochard, un barbone che vive nei parchi e agli angoli delle strade, mimetizzandosi con il degrado di una città che non ha tempo per prestare attenzione agli sconfitti. Capelli lunghi, barba incolta, vestiti sporchi e scarpe infangate, dell’uomo di un tempo rimane ben poco: un gigante di un metro e novantotto che annega nell’alcol i suoi fallimenti. La sua discesa all’inferno lo ha portato ad abbandonare moglie e figlia, a tradire il suo ex collega ed ex migliore amico Luca Betti e a disonorare il distintivo, macchiandosi di reati che gli sono costati sette anni di carcere. Eppure, una sera, succede qualcosa. La figlia che Tanzi non vede da anni è scomparsa, inghiottita dal buio metropolitano. Betti rintraccia il vecchio collega per dargli la notizia, mettendo da parte gli antichi dissapori, e in quell’attimo nell’azzurro glaciale degli occhi di Tanzi passa un lampo, un barlume di umanità che riaffiora dal passato e sfugge al dominio delle ombre. D’un tratto, ha una missione: trovare la figlia. A ogni costo. Inizia così una caccia mortale che, in un crescendo di tensione e violenza, catapulterà lui e Betti nel giro del porno clandestino e della tratta delle bianche. Un mondo parallelo e sconosciuto ai più, nel quale solo chi ha già visto in faccia i propri incubi peggiori riesce a sopravvivere.

Correva l’anno del nostro amore, romanzo di Caterina Bonvicini edito da Garzanti, genere narrativa, data d’uscita 16/01/14.
Nel giardino di una villa, Olivia e Valerio giocano felici. Sono cresciuti insieme e da sempre sono amici inseparabili. Eppure provengono da mondi molto diversi: Olivia è l’erede di una ricca famiglia di costruttori, mentre Valerio è il figlio del giardiniere e della cameriera. Differenze profonde nell’Italia violenta e instabile degli anni Settanta. Differenze che per due bambini come loro non significano nulla. È in una sera speciale che, a cinque anni, Olivia e Valerio si danno il primo bacio. Ma dopo poco sono costretti a darsi anche il primo addio: Valerio si deve trasferire in un’altra città, passando di schianto dalla collina bolognese alla borgata romana. Da quel momento in poi la vita prova a separarli. Senza riuscirci: quello che li lega è troppo forte. Ma è un amore difficile da difendere, soprattutto se si prendono strade che portano ad allontanarsi: Olivia tende a perdersi in vite che non possono essere la sua e Valerio rinuncia ai suoi ideali per dedicarsi a una carriera che non gli appartiene, trascinato da un’Italia ormai pienamente berlusconiana. Eppure continuano a inseguirsi, a incrociarsi, a pensare l’uno all’altro. Perché due persone legate nel profondo, non possono perdersi mai. La penna raffinata e intensa di Caterina Bonvicini torna con Correva l’anno del nostro amore. L’autrice, tradotta in tutta Europa, racconta una straordinaria storia d’amore. E lo fa attraverso due personaggi indimenticabili che si inseguono per tutta la vita, sullo sfondo di un’Italia in declino. Un romanzo sul potere dei sentimenti, sugli scherzi del destino e sul fascino, imprescindibile, che esercitano i mondi degli altri.

Le ossa della principessa, romanzo di Alessia Gazzola edito da Longanesi, genere giallo e mistery, data d’uscita 16/01/14.
Benvenuti nel grande Santuario delle Umiliazioni. Ossia l’istituto di medicina legale dove Alice Allevi fa di tutto per rovinare la propria carriera di specializzanda. Se è vero che gli amori non corrisposti sono i più strazianti, quello di Alice per la medicina legale li batte tutti. Sembrava quasi che la sua tormentata esistenza in Istituto le avesse concesso una tregua, quanto bastava per provare a mettere ordine nella sua sempre più disastrata vita amorosa, ma ovviamente non era così. Ambra Negri della Valle, la bellissima, brillante, insopportabile e perfetta Ape Regina, è scomparsa. Difficile immaginare una collega più carogna di lei, sempre pronta a mettere Alice in cattiva luce con i superiori, come se non ci pensasse lei stessa a infilarsi nei guai, con tutti i pasticci che riesce a combinare. Per non parlare della storia di Ambra con Claudio Conforti, medico legale affermato e tanto splendido quanto perfido, il sogno proibito di ogni specializzanda… E forse anche di Alice. Ma per quanto detesti Ambra, Alice non arriverebbe mai ad augurarle la morte. Così, quando dalla procura chiamano lei e Claudio chiedendo di andare a identificare un cadavere appena ritrovato in un campo, Alice teme il peggio. Non appena giunta sulla scena del ritrovamento, però, mille domande le si affollano in mente: a chi appartengono quelle povere ossa? E cosa ci fa una coroncina da principessa accanto al corpo?

Io ci sarò, romanzo di Kyung-sook Shin edito da Sellerio, genere narrativa, data d’uscita 16/01/14.
Dalla più nota autrice coreana una immersione toccante e malinconica nella memoria, nel silenzio di parole mai dette, nella bellezza e nello sgomento della gioventù. In una mattina innevata il telefono squilla a casa della scrittrice Jeong Yun. A chiamarla è un uomo che non sente da anni e a cui è stata molto legata, e le porta la notizia che il loro adorato professore degli anni universitari è in ospedale e sta per morire. In un istante la donna sente il passato che ritorna, le emozioni del periodo più profondo, traumatico ed eccitante della sua vita. Anni addietro tre studenti di Seoul avevano attraversato assieme uno dei momenti di maggiore travaglio politico della Corea. A mostrargli la strada è il professor Yun: durante le lezioni li incoraggia a rischiare, ad aprirsi al mondo, a proteggersi a vicenda nel cammino verso l’età adulta. Per affrontare le difficoltà di un’intera generazione si erano legati tra loro, scoprendo l’amore e l’amicizia, condividendo sogni e letture, promettendosi reciproco sostegno. I ragazzi diventano inseparabili, e il loro rapporto è intensissimo ed enigmatico allo stesso tempo. Ognuno lascia intravedere un’ombra che ne segna il carattere e l’esperienza. In loro si è insinuata una piega, una incrinatura che ne scuote la sensibilità. In queste ferite, non ancora profonde ma già dolorose, nasce un legame che sembra indissolubile. E quando quella mattina squilla il telefono, ogni gioia e passione, ogni ombra e turbamento, rivive ed accade di nuovo. Sono trascorsi otto anni dall’ultima volta che ha sentito il suo vecchio compagno, un fotografo che ha viaggiato per il mondo. Anche lei ha scoperto e realizzato la propria creatività e adesso, ascoltando quella voce, ciò che li univa d’improvviso riaffiora, nella luce bianca della neve che cade. Pagina dopo pagina, con una suspense ineffabile e una capacità descrittiva di minuziosa precisione, Kyung-sook Shin racconta con delicatezza l’amore negato, la sofferenza insopportabile, la crudeltà e l’esuberanza di una metropoli come Seoul, in pieno tumulto per le contestazioni studentesche. E nelle vite dei suoi personaggi tratteggia l’assenza e il rimorso, il rumore sordo del tempo che passa e il fragoroso disordine degli anni di gioventù.

Ti aspettavo, scritto da J. Lynn, editore Nord, genere narrativa per ragazzi, data d’uscita 16/01/14.
L’università è la sua via di fuga. Per cinque lunghi anni, dopo quella maledetta festa di Halloween, l’esistenza di Avery Morgansten è stata un incubo, ma adesso lei può finalmente ricominciare da capo. Tutto ciò che deve fare è arrivare puntuale alle lezioni, mantenere un profilo basso e – magari riuscire a stringere qualche nuova amicizia. Quello che deve assolutamente evitare, invece, è attirare l’attenzione dell’unico ragazzo che potrebbe mandare in frantumi il suo futuro… Cameron Hamilton è il sogno proibito di tutte le studentesse del campus: fisico atletico e ammalianti occhi azzurri, è il classico ribelle, dal quale una brava ragazza come Avery dovrebbe tenersi alla larga. Eppure Cam pare proprio spuntare ovunque, col suo atteggiamento disincantato, le simpatiche punzecchiature e quel sorriso irresistibile. E Avery non può ignorare il fatto che, ogni volta che sono insieme, il resto del mondo sembra scomparire, e lei sente risvegliarsi una parte di sé che pensava di aver perduto per sempre. Ma, quando inizia a ricevere delle e-mail minacciose e delle strane telefonate notturne, Avery si rende conto che il passato non vuole lasciarla andare. Prima o poi la verità verrà galla e, per superare anche quella prova, lei avrà bisogno d’aiuto. Ma la relazione con Cam sarà la colonna che la sorreggerà o il macigno che la trascinerà a fondo?

Per fortuna c’erano i pinoli, scritto da Margherita De Bac, editore Newton Compton, genere narrativa, data d’uscita 16/01/14.
Lucia, famosa avvocatessa matrimonialista, conosce in palestra Domitilla, 23 anni, malinconica e sfuggente. Tra le due nasce un’amicizia forte e intensa. Ma quale segreto nasconde la ragazza? Perché non riesce a legare con i coetanei? Grazie alla madre di Domitilla, Lucia si avvicina alla verità nascosta dietro gli occhi enigmatici della ragazza. Il mistero è racchiuso in una bella villa affacciata sul lago di Locarno: durante un viaggio di lavoro in Svizzera Lucia scoprirà il passato della giovane amica. Nel frattempo Domitilla conosce Marco, giovane ed eclettico avvocato, collega di Lucia. Tra i due scocca la scintilla, e Domitilla trova la forza di parlare del suo nemico, il cibo, e della voglia di sopravvivere al dolore. Dentro non è guarita, forse non ci riuscirà mai, ma è ormai pronta alla sfida che la vita le presenta. Una storia d’amore e d’amicizia.

