Stephenie Meyer – L’ospite

0

L’ospite è un romanzo della scrittrice statunitense Stephenie Meyer, pubblicato per la prima volta in Italia nel 2008.

“Sei l’essere più nobile e puro che abbia mai conosciuto. L’universo sarà un luogo più buio senza di te.”

In un futuro non troppo lontano, la specie umana sta scomparendo. Un’altra razza, aliena, potente e intelligentissima, ha preso il sopravvento, e i pochi umani rimasti vivono nascosti, raccolti in piccole comunità di fuggiaschi. Tra loro c’è Jared, l’uomo che la giovane Melanie, da poco caduta nelle mani degli “invasori”, ama profondamente, e non riesce a dimenticare. Neppure adesso che il suo corpo dovrebbe essere niente più di un guscio vuoto, un semplice involucro per l’anima aliena che le è stata assegnata. Perché l’identità di Melanie, i suoi ricordi, le sue emozioni e sensazioni, il desiderio di rincontrare Jared, sono ancora troppo vivi e brucianti per essere cancellati. Così l’aliena Wanderer si ritrova, del tutto inaspettatamente, invasa dal più umano e sconvolgente dei sentimenti: l’amore. E, spinta da questa forza nuova e irresistibile, accetta, contro ogni regola e ogni istinto della sua specie, di mettersi in cerca di Jared. Per rimanere coinvolta, insieme all’ostinata, appassionata Melanie, nel triangolo amoroso più impossibile e paradossale, quello fatto di tre anime e due soli corpi.

“Sono passati millenni ma gli uomini non sono mai riusciti a capire l’amore. Quanto dipende dal corpo e quanto dalla mente? Quanto dal caso e quanto dal destino? Perché certe coppie perfette falliscono, e altri abbinamenti per quanto impossibili prosperano? Non ne so più di quanto ne sapessero loro.
L’amore, semplicemente, è dove è.”

Dopo l’enorme successo mondiale della serie di Twilight, Stephenie Meyer torna con una formidabile storia d’amore, coraggio e amicizia, un viaggio emozionante e indimenticabile alla scoperta del potere dei sentimenti.
Un libro che ancora una volta affronta di petto il tema principale della letteratura, ovvero la natura umana e i sentimenti che caratterizzano la nostra vita, ma da un’ottica fantascientifica che promette scintille anche sul piano della pura avventura.

Il nome del Guaritore era Acque Profonde.
Era un’anima, buona per natura: compassionevole, paziente, onesta, virtuosa e piena d’amore. L’ansia era un’emozione insolita, per lui.
Ancor più lo era l’irritazione. Tuttavia, Acque Profonde abitava un corpo umano, perciò l’irritazione a volte era inevitabile.
Tra i bisbigli e il brusio degli studenti di Guarigione all’altro capo della sala operatoria, si fece serio. Un’espressione che stonava, su labbra abituate a sorridere.
Darren, il suo fedele assistente, se ne accorse e gli diede un colpetto sulla spalla.
«Sono soltanto curiosi, Guaritore» disse a bassa voce.
«L’inserzione è un intervento tutt’altro che interessante o difficile. Qualsiasi anima è in grado di compierlo, in caso di emergenza. Per quanto osservino, oggi non impareranno niente.» Fu sorpreso di sentire la propria voce, di solito suadente, viziata da un accento severo.
«Non hanno mai visto un umano adulto» disse Darren. Acque Profonde alzò un sopracciglio. «Dimenticano come sono fatti? Non sanno cos’è uno specchio?»
«Sai cosa intendo: un umano selvatico. Senz’anima. Un ribelle».
Il Guaritore osservò il corpo privo di sensi della ragazza, prona sul tavolo operatorio. Mentre ripensava alle condizioni in cui si trovava quel povero corpo malconcio quando i Cercatori lo avevano consegnato ai laboratori di Guarigione, sentì un’ondata di compassione. Quanto dolore aveva sopportato.
Ovviamente, a quel punto era perfetta: totalmente guarita. Se n’era occupato di persona.
«È identica a noi» mormorò a Darren. «Abbiamo tutti un volto umano. E quando si sveglierà, diventerà una di noi.»
«Gli allievi sono un po’ su di giri, tutto qui.»
«L’anima che stiamo per impiantare non merita che il corpo ospite venga sbeffeggiato così. Come se non bastassero i problemi del periodo di acclimatazione. Non è giusto infliggerle tutto questo.» Acque Profonde non alludeva alle beffe degli studenti. Sentì l’irritazione riaffiorare.
Darren gli diede un’altra pacca amichevole. «Andrà tutto bene. La Cercatrice ha bisogno di informazioni e…»

The host - L'ospite filmNel 2013 è stato prodotto un film “The Host”, diretto da Andrew Niccol, con protagonista Saoirse Rona e con Diane Kruger, Max Irons, Jake Abel, William Hurt, Frances Fisher, Boyd Holbrook, Scott Lawrence, Chandler Canterbury, Raeden Greer,
La storia racconta di una devastante invasione aliena da parte di esseri denominati Anime, che lavorano come parassiti e adoperano i corpi degli esseri umani e tolgono loro qualsiasi personalità. La resistenza è alle corde: tra loro c’è la ribelle Melanie Stryder, che viene catturata e resa schiava di un alieno chiamato Wanderer, famoso per aver sottomesso numerose popolazioni nelle galassie. Ma, lungi dal perdere la propria identità, Melanie continua a bruciare d’amore per Jared: profondamente toccata da questo sentimento, l’aliena cerca di trovarlo e alleandosi con Melanie nel tentativo di salvare la specie umana.


Condividi articolo

Autore

Ketty

Appassionata di tutto e di niente, cerca quotidianamente di combattere la sindrome da "Nessuna ne fa e cento ne pensa". Non essendo ancora riuscita a scoprire cosa farà da grande, non le resta che provare ... un giorno scoprirà il suo talento!

Scrivi un commento