Mitch Albom – I miei martedì col professore

5

I miei martedì col professore è un racconto toccante di coraggio e saggezza scritto da Alborm Mitch e pubblicato nel 2000.
E’ una storia di sentimenti scritta con l’anima, uno straordinario testamento spirituale e una formidabile lezione di vita per tutti.

“E’ molto semplice. Man mano che cresci, impari. Se ti fossi fermato a ventidue anni saresti rimasto ignorante com’eri a ventidue anni. Invecchiare non vuol dire solo declino, sai. E’ crescita. non c’è solo il lato negativo, ma anche quello positivo: tu comprendi di stare per morire, e vivi una vita migliore proprio per questo.”

Nel 1995 l’autore vede intervistato in TV un suo vecchio professore di college con cui ha perso i contatti e che ha avuto influenza sulla sua vita. Le trasmissioni riscuotono un successo enorme e migliaia di persone gli scrivono per ricevere parole di saggezza e di conforto. Scosso, vergognandosi del proprio lungo silenzio, Albom si decide infine ad andare a trovare l’anziano professore, ormai gravemente malato, per quattordici settimane. Insieme dibattono dei temi più vari: l’amore, il denaro, la morte, i valori, la famiglia, il perdono, e ogni volta l’autore esce arricchito da quelle chiacchierate illuminanti e rivelatrici.

I miei martedì col professore 500“…è la storia di una piccola onda, che danza sull’oceano, su e giù, giù e su, divertendosi un mondo. Si gode il vento e l’aria pura, fino a che non s’accorge che le altre onde davanti a lei s’infrangono sulla riva. “oh , mio dio, ma è terribile”, esclama, “ma guarda cosa sta per capitarmi!”. In quel mentre sapraggiunge un’altra onda e notando quanto sia rabbuiata le chiede: “come mai sei così triste?” e la prima risponde: “ma non capisci? Stiamo per scomparire tutte! Tutte noi onde finiremo in nulla, non è tremendo?” E la seconda onda spiega: “sei tu che non capisci. Tu non sei onda, sei parte dell’oceano.”

Ho avuto la fortuna di capitare per caso tra le pagine di questo libro che definisco breve, semplice e diretto, ma anche vivo, reale ed intenso, un viaggio dentro noi stessi, uno sguardo diretto sulla nostra paura più grande senza ipocrisia.

Dal libro “I miei martedì col professore” è stata realizzata anche una trasposizione televisiva con Hank Azaria e Jack Lemmon.

 


Condividi articolo

Autore

Ketty

Appassionata di tutto e di niente, cerca quotidianamente di combattere la sindrome da "Nessuna ne fa e cento ne pensa". Non essendo ancora riuscita a scoprire cosa farà da grande, non le resta che provare ... un giorno scoprirà il suo talento!

5 commenti

  1. "Invecchiare non vuol dire solo declino, sai. E' crescita …"
    Parole di grande saggezza e intensità. Lo voglio leggere assolutamente.
    E poi che bella faccia pulita ha questo autore!

  2. questo libro comunica un bel messaggio di crescita interiore per affrontare al meglio le varie fasi della vita.
    prendo un appunto del titolo di questo libro e mi riprometto di cercarlo 😉

  3. Ciao galatea, innanzitutto ti ringrazio per la gradita visita e poi mi complimento per il tuo blog
    Dev'essere molto interessante il libro segnalato. Ciao e se ti va potresti seguirmi…ne sarei felice
    Buona giornata!

Scrivi un commento