Con te sarà diverso. La trilogia delle coincidenze, scritto da Jessica Sorensen, editore Newton Compton, genere narrativa rosa, data d’uscita 16/01/14.
Callie non ha mai creduto troppo nel destino, ma di certo la fortuna non era al suo fianco il giorno del suo dodicesimo compleanno, quando ha perso per sempre la sua innocenza. Da allora, Callie ha deciso di chiudersi in se stessa per non permettere più a nessuno di farle del male. Ma, nonostante siano ormai passati sei anni da quel terribile giorno, il suo doloroso passato la ossessiona ancora. Per Kayden, invece, la fortuna è riuscire ad arrivare a fine giornata senza scatenare la violenza di suo padre. Soffrire in silenzio è l’unico modo che conosce per sopravvivere. Ma una notte un terribile errore lo porta a sfiorare la morte, finché un angelo di nome Callie non accorre a salvarlo. Da quel momento Kayden sente che non avrà pace finché non avrà ritrovato quella bellissima ragazza che ha cambiato il suo destino. È convinto che Callie sia entrata nella sua vita per una ragione precisa. Forse anche lei ha bisogno di essere salvata…

La ragazza dietro la maschera. Le città della perversione, scritto da Stella Knichtley, editore Newton Compton, genere narrativa erotica, data d’uscita 16/01/14.
Una donna con un passato segreto, uno scandaloso diario, una città piena di tentazioni
Sarah Thomson ha deciso di lasciarsi il passato alle spalle. Londra, con il suo cielo grigio, non fa che ricordarle una storia d’amore finita male e ad attenderla c’è la sontuosa e romantica Venezia: Sarah ha infatti ottenuto una borsa di studio per tradurre un antico diario in cui una giovane donna veneziana del passato, Luciana Giordano, racconta se stessa e le sue scabrose esperienze con l’altro sesso.
Si tratta di pagine risalenti a più di tre secoli prima ma di un’attualità sconvolgente: Sarah non può fare a meno di rispecchiarsi nella storia di Luciana, il cui amante, bellissimo e privo di scrupoli, sembra avere molto in comune con Marco Donato, l’affascinante e misterioso miliardario nella cui biblioteca privata è custodito il diario…

Chiamami anche se è notte, opera di Michela Monferrini edita da Mondadori, genere narrativa, data d’uscita 21/01/14.
Al suo esordio narrativo, Michela Monferrini compone un libro lieve e intensissimo. Con la libertà e la naturalezza proprie delle generazioni più giovani, dà vita a un racconto che è veloce ed essenziale come una canzone e insieme è animato da una profonda ricerca di senso, dal continuo scavo sotto la superficie dell’esistenza per raggiungerne il messaggio più autentico. Una voce delicata e originale, saldamente ancorata al reale eppure percorsa da una vena di sogno, in un equilibrio pieno di grazia. 1986. Una ragazza, un ragazzo, una cagnetta che ha il nome della prima lanciata nello spazio: è la notte del 6 gennaio e la loro bambina sta per nascere. Intorno a questo evento si raccoglie una folla domestica. Nonni che scrivono acrostici, nonne che hanno il compito di scegliere nomi: sono loro le sentinelle che sorvegliano, scandiscono i minuti, sanno tutto da prima, da sempre. Futura nasce, Laika si ammala. C’è sempre qualcosa che finisce, per qualcos’altro che inizia? 1996. È la notte dell’Epifania, la bambina ha dieci anni, è una piccola nuotatrice con tutto il futuro davanti e tanto coraggio nelle gambe. Il regalo che sta per aprire non è un dono qualunque. È un regalo che respira. Sporco, malato, scheletrico – un cucciolo di cane che forse non supererà la notte. La bambina chiude gli occhi, mentre sua madre pensa a tutte le cose che cominciano mentre altre finiscono. 2011. Di nuovo una ragazza, un ragazzo, un cane. Di nuovo la notte dell’Epifania e ancora un’attesa. I ragazzi si sono appena scambiati un po’ di passato, stanno per cominciare qualcosa, mentre qualcos’altro intorno si spegne, e per sempre. Ma forse può, deve andare solo così: come gennaio, che inizia dalla fine, dove dicembre e un vecchio anno lasciano il passo al nuovo.

L’ultima diva, romanzo di Emma Straub edito da Mondadori, genere narrativa, data d’uscita 21/01/14.
Emma Straub trasporta il lettore nel mondo del cinema in bianco e nero, dove il grande potere dell’illusione e la vita reale si scontrano. Dalle pagine di L’ultima diva traspaiono grande intelligenza, delicatezza e profondità di un’autrice che dà vita a un personaggio che non è mai scontato e in cui è facile identificarsi. Wisconsin, anni Trenta. Per Elsa Emerson, Hollywood non è solo un sogno o un’aspirazione, bensì una necessità. Da bambina, Elsa cresce con il profumo della campagna in fiore che si mescola a quello del legno scricchiolante del palcoscenico: è suo padre a mostrarle le prime luci dello spettacolo e a condurla verso il mondo della recitazione gestendo un piccolo teatro estivo all’aperto. Elsa impara a memoria le battute delle rappresentazioni e ammira quegli attori che le regalano momenti magici fino al giorno in cui viene inaspettatamente chiamata a essere una di loro. Da gioco meraviglioso, calcare le scene diviene la sua via di fuga dalla realtà di provincia nella quale vive, finché il piccolo teatro di casa non le basta più. Sarà Los Angeles ad accoglierla e a trasformarla da ragazza qualunque in una vera diva, grazie all’aiuto di un produttore con cui si sposa formando una delle coppie più invidiate dello star system. La giovane Elsa non esiste più e nasce l’icona Laura Lamont, nome che sembra più appropriato al mondo di cui ora lei fa parte. Ma proprio quando pare aver conquistato il successo, l’amore e quella vita perfetta che ha sempre desiderato, Laura scopre che tutto questo ha un prezzo, ed è costretta a pagarlo troppo presto. Per tenere in piedi il suo mondo, la grande star ha bisogno di Elsa, di quello che era prima.

Ragazza nera ragazza bianca, romanzo di Joyce Carol Oates edito da Mondadori, genere narrativa, data d’uscita 21/01/14.
Joyce Carol Oates torna a indagare la doppia anima degli Stati Uniti, alle prese con i sentimenti del dopo Vietnam, con le questioni razziali e i diritti civili. Un feroce ritratto in bianco e nero di una nazione lanciata verso il progresso democratico e fatalmente dimentica dei propri più oscuri fantasmi. Filadelfia, 1975. In un campus prestigioso e progressista, una ragazza viene trovata morta in circostanze non troppo chiare. Di Minette Swift si sa che era una studentessa dal carattere deciso, scostante e facilmente suscettibile. Ma soprattutto era una delle poche ragazze di colore in quella scuola all’avanguardia. Genna Hewett-Meade era la sua compagna di stanza e, all’opposto, è una personalità tranquilla, accomodante: una ragazza dell’upper class che tenta in tutti i modi di riparare agli involontari privilegi che la sua educazione elitaria le ha assicurato. Le due non sono propriamente amiche, ma in qualche modo dividono una parte delle loro giornate. Così, quando a metà del loro primo anno Minette diventa improvvisamente il bersaglio di un’ondata di offese e molestie razziste, Genna sente il dovere di proteggere l’amica, costi quel che costi… Quindici anni dopo, tormentata dal ricordo di quella morte, Genna proverà a ritornare indietro a quei mesi, alle settimane, fino a ricostruire le poche ore che hanno preceduto la morte tragica di Minette. Guardando in faccia la propria identità, chiedendosi quanto le strutture sociali in cui lei stessa era immersa abbiano avuto a che fare con quella morte. Genna si troverà costretta a rimettere in discussione la sua famiglia, a cominciare dal padre, un avvocato di spicco nella difesa dei diritti civili. Fino a che punto le sue battaglie radicali – compresa la difesa di sospetti terroristi ricercati dall’FBI – hanno condizionato lo sguardo della figlia sulla vita? Quanto profondamente possono essere messe alla prova le nostre convinzioni più tolleranti in un mondo pervaso da una morale grigia e opportunista?

Storia d’amore in tempo di guerra, romanzo di Giorgio Van Straten edito da Mondadori, genere narrativa, data d’uscita 21/01/14.
Sergio fa il bibliotecario e, a tempo perso, lo storico. E si sta dedicando alla stesura di una biografia di Antonio Manca, partigiano, eroe di guerra, uno dei più importanti politici italiani del Novecento nelle cui parole, però, più che l’orgoglio prevalgono il rimpianto e la malinconia. Finché, in una delle sedute di registrazione in cui Antonio racconta a Sergio la sua vita, viene pronunciato per la prima volta il nome di Enrico Foà. Chi è? E perché il suo nome non compare in nessun libro, in nessun archivio? Quale segreto nasconde la gloriosa vita di Antonio Manca? Così Sergio incontra Miriam, una donna ebrea emigrata in Argentina appena finita la guerra. Lei Enrico Foà l’ha conosciuto, lo ha amato. E lo ha perduto. Grazie a una serie di registrazioni che attraversando l’Atlantico arrivano fino a Sergio, Miriam rivelerà a Sergio il segreto cha ha custodito per quasi settant’anni. La storia d’Italia e del mondo si intreccia alla vicenda personale di due giovani innamorati.

