La mia prima torta di compleanno

7

La settimana scorsa, precisamente la notte di Halloween,  una mia carissima amica ha compiuto 31 anni, qualche giorno prima mi ha chiesto se le preparavo io la torta di compleanno, ho subito accettato pensando che avrebbe festeggiato tranquillamente in casa, invece ha deciso di festeggiare in un locale e quindi la mia torta non solo doveva affrontare il giudizio di molte più persone, soprattutto sconosciuti, ma avrei anche dovuto affrontare il problema trasporto… panicoooooooooo!

Ho cercato di fare un progetto preciso, avrei fatto una torta di pan di spagna al cioccolato farcita con due strati di crema pasticcera al cioccolato ed uno strato centrale farcito con crema pasticcera classica, il tutto coperto da glassa al cioccolato (pensando fosse più resistente per il trasporto) e decorato con trito di noccioline e cioccolato bianco.

La sera prima ho preparato il pan di spagna e l’indomani mattina le creme e le decorazioni.

Problema n. 1 : non avevo mai lavorato il cioccolato bianco, dopo averlo sciolto deve indurire per poter scrivere in modo decente, ho scoperto che il tempo di indurimento è molto lungo, ed i primi tentativi sono stati un disastro, con un notevole aumento di stress, comunque alla fine sono riuscita a fare le decorazione su un foglio di carta forno ed ho aspettato che indurissero.

Giunto il momento di glassare ho posizionato la torta sulla griglia e via la torta era uno spettacolo, perfetta , la superficie liscia e lucida, a questo punto ho aspettato che indurisse per spostarla sul vassoio scelto… erroreeeeeeeeeeeeeeeee!!!

Problema n.2  spostando la torta si è crepata tutta ed ho scoperto che bisogna spostarla quando è ancora morbida.

Nel vedere il disastro mi veniva da piangere, dopo tutto il lavoro che avevo fatto, dopo alcuni minuti di smarrimento ho deciso di preparare altra glassa e riglassare, logicamente non è venuta liscia e lucida come prima, ho coperto i laterali con la granella di noccioline ed ho attaccato le decorazioni di cioccolato.

Non volevo portarla al compleanno, ma ormai era troppo tardi pure per comprarne una.

La serata è stata tranquilla e piacevole, ma al momento della torta volevo sprofondare ed invece è andato tutto bene, è piaciuta, ma non solo esteticamente, i complimenti che ho ricevuto per il gusto e vedere che facevano il bis, hanno scatenato un senso di soddisfazione incredibile.

Potete immaginare perché non ci siano foto della preparazione, l’unica foto che sono riuscita a recuperare è quella che vedete. (nel mettere la candela il cameriere ha rotto un fiorellino grrrrr)

Sto ancora imparando e non mi sento pronta per questi eventi pubblici, se avete richieste ne riparliamo tra un annetto 😀


Condividi articolo

Autore

Ketty

Appassionata di tutto e di niente, cerca quotidianamente di combattere la sindrome da "Nessuna ne fa e cento ne pensa". Non essendo ancora riuscita a scoprire cosa farà da grande, non le resta che provare ... un giorno scoprirà il suo talento!

7 commenti

  1. Avatar

    Mi sa che al prossimo compleanno ti contatto pure io… 🙂
    Un abbraccio, e un dolce ringraziamento per l’onore immenso, e l’immensa gioia che mi hai dato, ricopiando la mia poesia sul tuo prezioso quaderno!!

Scrivi un commento