Beagle liberi su un prato dopo 2 anni in gabbia

3

Lo sapevate che in tutto il mondo esistono laboratori in cui vengono allevati Beagles sui quali si effettuano test scientifici di ogni genere? Farmaci e vari prodotti chimici vengono somministrati ai poveri cuccioli per testarne l’efficacia e gli effetti collaterali. Alcuni di questi Beagles nascono e trascorrono tutta la loro vita in laboratorio senza nessun tipo di contatto con il mondo esterno. Tutto questo sembra impossibile ma purtroppo è la realtà.

Fortunatamente, negli ultimi anni, sono nate parecchie associazioni no-profit che hanno il compito di denunciare i laboratori che praticano questi disumani test scientifici. Una di queste è la Beagle Freedom Project, nata nel dicembre 2010 da un’idea di Shannon Keith, che si occupa di salvare i poveri Beagles dai laboratori di ricerca e trovare loro una casa e dei padroni. Durante uno dei loro ultimi interventi sono riusciti a salvare 9 Beagles  che hanno vissuto per ben 2 anni in gabbia senza conoscere nulla del mondo esterno. In questo toccante video, i ragazzi della Beagle Freedom Project, ci mostrano tutte le emozioni provate dai cuccioli quando per la prima volta le loro zampe hanno toccato un prato verde.

Buona visione.


Condividi articolo

Autore

Attirato da tutto ciò che è musica e tecnologia, quando sveste i panni da web designer, conduce un programma radiofonico e si diletta a cercare nuovi talenti musicali in rete proponendoli ai lettori della rubrica "Youtubers" di Pausa e Caffè.

3 commenti

  1. Un video che evidenzia come ancora gli animali vengono discriminati e maltrattati.Sono immagini che mi fanno molto male…perchè si nota,dagli occhietti dei beagle,come sono sofferenti e intimoriti.

    Fortunatamente che ci sono queste associazioni che aiutano e salvaguardano la libertà ed il benessere degli animali.

    Alle persone che fanno esperimenti sugli animali non auguro niente di male…ci penserà Dio e la vita.

    ciao

Scrivi un commento