Il diario di Helga. La vita di una ragazza nei campi di Terezin e Auschwitz, opera di Helga Weiss edita da Einaudi, genere diari, storia e biografie, data d’uscita 21/01/14.
E’ il settembre del 1938, a Praga l’esercito si mobilita per far fronte all’incombente minaccia nazista. Helga è una bambina e non sa cosa tutto ciò significhi, ma ogni giorno la Storia entra prepotentemente nella sua vita. Helga non sa, però sente: i boati dei bombardamenti, i discorsi politici alla radio, le voci che gridano di correre al rifugio. E lei corre, e intanto scrive, disegna, racconta. Gli obblighi e i divieti, la gente che sparisce. Finché tocca anche a lei e alla sua famiglia. Prima a Terezin – un paradiso in confronto a quello che l’aspetta -, poi ad Auschwitz-Birkenau e a Freiberg, la bambina adesso impara: cos’è un campo di concentramento, cos’è un campo di sterminio, le conseguenze ultime dell’essere ebrea. Mentre la sua infanzia si strappa all’improvviso, Helga non smette di raccontare: il diario della prigionia che oggi ci consegna è insieme un documento straordinario e un colpo al cuore. Perché nel tratto lieve dei disegni, nell’essenzialità delle parole, ci accorgiamo che neppure l’innocenza e la fantasia di una bambina possono nascondere l’orrore.

Anatomia di un incubo, romanzo di James Carol edito da Giunti, genere giallo e thriller, data d’uscita 22/01/14.
Mentre su Londra si abbatte una violenta bufera di neve e tutti sono impegnati nei preparativi natalizi, un folle criminale rapisce le donne, le tortura per giorni, ma non le uccide: prova piacere nello spegnere in loro ogni scintilla di vita, prima di lasciarle andare. La polizia brancola nel buio e l’ispettore Hatcher sa che solo una persona è in grado di aiutarli: Jefferson Winter, il miglior profiler americano. Figlio di uno spietato serial killer, Winter è ossessionato dal suo passato, che però gli ha regalato un intuito infallibile: nessuno come lui riesce a penetrare la psicologia delle menti criminali. Ma questo caso è diverso: perché mutilare una donna imprigionandola nel suo corpo per sempre, rendendola insensibile al mondo esterno e totalmente dipendente dagli altri? Un destino più atroce della morte. Le vittime aumentano e il maniaco è sempre più assetato: tra poco toccherà alla numero cinque e non c’è un attimo da perdere. Con l’aiuto dell’affascinante Sophie Templeton, la caccia all’uomo ha inizio…

Carnevale in giallo, opera edita da Sellerio, genere giallo e mistery, racconti ed antologie, data d’uscita 23/01/2014.
Scherzi di Carnevale per Petra Delicado e Fermín Garzón, la Casa di Ringhiera, Enzo Baiamonte della Zisa, Rocco Schiavone, i Vecchietti del BarLume. Carnevale in giallo raccoglie racconti polizieschi a situazione, in cui i protagonisti, gli investigatori noti dai romanzi maggiori pubblicati da questa editrice, svolgono il loro lavoro nel clima della festa proverbialmente beffarda che li condiziona pesantemente. Hanno a che fare con maschere e travestimenti, con il libertinaggio e la confusione del «mondo alla rovescia». Una capacità di metamorfosi di persone e cose che accentua la difficoltà dell’enigma. Che mescola in ogni racconto una tintura di grottesco. Petra e Fermín – nel primo racconto ad opera di Alicia Giménez-Bartlett – affrontano il caso di un «diavolo» trovato stecchito e bagnato di sangue e acqua nei vicoli di Barcellona. La mascherata degli equivoci, narrata da Francesco Recami, coinvolge, sotto il solito destino cinico, la Casa di Ringhiera nella caccia a un collier scomparso. Nella baraonda teatrale di una festa di paese, a lui più congeniale, il buon Enzo Baiamonte dello scrittore Gian Mauro Costa conduce la sua inchiesta di periferia: il morto è dietro una maschera del Mastro di Campo, kermesse del borgo palermitano di Mezzojuso. Il nero del racconto di Antonio Manzini non è ravvivato nemmeno per un momento dalla festa, visto che il vicequestore Rocco Schiavone considera il Carnevale solo un Halloween fallito. Marco Malvaldi traveste i Vecchietti del BarLume da giudici della sorte più che da investigatori del pettegolezzo: la loro dura lex si abbatte con ridanciana ironia su un italianissimo mascalzone.

L’Atelier dei miracoli, romanzo di Valérie Tong Cuong edito da Salani, genere narrativa, data d’uscita 23/01/14.
Tre vite sull’orlo del baratro: Mariette, insegnante di storia che, provocata una volta di troppo, ha superato il limite e ha scaraventato uno studente giù dalle scale; Millie, che si è gettata nel vuoto dalla sua casa in fiamme; Mike, disertore dell’esercito e homeless che viene aggredito da una banda di balordi. A salvare tutti arriva all’improvviso Jean, un benefattore, che li accoglie nel suo Atelier dei Miracoli, dove le persone semplicemente guariscono. Ma Jean è un uomo ambiguo e manipolatore e forse i motivi della sua generosità sono più oscuri: eppure la salvezza può arrivare nelle maniere e dalle persone più impensate, e il confronto con i propri fantasmi e con lo spregiudicato Jean potranno aiutare Mariette, Millie e Mike più di ogni altro miracolo. Ma quanto si mescolano, nella vita reale, il Bene e il Male? Dov’è il confine? Chi non ha mai incontrato una persona che ci aiuta ma, al tempo stesso, ci manipola?

La legge del dolore, romanzo di Chris Carter edito da Nord, genere giallo e thriller, data d’uscita 23/01/14.
Un sacerdote torturato e ucciso nella propria chiesa, il corpo legato accanto all’altare e il numero 3 tracciato col sangue sul suo petto: è questa la scena raccapricciante che, una fredda mattina di dicembre, si presenta ai detective Hunter e Garcia. Dalle prove rinvenute, sembrerebbe un omicidio a sfondo religioso, forse opera di una setta. Tuttavia, quando pochi giorni dopo vengono trovati altri due cadaveri, contrassegnati coi numeri 4 e 5, Garcia si convince che il responsabile sia un serial killer sadico e perverso: una donna infatti è stata arsa viva in una villa di Malibu, mentre l’altro uomo è stato lentamente dissanguato usando centinaia di siringhe. Per Hunter, invece, le azioni dell’assassino sono state dettate da un movente ben più complesso: trasformare in realtà gli incubi peggiori delle vittime, le loro fobie, le loro paure più profonde. Ma come poteva conoscere fin nei minimi dettagli ciò che spaventava a morte quelle persone? E cosa avevano in comune un prete, un’agente immobiliare e un venditore d’auto? Per scoprire la verità, Hunter dovrà farsi strada tra le ombre del loro passato, avanzando a fatica lungo un sentiero disseminato di oscuri segreti e peccati inconfessabili, un sentiero in cui il confine che separa vittime e carnefici è sempre più sottile.

La figlia del mercante di tè, scritto da Janet MacLeod Trotter, editore Newton Compton, genere narrativa, data d’uscita 23/01/14.
India, 1905. Clarissa e Olive Belhaven vedono minacciata la loro vita e la loro piantagione di tè dai debiti del padre alcolizzato. Wesley Robson, uno sfacciato e giovane imprenditore, si offre di salvare la piantagione in cambio della mano di Clarissa, ma il padre rifiuta. Quando l’uomo muore, le sue figlie sono costrette a tornare in Inghilterra dallo zio e lavorare nel suo pub a Newcastle. Clarissa è sconvolta dalla povertà che la circonda e non sopporta la cugina. Decide quindi di lasciare il pub e di fare da governante per un gentile avvocato, Herbert Stock. E quando accetta di diventare sua moglie, in lei si fa strada anche un sogno: aprire una sala da tè, un luogo in cui far rivivere i profumi e le tradizioni della sua terra lontana. Ma quando il suo desiderio di realizza, Clarissa dovrà fronteggiare ostacoli e imprevisti. Il figlio di Herbert infatti non la sopporta e Wesley Robson torna improvvisamente nella sua vita con una rivelazione scioccante… Chi è quest’uomo e cosa desidera ancora da Clarissa?

La biblioteca fuori dal tempo, scritto da De Lys Francisco J., editore Newton Compton, genere giallo e thriller, data d’uscita 23/01/14.
Barcellona, notte di Ognissanti. Durante una cena di gala, l’architetto e restauratore Gabriel Grieg viene intercettato da un uomo anziano, che credeva morto da tempo. Dieci anni prima, Gabriel aveva firmato un diabolico patto con quell’inquietante personaggio, eppure l’uomo non sembra essere invecchiato di un solo giorno. E ora vuole ciò che gli spetta in base a quell’accordo. Ma per saldare il suo debito, Grieg dovrà allearsi con una donna seducente, dal passato misterioso: Lorena. Ma chi è veramente questa donna e perché è tanto interessata a un antico gioiello, che pare essere stato realizzato con il leggendario oro alchemico? Cosa c’entra il prezioso monile con alcuni omicidi irrisolti nella Barcellona del XIX secolo? “La biblioteca fuori dal tempo” nasconde tra le sue pagine uno straordinario segreto e ci conduce in un luogo magico, un territorio sconosciuto in cui miti, alchimia, vita e morte sembrano fondersi in un legame letale ma terribilmente affascinante.

La caccia. I diari delle streghe, scritto da Lisa Jane Smith, editore Newton Compton, genere fantasy, horror e gotico, data d’uscita 23/01/14.
Quinto volume della saga I diari delle streghe. La vita di Cassie è tutto fuorché banale: niente balli della scuola, partite di football e serate all’insegna del puro divertimento per lei e gli altri membri del Circolo delle streghe. Soprattutto adesso che a New Salem il pericolo incombe più minaccioso che mai: i cacciatori li hanno stanati e sono pronti a tutto pur di ucciderli. Cassie, Adam, Diana e i loro amici saranno costretti a scendere a compromessi, a fare i conti con la magia nera, a confrontarsi con la morte e a vincere i loro stessi sentimenti se vorranno sopravvivere. E una volta che avranno permesso al male di insinuarsi nelle loro vite sarà difficilissimo sfuggirgli…

The elite, romanzo di Kiera Cass edito da Sperling & Kupfer, genere fantasy per ragazzi, data d’uscita 28/01/14.
Trentacinque ragazze. Così era cominciata la Selezione. Un reality show che, per molte, rappresentava l’unica possibilità di trovare finalmente la via di uscita da un’esistenza di miseria. L’occasione di una vita. L’opportunità di sposare il principe Maxon e conquistare la corona. Ma ora, dopo le prime, durissime prove, a Palazzo sono rimaste soltanto sei aspiranti: l’Elite. America Singer è la favorita, eppure non è felice. Il suo cuore, infatti, è diviso tra l’amore per il regale e bellissimo Maxon e quello per il suo amico di sempre, Aspen, semplice guardia a Palazzo. E più America si avvicina al traguardo più è confusa. Maxon le sa regalare momenti di pura magia e romanticismo che la lasciano senza fiato. Con lui, America potrebbe vivere la favola che ha sempre desiderato. Ma è davvero ciò che vuole? Perché allora ogni volta che rivede Aspen si sente trascinare dalla nostalgia per la vita che avevano sognato insieme? America ha un disperato bisogno di tempo per riflettere. Mentre lei è tormentata dai dubbi, il resto dell’Elite però sa esattamente ciò che vuole e America rischia così di vedersi scivolare via dalle dita la possibilità di scegliere… Perché nel frattempo la Selezione continua, più feroce e spietata che mai.

Ultime notizie di una fuga, romanzo di Valerio Varesi edito da Frassinelli, genere giallo e mistery, data d’uscita 28/01/14.
Rocchetta e il suo piano, la sua straordinaria strategia, si stagliavano sempre più limpidi nella mente di Soneri. Tutti i giorni, ripercorrendone passo dopo passo le mosse, ne scopriva le qualità, l’attenzione per i particolari, con l’occhio sensibile dell’investigatore. E la sua ammirazione cresceva di pari passo con l’indagine. Parma, estate del 1989: le prime pagine dei giornali sono riempite dal caso di un’intera famiglia, i Rocchetta, inghiottita nel nulla. Unica traccia, un camper abbandonato alla periferia di Milano. Uno dei figli è un ex tossico, e la polizia comincia a indagare nel mondo della droga. Ma il commissario Franco Soneri, schivo, taciturno, segnato dalla vita, batte da subito una pista diversa. Chi è il capofamiglia, il grigio e anonimo ragionier Rocchetta? Si è davvero limitato a contare per anni i soldi del padrone nella ricca azienda di provincia? E soprattutto: come ha fatto a sparire senza lasciare traccia, insieme alla moglie e ai due figli? Con uno stile asciutto ed essenziale Varesi ci guida in un labirinto di intrighi, ricatti, silenzi omertosi, dove i protagonisti tentano di affrancarsi dal grigiore quotidiano per ritrovarsi comunque in un meccanismo più grande di loro, fino a rimanerne stritolati. Ispirato a un fatto di cronaca, Ultime notizie di una fuga è la geniale ricostruzione di una scomparsa rimasta misteriosa. Ed è anche il primo giallo di Valerio Varesi, che sancisce la nascita di un grande personaggio, il commissario Soneri: inarrestabile indagatore delle verità nascoste.

Doctor Sleep, romanzo di Stephen King edito da Sperling & Kupfer, genere horror e fantasy, data d’uscita 28/01/14.
L’attesissimo seguito di Shining, in libreria dal 28/01/2014. Fine anni Settanta. Jimmy Carter è presidente degli Stati Uniti. Un incendio rade al suolo l’Overlook Hotel in Colorado. Jack Torrance, custode durante il periodo invernale, muore nell’esplosione della vecchia caldaia difettosa, la moglie Wendy sopravvive con gravi ferite, il figlioletto Danny rimane profondamente minato nella psiche. Lo shining, la luccicanza, lo divora, scatenando incubi e visioni, assieme all’amore per la bottiglia ereditato dal padre. Passano gli anni e Dan Torrance si rassegna a una vita on the road, con l’alcol come unico rimedio contro i fantasmi del passato. Quando infine arriva a Frazer, New Hampshire, sembra giunto al termine della sua corsa. E invece trova due amici decisi a salvarlo, e una nuova missione: usare lo shining come un dono per dare la pace a chi soffre. Ma nuovi terrificanti nemici mettono in pericolo il dono – e la vita – di Dan.

Il più grande artista del mondo dopo Adolf Hitler, opera di Massimiliano Parente edita da Mondadori, genere narrativa, data d’uscita 28/01/14.
Scandalosamente intelligente – e intelligentemente scandaloso -, questo nuovo romanzo di Massimiliano Parente è un’opera esilarante, coinvolgente e carica di suspense, una satira senza limiti dell’uomo e della società occidentale, l’epica moderna di un ultimo eroe comico universale. Un libro che è anche un’avventura del pensiero, una profonda riflessione sull’esistenza e sulla creazione artistica. La storia memorabile e donchisciottesca di un uomo capace di trasformare la vita e rendere ogni gesto un evento straordinario. E una cosa è certa: alla fine lo odierete e lo amerete, perché nessun artista si è mai spinto né potrà mai più spingersi fin dove ha osato Max Fontana. Più pop di Andy Warhol, più eccentrico di Salvador Dalí, più geniale di Marcel Duchamp, Max Fontana, “il più grande artista del mondo” secondo alcuni critici, arriva al successo per caso, a quarant’anni, con un gesto casuale, proprio il giorno in cui aveva deciso di togliersi la vita sentendosi un fallito. Da quel momento si trasforma: capelli verdi dal taglio hitleriano (ma “spettinati alla Jack Nicholson”), cappotto stile nazi, Nike Shox ai piedi, non c’è colpo che non mandi a segno. Ogni sua opera scandalizza, sconcerta, fa scalpore, fa inorridire. Inavvicinabile come una rockstar, capriccioso come una diva di Hollywood, spiazzante e provocatorio per il puro gusto di esserlo, arriva perfino a indicare in Adolf Hitler un modello artistico da ammirare. Nella sua nuova esistenza da cinica pop star conserva, però, anche un lato tenero: la piccola Martina, una compagna di vita che, impossibilitata a parlare, comunica usando il linguaggio dei segni. Ma Max Fontana è davvero questo formidabile genio? O è solo un furbo truffatore? O addirittura un killer? E soprattutto: perché è scomparso? Sì, perché dopo essere stato protagonista di sensazionali performance tra Roma e Parigi, New York e Las Vegas, e dopo essersi fatto beffe di colleghi, critici, galleristi e giornalisti, alzando sempre di più la posta del suo rischiosissimo gioco tra arte e vita, qualcosa – ancora una volta per caso – è andato storto, e lui è stato costretto, suo malgrado, a indossare i panni del fuggitivo. Braccato da mezzo mondo, ha dovuto lanciarsi in una fuga via via più incalzante, disperata e piena di poesia. Fino al capolinea, naturalmente da artista. Anzi, da più grande artista del mondo.

Ci rivediamo lassù, romanzo di Pierre Lemaitre edito da Mondadori, genere narrativa, data d’uscita 28/01/14.
Sopravvissuti alla carneficina della Grande Guerra, nel 1918 Albert e Édouard si ritrovano emarginati dalla società. Albert, un umile e insicuro impiegato che ha perso tutto, proprio alla fine del conflitto viene salvato sul campo di battaglia da Édouard, un ragazzo ricco, sfacciato ed eccentrico, dalle notevoli doti artistiche. Dopo il congedo, condannati a una vita grama da esclusi, decidono di prendersi la loro rivincita inventandosi una colossale truffa ai danni del loro paese ed ergendo il sacrilegio allo status di opera d’arte. Affresco di rara potenza evocativa, Ci rivediamo lassù è il romanzo appassionante e rocambolesco che racconta gli affanni del primo dopoguerra, le illusioni dell’armistizio, l’ipocrisia dello Stato che glorifica i suoi morti ma si dimentica dei vivi, l’abominio innalzato a virtù. In un’atmosfera crepuscolare e visionaria, Pierre Lemaitre orchestra la grande tragedia di una generazione perduta con un talento e una maestria impressionanti, inserendosi a pieno titolo nella tradizione di quei romanzieri capaci, da Dumas a Victor Hugo, di fondere la passione che si sprigiona dalle grandi storie con l’eccellenza letteraria.

Mentre le donne dormono, opera di Javier Marías edita da Einaudi, genere narrrativa, data d’uscita 28/01/14.
Figure evanescenti, ambigue – fantasmi, spie, guardie del corpo, sosia, criminali – infestano i racconti di Javier Marías, ognuno con il suo segreto, ognuno con la sua ossessione o maledizione (ammesso che, nella vita come nel suo proseguimento spettrale, sia possibile distinguere le due categorie). Ma alla fine il posto da cui tutti loro rifiutano di andare via, impossibili da cancellare, è la nostra memoria di lettori.

 

I fratelli Rico, romanzo di Georges Simenon edito da Adelphi, genere giallo e mistery, data d’uscita 29/01/14.
Sono cresciuti nelle strade di Brooklyn, i tre fratelli Rico; e lì hanno cominciato, ciascuno a modo suo, a lavorare per l’«or-ganizzazione»: Tony, il minore, si limita a guidare le macchine, Gino è diventato un killer e Eddie, il maggiore, un piccolo boss di provincia. Eddie vive in Florida, ha una bella casa, una bella moglie, tre belle figlie. Controlla il settore del Golfo del Messico, e tutti lo rispettano, dai gestori di sale da gioco agli sceriffi. È soddisfatto della sua vita, è certo di essersela meritata. E non gli è mai importato, neanche da ragazzino, che gli avessero affibbiato quel soprannome vagamente sprezzante, il Ragioniere. Perché Eddie ha sempre fatto bene i suoi conti, non ha mai infranto le regole, né ha mai parlato più del necessario: ha rigato dritto, insomma. Così, quando gli dicono che il fratello minore ha sgarrato, che dopo aver partecipato a un sanguinoso regolamento di conti è scomparso dalla circolazione e si è sposato senza chiedere il permesso – e starebbe perfino meditando di collaborare con la polizia –, non esita un istante a mettersi in viaggio per cercare di ritrovarlo. Loro gli hanno detto di suggerire a Tony di cambiare aria per un po’, di andarsene in Sudamerica, o forse in Europa, dai parenti siciliani. E lui ci ha creduto. O comunque, ha deciso di crederci… Con questa impeccabile storia di gangster, usando tutti i topoi e gli stereotipi del genere, Simenon vince una sorta di scommessa: scrive cioè un romanzo di ambientazione mafiosa all’altezza di quelli dei suoi grandi colleghi americani – e al tempo stesso una storia che ha la potenza della tragedia antica.

Via dei ladri, romanzo di Mathias Enard edito da Rizzoli, genere narrativa, data d’uscita 29/01/14.
Lakhdar è un giovane marocchino di vent’anni, è stato ripudiato dalla famiglia e cacciato di casa. Ha imparato un po’ di spagnolo a scuola e il francese sui gialli della Série Noire che gli passa un libraio. È ossessionato dal sesso, legge i poeti arabi con una turista spagnola, fa l’amanuense digitale copiando le memorie di Casanova e i nomi dei caduti francesi della Prima guerra mondiale, resiste ai tentativi di uno sceicco fondamentalista che vorrebbe reclutarlo per la sua personale jihad, e quando finalmente riesce a fuggire a Barcellona si trova catapultato tra la vita da clandestino e le rivolte degli indignados. Nella sua avventura tra un Mediterraneo in fiamme e un’Europa in crisi, Énard racconta le speranze e i fallimenti di una generazione che vuole prendere finalmente in mano la propria storia.

Un delitto molto milanese, romanzo di Antonio Steffenoni edito da Rizzoli, genere giallo e mistery, data d’uscita 29/01/14.
Marcello Luccioli, direttore di una grossa agenzia pubblicitaria, viene trovato morto nel suo ufficio. Il commissario Campos, figura solitaria che nasconde un passato misterioso, “malinconico e avido lettore”, viene incaricato del caso, insieme al suo vice, il fedele, sagace ai limiti dell’assurdo, imprescindibile Pazzi. Le indagini s’indirizzano subito verso due moventi: sesso e soldi. Luccioli, divorziato e conosciuto per essere un bon vivant, nell’ultimo periodo aveva una relazione con Marella Sastri, donna disinibita e sicura di sé, nonché direttore generale dell’agenzia. Le ricerche del commissario lo portano a scoprire anche un giro per riciclare soldi, che lega l’agenzia di Luccioli a diverse società, alcune delle quali gestite dal suocero. Il cerchio dei sospettati si stringe e Campos dovrà districarsi tra complicati legami sentimentali da mettere in relazione con i movimenti di denaro. Per scoprire la verità in un mondo chiuso e asfissiante come quello della pubblicità, in cui la verità, in fondo, non esiste.

Andorra, romanzo di Peter Cameron edito da Adelphi, genere narrativa, data d’uscita 29/01/14.
Lasciatosi alle spalle San Francisco insieme a quel che gli era necessario lasciare – «cioè tutto» –, Alex Fox approda a La Plata, la soleggiata capitale del minuscolo Sta­to di Andorra, dove spera di poter cominciare una nuova vita. E la scelta sembra quanto mai azzeccata: «Chiunque viva ad Andorra viene considerato suo cittadino» recita la Costituzione, e in effetti sono in molti a mostrarsi subito ansiosi di conquistare le simpatie del nuovo arrivato. Come Mrs Reinhardt, anziana ospite del­l’unico albergo in città, che chiede ad Alex di leggere per lei; o Sophonsobia, matrona della potente famiglia Quay, che certo non sarebbe contraria a una liaison tra lui e l’amabile figlia Jean; o i coniugi Dent, che ben presto lo mettono a parte dei lati meno limpidi del loro matrimonio. Approfondendo via via le sue nuove conoscenze, Alex si renderà conto di non essere il solo a fuggire dal proprio passato, finché, sempre più coinvolto nella vita sotterranea di Andorra, scoprirà «le stanze grigie e senza finestre dietro al favoloso scenario». E quando dalle acque del porto di La Plata emergeranno due cadaveri con chiari segni di morte violenta, lui sarà fra i principali indiziati: la tragedia, è fatale, non può essere trascesa, né cancellata o dimenticata. Già in questo romanzo Peter Cameron si mostra a proprio agio nell’universo narrativo che ha affascinato i lettori di Coral Glynn, e perfettamente padrone di quella tecnica del progressivo disvelamento che non mancherà, anche qui, di tenerci avvinti alle sue pagine – sino al colpo di scena finale.

Illmitz, romanzo di Susanna Tamaro edito da Bompiani, genere narrativa, data d’uscita 29/01/14.
Illmitz è il romanzo d’esordio di Susanna Tamaro, mai pubblicato prima. Un giovane venticinquenne decide di intraprendere un viaggio a Illmitz, città al confine tra Austria e Ungheria, in cui viveva la sua famiglia prima che i genitori si trasferissero sul Carso. È un viaggio decisivo, che il protagonista, ora residente a Roma, ha deciso di compiere per fare i conti con se stesso, con la propria inquietudine, la propria fragilità, e per dare un senso a uno strisciante senso di inadeguatezza, al mondo e alle persone che lo circondano. Ma sarà, per lui, inevitabilmente, un viaggio insieme ai fantasmi che si stagliano nella propria memoria: Agnese, sua sorella, morta bambina, investita mentre attraversava una strada a occhi chiusi per mettere alla prova l’esistenza dell’angelo custode; il suo amico d’infanzia, Andrea, rimasto nel paese natale, sul Carso, lui sè, in salvo, vicino alle proprie radici; sua madre. Ma, soprattutto, Illmitz fa emergere il centro di questa inquietudine: Cecilia, la “fidanzata” del giovane, impiegata a Roma, dotata di una fisicità possente, una sessualità esuberante, un desiderio avvolgente, una vitalità istintiva. In lei il protagonista si specchia e con lei dovrà fare i conti. Illmitz – romanzo d’esordio di Susanna Tamaro, mai pubblicato prima – ha una forza selvaggia e originale; è teso, incisivo, commovente e crudo; ed è un grido inesorabile contro la solitudine, e a favore dello splendore autentico della vita. “Amo Cecilia come mia madre, anzi, l’amo più di mia madre. Amo il suo ventre, la sua fecondità, amo la possibilità di sprofondarmi dentro di lei, amo il suo utero come un bambino, amo i suoi bottoni slacciati, amo il suo passo indeciso e amo i suoi sorrisi muti!” E, prima di sbattere la porta dietro di me, conclusi: “E sono felice di amarla così!”

Insegui la tua stella, scritto da Asa Hellberg, editore Giunti, genere narrativa, data d’uscita 29/01/14.
Vivamente consigliata a tutte le donne sopraffatte dalla quotidianità.
Stavolta Sonja ha davvero lasciato tutte a bocca aperta: la sua morte improvvisa e un po’ comica all’ingresso dei grandi magazzini lascia sconcertate le sue tre amiche del cuore: com’è possibile che nessuna sapesse della sua precaria salute? La sorpresa è assai più grande quando Rebecka, Susanne e Maggan scoprono di essere le eredi di una strabiliante fortuna. Ma non è finita qui… se vogliono entrarne in possesso, le tre amiche dovranno seguire passo passo alcune istruzioni che Sonja ha stilato nel testamento:
Rebecka, una workaholic all’ultimo stadio, dovrà mollare il lavoro e trasferirsia Maiorca; Susanne, splendida hostess dagliamori burrascosi, dovrà gestire un hotela Londra; Maggan, nonna a tempo pieno, dovrà realizzare il suo sogno e scrivere unromanzo a Parigi. Mentre ciascuna fa a pugnicon i suoi difetti e le sue paure, rimaneancora un interrogativo da sciogliere: cosa voleva veramente Sonja? Perché sta scombussolando
radicalmente le loro abitudini? Si può cambiare vita a qualsiasi età?
Una storia divertente che dà una sferzata di energia positiva.

Corpi di Gloria, romanzo di Giuliana Altamura edito da Marsilio, genere narrativa, data d’uscita 29/01/14.
Gloria e Andrea, due fratelli ventenni, trascorrono l’estate in Puglia, nel villaggio di Riva Marina, una lussuosa distesa di ville bianche identiche l’una all’altra. Gloria ha appena finito il liceo e si rapporta al mondo e agli altri con un distacco feroce. L’unica eccezione sembra essere rappresentata dal fratello che, andato a studiare arte in America, torna a casa per le vacanze assieme a un amico di Los Angeles. Andrea si ritrova a confrontarsi con l’immobilità di un Sud in cui niente cambia, esattamente come le persone che vi sono rimaste: dalla madre succube di una difficile situazione familiare, alla sorella coi suoi problemi alimentari, fino alla rete di amici annoiati che continuano a divertirsi fra droghe, teppismo e promiscuità sessuale. La morte di uno di loro, arrogante e violento, costringerà gli altri a fare i conti, ciascuno a proprio modo, con la necessità dell’accettazione e del cambiamento.

Il sorriso di don Giovanni, opera di Ermanno Rea edita da Feltrinelli, genere narrativa, data d’uscita 29/01/14.
L’opera, incentrata sulla storia di una donna, una grande lettrice, è –spiega l’autore- un omaggio al piacere della lettura. “Io so che vivendo di libri e per i libri navigo su una zattera che non affonderà mai” recita la frase di presentazione del libro: una storia imperdibile per i bibliofili che amano immedesimarsi nei personaggi delle loro letture.

Il rapimento, scritto da Anouar Benmalek, Editore Atmosphere, genere giallo e thriller, data d’uscita 29/01/14.
Quando si rende conto che sua figlia di quattordici anni è stata rapita, Aziz, il dipendente di uno zoo di Algeri, pensa che siano stati gli islamisti radicali, gli stessi che hanno assassinato un giovane uomo di fronte a lei un paio di giorni prima. Aziz maledice il suo paese, il suo odio fratricida, i suoi fanatici, il suo potere irrigidito dalla paura e dalla polizia incompetente, ma non può immaginare che il rapimento rappresenta la vendetta di qualcosa che risale a mezzo secolo prima. Aziz potrà finalmente capire che non è lui il vero obiettivo, ma un membro della sua famiglia, un francese rimasto in Algeria dopo l’indipendenza, considerato un “disertore”. La figlia sarà trovata viva? Il rapimento è una storia d’amore straziante e lo scuro affresco dell’Algeria contemporanea con la sua violenza – i terroristi, lo stato e la società musulmana in generale – la struggente immagine in un tentativo di riscatto…

Più corro veloce, più sono piccola, scritto da Skomsvold Kjersti Annesdatter, Editore Atmosphere, genere narrativa, data d’uscita 29/01/14.
Un breve romanzo che narra in prima persona la vita di Mathea Martinsen, anziana donna che, rimasta vedova, scopre di essere sempre stata invisibile al mondo. Sola e invisibile: esiste nel mondo una prova della sua esistenza, ora che una vita silenziosa si avvia al termine? La risposta sembra essere negativa, ma Mathea si mette fiduciosa alla ricerca di un cenno, fino al sorprendente finale, in pagine tristi ma allo stesso tempo segnate da una liberatoria, aforistica ironia.

tn_16559__i-diavoli-1391376868I diavoli, romanzo di Guido Maria Brera edito da Rizzoli, genere narrativa, data d’uscita 29/01/14.
Sotto la cupola di vetro della Royal Albert Hall, nel cuore pulsante di Londra, due uomini giocano a tennis nel silenzio di una sala da cinquemila persone, vuota. Derek Morgan, trader di una grande banca americana, può avere per sé qualsiasi posto. È uno che può tutto. All’italiano che saltella dall’altra parte della rete, Massimo De Ruggero, sta per annunciare che tornerà alla casa madre di New York e che ha scelto lui come successore: significa cinquanta milioni di dollari all’anno e un potere enorme, superiore a quello di qualunque politico. Quando è partito da Roma, Massimo voleva salire in alto, fino alla cima della piramide, e vedere il futuro prima degli altri. Adesso ce l’ha fatta, la City è ai suoi piedi. È arrivato il momento di volare, ma la caduta è iniziata da tempo, e lui lo sa bene. Ha capito che la finanza non è soltanto un vertiginoso gioco di prestigio, il livello dello scontro si è alzato oltre i limiti, e quello per cui si lotta non è più un profitto con molti zeri. È la sopravvivenza dell’Occidente così come lo conosciamo. Si dice sempre che i tessitori del nostro destino non hanno volto, che il loro trucco più diabolico è farci credere che non esistano. Guido Maria Brera ce li mostra per la prima volta da vicino, portandoci esattamente al centro della zona grigia dove nascono le decisioni, dove si esercita l’unico vero potere del nostro tempo. Questo è il romanzo che vi fa vedere dall’interno il ciclone che sta arrivando e dal quale nessuno potrà ripararsi.

tn_16558__la-felicita-sta-in-un-altro-posto-1391376751La felicità sta in un altro posto, romanzo di Sara Loffredi edito da Rizzoli, genere narrativa, data d’uscita 29/01/14.
1908. Il terremoto rade al suolo Reggio Calabria e per Caterina, cresciuta in un convento, tutto cambia per sempre. Ospitata da un’anziana prostituta a Napoli, comincia il suo percorso negli inferi della città. Farà il mestiere in uno squallido bordello, avrà molti amanti e sarà chiamata Mimi. Ma lei sa che la vita le ha promesso altro, che non deve abbandonare i propri desideri. E così, lottando contro un destino che pareva segnato, grazie alla sua determinazione, convince la padrona della casa d’appuntamenti più elegante della città a prenderla con sé. È lì che incontrerà l’enigmatica Mariasole, la donna capace di mutare ancora una volta il suo futuro. Con una scrittura sinuosa e tagliente, Sara Loffredi ha dato vita a una storia impetuosa di desideri e corpi, raccontandoci come è possibile spingere i propri confini più in là, per sopravvivere a se stessi.

Flirt, romanzo di Laurell K. Hamilton edito da Nord, genere fantasy, horror e gotica, data d’uscita 30/01/14.
La nuova diciottesima avventura di Anita Blake. Per via del suo lavoro di Risvegliante, Anita Blake riceve spesso richieste a dir poco bizzarre. Ma non le era mai capitato che, nell’arco di poche ore, un uomo e una donna le domandassero di riportare in vita il rispettivo coniuge: il primo perché non sopporta l’idea di vivere senza la moglie, l’altra per vendicarsi del marito dopo anni d’infedeltà. Anita ovviamente si rifiuta di mettere i suoi poteri al servizio di capricci personali, tuttavia, non appena si allontana dalla sede della Animators Inc, viene affiancata da due leoni mannari, i quali la informano che Micah, Nathaniel e Jason sono sotto il tiro di tre cecchini, pronti a fare fuoco se lei si rifiuterà di seguirli. La Sterminatrice si lascia quindi condurre in un cimitero, protetto da un incantesimo capace d’interrompere il suo contatto mentale con Jean-Claude, e scopre che i rapitori sono stati assoldati da una delle persone che lei aveva messo alla porta quella mattina. Anita non ha scelta: se non vuole perdere gli uomini più importanti della sua vita, deve obbedire agli ordini…

Ultimo Requiem, romanzo di Mimmo Rafele e Nicola Rafele edito da Longanesi, genere giallo e mistery, data d’uscita 30/01/14.
Un romanzo sulla sanguinaria passione del potere e sugli ultimi decenni della nostra storia. Sulla scia di Romanzo criminale di Giancarlo De Cataldo, I cento passi, Romanzo di una strage, Pasolini, un delitto italiano di Marco Tullio Giordana e Buongiorno, notte di Marco Bellocchio, Ultimo Requiem è la risposta che un padre e un figlio hanno voluto dare al loro bisogno di verità su uno dei più atroci misteri italiani. Carlo Settembrini è commissario alla questura di Bologna quando, il 2 agosto 1980, esplode la bomba alla stazione. Carlo indaga, ma ancora non sa che si troverà a combattere un nemico sfuggente e potentissimo. Un nemico che ha tanti volti, e uno di quei volti è lo Stato. Sergio Russo in quell’esplosione ha perso la donna che ama. Il suo futuro di magistrato sarà all’insegna della ricerca della verità e del desiderio di vendetta. Matteo Sabato compie 18 anni pochi giorni dopo la strage. È nato in una famiglia mafiosa, ma il potere che suo padre ha accumulato all’ombra del boss Stefano Bontate non gli basta, vuole di più. Comincia così una sfida infernale che durerà 13 anni e attraverserà tutti gli snodi più drammatici della storia italiana recente: dalle stragi di Stato fino alle bombe del ’92-’93, dal ferimento di papa Wojtyla alla morte di Falcone e Borsellino, dalla scoperta degli elenchi della P2 a Tangentopoli, dal declino della Prima repubblica fino all’ascesa di un nuovo potere che comanda ancora oggi.

Prima della battagliaPrima della battaglia. Un’indagine del commissario Malinconico, romanzo di Bruno Arpaia edito da Guanda, genere giallo e mistery, data d’uscita 30/01/14.
Notte sulla tangenziale di Napoli. Un camion esce all’improvviso dalla sua corsia, schiaccia un’auto contro il guardrail e si allontana. Un morto: Andrea Rispoli, scrittore. Colpo di sonno del camionista? Il commissario Alberto Malinconico, fresco di trasferimento alla Mobile, ne dubita: troppo strana la dinamica dell’incidente. Ma perché uccidere uno scrittore? Nei giorni seguenti, il rebus di quella morte si arricchisce di nuovi elementi: una vedova pericolosamente bella, un libro mai pubblicato, un misterioso informatore, un boss evaso… Percorrendo le strade di Scampia, tra malavitosi ripuliti, bellissimi transessuali ed elusivi colleghi dell’antidroga, Malinconico indaga e scopre che Rispoli si era messo sulle tracce di una storia troppo vera. Tanto che la sua indagine viene bruscamente interrotta dalle alte sfere, con una trasferta messicana alquanto sospetta. In questo romanzo dalle atmosfere noir, un Alberto Malinconico con qualche anno in più e molto più disilluso affronta la sua prima avventura da commissario, tra il mondo della camorra e quello dei Servizi segreti, che lo porterà fino a Città del Messico. Sullo sfondo, la storia della fatica di un amore, quello con Lidia, e della conquista di una nuova maturità, in una Napoli dai colori accesi, quasi una co-protagonista indolente e mortale, incapace di giustizia e intrisa di bellezza.

Il legionarioIl legionario, scritto da Gordon Doherty, editore Newton Compton, genere romanzo storico, data d’uscita 30/01/14.
376 d.C. L’impero romano d’Oriente è solo contro le orde di barbari che premono dai confini. L’imperatore Valente cerca di coordinare le poche difese a sua disposizione per fronteggiare l’invasione dei Goti a nord del Danubio. Nel frattempo, a Costantinopoli, un’alleanza tra fede e politica dà origine a un complotto letale che porterà le massicce schiere provenienti da est ad abbattersi su quei territori turbolenti. Proprio qui, Numerio Vitellio Pavone, un ragazzo ridotto in schiavitù dopo la morte del padre soldato, riesce a raggiungere le legioni di confine, poco prima che siano inviate a riconquistare il regno del Bosforo, da tanto tempo nelle mani dei barbari. Si troverà nel bel mezzo di una cospirazione che potrebbe mettere a rischio la sopravvivenza del mondo romano.

L'enigma dei sette maestriL’enigma dei sette maestri, scritto da Rovira Miralles, editore Newton Compton, genere giallo e thriller, data d’uscita 30/01/14.
È stato un anno disastroso dal punto di vista lavorativo e Javier, giornalista radiofonico, è solo e al verde. Ha appena deciso di rimettere insieme i cocci della sua vita, quando legge sul giornale una terribile notizia: un suo vecchio amico, Marcel Bellaiche, è stato trovato senza vita presso il faro di Finisterre. Poco dopo, l’avvocato di Bellaiche lo contatta e gli consegna un taccuino con gli appunti del defunto: Marcel era sulle tracce di un enigmatico documento contenente gli insegnamenti dei Sette Sapienti, gli uomini più saggi dell’antichità, un reperto che, nelle mani sbagliate, potrebbe essere pericoloso per le sorti dell’umanità intera. Non c’è un attimo da perdere: Javier deve partire subito, ripercorrere le orme del suo amico e svelare il mistero che si cela dietro la sua morte.

Il silenzio delle farfalleIl silenzio delle farfalle, scritto da Levy Mossanen Dora, editore Newton Compton, genere giallo e thriller, data d’uscita 30/01/14.
Soraya è figlia della rivoluzione: dopo la caduta dello scià e l’ascesa al potere dell’ayatollah Khomeini nel 1979, ha visto le donne iraniane riporre negli armadi le minigonne e il rossetto e indossare il chador. L’inesorabile legge islamica aveva preso il sopravvento, imponendo alle donne la sottomissione. Eppure quando ha scoperto che il marito l’ha tradita con la sua migliore amica, Soraya ha scelto di non scendere a compromessi: ha preso un volo per gli Stati Uniti e ha abbandonato l’Iran, decisa a iniziare una nuova vita. Ma anche in terra straniera, i dolci ricordi del suo Paese non la abbandonano e il dolore per il suo amore tradito brucia ancora. E così Soraya medita un piano per punire il marito e la donna che lo ha sedotto. La vendetta diventa la sua ossessione, il suo unico obiettivo, che Soraya persegue con freddezza e determinazione. Ma ancora non sa che un segreto più grande e più devastante sta per essere svelato…

La compagnia della spada. Gli oscuriLa compagnia della spada. Gli oscuri, scritto da Scull Luke, editore Newton Compton, genere fantasy, data d’uscita 30/01/14.
Il buio avvolge le terre della triade. Il tiranno Salazar e i suoi compagni Sommimaghi dominano col terrore la città di Dorminia. Le antiche divinità sono ormai cadaveri in decomposizione, e orde di demoni affamati popolano le montagne del Nord. In queste lande desolate pervase dal buio e dalla distruzione non c’è più differenza tra un eroe e un assassino. Ma qualcuno tenta di resistere. Un giorno due anziani guerrieri fuggiaschi salvano la vita a un giovane ribelle, ed è l’inizio di una singolare amicizia. Un’insolita compagnia di mercenari, fuorilegge, raminghi si prepara adesso ad affrontare la dura battaglia contro la tirannide. Davarus Cole l’aspirante eroe, Brodar Kayne il vecchio Highlander, Jerek il Lupo, Garrett il capo dei ribelli, Vicar l’alchimista, Eremul il Mezzomago, la giovane Sasha e la maga Yllandris rappresentano l’unica speranza di rovesciare il tiranno e riportare la luce nelle terre del pianto.

La casa dei tradimentiLa casa dei tradimenti, scritto da El Hachmi Najat, editore Newton Compton, genere narrativa erotica, data d’uscita 30/01/14.
Isabel viene da una famiglia tradizionale catalana. Per vivere fa le pulizie: di notte in una fabbrica e di giorno a casa di uno scrittore di mezza età. Ma la sua vita non è esattamente quella di una giovane donna della sua età, tutt’altro. Infatti le sue esperienze sessuali sono tante ed estreme, vissute con tutti e cinque i sensi: anche solo un odore o uno sguardo sono capaci di scatenarle dentro un violento istinto che la travolge e non le dà tregua. Passa da un corpo all’altro, come se cercasse di placare una sete che le corrode l’anima, di colmare i suoi vuoti emotivi circondandosi di uomini che la dominano. Poco a poco comincia a raccontare questo suo lato oscuro allo scrittore, che la ascolta fino a diventare il suo più intimo confidente. Isabel si fida di lui, è l’unico uomo che non cerca di fare sesso con lei. Più la loro relazione si sviluppa, però, più la ragazza diventa dipendente dai suoi consigli e dalla sua comprensione.

Elenco in ordine alfabetico dei libri usciti a Gennaio 2014:

Anatomia di un incubo, romanzo di James Carol edito da Giunti, genere giallo e thriller, data d’uscita 22/01/14.
Andorra, romanzo di Peter Cameron edito da Adelphi, genere narrativa, data d’uscita 29/01/14.
Arredo casa e poi m’impicco, romanzo di Massimiliano Virgilio edito da Rizzoli, genere narrativa, data d’uscita 15/01/14.
Belle & Sebastien, romanzo di Nicolas Vanier edito da Sperling & Kupfer, genere narrativa, data d’uscita 02/01/14.
Brama, romanzo di Arne Dahl edito da Marsilio, genere giallo e thriller, data d’uscita 15/01/14.
Carnevale in giallo, opera edita da Sellerio, genere giallo e mistery, racconti ed antologie, data d’uscita 23/01/2014.
Chiamami anche se è notte, opera di Michela Monferrini edita da Mondadori, genere narrativa, data d’uscita 21/01/14.
Ci rivediamo lassù, romanzo di Pierre Lemaitre edito da Mondadori, genere narrativa, data d’uscita 28/01/14.
Come fossi solo, opera di Marco Magini edita da Giunt, genere narrativa, data d’uscita 15/01/14.
Con te sarà diverso. La trilogia delle coincidenze, scritto da Jessica Sorensen, editore Newton Compton, genere narrativa rosa, data d’uscita 16/01/14.
Corpi di Gloria, romanzo di Giuliana Altamura edito da Marsilio, genere narrativa, data d’uscita 29/01/14.
Correva l’anno del nostro amore, romanzo di Caterina Bonvicini edito da Garzanti, genere narrativa, data d’uscita 16/01/14.
Doctor Sleep, romanzo di Stephen King edito da Sperling & Kupfer, genere horror e fantasy, data d’uscita 28/01/14.
Dopo, romanzo di Koethi Zan edito da Longanesi, genere giallo e thriller, data d’uscita 02/01/14.
Fiaba d’amore, opera di Antonio Moresco edita da Mondadori, genere narrativa, data d’uscita 14/01/14.
Flirt, romanzo di Laurell K. Hamilton edito da Nord, genere fantasy, horror e gotica, data d’uscita 30/01/14.
I diavoli, romanzo di Guido Maria Brera edito da Rizzoli, genere narrativa, data d’uscita 29/01/14.
I fratelli Rico, romanzo di Georges Simenon edito da Adelphi, genere giallo e mistery, data d’uscita 29/01/14.
Identici, romanzo di Scott Turow edito da Mondadori, genere giallo e thriller, data d’uscita 02/01/14.
Il conto vaticano, romanzo di Carlo Marroni edito da Rizzoli, genere giallo e thriller, data d’uscita 03/01/14.
Il diario di Helga. La vita di una ragazza nei campi di Terezin e Auschwitz, opera di Helga Weiss edita da Einaudi, genere diari, storia e biografie, data d’uscita 21/01/14.
Il legionario, scritto da Gordon Doherty, editore Newton Compton, genere romanzo storico, data d’uscita 30/01/14.
Il più grande artista del mondo dopo Adolf Hitler, opera di Massimiliano Parente edita da Mondadori, genere narrativa, data d’uscita 28/01/14.
Il rapimento, scritto da Anouar Benmalek, Editore Atmosphere, genere giallo e thriller, data d’uscita 29/01/14.
Il silenzio delle farfalle, scritto da Levy Mossanen Dora, editore Newton Compton, genere giallo e thriller, data d’uscita 30/01/14.
Il sole bacia i belli, opera di Charles Bukowski edita da Feltrinelli, genere critica letteraria, antologie e biografie, data d’uscita 08/01/14.
Il sorriso di don Giovanni, opera di Ermanno Rea edita da Feltrinelli, genere narrativa, data d’uscita 29/01/14.
Il testamento di Maria, opera di Colm Toibin edita da Bompiani, genere narrativa, data d’uscita 03/01/14.
Illmitz, romanzo di Susanna Tamaro edito da Bompiani, genere narrativa, data d’uscita 29/01/14.
Insegui la tua stella, scritto da Asa Hellberg, editore Giunti, genere narrativa, data d’uscita 29/01/14.
Io ci sarò, romanzo di Kyung-sook Shin edito da Sellerio, genere narrativa, data d’uscita 16/01/14.
Io la troverò. La serie Nero a Milano, romanzo di Romano De Marco edito da Feltrinelli, genere giallo e thriller, data d’uscita 15/01/14.
L’Atelier dei miracoli, romanzo di Valérie Tong Cuong edito da Salani, genere narrativa, data d’uscita 23/01/14.
L’enigma dei sette maestri, scritto da Rovira Miralles, editore Newton Compton, genere giallo e thriller, data d’uscita 30/01/14.
L’ultima diva, romanzo di Emma Straub edito da Mondadori, genere narrativa, data d’uscita 21/01/14.
La biblioteca fuori dal tempo, scritto da De Lys Francisco J., editore Newton Compton, genere giallo e thriller, data d’uscita 23/01/14.
La biblioteca più piccola del mondo, romanzo di Antonio Iturbe edito da Rizzoli, genere narrativa, data d’uscita 03/01/14.
La caccia. I diari delle streghe, scritto da Lisa Jane Smith, editore Newton Compton, genere fantasy, horror e gotico, data d’uscita 23/01/14.
La casa dei tradimenti, scritto da El Hachmi Najat, editore Newton Compton, genere narrativa erotica, data d’uscita 30/01/14.
La compagnia della spada. Gli oscuri, scritto da Scull Luke, editore Newton Compton, genere fantasy, data d’uscita 30/01/14.
La continentale, romanzo di Silvana La Spina edito da Mondadori, genere narrativa, data d’uscita 14/01/14.
La costola di Adamo, romanzo di Antonio Manzini edito da Sellerio, genere giallo e mistery, data d’uscita 09/01/14.
La creatura del desiderio, romanzo di Andrea Camilleri edito da Skira, genere romanzo storico, data d’uscita 03/01/14.
La felicità sta in un altro posto, romanzo di Sara Loffredi edito da Rizzoli, genere narrativa, data d’uscita 29/01/14.
La figlia del mercante di tè, scritto da Janet MacLeod Trotter, editore Newton Compton, genere narrativa, data d’uscita 23/01/14.
La legge del dolore, romanzo di Chris Carter edito da Nord, genere giallo e thriller, data d’uscita 23/01/14.
La legge della notte, romanzo di Dennis Lehane edito da Piemme, genere giallo e thriller, data d’uscita 02/01/14.
La madre assente, romanzo di Hanne-Vibeke Holst edito da Mondadori, genere narrativa, data d’uscita 14/01/14.
La ragazza che leggeva nei cuori, romanzo di Teri Brown edito da Corbaccio, genere narrativa rosa, data d’uscita 09/01/14.
La ragazza dietro la maschera. Le città della perversione, scritto da Stella Knichtley, editore Newton Compton, genere narrativa erotica, data d’uscita 16/01/14.
La riva del silenzio, romanzo di Paul Yoon edito da Bollati Boringhieri, genere narrativa, data d’uscita 02/01/14.
La verità di Emily, scritto Barbara Freethy, editore Fabbri, genere narrativa, data d’uscita 15/01/14.
La vita quando era nostra, romanzo di Marian Izaguirre edito da Sperling & Kupfer, genere narrativa, data d’uscita 14/01/14.
Le donne del signor Nakano, opera di Kawakami Hiromi edita da Einaudi, genere narrativa, data d’uscita 14/01/14.
Le ossa della principessa, romanzo di Alessia Gazzola edito da Longanesi, genere giallo e mistery, data d’uscita 16/01/14.
Luna di miele a Parigi, opera di Jojo Moyes edita da Mondadori, genere narrativa rosa, data d’uscita 02/01/14.
Maledetto il giorno che ti ho amato, scritto da Cynthia Ellingsen, editore Newton Compton, genere narrativa rosa, data d’uscita 09/01/14.
Mentre le donne dormono, opera di Javier Marías edita da Einaudi, genere narrrativa, data d’uscita 28/01/14.
Nel fuoco, romanzo di Douglas Preston e Lincoln Child edito da Rizzoli, genere giallo e thriller, data d’uscita 03/01/14.
Nelle mani di Dio, romanzo di Gianni Biondillo edito da Guanda, genere giallo, mistery e noir, data d’uscita 09/01/14.
Non dirmi che hai paura, romanzo di Giuseppe Catozzella edito da Feltrinelli, genere narrativa, data d’uscita 08/01/14.
Non parlare, scritto da Brian McGilloway, editore Newton Compton, genere giallo, thriller e spionaggio, data d’uscita 09/01/14.
Note a margine di una sconfitta, romanzo di Nadeem Aslam edito da Feltrinelli, genere narrativa, data d’uscita 15/01/14.
Paradiso coniugale, romanzo di Alice Ferney edito da Bompiani, genere narrativa, data d’uscita 15/01/14.
Per fortuna c’erano i pinoli, scritto da Margherita De Bac, editore Newton Compton, genere narrativa, data d’uscita 16/01/14.
Pietra è il mio nome, romanzo di Lorenzo Beccati edito da Nord, genere romanzo storico, data d’uscita 09/01/14.
Più corro veloce, più sono piccola, scritto da Skomsvold Kjersti Annesdatter, Editore Atmosphere, genere narrativa, data d’uscita 29/01/14.
Prima della battaglia. Un’indagine del commissario Malinconico, romanzo di Bruno Arpaia edito da Guanda, genere giallo e mistery, data d’uscita 30/01/14.
Ragazza nera ragazza bianca, romanzo di Joyce Carol Oates edito da Mondadori, genere narrativa, data d’uscita 21/01/14.
Storia d’amore in tempo di guerra, romanzo di Giorgio Van Straten edito da Mondadori, genere narrativa, data d’uscita 21/01/14.
Storia di una ladra di libri, romanzo di Markus Zusak edito da Frassinelli, genere narrativa, data d’uscita 14/01/13.
Tempo di imparare, romanzo di Valeria Parrella edito da Einaudi, genere narrativa, data d’uscita 02/01/14.
The elite, romanzo di Kiera Cass edito da Sperling & Kupfer, genere fantasy per ragazzi, data d’uscita 28/01/14.
Ti aspettavo, scritto da J. Lynn, editore Nord, genere narrativa per ragazzi, data d’uscita 16/01/14.
Tutta colpa della neve! (e anche un po’ di New York), romanzo di Virginia Bramati edito da Mondadori, genere narrativa rosa, data d’uscita 14/01/14.
Tutta colpa di Freud, romanzo di Paolo Genovese edito da Mondadori, genere narrativa, data d’uscita 02/01/14.
Ultime notizie di una fuga, romanzo di Valerio Varesi edito da Frassinelli, genere giallo e mistery, data d’uscita 28/01/14.
Ultimo Requiem, romanzo di Mimmo Rafele e Nicola Rafele edito da Longanesi, genere giallo e mistery, data d’uscita 30/01/14.
Un delitto molto milanese, romanzo di Antonio Steffenoni edito da Rizzoli, genere giallo e mistery, data d’uscita 29/01/14.
Via dei ladri, romanzo di Mathias Enard edito da Rizzoli, genere narrativa, data d’uscita 29/01/14.
Volevo solo averti accanto, romanzo di Ronald H. Balson edito da Garzanti, genere narrativa, data d’uscita 02/01/14.
Voyeur, romanzo di Flavio Caroli edito da Mondadori, genere narrativa, data d’uscita 14/01/14.


Condividi articolo

Autore

Ketty

Appassionata di tutto e di niente, cerca quotidianamente di combattere la sindrome da "Nessuna ne fa e cento ne pensa". Non essendo ancora riuscita a scoprire cosa farà da grande, non le resta che provare ... un giorno scoprirà il suo talento!

4 commenti

  1. Voglio leggere La creatura del desiderio di Camilleri. Sto uscendo e mi fermerò anche in libreria.
    Buon Anno, cara Galatea.

  2. Ho fatto un ulteriore pasticcio. Il mio primo commento diceva che dovendo uscire tra poco, sarei andata in libreria per comperare il libro di Camilleri. E’ un autore che mi piace molto.

Scrivi un commento